Adele Vieri Castellano presenta...IL LEONE DI ROMA (Amazon Publishing)

ATTENZIONE GIVEAWAY! FRA CHI LASCERA' UN COMMENTO A QUESTA PRESENTAZIONE E ALLE ALTRE CHE SEGUIRANNO SUL BLOG FINO AL 26 SETTEMBRE, SARANNO ESTRATTE DUE COPIE CARTACEE DI QUESTO ROMANZO CON DEDICA DELL'AUTRICE.

Autrice: Adele Vieri Castellano
Genere: Storico
Ambientazione: Roma, Alessandria d'Egitto 50 d.C.
Pubblicazione: Amazon Publishing,26 settembre 2017,
pagine edizione cartacea pp. 510, € 9,99
Parte di una serie: 5° Roma Caput Mundi, autoconlusivo
Disponibile in ebook a € 3,99

TRAMA: Roma, 50 d.C. Massimo Valerio Messalla è nobile di nascita, colto per educazione e guerriero per scelta, ma la sua libertà sta per finire: il padre gli impone di sposarsi, per garantire una discendenza alla stirpe dei Valeri.
Ottavia Lenate è una giovane inquieta e curiosa, appassionata di scienza e astronomia, che desidera la conoscenza, non un marito, specie non uno ruvido e affascinante come Messalla, l’uomo a cui scopre di essere destinata.

Massimo e Ottavia si trovano così forzati in un’unione decisa da altri, finché il Fato non li porterà ad Alessandria d’Egitto. In quella terra arida, sterile come l’anima di Messalla e ricca di tesori nascosti come lo spirito di Ottavia, una terribile minaccia in arrivo dal passato metterà a rischio tutto ciò che Massimo, il leone di Roma, ama e vuole proteggere…

****

Massimo Valerio Messalla è un personaggio “nato” nel secondo libro della mia serie ambientata nell’antica Roma, Roma 42 d.C. Cuore Nemico. Doveva essere solo di “sfondo”, utile solo per quel libro e invece… invece a voi lettrici è piaciuto molto quel giovane aristocratico romano, ribelle e ferito dal suo Fato. Così, volente o nolente,


anche lui ha dovuto sottostare alle dure leggi dell’avventura letteraria ed eccolo qui, qualche anno dopo, pronto a condurvi con sé prima nella capitale del mondo e poi ad Alessandria d’Egitto. 
Raccontare come nasce una storia non è facile: sono giorni e giorni di studio, ricerche, visioni che appaiono e scompaiono davanti agli occhi mentre guidate un’automobile, scolate la pasta o vi accingete a guardarvi un telefilm in santa pace.
La trama de Il Leone di Roma all’inizio mi era abbastanza chiara nella mente ma, durante la stesura, ho cambiato più volte direzione. Non perché non riuscissi a scrivere o mi mancassero le idee, ma perché Messalla è un protagonista inafferrabile, mutevole, dalle mille sfaccettature. Nato dalla mia fantasia, a volte diventava così cocciuto da prendere le redini della storia portandomi dove voleva andare lui. L’inizio del libro l’ho riscritto tre volte. La prima non mi piaceva, la seconda mi sembrava troppo lenta e la terza… non piaceva a Messalla! Così ci ho provato ancora una volta quando qualcuno, dopo averlo letto, mi disse che così non andava bene.
Massimo ha riflettuto, anch’io, e alla fine di quelle lunghe riflessioni ho riscritto il Prologo, quello che leggerete voi nella versione definitiva del libro.


Un prologo che non è da romance, ma è molto da romano qual è Massimo Valerio Messalla, tutt’altro che romantico ma pratico e razionale. Anche lui ci si è subito trovato bene dentro e si è buttato in quelle prime righe a occhi chiusi perché è un vero soldato di Roma prima di tutto e perché è davvero lui, senza filtri, senza mediazioni: un distillato di coraggio, avventatezza e sì, di incoscienza. Da quel momento, da quando è entrato sotto la mia pelle con quelle immagini di sofferenza ed eroismo, la trama ha avuto una svolta, si è arricchita, è diventata qualcosa di vivo e reale. La storia è decollata.

Ve lo confesso: quando ho finito di scrivere il prologo ero commossa, mi commuovo ogni volta che lo rileggo. Forse il libro non incontrerà il vostro favore, forse non vi appassionerà come altri che ho scritto, forse la storia che leggerete non è quella che avevate immaginato per lui, ma so che quello che ho visto è il vero Massimo Valerio Messalla, con tutti i suoi pregi e i suoi difetti. Io so che non avrebbe potuto vivere o reagire diversamente da come agirà e vivrà in questo libro. Con il suo sguardo da leone, con il suo coraggio che spero saprà appassionarvi così come mi sono appassionata io nello scrivere la sua avventura.
Quando ho scritto l’ultima pagina, ho pensato di avergli regalato un bel viaggio, una bella vita, di avergli consegnato una donna innamorata. Spero che anche voi, quando leggerete la parola fine, capirete di aver vissuto con lui la sua vera, unica avventura.
Buona lettura de Il Leone di Roma!

Adele Vieri Castellano

*****
LEGGI UN ESTRATTO... 
Non appena uscì dal fresco colonnato, fu investito dalla vampa di calore che saliva dalle grandi lastre di marmo. Il sole al tramonto lo colpì come un guizzo di folgore. Il cielo era color arancio, con striature rosse e gialle. Verdi carrubi dalle chiome rigogliose e sottili palme frustate dal vento svettavano sul grande piazzale che separava gli edifici della biblioteca dalla strada affollata.

