ROMANCE HAPPY HOUR CON...SIMONA LIUBICICH

Oggi diamo il benvenuto all'happy hour del nostro bar a SIMONA LIUBICICH


Prima di tutto cosa gradiresti bere mentre parliamo?
Ciao Samantha, questo bar virtuale mi piace tanto, anche se preferirei ci vedessimo tutte dal vero! Facciamo che prendo un bel caffé con panna e una spruzzata di cannella, ok?

1) Presentati alle nostre lettrici.
Ciao ragazze, innanzitutto diamoci del tu perché se no mi sento vecchia. Ho appena compiuto i 45, lo scrivo in numero così si vedono meglio. Sono un'autrice di romance storici erotici, ho diverse pubblicazioni con HM Mondadori e sono stata curatrice Delos Digital. Mi occupo anche di editing. Vivo a Chiavari (Ciavai, per le genovesi) in un palazzo storico che adoro. Sono felicemente sposata, una figlia tredicenne in piena crisi adolescenziale (povera me), due gatti di cui uno, ultimamente, mi sta facendo i bisogni fuori dalla lettiera...insomma, sono una persona molto normale. 
Reduce da tre cancri, spero non si presenti il quarto, mi godo la vita giorno per giorno tra scrittura, articoli, pochi amici (ma veri) e famiglia. Adoro la musica classica e l'opera, il balletto, stranamente anche l'heavy metal. Appassionata di film horror, attendo sempre nuove uscite che valgano la pena di andare a vedere. Amo sciare, il freddo polare, i viaggi improvvisati all'ultima ora e colleziono Barbie. Ho un carattere difficile, pignolo, spesso logorroico e prendo fuoco facilmente. Sono maledettamente sincera e questo mi causa non pochi problemi. Schierata politicamente a destra, sogno un Paese dove sicurezza e rispetto reciproco siano al primo posto. 

2) Quali sono i tre libri che porteresti con te su un'isola deserta e perché?
Lewis Carroll "Alice in wonderland", perché non si deve mai smettere di sognare. Albert Espinosa "Braccialetti rossi", perché spiega molte cose sul mio stato, su ciò che ho passato e che non ho ancora digerito, nella speranza non torni più...
Bram Stoker "Dracula", perché è semplicemente un capolavoro di scrittura.

3) Qual è il primo libro letto in vita tua?
"Piccole donne" di Louisa May Alcott. Non lo trovai così meraviglioso, al contrario feci fatica a finirlo e le sorelle March mi stavano pure antipatiche.

4) Che libro hai adesso sul comodino in attesa di essere letto?"Notes from a coma" di Mike Mc Cormack.

5) Un evento a cui avresti voluto assistere nel passato?
Un ballo in maschera nella Venezia dei Dogi, un vestito da fiaba e un uomo affascinante e misterioso col quale trascorrere una notte tra follia e sesso.

6) Perché dovremmo leggere i tuoi libri?

Perché cerco sempre di essere un po' diversa, di scavalcare per quello che posso, il cliché del romanzo. Perché metto sempre una pennellata di giallo e amo descrivere con passione i luoghi del set dove si svolge la trama.


7) Cosa è cambiato nel corso degli anni nella tua scrittura e nel tuo stile?
Molto, davvero. Da esordiente allo sbaraglio, la fortuna di essere presa da una grande CE, ho dovuto rimboccarmi le maniche e lavorare sodo per migliorare il mio lavoro. Ho ingoiato rospi, ma anche critiche costruttive che mi hanno aiutato a fare luce sulle mie "falle" di inesperta tecnica della scrittura. Lavoro e lavoro: in quattro anni credo di essermi trasformata, sapendo che non si arriva mai alla perfezione, ma la si insegue per sempre.

8) Qual è il tuo libro preferito e il personaggio che hai amato di più?
Nei romance storici, "Il lupo e la colomba" di Woodiwiss. Non esiste di meglio, per mio gusto. La scrittura, le descrizioni, lo splendido personaggio maschile e la trama non scontata ne hanno fatto un pilastro che sta in bella vista nella mia libreria. 
Il personaggio preferito: Dorian Grey di Oscar Wilde.

9) Esiste un personaggio, anche secondario che hai creato ispirandoti a un personaggio reale, famosa o meno?
Certo, Simone Aldobrandini, il protagonista del primo libro della trilogia HM. Mi sono ispirata alla mia icona maschile: l'attore Alexander Skarsgard (e sospiro...)

10) Hai un momento della giornata in particolare per scrivere? Uno per leggere?
Scrivo prettamente la mattina, quando sono totalmente sola a casa, ma non è una regola fissa. Sotto pressione, mi chiudo in studio e non ci sono più per nessuno, nemmeno per mangiare.
Per la lettura, il letto, la sera. Adoro leggere prima di addormentarmi, ma non disdegno la domenica, sul divano del mio studio, la copertina e una tisana, magari mentre fuori piove...
GRAZIEEEEEEEEE!



Visto che Simona si accontenta di un caffè che le ho già preparato
vi propongo un Irish Coffe da bere nelle fredde serate invernali:



L'Irish coffee, o caffè irlandese, è un caffè caldo, zuccherato, corretto con Whiskey irlandese e con uno strato di panna liquida sulla superficie.
Viene servito pre-riscaldando il bicchiere, mettendoci il Caffè corretto ben caldo e zuccherato ed aggiungendovi per ultima la panna freschissima e fredda.


