SCRIVERE ROMANCE: ISTRUZIONI PER L'USO...risponde ORNELLA ALBANESE

Ecco  un nuovo numero della  rubrica che vuole scoprire 'i segreti di bottega ' delle scrittrici romance più amate. Ci piace poter indagare un po' più a fondo sulle varie modalità che portano un'autrice a produrre un romanzo che sarà letto, divertirà, intrigherà, forse persino commuoverà, in ogni caso farà passare diverse piacevoli ore a migliaia di lettrici. Sono in tante, fra chi ci legge, quelle che vorrebbero cimentarsi con la scrittura o che già lo fanno e questa rubrica è dedicata soprattutto a loro.
Oggi si è gentilmente offerta di rispondere alle cinque 'domande tecniche' di noi curiose bibliotecarie romantiche  ORNELLA ALBANESE, popolare autrice di romance storico, della quale  protremo  molto presto leggere il nuovo romanzo, L'ANELLO DI FERRO, ( vedi qui la nostra presentazione di ieri), in uscita il 30 giugno prossimo da Leggereditore.
LMBR: Definisci una scaletta prima di iniziare un romanzo e poi ti basi su quella per lo sviluppo della trama?
Ornella Albanese: Questa è una cosa che non faccio mai. Io sono convinta che la creatività vada alimentata con un po' di sregolatezza. Quando comincio a scrivere ho solo in mente il nucleo di un'idea e posso dire che vado avanti in piena libertà per circa metà del romanzo. Ho una fantasia piuttosto “tumultuosa” e preferisco non costringerla in schemi prefissati. Quando arrivo a metà del romanzo, comincio a rileggere e allora comincia a diventare utile una scaletta che mi dia la scansione temporale e mi aiuti a riannodare tutti i fili.
LMBR: La stesura del romanzo segue l'ordine cronologico del romanzo stesso, oppure scrivi varie scene e situazioni in una sequenza diversa e poi le colleghi nella trama? Ad esempio, il prologo o, in alternativa, l'incipit e l'epilogo, o comunque la fine, sono sempre la prima e l'ultima parte che scrivi?
Il nuovo romanzo  (Leggeerditore)
Ornella Albanese: Questa è una bella domanda. Ho sempre scritto seguendo l'ordine cronologico, ma capita a volte che un evento che non avevo previsto mi costringa a qualche modifica all'interno della prima parte, perché non ci siano incongruenze. Per l'ultimo romanzo invece, L'anello di ferro che uscirà il 23 giugno, mi è capitato di scrivere il prologo a romanzo finito. L'editore mi aveva fatto notare che non era chiaro il motivo del dissidio tra le due famiglie, suggerendomi di scrivere un capitolo iniziale per spiegarlo. Solo che non l'ho chiamato prologo. Avevo inventato una situazione così intrigante, con un personaggio così particolare, che ho preferito scrivere “ventisei anni prima” perché fosse subito chiaro alle lettrici che non era quella la storia.
LMBR:  Immagini prima la trama, in cui in seguito inserisci i personaggi adattandoli allo sviluppo che hai in mente, oppure, come prima cosa, dai vita ai protagonisti creando poi un intreccio in cui possano muoversi?
Ornella Albanese: Parto da un'idea che può essere un accenno di trama, o un personaggio particolare (come il pirata Pietro ne L'ombra del passato), un luogo (come Castel del Monte ne Il volo del falco, o il castello Petrae Roseti ne L'anello di ferro). La vicenda, in tutte le sue sfaccettature, parte dall'idea iniziale e i personaggi si adattano alla storia, o la storia ai personaggi, senza regole fisse.
Un racconto per il 150° dell'Unità d'Italia
LMBR: Il tuo primo approccio con le case editrici è stato facile, oppure hai ricevuto anche dei rifiuti prima che il tuo primo romanzo fosse accettato e pubblicato?
Ornella Albanese:  Il primo romanzo in assoluto che avevo proposto, quando
avevo ventidue anni, a una delle due case editrici più importanti di Milano era stato accettato, ma non è poi stato pubblicato per un cambiamento della linea editoriale. Una bella delusione. Molti anni dopo ho riprovato col romance. E lì non ci sono stati problemi: il primo contemporaneo proposto alla casa editrice Le Onde è stato subito accettato (ne ho scritti altri sette) e lo stesso il primo romance storico proposto a Mondadori.
LMBR: Nei rapporti con le case editrici, è meglio affidarsi ad un agente letterario, oppure ci si può anche proporre da sole?
Ornella Albanese:  Io mi sono sempre proposta da sola, con buoni risultati. Certo, un bravo agente, purché ben introdotto, in certi casi può fare la differenza.
La scrivania di Ornella e l'onnipresente gatta Muci
LMBR: Se una scrittrice alle prime armi, ma comunque non completamente esordiente, avesse già pubblicato un proprio romanzo presso una casa editrice e, a tempo debito non trovandosi a proprio agio con detta casa editrice, volesse cambiarla, potrebbe proporre lo stesso romanzo già pubblicato precedentemente , magari rivisto, ampliato e migliorato, oppure avrebbe migliori opportunità di farsi notare scrivendo un romanzo totalmente nuovo?
Ornella Albanese: Riprendere lo stesso romanzo può comportare problemi legali con la casa editrice perché qualsiasi contratto comporta la cessione dei diritti d'autore per un certo numero di anni. Io sarei per un romanzo totalmente nuovo perché il primo è servito a fare esperienza, il secondo nascerebbe appunto da quell'esperienza. Sono convinta che il primo romanzo risenta sempre di sperimentazioni e riecheggi qualcosa di già letto, dal secondo in poi l'autore acquista il proprio stile personale, quello per il quale diventa riconoscibile e unico.
 RINGRAZIAMO ORNELLA ALBANESE  PER AVER GENTILMENTE RISPOSTO ALLE NOSTRE DOMANDE E PER I SUOI PREZIOSI CONSIGLI!

