L'AMORE E' COME UN PACCO REGALO di Barbara Schaer -> Recensione e Intervista all'autrice


Autrice Barbara Schaer
Genere:  Contemporaneo
Pubblic. Italiana: Barbara Schaer, 2015, pp.212 
Parte di una serieTrilogia delle bugie vol.1
Livello sensualità: Medio
Disponibile in ebook? Solo in ebook, € 0,99

TRAMA: Giada ha ventinove anni, lavora come grafica pubblicitaria in un ufficio sull'orlo del fallimento e l'unico sogno che coltiva da sempre è sposare l'uomo che ama e avere dei bambini. Tutti i suoi piani, però, falliscono quando il suo fidanzato la lascia all'improvviso. Tornata single dopo tanti anni deve decidere cosa fare della sua vita, e fra le sue liste di buoni propositi e i consigli non proprio convenzionali delle amiche e della madre incontra Sebastiano. Lui è il classico bello e dannato e non la considera minimamente. Lei è ben decisa a stargli lontana. Ma, complice una notte di follia di cui Giada non ricorda nulla, le loro strade collidono, si intrecciano, si complicano. Sebastiano accetta di aiutarla nel tentativo di riprendersi l'uomo che ama e nel frattempo le fa conoscere Michele che, gentile e ricchissimo, potrebbe rivelarsi proprio l'uomo giusto per lei. Protagonista di buffe peripezie che le danno una notorietà che decisamente non vuole, Giada dovrà capire cos'è che desidera davvero. Se aggrapparsi al passato, vivere la storia d'amore perfetta e tranquilla che farebbe felice sua madre, o abbandonarsi a quello che segretamente prova per l'uomo sbagliato.


“Non so più se ti amo”.
Ecco come inizia la storia. Quella di Giada, trentenne felicemente appaiata con Stefano, conviventi da un paio d’anni, pronti sembra a fare il grande passo. Il passo lungo, di chi sta per decidere di passare il resto della propria vita insieme, cucinando arrosti la domenica, con suoceri annessi.
O forse questo è ciò che Giada si aspetta. Ma una sola frase distrugge qualsiasi tipo di spumeggiante futuro la nostra protagonista abbia in mente. Perché a fare il grande tuffo, quel carpiato doppio e forse anche triplo non si può certo essere da soli.
Invece è proprio così che Giada si ritrova. La conosciamo sul pianerottolo dell’ex fidanzato confuso - quello del Non so più se ti amo - con tutti i suoi averi infilati dentro qualche scatolone e un paio di valigie.  
A rimarcare la spiacevole realtà è Giorgia, la sorella di Giada, da cui la nostra eroina si trasferisce. 
“Le pause di riflessione non esistono. Sono un modo carino per dirti che è meglio se ti levi di torno perché il tempo dell’amore è finito e sta per iniziare quello delle lacrime, delle telefonate senza risposta e degli appuntamenti rimandati.”
Quindi se hai il cuore infranto, se tutti i tuoi sogni sono andati in pezzi, se il tuo lui per la vita ha deciso che la sua di vita d’ora in avanti se la gestirà da solo, non puoi fare altro che dimenticare il dispiacere facendo qualcosa di davvero stupido. Ad esempio? Tapparsi da diva, calzare un tacco dodici e buttarsi in mezzo a una festa, bevendo fino alla nausea, nella speranza di trovare un degno rimpiazzo del Principe Azzurro. O qualcosa che possa assomigliargli almeno per un paio d’ore.
Peccato che Giada vestita da Trilly, più che da diva, incappi in uno dei peggiori Principi Azzurri delle fiabe. Il tipo palestrato bello e dannato e con la barba incolta che esce con tre Principesse a sera e nemmeno si ricorda il nome di una delle tre. Non che sia necessario, comunque. Il Principe di nome fa Sebastiano. Ed è un dipendente dell’agenzia investigativa di Giorgia. Guarda caso. Il loro primo incontro non è dei migliori. Ma al secondo, quando la nostra eroina scopre il tradimento del fidanzato (che si sollazza con una modella già da
tempo), ubriaca fino al cuoio capelluto ci finisce a letto.
Nottata pirotecnica di cui, nemmeno a dirlo, Giada non si ricorda un beneamata cippa. Un vero incredibile peccato perché a detta di Sebastiano hanno fatto il miglior sesso della sua vita. Non quella di Sebastiano – che modesto gentiluomo – ma quella di Giada. Una notte di sesso sfrenato con un perfetto sconosciuto, ecco cosa serve a un cuore infranto per dimenticare un ex fidanzato fedifrago.
Capite bene che la nostra protagonista è una quasi trentenne con pochissime aspettative nella vita. Se non un amore sicuro che le dia la solidità di una casa con giardino e almeno due bambini, un maschio e una femmina. Dunque è comprensibile immaginare che non sia facile lasciare andare sogni come questi. Soprattutto quando si è ancora innamorati. Giada vuole tentare il tutto per tutto, vuole che Stefano si renda conto di amarla ancora, che si è trattato di un errore e che lei è la donna della sua vita. Puro masochismo. Quindi alla fine chi può aiutare Giada se non quel figo di Sebastiano? Che sarà anche uno che la batte a tutte quelle che respirano, ma si cala con competenza nella parte del novello fidanzato di Giada per giocare la carta della gelosia. Per fare in modo che Stefano la riprenda indietro.  A discapito di un tradimento, dell’orgoglio e di un mare di bugie.
La verità è che finché si è dentro a una storia, finché si è innamorati di qualcuno e il senso di perdita è tale da assomigliare a una voragine che ghigna sotto ai tuoi piedi pronta a divorarti, si è disposti a tutto, persino a negare l’evidenza o a rinunciare ai propri desideri pur di stare meglio. Pur di essere di nuovo riamati”
Mai parole furono più vere.
Il tradimento? Fa seguito a quel “Posso spiegarti” con lui cerca la biancheria intima e tenta di guadagnare
tempo. L’orgoglio? Chi lo conosce. L’amor proprio? Una banale invenzione. Le bugie? Le diciamo tutti. Esiste solo lui, l’amore, quell’amore che abbiamo cullato, venerato immaginando fosse per sempre. Non
riusciamo nemmeno a sentirci ferite, tradite umiliate. Non contempliamo l’idea che forse l’amore era un tantino a senso unico e che se quel qualcuno ci ha mollate per un’altra, forse non ci amava poi così tanto.
Tant’è. Si prova il tutto per tutto. Pur di recuperare, di riacciuffare il nostro promesso, o le promesse che noi stesse ci siamo fatte, in previsione di un futuro perfetto e felice con un anello al dito.  
E’ Sebastiano tuttavia a rendere molto più realistica la faccenda matrimonio. Lo fa con un discorso diretto, piuttosto azzeccato.
“Sai cosa penso del matrimonio? Che è un’inutile perdita di tempo e di soldi. Magari lì per lì provi qualcosa di abbastanza intenso da giustificare un passo tanto importante, ma poi? Cosa fai quando dopo un paio di anni ti rendi conto che è tutto passato? Che la dolce fidanzatina che ti mandava ogni sera un messaggino romantico si è trasformata in una rompipalle da competizione che ti perseguita per come sistemi i piatti nella lavastoviglie? E poi, diciamocelo, non è nella nostra natura riuscire a vivere per sempre con una sola persona. E’ malsano e assurdo. Una poetica promessa per allocchi.”
Insomma, tra equivoci e simpatici siparietti, scopriamo un Sebastiano affatto superficiale, intelligente e udite udite persino romantico. Lo so, siete svenute. Oppure vi state domandando quanto ci ha messo Giada a innamorarsi di lui? E lui? Lui si sarà innamorato davvero di lei, oppure Giada è solo un altro non nome da aggiungere alla lista di quelle con cui fare sesso? E lei avrà davvero dimenticato il suo primo amore oppure farà l’ennesima stupidaggine pur di riprenderselo? Sì, lo so, state scuotendo il capo, affrante. Cioè quale donna con un po’ di sale in zucca rivorrebbe un tipo sciapo e pure antipatico come Stefano e lascerebbe andare il romanticone dagli occhi blu con sodi muscoli ben distribuiti e valvole cerebrali più che brillanti?
Sebastiano infine aggiunge qualità alle già evidenti qualità fisiche che madre natura gli ha così generosamente elargito. La delicatezza inattesa per essere un uomo. La franchezza disarmante. La volontà di mostrarsi per quello che è. Pregi e difetti. La sua è una dichiarazione che non lascia indifferenti (non fate le dure di cuore, suvvia, dategli una chance).
“…Non c’è niente di passeggero in te. L’ho sperato. Lo credevo… ma non mi è passata. Per sei mesi non ho fatto altro che pensare che volevo tornare da te. Volevo tornare per dirti che io voglio esserci per te. Che voglio vivere sapendo che ti aspetti qualcosa da me e che io sono in grado di dartelo. Di qualunque cosa si tratti. Qualunque cosa tu voglia, io ci sono.”
Credetemi ci sono cliché che vengono disattesi in maniera più che adeguata. Perché la storia non sarà originalissima, ma il divertimento è assicurato e non mancano i colpi di scena. Anche quando immaginiamo che una situazione si chiuderà in una maniera, l’autrice invece ci spiazza un secondo, scegliendo tutt’altra strada.
Perché in definitiva l’amore è anche questione di chimica, di reazioni a catena.
L’amore è come un pacco regalo mi ha fatto parecchio divertire. Barbara Schaer scrive in maniera fluida, gradevole, i suoi personaggi sono frizzanti e simpatici e l’intreccio è ben sviluppato. Anche se sappiamo già come andrà a finire, che una commedia non può essere tale se non possiamo contare sull’happy ending, è di sicuro ben riposta la fiducia in quest’autrice al suo terzo romanzo, che mi ha fatto trascorrere qualche ora allegra, lasciandomi anche qualche corposo elemento su cui riflettere, prova ne sono le varie citazioni di sopra e non da ultima quella con cui vi consiglio questa lettura. Ci si sente bene tra le pagine di questo libro. Ci si sente più leggere e si sorride. E per il cielo c’è sempre bisogno di farsi una risata.
L’amore è come un pacco regalo e non importa quello che ci trovi dentro, com’è la confezione o qual è l’occasione celebrata. Quando lo ricevi ne sei felice e basta.

