VITE RUBATE di Monica Lombardi (Spinnaker)

È USCITO IN QUESTI GIORNI IL NUOVO ROMANTIC SUSPENSE DI MONICA LOMBARDI CHE CONFERMA LE SUE DOTI DI ABILE NARRATRICE, CON UN COINVOLGENTE MIX DI THRILLER E ROMANCE E CON UN'AMBIENTAZIONE MOLTA SUGGESTIVA. PIERA L'HA LETTO PER NOI.

Autrice: MONICA LOMBARDI
Genere: Contemporaneo, romantic suspense
Ambientazione: Alaska, Chicago, San Francisco
Pubblicazione: Spinnaker, 17 maggio 2019, pp.254
Livello sensualità: MEDIO/ ALTO
Disponibile in ebook a € 3,99 

TRAMA: Paula Wellman è una donna sola e un’agente FBI. Sa bene che si tratta delle due facce della stessa medaglia, come sa che il fatto di non avere famiglia le fa guadagnare un viaggio in Alaska alla caccia di un tenue collegamento tra l’esplosione di un’auto in cui è morta un’adolescente e un cold case. Sa anche che molti dei suoi colleghi maschi non mandano giù il fatto di dover lavorare con una donna, forse anche Dan Fusco, l’agente che viene esiliato al freddo insieme a lei. Dopo che la moglie Adele è morta in circostanze mai del tutto chiarite, la vita di Zachary Walsh e della figlia Alice è stata sconvolta e Zach sta cercando di riscriverla. Per farlo ha messo quanti più chilometri possibile tra loro, un trauma doloroso e un passato per certi versi scomodo, e ha scelto di trasferirsi a Willow, dove abita la sorella della moglie e dove si muove Sam Pitka, il protagonista della sua fortunata serie di gialli. Zach non è felice di vedere l’FBI presentarsi alla sua porta e di essere di nuovo sotto la lente investigativa.

Paula si trova spiazzata di fronte a un uomo che sembra non fare nulla per allontanare da sé i sospetti.

Attorno a loro un gruppo di adolescenti ribelli, annoiati, che raccolgono e rilanciano sfide e delusioni, e l’inverno dell’Alaska alle porte, pronto a coprire tutto con il gelo della sua neve.


