UNA VIRTU' SCANDALOSA di Brenda Hiatt

Autrice: Brenda Hiatt
Titolo originale: Scandalous Virtue
Traduttrice: Ernesto Pavan
Genere: Storico /Regency
Ambientazione: Inghilterra, 1814
Ediz. originale: Dolphin Star Press, 1999, pp. 378
Ediz. italiana: Dolphin Star Press, marzo 2017, p.362
Parte di una serie: Prequel serie Il santo di Seven Dials
Livello sensualità: MEDIA
Disponibile in ebook: Sì, solo in ebook € 3,99

TRAMA: Le prime impressioni possono trarre in inganno! Sotto la tutela prima del proprio severo padre, poi di quella di marito altrettanto severo e due volte più anziano di lei, Nessa, lady Haughton, è cresciuta come un modello di decoro e virtù inglesi. Ma sotto l’apparenza impeccabile della giovane vedova si cela un gusto per il vizio soffocato da sempre. Ora che è finalmente libera, Nessa intende soddisfare le sue brame! Il noto libertino ed eroe di guerra Jack Ashecroft si ritrova inaspettatamente innalzato al rango di marchese di Foxhaven. Ma per rivendicare la fortuna associata al titolo, Jack deve rinunciare alla propria vita sregolata e diventare un membro rispettabile dell’alta società. È certo che il modo migliore per farlo sia trovare e sposare una donna al si sopra di ogni sospetto; il problema è trovarla.
Quando Jack e Nessa si incontrano, ciascuno dei due crede che l’altro sia il modo perfetto per realizzare i propri desideri. Voleranno scintille quando entrambi scopriranno i rispettivi obiettivi, soprattutto se sarà troppo tardi per tornare indietro!



Nessa è una donna di 24 anni rimasta vedova di un uomo molto più anziano di lei, e ora che il lutto sta finendo vuole godersi la libertà di muoversi e vivere la propria vita.
Jack, libertino, ha appena ereditato il titolo di Marchese, ma per entrare in possesso di un
notevole patrimonio deve lasciare la sua turbolenta vita e guadagnarsi la rispettabilità.
Lei non vuole sposarsi perché teme di diventare nuovamente "schiava" del marito mentre lui deve sposarsi con una persona irreprensibile.
I due protagonisti si incontrano e inconsapevolmente si innamorano, trovano un compromesso per poter sposarsi in fretta e iniziano a conoscersi scoprendo così che il matrimonio non è assolutamente un "laccio al collo".
L'idea è carina, ma ho trovato il romanzo un po' noioso, un po' ripetitivo, parecchi refusi e un errore ripetuto, se non sbaglio, 4 volte. L'autrice scambia il cognome di Nessa con quello di sua sorella, il che comportava un momento di stupore, il tornare indietro nelle pagine per vedere cosa fosse successo e credere di non aver capito cosa ci fosse scritto.
Questo mi ha dato proprio fastidio. Posso capire una volta, ma 4 mi sembra un po' troppo.
Mancavano una trentina di pagine alla fine e mi sono accorta che iniziavo a leggere una riga sì e una no. L'ho ultimato proprio perché l'epilogo era molto vicino. Ci sono stati alcuni momenti piacevoli, ma devo anche dire che i caratteri dei due protagonisti li ho trovati bambineschi. E' proprio il loro modo di esprimersi che per me è  superficiale e immaturo.








SERIE IL SANTO DI SEVEN DIALS


0. SCANDALOUS VIRTUE  - ed. italiana: UNA VIRTU' SCANDALOSA

1.ROUE'S HONOR (2001) - ed. italiana: L'ONORE DI UN FUORILEGGE (2017)
Un Robin Hood della Reggenza, la figlia di un duca e una serie di inganni sentimentali.
Sotto mentite spoglie, la figlia di un duca si ritrova per caso in compagnia del leggendario Robin Hood dell'Età della Reggenza: il Santo di Seven Dials. Innamorarsi è l'ultima cosa di cui entrambi avrebbero bisogno; d'altronde, da quando in qua l'amore è saggio?
Ti interessa questo libro? LO PUOI TROVARE QUI.

2. NOBLE DECEPTION (2002) -  ed. italiana: NOBILI INGANNI (2017)
Una ex-spia assume il ruolo del Santo di Seven Dials per dare la caccia a un pericoloso traditore. Ma nel corso della sua impresa, egli si scopre distratto da una giovane studiosa e volitiva appena arrivata a Londra. La fanciulla è l'intellettuale innocente che dà mostra di essere, o dietro di lei si cela il traditore che lui cerca da tempo? E cosa corre il rischio più grande: il suo cuore o la sua vita? Ti interessa questo libro? LO PUOI TROVARE QUI.
3. INNOCENT PASSIONS (2003) -  ed. italiana: PASSIONI INNOCENTI (2017)
Un'ereditiera americana e il figlio di un duca (nonché nuovo Santo di Seven Dials) sono costretti a un matrimonio che nessuno dei due desidera, ma cercano comunque di fare buon viso a cattivo gioco. Ma nonostante la passione tra loro cominci a trasformarsi in amore, entrambi celano un'identità segreta che, se scoperta, potrebbe condurre al loro arresto. Se riusciranno ad ammettere il loro amore e a confessarsi la verità a vicenda, riusciranno forse a vivere felici... o andranno incontro al disastro. Ti interessa questo libro? LO PUOI TROVARE QUI.