 




INTERVISTA  ALL'AUTRICE...

Barbara Schaer mi ha incuriosita. Qualcuno sta lontano dai self perché qualche volta incappa in abbozzati canovacci con un uso approssimativo della grammatica e una trama con poche idee confuse. L’amore è come un pacco regalo è un self piacevole, con una storia gradevole, personaggi simpatici e intelligenti, uno stile fluido e un editing ben curato. Volevo capire chi fosse questa giovane autrice che non aveva nulla da invidiare a firme ben più note nel nostro affollatissimo panorama letterario. Così l’ho contattata in privato. Ho scoperto una persona amabile, poco incline a parlare di sé.

Virginia Parisi: Barbara, grazie per aver accettato di rispondere a qualche domanda.
Barbara Schaer: Ciao Virginia :) Grazie a te per avermi contattata e per questa bella opportunità!

V.P.: Perché scrivi? Cioè la notte non è meglio dormire?
B.S.: Questa domanda me la faccio spesso anche io :) Tra lavoro e famiglia il tempo che posso dedicare a me stessa è davvero risicato, e scegliere di trascorrerlo scrivendo alle volte è parecchio faticoso... però non riesco a farne a meno. Anche solo pensare di smettere, di non ritrovarmi più con i miei personaggi, di non poter più immaginare storie, mi fa star male.
E' un hobby che mi emoziona e mi fa sentire libera... quindi, dal mio punto di vista, credo sarà sempre irrinunciabile.

V.P.:Generi diversi. Hai all’attivo due urban fantasy e una commedia romantica. Esperimenti o pura ispirazione?
B.S.: Un po' e un po', credo. L'urban fantasy è il genere a cui mi sento più vicina, o semplicemente quello che all'inizio mi ha fatta sentire più fiduciosa, ma a un certo punto ho sentito il bisogno di cambiare e allo stesso momento di misurarmi con qualcosa di diverso, con un pubblico molto più vasto e un mercato decisamente più agguerrito.
Alla fine credo sia andata bene. Mi sono divertita molto a scrivere "L'amore è come un pacco regalo", e i commenti di chi l'ha letto sono stati per lo più positivi.

V.P.:Il personaggio che ti è più caro?
B.S.: La protagonista di Onislayer, il mio secondo Urban Fantasy: Alex. L'ho amata moltissimo e mi è rimasta nel cuore, e non vedo l'ora di ritrovarmi con lei fra le pagine del seguito di questo romanzo.

V.P.:Perché il self?
B.S.: All'inizio essere un'autrice self era l'unica possibilità per essere letta, adesso è una scelta molto consapevole che mi ha fatto rifiutare proposte di CE importanti.
Mi piace essere self. Mi piace avere il controllo su tutta la gestione del mio lavoro, dalla scrittura alla pubblicità sui blog alle scelte economiche, principalmente perché mi fa sentire libera, secondariamente perché fino ad ora, leggendo i contratti che vengono proposti, non ho ancora trovato una valida alternativa. Il mercato sta cambiando, le dinamiche autori-pubblico e pubblico-CE stanno cambiando, e dal mio punto di vista è assolutamente necessario uniformarsi a questo cambiamento e non fossilizzarsi in situazioni che iniziano ad appartenere al passato.