Non pensavo , iniziando “Vite rubate”di esserne così presa da fare le ore piccole per l'ansia di terminarlo. E' un intrigante thriller che l'autrice ha centellinato dando le informazioni necessarie alla soluzione, quasi con il contagocce!
Già l'inizio mi ha incuriosita e ho capito che avrei dovuto fare molta attenzione a ogni minimo particolare della storia.
Un incidente, un evento funesto, uno scoppio inatteso e un'ambientazione particolare: la gelida Willow in Alaska contrapposta all'assolata California e alla rumorosa Chicago, ecco i luoghi in cui si muovono i protagonisti del romanzo.
Dopo la morte della moglie per un incendio sulla sua barca nella baia di San Francisco, Zachary Walsh che per molto tempo è stato sospettato di averla uccisa, si trasferisce con la figlia diciassettenne Alice in Alaska, dove vive la cognata Sam, vedova non certo inconsolabile. La ragazzina che sente la mancanza della madre, dà del filo da torcere al padre trattandolo in maniera sprezzante o non parlandogli affatto.
L'uomo trova serenità nello scrivere i suoi libri che hanno un discreto successo e che lui ambienta proprio nel gelo alaskano.
Purtroppo l'incidente di cui parlavo prima, cioè la morte in auto contro un albero di una ragazza coetanea della figlia e sua compagna di scuola,  riporta il suo nome in primo piano per la similitudine con quello della moglie, che l'FBI ha sempre presente, non essendo stata convinta delle conclusioni dell'inchiesta.
Perchè occorre mandare due investigatori a Willow? Proprio perchè Zac è lì, ed è di nuovo un sospetto.
I due sono Paula Wellman e Dan Fusco.
Paula è una donna che vive sola dopo una storia finita malissimo, e Dan anche lui senza famiglia, si sentono un po' le pecore nere essendo stati mandati in una zona, per loro che vivono a Chicago, in capo al mondo. Ma sono dei professionisti e al termine dell'incarico si accorgeranno che Willow ha , tutto sommato, un suo fascino.
Giunti nel gelido paesino, iniziano subito ad indagare e per prima cosa si presentano a Zachary che, pur essendo stanco dei continui sospetti, non esita a rispondere alle loro domande.
Pian piano si scopre che la vita pur in un luogo così isolato e senza altro da vedere che boschi incontaminati e terre ricoperte di neve, non è così scontata. La gioventù che non vede l'ora di lasciare quei luoghi, si diverte anche in modo non sempre lecito e le ribellioni sono quelle di ogni altra città. E i grandi non conoscono ciò che i loro figli non vogliono mostrare. Così l'indagine che i due detective devono portare  avanti, si incaglia su tutti questi particolari che occorre cercare di portare alla luce. Parallelamente Dan Fusco si avvicina a Sam e Paula inizia a fidarsi del suo intuito e dà credito alla non colpevolezza di Zach che le racconta come nello scrivere del suo personaggio libresco Sam Pitka, sfoghi tutti i problemi che la vita gli ha messo sulle spalle. 
….”-Zach io...Non ebbe il tempo di continuare perchè, con un movimento fluido, Zach le fece scivolare un braccio dietro la schiena  e l'avvicinò a sè, scendendo a catturarle le labbra.“Che cavolo ti è saltato in mente”Non era stata lei a prendere l'iniziativa“Avresti potuto opporti”No.Poteva ancora cercare di arginare i danni, poteva cercare di dimenticare, ma sentiva che non sarebbe mai stata in grado di rinunciare  a baciare Zachary Walsh”. 
Lo scavare nei sentimenti dei personaggi, fa capire che occorre comprendere il passato per risolvere il presente...e ci saranno parecchi colpi di scena inattesi.
Non posso dire altro perchè un thriller va goduto in tutta la sua interezza, e svelare particolari farebbe perdere di interesse la vicenda.
E' una storia scritta molto bene e l'alternare in certi punti il passato con il presente, non  solo non disturba, ma aiuta a fermare nella mente piccole informazioni, così come l'utilizzo delle due grafie per segnalare le note scritte dei diari o delle riflessioni interiori dei personaggi.
Tutti i personaggi del romanzo mi sono piaciuti perchè sono realistici nel loro modo di porsi.
Zach ha creduto di poter superare il dramma vissuto ma non ha fatto i conti con la figlia che adorava la madre e che non ha superato lo choc di averla persa in modo tanto drammatico.
Alice non ha perdonato al padre di averla portata lontano da tutto quello che conosceva e, poiché ritiene che abbia dimenticato la moglie, si ostina a non parlargli sebbene ne senta la necessità.
...”Quella mattina, seduti alla loro penisola, divisi solo da uno stretto ripiano e da un pacco di biscotti mentre fuori era ancora buio pesto, c'era spazio solo per lui e Alice e per la speranza, forse, che non tutto era perduto”
Samantha , la zia, che ogni tanto la ospita, prova ancora rabbia verso la defunta, per averle sottratto l'uomo di cui anche lei si era innamorata ma che la sorella ha voluto “e ciò che la sorella voleva, la sorella otteneva”!
Paula è una donna forte ma è stanca di mostrarlo a tutti e di dover lottare solo perchè è una donna che lavora in un  mondo di uomini, dove per sopravvivere, ogni giorno deve mostrare il suo valore.
…”-Che cosa mi stai dicendo? Che mandi me e Fusco in Alaska perchè viviamo da soli mentre gli altri agenti hanno famiglia?O abbiamo fatto qualcos'altro per meritarci questa punizione?-Paula mi stai mettendo in bocca cose che non ho detto“Ma sono vere”Daniel Fusco aveva quasi dieci anni più di lei e   Paula era convinta che fosse segretamente misogino. Ma sapeva fare il suo lavoro , e, cosa più importante, in quell'ufficio era un lebbroso come lei”
 Ha però, rispetto ai colleghi, un ottimo intuito e una capacità di fidarsi se l'istinto glielo dice.
Anche i giovani liceali sono ben descritti con il “capetto” che ordina e tutti che pendono dalle sue labbra salvo poi accorgersi della sua doppiezza, cattiveria e malizia.
E poi c'è l'Alaska, con il suo gelo e i suoi luoghi dove lo spazio non è un problema ma un modo per godersi la bellezza del cielo e respirare un'aria incontaminata senza i rumori delle metropoli.
 ...”Paula sollevò lo sguardo dall'ultima pagina del manoscritto che aveva in grembo.Fu stupita nel rendersi conto che fuori dalla finestra, Chicago sfoggiava già tutte le sue luci e il cielo rea una tela d'inchiostro che faceva da sfondo al bagliore  invasivo voluto dall'uomo.Le mancavano le stellate dell'Alaska”
Dell'intreccio ho già detto, quindi non mi rimane che consigliare la lettura di "Vite rubate" soprattutto, ma non solo, a chi è appassionato di thriller, troverà questo romanzo molto soddisfacente.












USCITE RECENTI DI MONICA LOMBARDI

Due donne, due amiche, Giulia e Livia, rapite una sera di novembre mentre tornano dal cinema. Una delle due riesce a fuggire, ma non ricorda nulla, né del rapimento né del suo passato. Il suo aiuto potrebbe essere determinante per la polizia, se solo riuscisse a mettere insieme le schegge di verità che come lampi le attraversano la mente. Il volto che però vede nello specchio continua a esserle del tutto estraneo. Le indagini possono dunque partire solo dal bosco, teatro della fuga, e dalla spessa nebbia che blocca la sua memoria. A guidarle è il commissario Emilio Arco, con l’aiuto di Ilaria Benni, una sensitiva in grado di percepire la paura delle persone, e di uno psichiatra, coinvolto per motivi che oltrepassano la sfera professionale. Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI.

