SILVIA AMI PRESENTA..."REAL LOVE" (EmmaBooks)


SILVIA AMI SI E' FATTA CONOSCERE ALLE LETTRICI DEL NOSTRO BLOG CON UN BEL RACCONTO NATALIZIO E ADESSO TORNA CON UN LIBRO NUOVO DI ZECCA, REAL LOVE (IN EBOOK DA EMMABOOKS) CHE MIXA PIACEVOLMENTE UN BINOMIO ORMAI CLASSICO:AMORE E CUCINA.CHE ALTRO C'E' DI MEGLIO? LE ABBIAMO CHIESTO DI PARLARCENE...

Autrice: Silvia Ami
Genere: Contemporaneo
Uscita: 12 febbraio 2016
Lunghezza: 300 pagine
Editore: Emma Books

SOLO IN E-BOOK: Euro 4,99(tutti gli stores)


TRAMA: Cosa faresti se il destino ti facesse di nuovo incrociare l’uomo che per anni hai cercato di evitare? Cambieresti decisamente strada o fingeresti di ignorarlo?A capo della produzione di un nuovo reality dedicato alla pasticceria, Emma Ferrari non può esimersi dal coinvolgere Massimiliano Allegri, uno degli chef più amati dai telespettatori e il più detestato da lei. Come se non bastasse, Max non sarà l’unica star del programma: a contendersi l’attenzione delle massaie (e non solo) ci sarà anche l’affascinante Andrea Delmonaco, solare artista dello zucchero e inguaribile dongiovanni. E così, tra una riunione e l’altra, tra prove in studio e serate passate ad accontentare i capricci delle star, i tre si ritrovano a passare parecchio tempo insieme, ben oltre l’orario di lavoro. E mentre le difese di Emma iniziano a vacillare, le attenzioni del fascinoso Andrea e le premure dell’ombroso Max fanno breccia nella sua corazza. Prima che le cose si complichino Emma dovrà prendere una decisione: scegliere l’angelo o il diavolo dello zucchero?

****
Cosa dirvi di REAL LOVE? L'idea mi è venuta al Salone del Libro di Torino qualche anno fa. Ero andata a curiosare nell'angolo delle pubblicazioni culinarie e mi sono imbattuta nella presentazione del libro di un mito della pasticceria: Maurizio Santin. Mentre lo guardavo creare meraviglie e chiacchierare dal vivo, anziché dietro le telecamere del Gambero Rosso, mi si è accesa la famosa lampadina. Così a lato della ricetta della mousse al cioccolato con lamponi ho scarabocchiato le prime
annotazioni per quella che poi sarebbe diventata la storia di Emma e dei suoi baldi pasticceri.
Mi piacciono gli uomini con le idee chiare, a volte anche intransigenti, purché abbiano un lato dolce. Non importa se è nascosto e se sono disposti a mostrarlo solo in rare occasioni, quel che conta è che ci sia.
Max è così. Lui è l'arcangelo della giustizia tra i fornelli, il pasticcere che disdegna la pasta di zucchero sulla crostata alla crema, ma sa esaltare il genio di chi crea combinazioni innovative nel suo piccolo laboratorio artigianale. L'uomo dal romanticismo nascosto e dallo sguardo inclemente.
A fargli da contrappunto c'è il suo amico Andrea, un genio creativo capace di innalzare sculture di zucchero colorato fino al cielo. Lui è l'idolo del pubblico, amabile e sorridente con tutti.
Poi in mezzo a loro c'è Emma, responsabile di ed efficiente delegato di produzione che avrà il compito di gestire le due star nel nuovo reality show dedicato pasticceria “Tu come lo dici zucchero?”.
E con due come loro, vi assicuro, l'impresa sarà tutt'altro che facile.
SILVIA AMI