****

USCITE RECENTI DI SIMONA LIUBICICH


UN BACIO SOTTO IL VISCHIO ( Amazon)
Londra, dicembre 1889
Jacob Lancaster, figlio del Marchese di Boyle, non riesce a dimenticare l'unica donna che l'ha colpito tra tutte le dame di Londra e che lo ha sempre trattato alla stregua di un cavalier servente da ricusare a ogni tentativo di corteggiamento. 
Anne Chase, figlia del Duca di Greystone è soprannominata la "serpe" a causa dei modi altezzosi e del carattere perfido.
Adesso, Jacob vuole vendetta, ma al più grande ricevimento dell'anno prima delle feste natalizie, si accorge che Anne non è quella che vuol dare l'impressione di essere. È troppo tardi quando si rende conto di aver commesso un errore fatale. L'ha umiliata e lei ora lo detesta.
Come potrà cercare di riconquistarla, e soprattutto, vorrà lei farsi riconquistare dall'uomo che l'ha volutamente ferita?Una favola di Natale che ha inizio con un bacio sotto il vischio...
Ti interessa questo romanzo? Lo puoi trovare QUI.

OSSESSIONE COLOR CREMISI ( HARLEQUIN) Londra, 1888 - Nessuna donna può dirsi al sicuro, mentre le gelide nebbie invadono le strade della metropoli sulle riva del Tamigi. Né le più sfortunate, nei vicoli di Whitechapel, dove la minaccia di Jack lo Squartatore si annida nell'ombra. Né le dame dell'alta società vittoriana, schiave di rigide convenzioni e riti soffocanti, sottomesse a padri e mariti. Olivia Lancaster non fa eccezione. Figlia di un nobile molto in vista, viene promessa in sposa al più viscido e rivoltante degli uomini, nonostante lei si opponga con tutte le sue forze. D'altra parte Olivia è una ribelle per natura. Erborista e filantropa, non si considera affatto inferiore in quanto donna ed è disposta a rischiare di persona pur di ottenere ciò che vuole. Anche l'uomo che desidera. Ethan Rowland, Conte di Stafford è stato il suo sogno proibito fin da quando era una fanciulla ed ora è pronta persino a incastrarlo con una scena di seduzione per compromettersi con lui e indurlo alle nozze riparatrici. Ma se Ethan si trova d'accordo nel godere delle grazie peccaminose di Olivia, di certo non è uomo che ami essere manovrato. Nemmeno dalla più sensuale e scandalosa lady di tutta l'Inghilterra.
Ti interessa questo romanzo? Lo puoi trovare QUI.


CONOSCETE I LIBRI DI SIMONA LIUBICICH?   COSA VI PIACE DEL SUO STILE? SE POTESTE FARLE UNA DOMANDA, COSA LE CHIEDERESTE?

PREMI ALLE LETTRICI E... I RACCONTI SCELTI DALLE BLOGGER!


CARISSIME, FRA TUTTE VOI  CHE AVETE LETTO  E COMMENTATO I RACCONTI  DELLE FESTE E' ORA VENUTO IL MOMENTO DI SCOPRIRE CHI HA VINTO I PREMI PROMESSI, CIOE' UNA PIOGGIA DI LIBRI MESSI GENTILMENTE IN PALIO DALLE AUTRICI CHE HANNO PARTECIPATO ALLA RASSEGNA.

Abbiamo fatto tante mini estrazioni quanti erano i racconti che avete commentato (vedi qui i dettagli)  e alla fine...

ECCO I NOMI DELLE FORTUNATE E 
I PREMI VINTI
Isabella M  ha vinto un ebook di Maria Cristina Robb
Alessandra Boleso ha vinto un ebook di Laura Gay
Lorangela Pozzato ha vinto un ebook di Sarah Bernardinello
Lady MacKinnon ha vinto un ebook di Paola Gianinetto
Christiana V ha vinto un libro di Ledra 
Nimue76 ha vinto un libro di Velonero
Daniela ha vinto un libro di Maria Masella
Emy ha vinto un libro di Fernanda Romani
Lady Aredhel ha vinto un libro di Velonero
Monia74 ha vinto un libro di Patrizia Ines Roggero
Milena ha vinto un ebook di Eva Palumbo
Cry Trilly ha vinto un libro di Emiliana De Vico
Rosi di Gaudio ha vinto un libro di Silvia Ami ( che uscirà a giorni)
Ekaterina Ulizki ha vinto un libro di Ornella Albanese
Antonella Santoro ha vinto un ebook di Anonima Strega
Simona Piras ha vinto un libro di Velonero

*****
LE LETTRICI ESTRATTE HANNO TEMPO FINO AL 21 FEBBRAIO PER CONTATTARCI ALLA MAIL IROSADIFRANCY@GMAIL.COM 
E FORNIRCI I LORO INDIRIZZI PER L'INVIO DI LIBRI CARTACEI O EBOOK


COGLIAMO L'OCCASIONE ANCHE PER SVELARVI QUALI SONO I RACCONTI DELLE FESTE CHE SONO RISULTATI PREFERITI  DALLE BLOGGER DI LMBR.

IL RACCONTO PREFERITO E' STATO...

"PASODOBLE" DI VELONERO

SECONDO CLASSIFICATO...
"CHICAGO WINTER" DI SARAH BERNARDINELLO

TERZO CLASSIFICATO...
"VIOLA" DI EMILIANA DE VICO


COMPLIMENTI ALLE AUTRICI E SOPRATTITTO A VELONERO E AL SUO "PASODOBLE", CHE DOPO ESSERE RISULTATO RACCONTO PREFERITO DALLE LETTRICI DEL BLOG SI E' GUADAGNATO IL PRIMO POSTO SUL  IL PODIO ANCHE COME RACCONTO PREFERITO DALLE BLOGGER!

****
VI DIAMO APPUNTAMENTO ALLE NOSTRE PROSSIME INIZIATIVE!

HO VOGLIA DI INNAMORARMI di Cassandra Rocca ( Newton Compton) - Recensione

INIZIA LA SETTIMANA DI SAN VALENTINO, UNA RICORRENZA A CUI IL NOSTRO BLOG E' PARTICOLARMENTE AFFEZIONATO, NON SOLO IN QUANTO FESTA DEGLI INNAMORATI MA ANCHE PERCHE' IL 14 FEBBRAIO SARA' L'8° COMPLEANNO DEL BLOG. 
INZIAMO SUBITO IN BELLEZZA CON UN GIVEAWAY DA NON PERDERE!

