OFFICINA ITALIANA ROMANCE : da un'idea di Elisabetta Bricca il nuovo 'workshop' online delle autrici romance italiane



Oggi presentiamo una nuova iniziativa, un laboratorio di idee e soprattutto di fatti aperto alle scrittrici di romance. Il nostro blog, attraverso la rubrica New Pens for Romance, è particolarmente impegnato nel sostenere il nuovo romance italiano. Ecco perché parliamo volentieri di OFFICINA ITALIANA ROMANCE (http://officinadeisogni.ning.com/) e dei suoi progetti. La prima uscita pubblica sarà la diffusione su internet di una serie di racconti scritti in occasione del Romance Day. Questi storie, alcune romance altre paranormal, saranno racchiuse in un volume virtuale intitolato: Le autrici di Officina per il Romance Day.

Spesso si ha degli scrittori un’immagine un po’ logora, come di persone che vivono isolate nel loro lavoro e nella loro fantasia. Non è sempre così. Ci sono esempi che decisamente escono da questo cliché. Prendete ad esempio le scrittrici di Officina Italiana Romance (O.I.R), un gruppo di autrici affermate e meno affermate, in alcuni casi solo esordienti, unite dalla passione per la scrittura e per la lettura, e intenzionate a non stare a guardare, ma a fare.

Hanno creato un’officina, una factory alla Andy Warhol, dedicata al genere romance. Basta un’occhiata al logo, creato da Silvia Basile, una delle partecipanti di Officina, per comprendere la filosofia di questo particolare laboratorio: una rondella di ingranaggio e una penna, una morbida penna d’oca come quelle che la Austen usava per scrivere i suoi capolavori. Come dire: ok, noi scriviamo confortanti storie d’amore spesso a lieto fine, ma guardate che queste nostre storie pretendono da noi un duro lavoro. Ricerche, organizzazione, tempo. Fatica. Fiducia in noi stesse. Una fiducia che spesso il mondo editoriale uccide sul nascere. Sul social network appositamente creato per O.I.R, queste artigiane della penna si scambiano freneticamente idee e informazioni, chiedono consigli, si interrogano e visionano reciprocamente i propri lavori. Producono. Fanno progetti.

Ad aver dato vita a questa bellissima e stimolante officina della creatività è stata Elisabetta Bricca, autrice di romance. Il suo primo romanzo storico, Sangue Ribelle, è stato pubblicato nel gennaio scorso da Harlequin/Mondadori. Il prossimo romanzo sarà D’amore e di ventura: vi ricordate che tutte noi abbiamo dato la caccia al volto del suo protagonista, Cesare Mocenigo? (Guardate qui) Ma torniamo a O.I.R. : Elisabetta è riuscita in pochi giorni a stringere intorno a sé una rete vivace di scrittrici e aspiranti tali. Proprio lei, che forse non ne avrebbe avuto bisogno….

LMBR: Perché, Elisabetta, hai sentito l’esigenza di creare O.I.R?

Elisabetta Bricca: Ciao Viv, ciao Francy. L’esigenza nasce dal desiderio di creare un punto di riferimento per le tante aspiranti scrittrici di romance e non solo. Pur avendo pubblicato, non ho dimenticato i “miei inizi”. Non ho dimenticato la fatica, la speranza, il batticuore, il pensiero martellante di non farcela. Ho deciso di fare qualcosa di concreto, qualcosa che non esistesse ancora in Italia, qualcosa che potesse trasformarsi in visibilità e forza per le tante ragazze che vogliono fare della passione di scrivere un mestiere. Ho letto manoscritti ed estratti di esordienti molto validi, molto più validi di tante cose pubblicate. Queste ragazze devono avere l’opportunità di farsi conoscere. Non sono gelosa del mio mestiere e sono pronta a condividere la mia esperienza con tutte coloro che lo vorranno. Chiedo solo qualità e voglia di cambiare lo stato delle cose. Insieme possiamo farcela.

LMBR: Quali sono i fini di Officina Italiana Romance?

E.B.: L’Officina è un laboratorio in continuo divenire, una factory (come tu l’hai giustamente definita), un’unione di menti e di intenti. Tutte le artigiane possono partecipare e arricchire l’Officina con idee e proposte. Una sola parola d’ordine: concretezza e fattibilità. In Officina, le parole devono corrispondere ai fatti. L’intento è quello di fare tutto ciò che fino ad ora si è solo pensato: dai workshop, agli eventi, agli esercizi di stile. E tutto rigorosamente romance e paranormal.

LMBR: Pensi che O.I.R possa divenire un marchio di qualità, un punto di forza per le scrittrici che vi lavorano? Un marchio riconoscibile anche dagli editori? Perché poi, il problema è quello, no? Come farsi pubblicare.

E.B.: Sì, uno degli obiettivi dell’Officina è proprio questo. Abbiamo già un logo che diverrà sinonimo di qualità, di creatività, di nuove e vecchie generazioni di scrittrici che collaborano e lavorano per aprire nuove strade nel mondo dell’editoria.

