Vivienne intervista LAURA LEE GUHRKE

Devo ringraziare Francy per avermi presentata --metaforicamente-- a LAURA LEE GUHRKE.
Il giorno del mio ultimo compleanno ho ricevuto un pacchetto. Dentro c'era il regalo di Francy. Indovinate? Una copia di She's No Princess ( a proposito la traduzione italiana di questo bellissimo romanz, Non sono una principessa, uscirà ne I Romanzi Mondadori in luglio: segnatevelo sull'agenda!)

Il bigliettino recitava, pressapoco: "uno dei miei romanzi preferiti, spero che piacerà anche a te". E così, infatti, è stato.

LAURA LEE GUHRKE è una scrittrice che ha stile e personalità. Non si rischia di confondere un suo romanzo con quello di un'altra autrice. Le sue eroine si distinguono per originalità e carattere. Così i suoi eroi. E l'ambientazione è sempre accurata, nei più piccoli come nei più macroscopici particolari, storici o sociali che siano.

Mi piace che nei suoi romanzi la tensione tra i protagonisti cresca lentamente, non si consumi subito. Sapientemente Laura Lee ci lascia cuocere a fuoco lento. Si può dire lo stesso dei suoi protagonisti. Che finiscono però sempre per bruciarsi.

Livello di sensualità dei romanzi della Guhrke: decisamente Hot, tendente al calor bianco.

A tutte consiglio caldamente di leggere i romanzi dell'ultima serie di Laura Lee, quella delle Girl-Bachelors. Ambientata nel tardo periodo vittoriano, non racconta delle solite sparkling débuttantes --debuttanti peperine --, ma di ragazze in carriera, determinate, libere e consapevoli del loro valore. Che lavorano per vivere e non hanno il matrimonio come priorità. Ma che poi incontrano (beate loro) il solito visconte, bello, affascinante e ricco, e se lo sposano. Del primo titolo And Then He Kissed Her, abbiamo già parlato (vedi qui), e dei prossimi vi racconteremo presto. L' ultimo titolo di questa affascinante serie, With Seduction in Mind uscirà negli USA a settembre (vedi sotto).

Se non siete in grado di leggere in inglese, dovrete avere solo la pazienza di attendere qualche mese. Sono certa che troveranno anche in Italia un editore.

Laura Lee piace sia a Francy che a me, quindi abbiamo deciso di intervistarla per poterla conoscere meglio e per farla conoscere meglio anche a voi. Speriamo di esserci riuscite.

( Per leggere l'intervista originale in inglese scorrete in fondo al post -
to read the original interview in English click here. )


Vivienne: Tanto per cominciare, lascia che mi congratuli per il tuo lavoro. And Then He Kissed Her è fra i miei favoriti di ogni tempo. Mi piace pensare alla serie delle girl-bacherlors, le ragazze in carriera di quei tempi, come ad un tutt'uno, e alle eroine di questi romanzi con affetto, come fossero le nostre trisavole. Hai pensato alla serie come ad un unico progetto, o fin dall'inizio avevi in mente i singoli personaggi?

Laura Lee Ghurke: Grazie per il complimento. Anch'io penso alle girl-bachelors come fossero le mie bis-bisnonne! Ho parlato a lungo con mia nonna sulla sua vita da bambina. Morì poco dopo l'inizio della mia carriera di scrittrice, ma le sarò per sempre grata di avere condiviso con me le sue impressioni e le sue idee. In quanto alla serie, non pianifico prima di scrivere. Non faccio un lavoro preventivo sulla storia, ma scrivo molto di getto. Mi sono accorta che sarebbe diventata una serie solo a metà della stesura del primo libro.

Vivienne:Tutti i romanzi di questa serie hanno editori e scrittori come protagonisti. Come mai?

LLG : Be', tutto è cominciato con And Then He Kissed Her, dove l'eroe è un editore, un mestiere che evidentemente ha stimolato positivamente la mia creatività. Non c'erano molte occupazioni accettabili per gli aristocratici nel 1890, e così molti decisero di tentare la carriera di scrittori. Ha funzionato bene per questa serie.

Vivienne:Ci puoi rivelare qualcosa di With Seduction in Mind che uscirà a settembre? Il titolo è così invitante che non vedo l'ora di leggerlo.

LLG :L'eroina, una delle girl-bachelors di Little Russell Street, colleziona licenziamenti su licenziamenti, e per pura disperazione decide di provare a scrivere. L'eroe è uno scrittore di successo che non riesce più a mettere nero su bianco. Non voglio anticiparvi troppo, ma lei finisce per essere assunta dall'editore (Harry, l'interprete di And Then He Kissed Her) per finire il libro. Naturalmente il nostro eroe non vuole l' aiuto della ragazza, e per liberarsi di lei gioca l'arma della seduzione....