ATTENZIONE GIVEAWAY ! UNA COPIA CON DEDICA DELL'AUTRICE DI QUESTO LIBRO SARA' ESTRATTA FRA TUTTE LE LETTRICI CHE LASCERANNO UN COMMENTO INTERESSANTE A QUESTA RECENSIONE FINO AL 14/2.

Autrice: Cassandra RoccaGenere: Contemporaneo
Ambientazione : U.S.A.
Pubbl. Originale:
Newton Compton Editore, 28 gennaio, pp.314, € 9.90
Parte di una serie: No
Livello Sensualità : MEDIA
Disponibile in Ebook : Sì, € 4.99

TRAMA: Da quando ha lasciato casa e famiglia per trasferirsi a Los Angeles, Heaven Taylor ha un solo desiderio: trovare la propria strada e sentirsi una donna e soprattutto una giornalista realizzata. Ma la concorrenza è agguerrita e non è facile tenersi il posto neppure in un giornale di gossip. Per riuscirci dovrà ottenere lo scoop del momento: la top model più paparazzata insieme al suo amante misterioso. Decisa a farcela, Heaven si mette sulle tracce dei due a bordo di uno yacht, incurante delle nefaste previsioni del tempo che annunciano una terribile tempesta in arrivo proprio da quelle parti. Dopo varie peripezie, e proprio mentre sembra aver ottenuto le foto tanto agognate, il fortunale si abbatte sulla costa e la povera Heaven cade nell’oceano, vanificando i suoi sogni di gloria e trovandosi a rischio di vita. A salvarla da annegamento certo è David Cooper, che sopraggiunge su una barca bianca come un principe sul suo baldo destriero. Peccato che, nonostante la bellezza statuaria, David non sia propriamente un principe, e forse l’unica persona al mondo che Heaven sperava di non incontrare mai più…


La prima volta che lessi il nome di Cassandra Rocca fu su un post facebook di un'altra scrittrice italiana Roberta Ciuffi ed era il 2012, l'anno dopo a Gennaio usciva il suo primo romanzo self “Il Regalo più bello” che venne poi pubblicato da Newton con il titolo di “Tutta colpa di New York” a fine 2013. Posso considerarmi, quindi, una lettrice della prima ora, già da quel primo ebook si potevano intuire due cose adorate dall'autrice: gli States e la commedia romantica.
Sono passati tre anni e da New York ci siamo spostati sulla West coast, lo scenario dove si svolgono le avventure dei nostri protagonisti è Los Angeles, la città degli angeli, luogo ideale per paparazzi e reporter alla ricerca di pettegolezzi e scoop come la nostra protagonista.                                                                     
Era stanca di vivere quella vita sottotono, di aspettare, di dipendere sempre dagli altri per ottenere un risultato. Sognava un’esistenza soddisfacente e piena, voleva sentirsi speciale, vivere qualche emozione degna di nota.                                                              
Heaven vorrebbe emergere come giornalista ed è in cerca dello scoop che potrebbe portare a una clamorosa svolta nella sua vita, se questo metterà in pericolo la sua vita durante una tempesta che la troverà appollaiata su di uno scoglio con una reflex poco importa, le foto del momento saranno le sue. Purtroppo la sfortuna è come sempre in agguato e la ragazza, verrà salvata in extremis dal mare in tempesta, da una persona uscita all'improvviso da un passato che avrebbe preferito dimenticare.
Heaven e sua sorella Grace sono state cresciute da un padre severo e dominante, il reverendo Taylor, abbandonate dalla madre in tenera età scappata con l'amante generando uno scandalo che peserà sull'educazione e sul carattere delle ragazze.
Grace spregiudicata e appariscente, Heaven timida e morigerata, integerrima cresciuta con il terrore del giudizio del padre e della comunità.
Con un abile uso della tecnica del flashback, l'autrice ci fa conoscere l'antefatto che ha fatto incontrare e scontrare i nostri due protagonisti. Una uscita rubata al ferreo controllo del padre, un gruppo di ragazzi alticci e una scommessa da vincere, fanno sì che una serata meravigliosa si trasformi per Heaven in un passato da dimenticare e David Cooper il suo salvatore nonché affermato artista, in un uomo da detestare.
Quando però il destino ci mette lo zampino tutto può succedere, come per esempio finire su un isolotto deserto con una adorabile border collie e un uomo che vorreste odiare, ma che in realtà risveglia un'attrazione e dei sentimenti che Heaven credeva sopiti.                                                                 
Che serata… La testa era leggera come una piuma e le stelle sembravano roteare, sicuramente per effetto dell’alcol ingerito. Ogni sua terminazione nervosa pareva liquefatta, e questo di sicuro era merito del desiderio potente che David aveva risvegliato in lei. La risata liberatoria, infine, aveva alleggerito ulteriormente la tensione, spazzando via i pensieri, le insoddisfazioni, i dubbi sul futuro e la solitudine che si portava sempre addosso.
Era proprio vero: non era necessario molto, al mondo, per essere felice. Bastava avere accanto la persona giusta, quella con cui sentirsi realmente se stessi, e tutto diventava più bello. Si lasciò sfuggire un sospiro sconsolato. Era cotta di David Cooper, senza speranza. E se i soccorsi non fossero arrivati in fretta, rischiava di complicare ancora di più le cose. Complicarle tanto da innamorarsi perdutamente di lui.                           
Dopo un weekend in stile “laguna blu” tra sabbia, palme e stelle il ritorno alla realtà con le sue abitudini e i suoi problemi sarà duro, ma nessuno dei due protagonisti potrà negare ciò che è stato e ciò che forse potrà essere. Il lieto fine è dietro l'angolo ma Heaven dovrà affrontare ancora qualche vicissitudine prima di arrivarci.
David a prima vista potrà sembrare il classico ricco playboy, artista annoiato a tempo perso, ma scopriamo fin dai primi capitoli che è un uomo a tutto tondo, un uomo che ha sofferto, che ha dato fiducia a persone sbagliate e che deluso dalle sue esperienze ha perso il suo estro e la sua ispirazione, non riuscendo a replicare il successo planetario della sua prima mostra d'arte, si sente ogni giorno più disperato.                   
«Ci pensi?», chiese Heaven, piano, gli occhi puntati al cielo. «Ogni anno migliaia di persone stanno con il naso all’insù e gli occhi pieni di meraviglia a esprimere desideri ai detriti di una cometa. Mesi e mesi a sperare di vedere le stelle cadenti per poi scoprire che sono solo spazzatura, gli scarti di qualcosa di molto più bello».«Non sono i suoi scarti, fanno parte di lei», ribatté David. «Ed è questo che intendevo prima: ogni cosa è speciale, a modo suo. Una cometa è senz’altro una cosa meravigliosa, ma noi ogni anno stiamo con il naso in su ad aspettare la sua polvere. E ogni volta che ne vediamo un granello ci sembra di aver visto qualcosa di magico». La mano di David si posò sulla sua, inondandola con il proprio calore. «Se vogliamo vederla in quest’ottica, siamo tutti stelle cadenti: piccole parti di qualcosa di più grande, ma comunque degni di essere visti».Commossa, Heaven ruotò il palmo della mano per intrecciare le dita a quelle di David, che ricambiò la stretta con forza.      
Lo stile di Cassandra è pulito, brioso e corretto, senza sbavature e accurato, una scrittura che scorre piacevolmente che avvolge e ti trascina, le pagine volano e non ci si accorge del tempo trascorso a leggere. Alcune forse a prima vista potrebbero obbiettare sull'ambientazione straniera, ma vi assicuro che Cassandra anche in questo è stata brava, la storia e ben congegnata e ottimamente fotografata, in fondo non scordiamoci che Emilio Salgari scrisse di pirati della Malesia e di Corsari non abbandonando mai Torino.
Posso affermare che in questo anno di assenza dalle libreria lo stile di Cassandra è maturato, penso infatti che questo Romance non abbia nulla da invidiare alle commedie americane in stile Jill Shalvis o Kristen Higgins, una piacevole distrazione dalla routine quotidiana, una storia che vi farà sorridere e sognare.








