SUL FINIRE DI AGOSTO di Laura Caterina Benedetti


Autrice: Laura Caterina Benedetti
Genere: Contemporaneo
Pubblicazione: L.C.Benedetti, 12 marzo 2017, pp. 304
Parte di una serie: no
Disponibile solo in ebook a € 2,49

TRAMA: Morgana Rinaldi è appena rimasta vedova: suo marito Hugo è morto a ventisei anni e l'ha lasciata in gravi difficoltà. Dopo il funerale si presenta alla giovane un soccorso inaspettato nella persona di Lorenzo Goldstein, deciso ad ogni costo ad aiutarla per riparare agli errori del fratello minore. L'uomo si offre di ospitarla per qualche tempo nella sua villa in collina dove lei, troppo orgogliosa per tornare subito dai genitori, potrà riprendere il controllo della propria vita...
Tra maliziosi battibecchi e malinconiche confidenze, giorno dopo giorno i due protagonisti impareranno a conoscersi e, molto presto, scopriranno che è assai difficile resistere all'attrazione che li spinge uno tra le braccia dell'altra.
Sullo sfondo della bella Torino, nella cornice di un'elegante dimora, si snoda una storia di affetto e passione all'ombra di uno sconvolgente segreto familiare.

QUESTO LIBRO POTREBBE PIACERVI SE...

...vi piacciono le storie raccontate con uno stile d'altri tempi.
In 15 giorni gli avvenimenti che si succedono e che coinvolgono Lorenzo Goldstein e Morgana Rinaldi sono abbastanza sconvolgenti. I due protagonisti si conoscono al funerale di Hugo Goldstein, fratello di Lorenzo e marito di Morgana. Da questo momento la loro vita cambia.
E' possibile innamorarsi dopo 3/4 giorni? E' possibile venire a scoprire un passato che ha un segreto traumatico e riuscire a superarlo grazie anche all'amore che i due personaggi provano? In questa storia è ciò che accade.
La trama è piacevole ed è raccontata in modo semplice e lineare. Il modo di esporre di quest'autrice ha un sapore degli anni '50, come ho già potuto dire per un altro suo libro che ho letto, Notturno per un amore, ma stavolta ho notato una certa lentezza. C'è quasi una contraddizione, perché tutta la vicenda si dipana in pochi giorni nonostante il tourbillon di fatti ed emozioni, ma i dialoghi si prolungano in modo un po' fiacco e ogni capitolo scandisce quasi il tempo a ore. La Benedetti scrive lo svolgimento della storia descrivendo momento per momento cosa accade e quindi si sofferma parecchio su cosa succede giorno per giorno. Solo nella parte centrale del libro ho trovato un po' di verve, ma poi si è ripetuta quella malinconica tranquillità che ha reso la storia un po' fiacca.
Un romanzo che comunque consiglio, ma il lettore sappia che non troverà scene di erotismo e quel poco che è descritto mi ricorda una frase di Liala :"accompagno gli amanti in camera da letto, ma poi chiudo la porta..." 
 GIUDIZIO:  3 cuori.  Così così.

COME INIZIA IL ROMANZO...





****
L'AUTRICE
Laura Caterina è piemontese e ha dimostrato amore per la lettura fin da piccola; più tardi è venuta fuori la sua vena artistica, che le ha permesso di riversare nella scrittura fantasia ed emozioni. Le piace esplorare generi diversi, ma ama soprattutto inventare storie d’amore. Ha esordito come autrice indipendente nel 2012 con il romance "Non ti sposo!", a cui sono seguiti molti altri lavori.
VISITA LA SUA PAGINA FACEBOOK:
http://www.facebook.com/LauraCBenedetti



TI PIACEREBBE LEGGERE QUESTO LIBRO? L'HAI GIA' LETTO? CHE NE PENSI? PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE.
Grazie se condividerai il link di questa presentazione sulle tue pagine social.


DUE CUORI E UN DETECTIVE di Sarah Bernardinello (Triskell Edizioni)

Autrice: Sarah Bernardinello
Pubblicazione: Triskell Edizioni, pp. 128,maggio 2017,
Genere: M/M Paranormale
Ambientazione: Chicago
Livello sensualità: ALTO
Parte di una serie:  1°  serie Chicago Summer
Disponibile solo in ebook a € 2,99

TRAMA: Angel Mallory è il  titolare di un’agenzia investigativa a Chicago . In una calda sera di luglio, viene assunto da Adonais Malthus, un affascinante miliardario, per recuperare un oggetto prezioso. Seguendo i passi del ladro, Angel incappa prima in un’ aggressione e poi in un attraente poliziotto. Seth Rogers, detective della CPD, si ritrova, suo malgrado a soccorrere quel giovane sconosciuto. L’attrazione e il senso di protezione che prova nei confronti di Angel lo sorprendono, ma non così tanto da riuscire a a farlo restare lontano dal pericolo che percepisce intorno a lui. Per niente scoraggiato dall’azione violenta nei propri confronti, il giovane investigatore continua a indagare, scoprendo l’esistenza, per lui sconcertante, di creature che credeva sepolte nella leggenda.


In una Chicago afosa e rovente incontriamo Angel Mallory, affascinante investigatore privato ispano – irlandese con penetranti occhi verdi. Ingaggiato dal miliardario Adonais Malthus, per ritrovare un oggetto rubato, si metterà sulle tracce del principale sospettato. Durante le difficile ricerche conoscerà Seth Rogers un virile  poliziotto e l’attrazione sarà immediata. Lo stile è scorrevole , l’ambientazione ben ricostruita e curata ci accompagna  fino al finale facendo da sfondo a una vicenda, a mio avviso, debole. Mi sono chiesta quale sia stato il reale contributo di Angel nel risolvere il caso, visto che la maggior parte delle indicazioni vengono fornite dal derubato e soprattutto riesce a uscirne vivo solo grazie all’aiuto di Seth.
La storia che nasce tra i due protagonisti coinvolge ma purtroppo è solo accennata, come del resto la parte riguardante vampiri e lupi mannari, l’autrice ci fa dare solo un’occhiata a questo mondo tutto da scoprire per poi sfumare in un veloce finale, lasciandoci a bocca asciutta! Credo che questo aspetto  si possa imputare al numero di pagine, sarebbe bastato davvero poco per rendere la storia davvero appassionante. 
Ho imparato a conoscere e apprezzare la Bernardinello proprio tramite i racconti scritti per LMBR , quindi confido che i prossimi episodi di questa serie riusciranno a stupirmi.
Nel complesso la vivida ambientazione e lo stile fluido dell’autrice la rendono una lettura piacevole.