Vivienne: C'è un po' di Laura Lee nelle girl-bachelors? Eroine che sono belle, ma soprattutto forti e determinate?

LLG : Eccome!

Vivienne: Uno dei romanzi d'amore più famosi del secolo scorso, Via col vento, non termina con il tradizionale happy ending. Hai mai pensato di terminare un tuo romanzo con un finale altrettanto aperto?

LLG :No, davvero odio i finali aperti. Non mi interessano i finali tristi. Amo l'happy ending, e senza ambiguità. Credo sia scorretto e poco carino che gli scrittori lascino i loro lettori con il dubbio su quello che succederà nel finale. Ovviamente, non è che il mio pensiero....

Vivienne: Che genere di ricerche svolgi prima di iniziare un romanzo o una serie, storiche, sociali?

LLG :Leggo molto sul periodo e sul luogo di cui sto per scrivere. Romanzi dell'epoca, lavori teatrali, giornali. Riprendo in mano anche i miei testi favoriti, quelli che da tempo uso per le mie ricerche (ormai sul periodo Vittoriano ed Eduardiano ne ho parecchi), giusto per rinfrescarmi la memoria su quel particolare momento storico.

Vivienne: Segui una scaletta precisa, o cambi spesso idea durante la scrittura?

LLG :Continuo a cambiare. Quando inizio un libro ho una vaga idea soltanto di ciò che voglio fare, e sono aperta ad ogni improvviso cambiamento. E mentre il racconto procede, non mancano i momenti di insicurezza e a volte mi prende il panico, ma in qualche modo vado avanti. A metà della stesura comincio a immaginarmi il romanzo finito, e di solito è in questo momento che realizzo che quanto ho già scritto è esattamente quello che a livello inconscio volevo fin dal principio. In altre parole, so fin dall'inizio quello che voglio realizzare, ma non so di saperlo. Se capisci quello che voglio dire...;)

Vivienne: Saremmo davvero felici se ci anticipassi qualcosa sul romanzo o sulla serie che seguirà quella delle girl-bachelors...

LLG : Sono proprio ai primi passi di una nuova serie, e malgrado non ne sappia neppure io molto, posso dire che coinvolgerà tre duchi, tre matrimoni e una automobile. Ora ne sapete praticamente quanto me.

Vivienne: Cosa pensi degli ebooks?

LLG :Penso siano un'ottima cosa dal punto di vista dell'accessibilità e del prezzo, che siano molto utili per far leggere i giovani, e che la loro popolarità stia crescendo, specialmente ora che sul mercato ci sono degli ottimi lettori. Certo, con gli ebooks cresce anche notevolmente il rischio della pirateria -- di download illegale e di cracking ( rimozione della protezione del copyright di un software)-- . E' un problema molto serio sia per noi scrittori che per gli editori.

Vivienne: Quali sono le tue letture preferite? E quali gli autori preferiti, sia romance che di altri generi?

LLG :Tra le mie autrici preferite ci sono Julia Quinn, Lisa Kleypas, Liz Carlyle ed Elizabeth Boyle. Mi piacciono anche alcune nuove scrttici, come Anna Campbell. Per quanto riguarda le mie letture extra-romance, ho avuto recentemente una cotta per il periodo Tudor, soprattutto per Philippa Gregory. Tra gli autori che non scrivono romance mi piacciono: Christopher Moore e Patricia Gaffney (di cui amo anche i romance). Attualmente sono alle prese con The last lecture di Randy Pausch.

Vivienne: C'è un romanzo di un'altra scrittrice che pagheresti per aver scritto tu?

LLG :Molti! Lo ammetto, tendo ad essere invidiosa come un'adolescente quando leggo un'autrice di talento.

Vivienne: Quanto tempo ci metti a scrivere un romanzo e come organizzi il tuo lavoro?

LLG : Di solito per completare un libro ci metto nove mesi, come per fare un bambino. Scrivo ogni giorno, dal lunedì al venerdì, per circa 4-5 ore al giorno. Anche più a lungo, e pure durante i week end, se sono in ritardo e il momento in cui devo consegnare il lavoro si avvicina.

Vivienne: L'eroina di She's No Princess è italiana. Hai mai pensato di ambientare in Italia uno dei tuoi prossimi romanzi?

LLG : Sì, ci ho pensato, ma realisticamente i romanzi storici ambientati fuori dalla Gran Bretagna per qualche ragione sono molto meno richiesti. Dato che amo le ambientazioni inglesi, mi va bene così.

Vivienne: Alcuni tuoi romanzi sono stati tradotti in italiano. Dopo The Marriage Bed (Talamo Proibito), anche She's No Princess (Non sono una principessa) uscirà presto per I Romanzi Mondadori. Esegui qualche tipo di controllo sulle traduzioni, gli eventuali tagli (le edizioni italiane si aggirano quasi sempre sulle trecento pagine) e le copertine? Hai mai tenuto fisicamente in mano l'edizione italiana di un tuo libro, e se sì, cosa ne pensi?

