IMPUDENTE E MALIZIOSO di Susan Elizabeth Phillips (Leggeredeizione)


IN USCITA QUESTA SETTIMANA IN CARTACEO DA LEGGEREDITORE IL NUOVO ROMANZO DI SUSAN ELIZABETH PHILLIPS CHE COME SAPETE PER NOI È UN'AUTRICE CHE CHI LEGGE ROMANCE CONTEMPORANEO NON PUO' NON APPREZZARE. AMERETE ANCHE QUESTO, SCOMMETTIAMO? PIERA E IAIA L'HANNO LETTO PER NOI.

Autrice: Susan Elizabeth Phillips
Titolo originale:  Lady Be Good
Traduttrice:  Alice Zanzottera
Genere:  Contemporaneo
Ambientazione:  Austin, Texas (USA)
Pubblicazione: Leggereditore, 7 novembre 2018, pp. 320, €16,00
Parte di una serie: 2° serie Wynette, Texas
Livello sensualità:  Medio
Disponibile in ebook a € 4,99

TRAMA: Lady Emma Wells-Finch, la rigida e rispettabile direttrice della prestigiosa scuola inglese St. Gertrude, ha una missione: due settimane negli Stati Uniti per rovinare la propria reputazione ed evitare di sposare il benefattore del suo istituto. Kenny Traveler, giocatore professionista di golf e playboy famoso in tutto il mondo, è stato allontanato per pessima condotta dallo sport che ama e solo una cosa potrebbe ristabilire la sua carriera: conquistare una completa e totale rispettabilità. Proprio a lui viene affidata Lady Emma durante la sua permanenza in Texas. È l'occasione giusta per cancellare le proprie colpe, ma quando un uomo affascinante che non si può permettere un altro scandalo incontra una donna caparbia determinata a causarne uno... tutto può succedere.