Statue di divinità animali umanizzate, alternate a quelle degli dèi greci, animavano il grande cortile interno. Quella di Iside era proprio al centro, maestosa, le vesti dipinte di blu e nero.Massimo fece un cenno alla scorta, che si radunò in un angolo per aspettarlo, e si inoltrò nell’immenso corridoio, ancora brulicante di gente. Lame di luce penetravano dalle alte bifore sulle pareti a meridione ma sarebbero scomparse a momenti, già gli addetti ai grandi lampadari di bronzo avevano iniziato ad accenderli.L’odore lo assalì: olio bruciato, polvere, sudore e quello dei rotoli, centinaia, migliaia di rotoli. Lo riconobbe, aveva imparato ad amarlo durante l’esilio, in quelle notti trascorse a scoprire i segreti della scienza.Vagò assorto nel pulviscolo palpitante. Ovunque personaggi chini sui testi, vestiti come mendicanti. Non si stupì: quasi tutti gli studiosi che frequentavano la Grande Biblioteca curavano poco il loro aspetto. Spesso erano magri, scavati, perché si nutrivano di calcoli, astronomia, matematica. Alessandria era una città straordinaria, più raffinata, più corrotta, più divoratrice di Roma, e forse aveva divorato anche sua moglie.
Ottavia era uscita alla quarta ora di quella mattina e non era più tornata.Quando Vibia lo aveva informato contorcendosi le mani e senza guardarlo, per prima cosa aveva fatto un giro nel quartiere degli orafi. Le donne, prima o poi, finivano tutte lì, lo sapeva per esperienza. Non l’aveva trovata, forse gli aveva detto la verità a proposito dei gioielli.
Ma quale donna non ama i gioielli?
Girò l’angolo, percorse un lungo corridoio. Conosceva a menadito quelle sale, un susseguirsi di pareti bucate come alveari fitte di rotoli.Vide un uomo calvo arringare i suoi allievi seduti in circolo, un gruppo di giovani piegati su una mappa di pelle conciata. Sembrava antica e molto interessante.Era lì non perché credesse davvero che sua moglie avesse passato la giornata nella biblioteca, era lì perché a lui piaceva.Proseguì diretto al salone che custodiva la gigantesca sfera armillare di Eratostene di Cirene, la meravigliosa invenzione frutto dell’ingegnoso scienziato greco. Il sole illuminava i suoi anelli di bronzo come appena lucidati. Si fermò sulla soglia, abbagliato. Quegli anelli rappresentavano la sfera celeste e, proprio grazie ai calcoli resi possibili dallo strumento, Eratostene aveva spiegato le sue teorie e i suoi calcoli astronomici. Accanto alla sfera c’erano un ragazzo, un uomo più anziano e una donna.
Quando la riconobbe rimase per un attimo interdetto.Ottavia Valeria gesticolava indicando uno degli anelli che componevano la sfera.
Massimo si concentrò sulla sua voce e sul suo aspetto. I capelli le pendevano in ciocche spesse sul volto, lei li rimetteva a posto senza successo, con gesto stizzito. La tunica scarlatta, trattenuta in vita da una cintura di seta, era scivolata lasciandole una spalla scoperta, e il velo, che una matrona romana avrebbe dovuto portare sui capelli, pendeva su uno scrittoio poco lontano, dimenticato.«È Aristarco di Samo che lo afferma, non io» stava dicendo piuttosto seccata al ragazzo, che la squadrò da capo a piedi.«Non voglio contraddirti, ma la Terra non si muove» replicò il giovane guardandola torvo.Lei incrociò le braccia sotto il seno e, invece di indietreggiare, avanzò bellicosa.
D’istinto Massimo si protese in avanti. Era una donna e per giunta sua moglie, per tutti gli dèi, ma all’ultimo istante qualcosa lo trattenne. Non sembrava bisognosa di aiuto, così si appoggiò con una spalla allo stipite di marmo che decorava l’ingresso, intrigato.«Certo che si muove, e chi non lo sa non ha mai letto né EudossoEraclide» rispose lei con il mento sollevato.Il giovane sbuffò.«Ma sentitela, il ricettacolo della sapienza. Il mio maestro dice che ciò che conta è l’esperienza.»«Un bambino cade su uno scalino e si fa male, il giorno dopo fa un’altra strada. È questa l’esperienza a cui ti riferisci?»Massimo intuì cosa stava passando nella mente del giovane ormai infervorato; gli sfuggì un involontario sorriso in attesa della risposta che avrebbe dato anche lui.«Da quando fanno entrare le donne nella Grande Biblioteca?» chiese infatti quest’ultimo, rivolto all’uomo più anziano. Sua moglie non gli badò e continuò la sua filippica.«Da quando gli uomini si basano solo sull’esperienza? Sappi che Aristarco afferma che la Terra compie una rotazione diurna attorno al suo asse. Inclinato.»Il giovane inarcò le sopracciglia come se avesse appena udito una bestialità. Non era il caso, visto che anche lui aveva letto i libri di Aristarco: sua moglie aveva ragione. Ma Ottavia quando aveva letto i testi dell’astronomo greco? La osservò come se avesse la possibilità di ottenere una risposta con la sola intensità della sua occhiata.L’uomo più anziano non perse il sorriso che aveva mantenuto per tutto l’animato scambio di battute.«Ottavia ha ragione, Lèmaco. L’asse è inclinato rispetto al piano dell’orbita intorno al Sole e giustifica l’alternarsi delle stagioni.»«Eróne, ma è un’assurdità» replicò il ragazzo rosso in viso. «Non ho mai letto una simile teoria.»«Allora, mio giovane allievo, non è questo il tuo posto. Torna da me quando saprai a memoria le opere dei grandi astronomi del passato e non mancare di rispetto a questa fanciulla. Anche la mente femminile ha capacità di discernimento e intuizione, nessuno finora ha potuto confutare questa mia affermazione.»Detto questo, lo studioso si rivolse a Ottavia.«Domani ti aspetto qui a metà giornata, ma adesso vi congedo. Si è fatto tardi e le mie ossa implorano pietà.»Massimo osservò il famoso matematico allontanarsi con l’aiuto di un ragazzino e del bastone. Le sue lezioni alla biblioteca erano così affollate che per parteciparvi bisognava prima superare un lungo colloquio, in cui si doveva dimostrare di possedere approfondite nozioni di matematica, geometria e astronomia.«È stata davvero una bella esperienza» ironizzò sua moglie congedandosi dal ragazzo ammutolito e gli voltò le spalle, diretta allo scrittoio dal quale recuperò il velo con grazia e dignità.Quello che stupì Massimo non fu l’espressione dipinta sul volto della giovane moglie quando lo vide, ma il piacere segreto che lo percorse.
Non era contento di trovarla lì senza scorta né approvava il suo comportamento, ma quel guizzo di stupore, l’incertezza e poi il lieve sollevarsi del mento, quando infine decise di affrontarlo, gli fecero salire un leggero formicolio dietro la nuca, una sensazione non del tutto sgradevole.
Se la trovò di fronte, le gote infiammate.«Immagino che la mia esperienza in fatto di matrone romane abbia bisogno di una rinfrescata» disse con una certa ironia, trattenendo a stento un sorriso di benvenuto.«Probabile, visto che hai passato la maggior parte della tua vita nell’esercito» replicò lei, seria.Il sorriso affiorò e lui non fece nulla per cancellarlo.«Toccherà a te rinfrescarmi la memoria, in modo che non cada in clamorosi errori di valutazione.»Così dicendo si staccò dallo stipite, le voltò le spalle e la precedette lungo il corridoio. Era sicuro che lo avrebbe seguito e fu così. La sua attenzione si focalizzò sullo scalpiccio appena udibile dei suoi sandali.«Avevo ragione, non potevo tacere» borbottò a un certo punto, e la sua voce accompagnò il rumore dei passi che rimbalzava sulle pareti.
Massimo non si voltò né si fermò, aspettò con una certa impazienza la frase successiva.«Certi tipi sono ignoranti come capre, si credono superiori a noi donne. Quel vermiciattolo non possiede un minimo di discernimento, eppure ha osato squadrarmi dall’alto in basso come fossi un insetto.»Rapido, Massimo valutò la sua opinione in fatto di donne e si accorse di non averne. Si girò a osservare la strana creatura che era stato costretto a sposare e che quasi gli sbatté addosso.
«Cosa vorresti dire con questo? Ti ha forse mancato di rispetto?» le chiese aggrottando le sopracciglia.Lei non rispose subito, si prese il tempo per riflettere.
«Non nel senso che intendi tu. Alludevo alla mia intelligenza. In quel caso sì che
mi ha mancato di rispetto.»«La tua intelligenza?»Lei spalancò gli occhi.«Certo. Ha osato dire che avevo barato negli esercizi matematici durante l’esame, ti rendi conto? Come se io non sapessi fare le equazioni o calcolare una radice quadrata. Il caprone!»Fatta questa sconcertante affermazione, la creatura lo superò, salì tre gradini e attraversò il salone successivo a passo di carica. La sua tunica sfiorava le grandi lastre di marmo, il velo le sventolava dietro come l’allegra fiamma di un caminetto.
Quando uscirono nel piazzale, il cielo era scuro e lui richiamò la scorta con un cenno. Si rivolse a Ottavia, che adesso sembrava la più remissiva delle mogli.«Perché hai mandato via Vibia e la scorta che ti avevo assegnato? Alessandria non è un luogo sicuro.»«Sono in grado di tornare a piedi, Villa Palmetum non è lontana» replicò lei.La lettiga si fermò accanto a loro.«Sali, parleremo quando saremo a casa» borbottò lui e attese che obbedisse.Quando la tendina si abbassò sul volto inquieto della moglie, Massimo ordinò che lo precedessero. Lui camminò per tutto il tragitto, aveva molto a cui pensare.
TI INTERESSA QUESTO LIBRO? LO PUOI PRENOTARE QUI




