DIARIO DI UNA GIOVANE TURISTA REGENCY


SUL SITO DELLA BIBLIOTECA DE 'THE MUSEUM OF LONDON' E' APPARSO UN ESTRATTO DEL DIARIO INEDITO DI UNA RAGAZZA DI EPOCA REGENCY (CONSERVATO NEL MUSEO), ELIZABETH CHIVERS, 28 ANNI, IN VISITA A LONDRA CON LO ZIO E LA SORELLA SARAH, DI 26 ANNI, NELLA PRIMAVERA DEL 1814 . NEL DIARIO ELIZABETH DESCRIVE IL VIAGGIO DALLA NATIA BATH A LONDRA E RACCONTA CON DOVIZIA DI PARTICOLARI TUTTE LE SUE VISITE LONDINESI. SE SIETE APPASSIONATE COME NOI DEL PERIODO REGENCY SIAMO SICURE CHE ANCHE VOI SARETE CURIOSE DI SCOPRIRE DI PIU' SU QUESTO VIAGGIO LONDINESE DI INIZIO OTTOCENTO...ECCO PERCHE' NE ABBIAMO TRADOTTE PER VOI ALCUNE PAGINE, NON SEMBRA NEMMENO ESSERE STATO SCRITTO DUE SECOLI FA!

GIORNO 1 : DA BATH A NEWBURY (LUNEDI' 14 MARZO 1814)
Il 14 marzo 1814, verso le nove del mattino, io e mia sorella siamo partite insieme a mio zio da Bath per Londra. La sua carrozza ci ha condotto fino a Devizes, abbiamo poi attraversato Melksham, dove recentemente hanno scoperto una fonte le cui acque hanno qualità simili a quelle di Cheltenham. [n.d.r: Le terme di Melksham furono scoperte nel 1813.] Abbiamo raggiunto la Locanda dell'Orso di Devizes  e da lì abbiamo poi proceduto fino a Marlborough e all'elegante Locanda del Castello che fu in origine la residenza del Duca di Somerset, dove abbiamo cambiato i cavalli, per continuare  poi il viaggio passando oltre la Foresta di Marlborough, che è il parco di  Lord Bruce, fino a Hungerford, dove abbiamo fatto un nuovo cambio per poi procedere piacevolmente fino a Spinham land [Speenhamland] che è ai margini della città di  Newbury in Berkshire. Ci siamo arrivati già dopo le cinque e in poco meno di mezz'ora eravamo davanti a un'eccellente cotoletta di vitello che abbiamo veramente gustato, così come più che gradite sono state alcune buone mele Newbury accompagnate da un bicchiere o due di vino. Ci siamo poi ritirati nei nostri alloggi subito dopo le dieci, trovando nelle nostre stanze dei letti davvero confortevoli.

GIORNO 2: DA READING A COVENT GARDEN ( MARTEDI' 15 MARZO 1814)