4. SAINTLY SINS (2003) -  ed. italiana: PASSIONI INNOCENTI (2017)

Dopo che il suo predecessore è andato in pensione, una bella spiantata assume l'identità del Santo di Seven Dials per salvare il giovane fratello dalle strade. Lord Peter Northrup è al tempo stesso affascinato e incuriosito dalla bella Sarah Killian, ma nello scavare più a fondo scopre che la giovane ha un segreto che potrebbe rovinarli entrambi. Ma forse l'amore vale il rischio...  Ti interessa questo libro? LO PUOI TROVARE QUI.

5. GALLANT SCOUNDREL (2003) -  di prossima uscita in italiano

*****
L'AUTRICE
Brenda Hiatt ha pubblicato 21 romanzi, i suoi primi 15 con Harlequin e Harper Collins. I suoi libri sono di genere storico, time travel, mystery, young adult. La maggior parte dei suoi storici sono ambientati in epoca Regency. Oltre a scrivere, Brenda cerca di abbracciare la vita nel suo pieno; le piace fare immersioni (ne ha già fatte 60), praticare Taekwondo ( di cui è cintura ne radi terzo livello), fare escursioni a piedi, viaggiare e vivere nuove esperienze.
VISITA IL SUO SITO:
http://brendahiatt.com/

TI PIACEREBBE LEGGERE QUESTO ROMANZO? L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI? SECONDO TE BRENDA HIATT HA FATTO BENE A FAR PUBBLICARE I SUOI ROMANZI IN ITALIANO SOLO IN VERSIONE EBOOK, SENZA AVERE ALLE SPALLE UNA CASA EDITRICE IMPORTANTE? PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE.
Grazie a chi condividerà il link a questa recensione sulle sue pagine social.


IL MIO VENTO DI PRIMAVERA di Emily Pigozzi (Emma Books)


IL MIO VENTO DI PRIMAVERA
Autrice: Emily Pigozzi
Genere: 
Contemporaneo
Ambientazione: Londra
Pubblicazione: Emma books, 5 aprile 2017, pp.220
Parte di una serie: No.
Disponibile in ebook? Solo in ebook, €3,99

TRAMA:Giorgio considera il suo lavoro di cardiochirurgo non solo la sua missione, ma anche, e soprattutto, la sua salvezza. Quando però viene chiamato in un prestigioso ospedale inglese, è costretto a lasciare controvoglia la sua amata Roma e a trasferirsi a Londra. Alisea, italo inglese, si nasconde nel Moon Bookshop, la libreria che gestisce con la stravagante Miss Imogen nel cuore del quartiere di Paddington. Giorgio e Alisea hanno alle spalle un passato difficile e traumatico con cui fare i conti, ma se lui prova a reagire mordendo la vita e vivendola intensamente, lei ha paura di amare e di lasciarsi andare a emozioni autentiche. Sullo sfondo di una Londra che dal gelo dell’inverno si scioglie nei colori della primavera, due anime speciali si incontrano in una storia fatta di libri, canzoni e di un amore che farà battere il cuore.


Alisea lavora in una piccola libreria di Londra ed è serena nel vivere la sua vita senza socializzare e senza pensare all'amore. Ritiene, infatti, che sia un sentimento che può far solo soffrire e che forse non si merita a causa del suo passato drammatico.
Giorgio, cardiochirurgo, si trasferisce a Londra e si è appena lasciato con la sua ragazza, Gloria, che l'ha tradito.
Per ripararsi dal brutto tempo improvviso, Giorgio entra nella libreria e qui, tra i due protagonisti, scocca la scintilla.
Un libro molto semplice, si legge velocemente ed è scritto bene.
Una storia che non dà il batticuore perché i personaggi sono molto positivi, tranquilli. Ognuno di loro ha un passato che li ha fatti soffrire e ancora oggi hanno degli incubi, ma riconoscono, tutti e due, che ciò che stanno vivendo è speciale e dà loro la forza per affrontare quei ricordi disastrosi e capire che possono essere felici.
C'è un sottofondo di tanto buonismo, un po' troppo per i miei gusti, e questo secondo me, rende la storia un po' piatta. Avendo letto altri libri di questa brava autrice, non me la sento di dare una valutazione uguale ai romanzi precedenti. Non me ne voglia la Pigozzi, ma scrivo quello che penso.