COME INIZIA IL ROMANZO...
Angel riceve una visita
Si soffocava. Stravaccato sulla sedia, i piedi posati sulla scrivania, Angel cercava di trovare ristoro in una birra ghiacciata scovata nel frigo.
Nonostante le finestre aperte, non entrava un filo d’aria e la temperatura era rovente. L’estate, a Chicago, si faceva sentire alla grande.
Sospirò e ingollò un sorso di birra.
Il condizionatore era deceduto il giorno prima, giusto in tempo per la settimana più calda del secolo. E lui non aveva un centesimo. Anche quello giustissimo.
Non si occupava di un caso interessante e, soprattutto fonte di guadagno da tempo. L’ultimo era già datato. Era un bel casino, niente da dire.
Se solo qualcuno avesse bussato alla porta, gli avesse offerto un incarico interessante e lo avesse pagato profumatamente… Se solo…
Controllò il cellulare, sbuffando quando lo schermo si illuminò. Nessuna chiamata, nessun SMS. Possibile che non ci fosse bisogno di un detective privato in tutta Chicago? Era stanco di dover aspettare che qualcuno lo contattasse. L’ultima volta si era ritrovato di fronte quel tizio elegante che gli aveva offerto un bel po’ di soldi, poi… più niente.
«Al diavolo!» sbottò, rivolto alle quattro mura dell’ufficio. Se lo sarebbe andato a cercare, il lavoro.
Si alzò in piedi, e in quel momento qualcuno bussò.
Angel sorrise. Quando si dice la tempestività…
Si avvicinò alla porta e aprì, trovandosi davanti uno degli uomini più belli che avesse mai visto. Restò fermo a guardare quell’Adone in completo Armani scuro con gli occhi sbarrati.
Il tizio tossicchiò e lo riportò al presente. «Si sente bene?»
Angel si riscosse, conscio di aver fatto la figura del cretino. «Benissimo.» Scrutato da quegli strani occhi colore dell’ambra, sperò che l’uomo non stesse pensando di andarsene. Poteva anche darsi che la sua faccia da pesce lesso fungesse da deterrente, ma era un bel pezzo che non vedeva qualcuno di così… Quel tipo era davvero bello, accidenti a lui. Sospirò, cercando di assumere un’aria professionale. «Desidera?»
Il visitatore avanzò di un passo e lui si spostò per farlo entrare nell’ufficio. Si accorse con disappunto che l’altro si guardava attorno, ma il volto impassibile non lasciava capire se l’ambiente lo disgustasse o meno. Si sentì in dovere di giustificarsi per il caldo torrido che gli aveva incollato la maglietta alla schiena.
«Il condizionatore non funziona, mi spiace per…»
Il nuovo arrivato lo interruppe, girandosi a guardarlo. «Domani chiamerà qualcuno per aggiustarlo.» Sedette sulla sedia più vicina, sollevando appena i pantaloni. Accavallò le lunghe gambe e mise in mostra un paio di mocassini Gucci che doveva costare quanto un suo anno di stipendio. Sempre se avesse trovato abbastanza clienti.
«Chi diavolo è lei?» gli chiese Angel, infastidito dall’aria di sicurezza che permeava il visitatore. Aveva un vasto giro di conoscenze, chi si comportava così poteva vantare una cosa sola. Fece il giro della scrivania e si sedette rigido. «Se ha a che fare con la mafia, può anche andarsene.»
Lo sconosciuto lo sorprese scoppiando in una breve risata, che gli fece scorrere deliziosi brividi lungo la schiena. Mafia o no, quell’uomo era un vero attentato ai suoi sensi. Si immaginò passare le mani nei capelli lisci, sbottonare la camicia candida e accarezzare quella pelle dorata. Il suo corpo aveva già cominciato a reagire.
Quanto tempo era passato dall’ultima volta che si era sentito così?
Basta! Aveva altro a cui pensare, altri problemi. Doveva sentire cosa voleva questo tizio e poi mandarlo via.
Si accorse che lo sconosciuto lo stava guardando con un lieve sorriso. Il pensiero che gli potesse leggere in faccia cosa stava provando lo agghiacciò. E lo eccitò.
«Mi dica cosa vuole, signor…»
«Adonais Malthus.»
Il nuovo arrivato lo interruppe, girandosi a guardarlo. «Domani chiamerà qualcuno per aggiustarlo.» Sedette sulla sedia più vicina, sollevando appena i pantaloni. Accavallò le lunghe gambe e mise in mostra un paio di mocassini Gucci che doveva costare quanto un suo anno di stipendio. Sempre se avesse trovato abbastanza clienti.
«Chi diavolo è lei?» gli chiese Angel, infastidito dall’aria di sicurezza che permeava il visitatore. Aveva un vasto giro di conoscenze, chi si comportava così poteva vantare una cosa sola. Fece il giro della scrivania e si sedette rigido. «Se ha a che fare con la mafia, può anche andarsene.»
Lo sconosciuto lo sorprese scoppiando in una breve risata, che gli fece scorrere deliziosi brividi lungo la schiena. Mafia o no, quell’uomo era un vero attentato ai suoi sensi. Si immaginò passare le mani nei capelli lisci, sbottonare la camicia candida e accarezzare quella pelle dorata. Il suo corpo aveva già cominciato a reagire. Quanto tempo era passato dall’ultima volta che si era sentito così?
Basta! Aveva altro a cui pensare, altri problemi. Doveva sentire cosa voleva questo tizio e poi mandarlo via.
Si accorse che lo sconosciuto lo stava guardando con un lieve sorriso. Il pensiero che gli potesse leggere in faccia cosa stava provando lo agghiacciò. E lo eccitò.
«Mi dica cosa vuole, signor…»
«Adonais Malthus.»
Angel aprì la bocca e la richiuse. «Malthus. Quel Malthus?»
«Se intende le industrie, la Borsa, i dollari, sì.»
E un uomo del genere, grondante denaro, aveva bussato alla sua porta? Doveva esserci un errore. Un grosso, madornale errore. Da parte sua, avrebbe tanto voluto una buca profonda in cui nascondersi, dopo aver accusato un miliardario di essere un mafioso. «Credo proprio abbia sbagliato porta e palazzo. E zona, signor Malthus.» Si alzò in piedi, fissandolo. «Noi due non abbiamo granché in comune.»
«Se mi fa il favore di sedersi, le spiegherò perché sta sbagliando, Angel. Lei è proprio l’uomo che cercavo.»
Angel si sedette, continuando a fissarlo. Malthus cercava lui? Valeva davvero la pena di sentire il perché. ...




