SCRIVERE ROMANCE:ISTRUZIONI PER L'USO...risponde Kathleen McGregor

Vi proponiamo una nuova intervista per la nostra rubrica sulla scrittura dei romance che speriamo possa piacervi e risvegliare il vostro interesse. Questa volta ha risposto gentilmente alle nostre domande Kathleen McGregor, a cui rivolgiamo i nostri più sentiti ringraziamenti per la sua disponibilità e cortesia. Buona lettura! 
 
  KATHLEEN McGREGOR  PER SCRIVERE ROMANCE
LMBR: Definisci una scaletta prima di iniziare un romanzo e poi ti basi su quella per lo sviluppo della trama?
Kathleen McGregor:  Sì, più che scaletta, che definisce qualcosa di schematico, direi che costruisco una trama completa di informazioni temporali, dettagli e ogni cosa mi serva per inquadrare la storia. Quando inizio la stesura del romanzo, in questo modo so già cosa, come e quando deve avvenire.
LMBR: La stesura del romanzo segue l'ordine cronologico del romanzo stesso, oppure scrivi varie scene e situazioni in una sequenza diversa e poi le colleghi nella trama? Ad esempio, il prologo o, in alternativa, l'incipit e l'epilogo, o comunque la fine, sono sempre la prima e l'ultima parte che scrivi?
Kathleen McGregor: Assolutamente in ordine cronologico, poiché anche se quando inizio a scrivere so perfettamente quello che deve accadere, in che modo, in che tempi e come deve finire, nel corso della stesura avviene un’evoluzione sia nell’ambito della storia, quindi particolari imprevisti, deviazioni, nuovi avvenimenti, sia nella crescita psicologica dei personaggi e delle loro esperienze, che modella  il loro modo di essere, di relazionarsi con gli altri e di vivere gli eventi. E’ impossibile per me pensare di scrivere una scena finale prima di essere arrivata alla fine, sarebbe come snaturare il processo di crescita che raggiungerà in quel momento. Nessun personaggio, alla fine del romanzo, è lo stesso che era all’inizio.
LMBR:  Immagini prima la trama, in cui in seguito inserisci i personaggi adattandoli allo sviluppo che hai in mente, oppure, come prima cosa, dai vita ai protagonisti creando poi un intreccio in cui possano muoversi?
Kathleen McGregor: Sono i protagonisti principali ad apparirmi per primi, o ad imporsi, come spesso accade quando si tratta di personaggi che provengono dai romanzi precedenti. Poi loro mi guidano nella costruzione della trama. Bastano pochi momenti perché mi spingano nella direzione giusta: la scelta di alcuni punti fondamentali che poi elaboro in una trama il più dettagliata possibile. Quando inizio la stesura, è possibile che spuntino personaggi nuovi che non avevo per nulla previsto, così come accade che qualcuno di questi personaggi, si prenda più spazio di quanto avessi mai intenzione di concedergli, finendo per chiedere a gran voce di raccontare la sua storia.
LMBR: Il tuo primo approccio con le case editrici è stato facile, oppure hai ricevuto anche dei rifiuti prima che il tuo primo romanzo fosse accettato e pubblicato?
Kathleen McGregor:  Certo, tutti hanno ricevuto dei rifiuti, anche coloro che oggi sono considerati dei fenomeni editoriali. 


LMBR: Nei rapporti con le case editrici, è meglio affidarsi ad un agente letterario, oppure ci si può anche proporre da sole?
Kathleen McGregor:  Dipende da molti fattori, primo fra tutti se l’agente letterario che accetta di rappresentare l’autore è quello giusto per lui, e per il genere di romanzi che scrive. Non è facile attirare l’attenzione di un buon agente, così come non è facile attirare quella di un editore.
LMBR: Se una scrittrice alle prime armi, ma comunque non completamenteesordiente, avesse già pubblicato un proprio romanzo presso una casa editrice e, a tempo debito non trovandosi a proprio agio con detta casa editrice, volesse cambiarla, potrebbe proporre lo stesso romanzo già pubblicato precedentemente , magari rivisto, ampliato e migliorato, oppure avrebbe migliori opportunità di farsi notare scrivendo un romanzo totalmente nuovo?
 Kathleen McGregor: Questo dipende solo dal contratto che ha firmato con la casa editrice. Ci sono clausole specifiche che determinano la durata del contratto, i modi e i tempi di risoluzione, nonché diritti di prelazione per le opere future. 
RINGRAZIAMO KATHLEEN McGREGOR PER AVER GENTILMENTE RISPOSTO ALLE NOSTRE DOMANDE E PER I SUOI PREZIOSI CONSIGLI! 
 POTETE INCONTRARE  L'AUTRICE ANCHE SUL SUO SITO: http://www.kathleenmcgregor.com/
  