ALTRI ROMANZI DI EMILY PIGOZZI

E se l’uomo che credevi di odiare fosse l’unico in grado di scaldarti il cuore?
Lara Corsini è un medico: ha poco più di trent’anni, ma vive un’esistenza solitaria e costellata di ricordi. L’unico sentimento vero che prova è l’odio per Cesare Marano, ex ragazzo scapestrato e primo amore di sua sorella, la dolce e bellissima Susanna, ma anche il colpevole della sua morte prematura. Da allora sono trascorsi vent’anni. Dopo il carcere, di Cesare si sono perse le tracce.
Il suo improvviso ritorno in città risveglierà sentimenti mai sopiti, ma Lara dovrà fare i conti con una eventualità imprevista: Cesare è un uomo ferito, completamente diverso, e la ragazza sente crescere verso di lui un’attrazione irresistibile. I due saranno capaci di lasciarsi alle spalle i dolori del passato e credere in un nuovo, travolgente amore? Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI.

Lei non conosceva il linguaggio della passione, lui le avrebbe insegnato i passi per raggiungere la felicità. Fin da bambina Bianca ha un sogno: diventare una famosa ballerina classica. Per questo studia duramente all'Accademia della Scala. Nella sua vita sembra non esserci posto per l'amore, il suo corpo è solo uno strumento per la danza. Ma un giorno, in seguito a un provino andato male, una delle sue insegnanti le spiega che il suo modo di ballare è corretto ma meccanico, senza sentimenti. Delusa e piena di dubbi, Bianca decide di partire e per caso, complici un treno guasto e un black-out, conosce Max. Giovane, bellissimo ed enigmatico, per Bianca è naturale confidargli i suoi problemi e le sue paure. Max le fa una proposta: sparire con lui per pochi giorni. Le insegnerà il gusto dell'amore e della sensualità. E subito dopo i due dovranno salutarsi, per non rivedersi mai più. Ma non sempre la vita va come previsto, spesso lo spettacolo è diverso dalle prove. Dopo quei pochi giorni nulla è più come prima: Bianca e Max si ritroveranno invischiati in una spirale di passione e di desiderio dalla quale sembra impossibile uscire, per quanto la vita provi a dividerli per sempre.Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI.

Il mare separa, ma a volte può unire per sempre. Lilia è una giovane giornalista milanese che ha trent'anni, mille manie e paure, una famiglia freddina e un fidanzato noioso, abituato a considerarla parte dell'arredamento. Per rivitalizzare la storia d'amore con Guido, Lilia organizza una vacanza sulle coste dell'Istria, ma non appena arrivano nella bellissima Rovigno le cose si complicano e i destini della coppia si dividono. E Lilia viene sedotta e rapita dallo sguardo magnetico di Danijel. Bello, passionale e misterioso, ma chi è davvero quell'uomo, e soprattutto chi sono i demoni che lo tormentano? Lilia riparte per Milano senza risposte, convinta di aver perso la sua occasione per essere finalmente felice. Ma c'è qualcosa che la chiama, che vuole che torni davanti a quel mare…Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI.

****
L'AUTRICE
Emily Pigozzi scrive da sempre. Parla troppo e legge altrettanto, adora i dolci e la quiete della notte. Per diversi anni ha lavorato come attrice, prendendo parte a cortometraggi e film e partecipando a tournée che hanno toccato i maggiori teatri d’Italia. È sposata e mamma di due bambini.
Il suo primo romanzo, “Un qualunque respiro” (Butterfly edizioni), è uscito nel 2014. Sono poi seguiti il romance “L’angelo del risveglio” (Delos digital) e “Il posto del mio cuore”, un rosa di formazione, uscito a fine 2015 per la 0111 edizioni. Nel 2016 ha invece pubblicato “Aspettami davanti al mare” e “Danza per me”, entrambi per la collana Youfeel di Rizzoli.
“Un piccolo infinito addio”, il suo primo romanzo in self publishing, è uscito nel 2017 rimanendo per diverse settimane nella classifica top 100 di Amazon. I libri di Emily sono disponibili in tutti gli store.
VISITA LA SUA PAGINA FACEBOOK:


TI PIACEREBBE LEGGERE QUESTO LIBRO? L'HAI GIA' LETTO? CHE NE PENSI? PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE.
Grazie se condividerai il link di questa presentazione sulle tue pagine social.