PER LEGGERE UN ESTRATTO DI "HO VOGLIA DI INNAMORARMI" CLICCA QUI






LIBRI DI CASSANDRA ROCCA
Ho voglia di innamorarmi (2016)
Serie "Tutta colpa di New York" 
1.Tutta colpa di New York ( 2014) - ed. Newton Compton
1.5 In amore tutto può succedere - racconto solo in ebook- ed. Newton Compton
2.Una notte d'amore a New York (2014)- ed. Newton Compton
2.5 Tutta colpa delle gelosia (2014) - racconto solo in ebook- ed. Newton Compton
3. Mi sposo a New York (2014)

*****
CASSANDRA ROCCA HA PARTECIPATO POCO TEMPO FA AL ROMANCE HAPPY HOUR CON SAMANTHA. LEGGI QUI L'INTERVISTA

L'AUTRICE
Cassandra Rocca, giovane scrittrice di origini siciliane, vive a Genova. Nella vita di tutti i giorni lavora come educatrice infantile, ma dedica il tempo che le resta al suo amore più grande: i libri. Accanita lettrice e aspirante scrittrice fin dalla tenera età, ha iniziato a pensare di rendere pubblica la sua passione solo negli ultimi anni. La serie "Tutta colpa di New York" pubblicata da Newton Compton l'ha fatta conoscere al grande pubblico.

VISITA LA SUA PAGINA FACEBOOK: 
https://www.facebook.com/CassandraRoccaScrittrice/


TI INTRIGA LA TRAMA DI QUESTO LIBRO? L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI? PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE.
LASCIA UN COMMENTO A QUESTA RECENSIONE FINO AL 14/2 E PROVA A VINCERNE UNA COPIA CON DEDICA DELL'AUTRICE.

Se schiacci il tasto G+ qui sotto condividi al buon piazzamento di questa recensione del blog su Google.


L'ORLANDO BLU di Giulia Masini - Recensione


Autrice: Giulia Masini
Genere: Storico
Ambientazione:  Inghilterra 1819/ Oceano Atlantico
Pubblicazione: Giulia Masini su Amazon, pp.268

Livello di sensualità: Medio
Disponibile in E-Book: Solo in ebook, euro 2,99

TRAMA: Margharet Crosbell mal sopporta la vita da aristocratica inglese che è costretta a fare, tra ricevimenti e stagioni londinese. Lei figlia di un noto mercante navale, sogna di viaggiare per mare con suo padre e quando arriva il momento del viaggio tanto atteso verso il Marocco, non si fa scrupoli a lasciare la sua casa e Andrew Breting, Conte di Devonshire, il suo nuovo fidanzato. Purtroppo il destino ha in serbo per lei una terribile disgrazia, la nave di suo padre viene attaccata da uno tra i più temibili velieri pirata: l’Orlando Blu e a niente serve il tentativo di suo padre di farla sembrare uno dei marinai, l’uomo non ha fatto i conti con l’abitudine della ciurma pirata di “invitare” a bordo i giovani mozzi e Margharet finisce nelle loro mani senza che suo padre possa fare niente per salvarla. Tenuta legata all’albero di maestra, Margharet non osa neanche pensare a cosa le farebbero se solo scoprissero che è una donna e quando accade non le resta che rassegnarsi a subire le violenze più inaudite. Verrà salvata in extremis da un uomo tanto misterioso, quanto affascinante, per poi scoprire che non è altri che il capitano dell’Orlando Blu, Jed Ortega, che le propone un patto: diventare la sua amante in cambio della sua protezione dal resto della ciurma. Margharet riuscirà ad accettare questo compromesso? Verrà mai tratta in salvo o la sua vita resterà per sempre nelle mani di Jed Ortega e della sua ciurma di assassini? Tra scontri, fughe e salvataggi Margharet scoprirà che c’è qualcosa di più dietro all’aspetto selvaggio e tenebroso del capitano Ortega, qualcosa che le farà perdere completamente la ragione, portandola a fare cose che non avrebbe mai immaginato di poter fare.