 V.P.:A cosa stai lavorando, ce lo puoi dire?
B.S.: Per scaramanzia preferisco non sbottonarmi troppo :D Ho scritto tre romanzi diversissimi, ciascuno che necessiterebbe di un seguito anche se, a parte Onislayer, sono tutti autoconclusivi. Diciamo, quindi, che non sto lavorando a niente di estremamente "nuovo".

V.P.:Hai a disposizione uno spot di 30 secondi per convincere le lettrici del blog a leggerti. Ti cronometro ne?
B.S.: Oh, no! Così mi metti in crisi!!! E i secondi volano... ok, forse ci sono... "L'amore è come un pacco regalo" probabilmente non è il romanzo più originale che sia mai stato scritto, o quello più ironico, o quello più divertente. Però ha un'anima. O, almeno, io l'ho scritto mettendo a nudo la mia di eterna romantica che adora sognare, e se anche voi siete così Giada e Sebastiano vi conquisteranno!
Grazie di cuore, il più grande successo è  tutto ciò in cui speri.
Grazie al blog La mia biblioteca romantica a tutto lo staff e alla mitica Francy.

**** 




L'AUTRICE
BARBARA SCHAER ha trentuno anni e abita a Genova con il marito e il figlio. Di giorno lavora come business analyst, ma di sera, appena il bimbo si addormenta e in casa scende il silenzio, accende il pc e incomincia a scrivere. Per lei scrivere è il passatempo più bello al mondo, lo adora, lo fa da sempre ed è segretamente convinta che non riuscirà mai a smettere. L’amore è come un pacco regalo è il suo terzo romanzo auto-pubblicato. Il primo è Alis Grave Nil e il secondo è Onislayer, entrambi romanzi urban fantasy.
VISITA IL SUO SITO:
 http://barbaraschaer.blogspot.it/
E LA SUA PAGINA FB: 
https://www.facebook.com/pages/Alis-Grave-Nil/136383109862235?ref=hl



TI PIACEREBBE LEGGERE QUESTO ROMANZO? L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI? 
LEGGI ABITUALMENTE ROMANZI AUTOPUBBLICATI? GLI ULTIMI CHE HAI LETTO TI HANNO SODDISFATTO?


IL PROFUMO DELLA NOTTE di Connie Brockway (Mondadori) -> Recensione


IL NUOVO ROMANZO AD ENTRARE NELLA NOSTRA HALL OF FAME E' IL PROFUMO DELLA NOTTE DI CONNIE BROCKWAY, UN GIOIELLO DEL GENERE STORICO CHE MERITEREBBE DI ESSERE RESO DISPONIBILE IN VERSIONE EBOOK AL PIU' PRESTO. UN VERO INDIMENTICABILE!

Autrice: Connie Brockway
Titolo originale: All Through the Night
Traduttrice:
Genere: Storico
Ambientazione: Inghilterra, 1817 ( epoca Regency )
Pubblic. originale: Dell, 1997, pp. 400

Pubblic. Italiana: Mondadori, coll. I Romanzi : 1^ 1998; 2^2009 nella collana Oro,pp.297
Parte di una serie: 2° serie  Royal Agents
Livello sensualità: ALTO
Disponibile in ebook? No

*Il libro è al momento reperibile solo nei negozi di secondamano, remainder, su Ebay e siti di vendita/scambio libri.
TRAMA: Erano uniti da un segreto e da una notte indimenticabile...
Anne Wilder ha scelto una vita pericolosa. Irreprensibile vedova di giorno, di notte si trasforma in imprendibile ladra ai danni delle signore dell'alta società. Ma, nonostante la sua abilità, qualcuno le sta preparando una trappola alla quale Anne non potrà sfuggire...
E in cui cadrà anche il suo cuore.

"Il cuore non chiede il permesso. E' stranamente poco preoccupato dalle caratteristiche di quelli che sceglie di amare. Si fa beffe dell'intelletto, soggioga la ragione e per sopravvivere prende in ostaggio la volontà."
* Recensione dall'originale in inglese.

Ci sono libri che ti rimangono dentro anche dopo anni che li hai letti.
La scena iniziale di ALL THROUGH THE NIGHT, tradotto in italiano nella collana dei Romanzi Mondadori come IL PROFUMO DELLA NOTTE, non so perchè ma mi è sempre rimasta impressa ( come quella finale, del resto) . All'inizio del romanzo il protagonista, John Henry "Jack" Seward, assiste ad una impiccagione pubblica dalla finestra di una pensione. E' una scena forte, in cui Jack, fiore all'occhiello delle spie di Sua Maestà, rimane ad osservare l'esecuzione nell'ombra; il suo è un mestiere per cui l'oscurità e l'agire in incognito sono armi essenziali.
Anche per colui che è conosciuto come il fantasma di Wrexhall, un ladro che ultimamente ha visitato molte case della buona società londinese, l'oscurità è un elemento imprescindibile. Lui agisce sempre con i favori del buio, velocemente, senza che le sue vittime si accorgano della sua presenza e altrettanto velocemente fa perdere le sue tracce, allontanandosi indisturbato nella notte.
A Jack Seward, conosciuto per la freddezza dei suoi modi e i tanti successi ottenuti sul campo, è stato dato l'incarico di prendere il fantasma e mettere fine alle sue scorrerie. E Jack mantiene fede all'impegno. Una notte il fantasma, pronto a un nuovo furto, pensa di terminare il lavoro con la solita facilità e invece trova Jack ad aspettarlo. Da quel faccia a faccia, Jack scopre che in realtà il fantasma è una donna, che lo prende in contropiede impegnandolo non in una lotta corpo a corpo ma in un sensualissimo lungo bacio. Un bacio che per la ladra è un escamotage per poter poi colpire l'uomo nelle parti basse e fuggire, ma che risveglia in lui una serie di forti emozioni, troppo a lungo sopite.