L'ANELLO di Georgette Heyer (Astoria Edizioni)

Cover originale
TORNA IN LIBRERIA, GRAZIE AD ASTORIA EDIZIONI, THE TALISMAN RING / L'ANELLO, UNO DEI ROMANZI PIU' DIVERTENTI DI GEORGETTE HEYERANTESIGNANA DI TUTTE LE AUTRICI DI REGENCY O GEORGIAN ROMANCE. 
Cover italiana anni'70
LA PRIMA VERSIONE ITALIANA DEL ROMANZO, INTITOLATA TALISMANO D'AMORE, FU PUBBLICATA DA MONDADORI NEL 1979, CON LA BELLA TRADUZIONE DI ANNA LUISA ZAZO , CHE QUESTA EDIZIONE DI ASTORIA HA FORTUNATAMENTE CONSERVATO, LIMITANDOSI A CAMBIARE IL TITOLO.
SI TRATTA INSOMMA DI UNA VERA CHICCA, DA TEMPO FUORI CATALOGO E DI CONSEGUENZA ACQUISTABILE SOLO IN SECONDA MANO A PREZZI ALTISSIMI, CHE SIAMO SICURE LE AMANTI DEL GENERE NON SI FARANNO SFUGGIRE! 

Pubblicato originariamente nel 1936, il romanzo è ambientato nel 1793, cioè nel periodo Georgiano, nella regione del Sussex, dove viveva la stessa Heyer all'epoca della stesura del romanzo. Come altri romanzi precedenti, vedi ad esempio Il dandy della Reggenza, anche questo romanzo propone un mix fra commedia sentimentale e suspense. Inoltre, la contapposizione nelle trama fra coppia giovane e coppia più matura, sarà poi ripresa dall'autrice in molti romanzi del suo periodo più tardo, come ad esempio Frederica (1965). In questo libro la Heyer presenta per la prima volta personaggi appartenenti al famoso gruppo di detective di Sua Maestà, i Bow Street Runners.


Autrice: Georgette Heyer
Genere: Storico / Periodo Georgiano
Ambientazione: Sussex, Inghilterra
Pubblicazione: 1^ edizione: Mondadori, 1/5/1979, pp. 249;  2^ edizione: Astoria Edizioni, ebook: 18 maggio 2017, cartaceo: 25 maggio 2017, €17, p.218
Parte di una serie: No
Livello sensualità: BASSO
Disponibile in ebook: Sì, euro 9,99

TRAMA: Una divertente trama gialla accompagna Ludovic, un erede fuggiasco perché accusato di omicidio, e un serissimo gentiluomo di campagna, sir Tristram, costretto a un matrimonio di convenienza per la parola data a un vecchio e burbero zio. Le due eroine, l’impetuosa Eustacie e la posata Sarah, costrette a una vita noiosa in quanto donne, non vedono l’ora di partecipare a un’avventura. E più questa si fa rocambolesca e pericolosa, più le due giovani si armano di entusiasmo e ingegno.Un romanzo dall’umorismo effervescente che vi farà ridere dalla prima all’ultima pagina.



CARTACEO                      EBOOK

ALTRI LIBRI DI GEORGETTE HEYER 
DISPONIBILI IN ITALIANO


UNA DONNA DI CLASSE (Lady of Quality, 1972) 
Pubblicato anni fa, in edizione molto ridotta, col titolo "Una stagione a Bath", quest'ultimo romanzo di Georgette Heyer è un'esilarante commedia basata su dialoghi scoppiettanti. Annis Wychwood, ventinove anni, è bella, indipendente e pericolosamente nubile. Ricca di suo, può permettersi di vivere da sola a Bath, rifiutando uno dopo l'altro pretendenti che le sembrano noiosissimi e ai quali preferisce una vita autonoma. Un giorno s'imbatte in una giovanissima ereditiera in fuga da un matrimonio che non gradisce, compitamente scortata dal giovane che le viene imposto come marito. L'aspetto inconsueto e assurdo della vicenda non può sfuggire all'incantevole senso dell'umorismo di Annis, né può sfuggirle l'opprimente monotonia nella quale è vissuta sino ad allora Lucilla, la giovane fuggiasca. Decide pertanto di prenderla sotto la sua protezione e di iniziarla alla vita di società grazie ai moderati piaceri che Bath può offrire. Quel che Annis non ha previsto nell'accogliere Lucilla è l'incontro con Oliver Carleton, zio e tutore della ragazza, scortese, brusco, sincero, intollerabile e irresistibile. Gli scambi e i battibecchi tra i due costituiscono uno degli aspetti più divertenti del romanzo: l'indipendenza dell'una si scontra con l'assenza di galateo dell'altro, ed entrambi saranno costretti a riflettere sul fatto che forse l'amore è tenersi testa. Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI.

LA PEDINA SCAMBIATA (These Old Shades, 1926) 
In una notte della Parigi pre-rivoluzionaria, il duca di Avon s’imbatte casualmente in un ragazzino in fuga dalle botte del fratello. Léon, così si chiama il fuggitivo, ha capelli incredibilmente rossi e occhi violetti e questi tratti richiamano al duca quelli di uno dei suoi più vecchi nemici, il conte de Saint-Vire. È subito chiaro che la decisione del duca, non a caso soprannominato Satana, di “comprare” il ragazzo per farne il suo paggio non è fruttodi tenera compassione. Ma gli sviluppi della storia non sono altrettanto chiari, e ben presto si resta affascinati dalla sottile intelligenza di Avon, dall’impetuosità e coraggio di Léon, dagli intrighi e misteri che a poco a poco vengono alla luce. Fuori commercio da anni, La pedina scambiata è davvero un classico della classicissima Georgette Heyer. Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI.