La Serie Roma Caput Mundi

1.Roma 40 DC - Destino d'amore (2012) - Leggereditore  - Marco Quinto Rufo e Livia Urgulanilla -   Leggi QUI nostra recensione
2. Roma 42 DC - Cuore nemico (2013) - Leggereditore  (Quinto Decio Aquilato e Ishold di Gerlach)Leggi QUI nostra recensione
3. Roma 39 DC - Marco Quinto Rufo/ Il prequel (2013) - Leggereditore Leggi QUI nostra recensione
4. Roma 46 DC - Vendetta (2015) - AVC Historie -   Marco Quinto Rufo e Livia Urgulanilla, Arash Thamurat Leggi QUI la nostra recensione

5. Il leone di Roma (2017) - Amazon Publishing - Massimo Valerio Messalla e Ottavia Lenate

*****
Adele Vieri Castellano pubblica per Leggereditore il suo primo romanzo storico, Roma 40 DC - Destino d'amore, dopo aver vinto il concorso di racconti indetto dalla stessa casa editrice nel 2011. Nata a metà degli anni Sessanta, ha vissuto per anni in Francia e ha due punti ben saldi nella sua vita: la lettura e la scrittura. Vive a Milano, ha una figlia di diciannove anni, un compagno che si chiama come l'eroe del libro, tre gatti e un computer portatile. Nonostante le traduzioni, l'editing di libri, gli articoli e i romanzi che affollano le sue giornate, non dimentica mai le amiche. Perché senza di loro, il suo sogno non si sarebbe realizzato. La ricostruzione storica esatta e le atmosfere perfettamente rievocate permettono al lettore di tornare indietro nel tempo e di vivere un'esperienza unica accanto a personaggi verosimili e pieni di forza.