Jed Ortega, professione pirata. Margareth Crosbell, signorina borghese molto   benestante che mal sopporta la vita di società della Londra aristocratica. Durante un viaggio in nave, con il padre, vengono attaccati da un vascello, l'Orlando Blu, e lei finisce nelle grinfie di Jed. Vive molte avventure spiacevoli, ma alla fine i due si innamorano. Purtroppo le cose che sembravano andar bene cambiano e i due protagonisti resteranno separati per lungo tempo. Entrambi  credono che l'uno sia morto, ma per fortuna si rincontreranno completamente cambiati e l'amore che provano ancora li unirà per sempre.
Un bel romanzo, anche se un tantino lungo. La prima parte l'ho letta molto bene, nel senso che l'ho trovata scorrevole e interessante; i dialoghi veloci, le risposte pronte e a volte anche divertenti. I personaggi sono ben descritti e il carattere di Margareth non è certo quello un po' stucchevole delle nobili dame, anzi...
Jed trovandosi questa donna accanto rimane spesso stupito per come si comporta e si sente intrigato sempre di più, al punto da innamorarsene profondamente. Maggie è riuscita anche ad essere stimata da tutto l'equipaggio, "nonostante" sia una "femmina".
La parte centrale, invece, è un po' lenta, non mi saputo coinvolgere come le prime pagine. Poi c'è stato come un cambiamento di rotta, la vicenda si è evoluta e ha fatto nascere dentro di me quell'interesse che spero sempre di trovare leggendo un romanzo. L'ultima parte è stata una vera escalation di emozioni. Mi è piaciuta molto e mi ha quasi fatto bruciare sul gas la verdura che stavo preparando! Mescolavo e leggevo, poi sono rimasta bloccata col braccio per sapere cosa stava succedendo ai due protagonisti e la verdura si è quasi attaccata sul fondo della padella. Ero nel mondo della fantasia... Se ci penso mi viene da ridere!
Riassumendo: la trama è bella, il libro è scritto bene e si fa leggere. Un esordio davvero promettente.


POST SCRIPTUM : DOPO AVRE PUBBLICATO QUESTA RECENSIONE CI SIAMO ACCORTE CHE SU AMAZON UNA LETTRICE CHE SI FIRMA 'GIULIANA' HA LASCIATO UN COMMENTO A QUESTO LIBRO MOLTO GRAVE, ACCUSANDO L'AUTRICE ADDIRITTURA DI "PLAGIO" NEI CONFRONTI DELLA SCRITTRICE KATHLEEN MACGREGOR E DEL SUO 'CORINNA'. 
POICHE' CERTE DIFFAMAZIONI POSSONO LEDERE IL BUON NOME DI UN'AUTRICE , ABBIAMO CHIESTO A IAIA CHE HA FIRMATO QUESTA RECENSIONE, E HA LETTO ENTRAMBI SENZA RILEVARE PARTICOLARI SIMILITUDINI, DI ESPRIMERE IL SUO PENSIERO A RIGUARDO:
L'ORLANDO BLU VS. CORINNA
Il primo è ambientato nel 1819 e il secondo nel 1662.


Ho letto su Amazon una recensione molto negativa su l'Orlando blu. E' scritto che è un plagio del libro Corinna di Kathleen McGregor. Un'affermazione molto dura. La parola "plagio" ha come sinonimo FURTO. Avendo letto, come questa opinionista, i due libri, devo dissentire. La cosa che accomuna i due libri è che le protagoniste sono due donne impavide, coraggiose, "maschiacci" e sono diventate volenti o nolenti mogli di corsari e che hanno combattuto a fianco dei loro uomini. Ma anche in questa similarità ci sono differenze. Il romanzo della McGregor è molto complesso, bellissimo e la sua splendida eroina affascina dall'inizio alla fine. Margareth, la protagonista del libro della Masini, è altrettanto valida, ma in tono minore rispetto a Corinna. Cosa può aver fatto pensare che l'Orlando blu sia un plagio? A parte i caratteri delle due donne, la vita che si svolge nelle navi, il rispetto e la stima che l'equipaggio rivolge a queste compagne non vedo altro.
I libri romantici pubblicati e ambientati nell'800 sono numerosissimi, e accade sempre che alla base ci sia un filo conduttore comune. Dall'antipatia nasce l'amore, o un colpo di fulmine, il cattivo da eliminare, genitori indifferenti, infanzia dura, il riscatto di chi si pente, i buoni sentimenti che prevalgono e che fanno concludere un romanzo con l'happy end. Allora vuol dire che la trama di base di tutti questi romanzi è un plagio ? Può essere che chi ha scritto la recensioni avendo apprezzato particolarmente, e a ragione, Corinna non sia riuscita ad apprezzare altrettanto L'Orlando blu,  ma dire che è un plagio non è assolutamente giusto. Non ci sono frasi uguali, e anche questo è molto importante, quindi la parola furto è davvero sbagliata. Se mi chiedessero quale libro preferisco tra i due, direi Corinna, ma non ritengo assolutamente che l'Orlando blu e la sua Margareth siano meno da rispettare. Le due autrici hanno un modo di scrivere diverso, a qualcuno piacerà più l'una dell'altra, e secondo me, i due libri possono stare nella stessa vetrina e far stabilire ai lettori chi preferisce chi. Ripeto, c'è poco che accomuna le due storie, sta al pubblico stabilire quale sia il romanzo più bello, ma solo questo, non altro. 