IL DANDY DELLA REGGENZA (Regency Buck, 1935) 
Judith e Peregrine Taverner, una ricchissima coppia di fratelli da poco rimasta orfana, si mettono in viaggio per Londra per andare a conoscere il loro tutore e, sperano, per avere il suo consenso a mettere su casa in città. Al loro arrivo scoprono sconcertati che il loro tutore, il quinto conte di Worth, non è l’anziano amico del padre che avevano immaginato, ma il di lui figlio, noto per essere il dandy più affascinante e insopportabile di tutta Londra. Amico di Beau Brummell – il dandy per eccellenza, ispiratore del principe reggente, il futuro Giorgio IV – Julian Worth acconsente a introdurre in Società i suoi due protetti: affitta loro una casa, affida Judith alle cure di una chaperon, apre loro il bel mondo, ma… Ma tra i fratelli Taverner e il conte di Worth non riesce a svilupparsi simpatia, anzi da lì a poco a Peregrine cominciano a succedere cose strane e i due fratelli si chiedono se per caso non ci sia lo zampino di Worth.Combinazione raffinata di romanzo storico e giallo, "Il dandy della Reggenza" è uno dei romanzi più riusciti di Georgette Heyer. Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI.

SOPHIE LA GRANDE (The Grand Sophie, 1950) 
"Sophy la grande" narra le avventure di un'eccentrica ventenne, che, affidata per alcuni mesi alla zia, darà una svolta non solo alla propria vita ma anche a quella dei suoi cugini. Simile a Emma della Austen, solo un poco meno ingenua, Sophy ama ficcare il naso nelle vite altrui, non certo per curiosità, bensì "perché ci sono talmente tanti guai che qualcuno dovrà pur risolverli...". E a Ombersley Park i problemi sono molti: la giovane Cecilia che rifiuta di sposare l'innamorato lord Charlbury perché invaghitasi di un poetuncolo, il giovane Hubert in difficoltà a causa dei debiti di gioco... Il tutto ricade sulle spalle di Charles, il figlio maggiore - fidanzato con l'insopportabile signorina Wraxton - che oberato dalle gravi responsabilità reagisce stizzito alle intromissioni della stravagante quanto affascinante cugina. Ambientato, come la gran parte dell'opera di Heyer, nel periodo della Reggenza (1811-1820), contraddistinto da una certa rilassatezza di costumi dell'aristocrazia e contrapposto perciò alla stretta morale vittoriana che ancora imperava nell'Inghilterra degli anni cinquanta, "Sophy la grande" ci offre un meraviglioso personaggio di donna intraprendente e responsabile. Per la prima volta Sophy la Grande in edizione integrale. Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI.

*****
L'AUTRICE
GEORGETTE HEYER (1902-1974) cominciò giovanissima a raccontare storie ispirate alla Primula rossa della baronessa Orczy per intrattenere il fratello malato. Spinta dal padre, Georgette mise questi racconti in forma scritta e nel 1921, a soli diciannove anni, pubblicò il suo primo romanzo, La falena nera. A partire da lì e fino al 1973 Georgette Heyer scrisse senza interruzione un best-seller dopo l’altro. Il suo costante successo nell’arco di cinquant’anni la conferma come un fenomeno letterario unico nella letteratura inglese del XX secolo, più volte assimilata a Jane Austen o a Charles Dickens per la precisione maniacale nella ricostruzione di ambienti, atmosfere e gergo del XIX secolo inglese, e ammirata da scrittori del calibro di A.S. Byatt e Margaret Drabble, Anthony Burgess e India Knight. Relegata a lungo con un condiscendente disprezzo nel settore rosa, Georgette Heyer si rivela ad anni di distanza un’autrice intelligente, capace di costruire trame suggestive, personaggi credibili e incantevoli, e di assicurare ai propri lettori quella “letteratura d’evasione che offre la possibilità di fuggire dalle tensioni della propria vita soddisfacendo un desiderio universale, che risale all’infanzia, di essere qualcun altro e vivere in qualche altra epoca per qualche ora” (A.S. Byatt)(Bio a cura di Astoria Editore)
HAI MAI LETTO QUESTO ROMANZO? TI PIACEREBBE LEGGERLO? VORRESTI CHE ASTORIA EDITORE PUBBLICASSE ALTRI FAMOSI ROMANZI DI GEORGETTE HEYER? PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE.