È sopravvissuta. Ora vuole ricominciare a vivere.
Due donne, due amiche, Giulia e Livia, rapite una sera di novembre. Quando tornano alla loro vita, niente è più come prima. Livia, quella che è stata più a contatto con il mostro, di notte sogna la sua prigionia e di giorno non riesce a scrollarsi di dosso la sensazione che lui tornerà. E infatti il mostro si avvicina, più folle e spietato che mai. Con un solo obiettivo: insinuarsi per sempre nella mente di Livia.
Il commissario Claudio Sereni, a sua volta vittima di un insolito incidente di cui non ha memoria, dovrà riprendere le fila del caso del rapimento delle due amiche rimasto irrisolto. Attorno a lui orbitano il collega Emilio Arco e la sensitiva Ilaria Benni. Dovrà muoversi con decisione per stanare il mostro e allo stesso tempo con delicatezza per non spezzare la fragile corazza che Livia ha costruito intorno a sé, ai suoi ricordi e ai suoi sentimenti. Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI.

Dopo anni di missioni in tutto il mondo, il GD Team, la squadra di ex forze speciali e agenti dell’intelligence creata dal miliardario David Langdon, ha raddoppiato l’organico ed è diventato GD Security. 
Questo però non frena gli attacchi dei nemici che hanno accumulato negli anni. Persino al suo interno rimangono segreti che non sono mai stati svelati e che potrebbero far saltare rapporti appena iniziati e legami familiari all’apparenza consolidati. La nuova sfida: due boss della mafia russa. Il nuovo mistero: un padre e un figlio che sembrano condividere tutto ma forse non hanno niente in comune. La variabile impazzita: un giovane uomo cresciuto respirando odio e violenza, alla ricerca di canali per sfogare la sua rabbia.
All’orizzonte le nuvole cominciano ad addensarsi finché la tempesta non si abbatte su alcuni membri del Team e, da lì, finisce col colpire tutti.
Tra conti da saldare, colpe da espiare, amori che rischiano di sgretolarsi e passioni che nascono quando non potrebbero esistere, missione e questioni private diventano due facce della stessa medaglia. E il Team serra i ranghi. Perché guardarsi le spalle a vicenda e difendere chi è più debole e chi si ama non è un logo, non è un lavoro: è un modo di essere che spinge a giocarsi il tutto per tutto. Sul campo come nella vita. Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI.

****
CHI È L'AUTRICE
Monica Lombardi è nata a Novara da padre toscano e mamma istriana. Lavora come interprete e traduttrice freelance. Sposata, madre di due figli, vive da più di trent’anni a Cornaredo, in provincia di Milano, dove si divide tra la scrittura, le traduzioni e il suo ruolo di mamma. Monica ha esordito nel 2008 con una serie rosa crime di cui è protagonista il tenente della Homicide Unit di Atlanta Mike Summers. Oltre alla serie GD Team, con Emma Books ha pubblicato la commedia romantica Three doors – La vita secondo Sam Boltone la trilogia distopica Stardust (FreeMemory war e New Earth, preceduti dal racconto gratuito Stardust – L’inizio). Con Amazon Publishing ha pubblicato due romantic thriller di ambientazione italiana, Schegge di verità e Schegge di ricordi.
VISITA LA SUA PAGINA FACEBOOK:
TI INTERESSA QUESTO LIBRO? L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI? 
Grazie se condividerai il link di questa recensione sulle tue pagine social o la suggerirai agli amici.


UNA VERTIGINE CHIAMATA AMORE di Mariangela Camocardi (Mondadori)

GRADITO RITORNO, QUESTO MESE, NELLA COLLANA CLASSIC DEI ROMANZI MONDADORI, PER MARIANGELA CAMOCARDI, UNA DELLE DECANE DEL ROMANCE ITALIANO, CHE DA SEMPRE AMA AMBIENTARE I SUI ROMANZI STORICI IN ITALIA, REGALANDO INSIEME ALLE SUE STORIE D'AMORE INTERESSANTI SCORCI DELLA STORIA ITALIANA.

Autrice: MARIANGELA CAMOCARDI
Genere: Storico
Ambientazione: Italia, metà XVIII°secolo
Pubblicazione: Mondadori, coll. I Romanzi Classic, maggio 2019 pagg. 247
Parte di una serie: No, ma con personaggi introdotti nel libro Un segreto fra noi
Livello sensualità: MEDIO

Disponibile solo  in ebook a € 2,99 

TRAMA: Italia, Milano. Settembre 1848. Irriverente, sensuale, irriducibile rubacuori, Kilian von Metz è un nobile che collabora con i servizi segreti austriaci. Diretto a Milano, appena riconquistata da Radetzky, Kilian s’imbatte in una locanda nell’affascinante e misteriosa Costanza, che lo implora di aiutarla a fuggire dal crudele marito. Un’esca davvero irresistibile per un gentiluomo come lui, che lo trascinerà però in un gorgo di insidie mortali e rischierà di compromettere per sempre la sua promessa d’amore con Christine Thun, la donna che gli ha rubato l’anima…