Se c'è una cosa che piace a Kenny Traveler, giocatore professionista di golf, è riposare.
E infatti è proprio ciò che sta facendo  all'aeroporto di Dallas Fort Worth mentre sta aspettando l'arrivo di un'amica di Francesca Serritella Day Beaudine, moglie vip dell'Anticristo Dallie Beaudine, alias il  commissario pro-tempore della PGA (Associazione dei golfisti americani), Lady  Emma Wells-Finch nobildonna inglese.
Come avrete capito, non corre buon sangue tra Kenny e la famiglia Beaudine (protagonista di “Amore e fantasia”), soprattutto con Dallie che ha la colpa di averlo sospeso, fino a data da destinarsi, per un exploit non troppo piacevole con la stampa.
Per ottenere l'intercessione di Francesca, si è prestato a fare da balia-guida-autista e quant'altro (?) alla contessina.
Ma, già scocciato per il disturbo arrecato al suo dolce far niente, come la conosce, si trova a detestarla e pensa che sia una persona troppo comandona.
….”Signor Traveler?
-Lieta di conoscerla signor  Traveler
Le ciliege rimbalzarono sul brioso cappello di paglia.
- Emma Wells Finch
-Allora andiamo signor Traveler. È in leggero ritardo sbaglio? Spero che nessuno mi abbia rubato le valigie
Gli allungò la borsa da viaggio perchè la prendesse lui, ma lo colpì al petto. Cadde il Times, insieme alla nuova biografia di Sam Houston che stava leggendo e una barretta di cioccolato di cui i suoi fianchi non avevano bisogno,ma che ciononostante apprezzava.
Si piegò  per raccogliere il tutto nell'esatto momento  in cui lui fece un passo avanti.
La tesa di paglia della donna colpì il ginocchio di lui e il cappello volò per aria per  raggiungere la pila di oggetti sul pavimento
Se lo ripoggiò sui riccioli ribelli.
- Mi scusi!
Lui non l'aiutò a raccogliere i suoi averi, né si offri di portarle la borsa .
-Andiamo.-  Indicò la giusta direzione con l'ombrello arrotolato.
Era quasi arrivata alla fine della zona d'imbarco quando si accorse che l'uomo non  la stava seguendo.
Allora si girò per capire cosa non andas.se
Kenny stava fissando l'ombrello teso.
-Ma lei..ehm..indica sempre in questo modo le direzioni? - le chiese
-Dobbiamo andare al ritiro bagagli-  gli spiegò paziente, scuotendo leggermente il manico della borsa per enfatizzare il concetto.
-Questo lo so.
- Bene . E allora?
Sul viso di Kenny  comparve un'espressione lievemente disorientata.
- Non  fa niente”
Emma è una giovane donna, quasi trentenne, preside di un vecchio e storico istituto inglese, che si è presa una quindicina di giorni di ferie per poter terminare la biografia di una pioniera dell'Ottocento che ha girato il Texas in lungo e in largo...e questo è  lavoro, ma c'è qualcos'altro che Emma vuole fare approfittando del  viaggio oltreoceano: perdere la verginità e possibilmente comportarsi in modo tale da suscitare scandalo.
Perchè, direte voi? Perchè è sotto ricatto da parte del Duca di Bennington, proprietario della scuola, che vuole, anzi ha deciso, di sposarla per avere un erede maschio, altrimenti la lascerà senza lavoro vendendo l'istituto.
Quindi la situazione è questa: da un lato un campione che deve rigare diritto senza dare adito a pettegolezzi e dall'altro una donna che invece vuole pettegolezzi ad ogni costo!
Quando arrivano a casa, alcune  parole dette da Emma provocano una reazione in Kenny e lo spingono a burlarsi di lei.
  Per puro caso, e in un momento non certo ideale, la ragazza si accorge della beffa:
...”-Ehm...Emma
Lei trascinò le gambe sul bordo del letto nel punto più lontano da lui, e con la mano libera richiuse la vestaglia.
Dentro di lei si alzarono turbini di rabbia. Era la donna più stupida e ingenua della terra. Non era un escort  professionista.
Era un atleta milionario che l'aveva sedotta. Fu travolta dal disprezzo, alimentato dal  disgusto per se stessa.
Lo superò di corsa e si precipitò giù per le scale quanto più velocemente …
-Emma..
-Emma , è buio, non puoi uscire.
Spuntò alle sue spalle e la afferrò  per un braccio.
Con uno strattone  lei si liberò e gli sbatte l'angolo della valigia contro le parti basse. Lui proruppe in un oooh! di dolore e indietreggiò barcollando.
Lei schizzò fuori.”
 Arrabbiata lo costringe a riportarla in albergo e lo minaccia di far sapere a Francesca che l'accordo sta per saltare. Kenny, che ha bisogno dell'amica per cavarsi dai guai e riprendere a giocare, offre un altro genere di accordo a Lady Emma che, pur con qualche perplessità, accetta.
Viene così invitata al ranch del golfista e poi a quello della famiglia, dove conosce la sorella di lui e il suo non ancora-fidanzato, il padre, la giovane moglie e il piccolo Peter. Nonché Ted Beaudine, figlio dell'Anticristo.
Capirete che tutta questa gente, ruotando intorno ai due protagonisti, avrà ognuno il suo ruolo nel rapporto fra i due protagonisti e causerà qualche incomprensione ma anche lo sbloccarsi di situazioni che erano in stallo.
Preferisco non dire altro perchè il romanzo è tutto da leggere e da godere essendo un alternarsi di scenette divertenti.
L'autrice ha fatto centro pieno con la storia di Kenny e Lady Emma perchè è riuscita a creare due personaggi talmente diversi e nello stesso tempo simili, come era successo con la serie dei Chicago Stars (la mia preferita).
Anche l'ambientazione è perfetta, perchè affianca le popolari tradizioni  texane con la noblesse obblige inglese che a volte però cade malamente nel volgare e porta avanti parallelamente la vicenda della sorella Torie con le sue insicurezze e paure.
"Impudente e Malizioso" è davvero un bellissimo romanzo che dosa amore, sesso, amicizia, famiglia e attaccamento al lavoro e al termine della sua lettura ci si sente soddisfatti perchè tutto è andato al suo posto.