POTETE ANCHE INCONTRARE  L'AUTRICE SUL SUO SITO: 

*ULTIMORA*: LA LEGGEREDITORE HA BANDITO UN CONCORSO DI SCRITTURA  LEGATO A QUESTO ROMANZO! ASPIRANTI SCRITTRICI FATEVI AVANTI! POTETE TROVARE IL BANDO IN FONDO AL POST DEDICATO A L'ANELLO DI FERRO (QUI)!


SE AVETE DOMANDE O CURIOSITA' SUL   LAVORO DI SCRITTRICE DA FARE A ORNELLA ALBANESE O ANCHE SOLO VOGLIA DI ESPRIMERE LE VOSTRE IMPRESSIONI SUI SUOI LIBRI, LASCIATE UN COMMENTO.

34 commenti:

  1. Beh ho sentito molto spesso di scrittori esordienti che hanno avuto difficoltà nel pubblicare i loro scritti .. se a lei è andato "subito" bene .. evidentemente è un romanzo che vale !

    RispondiElimina
  2. io ho proposto alla mondadori il mio romanzo, ma per problemi di scaletta, non è stato possibile pubblicarlo... intanto continuo a provare.. i vostri consigli sono molto utili e mi ritrovo nella definizione di Ornella che il pensiero è tumultuoso... a volte un tornado quando l'idea si sviluppa. mi rendo conto che raggiungere i vostri risultati è molto difficile, soprattutto per me che posso dedicare alla scrittura solo il 10 % del mio tempo, lavorando a tempo pieno e in un settore completamente diverso, contabilità fiscale e del lavoro, ti faccio tanti in bocca la lupo per il nuovo libro, di cui ho letto gli stralci, io adoro le storie medievali... Fabiola D'amico

    RispondiElimina
  3. Ammiro molto Ornella, di come di propone sia come scrittrice sia come persona. Sono strafelice che Leggereditore pubblichi questo suo romanzo ( che non mancherò di leggere) con una trama molto intrigante.
    Leggere un libro di un autore che conosci un pò , come Ornella Albanese e tante altre grazie a LMBR, me lo fa apprezzare ancora di più, è come dare uno sguardo " dietro le quinte" . Mi piace capire come viene strutturato il libro in tutte le sue forme dalla fase teorica alla manodopera, per così dire, per apprezzare il romanzo in modo completo.
    Volevo fare un saluto ad Ornella e alla sua Muci. Un caro saluto a tutte le bloggers de LMBR per la loro disponibilità e l'impegno che mettono nel rendere questo Blog il mio preferito. Anna B

    RispondiElimina
  4. Io ho una domanda che riguarda la scrittura: ritiene che sia utile per una aspirante scrittrice di romance (quindi direi letteratura di pura di evasione) partecipare ai corsi di scrittura creativa?
    In generale ho visto che i romance scritti da autrici italiane sono molto più curati per quanto riguarda la scrittura, più belli da "leggere" (spero di essermi spiegata); forse perché le autrici italiane sono più "selezionate" dalle case editrici? Non crede che queste ultime dovrebbero porre attenzione alla scrittura anche nelle autrici straniere?
    Gio