Tra Christine Thun e Kilian von Metz è iniziata, in Austria, una leggera relazione fatta più di promesse che di sostanza e quando si rincontrano a Milano la situazione è piuttosto crepitante. Essendo lui un rubacuori che ha sulle donne un ascendente notevole, crea in lei una certa diffidenza. Accadono vicende che, all'apparenza, fanno ritenere alla protagonista di aver ragione. Ma Kilian si sta proprio innamorando e cerca in tutti i modi di far cambiare parere a Christine. Dopo un avvenimento molto increscioso e doloroso per la protagonista, i due finalmente risolveranno tutti i problemi.
A dir la verità, i personaggi principali all'inizio non mi sono piaciuti molto. Ho trovato lui un po' superficiale e lei troppo diffidente e restia ad ascoltare spiegazioni che avrebbero ben chiarito certe situazioni. Ma andando avanti nella lettura ho capito meglio l'atteggiamento sia di Christine che di Kilian e la Camocardi è riuscita a coinvolgermi nella storia. 
Il romanzo è scritto bene, dall'autrice non mi sarei aspettata altro, e tutti i personaggi sono ben delineati. Mi è piaciuta, Mariuccia, una popolana che ha avuto un momento importante verso la fine del libro per aiutare a risolvere il grosso problema capitato alla protagonista e mi è piaciuto molto il suo atteggiamento da tenera innamorata nei confronti di Whilem, fraterno amico di Kilian.
Un libro che oltre a essere un romance ha anche degli elementi suspense e che merita di essere letto e gustato.





MARIANGELA CAMOCARDI PRESENTA IL ROMANZO 
(SUL BLOG DEI ROMANZI MONDADORI)

Carissime amiche,
la mia gioia per l’uscita del nuovo romanzo in una redazione con la quale collaboro da anni, che mi ha visto esordire, è intensa e la condivido con voi tutte. Matesi, soltanto pochi mesi fa, mi chiedeva, non per la prima volta, quando mi sarei decisa a scrivere la storia d’amore di Kilian e Christine. È il solo rammarico che ho, cioè che lei non possa leggere Una vertigine chiamata amore, ora che finalmente è diventata realtà. Un grazie speciale e doveroso a Marco Corsi, cui la trama è subito piaciuta: confesso che il suo apprezzamento mi ha tramesso quel tipo di entusiasmo che rende il lavoro di stesura leggero e piacevole.Riguardo ai due protagonisti, be’, Kilian è ancora l’impenitente rubacuori di Un segreto tra noi , al quale le donne non possono resistere. Anche Christine non è una che scherza, se in ballo ci sono i forti sentimenti per un uomo che elude con scrupolo una relazione impegnativa, il matrimonio soprattutto. Ma niente spoiler! Mi limito a dire che Christine e Kilian hanno coinvolto la loro autrice in un crescendo di emozioni che, spero, proverete pure voi con gli sviluppi imprevedibili di un rapporto di coppia tutt’altro che scontato. Innamorarsi è volere la felicità dell’altro, a ogni costo, ma, come ben sappiamo, accettare di mettersi in gioco non sempre comporta che possa essere un’implicazione indolore.
Premesso, questo, vi aspetto in edicola augurandovi una buona lettura: la sottoscritta ce l’ha messa tutta per far sì che lo fosse.
Con affetto,
Mariangela Camocardi
****
GUARDA IL BOOK TRAILER

****
CHI È L'AUTRICE
Mariangela Camocardi vive da sempre ad Intra, sposata, due figli e tre nipoti, si è avvicinata alla scrittura quando, nel 1983, una grave crisi industriale colpisce la provincia di Novara e lei, come tante altre operaie, perde il posto di lavoro. Decide così di realizzare il sogno che accarezza da lungo tempo: scrivere un libro e farlo pubblicare. Il “sogno nel cassetto” si avvera, e dal primo romanzo “Nina del tricolore”, che Arnoldo Mondadori Editore pubblica nel 1986, l'autrice ha dato alle stampe altre trenta opere sempre accolte con entusiasmo da un nutrito stuolo di lettrici appassionate dalle sue storie d'amore a sfondo storico. Le sue opere più importanti sono: “I pirati del lago”, “Tempesta d'amore”, “Dimmi di sì”, “Sogni di vetro”, “Appuntamento al buio”, e “Lo scorpione d'oro”, tutte edite da Arnoldo Mondadori Editore, “Il Talismano della Dea” (Harlequin Mondadori) pubblicato nel 2009. È stata direttore della rivista Romance Magazine.  Nel 2016 vince il "Premio alla carriera" nell'ambito della 2ª edizione del Premio letterario Amarganta.
VISITA IL SUO SITO: 


TI PIACEREBBE LEGGERE QUESTO LIBRO? L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI?
Grazie se condividerai il link di questa recensione sulle tue pagine social o la consiglierai ad un amico.