Dietro la maschera del fantasma di Wrexhall c'è Anne Wilder, che di giorno vive ai margini del ton come poco appariscente chaperon della vivace (anche troppo) cugina e di notte si trasforma in ladra. Dopo la morte, in circostanze tragiche, del marito aristocratico, Anne ha deciso di dedicare il suo tempo e le sue energie al centro per reduci di guerra che le permette di placare in parte un senso di colpa che da anni si porta dentro. Essere il fantasma di Wrexhall è per lei una forma di rivalsa verso tutti quegli aristocratici che in pubblico annunciano di voler fare donazioni ingenti al suo centro e in privato se ne dimenticano. Diventare il suo coraggioso alter ego è per Anne anche un modo per abbandonare per qualche ora i grigi abiti della vedova scialba, abituata ormai a guardare la vita dai margini della sala da ballo, e sentire nuovamente pulsare il sangue nelle vene, sentirsi pienamente viva.
Jack Seward è conosciuto nel suo campo come il migliore e tiene fede alla sua nomea anche in questa circostanza, circoscrivendo il gruppo delle 'sospette' a pochi nomi dell'alta società. Fra questi anche quello di Anne Wilder. Quando Jack la incontra durante una festa del bel mondo, Anne non riesce a staccagli gli occhi di dosso, l'intensità del loro bacio di quella notte è vivo come non mai nella sua memoria. Jack trova Anne stranamente affascinante, anche se ingoffata in abiti incolore, e relegata al suo ruolo di accompagnatrice. Essendo una delle sospette Jack decide di parlare con lei per conoscerla meglio e la loro conversazione mette in luce una scintilla di attrazione che entrambi avvertono con sentimenti contrastanti. Anne è attratta da quell'uomo affascinante segnato nel corpo e nello spirito dalle sue esperienze passate, ma allo stesso tempo sa di dovere temerlo, perchè è lei che lui cerca . Seward si sente completamente affascinato dalla giovane vedova, come da anni non gli capitava, fatta eccezione per quella notte e quel sensualissimo bacio con ladra che spera presto di riuscire ad acciuffare.
Quello rappresentato da Connie Brockmann in questo romanzo è un abile gioco delle parti in cui i due protagonisti si sfuggono e si riprendono, in una caccia al ladro non solo di gioielli ma del cuore.
Jack Seward è un eroe davvero indimenticabile. La vita e i suoi superiori l'hanno forgiato per essere soprattutto un'arma spietata, capace di rimanere freddo e impassibile in ogni circostanza. Per lui amore, dolcezza e passione sono sentimenti che ha dovuto sempre negare a se stesso, fin dalla più tenera età. Cresciuto senza famiglia in una casa per poveri, preso e forgiato dai vertici dell'intelligence di Sua Mestà, Jack è stato cresciuto per essere la spia, la perfetta arma da guerra che è diventato. Nella sua ossessiva ricerca della ladra che gli ha fatto perdere per qualche istante il controllo, Jack infonde anche il desiderio di trovare la donna che ha acceso in lui il desiderio. Non sapendo per una parte del libro che Anne e il fantasma sono la stessa persona, Jack si trova a sognare una e a desiderare l'altra con altrettanta intensità. E quando, durante un walzer, Jack realizzerà che Anne e la 'sua ladra' sono la stessa persona (scena stupenda!), egli dovrà decidere se eseguire gli ordini ricevuti, che vogliono il fantasma di Wexhall fuori dai giochi perchè in possesso di un documento segretissimo che non doveva finire nelle sue mani, o cedere all'innato impulso di proteggerla anche a rischio di scoprire che lei fa il doppio gioco.
IL PROFUMO DELLA NOTTE è un romanzo sensuale e romanticissimo, con una punta 'dark' di pathos che personalmente trovo irresistibile. Connie Brockway ha uno stile evocativo, ricco ma scorrevole. La sua costruzione dei personaggi , anche di quelli che fanno piccole apparizioni, è curata e interessante, ognuno ha la propria distinta personalità, ognuno ha una propria 'voce'. 
E poi che dire delle scene d'amore fra Anne e Jack? Romance puro, un erotismo che riesce ad essere intrigante senza descrizioni eccessivamente grafiche. Perfetto.
Troverete in questa storia tutto quello che ci si aspetta da un romance storico e anche di più. Per me è uno di quelli davvero impossibili da dimenticare.







“Vi ho dato la caccia.
  Vi ho inseguita.
  Vi ho intrappolata.
  E adesso, per Dio, ho intenzione di tenervi.”
John Henry “Jack” Seward

Avevo letto tempo fa un libro di Connie Brockway che però non mi piacque affatto, avevo quindi escluso questa scrittrice dai miei futuri acquisti.

Qualche settimana fa ricevo un messaggio da Francy: “Hai mai letto All Through the Night di Connie Brockway?” dopo breve ricerca capisco trattarsi di un romanzo Mondadori uscito nel 1997 e ripubblicato nel 2009, me lo ero lasciato sfuggire due volte, ma meritava la fatica di cercarlo nell'usato? Su ebay trovo un offerta incredibile: un euro, sarà mio!
Dopo averlo lasciato riposare su uno scaffale per più di qualche giorno, tre giorni or sono decido che è arrivato il momento di leggerlo: cosa mi ero persa!

Mi sono accorta di recente di non amare troppo le storie impalpabili e iperglicemiche, ho trovato pane per i miei denti, questo romanzo è oscuro, denso, sensuale e amaro come il suo protagonista un vero eroe Alpha: il colonnello John Henry Seward, “Jack” il segugio di Whitehall. Una spia, un agente segreto al soldo del governo britannico con un passato doloroso e un futuro incerto, al quale viene affidato il compito di catturare il ladro acrobata che sta facendo razzie nelle case del ton londinese.

L'eroina Anne è di giorno vedova di un nobile caduto in guerra, chaperon di una giovane parente e patronessa di un rifugio di reduci ridotti in miseria. Con il calar delle tenebre, abbandona la sua vita tranquilla per vestire i panni del ladro più famoso di Londra ed è dietro questo travestimento che incontra per la prima volta Jack da tempo sulle sue tracce.
Un incontro che da il via a un gioco sottile, una caccia al ladro, una lotta senza esclusioni di colpi, Jack si troverà diviso tra la lussuria che prova per la ladra mascherata, la sua nemesi e l'attrazione per la giovane vedova.
Naturalmente i buoni e i cattivi non sono ciò che sembrano e la trama suspense è tutt'altro che scontata, una lettera scomparsa potrebbe portare Anne alla morte e chi la minaccia è il capo, nonché presunto padre di Jack, che si vedrà costretto a prendere decisioni impulsive ed estreme pur di difendere la donna che ha scoperto di amare.

La Brockway mostra qui uno stile di scrittura superiore a quello di molti altri romance letti, dialoghi arguti e personaggi fuori dai soliti stereotipi, penso sia riuscita a creare una storia che potrebbe passare intatta attraverso lo scorrere del tempo e risultare sempre originale anche dopo anni.





DA LEGGERE NELLA TRILOGIA ROYAL AGENTS
1. Promise Me Heaven (1994) -  inedito in Italia - Catherine Sinclair e Thomas Montrose
2. All Through the Night (1997) - ed. italiana: IL PROFUMO DELLA NOTTE, I Romanzi Mondadori, 1^ ed. 1998; 2^ ed.2009 - John Henry "Jack" Seward e Anne Wilder
3. No Place for a Dame (2013) - inedito in Italia - 
Giles Dalton, Lord Strand e Avery Quinn

****
L'AUTRICE
Connie Brockway è originaria del Minnesota. Ha inziato la sua carriera di scrittrice nel 1995 e da allora ha pubblicato una ventina di romanzi e varie novelle arrivando a vendere più di un milione e mezzo di libri ( traduzioni in diverse lingue comprese). E stata insignita più volte dei più prestigiosi premi letterari del genere romance, fra cui due RITA Awards per My Dear Enemy /Mio Caro Nemico(1998) e The Bridal Season/Una nuova Vita (2002). Dopo i primi anni della carriera dedicati al genere storico per cui è diventata famosa, negli ultimi anni ha preferito passare a quello contemporaneo. Ultimamente ha ripubblicato molti dei suoi successi storici in versione ebook.
Connie vive attualmente con il marito in Minnesota.
VISITA IL SUO SITO: http://www.conniebrockway.com/


AVETE MAI LETTO QUESTO LIBRO? VI PIACEREBBE LEGGERLO E CHE FOSSE RIPUBBLICATO ALMENO IN EBOOK? L'AVETE LETTO? COSA NE PENSATE? UNITEVI ALLA DISCUSSIONE.