LMBR:Officina potrebbe diventare anche editore di se stessa?

E.B.: Chissà! Forse… un giorno.

LMBR: Ma è proprio vero che le autrici romance in Italia sono un po’ bistrattate?

E.B.: Cara Vivi, che tasto dolente hai toccato. Io sono nuova nel settore, ma posso dire che non ci viene concesso lo spazio che ci spetterebbe. Scrivere romance è considerato quasi un hobby, mentre è un lavoro duro, massacrante, di continua ricerca e innovazione. Perciò, per dare una risposta secca alla tua domanda, direi sì… lo siamo abbastanza. E’ pur vero che molte aspiranti autrici credono basti mettere insieme un lui, una lei e un po’ di sesso per realizzare un romance. Sbagliato. Creare un intreccio originale, barcamenandosi all’interno di cliché ben definiti, è difficile, molto difficile. Gli editori spesso si lamentano della scarsa qualità dei manoscritti che arrivano nelle redazioni. Quella di riuscire a scrivere da professioniste è una strada lunga e irta di pericoli che richiede impegno, sacrificio e lavoro. Tanto lavoro.

LMBR:Cosa unisce le artigiane di O.I.R, e quali sono i generi che rappresentano?

E.B.:La passione per la scrittura e la voglia di cambiare le cose. I generi variano dal romance, al paranormal allo urban fantasy.

LMBR: Quali saranno le iniziative di O.I.R ?

E.B.: Una raccolta di racconti per il Romance Day che sarà pubblicata dall’Officina e sponsorizzata; un workshop su come scrivere un romance, un romantic suspense e un paranormal (forse).

LMBR: Rimarrà un gruppo chiuso, o aperto a nuove scrittrici?

E.B.:Le nuove autrici sono le benvenute, senza mai dimenticare la parola d’ordine: fatti, non parole.Le idee possono avere la forza di cambiare il mondo.

Ad Officina si affaccia anche quotidianamente un’autrice affermata come Mariangela Camocardi.

LMBR: Mariangela, cosa pensi di Officina, e cosa ci fai tu, signora del romance italiano che certo non ha bisogno di presentazioni, in Officina?

Mariangela Camocardi: Grazie a Francy e a te per la considerazione che mi riservate, ne sono davvero onorata. Per rispondere alla domanda, Officina è un social network creato da Elisabetta Bricca con la volontà, sua e nostra di scrittrici, di colmare un vuoto su ciò che ormai è l'ambito della narrativa italiana, dalla quale il romance viene escluso. Officina si prefigge di rappresentare un punto di riferimento importante per tutto quello che a tutt' oggi viene un po' troppo sbrigativamente definito "genere rosa". Rosa non è sempre sinonimo di letteratura/spazzatura, tutt'altro, ma in Italia, chissà perchè, la narrativa romantica è discriminata, a prescindere dal pregio di un romanzo d'amore. Ho quindi ritenuto giusto essere parte di Officina non solo per dimostrare a tutte che chi persegue il sogno di scrivere può farcela, ma anche per mettere a disposizione la mia pluriennale esperienza di autrice.

LMBR: Che aria si respira in Officina?

M.C. : In Officina aleggiano entusiasmo e spirito di collaborazione. Le iniziative sono mirate a far crescere questo spazio che sta muovendo ancora i primi passi, ma dove già ci si confronta onestamente sulle effettive capacità del singolo e anche sulla realtà assai poco allettante dell'editoria italiana. L'unione fa la forza e insieme possiamo contribuire a cambiare le cose.

LMBR: Credi che essere parte di un gruppo sia produttivo e incentivante anche per chi fa un mestiere solitario come quello dello scrittore?

M.C.: Essere parte di un gruppo può essere una valida palestra dove tu, io e chiunque lo desideri può misurarsi sui rispettivi talenti e inclinazioni letterarie. L'umiltà è una caratteristica delle persone intelligenti, non il contrario. Io sono arrivata lontano perchè non mi sono mai seduta sugli allori e mi ripeto spesso la frase: "Dietro ogni traguardo, c'è una nuova partenza..



Vivienne



Il nostro blog sosterrà sempre con con entusiasmo le iniziative che l'Officina Italiana Romance prenderà in futuro per lo sviluppo e la diffusione della letteratura romantica d'intrattenimento scritta da autrici italiane, in Italia. C'era bisogno che qualcuno ci pensasse...e finalmente qualcuno ci ha pensato! Ragazze, siamo solo all'inizio...


Cosa pensate di questa iniziativa di Elisabetta Bricca, Mariangela Camocardi e tutte le varie autrici rosa esordienti che hanno deciso di aderire al progetto O.I.R? Lasciate i vostri commenti.