*****
L'AUTRICE
Nata in Svizzera nel 1971, Sarah Bernardinello vive in Veneto, in provincia di Rovigo, a pochi chilometri dal mare. Laureata in Infermieristica nel 2003, lavora come infermiera presso il reparto di Oncoematologia dell'Ospedale di Rovigo.
Lettrice vorace fin da piccola, con un'immaginazione fervida, ha cominciato a scrivere da ragazzina. Vince il Premio Romance 2013 dei Romanzi Mondadori con il racconto storico La signora del mare, e pubblica diverse opere in antologie. Il suo  racconto MM Chicago Summer è arrivato secondo tra i preferiti delle blogger nella rassegna estiva di questo blog Summer Loving .

VISITA LA SUA PAGINA FACEBOOK:
https://www.facebook.com/sarah.bernardinello.1?fref=ts



TI PIACEREBBE LEGGERE QUESTO LIBRO? L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI? PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE.
Grazie a chi condividerà il link di questa presentazione sulle sue pagine social.

ORIZZONTI SCONOSCIUTI di Maya Banks (Leggereditore)

Autrice: Maya Banks
Titolo originale:
Echoes at Dawn
Traduttore: Alessia Cantagalli
Genere: Contemporaneo, Romantic Suspense
Ambientazione: Belize e Denver, Colorado (USA)
Pubblic. originale:Berkeley, settembre 2012, pp.336
Pubblic.italiana: Leggereditore, ebook: 15 giugno 2017/cartaceo: 30 giugno 2017, pp.352, cartaceo €9,90
Parte di una serie: 5° libro della serie KGI
Livello sensualità: MEDIO
Disponibile in ebook? Sì, € 4,99

TRAMA:  Grace Peterson è disperata: vive in clandestinità, in una perenne fuga da uomini malvagi e pericolosi determinati a sfruttare la sua straordinaria capacità di guarire gli altri. Il dono che la rende speciale – un’infallibile abilità telepatica che condivide con la sorella – è svanito nel nulla, lasciandola ora completamente sola e vulnerabile. La missione di riportare a casa Grace sana e salva è affidata a Rio, misterioso e implacabile membro del kgi, un uomo freddo e risoluto ma del tutto impreparato di fronte a quella donna ferita e confusa, che ne scalfirà la dura corazza. In Rio, Grace troverà un rifugio sicuro, e per la prima volta anche una speranza. Ma la missione è tutt’altro che semplice. Il pericolo a cui Grace sperava di essere sfuggita si è fatto più imminente che mai, trascinando lei e Rio verso un orizzonte nuovo e sconosciuto, in cui nessun posto può essere ritenuto sicuro. Seduzione, avventura e adrenalina conditi con un alto tasso di suspense.


Siamo arrivati al quinto capitolo della serie di romanzi di Maya Banks che hanno come collante il KGI. Per chi non sapesse cosa significa questa sigla non avendone letto in precedenza, dirò che è l’ unità speciale della famiglia Kelly, unità formata da più squadre di volontari perfettamente addestrati a muoversi in situazioni estreme. Una di queste squadre di intervento è capeggiata da Rio, che è il protagonista di quest’ultimo lavoro della scrittrice, e che si offre per andare a salvare Grace, sorella di Shea, personaggio visto in precedenza e che ora fa coppia con Nathan Kelly da lei salvato. Le due sorelle sono particolari: possono prendere su di sé i mali delle persone con cui entrano in contatto, e guarirle, o aiutarle a sopportare il dolore. Grace,  tenuta prigioniera e sottoposta ad esperimenti che l’hanno quasi uccisa, riesce a fuggire e, quasi in fin di vita, è sottratta ai suoi aguzzini da Rio. Da qui si snoda tutta la nuova storia che vede comunque apparire poi i personaggi già conosciuti. Mi è piaciuta molto questa vicenda perché si snoda attraverso scenari naturali di estrema bellezza ma che purtroppo sono devastati dalle armi dell’uomo. 
Il legame che nasce tra i due protagonisti è quasi una naturale conclusione del loro stare vicini e non è minimamente forzato, ma si sviluppa delicatamente perché Rio ha promesso a Grace che non la farà mai più soffrire. L’autrice ha approfondito anche le personalità dei due giovani e ha chiarito particolari della vita di entrambi che spiegano certi loro comportamenti.  La scrittura della Banks è capace di tenere l’attenzione incollata alle pagine e non dà un attimo di respiro perché la storia, pur nei momenti che sembrano tranquilli, fa presagire che subito, accadrà qualcosa di drammatico. A mio parere questo e “L’ora della verità”sono i migliori di questa serie del KGI per la perfetta sincronia tra amore, mistero, paranormale e azione.