LA VERTIGINE CHE HO DI TE di Gina Laddaga



OGGI PARTECIPIAMO AL REVIEW PARTY PER IL NUOVO ROMANCE CONTEMPORANEO DI GINA LADDAGA. PIERA L'HA LETTO PER NOI. 


Autrice: GINA LADDAGA
Genere: Contemporaneo
Ambientazione: Firenze
Pubblicazione: G.Laddaga, 20 maggio 2019, pp.189, libro cartaceo in arrivo
Parte di una serie: No
Livello sensualità: MEDIO/ ALTO
Disponibile in ebook a € 0,99 

TRAMA: Leda ha paura: dell’amore, del contatto fisico, di dare il proprio cuore a qualcun’ altro. È stata ferita, e per questo ha innalzato un muro invalicabile. Ha abbandonato gli studi e per mantenersi lavora come cameriera; non vuole più dipendere da nessuno. L’ultima volta che si è fidata di qualcuno il suo cuore si è spezzato, eppure continua a sopravvivere. 
Sebastiano ha studiato infermieristica, ma nella vita ha deciso di aiutare le persone lavorando in ambulanza e insegnando difesa personale in una palestra. Quando Leda, trascinata dalla migliore amica, inizia a frequentare la lezione di prova del corso di Sebastiano, l’elettricità tra i due sarà palpabile, ma Leda avrà difficoltà a fidarsi. Seba, però, rimasto folgorato dalla fragilità di Leda, è risoluto ad avvicinarla, vuole conoscerla e vorrebbe salvarla, salvare il suo cuore. 
La paura lascerà davvero posto all’amore? E l’amore aiuterà la nostra protagonista a combattere i fantasmi del suo passato? Una storia di dolore e riscatto, dove l’amore è l’unica via possibile per risollevarsi.


Leda lavora in un Pizza Speedy a Firenze e mentre è in un attimo di pausa, assiste ad un litigio tra due ragazzi e  poiché se le danno di santa ragione, lei rientra nel locale.
Arrivati i Carabinieri dà la sua versione della lite ma poi si allontana e passando accanto all'ambulanza, vede un giovane   che la guarda e il cui sguardo lei ricambia velocemente.
Il ragazzo è Sebastiano, Seba per gli amici, istruttore in una palestra e volontario in ambulanza e Leda lo rincontra quando l'amica Marta la porta a iscriversi ad un corso di autodifesa.
Sebastiano è colpito da questa giovane donna che non accetta la vicinanza di nessuno è sembra sempre avere uno sguardo triste e impaurito.
Leda ha un passato che l'ha segnata per sempre , un passato di violenza e di abusi, un passato in cui la persona che è il suo gemello, Dema,  ha rischiato di morire, un passato che lei non è riuscita a chiudere definitivamente perchè non ha denunciato il suo torturatore, Davide.
 Ecco perchè non vuole uomini che possano toccarla ma con Sebastiano sente qualcosa che pian piano la indurrà a dargli una possibilità.
...”-Adesso ti bacerò, puoi prendermi anche a schiaffi e pugni ma ti bacerò.E senza esitazione alcuna mantenne la parola.Non riesco a descrivere con semplici parole come fu quel bacio. Non era la prima volta che Sebastiano mi baciava, ma era come se lo fosse.Rinchiusi in un angolo remoto del cervello la figura di Davide  e le mani erano mani di Sebastiano.-Leda- sussurrò ansimando -Se dovesse essere troppo per te , fermami...spero però che tu non lo faccia.Lo guardai intensamente e mi ritrovai a dire-Voglio essere tua stanotte. Non ti fermerò. Ti prego Seba , salvami.”
 Aiutata da Marta e anche dal padre che vorrebbe riprendesse una vita normale con amici, divertimenti e anche magari un nuovo amore, Leda  a fatica comincia a uscire di casa e si innamora ricambiata del dolce Seba.
Ma l'incontro con una ex amica di scuola la porta di nuovo a vivere nella paura, anche se da tutte le parti viene sollecitata a prendere una decisione senza più titubare.
Il rapporto quasi inesistente con la madre e la mancanza della presenza del fratello, invece che abbatterla ,le danno il coraggio di affrontare il suo ex e le sue cattiverie.
...”Cosa vuoi? Non sei venuto per fare conversazione o sbaglio?Presi tutto il coraggio che sapevo di avere e parlai con tono  fermo. Sebastiano mi aveva sempre detto che ero forte e adesso era arrivato il momento di dimostrarlo Davide posizionò entrambe le mani sui propri fianchi e boccheggiò tre volte, come se fosse un pesce. Rimasi immobile, Attendendo  che ricominciasse a parlare.Poco dopo affermò: -No, hai ragione-Inaspettatamente mi diede uno schiaffo, che mi girò la testa di lato. Sentii l'orecchio destro fischiare e riconobbi quel dolore.Un dolore sordo, raggelante, ma distinto e fuori posto.Non battei ciglio, nonostante mi costasse un enorme sforzo. Tornai al suo viso e lo schernii:-Sai fare solo questo? Quando Davide tornò a guardarmi non rimase ferma ma agii. Gli diedi un pugno alla mascella e feci un salto indietro. Ero pronta a combattere.”
Questa di Leda e Seba è una bella storia, che ho letto con un affettuoso interesse perchè volevo che finisse bene, pur sapendo che qualcosa sarebbe dovuto succedere per arrivare alla soluzione del dramma con cui era iniziata.
Mi è piaciuto come l'autrice ha gestito il romanzo, facendo parlare i protagonisti alternando i punti di vista e introducendo pian piano elementi del passato bilanciandoli perfettamente con il proseguire della storia al presente.
L'argomento trattato, la violenza sulle donne, tragicamente attuale,  il non voler denunciare i colpevoli e il subire tutto pensando che si tratti di amore, è stato sviluppato senza né pietismi né eccessi, dando la giusta importanza a tutti i momenti e approfondendo i caratteri dei personaggi perchè si potesse capire meglio tutto il percorso interiore  della protagonista nella sua rivincita sulla paura.
Fortunatamente, nonostante  ferite fisiche e mentali, Leda ha capito che doveva trovare il coraggio di reagire e di denunciare colui che le aveva quasi tolto il fratello e aveva continuato a perseguitarla perchè si era reso conto che ormai lei non avrebbe più subito senza ribellarsi.
Forse è poco presente il personaggio di   Dema ma probabilmente sarà il protagonista del prossimo romanzo e quindi scopriremo altre cose anche su di lui.
La scrittrice ci ha fatto apprezzare il valore della vera amicizia che non ti abbandona nel momento del bisogno e che ti sa dare una scossa anche “cattiva”quando la nostra forza non è sufficiente.
La scrittura è moderna, l'ambientazione dà respiro alla vicenda alternando spazi differenti e avvenimenti diversi, insomma è un romanzo che certamente vale la pena leggere e magari rileggere come ho fatto io.