*****

Emma, preside di una scuola per ragazze in Inghilterra, decide di trascorrere 15 giorni di ferie in Texas dove troverà ad accoglierla Kennie, campione di golf, che le farà da guida per la durata della vacanza.
Due persone agli opposti, ma che alla fine si ritroveranno sulla stessa linea di contatto, dopo aver superato momenti molto tesi.
A dir la verità, le prime pagine mi hanno sorpreso perché non riuscivo ad avere in simpatia i protagonisti. I primi capitoli, secondo me, sono stati noiosi, poi per fortuna le cose sono migliorate fino ad arrivare ad un epilogo coi fiocchi.
Se non ci fosse stato questo crescendo non avrei saputo come qualificare il romanzo. Ero stupita che l'autrice non sapesse affascinarmi come ha sempre fatto e se non fosse stata lei, credo che non avrei proseguito la lettura. Ma sono andata avanti e ne sono stata soddisfatta.
Il mio approccio nei confronti di Emma e Kennie è iniziato con l'antipatia, poi si è trasformato in tenerezza e alla conclusione del libro mi sono ritrovata col sorriso sulle labbra.






COME INIZIA IL ROMANZO...
Kenny Traveler era pigro. Questo spiegava perché si fosse addormentato nell’esclusivo Ambassador Club della TWA Airlines all’aeroporto di Dallas-Fort Worth anziché recarsi subito al gate per il volo British Airways 2193. Pigrizia pura, sommata al fatto che non aveva proprio voglia di prendere quell’aereo.
Purtroppo, fu svegliato dall’ingresso di una chiassosa coppia di uomini d’affari. Si stiracchiò con comodo, poi sbadigliò un po’. Una graziosa donna in un completo grigio al ginocchio gli rivolse un sorriso, che lui ricambiò. Lanciò un’occhiata all’orologio e notò che aveva mezz’ora di ritardo. Si lasciò andare a un nuovo sbadiglio. A un nuovo stiracchiamento.«Mi scusi...» esordì la donna. «Mi dispiace disturbarla, ma... lei ha un viso così familiare. Lei non è...»«Sì, signora, sono proprio...» Ribaltò lo Stetson e le rivolse un gran sorriso che sapeva ancora un po’ di sbadiglio. «E mi lusinga che mi abbia riconosciuto al di fuori del recinto del rodeo. La maggior parte delle persone non mi riconosce.»Lei parve confusa. «Rodeo? Mi scusi, pensavo fosse... Assomiglia moltissimo a Kenny Traveler, il golfista professionista.»«Golfista? Io? Oh, no, signora. Sono troppo giovane per praticare un gioco da vecchietti come il golf. A me piacciono gli sport veri.»«Ma...»«Il rodeo. Questo sì che è uno sport vero. Anche il football, o il basket.» Raddrizzò pian piano tutti i centonovanta centimetri di fisico tirandosi su dalla sedia. «Quando si parla di tennis, però, le cose cominciano a farsi incerte. E il golf non è una disciplina alla quale un vero uomo vorrebbe avvicinarsi troppo.»Completino grigio non era nata ieri, e sorrise. «Eppure mi sembra di ricordare di averla vista in tv quest’inverno, che vinceva l’AT&T National e il Buick Invitational. Giuro di aver pensato che Tiger fosse sul punto di scoppiare a piangere durante quell’ultimo match sul green di Torrey Pines.» Il sorriso della donna svanì. «Ancora non riesco a credere che il commissario Beau...»«Signora... le sarei grato se non pronunciasse il nome dell’Anticristo in mia presenza.»«Mi scusi. Quanto pensa che durerà la sua sospensione?»Kenny gettò uno sguardo al suo Rolex d’oro. «Immagino che dipenda da quanto mi ci vorrà per arrivare al British Airways.»«Prego?»