Dalla biblioteca di Serenella: "La Maledizione dei Glamorgan di Joanne Rock (Harlequin) e "Il Segreto del Vichingo" di Michelle Willingham (Harlequin)

SERENELLA HA LETTO QUESTI HARLEQUIN STORICI QUESTO MESE E CI FA SAPERE CHE...


La Maledizione dei Glamorgan 
Autrice: Joanne Rock
Genere: Storico
Ambientazione: Galles 1260
Pubblic. italiana: HarlequinMondadori, I Romanzi Storici, nr143, €4,20
Parte di una serie: 2°miniserie fratelli Barrett
Livello sensualità: MedioDisponibile in ebook? Si 

TRAMA: Da quasi cento anni una terribile maledizione condanna le donne dei Glamorgan a una vita senza amore e senza il conforto di una famiglia. Ariana però non ha intenzione di morire zitella, e allorché una veggente le predice che al castello sta per giungere uno sconosciuto in cerca di una moglie gallese, capisce di non poter sprecare quell’occasione per infrangere il maleficio. La sua determinazione si rafforza ulteriormente quando ha modo di constatare che il cavaliere in questione, Roarke Barrett, è un uomo molto attraente. Così, sapendo che il padre non osa proporla come possibile candidata, Ariana si fa passare per la cugina Ceara e convola a nozze con Roarke. Sconfiggere il malvagio sortilegio, tuttavia, non si rivelerà semplice come lei aveva sperato!


La storia ruota attorno ad una maledizione che da oltre cento anni colpisce le donne della famiglia Glamorgan costringendole a rimanere zitelle e a rinchiudersi in convento.
Ma Ariana non ha nessuna intenzione di fare la stessa fine delle sue antenate, lei vuole sposarsi a tutti i costi in modo da spezzare per sempre la maledizione. Così architetta uno stratagemma per farsi sposare da un cavaliere giunto nel suo castello per trovare moglie.
Riesce nel suo intento, ma non sara' facile spezzare l'incantesimo come lei credeva.
Devo dire che la storia non mi ha preso del tutto, in alcuni momenti l'ho trovata inverosimile, come quando la protagonista per seguire il marito in Francia si nasconde in una cassa su una nave senza essere vista...lei che non era mai uscita dal suo castello si improvvisa eroina! Non credo che una donna nel medioevo avrebbe fatto una cosa del genere, capisco che è un romance ma un po' di coerenza non guasta!
Un'altra cosa che ho trovato irritante è il continuo riferimento al colore degli occhi della protagonista...tanto che a un certo punto ho esclamato : va bene,ho capito,ha gli occhi color ambra, basta !!!

****
Il Segreto del Vichingo  
Autrice:  Michelle Willingham 
Genere: Storico
Ambientazione: Irlanda, 875
Pubblic. italiana: HarlequinMondadori, I Grandi Romanzi Storici nr.935, €6,00
Parte di una serie: Seguito de 'Il prigioniero vichingo' pubblicato nella stessa collana
Livello sensualità: MedioDisponibile in ebook? Sì 

TRAMA:  Ragnar Olafsson è sempre stato innamorato di Elena, eppure si è fatto da parte e ha lasciato che andasse in sposa al suo migliore amico, Styr. Da allora si è trasformato in un guerriero crudele e spietato, e ha assistito impotente alla crescente infelicità della donna che amava, tormentata dall'incapacità di dare un figlio al marito. Quando Elena viene catturata dai nemici danesi, l'impavido Ragnar rischia la vita per salvarla ma rimane isolato con lei su una spiaggia deserta. E all'improvviso ogni desiderio, ogni sguardo, ogni tocco casuale diventano una tentazione proibita...


Ho trovato questa storia un po' troppo triste in alcuni momenti : Ragnar è innammorato da sempre di Elena, moglie del suo miglior amico, sa che non puo' averla ma pur di restarle accanto accetta di esserle solo amico, ma il matrimonio di Elena non è felice a causa della mancanza di figli. Quando Styr, marito di Elena decide di approdare in Irlanda, Ragnar decide di seguirli, ma una volta giunti in Irlanda, Styr viene fatto prigioniero, stessa sorte capita a Elena e a Ragnar, ma riescono a fuggire e si ritrovano soli su una specie di isola.
A poco a poco la forzata vicinanza fa venire a galla i loro sentimenti anche se fanno di tutto per soffocarli perchè sanno che per loro non c'è futuro, ma il fato ha deciso in modo diverso........
Un consiglio : prima leggete Il Prigioniero Vichingo per capire meglio la storia e i personaggi che compaiono in questo libro.






TI INTERESSANO QUESTI LIBRI? LI PUOI TROVARE QUI



VI PIACEREBBE LEGGERE QUESTI LIBRI? LI AVETE GIA' LETTI? CONCORDATE CON L'OPINIONE DI SERENELLA?



IL PROFESSIONISTA ( 1°, 2°, 3° vol.) di Kresley Cole (Leggereditore)-Recensione


OGGI LA RECENSIONE A PIU' VOCI RIGUARDA UN LIBRO DI KRESELY COLE APPENA USCITO IN EBOOK (IN TRE PARTI DA LEGGEREDITORE) CHE HA COLPITO LA CURIOSITA' DI PIU' DI UNA DI NOI, MA NON A TUTTE HA FATTO LO STESSO EFFETTO... ECCO BEN CINQUE RECENSIONI A CONFRONTO


Autrice: Kresley Cole
Titolo originale: The Professional part 1-2-3
Traduttore: Laura Miccoli
Genere: Erotico bdsm/suspense
Ambientazione : Nebraska (U.S.A.) - Russia - Parigi
Pubbl. Originale: 
Pocket Star, ebook 1, dicembre 2013, pp.120 / ebook 2,  gennaio 2014,pp.120 / ebook 3, gennaio 2014, pp.120 
Pubbl. Italiana : Leggereditore, ebooks 1-2-3, 23 Aprile 2015 , pp.146
Parte di una serie:1° serie The Game Maker
Livello Sensualità : Very Hot!
Disponibile in Ebook : Sì, €2,99

TRAME: 
1.1. Il professionista - L'incontro
Aleksander Sevastyan, meglio conosciuto come il Siberiano, uomo d’azione della mafia russa, ha giurato di essere sempre fedele al suo boss... Fino a quando non ne incontra la figlia. Lei era scomparsa da tempo, e ora che è tornata il compito di Aleksander è di proteggerla. Ma è così provocante, avvolta da una nube di capelli rossi e spregiudicata sensualità, da tormentare i suoi pensieri e fargli ribollire il sangue nelle vene come nessun’altra aveva mai fatto.
E lui sarebbe disposto a qualsiasi cosa pur di possederla... secondo le sue diaboliche regole.