CONOSCI LA SERIE ROMA CAPUT MUNDI? COSA TI ASPETTI DA QUESTO NUOVO ROMANZO? COME TI IMMAGINI DEBBA ESSERE LA DONNA DI CUI MESSALLA SI INNAMORA? 

APPUNTAMENTO A VENERDI' 22/9 PER UN'ALTRA PARTE DI PRESENTAZIONE DE IL LEONE DI ROMA E, SOPRATTUTTO, UN ALTRO PREZIOSO ESTRATTO DAL LIBRO CHE TUTTE LE LETTRICI DI ADELE VIERI CASTELLANO STANNO ASPETTANDO DA DUE ANNI!


DEVOTION di Estelle Hunt e Lidia Calvano

DEVOTION
Autrici: Estelle Hunt, Lidia Calvano
Pubblicazione: E.Hunt e L.Calvano, settembre 2017, pp.330
Genere: Erotico
Ambientazione: New York
Parte di una serie: No
Livello sensualità: ALTO
Disponibile solo in ebook a € 2,99 - KindleUnlimited 

TRAMA: C’era stato un tempo in cui tutto il mondo si riduceva a loro tre, i migliori amici mai esistiti sulla faccia della terra: Adam il ribelle, Ethan il generoso e Amber, la ragazza di cui entrambi si erano innamorati. Poi il destino aveva mescolato le carte, le strade si erano divise e Adam era rimasto escluso da tutto, dall’amicizia, dall’amore, dalla famiglia. 
Ora Adam sta tornando, per riprendersi quello che sente appartenergli di diritto. Ha reinventato la sua vita, è andato avanti grazie alla rabbia e all’ostinazione, partendo di nuovo dal nulla. È un uomo che non crede più in niente, che ha come unico punto fermo la passione mai sopita per quella ragazza dai capelli di fuoco.
Ma il “ribelle” ha fatto i conti senza il suo vecchio amico, senza la donna in cui Amber si è trasformata e persino senza se stesso.


Siamo in Connecticut, Adam Harrison si è appena trasferito a New Hartford. Figlio di un  pluri decorato generale  dell’esercito, da bambino timido e taciturno, grazie alla continua disapprovazione paterna, Adam si è presto trasformato in un ragazzino arrabbiato e prepotente. Sui banchi della nuova scuola incontra Ethan, solare  e  generoso, e tra loro nasce una profonda amicizia.  Sarà ancora una volta un trasferimento a cambiare le loro vite. Amber Campbell, ragazzina dolce e brillante dalla  chioma rosso fuoco, arriva a scuola e sin da subito diventa l’elemento che completa il loro duo. Passano gli anni  e i tre diventano inseparabili; Ethan è la colonna portante del gruppo, deciso, sicuro di sé, sempre disponibile. Adam, invece, introverso e scontroso con il resto del mondo, sembra lasciarsi andare solo con i suoi amici. E poi c’è lei, Amber, che da ragazzina dolce e un po’ goffa si è trasformata in una giovane donna, bella e con un corpo mozzafiato, e loro non possono fare a meno di notarlo.  Se Ethan si limita a sognare di lei, Adam  decide di farsi avanti, lei rappresenta   un’oasi di pace dalle angherie paterne, lo capisce con uno sguardo e soprattutto lo accetta così com’è. Quello sarà il momento in cui la loro amicizia cambierà per sempre. Amber e Adam sono così presi l’uno dall’altra da non accorgersi del sentimento che sta divorando Ethan : la gelosia. Lui soffre in silenzio, perché non vuole stravolgere i loro equilibri, ma grazie  all’allontanamento  forzato di Adam, avrà  l’occasione, mentendo sulle motivazioni e omettendo messaggi importanti, di prendersi quello che vuole: Amber.
Sono passati 12 anni, Amber e Ethan si sono trasferiti a New York e lavorano insieme, Amber gestisce una società di investimenti mentre Ethan è un brillante avvocato, sono ormai una coppia consolidata, hanno affrontato con coraggio il cancro che ha colpito Amber e ne sono usciti più forti e innamorati. La loro vita sembra perfetta fino a quando Adam ricompare in ufficio per una proposta di lavoro e riapre vecchie ferite che sembravano ormai guarite.  Adam è diventato un modello famoso e di successo, carismatico e affascinante, è ormai un uomo sicuro di sé, tornato dal passato per vendicarsi delle due persone che più ha amato al mondo e che più l’hanno tradito. Tutte le bugie  e le verità nascoste vengono alla luce, Amber è  delusa e confusa, ama Ethan, non potrebbe immaginare la sua vita senza  di lui, ma rivedere Adam ha fatto riaffiorare ricordi e sentimenti mai dimenticati… Ethan sente crollare miseramente tutto quello che ha costruito negli anni, quasi con un senso di liberazione, ma non è disposto a rinunciare a lei.  Per Amber si avvicina il momento della scelta, ma come si può rinunciare a un pezzo del proprio cuore? E perché rinunciare…?
Le autrici con il loro stile ricercato hanno confezionato un romanzo davvero intenso, le incursioni nel passato, pur rallentando il ritmo del libro, sono indispensabili per capire pienamente le dinamiche tra i protagonisti. Altro elemento fondamentale, sul quale non nutrivo nessun dubbio – avendo letto e apprezzato il loro Rehab - è l’accuratezza con la quale sono stati tratteggiati i protagonisti dal punto di vista psicologico. Pensieri e sentimenti prendono vita nelle pagine e rendono partecipe il lettore delle emozioni vissute  da questo insolito trio.
L’unico appunto che mi sento di fare è forse all’ambiguità nella sinossi, credo sarebbe giusto esplicitare che si tratta di un mènage  à trois. Con questo non aspettatevi scene di sesso estremo, tutto viene raccontato  mettendo in risalto soprattutto  le sensazioni,più che l’aspetto puramente fisico. Io per prima mi aspettavo un finale diverso, ma arrivata a metà libro ho capito che come per Amber, sarebbe stato impossibile scegliere.