COME INIZIA IL ROMANZO...
PROLOGO
Gordon Farnsworth aveva più soldi di dio. Aveva conoscenze che andavano oltre ogni immaginazione. Aveva vissuto la sua vita ai margini, immerso nell’oscurità, tanto sprofondato nella sua zona grigia che dubitava gli fosse rimasta la benché minima traccia di coscienza. Aveva a disposizione potere, ricchezza e informazioni. E nessuna di queste cose aveva importanza, perché sua figlia stava morendo e lui non poteva fare nulla per impedirlo. L’avevano
visitata i più grandi luminari del mondo, aveva ricevuto le cure migliori che i soldi potessero comprare, e tutti gli avevano detto la stessa cosa. Non c’era più niente da fare. Sua figlia era spacciata. Tutto quello che poteva fare era farle trascorrere nel migliore dei modi il tempo che le restava da vivere. Col cazzo. Non si sarebbe rassegnato al fatto che non ci fosse nulla da fare. Aveva scongiurato o scatenato guerre. Aveva esercitato la sua influenza su decine di leader mondiali. Avrebbe potuto causare il successo o la rovina di un intero Paese per puro capriccio. E non poteva salvare sua figlia? Percorse in lungo e in largo la biblioteca immersa nel buio dove spesso si rifugiava a riflettere con in mano un bicchiere di whisky Macallan da cento dollari. Il fuoco nel suo cuore si era spento, lasciando solo un po’ di carboni ardenti. Gli squillò il telefono e se lo portò bruscamente all’orecchio, urlando l’ordine prima che la persona all’altro capo potesse proferire parola.  «È vero quello che dicono di lei?» «Pare proprio di sì.» Farnsworth incurvò le spalle e si lasciò cadere sul divano, si sedette sul bordo, completamente sconvolto e confuso per l’impazienza. «È riuscita a guarire tutti i tipi di malattie e ferite, ma ne è uscita distrutta. L’abbiamo sfruttata ben oltre il massimo che poteva fare, ma è riuscita a risolvere tutti i casi che le abbiamo presentato.» «Non me ne frega niente se questa cosa la distrugge» ringhiò Farnsworth. «Portala qui. Non c’è un minuto da perdere.» Seguì una pausa interminabile, e a Farnsworth non piacevano le pause. Non erano mai un buon segno. «Mi sono permesso di anticiparla, signore. Quando ho saputo i risultati dei test della ragazza, ho capito che l’avrebbe voluta lì con l’urgenza del caso. Ho dato disposizioni di andare a casa sua, cancellare tutte le prove della sua esistenza, mettere a tacere chiunque la conoscesse e, naturalmente, prelevare Grace Peterson e portarla da lei.» Non gli piaceva la piega che aveva preso il discorso. Gli venne un nodo alla gola e serrò le labbra in una smorfia di rabbia. «Che cavolo è successo, allora? Dov’è? Quando arriva? Elizabeth non ha molto tempo!» Si sentì un sospiro profondo. «È scappata, signore.» Farnsworth saltò in piedi, e sputò, completamente fuori di sé dalla rabbia:. «Scappata? È scappata? Ma non era distrutta? Che ne è stato della sua debolezza e della sua fragilità dopo tutte quelle guarigioni? Come fa una donna nelle sue condizioni a scappare da una squadra di uomini perfettamente addestrati?» «C’è stato un problema di comunicazione, signore. Siamo stati male informati. La stanza in cui credevamo che la tenessero era vuota. Una delle esplosioni ha raso al suolo il posto in cui l’avevano trasferita e lei ha approfittato della confusione per scappare.» «Siete stati male informati. Un problema di comunicazione. La confusione. A chi cazzo sto pagando lo stipendio? A un branco di maledetti incompetenti?» «Siamo sulle sue tracce. Non la deluderemo, signore.» «Ci puoi giurare che non mi deluderete, cazzo»
disse Farnsworth infuriato. «Ti giuro che se mia figlia muore, tu e tutti quelli che ti stanno a cuore soffrirete le pene dell’inferno. Sterminerò tutta la tua famiglia davanti ai tuoi occhi. E poi procurerò anche a te una morte lenta e dolorosa. Hai capito?» «S... sì, signore.» Farnsworth attaccò e tenne a mezz’aria il telefono per un lungo istante, incerto se scagliarlo contro la finestra. Solo il pensiero che doveva agire in fretta per il bene di sua figlia gli diede la forza di fare un’altra chiamata. Aspettò giusto il tempo che servì a digitare una serie di numeri e codici di sicurezza, finché non prese la linea. Tagliò corto, evitò i convenevoli. Bisognava trovare Grace Peterson, e bisognava trovarla subito. «Voglio la Titan» disse a denti stretti. «Non me ne frega un cavolo di quanto costa. Passatemi la Titan.» ...




LA SERIE KGI/THE KELLY GROUP INTERNATIONAL

1.The Darkest Hour (2010) - ed.italiana: L'ORA DELLA VERITA', Leggereditore, gennaio 2014 - Ethan Kelly e sua moglie Rachel  - LEGGI QUI la ns recensione
2. No Place to Run, (2010) - ed.italiana: NESSUNA VIA DI FUGA, Leggereditore, giugno 2014 - Sam Kelly e Sophie Lundgren - LEGGI QUI la ns recensione
3. Hidden Away ( 2011) - ed.italiana: NASCOSTI NELL'OMBRA, Leggereditore, marzo 2015 - Garrett Kelly e Sarah Daniels - LEGGI QUI la ns recensione
4.Whispers in the Dark, (2012) - ed.italiana: SOSPIRI NEL BUIO, Leggereditore, gennaio 2016- Nathan Kelly e Shea Peterson -  LEGGI QUI la ns recensione
5. Echoes at Dawn, (2012) -  ed.italiana: ORIZZONTI SCONOSCIUTI, Leggereditore, giugno 2017 - Rio e Grace Peterson
5.5. Softly at Sunrise, (2012) - novella -Rachel Kelly e suo marito Ethan
6. Shades of Gray, (2012) - P.J. e Cole
7. Forged in Steele, (2013) - Steele e Maren Scolfield
8. After the Storm (2014)  - Donovan Kelly e Eve
9. When Day Breaks (2014) - Swonson 'Swonny' e  Eden
10. Darkest Before Dawn (2015) - Hancock e Honor
11. Brighter Than The Sun (2017) - Joe Kelly e Zoe
12. Wherever You Are (2017) - Skylar Watkins
****


VUOI SAPERE DI PIU' DELLA SERIE KGI E DEI SEXY FRATELLI KELLY? 
NON PERDERE IL NOSTRO POST RIASSUNTIVO! 

