DAN E PHOEBE VS. BOBBY TOM E GRACIE...QUALE COPPIA DI SUSAN ELIZABETH PHILLIPS PREFERITE?

Qualche mese fa dovevamo riprenderci tutte dal “gran botto” del meraviglioso It had to be you (Il gioco della seduzione), primo romanzo della serie dei Chicago Stars, e dall’incredulità al pensiero che un’autrice del talento di Susan Elizabeth Phillips arrivasse in Italia con quasi vent’anni di ritardo rispetto alla pubblicazione in patria. Quest’estate, un po’ in anticipo rispetto a quanto annunciato (e nessuno se ne è lamentato), Leggereditore ci ha allietato le vacanze con il secondo romanzo della serie, Heaven, Texas, uscito in italiano con il titolo Un posto nel tuo cuore.
Proprio in quanto seguito della deliziosa, divertente e brillante storia di Phoebe Somerville e Dan Calebow, rispettivamente neo-proprietaria e allenatore capo degli Stars, questo secondo romanzo parte con un’eredità molto pesante. Difficile eguagliare la leggerezza e originalità insieme e i personaggi memorabili di quel primo volume e ripetere l’exploit.

Ma partiamo dall’inizio e vediamo insieme questo confronto. A me erano bastate, forse ve lo ricorderete se avete letto la mia recensione(vedi qui), poche pagine per essere conquistata da Phoebe Somerville, dal suo incontro/scontro con Dan Calebow e dalla sua particolare amicizia con il fotomodello Viktor. Per quasi 300 pagine, quei personaggi mi avevano trascinato, sorpreso e fatto sorridere, con una protagonista che bucava le pagine con il suo aspetto da Marylin Monroe (e un atteggiamento sfacciato all’insegna del più canonico what you see is what you get) usato con grande abilità e intelligenza per celare una sofferente e complessa sostanza.

Nel secondo volume della serie ritroviamo la stella che Dan Calebow allenava, quel Bobby Tom Denton al quale Phoebe doveva stampare un bel bacio sulla bocca come rituale di buona fortuna all’inizio di ogni partita. Texano, inseparabile dal suo Stetson
Cover americana
(cappello da cowboy che possiede in varie fogge e colori), bello e ricco sfondato in virtù di anni di contratti milionari, lo incontriamo dopo uno sfortunato incidente che ha prematuramente posto fine alla sua brillante carriera di ricevitore dei record. Mentre Calebow era un protagonista che il lettore sentiva e intuiva quasi a pelle, Bobby Tom è un personaggio complesso, vero pot-pourri di contraddizioni. Arrogante e presuntuoso eppure
generosissimo, esuberante e sicuro di sé eppure minato da un’insicurezza esistenziale ora che non può più scendere in campo, e soprattutto intelligente ma talvolta incredibilmente ottuso. Incapace di ferire i sentimenti delle donne “per colpa” di un episodio accaduto nella sua infanzia, più volte tratta i sentimenti della protagonista con l’accetta. Ci piace come piace a tutti, ma ci mettiamo un po’ a capirlo, e anche quando pensiamo di averlo capito i suoi ragionamenti restano contorti e macchinosi – forse perché anche la sua autrice fa fatica a capirlo, o magari semplicemente perché è impegnato e determinato a non deviare dalla rotta che segue ormai da anni. Fino a poche pagine dalla fine, Bobby Tom in sostanza guarda senza vedere, ma è molto bravo a convincersi che ha gli occhi ben aperti e nulla può sfuggire al suo controllo.

Neanche Gracie Snow è prorompente quanto Phoebe Somerville. Parte molto più vicino a un cliché del genere (il brutto anatroccolo) e dopo la trasformazione in anatra dai colori brillanti (Gracie non è e non sarà mai un cigno come la sua predecessora) è di una caparbietà quasi snervante. In realtà entrambi i protagonisti, nel loro avvicinarsi con i piedi di piombo (e gli occhi spesso bendati) alle ragioni del cuore, commettono errori e si comportano in modo che può esasperare, per poi dire o fare cose assolutamente commoventi e spacca-cuore poche pagine dopo.
Cover americana
Insomma, dove Il gioco della seduzione era una brillante Ferrari rossa il cui motore rombante non perdeva mai un colpo e ci portava rapidi e sicuri a destinazione, con tutte le emozioni di un tragitto su una Testa Rossa, Un posto nel tuo cuore è più un roller-coaster emotivo, un ottovolante che strattona il lettore tra picchi in cui i protagonisti si fanno adorare e valli in cui li scuoteremmo volentieri per far loro entrare un po’ di sale in zucca. Tempo fa parlavo con Adele Vieri Castellano, autrice di Roma 40 DC – Destino d’amore, di come sia giusto che i personaggi scatenino a volte delle reazioni anche contrastanti e non sempre positive nel lettore, altrimenti ci troveremmo sempre e comunque di fronte a modelli di perfezione. Bobby Tom e Gracie sbagliano e sanno irritarci, per poi compiere un volteggio e cascare perfettamente in piedi qualche pagina dopo. Sarà stata una scelta intenzionale dell’autrice, oppure nella ricerca dell’originalità e della differenziazione dalla mitica coppia Dan-Phoebe avrà finito con il superare in alcuni punti quel sottile confine che divide il sì dal no, il mi piace dal non mi piace, al quale i personaggi sfaccettati spesso si avvicinano senza mai oltrepassare?