SE AVETE DOMANDE O CURIOSITA' SUL   LAVORO DI SCRITTRICE DA FARE A KATHLEEN McGREGOR O ANCHE SOLO VOGLIA DI ESPRIMERE LE VOSTRE IMPRESSIONI SUL SUO NUOVO  LIBRO, LASCIATE UN COMMENTO.


6 commenti:

  1. Sono d'accordo con Kathleen quando dice che i personaggi cambiano mentre la storia va. Sono le autrici a guidare ma essi hanno un certo potere che è impossibile ignorare. E' sempre interessante leggere le esperienze di chi ce l'ha fatta, infonde coraggio. ANITA

    RispondiElimina
  2. Cara Anita, sono contenta che trovi interessante e utile la rubrica, ci speravo proprio! Ciao.

    RispondiElimina
  3. Cassandra Rocca29/02/12, 10:52

    Ho letto questa intervista per la prima volta in diretta (le altre le ho lette in differita, perché vi ho scoperte tardi ^.^), e devo dire che oltre a trovarla interessante mi ha fatto venire una voglia tremenda di subissare Kathleen di domande! Mi limito a farne una che mi gira in testa da un po', per chiunque avesse una risposta da darmi : chi si accinge, come me, a provare la strada della pubblicazione, dovrebbe puntare su un unico editore alla volta o inviare la propria opera a più case editrici contemporaneamente? Il mio dubbio è questo: se si sceglie di inviare il manoscritto a più case, non risulterebbe poi complicato attendere le risposte da tutti? I tempi di lettura di ogni editore variano molto fra loro, perciò come dovrebbe comportarsi una aspirante scrittrice? Accettare la prima offerta ricevuta, o mettere in standby quell'eventuale primo editore in attesa degli altri pareri? Non sembrerebbe brutto o presuntuoso? Ma se si invia un manoscritto per volta, non si rischia di aspettare troppo per avere una risposta da qualcuno? Esempio: io ho appena mandato un manoscritto ad una casa editrice, e i tempi di attesa vanno dai 6 agli 8 mesi. Se fra 8 mesi non ricevessi risposta, dovrei provare a mandarlo a qualcun'altro... ma a quel punto dovrei aspettare altri 6/8 mesi...Diventerebbe un'odissea!!
    Insomma, non so se mi sono spiegata bene, ma spero di sì! :)
    Grazie a chiunque volesse togliermi questo dubbio!
    Cassie

    RispondiElimina
  4. Cara Anita,
    grazie per essere passata a lasciare un commento.


    Cara Cassandra,
    mi chiedi se mandare il manoscritto ad un editore per volta o contemporaneamente a più editori. I tempi d'attesa non aiutano, ma non c'è una regola che definisca un modo migliore di un altro. Se ritieni gli editori che hai selezionato ugualmente giusti e validi per il tuo manoscritto, niente ti impedisce di inviarlo contemporaneamente a tutti. Il mio augurio è che ti rispondino tutti, ma non è quasi mai così. Sarà già di per sé un bel risultato attirare l'attenzione di uno, e a quel punto potrai decidere come procedere in base a quello che ti viene offerto.


    Un caro saluto a tutte le lettrici e alle padrone di casa.
    Kate

    RispondiElimina
  5. Cassandra Rocca17/03/12, 20:43

    Ho letto solo ora la risposta, perciò mi scuso per il ritardo! Grazie mille per il consiglio, ne farò tesoro, e grazie ancor di più per l'augurio, speriamo porti fortuna! :)
    Cassandra

    RispondiElimina
  6. Cara Anita, sono contenta che trovi interessante e utile la rubrica, ci speravo proprio!

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!