«È stato un vero piacere chiacchierare con lei, signora.» Si levò lo Stetson e si diresse a passo flemmatico verso la sala d’attesa.Una delle sue tristi ex fidanzate aveva osservato che quell’andatura ‘flemmatica’ era veramente la cosa che, in Kenny, più si avvicinava a una corsa a perdifiato. Eppure Kenny non aveva mai capito troppo che senso avesse sprecare energie al di fuori del campo da golf. Gli piaceva fare le cose con calma, anche se, nell’ultimo periodo, era stato complicato.Proseguì a passo lento oltre l’edicola, rifiutandosi di guardare i giornali che riportavano la notizia della sua recente sospensione da parte del commissario pro tempore della PGA, Dallas Fremont Beaudine, una sospensione che sopravveniva nel bel mezzo della serie di vittorie più entusiasmante della storia del golf professionistico e che gli avrebbe impedito di giocare al Masters, a cui mancavano meno di due settimane. «Ehi, Kenny.»Fece un cenno a un uomo d’affari che ostentava quell’espressione esageratamente smaniosa che spesso la gente adottava nell’istante in cui avvistava il suo viso semifamoso. Poteva dedurre che l’uomo era del Nord visto che aveva pronunciato il suo nome alla perfezione anziché articolarlo come ‘Kinny’ come faceva il popolo eletto di Dio.Accelerò un tantino l’andatura casomai l’uomo d’affari avesse deciso di rivivere il trionfo finale di Kenny a Bay Hill del mese precedente. Una donna tutta capelli con dei jeans attillati lo squadrò ben bene, però non sembrava una fan della PGA e così Kenny suppose che fosse il suo bell’aspetto ad averla attratta.Un’ex fidanzata aveva detto che, se mai Hollywood avesse prodotto un film sulla vita di Kenny, l’unica star abbastanza bella da poterlo interpretare sul grande schermo era Pierce Brosnan. La cosa aveva mandato Kenny in visibilio. Non perché l’avesse definito ‘bello’, cosa che, in un certo senso, poteva capire, ma per la scelta del cast. Allora gli aveva subito risposto che l’unico caso in cui avrebbe permesso a Pierce Brosnan di interpretarlo prevedeva che, prima di tutto, lo spettinassero, gli levassero quel suo accento lezioso, poi lo imbottissero di cotolette impanate in quantità in modo da non dare l’idea che la prima bufera del Texas occidentale potesse spazzarlo via. Ma, soprattutto, avrebbero dovuto insegnare al buon vecchio Pierce l’esatto modo in cui Dio voleva che un uomo facesse oscillare una mazza da golf.Tutto quel camminare lo stava stancando.
Si fermò per riposarsi davanti a un carretto che vendeva frutta secca e caramelle, si comprò qualche Jelly Belly, fece il cascamorto con la bella messicana che vi lavorava tanto da riuscire a convincerla a togliere quelle alla banana. Anche se gli piacevano le Jelly Belly miste, quelle al gusto di banana non le apprezzava, ma, siccome era uno sforzo troppo grande togliersele da solo, di solito cercava di convincere qualcun altro a farlo al posto suo. Se non ci riusciva, se le mangiava e basta.Il gate della British Airways era deserto, così si appoggiò a una delle colonne, tirò fuori dal sacchetto una manciata di caramelle e se le lasciò cadere in bocca mentre pensava a cose varie, principalmente a quanto desiderava tirare il collo a una certa Francesca Serritella Day Beaudine, moglie vip dell’Anticristo, alias il commissario pro tempore della PGA, e sua presunta amica.«Fammi solo questo piccolo favore, Kenny» gli aveva detto. «Se ti prendi cura di Emma nelle prossime due settimane, ti assicuro che parlerò con Dallie per convincerlo a ridurre la durata della tua sospensione. Ti perderai il Masters, però...»«Be’, e come pensi di convincerlo?» aveva indagato lui.«Mai mettere in dubbio i miei metodi, quando si tratta di affrontare mio marito.»Lui non lo stava facendo. Tutti sapevano che a Francesca bastava guardare Dallie Beaudine per farlo sciogliere, anche se erano sposati da dodici anni.Fu distratto dal grido stridulo di un bambino, seguito da un’allegra voce inglese.