    RispondiElimina
  5. Una curiosità: questo nuovo romanzo che pubblica la Leggereditore è stato scritto appositamente per loro, pensando ad un romanzo da "libreria" o è stato rielaborato un romanzo già scritto in precedenza? o era stato scritto in precedenza esattamente come la Leggere.. lo pubblica?
    complimenti
    Maristella

    RispondiElimina
  6. Cara Fabiola,
    ti capisco, io non ho scritto per dieci anni, tra lavoro, due bambini e nessun aiuto visto che vivevamo lontani dalle famiglie di origine. Ma anche adesso il tempo che dedico alla scrittura è assolutamente marginale e me lo devo conquistare combattendo ferocemente. Di recente ho anche cominciato a puntare la sveglia alle sei per avere due ore quasi tranquille prima che cominci la giornata!
    Ornella Albanese

    RispondiElimina
  7. Bina's Wonderland,
    capita però che romanzi che valgono non arrivino ugualmente alla pubblicazione. Nel senso che, oltre a saper scrivere, ci vuole anche una dose considerevole di fortuna: capitare al momento giusto, trovare la persona giusta a cui piaccia. Nel caso del mio primo romanzo neppure questo è bastato, perché al momento decisivo la pubblicazione non è andata in porto. Sono convinta che mondo dell'editoria sia pieno di bei romanzi mai pubblicati.
    Ornella Albanese

    RispondiElimina
  8. Trovo verissimo quello che dice Ornella a proposito del primo romanzo che si scrive, di come possa rieccheggiare -inevitabilmente- altre letture. Il primo vero volo, concordo, lo si spicca con il secondo romanzo.
    A ogni modo, grazie per l'intervista e per la segnalazione di questa nuova uscita. "L'anello di ferro" finisce dritto dritto nella mia wishlist, ripongo molta fiducia nella creatività di Ornella Albanese e so che anche questo suo titolo non mi deluderà.

    Sara

    RispondiElimina
  9. Cara Anna,
    anche a me piace molto il "dietro le quinte" di libri, film e qualsiasi opera creativa. Io parlerei all'infinito di come nascono i miei romanzi e con uguale piacere ascolto le esperienze delle mie colleghe.
    Muci sta dormicchiando appoggiata al portatile, il caldo la rende meno reattiva!
    Ornella Albanese

    RispondiElimina
  10. Cara Gio,
    sono piuttosto dubbiosa sui corsi di scrittura creativa che, in un modo o nell'altro, tendono a impartire regole. Come ho detto, io sono contraria alle regole (solo per ciò che riguarda le opere dell'ingegno), e credo di averlo dimostrato negli ultimi romanzi cercando qualche trasgressione ai cliché. Quindi, un corso di scrittura creativa può anche andare bene per la curiosità di ascoltare consigli di gente di esperienza, ma poi ognuno deve trovare la via dentro di sé.
    Quanto alle autrici italiane, sono d'accordo, veniamo da una dura selezione, una fatica farsi largo col proprio nome italiano in un mondo che fino a pochissimo fa acquistava solo straniero. E poi noi non godiamo di un privilegio che tocca alle autrici straniere: molte case editrici operano una scelta nella loro produzione,traducendo i romanzi "vincenti", la nostra produzione invece è completa e non ci permette cali di tono.
    Ornella Albanese

    RispondiElimina
  11. Conosco da tempo e apprezzo molto i romance storici di Ornella Albanese alla quale vorrei porre questa domanda: in merito alla documentazione sul periodo storico di cui tratta, dove e come reperisce i vari riferimenti all'ambientazione, personaggi, usi e costumi, e così via?
    I miei complimenti per questa ultima pubblicazione in libreria!

    RispondiElimina
  12. Maristella,
    è una storia un po' lunga ma ve la voglio raccontare. Dopo L'avventuriero che amava le stelle avevo voglia di tornare al Medioevo ma fin dalle prime pagine ho capito che questo romanzo nasceva diverso. Ho seguito l'istinto e l'istinto mi ha portato a qualcosa di molto più complesso del solito. Come dici tu, è nato "da libreria". Quindi ho pensato di proporlo a una casa editrice che mi permettesse di arrivarci e ho scelto la Fanucci.
    Dopo un anno, non avendo ricevuto risposta, ho pensato a un loro rifiuto. Poi mi arriva una mail di Sergio Fanucci che mi chiede una collaborazione. Il romanzo non sapevano neppure di averlo, questo per dirvi che le case editrici sono invase da manoscritti ed è onestamente impossibile che riescano a leggerli tutti. In meno di una settimana il romanzo è stato letto e accettato, a conferma che la mia convinzione era esatta.
    Il romanzo andava bene, a parte quel dettaglio del prologo di cui ho parlato nell'intervista. L'ho scritto a romanzo finito (il mio cominciava dal primo capitolo) e poi ho apportato leggere modifiche che questo inizio diverso ha reso necessarie.
    Ornella Albanese