L'AUTRICE

Maya Banks  è il nom de plume di Sharon Long. L'autrice vive in Texas con il marito , i tre figli e un assortimento di gatti. Quando non scrive, alla Banks piace andare a caccia, a pesca o giocare  a poker. Vera 'figlia del Sud', ama proporre nei sui libri personaggi e ambienti del sud degli Stati Uniti. Oltre alla serie Romantic Suspense  KGI, la Banks ha anche scritto storici e ha da poco pubblicato una serie erotica tradotta anche in italiano.

VISITA IL SUO SITO: 
http://mayabanks.com/


TI PIACEREBBE LEGGERE QUESTO LIBRO?  L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI? TI PIACE LA SERIE KGI?  QUAL E' FIN ORA IL TUO LIBRO PREFERITO?PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE.

Grazie a chi condividerà questa recensione sulle sue pagine social.

E' UN GIORNO BELLISSIMO di Amabile Giusti (Amazon Publishing)

Autrice:  Amabile Giusti
Genere: Contemporaneo, New Adult
Ambientazione: Stati Uniti
Pubblicazione:  Amazon Publishing, 9 maggio 2017, pp. 378, euro 9,99
Livello sensualità: BASSO
Disponibile in ebook a 4,99

TRAMA: Grace Gilmore, bionda diciottenne di buona famiglia vive in un mosaico di cristallo in cui ogni tessera ha il suo posto preciso: i suoi genitori sono belli, ricchi e affettuosi, le porte dell’università di Yale si apriranno subito dopo l’estate, e un principe azzurro di nome Cedric è il fidanzato pronto a sposarla. Eppure bastano una sola notte e tre colpi bassi del destino a farle mettere in discussione tutto quel mondo. Con i cocci delle sue illusioni in uno zainetto e i frantumi della sua vecchia vita nel cuore, Grace si ribella al suo futuro perfetto, scelto da chiunque tranne da lei. Si lancia così in un inatteso e spontaneo road trip in giro per gli States , decisa per una volta a seguire il suo istinto e i suoi sogni. A New York conosce il bellissimo Channing: metà latino e metà asiatico, capelli di seta e fisico mozzafiato, irriverente ma gentile. Dalla Pennsylvania all’Ohio, dal Kentucky all’ Illinois, fino al tour sulla mitica Route 66, il destino sembra deciso a far intrecciare le strade dei due giovani. E mentre Grace imparerà a conoscere sentimenti nuovi ed emozioni autentiche – così lontane dalla sua vecchia vita -, Channing dovrà fare i conti con un tragico segreto che potrebbe spezzare il sogno di un giorno bellissimo.
                                                 

Cosa accadrebbe se un giorno che si preannuncia perfetto, fosse invece l’inizio di un incubo? Se tutte le certezze di una vita crollassero miseramente come un castello di carte? Grace, suo malgrado, sta per scoprirlo il giorno del  diploma. Tutto sembra procedere  come stabilito, l’ammissione a Yale, la carriera da avvocato, il matrimonio, un’esistenza già confezionata su misura per lei dalle aspettative dei suoi genitori e  di Cedric  lo storico fidanzato, fino a quando il destino decide di metterci lo zampino.
La dolce e innocente Grace  scopre che il tradimento di Cedric è solo la punta dell’iceberg che si è schiantato sul suo cammino. Come per un effetto domino, ci saranno altre rivelazioni che la indurranno a mettere in discussione tutta la sua vita. Comincerà a domandarsi se è davvero questa la persona che vuole essere, una bambolina fragile e aggraziata che vive per compiacere gli altri, mai abbastanza bella, mai abbastanza brava, mai abbastanza all’altezza. Quando è successo che  per compiacere gli altri ha annullato se stessa?
Grace ha bisogno di allontanarsi da New Haven , di ritrovare quella parte di sè combattiva  e coraggiosa che ha lasciato scivolare via, quindi armata di speranze e uno zainetto decide di partire.
Sarà l’inizio di un lungo viaggio, guidati dalla bravura dell’autrice attraverseremo  l’America , tra addii dolorosi addolciti da  incontri surreali e personaggi secondari al limite del fiabesco, Grace potrà finalmente spuntare tutte le voci della sua lista dei desideri.
La prima tappa sarà New York, dove incontrerà Channing, un bel ragazzo con profondi occhi blu dal taglio orientale che le cambierà la vita e le insegnerà a non sminuirsi mai e a cercare la felicità inseguendo  le sue passioni.
Channing però nasconde un segreto, il suo è un viaggio per allontanare l’inevitabile, per non subire passivamente, per riprendere in mano, alle sue condizioni, le sorti  della sua vita.
Questo romanzo è un viaggio attraverso le emozioni, vi farà riflettere sul valore degli affetti, sulle scelte di ogni giorno, sugli incontri e sul destino. Quel destino che a volte sembra accanirsi con potenti calci nel posteriore, ma che dovremmo imparare a guardare con speranza perché forse ci sta solo regalando un’opportunità. Per me è stato davvero così, quindi preparate i fazzoletti  e lasciate che le storia faccia la sua magia.
E’ un giorno bellissimo è un romanzo da leggere e custodire.