LLG : Sai, è sempre divertente vedere il mio lavoro in un'edizione tradotta. Anche se non parlo italiano, posso di solito dire quale scena sto leggendo con una semplice occhiata. Ci riesco anche con l'edizione giapponese! (nota di redazione: a questa domanda l'autrice non ha evidentemente ritenuto di rispondere)

Vivienne:Molte autrici di romance scrivono sia romanzi storici, che contemporanei e romantic suspense. Non sei mai stata tentata di provare un contemporary?

LLG : Se avessi un'idea per un contemporaneo davvero buona, ci proverei sicuramente.Fino ad oggi non mi è mai capitato, ma non sarei sorpresa se dovesse succedere. Gli scrittori hanno bisogno di incentivare la propria creatività di tanto in tanto con nuove esperienze.

Vivienne: Cosa pensi del genere paranormale? Mai pensato di scrivere su vampiri o lupi mannari?

LLG : Mai. Non potrei mai scrivere un paranormale. I vampiri sono persone morte che si nutrono di sangue. E i lupi mannari sono...be', così pelosi. Non potrei scrivere di queste cose. Mi diverte leggere paranormale, ma scriverne...mai. Sotto l'aspetto creativo non mi interessa proprio.

Vivienne: Partecipi mai ai raduni delle scrittrici di romance? Uno scrittore americano di thriller di cui tacerò il nome mi ha detto una volta che le scrittrici di romance litigano un sacco e discutono come matte durante i loro meeting. La cosa mi ha fatto molto ridere. E' vero?

LLG : Non partecipo a molti eventi con le mie colleghe, ma ne ho seguiti abbastanza per sapere che c'è sempre qualche litigio in corso. Ma credo sia umano, no?

Vivienne: Credi che esista una differenza stilistica tra le autrici di romance americane e le loro cugine inglesi? C'è rivalità fra di voi?

LLG : Rivalità? Non credo, comunque non più di quella comune a tutti gli scrittori. Da un punto di vista stilistico ci sono differenze, anche se tutte le autrici sembrano gravitare oggi verso uno stile più americano, anche negli storici ambientati in Gran Bretagna.

Vivienne: L'editoria romance sta soffrendo la crisi negli States?

LLG : Un pochino, ma non quanto altri generi. Il romance sta tenendo duro.

Vivienne: Molte autrici, appena raggiunto il successo, passano dall' edizione paperback, tascabile, alla hard cover, con copertina rigida, più costosa. Tu?

LLG : Personalmente non mi piacciono i libri con la copertina rigida. Leggo a letto o nella vasca, e in ogni caso i libri in brossura sono di più difficile lettura.

Vivienne: Le copertine dei tuoi romanzi sono spesso fantastiche. Intervieni personalmente nella scelta finale?

LLG : Intervengo davvero poco nella scelta finale. A volte suggerisco idee, ma non è detto che il settore artistico poi le usi.

Vivienne: Quale dei tuoi romanzi potrebbe diventare un buon film e perchè, secondo te, così pochi film vengono tratti da romanzi storici? Film che sicuramente le lettrici di romance apprezzerebbero...

LLG : E' molto costoso produrre film storici (basta pensare ai costumi e alle scene), e poi in questo momento non sono poi così di moda. Sembra che oggi vadano solo film futuristici con super eroi! Di tutti i miei libri, penso che Conor's Way potrebbe diventare un buon film e anche And Then He Kissed Her.

Vivienne: Credi che oggi le recensioni delle bloggers dei siti specializzati siano importanti per il successo di un romanzo?

LLG : Le recensioni sono sempre importanti. Che si parli dei nostri libri è sempre un bene. Penso comunque che i blog abbiano meno influenza oggi di quanta ne avessero un paio di anni fa. Queste cose comunque continuano a cambiare.

Vivienne: Oggi le scene di sesso sono sempre più calde nei romance. Sono veramente indispensabili ai fini della storia o semplicemente fanno vendere di più?

LLG : Dipende dal tipo di libro. Alcuni dei miei romanzi funzionano meglio con più sesso, altri con un approccio sentimentale più dolce. Dipende, insomma. Non importa come, ma un buon romance in ogni caso deve saper creare e far crescere la tensione sessuale tra i protagonisti, tenere il lettore in uno stato di anticipazione rispetto alla coppia, agendo sia sul livello emozionale della storia che sull'attrazione dei protagonisti, che non deve mai affievolirsi.

Vivienne: Da dove viene il tuo cognome?