COME INIZIA IL ROMANZO...
Prologo
Quasi cinque anni prima. Le palpebre erano gonfie e pesanti. Profonde occhiaie le disegnavano il contorno degli occhi, un respiro lento e innaturale le sollevava il seno, nascosto dal camice verde segnato dalla tintura di iodio. Ethan le teneva la mano per le dita, attento a non spostare la cannula che infilzava le vene del dorso. Di lì a poco, dicevano i dottori, si sarebbe svegliata, ma subito l’infusione controllata di morfina l’avrebbe di nuovo accompagnata in un sonno profondo, senza dolore né consapevolezza. Tuttavia per assistere a quei pochi istanti lui era lì da ore. Per poterle dire che era andato tutto bene, che i chirurghi erano soddisfatti dall’intervento, che di sicuro l’esame istologico avrebbe confermato che il male era solo all’inizio.Un colpo di tosse la scosse; nonostante la sedazione, Amber fece una smorfia di dolore. Ethan sentì il ghiaccio impadronirsi di tutte le ossa e arrivargli fino ai denti. Non sopportava di vederla soffrire, avrebbe dato qualsiasi cosa per nondover assistere a quel percorso. Un velo di sudore gelato lo avvolse, subito asciugato dall’aria condizionata della clinica privata. Si terse la fronte con la mano libera, più per cacciare i cattivi pensieri e la preoccupazione che per reale necessità. Rimase per qualche secondo a occhi chiusi, serrando la stretta sulle dita di lei, aspettando che la crisi di ansia che lo artigliava si allentasse. Respirò a fondo, cercò i pensieri più tranquillizzanti che poteva evocare, si ripeté “sta bene e nulla me la porterà via”, come un mantra. Quando infine riuscì a riprendere il controllo delle emozioni, alzò lo sguardo e vide che si era svegliata. Lo fissava con occhi liquidi e opachi, come se stentasse a mettere a fuoco lui e tutta la situazione.
Ricambiò appena la stretta sulle dita, cercò di deglutire ma il volto si deformò per il fastidio. Alzò lo sguardo alla flebo, che elargiva goccia dopo goccia promesse di guarigione. Poi si guardò in giro, scandagliando la stanza fin nel più remoto angolo, fin dietro le spalle robuste di Ethan. Lui si irrigidì sulla sedia e il panico fece di nuovo capolino nella sua mente. Cercò di esorcizzarlo con le buone notizie.«Amore, è andato tutto bene.»Lei annuì, già di nuovo in preda a una stanchezza farmacologica irresistibile. Tirò le labbra in un simulacro di sorriso e richiuse gli occhi. Ethan rilassò i muscoli, felice che fosse di nuovo sprofondata in un riposo senza pensieri né domande. Poggiò con estrema delicatezza la mano sul lenzuolo, salutandola con una carezza leggera. Depose un bacio sulla fronte ancora incartata dalla cuffia di finto tessuto. Percepì al contatto le poche linee di febbre, ma era di sicuro solo lo stress dell’organismo che rispondeva all’intervento. In quell’attimo comprese perché le madri baciano di continuo i figli piccoli. Per accertarsi che stiano bene.
Cacciò quell’immagine con rabbia. Figli da quel momento era una parola tabù. Le labbra di Amber sarebbero state soltanto sue, da quel giorno in avanti. Nessun marmocchio gli avrebbe rubato il posto nel cuore della sua donna. Nessun bambino lo avrebbe mai chiamato papà. Solo loro due, una splendida coppia felice, come tante altre a Manhattan; infinite, meravigliose coppie di successo sceglievano di non procreare, per non sacrificare nulla della loro vita dorata. Il cuore gli si strinse. Loro non avevano mai parlato di figli, ma non avrebbero neppure potuto scegliere se averne o meno.
Scosse il capo con forza. L’importante era che Amber guarisse. Tutto il resto si poteva risolvere. Adozione, utero in affitto, insomma, non mancavano certo le possibilità né le risorse economiche per i progetti familiari più ambiziosi. Purché il cancro la risparmiasse, purché si allontanasse per sempre, dopo averla soltanto sfiorata.Prese il soprabito e si avviò alla porta in punta di piedi, quando un sussurrò lo bloccò.«Lui non c’è, vero?»Strinse i pugni, senza voltarsi. Non aveva coraggio di guardare la sua espressione addolorata, la speranza delusa, l’amarezza di un’assenza annunciata.«Gli hai impedito tu di venire?» Fece di no, con un gesto ampio e deciso, e si decise a voltarsi, perché nasconderle il viso poteva far sospettare una menzogna. Si specchiò nella tristezza degli occhi che amava tanto, ma quello strazio gli arrivò fino in fondo al cuore come rabbia, senso di ingiustizia, vendetta. Così infatti, da anni, aveva imparato a mistificare con se stesso un senso di colpa mai sopito.Amber ricrollò nel sonno pietoso che la liberò da ogni angoscia. Dentro di Ethan, invece, troppi e troppo contrastanti sentimenti si stavano dando battaglia e non lo avrebbero di certo mollato ancora per numerose ore. Uscì di corsa dalla clinica, entrò in un taxi al volo e si fece lasciare a un pub vicino casa. Ordinò una birra con l’intenzione di farla seguire da almeno altre quattro, ma quel posto dove lui e Amber avevano trascorso insieme ore e ore di tenera complicità, quel vedersi di colpo solo senza di lei lo piombò in una tristezza così profonda da fargli passare persino la voglia di ubriacarsi.