1.2. Il professionista - La rivelazione
L’incontro con Aleksander Sevastyan, killer della mafia russa, avvolto da una nube di sensualità e pericolo, ha scosso l’anima di Natalie Porter. La studentessa universitaria non si è ancora ripresa dall’incontro con il fascino mozzafiato dell’uomo che lui, in un attimo, la prende e la porta via per condurla in Russia, dove la introduce in un mondo fatto di ricchezza e lussuria. Ogni giorno trascorso sotto la protezione dell’uomo fa cadere le barriere che Natalie aveva innalzato, sempre finché non si ritroverà completamente rapita dall’incantesimo del suo fascino irresistibile.
1.3. Il professionista - Il rifugio
L’incontro tra Aleksander Sevastyan, uomo d’azione della mafia russa, e la studentessa universitaria Natalie Porter è stato unarivelazione per entrambi. Il compito di Aleksander è proteggere la ragazza, ma il loro rapporto è andato ben oltre, e tra i due è nato un gioco ammaliante e sensuale che li porta a superare sempre nuovi limiti. Il pericolo però è in agguato, e per tenere Natalie al sicuro dai nemici che la vogliono morta, Sevastyan la costringe a nascondersi. Lontani dalla Russia e dai lussi a cui erano ormai abituati, i due amanti si troveranno a vivere tra i quartieri più decadenti di una Parigi piena di ricchezze.Qui, Natalie e Sevastyan scopriranno che le loro fantasie più oscure e proibite possono diventare realtà... Il capitolo conclusivo di una storia mozzafiato: passione e sensualità allo stato puro.


Ciaaaaao io sono Nix, sono una Cole-Addicted e sono qui alle Romantiche Anonime per parlare della mia dipendenza. Ah, è La Mia Biblioteca Romantica? Va bene, ormai sono qui e ve ne parlo lo stesso! Ho conosciuto questa donna con la sua serie paranormal romance degli Immortals After Dark (e il mio nickname ne è la prova) e in breve tempo sono passata dal giudizio Carino al Oddiononpossofareamenodilei, tanto da cominciare a leggere i suoi libri in lingua originale e a prendere questo romanzo sia nella prima versione digitale spezzata in tre episodi, sia nella versione cartacea riunita, perché ci sono state aggiunte due paginette due e io DOVEVO averle. Sì, sono una fangirl malata, lo so.
Quindi non aspettatevi particolare obiettività da me: io amo questa donna, venero ciò che scrive, bacio la terra ove Ella cammina, lei è la mia Dea. Questa non è una recensione, una dichiarazione di imperituro amore.
Ma passiamo al romanzo! L'uscita della traduzione italiana è stata per me l'occasione di prendere in mano il mio cartaceo in inglese e rileggermi il romanzo (in attesa del cartaceo italiano, perché da brava malata prenderò anche quello), quindi tutto quello che leggerete è riferito all'edizione originale.
Natalie ha ventiquattro anni ed è una dottoranda in storia che ha sempre vissuto in Nebraska. E' una ragazza sveglia e indipendente, con un senso dell'umorismo tagliente. E' stata adottata da piccolissima e, come molti ragazzi adottati, a un certo punto della sua vita desidera trovare le sue radici e rintracciare i suoi genitori biologici. Ha assunto per questa ricerca un investigatore privato che, sebbene la informi di aver trovato una traccia sull'identità dei suoi genitori, sparisce di punto in bianco.
Una sera, mentre è con delle amiche in un bar, si imbatte in uno sconosciuto affascinante, totalmente fuori dalla norma rispetto ai ragazzi a cui è abituata. Tenta di attaccare bottone, ma il tipo la liquida con poche brusche parole. Non sa che lo rincontrerà poco più tardi, in una situazione piuttosto imbarazzante, perché quest'uomo, Alekandr Sevastyan, non è altro che la guardia del corpo che il padre naturale ha inviato a proteggerla. Sevastyan è un ex pugile di strada e braccio destro di suo padre, che incidentalmente si rivela essere... un mafioso russo!
Natalie è costretta a seguire Sevastyan in Russia per raggiungere suo padre per conoscerlo e per essere protetta, dato che questa neoscoperta parentela la mette in pericolo di vita. E ad aumentare gli sconvolgimenti alla sua vita ci si mette la forte attrazione che si instaura fra lei e Sevastyan.
Il romanzo si dipana tra tradimenti, fughe e incontri chiamiamoli di letto, anche se sono ambientati in parecchi fantasiosi posti, ad alto contenuto erotico.
Se quindi siete di quelle che hanno amano auliche parafrasi nel sesso, siete nel posto sbagliato. E se siete di quelle che vogliono ragazzette scemotte che si snaturano per l'uomo di turno come protagoniste siete ancora più nel posto sbagliato. Qui abbiamo raw sex & smart girls.
Sì perché questo è l'esperimento erotico/BDSM della Cole, che già non riesce ad essere casta nemmeno negli Young Adult, figuriamoci qui. E fortunatamente ritroviamo il suo punto di forza, ovvero una protagonista sveglia e intelligente, come solo lei sa fare. Perché mio parere il punto di forza di tutto il romanzo è proprio Natalie, che non sta aspettando il primo che passa che le apra gli occhi sulla sua sessualità, cosa perfino troppo inflazionata nei romance contemporanei di oggi. Natalie che lotta in ogni modo possibile per far funzionare la relazione difficile con Sevastyan, senza però tradire se stessa e cambiare per lui e allo stesso tempo senza pretendere che lui cambi. 
Avere a che fare con Sevastyan non è facile, perché ha un bagaglio di traumi personali piuttosto ampio. E' per di più è un criminale, nel vero senso della parola.
Sinceramente mi rendo conto che gli ingredienti del romanzo non sono innovativi, anzi ho sempre pensato che lo scopo della Cole fosse proprio quello di rivisitare i temi dei romance erotici che spopolavano in quel periodo e riadattarli per tirarne fuori qualcosa di migliore. E ce la fa, perché è riuscita a farmi digerire il BDSM, che non amo particolarmente, non ha tradito i suoi principi in termini di caratterizzazione dei personaggi e non scade in un facile politically correct.
So che può scrivere di meglio, ma è un intrattenimento di tutto rispetto.