LEGGI L'ESTRATTO...
L’indomani mattina di buon’ora Jed era già sveglio, la sera prima aveva fatto fatica ad addormentarsi ma nonostante questo si era svegliato senza difficoltà. A differenza sua, i suoi uomini sembravano ancora nel più profondo dei sogni, russavano talmente forte che era convinto che se si fosse trovato sull’Orlando Blu li avrebbe sentiti ugualmente. Gli passò sopra, scavalcandoli per arrivare al fuoco, dove Tomas sempre sobrio e ligio al suo lavoro, aveva messo a cuocere qualche uova di tartaruga che doveva aver trovato quella mattina, quando lo aveva sentito allontanarsi lungo la spiaggia. Tomas era un semplice mozzo quando da bambino suo nonno veniva sull’isola per portare suo padre da lui e da sua madre. Nei giorni che restavano sull’isola, si era ritrovato molte volte a fare delle escursioni in sua compagnia, era stato come una sorta di fratello maggiore, conosceva quell’isola almeno quanto la conosceva lui, sapeva ogni punto in cui di solito andavano a deporre le uova le tartarughe, ogni ruscello e 
ogni grotta sommersa ed era l’uomo di cui si fidava di più a bordo. Appena si accorse che era sveglio, gli mise in mano una scodella con due uova, aveva appena cominciato a mangiare che vide Tomas guardare in direzione dell’Orlando Blu, si voltò a sua volta e vide uno dei suoi uomini remare lentamente verso terra e a bordo della scialuppa c’era la signorina Crosbell.

- Ma che diavolo… - sussurrò Jed posando le uova e incamminandosi verso la battigia. Aspettò pazientemente che la scialuppa toccasse terra poi fece un cenno al suo uomo che subito saltò a terra, senza aspettare un attimo afferrò il bordo della barca e la spinse nuovamente verso il mare. Margharet che si era appena alzata ricadde a terra finendo sul fondo della scialuppa, non ebbe neanche il tempo di chiedere una spiegazione perché lui saltò dentro e prese a remare con vigore per riportarla a bordo.

- Ma si può sapere cosa state facendo?
- Ti riporto a bordo!
- Ma perché, ho fatto qualcosa di sbagliato? – gli chiese non riuscendo a capire perché tutto a un tratto l’aveva relegata sull’Orlando Blu, ma il capitano non le rispose e continuò a remare come un ossesso.
- Lo so che avrei dovuto chiedervi il permesso… - gli disse appena arrivarono alla scaletta - …ma pensavo che avrei potuto chiedervelo una volta a terra…
- Sali! - le ordinò legando la scialuppa al veliero.
- Beh sapete cosa vi dico? – gli disse cominciando a salire su per la scala – Siete l’uomo più dispotico che abbia mai conosciuto! - arrivò sul ponte e dai nervi che aveva, avrebbe tanto voluto battere i piedi per terra.
Lui la raggiunse subito – Se non sei capace a restare a bordo allora ti chiuderò nella tua stanza, è quello che vuoi? – la prese per un braccio e l’accompagnò verso la sua cabina. Gli uomini a bordo si erano tutti voltati per vedere cosa stesse accadendo e Margharet provò un grande imbarazzo ad essere trattata come una bambina davanti a tutti.
- Santo Cielo, almeno datemi una spiegazione! – gli disse entrando nel castello di poppa - Insomma! - esclamò liberandosi dalla sua presa e voltandosi a guardarlo – Mi volete dire perché non posso tornare sull’isola?
Con un movimento veloce, il capitano la costrinse al muro, imprigionandola puntando gli avambracci sulla parete, poi a pochi centimetri da lei la guardò dritto negli occhi - Perché sull’isola ci sono io… e non so se riuscirò ad evitare…
Margharet rimase immobile, fissandolo come lui stava facendo con lei - Evitare cosa? – gli chiese ipnotizzata dai suoi occhi.
- Questo…- Jed si chinò su di lei e con dei movimenti lenti le sfiorò le labbra con le sue. Non voleva forzarla così aspettò che fosse lei a sporgersi un poco, appena la vide alzarsi sulle punte dei piedi si chinò e la baciò. Si accostò alla sua bocca brevemente allontanandosi quasi subito, lei rimase immobile, gli occhi nei suoi e le labbra socchiuse, in attesa. Jed la guardò un attimo, poi non se la sentì di farla aspettare ancora e tornò sulla sua bocca. Lo fece prendendole il labbro inferiore tra le sue labbra, assaporandola, mordendola delicatamente ed era talmente eccitato che non volle stringerla a sé, rimase aggrappato alla parete come se fosse l’unico modo per evitare di prenderla, lì, in quel momento. Alla fine, prima di perdere definitivamente il controllo, si costrinse ad abbandonare quella bocca, quel suo sapore dolce e se ne andò lasciandola sola. ...
****

L'AUTRICE
Giulia Masini nasce a Lucca nel 1973, la sua passione per la scrittura inizia quando è poco più di una ragazzina con alcuni racconti che custodisce gelosamente fino a quando le viene voglia di riprenderne in mano alcuni per svilupparli in modo più articolato. Nasce il suo primo romanzo: “Come Acqua e Cielo” che rimane però nel cassetto. Qualche anno dopo riprende in mano “L’Orlando Blu”, che pubblica in formato e-book nel Luglio del 2015 con StreetLib SelfPublishing e nel Dicembre del 2015 in esclusiva su Amazon. Segue poi il terzo romanzo “Il Sigillo dei Kerrey”. Attualmente sta terminando la stesura del quarto romanzo.

TI INTRIGA LA TRAMA DI QUESTO ROMANZO? TI PIACCIONO LE STORIE ROMANTICHE DI PIRATI ? HAI LETTO QUESTO LIBRO? COSA NE PENSI? PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE.
Se schiacci il tasto G+ qui sotto condividi a piazzare bene  questa recensione del nostro blog su Google.


