ESCE 'LA VITA CHE HO SOGNATO' DI MARIANGELA CAMOCARDI. IN ESCLUSIVA, UN'INTERVISTA E IL PROLOGO DEL ROMANZO

Autrice: Mariangela Camocardi
Data di uscita: Maggio 2011
Genere: Women's Fiction, contemporaneo
Ambientazione: Lombardia, oggi
Editore: Mondolibri
Alina e Nick sono felici e così innamorati da fissare la data delle nozze dopo un breve fidanzamento. Lui è certo dei sentimenti di lei, lei idem, ed entrambi si desiderano pazzamente. Ambiscono soprattutto crearsi una famiglia e avere bambini. Non c'è quindi ragione di rimandare oltre il matrimonio. Ma, poche settimane prima del sì, Fania, la madre di Alina, è costretta a rivelare alla figlia un terribile segreto che per anni ha tenuto relegato nell'oblio, sperando, forse, che non venisse mai alla luce. Per Alina e Nick lo shock è devastante. Da un giorno all'altro equilibrio e normalità saltano in aria, lasciandosi dietro solo macerie e desolazione. Anche per Fania non è semplice convivere con i rimors: si sente colpevole del terremoto che, suo malgrado,  è piombato su tutti loro repentinamente, distruggendo non solo il sogno d'amore di Alina e Nick, condizionandone di conseguenza il futuro della coppia e di chiunque sia coinvolto in ciò che accadde molti anni prima. Da quel momento, come un castello di carte che crollano una dopo l'altra senza poterlo impedire, la situazione precipita ulterioremente travolgendo in modo ineluttabile Alina Nick e chi si trova a  orbitare intorno alle persone risucchiate in una spirale di eventi del tutto imprevedibili. Da un lontano passato che invano Fania ha disperatamente  cercato di seppellire, emergono fantasmi che nessuno di loro è preparato ad affontare. Fantasmi che scateneranno conflitti difficili da gestire, quando ci sono di mezzo sentimenti quali l'amore, l'odio, l'invidia, il tradimento, l'avidità di denaro e la mancanza di scrupoli...  

MARIANGELA CAMOCARDI, FINALMENTE IN LIBRERIA.



LMBR: Siamo molto contente di avere oggi nostra ospite Mariangela Camocardi, il cui nuovo romanzo - un contemporaneo! - è in uscita per Mondolibri. 
Sai che ci hai sorpreso Mariangela? La Camocardi che scrive un contemporaneo! Ci racconti come mai hai deciso di abbandonare, anche se solo per il momento, il romance storico per dedicarti a un contemporaneo forse di genere più women's fiction che romance classico?
MARIANGELA CAMOCARDI: Mi piace sorprendere le persone con i romanzi che scrivo! Ero semplicemente matura per un contemporaneo e la sfida che rappresentava La vita che ho sognato era troppo stimolante per starci troppo a pensare. Avevo in testa due protagonisti carismatici che stavolta vestivano abiti moderni, anzichè redingote, crinoline e ventagli. Alina e Nick volevano essere raccontati a ogni costo, ho messo a loro disposizione la mia penna di romanziera per dimostrare che dopotutto il romanticismo è ancora di moda perfino al giorno d'oggi. Ti assicuro che mi sono destreggiata benissimo nell'attualità.  Come dico sempre, l'amore non ha epoca, e nemmeno i sogni.