   
   

 «Se scappi, ti prenderò. È il mio lavoro.»     
ALEKSANDR SEVASTYAN, ‘IL SIBERIANO’,     
MEMBRO DELLA BRATVA, EX PUGILE PROFESSIONISTA   

«Sono diretta verso una terra di criminali russi. In compagnia di un perverso criminale, più bollente del sole. Cosa mai potrebbe andare storto?»     
NATALIE MARIE PORTER, DOTTORANDA

Non avevo mai letto nulla di questa autrice, per me una vera novità, non amando il genere paranormal non posso fare paragoni con i suoi precedenti lavori.
Qui ci troviamo di fronte a un protagonista che definirlo Bad boy é fargli un complimento, Sevastyan è un pluriomicida, un sicario, un ex combattente di incontri clandestini nonché braccio destro e delfino di Pavel Kovalev, un vor v zakone (вор в законе): un capo supremo della Organizacjia la potente Mafia Russa.
Capisco che a molte persone avere a che fare con un cattivo come eroe possa risultare un po' indigesto, ma io parto dal presupposto che è solo fiction e che nella realtà mai e poi mai potrei simpatizzare con un elemento del genere.
Fatte queste premesse torniamo a parlare dei libri, dei veri erotici, anche se scritti in prima persona, cosa che io personalmente non amo, sono scivolati via con facilità grazie allo stile coinvolgente e accattivante della Cole.
Sevastyan detto Il Siberiano rispecchia in pieno il suo soprannome, un uomo gelido, efficiente e oscuro, viene inviato in Nebraska per proteggere e recuperare la figlia scomparsa del suo Vor: Natalie. Naturalmente tra i due l'attrazione è istantanea e bruciante e le scene di sesso sono crude e molto esplicite e in un crescendo incredibile attraverso i tre libri, ma a parer mio mai fuori contesto tenendo conto della professione di Sevastyan.
La caratteristica peculiare però di questa storia rispetto a molti altri erotici letti, è il carattere determinato ed ironico della protagonista che potrà anche essere una sottomessa in camera da letto (e in molti altri luoghi), ma non nella vita reale. Natalie affronta Il Siberiano a viso aperto senza timore, lo spinge a fare ciò che lei vuole, non accetta le sue decisioni passivamente anzi nel terzo libro, arriva a prendere in mano la loro relazione che era giunta a un punto morto, obbligando il sicario a fare scelte che l'uomo non condivide. Le scene più simpatiche di Natalie sono poi le conversazioni telefoniche con l'ex coinquilina Jess, dialoghi veloci e dissacranti, come possono esserlo solo le confessioni tra due amiche intime.
Il cattivo questa volta nel finale non si redime è coerente, non passa dalla parte dei buoni per amore, affronta però i suoi demoni e avrà il suo happy end con Natalie. La coppia vivrà felice, ricca, contenta e molto attiva sessualmente, un po' come due novelli Bonnie e Clyde, nella tenuta dello zar sulle rive della Moscova, rifugio del nuovo Vor Sevaystan.
Il prossimo libro della serie sarà su un personaggio che iniziamo a conoscere nel terzo capitolo, a parer mio molto intrigante e naturalmente molto cattivo.





Avevo sentito parlare bene di Kresley Cole, ma non avendo la passione per i paranormal fin ora non avevo potuto assaporare le delizie della sua penna. Adesso però, non ho eccessivi rimpianti considerando che la mia lettura de “Il professionista” è stata una mezza delusione. Mi ispirava la trama, l’idea del sicario russo braccio destro del padre dell’eroina aveva stuzzicato la mia attenzione, sfruttando la mia passione per i romantic suspense. Quello che però doveva essere una storia coinvolgente e bollente, si è trasformata ben presto in un racconto di contorsioni erotiche, voyarismo insipido e confusione mentale da parte della protagonista che è vergine ma non per sua scelta e che non evita occasione per cimentarsi in pratiche sessuali e di BDSM diventando dall’oggi al domani un’esperta maliarda. Giunta all’epilogo mi sono chiesta seriamente cosa avessi letto, perché ho avuto come l’impressione di non aver avuto niente da questa lettura, solo scene su scene di sesso vizioso non contornate da una buona base narrativa. Il protagonista maschile come lo hai trovato, mi domanderete voi? All’inizio molto intrigante, andando avanti solo maschilista ed emotivamente instabile. Un bambino da accudire più che un uomo capace di amare. Non me la sento di consigliarvi questa storia, soprattutto se siete stanche di leggere la solita minestra riscaldata e se volete un finale degno di questo nome che non lasci nulla in sospeso.





La Cole la conoscevo solo come autrice di storici, mai letto i suoi contemporanei o paranormal e  non ne ero rimasta particolarmente impressionata. Il fatto che un'amica e forte lettrice ne avesse sempre parlato bene mi ha spinta  a prendere in considerazione  questo erotico con sfumature suspense.
 Questa tipologia di romance non è mai state tra le mie preferite  soprattutto quando le trame si incentrano prevalentemente sulla ginnastica da camera e vi è solo un'esile intreccio di contorno e dato che ultimamente la maggioranza presenta questo schema, sono partita in verità prevenuta. 
 Felice di essermi  dovuta ricredere su tutta la linea e vi spiego perchè:
1.  Natalie e Sevastyan danno vita ad un romance erotico molto particolare per le loro stesse caratteristiche. Lui è un duro, tatuato mafioso russo dall'oscuro passato e presente, che è  pragmatico in ciò che fa, coerente fino alla fine, scevro da redenzione. Lei non la solita bambola sottomessa, ma una donna abbastanza tosta da seguire il suo cuore ma anche di puntare i piedi quando il rapporto con quest'uomo complesso non va nella direzione che si auspica.
2.  È un Bdsm, un genere che tendo a considerare con severità quando è solo un esercizio di stile per infarcire una debole trama ma qui è un plus non l'elemento catalizzatore. I protagonisti sono (per come la vedo io) entrambi assolutamente dominanti. Se Sevastyan è il master in camera da letto, Natalie è colei che  domina psicologicamente essendo il centro a cui lui tende costantemente.
3.  C'è amore in questo erotico. Si avverte sempre. Fin dall'inizio Sevastyan ne è preso, prima ancora
che lei lo conoscesse, lui già voleva proteggerla persino da se stesso. Natalie si avvicinerà pian piano a capire che il sentimento e l'attrazione  che avverte è amore, ma è logico: lui è così diverso da ciò che conosce; la sua terra, il suo modo di vivere, il suo credo le sono estranei.
4.   L'ambientazione è assolutamente originale. Siamo in Russia per la maggior parte della storia, a contatto con la sua oligarchia mafiosa e le sue guerre per la supremazia, tutto descritto in modo tale da non farne un trattato ma sufficiente a darci un'idea di come sia vivere nell'opulenza e nel pericolo costante.
5.  Non è un libro per moralisti, si spara, si uccide, il sesso è frequente e ampiamente descritto , il linguaggio spinto e ma come non mi stanco mai di ripetere sta nella bravura dell'autrice (e la Cole lo è) a non farne un guazzabuglio scontato  e osceno.
6.  Io detesto, e dico detesto, la narrazione in prima persona  ma in questo libro stranamente la cosa mi è passata del tutto inosservata, forse perchè il punto di vista di Natalie comprende spesso delle riflessioni su Sevastyan e quindi tramite lei conosciamo bene anche lui.
7.  Il linguaggio scorrevole, le situazioni intriganti e adrenaliniche, il  tema moderno rendono piacevole la lettura.
Insomma mi aspettavo la solita noia e i soliti clichè e invece mi è piaciuto molto questo libro, aspetto con impazienza che venga pubblicato il seguito.
 