    RispondiElimina
  13. Cara Sara,
    e poi c'è un'altra cosa. La maturazione continua negli anni. Ne ho avuto la conferma quando è stato riproposto il mio vecchio romanzo L'ombra del passato. Ho cominciato a dargli uno sguardo veloce e mi sono ritrovata al computer per una revisione approfondita alla quale non sono riuscita a rinunciare.
    Ornella Albanese

    RispondiElimina
  14. Cara Emal,
    il lavoro di ricerca è assolutamente appassionante. Adesso mi servo molto di Internet, ma ho anche dei libri che sono utilissimi per certe descrizioni. Il viaggio che il protagonista de L'anello di ferro fa da Tarsia al Castello di Rosetum l'ho seguito su Google Earth per avere un'idea dei luoghi e delle distanze. Del castello ho scoperto che nel 1100 esisteva già ma, considerato che le cronache non riportano notizie certe, ho potuto usarlo per la mia storia ambientata nel 1135. Anche per descrivere cosa certi personaggi vedono dalle loro torri (mare, campagna, colline), mi servo di Google Earth. Ho investito ore alla ricerca di un'abbazia che rispondesse a certi requisiti, ma non sono riuscita a trovarla, quindi la mia abbazia benedettina è un po' genericamente "dalle parti di Flumen Frigidum". Il profumo di rose che si sente vicino al castello è assolutamente attendibile perché fin dai tempi dei Romani il posto era famoso per la coltivazione delle rose.
    E potrei continuare ancora per molto. Il dietro alle quinte di cui vi parlavo.
    Ornella Albanese

    RispondiElimina
  15. Il racconto di come svolge le ricerche la signora Albanese mi ha affascinata e mi ha dato la consapevolezza dell'enorme lavoro che c'è dietro la "storia".
    Un saluto a tutte.

    RispondiElimina
  16. Adele V Castellano22/06/11, 17:01

    Carissima Ornella, complimenti per la pubblicazione e per i tuoi libri. Non perderò di certo quest'ultimo, pubblicato da Leggere Editore. Istruttivo il fatto che da Fanucci avessero già un tuo manoscritto e non lo sapessero neppure...
    Io e te, insieme a Lady Macbeth, ci siamo conosciute alla Kermesse di Harmony ma immagino che i visi che ti sono passati "sotto il naso" fossero tanti e tanti i complimenti. Sai, i consigli che ci hai dato sono davvero preziosi, visto che tra noi ci sono parecchie aspiranti scrittrici e tu e la Mariangela Camocardi siete davvero un esempio da seguire. (come se fosse facile!) Mi raccomando, non smettere di farci sognare!

    RispondiElimina
  17. Carissima Sig.ra Albanese mi complimento per la trama e posso dirle con certezza che sarò una delle prime lettrici ad aquistare il suo romanzo.
    Amo il medioevo e sono anni che, in momenti di ispirazione,mando avanti il mio piccolo sogno di scrivere...
    Lady Giovanna

    RispondiElimina
  18. Carissima Sig.ra Albanese mi complimento per la trama e posso dirle con certezza che sarò una delle prime lettrici ad aquistare il suo romanzo.
    Amo il medioevo e sono anni che, in momenti di ispirazione,mando avanti il mio piccolo sogno di scrivere...
    Lady Giovanna

    RispondiElimina
  19. Caspita! Interventi come se piovesse! Mi sa tanto che qs nuovo romanzo di Ornella Albanese andrà via come il pane. ;-)
    Ciao a tutte e grazie.