LMBR: Come è nata dentro di te la storia, e cosa ci puoi dire, senza rivelarci troppo, dei due protagonisti della vicenda?
MARIANGELA CAMOCARDI: La storia ha preso lentamente consistenza partendo da uno spunto reale. Nick e Alina erano lì, annidati nella mia mente e pronti a entrare in scena. Nick, reduce da un'unione sbagliata, è diffidente verso le donne ma si rende conto che il destino ha ancora parecchio da offrirgli quando incontra Alina. Lui  è un idealista disposto a battersi per tutto ciò in cui crede anche quando ha a che fare con le cause perse. Alina, la donna di cui si innamora,  è l'altra metà della sua anima. Lei è passata attraverso qualche disillusione sentimentale ma Nick è Nick, cioè il compagno ideale che ha sempre cercato e voluto. Hanno entrambi una forte personalità, che verrà messa a dura prova quando l'imponderabile irrompe nelle loro vite e si lascia dietro terra bruciata.  Naturalmente ci sono antagonisti di tutto rispetto con i quali dovranno confrontarsi e... be', mi fermo qui per lasciare ai lettori il piacere di scoprire pagina dopo pagina gli incalzanti colpi di scena del romanzo.      

LMBR: Hai avuto difficoltà a passare dallo stile di scrittura che usi abitualmente per il romance a quello più consono ad un contemporaneo?
MARIANGELA CAMOCARDI: No, per fortuna. Tuttavia, per avere conferma che il linguaggio decisamente più attuale e il mio stile collimassero in qualcosa di armonioso da leggere, conferendo ritmo e intensità al testo e ai suoi personaggi, ho sottoposto i primi capitoli a Marcella Meciani, responsabile editoriale di Mondibri. Lei mi ha dato ottimi suggerimenti, confluiti  in un libro che sono orgogliosa di aver scritto. Mi auguro che chi lo leggerà sia dello stesso parere.

LMBR: Dopo tanti anni di edicola, con questo romanzo edito da Mondolibri verrai finalmente distribuita in libreria. Sei emozionata? 
MARIANGELA CAMOCARDI: Come neppure ci si può immaginare. Sia chiaro, l'edicola mi ha dato tanto in termini di soddisfazioni personali e di lettrici che mi hanno seguita dagli inizi, e ancora lo fanno. Lettrici a cui voglio bene perchè hanno continuato a mandarmi lettere affettuosissime nelle quali mi esprimevano, mi esprimono tuttora, il loro apprezzamento per i romanzi che scrivo. Però la librerià mi offre l'opportunità di andare oltre: La vita che ho sognato non sparirà dopo un mese dal giro vendite. La prospettiva mi entusiasta semplicemente, e suppongo se ne intuisca la ragione.     
LMBR: So che è previsto un tour di presentazione del romanzo presso le librerie della Mondolibri. Ci ricordi le date?
  • a Milano nella libreria Mondolibri in Via Pergolesi 6 giovedì 12 maggio alle 18
  • Modena nella libreria Mondolibri di Piazza XX Settembre 21 sabato 18 giugno alle18
  • a Mantova nella libreria Mondolibri - non ho ancora l'indirizzo- giovedì 16 giungo alle 18   

LMBR: Quest'anno sembra proprio essere il tuo anno. Prima l'antologia Mondadori, Amori sull'Ali Dorate, poi La Vita che ho sognato, quindi a luglio verrà rieditato da Leggereditore un tuo classico,  Sogni di vetro. E infine, ancora quest'anno, celebrerai i 25 anni di carriera nel romance. Ho paura a chiederti come li festeggerai: forse con un altro romanzo?
MARIANGELA CAMOCARDI:
Naturalmente! A Natale uscirà Chi voglio sei tu per la collana I Romanzi, che pubblica appunto il mio 25 romance nel 25° anno. Ho iniziato con loro, anni fa, e il primo amore è indimenticabile. C'è un altro progetto importante che mi auguro di concretizzare con Sergio Fanucci e LeggereEditore, ma è prematuro parlarne. Inoltre a maggio, presentato al Salone del Libro di Torino nell'antologia edita da Delos, 365 racconti horror per un anno, curata da Franco forte, ci sarà anche un mio racconto, Giuliettati confesso che la prima a essere stupita dell'incursione nell'horror sono io, anche perchè mi sono divertita a scriverlo. Non solo, collaboro come sai alla bellissima rivista Romance Magazine e, oltre a esserne fiera, assaporo le novità con uno stato d'animo che chiunque può intuire.  Insomma, sono arrivata alle nozze d'argento con la narrativa e se mi guardo indietro vedo il tanto lavoro svolto, ma soprattutto la voglia di non mollare mai anche quando le cose non erano così idilliache e la voglia di gettare la spugna era proprio dietro l'angolo. Bisogna credere nei propri sogni, sempre: sono convinta che tenerli stretti al cuore infonda la forza per arrivare lontano. Per me, condividere con tutte voi ciò che provo in questo momento è la migliore maniera per festeggiare i traguardi raggiunti. Grazie!    