 






USCITE RECENTI DI GINA LADDAGA

PERFETTA MA NON PER LUI (2018)
Quando la giovane e originale Electra decide di trasferirsi a Milano per inseguire il suo sogno legato alla musica, non immagina che ad attenderla in quella metropoli movimentata e nebbiosa ci saranno cambiamenti improvvisi, l’amore, l’amicizia e la scoperta di sé. Tutto quello che desidera è ritrovare Luca, il suo migliore amico, il ragazzo con cui è cresciuta e ha vissuto mille avventure; vorrebbe frequentare l’università, trovare un lavoro e diventare la vocalist della band proprio di Luca. Il suo piano è completo e l’entusiasmo alle stelle: niente può fermarla, niente può mettersi tra lei e la realizzazione del suo sogno. Ma, quando si stabilisce nella nuova città, comprende che la realtà che l’attende non è poi così semplice e che gli imprevisti sono dietro l’angolo, pronti a incasinarle la vita ancora di più. Marco, il chitarrista della band, sembra il ragazzo dei sogni: bello, tormentato e con un passato doloroso alle spalle, non può fare a meno di farle battere il cuore. Eppure Luca, l’amico che le è sempre stato accanto e che la conosce meglio di chiunque altro, è pronto a mescolare le carte dell’amore e a trascinarla in una confusione totale. Lui, il suo angelo custode, sta forse diventando qualcosa di più e quel sentimento che prova nei suoi confronti non può essere messo da parte. Le ripetono che è perfetta, ma per chi lo sarà davvero? Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI.


PERFETTO PER LEI ( Novella - 2018)
Abbiamo lasciato Electra e Luca - i protagonisti di “Perfetta ma non per lui” - più innamorati che mai l’uno dell’altra e della loro musica. Abbiamo assistito alla loro crescita personale: da migliori amici hanno scoperto di essere molto di più, e la scoperta del loro sentimento ha portato conseguenze e cambiamenti anche nell’esistenza dei loro amici. Dopo il concerto a Firenze, Alex, Ebby, Marco e Stefania sono andati avanti con le loro vite.
In questa novella vedremo l’evolversi della relazione tra Alex ed Ebby, che li porterà - a causa di qualche incomprensione - a valutare se davvero vogliono passare il resto della loro vita insieme.
Ritroveremo il tenebroso Marco che, ancora scottato dalla fine della relazione con Electra, si ritroverà in balìa di un addio al celibato che lo porterà alla conoscenza di una sexy ragazza dai capelli rossi.
E Stefania? Forse l’avrete odiata nel primo romanzo, ma rivaluterete questo personaggio perchè molto spesso le ragazze dal cuore di ghiaccio hanno solo bisogno di qualcuno che faccia prendere loro fuoco. Novella spin-off del romanzo "Perfetta ma non per lui". Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI.