STARDUST - L'INIZIO di Monica Lombardi - Recensione

Autrice: Monica Lombardi
Genere: Urban fantasy
Pubblicazione: EmmaBooks, 4 febbraio,  pp.37, racconto  prequel di nuova serie, in download gratuito SU TUTTI GLI STORE , solo in ebook
Livello sensualità: Medio

TRAMA:  “Ho sempre difeso la libertà di un autore di viaggiare nello spazio, oltrepassando i confini del paese dove vive. Ho sempre visto tanti autori viaggiare nel tempo, all’indietro soprattutto. Ora vi invito a partire per un nuovo viaggio insieme a me, a scoprire un nuovo mondo: il mondo dei Raven e degli Hawk, un mondo che vive nel nostro presente ma che parte, per quanto strano possa sembrare, dal futuro. Il sipario si alza su questo nuovo mondo e una ragazza ci viene incontro per accoglierci. Per raccontarci la sua storia. La conoscerete bambina, una bambina davvero straordinaria. Lascio la parola a Dana, figlia di Rave. La miglior guida che potessimo sperare di avere.” – Monica Lombardi


Catapultati in una Nuova Era, incontriamo una bambina che poi tanto bambina non è… Racconta storie leggendarie viaggiando tra un passato di cui si conosce la storia e un futuro che nasconde le sue carte, attraverso una polvere di stelle capace di rendere magico questo lungo viaggio.
Il breve racconto ci fa sognare una storia ricca di personaggi interessanti : da una parte i Mepow, gli esseri più cerebrali, depositari degli avanzamenti scientifici e tecnologici; dall’altra i Phys, coloro che avevano scelto la natura, che li aveva sfidati nei secoli a diventare più forti, più agili, più veloci. Sembrerebbero due razze divise eppure complementari: dove l’una ha poco, l’altra abbonda e viceversa; dove l’una profuma di sole, terra e aria, l’altra ha tutte le risposte tecnologiche per affrontare il futuro. Riuscirà Monica Lombardi nel corso di questa serie a farli avvicinare? Basterà l’amore e la passione? Un breve cenno lo abbiamo quando leggiamo una parola - i Pacificatori-  ma poi? Che altro succederà o… è già successo?
Come al solito Monica riesce a farci vivere la storia, i suoi protagonisti catturano subito la nostra attenzione e attendiamo impazienti un nuovo capitolo per scoprire di più.
Insomma poche pagine che ci proiettano verso una Nuova Terra, con personaggi sempre più belli, intriganti e dotati, verso un Nuovo Tempo, che sia futuro o passato poco importa, verso un tunnel in cui verremo ricoperti… da una polvere di stelle!






PER SCARICARE GRATUITAMENTE DA AMAZON QUESTO RACCONTO CLICCA QUI




L'AUTRICE
Monica Lobardi
Monica Lombardi è nata a Novara da padre toscano e mamma istriana. Lavora come interprete e traduttrice freelance. Sposata, madre di due figli, vive da più di trent’anni a Cornaredo, in provincia di Milano, dove si divide tra la scrittura, le traduzioni e il suo ruolo di mamma.
Con Emma Books ha già pubblicato la commedia romantica Three doors – La vita secondo Sam Bolton e la serie romantic suspense GD Team, così composta: Vertigo(romanzo), Nicky (novella prequel), Free fall (romanzo), Alex (novella), Spiral(romanzo), Miriam (novella) e da una Guida, che comprende, tra le altre cose, un racconto di Natale.
Monica è anche autrice di una serie rosa crime di cui è protagonista il tenente della Homicide Unit di Atlanta Mike Summers. Ha partecipato all’antologia di Emma Books Gli uomini preferiscono le befane e Voci a Matera. Altri suoi racconti sono riuniti nella raccolta Bluegirl e altre storie.

TI INTRIGA LA TRAMA DI QUESTO RACCONTO E TI PIACEREBBE LEGGERLO? L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI? TI PIACE LO STILE DI MONICA LOMBARDI ANCHE IN GENERI DI STORIE DIVERSE DA QUELLE CHE SEI  ABITUATA A LEGGERE? 



TENTARE DI NON AMARTI di Amabile Giusti (Amazon Publishing) - Recensione

Autrice: Amabile Giusti
Ambientazione: USA
Genere:  Contemporaneo, N/A
Casa Editrice: Amazon Publishing, 1 dicembre 2015
Pagine: 342
Formato: ebook (euro 4,99) e cartaceo (euro 9,99)
Livello sensualità: ALTO

TRAMA: Penelope ha ventidue anni ed è una ragazza romantica e coraggiosa con una ciocca di capelli rosa e le unghie decorate con disegni bizzarri. Orfana, vive con la nonna malata nella misera periferia di una città americana, e ha rinunciato al college per starle vicina. Di notte prepara cocktail in un locale e di giorno lavora in biblioteca. Aspetta l’amore da sempre, quello con la A maiuscola. Un giorno Marcus, il nuovo vicino, entra nella vita di Penny come un ciclone. È tutt’altro che l’eroe sognato: ha venticinque anni, è rude, coperto di tatuaggi, ha gli occhi grigio ghiaccio e un piglio minaccioso. È in libertà vigilata e fa il buttafuori in un club. Tra i due nasce subito ostilità e sospetto ma, conoscendosi meglio, scopriranno di avere entrambi un passato doloroso e violento, ricordi da cancellare e segreti da nascondere.