LMBR:  Siamo sempre molto contente quando ci vieni a trovare nella nostra biblioteca romantica, Mariangela. Grazie per questa intervista, congratulazioni  e ... ,non si dice, per questo tuo nuovo romanzo. 
MARIANGELA CAMOCARDI: Ringrazio te, Vivi, per l'intervista, e Francy per avermi ospitato di nuovo nel bel salotto di LMBR. Un grazie altrettanto caloroso lo rivolgo alle lettrici, fondamentali nella crescita professionale di una scrittrice, e infine alle persone che, ciascuna a suo modo, hanno contribuito al conseguimento di questi risultati, in primis mio marito e i miei figli.

La Vita che ho Sognato

Ecco come inizia il romanzo....
Prologo

Ieri
La camera da letto era in penombra e vi aleggiava, tenace 
e pungente, l’odore di mobilio nuovo, mischiato all’in- 
tenso profumo di lavanda delle lenzuola ricamate. 
Quelle buone del corredo, naturalmente, tirate fuori dal baule 
in occasione delle nozze imminenti. 
“Dimostriamo al prossimo che i Raimondi non sono da 
meno di nessuno. Magari non avremo i milioni, ma siamo 
gente che conosce il significato del termine decoro, e se non 
altro in questa casa abbonda l’onestà!”, le aveva detto sua ma- 
dre Armida il giorno in cui aveva ricevuto il vicinato per un 
modesto rinfresco prematrimoniale, accogliendoli per l’occa- 
sione nel quasi intonso salotto dove entravano solo pochi pri- 
vilegiati. Quei pochi erano così in soggezione da starsene ri- 
gidamente appollaiati sul bordo del sofà a fiorami, probabil- 
mente chiedendosi se erano all’altezza di tanta perfezione. Of- 
frire pasticcini, prosecco o caffè era in realtà un pretesto per 
sciorinare sotto gli occhi altrui la fine biancheria ricamata che 
Armida stessa, sottoponendosi a duri sacrifici, era riuscita a 
darle in dote. 
E lei, sua figlia, da vera ingrata, avrebbe dato fuoco a tutto 
quanto se solo avesse potuto, incluso chi ci stava dentro! Pro- 
prio allora, distraendola da quei pensieri, in una delle abita- 
zioni lì intorno qualcuno accese una radio e le note di Sapore 
di sale fluttuarono nell’aria, arrivando fino a lei smorzate dalla 
distanza. Il tuffo al cuore fu immediato e, prima di riuscire a 
reprimerla, l’immagine di due ragazzi che nel caldo di 
un’estate neppure troppo lontana si baciavano su una spiag- 
gia le sgusciò fulminea dalla memoria. Fania si abbandonò a 
quei ricordi con un senso di rimpianto che faceva male come 
una ferita fisica. ...

PER CONTINUARE A LEGGERE LE PRIME PAGINE DEL ROMANZO, ANDATE QUI.



Vi interessa questo nuovo romanzo di Mariangela Camocardi? Vi piacciono i contemporanei, o palpitate soltanto per eroine in crinolina ed eroi in stivali e redingote?