«Lascia i capelli a tua sorella, Reggie! Altrimenti mi arrabbio. E non c’è bisogno di insistere, Penny. Se tu non l’avessi leccato, lui non ti avrebbe picchiata.»Si girò, poi gli sfuggì un largo sorriso quando vide una donna che sfrecciava da dietro l’angolo con due bimbi piccoli al seguito. La prima cosa che notò fu il suo copricapo, un vivace cappellino di paglia con la tesa arrotolata e un ammasso di ciliegie al centro. Indossava una gonna verde di mussola con una stampa rose e un ampio top color anguria abbinato a un paio di ballerine con un fiocco. Con una mano teneva un bambino, insieme a una pochette delle dimensioni del Montana. Nell’altra stringeva una bimbetta con la faccia da monella, un ombrello con un’altra fantasia floreale e una tote bag rosso lampone strapiena di giornali, libri e un altro ombrellino sgargiante. I capelli castani si arricciavano qua e là sotto la falda del cappello ed era ormai svanita da molto qualsiasi traccia dell’ipotetico make-up con cui aveva cominciato la giornata. Probabilmente era un bene, concluse Kenny, perché, persino senza rossetto, aveva la bocca più seducente che avesse mai visto: larga, con il labbro inferiore carnoso e un bell’arco di Cupido pronunciato al centro del labbro superiore. Nonostante i vestiti frivoli, aveva un profilo risoluto. Ma le guance erano tonde come quelle di una bambolina, le ossa sottili. Aveva un naso un po’ stretto, ma non tanto stretto da fargli perdere interesse, anche perché aveva due meravigliosi occhi castani tendenti al dorato con folte ciglia. Mentalmente la vestì con una canotta attillata, una gonna corta e un paio di tacchi a spillo; poi, per sicurezza, ci aggiunse delle calze a rete nere. In vita sua, non aveva mai pagato per far
sesso, ma decretò che sarebbe stato più che felice di buttar via qualche dollaro in più semmai quella donna avesse deciso di arrotondare con un lavoretto extra per pagare il dentista ai figli. Con sua grande sorpresa, lei si era girata per guardarlo. «Signor Traveler?» Bella fantasia, ma la realtà era tutta un’altra storia. E così, quando spostò lo sguardo da lei ai bambini chiassosi, percepì un senso di vuoto allo stomaco. Il fatto che sembrasse aspettarlo indicava che non poteva essere altro che lady Emma Wells-Finch, la donna a cui Kenny si era offerto di fare da baby-sitter per le due settimane a venire. Francesca non aveva parlato di bambini, però. ...
****
LA SERIE WYNETTE, TEXAS
0.5 Glitter Baby (1987) 
1.Fancy Pants (1987) - Ed. italiana: AMORE E FANTASIA , Leggereditore, 13 giugno 2018 - Francesca Serritella Day e Dallie Beaudine 
Lady Be Good (1999) - ed. italiana: IMPUDENTE  E MALIZIOSO, Leggereditore, novembre 2018 - Lady Emma Wells-Finch  e Kenny Traveler
First Lady (2000) - Cornelia "Nealy" Litchfield Case e Mat Jorik
What I Did For Love (2009) ed. italiana: COSA HO FATTO PER AMORE, Leggereditore, agosto 2017 - Georgie York e Bramwell Shepard
Call Me Irresistible (2010)-ed. italiana: UNA SCELTA IMPOSSIBILELeggereditore, febbraio 2016 -  Ted Beaudine e Meg Koranda - LEGGI QUI la ns recensione
The Great Escape (2012)- ed. italiana: LA GRANDE FUGA, Leggereditore, ottobre 2016 - Lucy Yorik e Patrick Slade (Panda) - LEGGI QUI la ns recensione

****
CHI E' L'AUTRICE
Susan Elizabeth Phillips è una delle maestre del romanzo femminile internazionale. I suoi romanzi si sono posizionati ai vertici delle classifiche USA, conquistando anche quelle di Paesi come la Germania e il Regno Unito. Il segreto del suo successo è sia la capacità di cogliere con estrema delicatezza e con un tocco di ironia le sfumature dell'animo femminile, sia quella di dare vita a scene di grande sensualità e intensità. 

VI INTRIGA LA TRAMA DI QUESTO ROMANZO E VI PIACEREBBE LEGGERLO? L'AVETE GIA' LETTO? COSA NE PENSATE? 
Grazie a chi condividerà il link a questa recensione su una delle sue pagine social.



1 commento:

  1. la SEP è la SEP, come fare a farsi scappare un suo romanzo??? l'ho preso subito quando l'ho visto il lista

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!