****
CHI È L'AUTRICE
Gina Laddaga, classe 1987, è nata a Vigevano da genitori pugliesi ma vive oggi in un paesino in provincia di Pavia. Diplomata in grafica pubblicitaria, lavora come impiegata amministrativa ma ha sempre sognato di poter vedere un suo romanzo in libreria. Ha pubblicato il suo primo romanzo nel 2009, galeotta fu la saga di Twilight. Nel tempo libero  al lavoro oltre a dedicarsi alla lettura e alla scrittura, Gina divora serie TV, drama coreani e film.
VISITA LA SUA PAGINA FACEBOOK:
TI INTERESSA QUESTO LIBRO? L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI? 
Grazie se condividerai il link di questa recensione sulle tue pagine social o la suggerirai agli amici.


I BATTITI DELL'AMORE di Jewel A.Ann (Newton Compton)

ESORDIO ITALIANO CON NEWTON COMPTON PER L'AMERICANA JEWEL E. ANN CHE HA GIA' ALL'ATTIVO DIVERSE COMMEDIE ROMANTICHE CON GIUDIZI MOLTO ALTI SU GOODREADS. PIACERA' ANCHE ALLE NOSTRE LETTRICI? SECONDO NOI, SI'.

Autrice: JEWEL E. ANN
Genere: Contemporaneo
Ambientazione: Minneapolis (USA)
Pubblic.originale:  J.A.Ann, gennaio 2018, pp.381
Pubblic.italiana: Newton Compton Editoriaprile 2019, pp.316, cartaceo € 9,90
Parte di una serie: No 
Livello sensualità: ALTO
Disponibile in ebook a € 2,99

TRAMA: Flint Hopkins è convinto di aver trovato la persona ideale a cui affittare lo spazio sopra il suo studio legale a Minneapolis. Spera ardentemente che la proposta di Ellen Rodgers vada a buon fine: le sue referenze sono ottime ed è persino di bell’aspetto. Ma quando Flint scopre che la ragazza passa le sue giornate a suonare… tutte le sue attese crollano. Ellen, infatti, è una terapeuta che usa la musica per aiutare i suoi pazienti. Tamburi, chitarre, persino urli a squarciagola. Flint è sul punto di scriverle una di quelle lettere degne di un avvocato d’assalto come lui, quando si accorge che a suo figlio, Harrison, affetto da una forma di autismo, Ellen sembra piacere molto. Un padre single non può certo competere con l’allegria contagiosa di una ragazza che suona la chitarra, ammaestra topolini e ha sempre il sorriso stampato sul viso. Purtroppo tende anche a invadere gli spazi di Flint… A sistemargli la cravatta, ad abbottonargli la camicia… Una cosa è certa: deve starle lontano!