  


12 commenti:

  1. Grazie di cuore, mie care Bibliotecarie romantiche! Essere ospitata con tanta cordialità nel vostro accogliente salotto per parlare di romanzi e progetti letterari, è ormai una piacevole consuetudinbe che apprezzo infinitamente. Un abbraccio affettuoso a voi e alle amiche di LMBR.
    Mariangela Camocardi

    RispondiElimina
  2. Che bello!!! Un nuovo romanzo della Camocardi.
    Niki

    RispondiElimina
  3. bellissima intervista... come sempre.. io vi conosco da poco ma ormai mi sto affezionando a tutte queste belle sorprese. non mancherò d leggere questo contemporaneo.. in bocca al lupo

    RispondiElimina
  4. Complimenti cara Mariangela per il tuo nuovo romanzo. Sono curiosissima di leggerlo dopo aver 'assaggiato' il prologo.
    Finalmente la meritatissima libreria; credo sia il modo migliore per festeggiare il tuo venticinquesimo con la scrittura.
    sinceri complimenti anche alla cara Viv.
    Miriam

    RispondiElimina
  5. Niki, grazie, mi auguro che ti piaccia! Un abbraccio!
    Crepi il lupo, e grazie Fabiola. C'è tutta la mia passione per le belle storie d'amore tra le pagine di La vita che ho sognato, fammi sapere se ti è piaciuto.
    Grazie Miriam, un sogno realizzato che realizzerai anche tu, ne sono sicura. Vivi è un portento quando intervista noi autrici, e la ringrazio ancora.
    Mariangela Camocardi

    RispondiElimina
  6. Finalmente una scrittrice romance italiana in libreria! Spero tanto che sia solo la prima di una lunga serie.
    Dell'estratto ho apprezzato soprattutto le note di costume su matrimonio e dintorni; una mentalità che sembra appartenere a secoli fa e invece si tratta dell'altro ieri. Nn manco mai di stupirmene. :-)
    Complimenti alla signora Camocardi x qs traguardo, grazie e saluti a tutte.

    RispondiElimina
  7. In bocca al lupo, Mari! Ti auguro un grandissimo successo, peraltro meritatissimo. Un bacione, Roberta Ciuffi

    RispondiElimina
  8. Anche io mi auguro che le scrittrici italiane di romance trovino spazio in libreria, cara ladymcbeth. Se lo meritano, nessuna esclusa. Grazie per l'apprezzamento: conosco bene l'epoca e mi è piaciuto ricordare com'era la società italiana allora. Quando guardo i film di Don Camillo e Peppone sembra di tornare nell'ottocento e in realtà è un passato abbastanza recente.
    Crepi il lupo, Roberta, e da amiche che si stimano quali siamo tu e io, ricambio di cuore l'augurio per un successo ancora più grande con il tuo romanzo paranormal "Un cuore nelle tenebre", ormai di prossima uscita. Un abbraccio.
    Mariangela Camocardi

    RispondiElimina
  9. Complimenti e ancora complimenti, Mariangela! Facciamo tutti il tifo per questo contemporaneo!
    Un abbraccio,
    Ornella Albanese

    RispondiElimina
  10. Un anno d'oro, per te, queen! Spero che festeggerai a dovere il grande passo in libreria. Intanto mi congratulo e ti abbraccio forte.
    terri

    RispondiElimina
  11. C'è da dire una cosa che ritengo molto importante: le autrici italiane condividono amicizia e affetto, oltre alla stima reciproca. La rivalità è una parola senza senso quando si ha la fortuna di poter fare un mestiere appassionante come il nostro! Grazie a Ornella Albanese, a cui ricambio gli auguri per il suo debutto in libreria, e ringrazio anche la mia cara Theresa Melville: Theresa, a luglio uscirà il tuo primo romanzo storico di una trilogia, e allora: "un enorme in bocca al lupo" da parte mia!
    Mariangela Camocardi

    RispondiElimina
  12. E' impossibile che io mi perda questo romanzo. Sono davvero molto curiosa di leggere questo contemporaneo di Mariangela. A questo punto, deve cimentarsi anche nell'urban fantasy. ;)
    Bella intervista.

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!