UNA VERITA' PER IL DUCA di Sarah MacLean (Mondadori)

Autrice: Sarah MacLean
Titolo originale: No Good Duke Goes Unpunished
Traduttrice: Cecilia Scerbanenco
Genere: Storico
Ambientazione: Inghilterra, 1819-1831
Ediz. originale: Avon, 2013, pp. 384
Ediz. italiana: Mondadori collana I Romanzi Classic n. 1147, maggio 2017, pp.373
Parte di una serie: 3° serie Rules of Scoundrels
Livello sensualità: ALTA
Disponibile in ebook: Sì, € 3,99

TRAMA: Accusato dodici anni prima di aver ucciso la fidanzata del padre, Mara Lowe, alla vigilia delle nozze, William Harrow, duca di Lamont, noto con il soprannome di Temple, non ha mai più potuto condurre una vita da aristocratico. La sua fama è però cresciuta negli angoli bui della fumosa Londra, grazie al successo dell’Angelo Caduto, il suo casinò. In realtà, Mara Lowe era scomparsa senza lasciare traccia per non essere costretta a sposare il vecchio duca, ma ora è tornata per salvare il fratello dai debiti contratti proprio nel casinò di Temple. E quale palpitante verità potrà ancora rivelare Mara Lowe al cuore del duca?


La trama di "Una verità per il duca" - terzo capitolo della serie 'Rules of Scoudrels' - è un po' strana, ma quello che soprattutto non funziona per quanto mi riguarda in questo romanzo è che è  privo dell'usuale umorismo che caratterizza i libri di Sarah MacLean, soprattutto quelli della serie precedente . Inoltre, l'ho trovato più lento e meno coinvolgente di altre sue storie e non sono riuscita a trovare molta empatia con la protagonista che è un po' troppo lamentosa, egoista e nel complesso poco simpatica. D'altra parte, come trovare simpatica un'eroina che aspetta oltre un decennio per correggere una maldicenza che ha rovinato la vita di un uomo,  e che quando lo fa, lo fa solo perchè costretta?
Temple, al contrario, è un eroe meglio riuscito;  ha covato per anni un sentimento di rivalsa verso i propri simili che l'hanno condannato senza vere prove, ma è comunque riuscito a trovare il suo posto nel mondo, nonostante lo scorno del ton, quel ton che lui non solo simbolicamente combatte tirando di box ogni sera sul ring dell'Angelo Caduto con i tanti nobili che affollano il locale. E vincendo ogni volta.
Fra eroe ed eroina in questa storia i ruoli sembrano un po' rovesciati; di solito è l'eroe in questi romanzi ad essere quello più superficiale, egocentrico e l'eroina quella che lo redime. Qui la sciocca superficiale appare lei, e anche se ho compreso in parte le ragioni delle sue azioni, arrivare a capire perchè Temple decida di perdonarla e  si innamori di lei è un po' troppo. Tra l'altro la chimica fra loro non mi ha convinta fino in fondo. Ho trovato anche un po' assurdo che si usi il fratello di Mara come escamotage per fare incontrare i protagonisti, per poi farlo scomparire dal romanzo.
Per queste ragioni, non penso rileggerò"Una verità per il duca", non ha le qualità di un keeper per me, ma questo non toglie che la MacLean sia una narratrice di classe, anche quando non centra completamente l'obiettivo. Sono felice che la Mondadori abbia deciso di pubblicarla in italiano e spero che continuerà a farlo.

P.S.: Per la serie De gustibus non est disputandum, mi fa piacere ricordare a chi legge che questo romanzo ha vinto negli Stati Uniti diversi premi fra cui il prestigioso premio RITA 2104, come migliore romanzo storico del 2013 , e il Reviewer’s Choice Award 2103 di Romantic Times, assegnato dalla famosa rivista americana interamente dedicata al romance. Evidentemente, questo è un libro che si presta a giudizi anche diametralmente opposti.




LA SERIE RULES OF SCOUNDRELS
1. A Rogue By Any Other Name (2012) - ED. ITALIANA:  UN IRRESISTIBILE FURFANTE, Mondadori, coll. I romanzi Classic, gennaio 2105 - Penelope  Marbury e Michael Lawler, marchese di Bourne -LEGGI QUI la ns recensione
2. One Good Earl Deserves a Lover (2012)ED. ITALIANA:  LA COLPA E IL DESIDERIO, Mondadori, coll. I romanzi Classic, luglio 2106 - Lady Philippa Marbury, Jasper Arlesey, conte di  Harlow (detto Cross) - LEGGI QUI la ns recensione
3. No Good Duke Goes Unpunished (2013) - ED. ITALIANA: UNA VERITA' PER IL DUCA, Mondadori, coll. I romanzi Classic, maggio 2016 - Mara Lowe e William Harrow, duca di Lamont
4. Never Judge A Lady By Her Cover (2014)

*****
L'AUTRICE

Sarah MacLean è cresciuta nel Rhode Island, letteralmente ossessionata dai romance storici e convinta di essere nata nell’epoca sbagliata. Il suo amore per la storia l’ha portata prima a laurearsi a Harvard e poi a prendere finalmente in mano una penna e scrivere il suo primo romanzo. Vive a New York con il marito, i loro cani e un’impressionante collezione di romanzi rosa. 