“I battiti dell'amore” è il romanzo di un'autrice che non conoscevo ma  sinossi e  cover mi hanno incuriosita e ho deciso di leggerlo perchè l'argomento mi sembrava interessante.
Devo confessare che per più di metà libro mi ha un po' indisposto l'atteggiamento della protagonista,  ironico e confidenziale oltremisura ma che comunque ha rallegrato la vicenda che dall'inizio pareva molto triste.
Flint Hopkins ha un grosso peso sulle spalle e ha dedicato la sua vita al lavoro e alla crescita di un figlio affetto da una leggera forma di autismo Harrison ormai dodicenne, da quando, una decina d'anni prima, guidando dopo aver bevuto parecchio, in un incidente stradale, ha visto morire la moglie.
Ellen Rodgers è una musicoterapeuta trasferitasi a Minneapolis anche lei dopo una brutta storia con l'ex marito e spera di aver trovato finalmente i locali per impiantare il suo studio, locali di proprietà dell'avvocato Hopkins.
Apparentemente la transizione d'affari è positiva per entrambi fino a quando il nostro Supersexy-in-Completo come l'ha subito soprannominato Ellen, scopre che la musicoterapia consiste nel” fare rumore “ situazione incompatibile con la necessità di concentrazione che le cause seguite dall'avvocato Hopkins richiedono.
Purtroppo la disdetta di contratto che subito Flint invia a Ellen, si scontra, sia con la mancanza di volontà di lei di cercare un altro studio, che con la subitanea simpatia con cui il figlio Harrison affronta la conoscenza della donna, che ha il grande pregio di saper suonare la chitarra e che ha subito voluto insegnare al ragazzino senza nemmeno consultare il padre. Perciò Flint è bloccato nel suo mandare avanti uno sfratto senza giusta causa, finchè la 'giusta causa' viene trovata quando Ellen cerca “un certo Mozart” che si scopre essere un piccolo topo...
...”-Mozart!- urlo per l'ennesima volta nell'atrio.Sta' calma. Non piangere.Mi squilla il cellulare-Pronto. Sono Ellen- fingo di essere felice, anche se ho già le lacrime agli occhi-Signorina Rodgers?Scosto il telefono e fisso il numero sconosciuto. Poi lo riavvicino all'orecchio .-Si?Dà semplicemente i brividi. La voce è familiare-ma dà i brividi-  Chi parla?-Sono il signor Hopkins.Sospiro nonostante il gelo della sua voce, Nonostante mi venga da sorridere quando si riferisce a se stesso come al signor Hopkins e nonostante senta che nel giro di pochi secondi avrò un crollo totale...perchè il mio bambino è scomparso.-Flint posso richiamarla io? Sono...sono nel mezzo di una questione  importante.-Ma certo , signorina Rodgers.  Allora lei finisca pure di occuparsi della sua questione importante. Io intanto girerò in tondo e baderò al suo ratto. Dopotutto al momento non ho nulla di importante da fare.-Mozart...Mozart è lì con lei? L'ha preso Harry?...Lui si gira lanciandomi un'occhiataccia del genere ma-non- mi- dica!-Lei mi pare un po' scocciato!-Non sono scocciato.  Sono euforico.  Legga il contratto.  Gli unici animali ammessi nell'edificio sono i cani guida.  Questo significa che lei ha infranto le regole.  Una buona ragione per sfrattarla.  E' ufficiale . Due settimane a partire da domani.  Auguro a lei e al suo ratto una piacevole serata signorina Rodgers.-Grazie...dico tastandogli il colletto della camicia.Lui grugnisce o forse geme.  Non saprei dire quale delle due quando mi avvicino -perchè davvero non ne posso fare a meno- si irrigidisce.  Gli abbottono il primo bottone e gli sistemo la cravatta.Mi faccio scivolare la cravatta tra le  dita trattenendo la le punta qualche secondo.  Poi mollo la presa lasciandogliela ricadere sul  petto.-Insomma sa come si dice “ Le regole sono fatte per essere infrante. E i confini possono essere valicati”  e faccio un passo indietro.Il suo sguardo segue i miei movimenti.-Ci vediamo domani,  cosi cominciano a organizzare la festa d'addio.Per il party...aggiungo, camminando verso la mia auto, senza più voltarmi...non dimentichi di mettersi il tre pezzi. Adoro il completo che indossa oggi.  E faccio un fischio di ammirazione.-Mm..mm, se poi si mette anche il gilet che aveva il giorno in cui ci siamo conosciuti, potrei sfilarmi le mutandine all'istante. Glielo giuro-La guardo mentre si allontana sculettando e me la immagino mentre si sfila gli slip.-Hai bisogno di scopare -  mugugno rimettendomi al volante e chiudendo la portiera.”
Così, mentre da un lato prosegue l'amicizia con Harry e dall'altro  continuano i   battibecchi con Flint,  tra avvocato e psicologa nasce un intenso sentimento che destabilizza l'uomo, il quale si sente in colpa per aver provocato la morte della moglie e pensa di non essere degno di avere una nuova occasione per amare.
L'insistenza di Ellen nel non desistere dal frequentarlo li fa iniziare una bella storia che vede coinvolto anche il giovane Harrison, sveglio quanto mai e senza freni censori nei suoi rapporti con gli adulti.
Come ho già detto, la seconda parte del romanzo mi è piaciuta perchè si sono spiegate almeno in parte le motivazioni della protagonista di “toccare” le persone. Ellen ha cercato di superare le delusioni del suo passato ma anche lei ha la necessità di amare di nuovo per riuscire a perdonare chi l'ha tanto ferita.
Flint è senza dubbio da ammirare: vedovo, con un peso enorme sulle spalle, un bambino con un handicap non facile da gestire, lavora, si prende cura del figlio senza farsi sconti di alcun genere, cucina, lava, fa giardinaggio e coltiva piccole piantine che avranno un ruolo importante in un momento tragico della vita di Ellen e riesce ad essere sexy e ironico al tempo stesso.
Anche Harrison è un bel personaggio, ben descritto e che a tratti prende il sopravvento per questa sua capacità di andare avanti con i suoi limiti che diventano una valorizzazione delle sue capacità.
L'amore ha una parte importante in questa bella storia ed è proprio lui che riunisce persone che forse da sole non avrebbero avuto vita facile.
Lo stile è scorrevole, moderno, con i due pov alternati e tante piccoli intermezzi divertenti come i topolini e la segretaria licenziata e riassunta ogni giorno!
Ci sono belle scene piccanti ma anche tenere, come quella finale, magari un po' troppo costruita, che valorizza però giustamente una delle tematiche alla base di questo romanzo: non si deve mai lasciarsi sfuggire una seconda occasione per amare!










TI INTERESSA LEGGERE UN LUNGO ESTRATTO DI QUESTO LIBRO?

****
CHI È L'AUTRICE
Jewel A. Ann, autrice americana, è un’inguaribile romantica con uno spiccato senso dell’umorismo e una grande passione per la lettura. Ha lavorato per anni come igienista dentale, prima di decidere di dedicarsi alla famiglia e scoprire la vocazione per la scrittura. I battiti dell’amore è il primo romanzo pubblicato dalla Newton Compton.
VISITA IL SUO SITO:

TI PIACEREBBE LEGGERE QUESTO LIBRO? L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI? 
Grazie a chi condividerà il link a questa recensione sulle sue pagine social.




SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!