Sottili gocce di pioggia lo riaccompagnarono al loro appartamento e pian piano sciacquarono via la paura, la desolazione delle lunghe ore di attesa fuori della sala operatoria, il dispetto di quella domanda, la prima che lei aveva fatto 
appena sveglia, prima ancora di informarsi se l’intervento era riuscito. Una stanchezza infinita gli calò sulle spalle e desiderò di dormire per giorni. Solo un retrogusto amarognolo dietro il palato non voleva saperne di andare via e non era colpa della birra. Sapeva benissimo di cosa si trattava. Era una senza di lei lo piombò in una tristezza così profonda da fargli passare persino la voglia di ubriacarsi. Sottili gocce di pioggia lo riaccompagnarono al loro appartamento e pian piano sciacquarono via la paura, la desolazione delle lunghe ore di attesa fuori della sala operatoria, il dispetto di quella domanda, la prima che lei aveva fatto appena sveglia, prima ancora di informarsi se l’intervento era riuscito. Una stanchezza infinita gli calò sulle spalle e desiderò di dormire per giorni. Solo un retrogusto amarognolo dietro il palato non voleva saperne di andare via e non era colpa della birra. Sapeva benissimo di cosa si trattava. Era una bestia infida e randagia, un animale che colpiva a tradimento quando si sentiva più debole, che graffiava con artigli vigliacchi e lo faceva sentire colpevole e sbagliato. Era la gelosia.
****
DA LEGGERE DELLE STESSE AUTRICI
SERIE REHAB

1. REHAB - romanzo (pp. 407)
Immagina di avere trentacinque anni, di essere un divo del cinema all’apice della carriera, di abitare a Los Angeles e di avere a disposizione tutto ciò che un uomo può desiderare: soldi, donne, alcool, droghe, fan adoranti, una villa da sogno. Il tuo ego smisurato è quello che ti ha portato fin lì, ma anche la bomba a orologeria che sta per distruggerti. Ora puoi farti un’idea di cosa significa essere Jo King.
Lauren ha vent’anni, un lavoro da sguattera, un fratello minore da mantenere, una madre svanita nel nulla che ricorda appena, un padre alcolista che ha segnato la sua infanzia. Le cicatrici che porta addosso sono profonde e ha costruito attorno a sé uno schermo impenetrabile per proteggere il suo piccolo mondo dalla bruttura e dalle insidie che la circondano; quanto agli uomini, le ispirano solo timore e disprezzo. Adesso chiediti per chi dei due sia più duro sopravvivere nella città degli angeli. E sappi che qualsiasi risposta ti darai, sarà quella sbagliata. Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI.
2.FAREWELL - novella (pp.33) - in omaggio
Farewell: addio. 
La luna piena oscura in cielo anche la più brillante delle stelle; eppure altre molte persone hanno vissuto, amato, sofferto, mentre Daniel e Lauren rincorrevano un destino comune. Questa è la storia di Aida e Clark, del loro incontro, dei loro pensieri, delle loro speranze. Del loro addio. Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI.

3.REBIRTH - novella (pp.29) - in omaggio
L'ora più buia è quella che precede l'alba. 
Daniel rievoca l'inferno personale attraverso il quale è riuscito a emergere, salvando se stesso. 
Lo sbocciare di una nuova vita segnerà anche la sua rinascita nel segno dell'amore.Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI.

4. MINE - (pp.39) - in omaggio
Daniel e Lauren sono giovani, attraenti, circondati da ammirazione e tentazioni. L'amore e la fiducia che provano l’uno per l’altra riusciranno a proteggerli dal tarlo del dubbio e a impedir loro di vedere un antagonista in ogni persona che si avvicina?
Non sarà facile per Lauren, che ha scelto di stare al fianco di un attore famoso e affascinante, ma non sarà semplice neppure per Daniel, perché Lei è ormai la parte più preziosa della sua vita e del suo stesso cuore. Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI. 

*****
LE AUTRICI
Lidia Calvano è medico e psicoterapeuta, formatrice, consulente organizzativa. Vive a Roma, col marito e la figlia adolescente, in una casa piena di libri e di computer. Scrive poesie, racconti e aforismi. Appassionata di carte da divinazione, è coautrice di un saggio sui tarocchi e ha collaborato con le principali riviste italiane di astrologia. Per Delos Digital ha pubblicato i romance "D'oro e d'argento" e "La lezione del porcospino", due opere di fantascienza erotica "La terza luna di Vegis" e "Le concubine del pianeta Zofar", e un rosa crime, "Un puzzle a due pezzi". È coautrice e cocuratrice dell'antologia "C'era st(r)avolta", progetto a fini benefici di riscrittura in chiave moderna delle favole classiche. Con il marito Stefano Sappino ha pubblicato in self publishing la raccolta di racconti brevi "Verniciatori di Bare". La sua pubblicazione di maggior successo è "Rehab", erotic romance scritto a quattro mani con Estelle Hunt, con i relativi tre racconti spinoff. 
VISITA LA SUA PAGINA FACEBOOK: 
Estelle Hunt ha esordito nel 2015 con Emmeline, un romance storico, per poi pubblicare un contemporary romance nell'aprile del 2016, Ritrovarti ancora. La reciproca stima professionale e umana ha spinto l'autrice ad avviare un progetto a quattro mani con Lidia Calvano, che le ha portate a pubblicare nell'ottobre 2016 Rehab, e a settembre 2017 Devotion, entrambi contemporary romance. Sono stati inoltre pubblicati tre spin off di Rehab: Farewell, Rebirth e Mine.
VISITA LA SUA PAGINA FACEBOOK:


TI PIACEREBBE LEGGERE QUESTO LIBRO? L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI? PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE.
Grazie se condividerai il link di questa recensione sulle tue pagine social o la consiglierai ad un amico.




I ROMANZI MONDADORI DI SETTEMBRE 2017 - I nostri consigli


LE VACANZE SONO FINITE QUASI PER TUTTI, MA NON CERTO LA NOSTRA VOGLIA DI LEGGERE BELLE STORIE ROMANTICHE. ECCO LE USCITE DEI ROMANZI MONDADORI DI SETTEMBRE E I  NOSTRI CONSIGLI DI LETTURA.

*Nota: questi libri sono acquistabili da sabato 2/9.*

COLLANA CLASSIC

1152 – Mary Jo PUTNEY – Una moglie speciale (Not Quite a Wife)- 6° serie Lord perduti (Lost Lords)
Inghilterra, 1806-13. Sola, con un matrimonio fallito alle spalle, Laurel Herbert decide di rifugiarsi presso l’infermeria del fratello Daniel, a Bristol, e la sua vita imbocca una nuova strada. Finché una sera le viene portato un uomo ferito, privo di sensi e in preda a un attacco di malaria e la giovane scopre quanto può essere strano il destino. Quell’uomo è James Kirkland, il marito che ha lasciato dieci anni prima. La donna si prende cura di lui con la solita dedizione, ma, quando James nel delirio l’abbraccia, non può fare a meno di abbandonarsi tra le sue braccia…
I precedenti romanzi della serie dei Lord Perduti, IL DONO DEL MARE ( Loving a Lost Lord ), DIVENTARE UNA LADY ( Never Less Than a Lady ), LE SORPRESE DI UNA LADY ( Nowhere Near Respectable ), UN’ADORABILE SPIA ( No Longer a Gentleman ) e LE AVVENTURE DI UNA LADY ( Sometimes a Rogue ), sono già stati pubblicati nella collana I Romanzi Classic – nr. 1076, 1091, 1098, 1113 e 1138. La serie proseguirà con “Not Always a Saint”, di prossima pubblicazione. Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI a €3,99.

INTERESSANTE
1153 – Hannah HOWELL – Un’indomita promessa (Highland Promise)- 3° saga Murray
Scozia, 1444. Dopo tredici anni di aspre contese, Eric Murray è ormai determinato a reclamare i suoi diritti di sangue e la sua eredità. Ma una volta intrapreso il viaggio che potrebbe risolvere la sua situazione, Eric s’imbatte nella giovane Bethia Drummond in fuga per salvare la sua vita e quella del nipote, minacciate dalla bramosia dei loro stessi familiari. L’indomito guerriero promette la sua protezione all’indifesa fanciulla, dimostrando tutta la sua sicurezza, anche se Bethia, in realtà, scoprirà ben presto i tormenti di Eric e il suo cuore non potrà fare a meno di cominciare a battere per lui, finché desiderio e destino diventeranno una sola cosa…
La saga Murray, che narra le vicende dell’omonimo clan scozzese spaziando su quattro generazioni ed oltre cento anni di storia.
Si tratta del terzo romanzo della cosiddetta “trilogia dei Patriarchi”, ovvero la prima generazione del clan Murray.
I precedenti romanzi della trilogia, IL DESTINO DELLE HIGHLANDS ( Highland Destiny ) e L’ONORE DELLE HIGHLANDS ( Highland Honor ), sono già stati pubblicati nella collana I Romanzi Classic – nr. 1134 e 1144 .
Alla saga Murray appartiene anche la trilogia dei Cameron, composta da GUERRIERO DELLE HIGHLANDS ( Highland Conqueror ), IL CAMPIONE DELLE HIGHLANDS ( Highland Champion ) e L’AMANTE DELLE HIGHLANDS ( Highland Lover ), già pubblicata nella collana I Romanzi Classic – nr. 833, 855 e 874. Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI a €3,99.

CONSIGLIATO DAL BLOG!
1154 – Joanna BOURNE – La spia francese (Rogue Spy)- 3° serie Spymasters
Inghilterra, 1802. Per dieci anni Vérité ha vissuto tranquilla in casa Leyland, tra pasticcini e zie erudite, fingendosi Camille, una bambina inglese morta invece con la sua famiglia. Perché lei è una cachée, un’orfana francese addestrata dai fanatici della Rivoluzione per diventare una spia in un paese nemico. Anche se ormai si è affrancata da tempo dai suoi vecchi padroni francesi, un giorno riceve una lettera minatoria e capisce che è tempo di andarsene. A Londra, Cami incontra Thomas Paxton, anche lui una spia infiltrata nei Servizi Segreti britannici: i loro destini, separati dalle trame oscure della Rivoluzione, tornano così a unirsi…
La serie Spymasters, ambientata all’epoca dei conflitti tra Francia e Inghilterra.A questa serie appartengono anche (in ordine di pubblicazione ) UN AMORE DA SPIE ( The Spymaster’s Lady ), UNA SPIA NEL CUORE ( My Lord and Spymaster ), QUELLA ROSA PROIBITA ( The Forbidden Rose ), IL CASTELLO DI VINTON ( Her Ladyship’s Companion ) e FALCO NERO ( The Black Hawk ) – nr. 921, 953, 1007 de I Romanzi Classic, nr. 122 de I Romanzi Oro e nr. 1082 de I Romanzi Classic. Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI a €3,99.