VISITA IL SUO SITO: 


VI PIACEREBBE LEGGERE QUESTO LIBRO? L'AVETE GIA' LETTO? COSA NE PENSATE?  PARTECIPATE ALLA DISCUSSIONE.
Grazie a chi condividerà il link di questa recensione sulle sue pagine social.

NEMMENO IN CAPO AL MONDO di Giulia De Santis (Delos Digital)

Autrice: Giulia De Santis
Genere: Contemporaneo /erotico
Pubblicazione: Delos Digital, coll. Senza sfumature,  aprile 2017 , pp. 51
Parte di una serie: No
Disponibile in ebook: solo in ebook  a € 1,99

TRAMA: Succede così, all’improvviso: una mattina ti svegli, una mattina come tante altre, e pensi: “Che fine faremo adesso? Tutta la vita così?”
Sinossi: Luca vive a Londra da due anni. È stata la paura per il futuro a spingerlo a scappare da Milano? Questo non lo sa e quando decide di ritornare per cercare Martina, la ragazza che ha lasciato, parte all’improvviso con tanti dubbi nella testa e senza sapere che fine abbia fatto. Quella che trova è una ragazza molto diversa dalla Martina che ricorda: è inquietante, irresistibile e… con uno scheletro nell’armadio. Accade tutto in poche ore sullo sfondo di una Milano romantica e preziosa, tanto amata e odiata allo stesso tempo.

QUESTO RACCONTO VI PIACERA' SE...
...amate le storie ben scritte, indipendentemente dalla lunghezza.
Un racconto intenso dove vengono evidenziati i sentimenti di Andrea e Martina che si ritrovano dopo due anni. In questo lungo periodo di lontananza hanno sofferto, ma non si sono dimenticati nonostante la distanza. Lui è stato a Londra per lavoro e lei a Milano.
L'autrice ha saputo scrivere questa novella con efficacia, essenzialità e proprietà di linguaggio facendo amare al lettore i due protagonisti. Si legge in pochissimo tempo perché è un racconto, ma l'abilità della De Santis si vede tutta. Complimenti. Giudizio: 4 . Interesante.