10 commenti:

  1. Vivi, Fancy... che emozione! Grazie per aver dato all'Officina l'opportunità di avere uno spazio (e che spazio!) su questo fantastico blog! Grazie per l'appoggio e per il vostro entusiasmo. Noi, dell'Officina, da parte nostra ce la metteremo tutta.
    Un abbraccio,
    Elisabetta Bricca

    RispondiElimina
  2. Vivi...Francy...ma che articolo...MERAVIGLIOSO!!
    Grazie...grazie...siete fantastiche!!

    E come ha detto la favolosa Eli...NOI dell'Officina ce la metteremo tutta per non deludere le aspettative...e per far comprendere che anche in Italia ci sono autrici che meritano di essere prese in considerazione e che non hanno nulla da invidiare alle straniere...anzi...in molti casi siamo addirittura superiori!!

    Bacioni a tutte voi
    Lady Akasha (Giusy Berni)

    RispondiElimina
  3. Ho l'onore e il piacere di partecipare all'officina e di scrivere, nel mio piccolo, racconti urban fantasy e paranormal. E' una strada difficilissima la nostra ma devo dire e lo dico con gioia, e con molto orgoglio, che quella dell'oddicina è un'iniziativa forte, innovativa e di grande i,mmèatto. il merito di tutto questo va a elisabetta, madre di tutte le pubblicitarie, nonchè scrittrice di grandissimo talento.
    assieme a vivi e giusy sta costruendo un luogo ricco di fantasia, iniziative e molta concretezza. In questa sede mi sono sentita capita, apprezzata e sopratutto, ho trovato PROFESSIONISTE valide che mi stanno aiutando moltissimo a crescere come autrice e come persona.
    E' un'iniziativa cui auguro ogni fortuna, e non per egoismo o intersse: perchè è un luogo virtuale che merita, perchè le persone che ci sono dietro sono straordinarie. Donne favolse, ricche di sensibilità e inventiva.
    Ripeto: sono onorata di far parte di questo network e, nel mio piccolo, pseor di poterlo aiutare a crescere.
    stefania

    RispondiElimina
  4. Francy e Vivi un grazie infinite al primo blog che fa una così bella intervista e recensione del social network creato da Elisabetta.
    Quando per la prima volta mi invitarono ad iscrivermi ho capito immediatamente che stava per diventare qualcosa con potenzialità interessanti. E' bello poterlo veder crescere ogni giorno e veder realizzare, piano piano, tutte le iniziative che i membri suggeriscono.
    Adesso le autrici hanno il primo traguardo del Romance Day, son sicura che verrà fuori un bel lavoro e che se ne riparlerà sicuramente in futuro.
    Quindi un grosso in bocca al lupo alle emergenti!
    Silvia Basile

    RispondiElimina
  5. ¡¡Auguri per questa benissima iniziativa!!

    Tutte l'idee che contribuiscano allo sviluppo, ingrandimento e diffusione della narrativa romantica, meritano un applauso.

    In letteratura di finzione nessun genere letterario deve considerarsi al di sopra di altro ed in romantica esistono anche autrici di grande qualità, voi siete un esempio.

    Spero che la OIR aiuti a posizionare la narrativa romantica nel posto che si merita nella letteratura e nella società.

    ¡Bravo ragazze!

    RispondiElimina
  6. Sono davvero orgogliosa di far parte del gruppo di Officina Romantica e concordo con chi dice che è giusto che si dia al genere romance l'opportunità di emergere e di essere considerato al pari degli altri generi letterari. I pregiudizi sono ancora molti. Recentemente qualcuno si è persino permesso di dirmi che "scrivo romanzi pornografici" e pensare che le mie scene d'amore sono pure piuttosto soft! E' una vergogna, a mio parere, che le persone si permettano di giudicare qualcosa che nemmeno conoscono.
    Pertanto voglio ringraziare Francy e Vivi per questo bellissimo post ed Elisabetta Bricca e Mariangela Camocardi per i loro interventi.
    Si dice che l'unione fa la forza e unite forse riusciremo a cambiare le cose!

    RispondiElimina
  7. Ragazzeeee, autrici italiane, benvenute.
    Non vedo l'ora di leggervi.
    In bocca al lupo sia per l'iniziativa sia per i vostri scritti.
    Rachele.

    RispondiElimina
  8. Sono straorgogliosa di far parte di questo gruppo e di aver conosciuto la grande Elisabetta Bricca anche se, ad essere sincera, mica ci riesco a starle dietro....E' un treno in corsa, mille iniziative e tutte BELLISSIME!!!!!!

    Venite a trovarci!
    Samanta

    RispondiElimina
  9. Anch'io faccio parte del gruppo e ringrazio Elisabetta per aver promosso questa iniziativa... adesso siamo tutte impegnate nella stesura dei racconti per il romance day che sono strutturati in sequenza perché ognuna parte dal finale di un'altra autrice e a sua volta il proprio finale costituisce l'inizio del racconto successivo... e quindi stiamo davvero cercando di coordinarci tra noi e di costruire qualcosa assieme...
    Cristina

    RispondiElimina
  10. Un'iniziativa fantastica! ^_^

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!