COME INIZIA IL ROMANZO...
UNO
Grace Gilmore era convinta che la sua vita somigliasse a un mosaico: un insieme di frammenti di vetro finissimo, alabastro, ceramica smaltata e oro zecchino perfettamente incastrati fra loro. Dopotutto, gli unici sassi che avessero mai intralciato il quieto scorrere del suofiume avevano più l’aspetto di cristalli Swarovski che di sassi veri e propri. Nulla avrebbe potuto indurla a credere che, invece, quei giorni dall’apparenza splendente fossero solo tessere di plastica accostate l’una all’altra con la sadica pazienza del tempo, allo scopo di scatenare un preciso effetto domino in una data precisa.
La data precisa fu quella del suo diploma. L’effetto preciso la travolse quanto il crollo del cielo.
Quella mattina di giugno era stata quanto mai priva di segni premonitori: pareva estratta dallo scrigno in cui Dio custodisce “gli ingredienti che compongono i giorni perfetti destinati alle ragazze fortunate”. Il cielo era limpido, l’aria profumava di fiori e Grace indossava un abito di seta e organza verde Tiffany con minuscoli petali dipinti lungo l’orlo, la toga e il tocco di raso bordeaux e grigio, e un sorriso con tutti i colori dell’arcobaleno. Sapeva già quale fosse il suo regalo, se non altro perché lo aveva scelto lei stessa: una Mini Cooper Cabrio intonata al vestito. La aspettava, insieme a dozzine di altre automobili regalate da altrettanti genitori, nel parcheggio di fronte alla Hopkins School, con un enorme fiocco rosso sul cofano.
A un tratto, dopo aver ricevuto il diploma dalle mani del preside e aver posato per un milione di foto insieme ai compagni e ai parenti, si accorse che Cedric era sparito.
Cedric Anderson era il suo fidanzato: qualsiasi altra ragazza avrebbe storto le labbra dinanzi a una parola tanto antiquata e solenne, ma non lei. Nonostante la giovanissima età, Grace aveva un’anima da principessa delle fiabe. Credeva nei buoni sentimenti, nel lieto fine, nei mazzi di rose regalati anche senza una ricorrenza e nel valore terapeutico dei tramonti, ed era convinta che il grande amore potesse arrivare nella vita a qualsiasi età. Nel suo caso, era arrivato quando aveva appena quindici anni, portava i riccioli biondi tagliati corti, i jeans skinny strappati sulle ginocchia e le scarpe da tennis colorate coi pennarelli indelebili. Le loro famiglie si frequentavano da tempo, ed era stato facile, quasi fatale, passare da un’amicizia infantile a un legame fatto di battiti più appassionati. Adesso Grace era cambiata parecchio: i capelli erano lunghi fino alle spalle, elegantemente ondulati, indossava gonne bon ton e ballerine pastello, ma era ancora sicura che Cedric fosse l’uomo della sua vita.
Era il ragazzo più bello di New Haven, tanto simile al principe Filippo della Bella addormentata Disney da sembrarne la versione in carne e ossa. I suoi modi avrebbero fatto impallidire qualsiasi vero monarca: non esisteva un diciottenne più gentiluomo. Lei era minuta, snella, timida, con grandi occhi chiari, piuttosto carina, ma non reggeva il confronto con la bellezza radiosa di lui. Che un simile esemplare di perfezione l’avesse notata e scelta, come si nota e si sceglie un’acquamarina fra i diamanti, era senz’altro un evento degno di una fiaba. Grace si era adagiata sul cavallo bianco del suo principe con l’abbandono di una fanciulla salvata da un drago. Inoltre, condividevano ogni progetto di vita: entrambi si sarebbero iscritti a Yale, entrambi avrebbero lavorato nello studio legale del signor Anderson, entrambi desideravano sposarsi, avere tanti bambini e vivere in una casa in stile coloniale col parquet di legno scuro, il camino di mattoni a vista e i mobili bianco latte.
Tuttavia, al momento, il favoloso Cedric appariva introvabile. Grace fece il giro dei gruppi di amici più intimi, intenti anch’essi a farsi immortalare sul prato, senza individuarlo.
A un certo punto le parve di scorgerlo, tanto alto e prestante da risultare inconfondibile: si stava avviando verso l’interno dell’edificio. Indossava ancora la toga ma si era tolto il copricapo, e i suoi capelli biondo miele splendevano al sole come velluto di seta.
Grace sorrise, calamitata da quel fulgore.
Si mise quasi a correre e raggiunse a sua volta il portone sul retro, tra colonnine bianche e armoniosi lampioni di bronzo. Fece appena in tempo a cogliere il profilo di Cedric che imboccava la scalinata centrale e scompariva oltre la prima rampa.
In quell’attimo, inaspettatamente, un piccolo aeroplano rombò sopra i tetti. Insieme a tanto frastuono, uno di quegli striscioni pubblicitari che sembrano code di aquiloni, rosso mela, con una scritta colorata, volteggiò tra il cielo e il campanile della Hopkins. Non pubblicizzava nulla, o perlomeno nulla che qualcuno potesse voler comprare o ricordare. Più che altro conteneva un monito latino: Memento mori.
“Ricordati che devi morire.”
Grace ne osservò il volo quasi radente attraverso la vetrata suddivisa in riquadri più piccoli, e non riuscì a trattenere un brivido e un sussulto. Chi aveva concepito quello scherzo di pessimo gusto, e perché? Qualche matto con una fissazione per l’apocalisse che, invece di appostarsi a un incrocio con un cartello sul petto, aveva deciso di usare quel sistema per infierire sul buonumore del prossimo? O più semplicemente, qualcuno che non era riuscito a diplomarsi si era divertito a tentare di sciupare l’altrui felicità?