E' notizia recente: Amazon, il colosso dell'editoria online, non si accontenta di dar libero spazio alle autopubblicazioni sul suo portale, diventa esso stesso editore con le etichette Amazon Publishing e Amazon Crossing, quest'ultima creata per dar spazio a traduzioni di libri autopubblicati sulla sua libreria che hanno riscosso successo in lingua originale.
TENTARE DI NON AMARTI, uscito il dicembre scorso, è uno dei primi titoli Amazon Publishing di autrice italiana e la scelta ricaduta su Amabile Giusti mi sembra sia stata vincente.
Con la storia intima, difficile, a tratti sopra le righe di Penelope e Marcus, la Giusti decide di cimentarsi con il New Adult, genere del momento, optando per una narrazione a doppio punto di vista (terza persona per Penny e prima persona per Marcus) a cui i tanti N/A d'oltreoceano ci hanno ormai abituate. Il romanzo mutua dal genere anche l'ambientazione americana, ambientando la storia in una squallida periferia di una non ben identificata città del Connecticut. Su questa decisione ho sentimenti contrastanti. Sarò sincera, sono talmente abituata a leggere storie in lingua originale che questi 'americani' della Giusti che usano espressioni gergali così spiccatamente italiane mi sono suonati un po' fuori posto. Perchè non ambientarlo allora in una analoga grigia periferia di una grande città italiana? Perchè non chiamare Marcus, Marco e Penelope... Penelope ed evitare il solito richiamo 'esotico', di un'ambientazione statunitense che, in realtà, è davvero poco più di un background di cartone? Mi sarebbe davvero piaciuto fosse una storia tutta italiana, peccato.
Peccato perchè TENTARE DI NON AMARTI è un libro che ha saputo coinvolgermi e che non lascia indifferenti, mettendo a contrasto due protagonisti che ricalcano archetipi quasi da favola: Penelope è la piccola "cappuccetto rosso", giovane vergine di buon animo che si prende cura della nonna malata e Marcus è un "lupo" dal fisico scolpito e tatuato, con la fedina penale sporca, rozzo, sboccato e con il pensiero fisso alla sua ex (ancora in carcere) a cui lo lega un difficile passato comune. Penelope/Cappuccetto è ancora pura, ma la sola vista del bel Marcus le fa venire pensieri decisamente impuri: che sia arrivato il momento di sbarazzarsi di tanta purezza? Marcus, da parte sua, è un 'bad boy' fatto e finito, poco avezzo e persino guardingo davanti alla dolcezza e ai sentimenti 'che non conosce' e che Penelope gli suscita. La relazione fra i due, che si conoscono perchè si trovano ad abitare nello stesso palazzone di periferia, sembra all'inizio impari: Marcus, abituato agli sguardi femminili , intuisce il desiderio di lei ma decide sulle prime di evitare ogni coinvolgimento che possa in qualche modo frapporsi fra lui e la sua ragazza che presto uscirà di prigione. Ma il lupaccio non ha fatto i conti con la forza interiore di questa Cappucceto metropolitana, nè con l'attrazione che inesorabilmente li conduce uno nelle braccia dell'altra. Penelope è attirata dal lato sexy e macho di Marcus come un'ape al miele e Marcus dalla limpidezza intrinseca di Penelope, dal suo essere 'diversa' dalle donne che è abituato a frequentare, prima fra tutte la sua ragazza Francisca. Così, a poco a poco, l'intesa fra i due cresce e si trasforma, stare insieme non è più solo per il sesso, l'amore comincia a fare capolino e a minare gli equilibri. Penelope a quel punto sarebbe anche pronta a crederci, in una storia diversa, ma Marcus non è abituato a certi sentimenti e quando, alla fine, Francisca ritorna, lo fa giusto in tempo da evitargli di fare i conti con sensazioni tanto nuove quanto devastanti e gli dà una scusa per darsela a gambe. A quel punto a Penelope non rimane che prendere atto di quella scelta e cercare di andare avanti con la sua vita... ma l'amore vero, quando c'è, trova sempre il modo per tornare a casa, lo sapete, perciò, don't worry, anche Marcus troverà alla fine la strada del cuore. Con i suoi tempi, ma la troverà.
Lo stile della Giusti è sicuro e piacevolmente ritmato; il libro si legge senza inghippi, vivendo con Marcus e Penelope gli alti e bassi, i batticuori, le sofferenze e gli struggimenti di una relazione che dovrebbe essere solo un flirt ma che si trasforma in una vera storia d'amore. I due protagonisti sono ben caratterizzati, e Marcus spicca in particolare fra i due per la sua 'stronzaggine' non solo di facciata. Difficile trovare un altro eroe romantico tanto insopportabile e al contempo tanto desiderabile. Alla fine siamo divise fra il  desiderio essere nei panni di Penelope, fra le braccia (e nel letto) di Marcus, e quello di mandarlo di filato a quel paese senza passare dal via. Sensazione che non è scemata nemmeno dopo il sospirato happy end a causa di una scena finale che... avrei orchestrato in modo decisamente più romantico.
In ogni caso, TENTARE DI NON AMARTI è un libro che si legge volentieri; ci sono molti clichè del genere, niente di nuovo sotto il sole, ma la storia d'amore è piacevolmente contrastata, è scritto bene e riesce a mantenere viva l'attenzione fino all'ultima pagina, qualità che, visti i tempi, non è poi così scontata.
Consigliato, soprattutto se avete un debole per gli eroi romantici un po' (tanto)  bastardi. 










L'AUTRICE
Amabile Giusti è calabrese. Fa l’avvocato ma non si sente avvocato. La sua vita è scrivere romanzi e, anche quando lavora, pensa a come concludere o iniziare una storia. Per farla felice, regalatele un saggio su Jane Austen, un ninnolo di ceramica blu, un manga giapponese, o una pianta grassa piena di spine. Spera di invecchiare lentamente (sembra sia l’unico modo per vivere a lungo) ma mai invecchiare dentro. Ascolta molto e parla poco, ma quando scrive non si ferma più...
Dal 2009 ha pubblicato numerosi romanzi: Non c’è niente che fa male così, Cuore nero, la serie di Odyssea (Oltre il varco incantato, Oltre le catene dell’orgoglio, Oltre i confini del tempo), L’orgoglio dei Richmond, e con Mondadori Trent’anni e li dimostro e La donna perfetta.

VISITA LA SUA PAGINA FACEBOOK: 
https://www.facebook.com/amabile.giusti?fref=ts


TI PIACEREBBE LEGGERE QUESTA STORIA? L'HAI GIA' LETTA? COSA NE PENSI?  TI PIACE LO STILE DI AMABILE GIUSTI? PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE.
CLICCA QUI SOTTO IL TASTO G+ PER BEN POSIZIONARE QUESTA RECENSIONE SU GOOGLE.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!

GUARDA IL VIDEO DEL BLOG!