LLG : E' tedesco. Letteralmente significa cetriolo. Non ne ero particolarmente elettrizzata, ma cosa ci può fare una ragazza?

Vivienne: Ci racconti qualcosa di te?

LLG : Odio parlare di me stessa! Veramente, non sono brava in questo genere di cose. Mi piace stare all'aria aperta, e dove vivo abbiamo la possibilità di scegliere tra molte attività: sciare, fare campeggi, andare in mountainbike, quel genere di cose. Mi piace il giardinaggio, e ho proprio un giardino carino, se posso dirmelo da sola. Ho un cane, un Golden Retriever che si chiama Barney e che pensa che la casa appartenga a lui e ...dannazione!, non so che altro dire. Odio parlare di me stessa.

Grazie Laura Lee per questa bella intervista. Aspettiamo con ansia i tuoi prossimi libri !


GLI ALTRI ROMANZI DELLE GIRL-BACHELORS


The Wicked Ways of a Duke (2007)


Once upon a time, there was a seamstress named Prudence who lived in a lodging house, worked very hard, and dreamed of a better life. Then she inherited a fortune, met a handsome duke, and fell in love. Her life was wonderful, and it seemed as if she was destined to live happily ever after. Then she found out money can’t buy happiness, handsome dukes can also be wicked, lying scoundrels, and a broken heart hurts like hell. Will Prudence ever find true love and happiness? Will the wicked duke mend his ways? Will she take him back or kick him to the curb?




Secret Desires of a Gentleman (2008)


Maria Martingale was going to elope. But Phillip Hawthorne, Marquess of Kayne, put a stop to those plans when he learned his younger brother intended to marry a cook’s daughter. Now twelve years later, Maria discovers that the man who holds her fate in his hands is none other than the haughty gentleman who sent her packing – and he’s as handsome and arrogant as ever. Always the proper gentleman, Phillip will do anything to protect his family from scandal, and when Maria dares to move in right next door, he knows scandal will surely follow. She is as tempting as he remembered… and the more he sees her, the harder it is for Phillip to hide his own secret desire for her…


With Seduction in Mind ( uscirà a settembre 2009)

Sebastian Grant is a successful, multi-published writer, but he can’t write. He’s got writer’s block. Daisy Merrick is a wanna-be writer, but she can’t get published. She’s been rejected. Lord Marlowe is the publisher who forces Sebastian and Daisy to work together, hoping they can help each other. That’s when the trouble starts, the sparks fly, and the seductions begin.







Vivienne



Ti è piaciuta l'intervista? Conosci i romanzi di quest'autrice? Ti piacerebbe farle qualche domanda? Lascia le tue riflessioni e le tue eventuali domande nello spazio commenti.

4 commenti:

  1. Bella intervista, Vivienne, complimenti!
    Della Guhrke finora ho letto Ogni suo bacio, Talamo proibito e Conor's way ( non ricordo il titolo in italiano )e tra i tre il mio preferito è proprio quest'ultimo.
    Certo che è strano che l'autrice non abbia risposto alla domanda su tagli e copertine...
    Baci!
    Susa

    RispondiElimina
  2. Gtazie Susa. La Guhrke mi piace molto, perchè sa dosare le storie con l'ironia. Tra poco dovrebbe uscire in italiano anche She's no princess, non perderlo.
    E' strano che non abbia risposto a quella domanda. FOrse non ha capito la domanda, per quanto....
    Ciao e a presto
    Viv

    RispondiElimina
  3. bella intervista ho letto i suoi tre libri pubblicati in italia e devo dire che mi sono piaciuti. Unica nota stonata la protagonista di Talamo proibito (mi sembra si chiamasse Viola) amata nei due libri precenti, donna volitiva,(amore proibito e ogni suo bacio) in quello a lei dedicato.... l'avrei strozzata per quanto mi sembrava puerile! Spero che ritorni a donne più forti come sembra che siano le GIRL-BACHELORS o la protagonista italiana..
    Saluti Marianna
    P.S. anche io adoro il lieto fine senza ambiguità, il livello hot, e... la copertina morbida così comoda!!!!!

    RispondiElimina
  4. Ciao Marianna!
    Personalmente avevo molte aspettative per The MArriage Bed (Il talamo proibito), perchè la coppia che ritrova o trova l'amore dopo essere stata a lungo separata per incomprensioni varie è un soggetto che mi intriga sempre, ma anche a me il romanzo non è piaciuto più di tanto, non sono riuscita ad appassionarmi a nessuno dei protagonisti.Mentre She's No Princess ( NOn sono una principessa)(in arrivo a luglio)è davvero molto carino, con una protagonista irresistibile, oltre che di origini italiane,volitiva e capricciosa, che ce la metterà tutta per fare 'ammattire' il protagonista...non fartelo scappare assolutamente!

    Un caro saluto.
    Francy

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!