ALTRI LIBRI  DI AMABILE GIUSTI

C'E' QUALCOSA NEI TUOI OCCHI ( Amazon Publishing, 2016)
Francisca Lopez è un angelo nero impossibile da conquistare: nel suo passato c’è dolore, violenza subìta e inflitta, c’è la delinquenza e c’è il carcere. E c’è un solo uomo, Marcus. Con lui ha condiviso la parte più oscura di sé. 
Ma ora Marcus se n’è andato, ha scelto di seguire Penny, la dolce ragazza dalle ciocche pastello per la quale ha deciso di cambiare vita, e Francisca deve costruirsi una nuova identità. Per farlo, sceglie Amherst, la città di Emily Dickinson, perché la poesia è stata la sua segreta ancora di salvezza. Se poi all’università il corso di poesia contemporanea è tenuto da Byron Lord, un professore giovane, seducente e con un nome decisamente profetico, affascinato dai suoi “occhi di petrolio”, la vita di Francisca può davvero sperare in una svolta. Tra i due nasce uno strano e delicato rapporto: una tenera alchimia d’amore che rischia a ogni momento di essere spazzata via dai segreti di entrambi e dalle tante fragilità di Francisca. Una storia destinata a incrociarsi con la nuova vita dell’indimenticato Marcus e della rivale Penny, in un finale dolcemente inaspettato.
Il sequel di Tentare di non amarti ci racconta una nuova vicenda di amore e riscatto: un viaggio profondo e toccante nell’animo inquieto dei suoi protagonisti così diversi... così uguali. LEGGI QUI LA NS RECENSIONE  Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI


TENTARE DI NON AMARTI ( Amazon Publishing, 2015)
Penelope ha ventidue anni ed è una ragazza romantica e coraggiosa con una ciocca di capelli rosa e le unghie decorate con disegni bizzarri. Orfana, vive con la nonna malata nella misera periferia di una città americana, e ha rinunciato al college per starle vicina. Di notte prepara cocktail in un locale e di giorno lavora in biblioteca. Aspetta l’amore da sempre, quello con la A maiuscola. Un giorno Marcus, il nuovo vicino, entra nella vita di Penny come un ciclone. È tutt’altro che l’eroe sognato: ha venticinque anni, è rude, coperto di tatuaggi, ha gli occhi grigio ghiaccio e un piglio minaccioso. È in libertà vigilata e fa il buttafuori in un club. Tra i due nasce subito ostilità e sospetto ma, conoscendosi meglio, scopriranno di avere entrambi un passato doloroso e violento, ricordi da cancellare e segreti da nascondere.
Una storia d’amore e rinascita, dolce e sensuale, tragica e catartica. L’incontro di due anime profondamente diverse darà vita a un amore che guarirà il dolore e l’odio del passato. LEGGI QUI LA NS RECENSIONE. Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI


*****
L'AUTRICE
Amabile Giusti è calabrese. Fa l’avvocato ma non si sente avvocato. La sua vita è scrivere romanzi e, anche quando lavora, pensa a come concludere o iniziare una storia. Per farla felice, regalatele un saggio su Jane Austen, un ninnolo di ceramica blu, un manga giapponese, o una pianta grassa piena di spine. Spera di invecchiare lentamente (sembra sia l’unico modo per vivere a lungo) ma mai invecchiare dentro. Ascolta molto e parla poco, ma quando scrive non si ferma più...
Dal 2009 ha pubblicato numerosi romanzi: Non c’è niente che fa male così, Cuore nero, la serie di Odyssea (Oltre il varco incantato, Oltre le catene dell’orgoglio, Oltre i confini del tempo), L’orgoglio dei Richmond, e con Mondadori Trent’anni e li dimostro e La donna perfetta. Per Amazon Publishing ha scritto Tentare di non amarti (2015) e il sequel C’è qualcosa nei tuoi occhi (2016).

VISITA LA SUA PAGINA FACEBOOK: 
https://www.facebook.com/amabile.giusti?fref=ts

TI PIACEREBBE LEGGERE QUESTO LIBRO? L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI?  PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE.
Grazie se condividerai il link a questa recensione su una delle tue pagine social.


BLOOD VOW - Black Dagger Legacy #2 di JR Ward (Mondolibri)

Autrice: J.R. Ward
Titolo originale: Blood Vow -Black Dagger Legacy
Traduttrice:Paola Pianalto
Genere:   Urban Fantasy
Ambientazione:  Caldwell, new York, oggi
Pubblicazione originale: Ballantine Books, dicembre 2016, pagg. 459, cartaceo €14,60
Pubblicazione italiana: Mondolibri, giugno 2017,  pagg.368
Parte di una serie: 2° serie “Eredi della confraternita”
Livello sensualità: ALTA
Disponibile in ebook: prossimamente

TRAMA: Tra le reclute della Confraternita, che addestra un esercito di giovani guerrieri pronti a battersi contro i lesser, è giunto un nuovo vampiro. Si chiama Axe e, come tanti, combatte per qualcosa che va oltre la difesa della razza. Lotta contro i fantasmi del proprio passato e i demoni del presente, gli stessi che lo spingono verso l’annullamento di sé nel sesso estremo e che alimentano il suo odio verso la glymera, la potente aristocrazia dei vampiri. Quando, per uno scherzo del destino, Axe diventa la guardia del corpo di un’aristocratica come Elise, l’attrazione che prova per lei minaccia di travolgere ogni cosa. E non c’è forza più violenta di quella che si scatena in un vampiro innamorato...