Ho letto questo  libro qualche giorno dopo le amiche bibliotecarie qui sopra, ma mi aggiungo volentieri a questa discussione, perchè il mio punto di vista su questo romanzo è un po' diverso dal loro.
Francamente, non conoscendo le serie paranormal per cui la Cole è tanto amata anche in Italia, faccio un po' fatica a pensare che possa avere avuto questo successo se la sua serie After Dark è scritta come questo libro. Visto che IL PROFESSIONISTA è uscito in piena scia Cinquanta Sfumature, lo penso più come il divertissement di un'autrice che ha voluto mettersi alla prova (o alla quale la sua CE ha espressamente richiesto di mettersi alla prova) con un romanzo erotico tout court. E questo è DECISAMENTE un romanzo erotico con sfumature BDSM. Il resto fa solo da contorno alle acrobazie erotiche dei due protagonisti. 
Visto che del romanzo in generale  hanno già detto molto le mie colleghe qui sopra, mi limito a passare alle mie conclusioni. L'idea di base della storia mi piaceva e devo dire che la prima parte del romanzo è anche promettente. Sevastyan si intuisce fin da subito come personaggio pericoloso e tutto d'un pezzo ma con un'incredibile allure sessuale , mentre Natalie è una ventiquattrenne che "forse" fisicamente è ancora vergine perchè non ha trovato l'uomo giusto con cui consumare, ma nella testa di virginale non ha proprio nulla, anzi, si diletta con sexy toys e letture porno senza imbarazzo alcuno. Due personaggi alla fine simili, con una forte personalità entrambi e con una passione per le pratiche erotiche sadomaso. 
La scrittura delle Cole è scorrevole, dettagliata, hot al punto giusto per questo tipo di romanzo, ma l'architettura della storia, lo sviluppo dei personaggi fa acqua da molte parti. L'uso della prima persona, inoltre, non aiuta a dare sfaccettature ai caratteri.  
Ho trovato la seconda parte del romanzo piuttosto noiosa e ho anche saltato delle pagine. La terza parte verso la fine si salva, forse perchè appare un personaggio che non ci aspetteremmo o forse perchè sembra saltar fuori quel po' di romanticismo che nel resto del libro ho faticato a trovare. 
Diciamolo pure, IL PROFESSIONISTA di romance ha proprio poco, e francamente trovo anche sprecato un personaggio come Sevastyan che in un altro tipo di storia sarei riuscita ad apprezzare molto di più. Natalie, invece, all'inzio mi sembrava una con un bel caratterino, spassosa, intelligente, un buon contraltare al freddo siberiano, mentre andando avanti sono arrivata a trovarla un po' assurda. Ma d'altro canto tutta la storia è piuttosto assurda e ci vuole una buona dose di 'sospensione di incredulità' per potercela bere, più volte rischia di cadere nel pulp. 
Tirando le somme, mi sento di dare tre cuori al romanzo perchè comunque mi ha incuriosita abbastanza per farmi arrivare alla fine, ma chi si aspetta un romance deve capire che questo non lo è. Nè è un romantic suspense erotico. E' un soft core porno, cioè un porno per signore, con un eroe killer cattivone che però appena vede l'eroina perde la testa e la vuole tutta per sè  (che avrà mai di così unico questa Natalie, francamente non l'ho capito) e un'eroina che accetta senza batter d'occhio il padre mafioso e l'amante killer e si lamenta pure se lui la vuole amare con dolcezza, perchè a lei nel sesso piace essere maltratta. Il tutto condito da scene erotiche varie più o meno spinte e un cambiamento di setting tra USA, Russia e Francia, che nulla aggiunge e nulla toglie ad una trama piuttosto sconclusionata. Forse perchè sostanzialmente è una storia 'claustofobica a due', i personaggi di contorno praticamente non esistono, tolto un piccolo spazio riservato al  padre mafioso di Natalie o alla sua amica sessuomane. 
Che vi devo dire, alla fine del terzo libro  tutte queste pratiche erotiche mi hanno stufata, l'eroina sono arrivata a non sopportarla più e ho trovato anche Sevastyan meno gnocco di quanto pensavo, dato che perde la testa per una rompi come Natalie. Insomma, leggetelo se siete in vena di un porno (giusto chiamare le cose come stanno, non c'è niente di male), ma non pensate di trovare molto altro.  Da parte mia penso che se Sevastyan fosse stato nelle mani di Anne Stuart... l'avrei amato alla follia! 


TI INTERESSANO QUESTI LIBRI? LI PUOI TROVARE QUI




DA LEGGERE NELLA SERIE THA GAME MAKER
1. The Professional (2014)
1.1. The Professional Part 1 (2013) ED. ITALIANA : IL PROFESSIONISTA - L'INCONTRO, Leggereditore, aprile 2015
1.2. The Professional Part 2 (2014) 
ED. ITALIANA : IL PROFESSIONISTA - LA RIVELAZIONE, Leggereditore, aprile 2015
1.3. The Professional Part 3 (2014) 
 ED. ITALIANA : IL PROFESSIONISTA - IL RIFUGIO, Leggereditore, aprile 2015
2. The Master (2015)

*****
L'AUTRICE
Kresley Cole, ex atleta, ha esordito nel 2003 con The Captain of All Pleasures, e da allora ha pubblicato quindici romanzi che fanno capo alle due fortunatissime serie: quella dedicata ai Fratelli MacCarrick (pubblicata in Italia da IRM collana Passione), una trilogia di romantic novels a sfondo storico incentrata sulla vita di tre Highlanders e la serie Gli immortali, quest'ultima insignita del premio RITA. Le sue opere sono state tradotte in più di dieci Paesi. Oggi l'autrice vive in Florida, con il marito e i loro cani.


VISITA IL SUO SITO: http://kresleycole.com/

TI INTRIGA LA TRAMA DI QUESTO ROMANZO E TI PIACEREBBE LEGGERLO? L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI? CONDIVIDI LA NOSTRA DISCUSSIONE E LASCIA UN TUO COMMENTO SUL LIBRO.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

GUARDA IL VIDEO DEL BLOG!