LEGGI UN ESTRATTO… 
Sbigottita, Emma fece cadere le braccia lungo i fianchi e guardò l’amica negli occhi. «Gigli? Che c’entra Gigli?»
«E io che ne so? È da quando è finita la riunione che ti comporti in modo strano. Spiegamelo tu cosa c’è che non va. Io ho solo visto che te la sei cavata alla grande, che tutti ti hanno dato pacche sulle spalle, complimentandosi per il gran lavoro che hai fatto, che erano felici e non vedevano l’ora di andare a mangiare pernici...» Sarah si interruppe e guardò verso il soffitto come se stesse cercando una risposta tra le ombre del lampadario al neon. «Chi ha fatto cosa?» chiese infine, gettando la spugna.
«Lui» disse Emma con tanta veemenza che uno schizzo di saliva raggiunse lo specchio di fronte al lavabo. «Oh, cavolo. Scusami» aggiunse precipitandosi a prendere un tovagliolo di carta dal dispenser appeso al muro.
«Lui chi?»
«Lui Max!» sibilò lei mentre con fare energico ripuliva la superficie dello specchio, il cui sporco di sicuro non era mai stato rimosso così a fondo.
Sarah la guardò esterrefatta. «Max? Vuoi dire Massimiliano Allegri? L’altro chef?»
«Sì, lui. Proprio lui. C’erano altri Max là dentro?»
«I don’t know. Ma vi conoscete?» Emma appallottolò la carta e la scaraventò nel cestino. Fissando il riflesso dell’amica nello specchio, appoggiò la mani al lavandino e incassò la testa nelle spalle. «Sì, ci conosciamo da un pezzo. Da prima che diventasse famoso. Lui era l’assistente di Andrea e io facevo parte degli autori del suo programma.»
«E allora?»
«E allora non lo reggo» replicò con un astio che non era da lei. Mal sopportando bulli e presuntuosi, difficilmente Emma si scaldava tanto al punto da inveire contro qualcuno. Ma quel particolare soggetto dagli occhi pungenti come un whisky torbato, indecifrabili e sempre pronti a inchiodare l’interlocutore al minimo errore, le faceva ribollire il sangue. Le faceva venir voglia di cancellargli con un ceffone quel sorriso che avrebbe potuto essere la perfetta imitazione di quello di Joker, o dargli un calcio negli stinchi per rovinare quel suo modo di camminare che trasudava boria, come se tutti al suo passaggio dovessero scansarsi per fargli largo.
«Ma tu sapevi che sarebbe venuto... non capisco. Sei tu che hai organizzato tutto.»
«Sì, certo, ma speravo che si sarebbe comportato in modo più maturo.»
«Ah. Ora capisco! Tra voi c’è stata una storia e ora ti rode che non ti abbia nemmeno salutata» esclamò Sarah, battendo le mani felice. La faccia di Emma poteva essere messa nella pagina di Wikipedia alla voce “Repulsione”. «No dico, ma sei scema? Io e quello lì insieme?»




L'AUTRICE
Silvia Ami ha lavorato in ricerca e sviluppo, mandato avanti una piccola attività e ultimamente, progettato razzi spaziali (è uno scherzo!). Ha attraversato l'Europa in treno ai tempi in cui si usava l'Interrail e i voli low-cost ancora non erano stati inventati. Ha vissuto in Germania per cinque anni e imparato lo spagnolo da suo marito. Insieme ai loro due figli vivono affacciati sul mare, condividendo un'enorme collezione di macchinine, una cucina piena di gadget e un ufficio che assomiglia al laboratorio di Doc in Ritorno al futuro. Silvia ha scritto il suo primo romanzo dopo aver sognato i personaggi in una notte di mezza estate e non riuscendo più a  farli andar via. Ha da poco  pubblicato il suo secondo romanzo con EmmaBooks.
VISITA LA SUA PAGINA FACEBOOK:


TI PIACEREBBE LEGGERE QUESTO LIBRO? L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI? PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE.
CLICCA SU G+ QUI SOTTO PER PROMUOVERE QUESTO LIBRO SU GOOGLE.

8 commenti:

  1. Non mi serve leggere l'estratto ne il commento. La trama e' sufficiente per farmi aggiungere questo libro alla lista dei desideri! Quando si parla di cucina, e qui in particolare di pasticceria, mio punto moooltooo debole, non ho dubbi!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero! Real Love è una dolce tentazione :D

      Elimina
  2. io invece non amo solitamente i romanzi che hanno a che fare con la cucina, ma l'estratto mi ha entusiasmato,
    anche perchè diciamo che siamo un po' fuori dal contesto essendo un reality. mi pare che sia un romanzo anche molto divertente, almeno ho avuto questa sensazione, e poi è lungo e questo è un altro punto a favore,pertanto sicuramente subito in lista desideri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi piace questo elenco di punti favorevoli ;)
      Buona lettura!

      Elimina
  3. In bocca al lupo per questa nuova uscita, Silvia! Trama ed estratto promettono molto bene.

    RispondiElimina
  4. Carinissimo l'estratto!Mi intrigano sempre molto gli chef...me lo segno come futuro acquisto

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!