Stay tuned, perché La mia biblioteca romantica cercherà di chiederlo direttamente all’autrice.






L'EPILOGO MAI PUBBLICATO
Leggi qui la nostra traduzione dell'epilogo di questo romanzo che fu tagliato nella stesura finale del libro  (S.E.Phillips l'ha pubblicato sul suo sito, qui.).

TI INTERESSANO QUESTI LIBRI? PUOI ACQUISTARLI SCONTATI QUI




SE HEAVEN TEXAS FOSSE UN FILM...


AVETE LETTO QUESTI LIBRI? QUALE COPPIA AVETE PREFERITO? SE LA LEGGEREDITORE  DECIDESSE DI PUBBLICARE ALTRI LIBRI DELLA SERIE CHICAGO STARS CONTINUERESTE A SEGUIRE LA SERIE?

8 commenti:

  1. Cristina M21/08/12, 20:21

    Grande Monica! Concordo con tutto quanto. Come al solito, riesci a cogliere i dettagli che caratterizzano un libro sempre in modo ironico ma preciso! Che dire? La scelta tra le due coppie è ardua; ognuna a modo suo ti colpisce.
    Dan-Phoebe per ora rimane in vetta alla classifica dei personaggi TOP. Bobby-Tom/Gracie sono appena un gradino sotto ma pur sempre divertenti e coinvolgenti.
    Quello che adoro in s.E Phillips è la coerenza con cui delinea i protagonisti. La signora ha stile, c'è poco da fare.

    RispondiElimina
  2. Monica complimenti per la tua analisi! Devo dire che l'autrice mi ha davvero conquistato con il suo " Gioco della Seduzione" e dopo aver letto " Texas Heaven" , ho capito che il suo stile , fresco , ironico , commovente, è una ventata di leggerezza molto piacevole! Ho letto il libro al mare e mi sono ritrovata a ridere da sola, per la sua capacità di creare delle situazioni veramente buffe ! Ho deciso che seguirò la sua serie dei Chicago Stars per leggere le avventure dei suoi personaggi,veri e non artefatti. Per venire alla domanda proposta la coppia che preferisco e' quella di Phoebe-Dan anche se devo dire che ho amato con tutto il cuore il personaggio di Gracie : finalmente una donna normale, non bella ma che con la sua personalità e sensibilità arriverà a mettere in ombra le bellone siliconate che girano intorno a Bobby.

    RispondiElimina
  3. Cassandra Rocca22/08/12, 00:13

    Io non ho ancora letto il secondo libro, ma ho da poco finito il primo e devo dire che mi è piaciuto molto! Adoro i contemporanei freschi e con personaggi ben delineati e divertenti, e lo stile dell'autrice mi coinvolge, quindi credo andrò avanti con la serie dei Chicago Stars (sperando che non venga troncata come altre serie!)
    Dan E Phoebe mi sono piaciuti, lei è strepitosa! Adesso aspetto di conoscere meglio Bobby Tom e Gracie...
    Ho visto il video proposto, e devo dire che se l'attrice scelta per il ruolo di Gracie rispecchia il personaggio, io non la trovo affatto brutta, anzi: è molto bella nella sua semplicità!
    Complimenti a Monica per la bella recensione! :)
    Cassie

    RispondiElimina
  4. Phebe e Dan tutta la vita.
    I personaggi di Heave, Texas non mi hanno convinto del tutto, mi sembrano meno riusciti di quelli di It had to be you, più stereotipati (purtroppo piacciono all'autrice, rimane sulla tipologia brutto anatroccolo / Adone per quasi tutta la serie).

    Gracie è carina, ma la sua testardaggine arriva all'eccesso. Bobby Tom andava randellato subito, non alla fine del libro, che però è bellissima.

    Mi è piaciuta molto la storia secondaria, invece, molto inusuale visto che tratta di due persone mature.

    L'avete letto l'epilogo di Heaven, Texas? Quello che si trova solo sul sito (o almeno mi pare, con sto caldo non ragiono ^_^).

    Cris

    RispondiElimina
  5. Complimenti Monica per l'analisi accurata dei due romanzi.A me è piaciuto molto il secondo,probabilmente per la presenza di Grace che nonostante sia un brutto anatroccolo riesce a conquistare un uomo come Bt.

    RispondiElimina
  6. Bobby e Gracie 4ever!li ho amati e entrambi nella loro diversita' ma cosi' divertenti...e poi adoro il bellone che alla fine perde la testa x una ragazza "normale".Cmq il personaggio di Bobby Tom(peccato qst nome che ho durato fatica a digerire!)mi affascina fin dal primo libro.

    RispondiElimina
  7. Hai ragione Kiara questo nome doppio non è un gran per il protagonista ma non è un caso che la Phillips l'abbia scelto.Infatti in Texas c'è molto l'abitudine dei nomi doppi si aper gli uomini che per le donne, soprattuto se provenienti da paesini rurali come Heaven.

    RispondiElimina
  8. io ho preferito sicuramente la coppia Phoebe-Dan.. lui è stupendo e phobe mi faceva molta tenerezza nel portare la sua maschera per difendersi dal mondo.. riguardo alla serie chicago stras dico solo che se uscisse oggi tutta tradotta in italiano, la comprerei in 3 secondi netti.attendo con ansia il seguito e complimenti per la recensione!
    Simona

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!