Aspettavo questo libro come si aspetta la pioggia dopo una lunga siccità! Io amo la Ward, rileggo due volte di fila i suoi libri e con questo non ho fatto eccezione. 
Secondo episodio dello spin-off nato dalla serie della Confraternita del pugnale nero, “ Blood vow”intreccia mirabilmente nel suo canovaccio le storie di nuovi protagonisti con i personaggi principali della serie madre.
Axe ed Elise sono due giovani vampiri, lui un trasgressivo, potente, introverso guerriero che ha avuto esperienza di Morte, droga e sesso estremo. Lei una rampolla di stirpe nobile, studentessa di psicologia in una università umana, cosa che le costa i rimbrotti di un padre conservatore e protettivo. Non potrebbero essere più diversi per retroterra socio-economico, cultura, esperienze ma basta che si guardino negli occhi una sola volta e sbam! La passione tra loro comincia ad ardere come una supernova. Diventando Axe la guardia del corpo di Elise, la possibilità per i due di frequentarsi sono innumerevoli, l'attrazione manifestata da subito nonostante i battibecchi aspri e numerosi tarda però a concretizzarsi perché entrambi restii a fidarsi e ad affidarsi a qualcuno che sentono troppo diverso. In ogni caso, a poco a poco i tratti caratteriali simili e le esperienze che hanno in comune, schiettezza, forte personalità, voglia di realizzarsi ed affrancarsi dai legami familiari passati e presenti, creerà tra loro una relazione emotiva che sommata ad un'attrazione sessuale indomabile, darà vita ad un amore forte e duraturo. 
Non mancano naturalmente gli ostacoli, i ripensamenti ed l'azione in puro stile Ward, che rendono la narrazione interessante ed avvincente, così come sono numerose le interazioni con gli altri personaggi che intervengono nel libro: i compagni del corso di reclutamento di Axe conosciuti nell'episodio precedente, che sono alternamente intoppo e risolutori nelle vicende che vedono coinvolti i protagonisti. Rhage, Mary e Bitty dopo essere stati i mattatori principali del libro “The Beast”, quattordicesimo libro della serie della confraternita, vedranno in “Blood vow” il definitivo lieto fine per la loro piccola famiglia e viene introdotto un personaggio, “Ruhn”, che già trovo adorabile per la sua dolcezza, pacatezza, malinconia e che spero abbia una sua realizzazione nel procedere della storia.
In definitiva il libro rende ulteriore onore a una scrittrice che ha un'inesauribile vena creativa, che coinvolge il lettore in un mondo di fantasia con l'indubbia capacità di renderlo reale a tal punto che ci sembrerebbe normale incontrare dei vampiri , che ogni volta riesce a stupire, commuovere, infiammare, intrigare coadiuvata da una scrittura chiara, moderna, fluida a volte anche onomatopeica, rendendoci spettatori partecipi e privilegiati dei suoi racconti. 
Mezza stella in meno delle cinque che avrei voluto dare solo perchè mi è sembrato che la storia dei protagonisti avrebbe potuto essere sviluppata più approfonditamente se per metà la scena non fosse stata loro sottratta dallo svolgimento così articolato del definitivo happy ending della famigliola di Rhage ( anche se ne ho amato ogni parola).





CLICCA QUI per andare alla pagina Mondolibri, prezzo € 9,99

******
LA SERIE BLACK DAGGER LEGACY - GLI EREDI DELLA CONFRATERNITA DEL PUGNALE NERO

1. Blood Kiss (Blood Kiss, 2015) -  Mondolibri, 2016
Nuovi volti e vecchie conoscenze ci accolgono alle porte di Caldwell, dove i vampiri vivono, combattono e si amano...  Sono passati due anni dagli assalti con cui i lesser hanno colpito l’aristocrazia dei vampiri di Caldwell e messo a dura prova la Confraternita. Ora l’ordine sembra ristabilito, ma in previsione di nuovi scontri Wrath e i Fratelli non vogliono farsi trovare impreparati. 
È tempo di selezionare una nuova classe di combattenti che protegga la razza e bisogna cominciare il prima possibile. Tra le reclute c’è Paradise, figlia di Abalone, il Primo Consigliere del Re dei vampiri, che, stanca di vivere sotto la campana di vetro dell’aristocrazia, ha deciso di mettersi alla prova. Un compito non facile, quando coloro che dovrebbero esserle amici si comportano come nemici e quando anche innamorarsi può diventare una questione di famiglia...  Dopo aver rubato il cuore a migliaia di lettrici, Wrath & Co. tornano a far parlare di sé con un’altra, intrigante saga. Ci attendono nuovi protagonisti e vecchie conoscenze (Butch e Marissa innanzitutto), pronti a spalancarci le porte del mondo dei vampiri: rosso come il sangue e come la passione. Leggi QUI la ns recensione. Se ti interessa questo libro lo puoi trovare QUI.

2. Blood Vow (Blood Vow, 2016), Mondolibri,giugno 2017
3. Blood Fury (2018)


VUOI SAPERNE DI PIU' SULLA CONFRATERNITA E SUI LIBRI DELLE SERIE USCITI IN ITALIANO?
 VAI ALLA NOSTRA PAGINA DEDICATA...

*****
L'AUTRICE
Grazie alla sua serie della Confraternita del pugnale nero, J.R. Ward,è attualmente una delle più popolari autrici di paranormal romance made in USA. Ogni suo nuovo romanzo è unn best seller che vanta milioni di fan in tutto il mondo. J.R. WARD ( nome de plume di Jessica Bird, già autrice di romanzi ros a contemporanei) vive nel sud degli Stati Uniti, con un marito che la supporta in tutto e per tutto e il suo amato golden retriver.Dopo il diploma in legge, la Ward ha lavorato a Boston nel settore farmaceutico ed è stata per molti anni Capo Staff di uno dei centri medici accademici più in vista del paese, ma la scrittura è sempre stata la sua passione primaria e la sua idea di paradiso è un intero giorno da sola in compagnia del suo computer, del suo cane e della sua caffettiera.Potete visitare J.R. Ward sulla sua messageboard per avere informazioni sulla Balck Dagger Brotherhood o mandarle una mail al suo indirizzo jrw@jrward.com.L'autrice legge tutte le mail che le arrivano ma, a causa del grosso volume di corrispondenza, non sempre è in grado di rispondere, anche se apprezza tutta la gentilezza e il sostegno dei suoi lettori.

Il SITO DI JR WARD: http://www.jrward.com/

VI INTRIGA LA TRAMA DI QUESTO ROMANZO E VI PIACEREBBE LEGGERLO?  L'AVETE GIA' LETTO? COSA NE PENSATE?  PARTECIPATE ALLA DISCUSSIONE.
Grazie se condividerete questa recensione sulle vostre pagine social.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!