EXTRA PASSION
CONSIGLIATO DAL BLOG!
81 – Geneva LEE – Conquistami (Conquer Me) - 2° serie Royals
Inghilterra, oggi. Clara ha lasciato Alexander di Cambridge perché non accetta di vivere la loro relazione in segreto. Per più di due mesi esce di casa solo per andare in ufficio o a correre, senza ricevere sue notizie. A un certo punto, però, scopre che Belle, la sua migliore amica, le ha nascosto le lettere che il principe le ha scritto in quei mesi. Colta dalla medesima nostalgia di lui, Clara decide allora di rivedere Alex e cede all’invito di andare a vivere insieme. La passione si riaccende dunque sensualissima e incontrollabile, in accordo con il lato più oscuro di Alex e col suo desiderio di dominio sessuale. Ma il passato di entrambi, nonostante le promesse di felicità, torna a essere un pericoloso tormento.
La saga Royals, che narra le vicende sentimentali della famiglia reale inglese. La serie, che si è aperta con PRETENDIMI ( Command Me) – nr. 75 de I Romanzi Extra Passion, proseguirà con “Crown Me”, di prossima pubblicazione. Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI a €3,99.


82 – Maya BANKS – Nel letto di un highlander (In Bed with a Highlander) - 1° trilogia Fratelli McCabe
Scozia, 1134. Figlia di re Alexander di Scozia, Mairin Stuart, alla morte del padre, eredita giovanissima l’ambita fortezza di Neamh Alainn e viene subito nascosta in un’abbazia per sottrarla alle mire del temibile laird Duncan Cameron. Dopo anni di ricerche, un luogotenente di Cameron scova la ragazza e la rapisce, ma, mentre torna alla fortezza con lei e i suoi uomini, inaspettatamente un bambino prova a rubare loro un cavallo e viene catturato. Mairin lo difende come una furia, convinta che il piccolo sia in grave pericolo, e scopre che si tratta del figlio di Ewan McCabe, capo dell’omonimo clan e acerrimo nemico di Cameron. Così, dopo una rocambolesca fuga insieme al bambino, Mairin incontrerà Ewan…
La trilogia dedicata ai fratelli McCabe proseguirà con “Seduction of a Highland Lass” e “Never Love a Highlander”, di prossima pubblicazione. Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI a €3,99.

ORO

177 – Lisa KLEYPAS – Voglio ritrovarti (Somewhere I’ll Find You) - 1° miniserie Capital Theatre
Inghilterra, 1824-27 . Bellissima e talentuosa, Jessica Wentworth è l’attrice più in vista del momento e l’intera Londra è ai suoi piedi. Le basta un cenno e può ottenere tutto ciò che desidera. Ma dietro un’aura eterea e perfetta si nasconde in realtà Julia Hargate, con il suo inconfessabile segreto: un marito misterioso, che non ha mai visto, del quale non può far parola con nessuno e, cosa ben più grave, che non può amare. Per anni Damon, marchese di Savage, ha cercato la sconosciuta fanciulla a cui il padre lo aveva sposato quando era solo un bambino. E ora è ben sorpreso di scoprire che sua moglie è l’incantevole attrice che tutto il mondo desidera e da cui si sente irresistibilmente attratto…La serie Capital Theatre, così chiamata perché i suoi protagonisti sono attori dell’omonimo teatro londinese. La serie include inoltre PERCHE’ SEI MIA! ( Because You’re Mine ) – nr. 58 de I Romanzi Passione. LEGGI QUI LA NS RECENSIONE.  Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI a €3,99.

INTERESSANTE
178 – Susan KING – La fanciulla con la spada (The Sword Maiden) - 2° serie Celtic Nights
Scozia, 1418-1431. Davvero impossibile resisterle, il sorriso della giovane Eva MacArthur è simile a un cielo luminosissimo: questo ripete nella sua mente Lachlann, il giovane fabbro di Argyll. Ma come tutti sanno Eva, figlia del capoclan, erede di un’isola e di un castello, è stata promessa in sposa a Colin Campbell, tra i consiglieri preferiti del re e di molti anni più anziano di lei. Quando però Colin tradisce la famiglia MacArthur, la ragazza decide di prendere in mano la situazione, rifiutando l’ineluttabilità del suo destino. Si unisce così a Lachlann, l’unico uomo a offrirle sicurezza, e insieme a lui decide di cercare vendetta e giustizia…
La serie medievale “Celtic Nights” comprende inoltre MIRAGGIO D’AMORE ( Laird of the Wind ), LEGGENDA D’AMORE ( The Stone Maiden ) e LA FANCIULLA DEI CIGNI ( The Swan Maiden), tutti già pubblicati nella collana I Romanzi – nr. 458 de I Romanzi Classic, nr. 163 e 171 de I Romanzi Oro. Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI a €3,99.

****
QUALI DI QUESTI ROMANZI VI PIACEREBBE LEGGERE? LI AVETE GIA' LETTI? QUALI CONSIGLIATE? BUONA LETTURA! 


SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!