    RispondiElimina
  20. Mi ha molto colpita il fatto che l'autrice non ha riscontrato nessuna difficoltà ad essere pubblicata fin da subito, spesso leggo di gente rifiutata per tantissimo tempo dalle case editrici più grandi e conosciute.
    Non ho mai letto niente di suo, ma è evidente che il talento c'è.
    Complimneti!
    Fede

    RispondiElimina
  21. Ciao Adele,
    io non c'ero alla Pinkermesse, quindi forse ci siamo incontrate a La Vie en Rose. Io sono già poco fisionomista di mio, ma in quelle occasioni non riesco proprio a memorizzare visi e nomi. A volte mi capita di riconoscere qualcuno nelle foto del dopo evento, e lì non sono riuscita a individuarlo!
    Un abbraccio e al prossimo incontro,
    Ornella Albanese

    RispondiElimina
  22. Niki,
    a volte il lavoro di ricostruzione rimane nell'ombra. Chi può immaginare che Federico II usasse veramente uno smeraldo al dito medio? E che il pianista Muzio fosse veramente un allievo di Giuseppe Verdi? Possono passare per descrizioni casuali, ma io so che sono dettagli reali.
    Ornella Albanese

    RispondiElimina
  23. Lady Giovanna,
    i sogni si perseguono negli anni perché ci fanno bene: ci rilassano, ci offrono vie di fuga, ci fanno rimanere adolescenti nel cuore. Ecco perché ci piace stare qui a conversare di questo mestiere bellissimo che mescola il sogno alla realtà.
    Ornella Albanese
    Ornella Albanese

    RispondiElimina
  24. Cara Fede,
    come dicevo prima, oltre al talento conta molto anche la fortuna.
    E io ne auguro tanta a tutte voi!

    Un saluto e un grazie speciale a Ladymacbeth che ha reso possibile questo coinvolgente scambio di idee.
    Un abbraccio a tutte,
    Ornella Albanese

    RispondiElimina
  25. Sono io che ringrazio tutte voi: la gentilissima Ornella Albanese x aver risposto alle mie domande a tempo di record e tutte le amiche che seguono il blog x aver arricchito qs post con così tanti interventi.
    Saluti.

    RispondiElimina
  26. Non ho letto purtroppo niente fino ad ora di questa scrittrice. L'intervista mi ha colpito, come tutte voi, e penso che il fatto di non aver trovato problemi per la pubblicazione sia una garanzia.
    Devo assolutamente recuperare qualche romanzo per le mie letture!
    Complimenti.

    Stefania

    RispondiElimina
  27. Non ho letto nulla di Ornella Albanese ma se non ha avuto problemi nell'essere subito pubblicata vuol dire che un vero talento e che io devo assolutamente leggerla :)

    saetta9

    RispondiElimina
  28. I miei complimenti ad Ornella e alla LMBR per questa iniziativa sempre molto interessenate.
    Io non so certo un'aspirante scrittrice, mi limito a leggere anzi a divorare libri. Leggo molti generi, se possibile in lingua originale.
    E' però molto interessante conoscere come nascono i libri, le idee, riescono a farti apprezzare di più ciò che leggi.
    Cara Ornella sono sicura che questo tuo libro sarà un grande successo!!!
    Non vedo l'ora di leggerlo.
    E grazie LMBR siete fantanstiche!!

    RispondiElimina
  29. Mi unisco hai ringraziamenti di Ladymacbeth, per le risposte date,veramente a tempo di record, da Ornella Albanese, ad ognuna di noi. Grazie per la gentilezza! Anna B

    RispondiElimina
  30. Veramente un'intervista interessante e questo libro, come del resto gli altri dell'autrice si preannuncia molto bello^^

    RispondiElimina
  31. Ciao Jewel69, grazie! A presto, spero capiterà qualche altra occasione d'incontro.

    RispondiElimina
  32. Ho apprezzato molto l'estratto e il primo capitolo di questo romanzo e mi piacerebbe continuarne la lettura. Se la fortuna non mi assiste c'è sempre l'offerta lancio della Leggereditore :-D

    RispondiElimina
  33. Ho scoperto da poco questo fantastico blog insieme al mondo dei romance grazie a mia figlia!
    Questo libro ha una trama che mi incuriosisce molto.
    A presto
    Stefania A.

    RispondiElimina
  34. Sono curiosa per questo romanzo per due motivi:
    1) Il genere medioevale non è decisamente nelle mie corde. Periodo troppo buio e violento, il romance proprio non ce lo vedo.
    2) Di Ornella Albanese ho letto soltanto un romanzo che però non mi è piaciuto. O meglio mi è piaciuto tantissimo come stile di scrittura, ma la storia non mi ha coinvolto.
    Di conseguenza questo romanzo sarà una duplice sfida.
    Comunque sia, complimenti a Ornella per la sua rapida affermazione editoriale.
    Saluti
    Layla

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!