COME INIZIA IL LIBRO...
1. TI PRESENTO I MIEI
– Maledetta compagnia low cost! – sussurro tra i denti mentre mi muovo sul sedile per trovare una posizione comoda. Non me li ricordavo così stretti, questi aerei: sembrano gabbie di allevamenti in batteria. E per non bastare, è da quando siamo partiti da Stansted che quello seduto dietro di me non la smette di chiacchierare. Non sono riuscito a chiudere occhio.
– Cosa dice, scusi? – mi chiede la signora accanto, con i capelli biondi cotonati in un’acconciatura anni Ottanta. È un po’ goffa e non ha mai slacciato le cinture di sicurezza. Si sistema un ciuffo con un movimento nervoso. Forse vuole attaccare bottone.
– Oh, niente… Dicevo solo che è comodo, questo posto! – e affondo scivolando con il sedere in avanti, una gamba puntata sulla spalliera di fronte; il bordo del tavolinetto estraibile mi preme sul ginocchio. Poi le rivolgo un sorriso forzato e calo il berretto verde fin sopra gli occhi, fingendo di dormire. Il viso rotondo della signora scompare dietro la visiera.
Quest’aereo sembra che abbia i freni tirati: non vedo l’ora che atterri. Gli altri passeggeri intorno a me sono, per la maggior parte, italiani che rientrano dalle vacanze. Tutti tiratissimi, vestiti con lo stampino: sneakers di marca, pantaloni a sigaretta lei, jeans casual lui, giacca con cinta in vita, gilet multi-tasca, pashmina annodata a cravatta entrambi. Cellulare perennemente a portata di mano. Sguardo impudico.
Alla fine il Boeing 737 atterra a Malpensa, sbattendo pesantemente con il carrello sulla pista, e tutti applaudono come a uno spettacolo di streap tease.
Balzo in piedi prima ancora che la spia, che indica di tenere le cinture allacciate, si spenga. Apro il vano portabagagli e tiro giù la mia sacca. La apro e cerco il cellulare in mezzo alle altre cose, agito dentro la mano per trovarlo. Dove l’avrò messo, accidenti!
L’hostess mi guarda da lontano. “Non azzardare ad avvicinarti” penso. “Se provi a dirmi qualcosa mi metto a urlare la parola bomba seminando il panico. Come Greg Fotter in Ti presento i miei.”
La ragazza con il completo blu capisce le mie intenzioni e fa finta di niente. A volte ho come la sensazione di essere un cane da combattimento.
Trovo il telefono, faccio un sospiro; lo tiro fuori, lo accendo. Osservo il display: vedo arrivare un messaggio. Forse è di Martina. Mi ha risposto? Quando vedo il mittente, invece, capisco che è quello della compagnia telefonica inglese; c’è scritto che sono all’estero e tutta la solita storia sulle tariffe. Ormai lo so a memoria. Aspetto ancora, ma non arriva più niente. Che delusione. Cerco di dimenticare chi e dove sono. Chiudo gli occhi respirando a fondo con il naso. L’ossigeno mi fa girare la testa. Controllo tra i messaggi inviati: forse ieri mi sono sbagliato. No, nessun errore d’invio. Il messaggio che ho inviato a Martina c’è. Lo rileggo, non vorrei aver scritto una cosa per un’altra.
Ciao Martina, domani torno in Italia.
Ho bisogno di vederti. Fammi sapere
dove posso trovarti. Luca
Più chiaro di così, si muore. Martina non ha voluto rispondere oppure ancora non ha visto il messaggio? Mi sembra improbabile. Metto il telefono in tasca in modalità vibrazione, così è più facile sentirlo. Mi infilo il giaccone pesante e mi avvio verso l’uscita posteriore in una fila scomposta e disordinata.
L’aeroporto brulica di gente. Cammino veloce, a zigzag tra le persone, e a un tratto mi capita una cosa strana, che non avevo mai provato prima d’ora. Ovunque mi giro ho l’impressione di vedere Martina. Tutte le ragazze che indossano un cappotto nero simile al suo mi fanno venire un tuffo al cuore. È incredibile. Eccola, è lei. Quella ragazza di spalle con i capelli castani lunghi e le gambe magre, quella non è Martina? E soprattutto che ci fa in aeroporto? Poi, quando si gira, mi accorgo che non è lei, non poteva essere lei. Non le assomiglia nemmeno. Mi sento uno scemo. Impreco contro me stesso.
Arrivato al parcheggio degli autobus, c’è una tipa dietro di me con capelli rossi e occhiali scuri, nonostante il sole stia tramontando e la luce sia solo un leggero chiarore diffuso. Siamo in coda aspettando di salire sul Terravision per Milano centro. È carina, forse un po’ sulle sue, ma niente male. Solo che non ne vuole proprio sapere di restare in linea e mi sorpassa di lato, sempre con lo sguardo dritto davanti a sé, il mento alto. In doppia fila come le auto parcheggiate. Ben venga. Poi mi passa sopra un piede con il trolley e si volta verso di me. Ci voleva un piede dolorante perché mi notasse. Mi guarda dicendomi: – Sorry – con un pessimo accento.
“Ma quale sorry, accidenti! Non lo vedi che sono Italiano?” vorrei dirle e, invece, sforzandomi di essere gentile, le faccio un cenno con la mano per farle capire che, se vuole, può anche passarmi davanti. “Tanto l’autobus non parte prima di un altro quarto d’ora. Va’ pure. Non andrai tanto lontano.”
Dannata smania di arrivare primi.
Salgo e trovo posto verso il fondo, vicino al bagno chimico che già puzza di urina. Il bus parte alle diciassette in punto e, a quest’ora della sera, con tutto il traffico, va a passo di lumaca. Osservo il cielo attraverso il finestrino: da qui sembra un pezzo di scenografia blu dalle sfumature rossastre. Se lo guardo troppo intensamente sembra che voglia cadermi addosso. Lo skyline mette in risalto i grattacieli di nuova costruzione che si stagliano sull’orizzonte possenti e maestosi. Acciaio e vetro.
L’autobus esce dall’ingorgo dell’aeroporto e si immette sulla strada a scorrimento veloce. Intanto si è fatto buio e le luci dei lampioni si alternano rapide, specchiandosi sul cofano delle macchine. Ora non c’è troppo traffico e si va svelti. Le auto che ci sorpassano sembrano scorrere su rotaie a levitazione magnetica. È questo il momento più bello della giornata: quando la tensione si allenta e la città, con tutto lo sfavillio delle luci, diventa magnifica.
Milano: io invece ti odio. Non ti ho mai perdonato per avermi rubato Martina. Me l’hai portata via, in uno dei tanti uffici freddi dei tuoi grattacieli. L’hai trasformata in un comunissimo revisore contabile con il tailleur gessato e gli occhiali scuri. Chissà che fine le hai fatto fare, maledetta Milano. ...




*****
L'AUTRICE
Giulia De Santis, classe 1978, nasce a Fermo dove vive fino al diploma di Maturità Scientifica. Si trasferisce a Bologna per intraprendere gli studi di Ingegneria. Si laurea con una tesi svolta presso la University of the West of England e torna nel paese natale dove vive con Mia, una cagnolina di due anni. È ingegnere e scrive per passione.
VISITA A SUA PAGINA FACEBOOK:


TI INTRIGA LA TRAMA DI QUESTO RACCONTO? TI PIACEREBBE LEGGERLO? L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI? PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE.
Grazie a chi condividerà il link a questa recensione sule sue pagine social.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!