Ci siamo quindi accomodate su un'altra carrozza che ci ha presto condotto attraverso Twyford  fino a Maidenhead Thicket e oltre, fino al Sun di Maidenhead. Qui abbiamo fatto il cambio cavalli che ci hanno velocemente condotto sul Ponte di Maidenbridge che attraversa il Tamigi. Sulla nostra destra abbiamo visto il paese di Bray, che ci ha ricordato la vecchia canzone del Vicario di Bray. Circa tre miglia più avanti, ha fatto la sua apparizione  il Palazzo Reale di Windsor. Per un po' abbiamo avuto una vista distinta del castello e anche di Eaton [Eton]. Abbiamo attraversato Salt Hill, Slough e Colebrook, dove le contee del Berkshire e del Middlesex si dividono. Abbiamo poi attraversato Longford, cambiato i cavalli a Cranford Bridge e poi lasciato il paese di Harlington a circa un miglio sulla nostra destra, dove il defunto Reverendo Thos. Chivers fu rettore. Abbiamo attraversato la riserva di  Hounslow Heath ,
King’s Gothic Palace Kew
tristemente famosa per il numero di rapine commesse un tempo in quei luoghi. Attraverso Hounslow ho visto il grandioso ingresso del palazzo del Duca di Northumberland, Sion [Syon] House, e abbiamo attraversato Brentfort [Brentford] dove abbiamo goduto della bella vista  del palazzo  reale gotico di Palace Kew, e il Kew Bridge, poi siamo passati per Turnham Green, Hammersmith e oltrepassato sulla sinistra Kensington Palace e i suoi giardini. Abbiamo poi attraversato Hyde Park, visto il Serpentine River e siamo presto arrivati a Hyde Park corner. La carrozza ha poi percorso la strada verso Piccadilly, abbiamo passato l'Hatchet[t]s Hotel, la White Horse Cellar e siamo arrivati al Godfreys Rainbow Coffee House&Hotel, in King Street, Covent Garden, verso le cinque e un quarto, dopo un viaggio sicuro e piacevole. Ci hanno quindi condotto ai nostri confortevoli appartamenti, prenotati da mio zio per posta, che consistevano in un salotto molto carino, con camera e spogliatoio attiguo per noi e una bella camera per lui. Dopo aver consumato una buona cena e bevuto il tè alle otto, ci siamo ritirati per riposarci poco dopo le dieci.
GIORNO 3: VISITA DELLA CITTA' E BUONISSIMA CHEESECAKE ( MERCOLEDI' 16 MARZO 1814)
Covent Garden
Il giorno successivo, il terzo giorno, abbiamo iniziato la nostra passeggiata verso le undici. Per prima cosa abbiamo visto il mercato di Covent Garden, il teatro di Covent Garden, il teatro di Drury Lane, l'ufficio pubblico di Bow Street, New Church Strand, la Somerset House, la chiesa di St. Clements, Temple Bar, il ponte dei Frati Neri, St. Pauls, la Bow church, Cheapside, Gild Hall, e i due giganti Gog and Magog. Poi abbiamo visto la Mansion House, la Banca d'Inghilterra e la Royal Exchange, abbiamo visitato Mr. Dawes Angel court, Throgmorton Street e il vicolo di Bond’s change. Abbiamo poi visto l'ufficio postale generale, il Monumento al grande incendio, il London Bridge, il mercato del pesce di Billingsgate, le rovine della Custom 
A View of the Royal Exchange, Cornhill. A coloured aquatint of The Royal Exchange, published by Ackermann's Repository of Arts, 1 July 1816.
La Royal Exchange
house, La Torre di Londra, Tower hill e una casa a Tower Street dove un tempo abitava il nostro defunto zio Chivers e anche la casa in Fenchurch Street, dove abitava l'amico Finch e in cui mia madre e mio padre si sono incontrati per la prima volta. Abbiamo visto il mercato di Leadenhall e poi siamo arrivati alla pasticceria di  Birch* a Cornhill dove abbiamo mangiato una buonissima cheesecake.  Abbiamo poi visto la vecchia casa di  Mr Wilm. Chivers in Newgate Street, Newgate e l'Old Bailey sessions house, il vecchio tribunale, e Capo Saraceno a Snow Hill, Fleet Market, la chiesa di St Andrew’s a Holborn, dove mio padre e mia madre si sono uniti in matrimonio e una casa dove mio zio ha abitato quando viveva a Londra, al numero nr. 307 di Holborn. Anche una casa di sua proprietà al nr.5 dei Featherston buildings. Abbiamo poi  dato un'occhiata a Grey’s Inn, Lincoln’s Inn Fields, e siamo arrivati all'hotel alle quattro e mezza per la cena. Abbiamo preso il tè alle sette, fatto una partitina di Backgammon e ci siamo ritirati per la notte alle undici. 
(*)Samuel Birch 1757-1841, politico,commediografo e pasticcere. Figlio di Lucas Birch, che svolse l'attività di pasticcere e al nr. 15 di Cornhill. Samuel Birch fu Lord Mayor, sindaco di Londra dal 9 November 1814.

GIORNO 4 : PASSANDO PER CHARING CROSS... ( GIOVEDI' 17 MARZO 1814)

Statua di Carlo I a Charing Cross

Per la nostra passeggiata del quarto giorno abbiamo iniziato con vedere Northumberland House, Charing Cross e l'uomo nero sul cavallo nero con la frusta dorata.  [n.d.r: Questa citazione si riferisce alla statua equestre di Carlo I presente in una filastrocca per bambini.] Abbiamo poi passato le guardie a cavallo e l'Ammiragliato, visto il telegrafo sulla cima, White Hall, l' Abazia di Westminster, il Parlamento, Westminster Hall,  il ponte di Westminster, St Georges Fields, la FreeMasons Charity School, la prigione di Kings Bench, White Hart court, il caffè di Batson. Ci siamo poi seduti una mezz'ora a Auction Mart, visto il quartiere di Temple e i giardini di Temple, abbiamo visitato il negozio Twinings , famoso per il buon tè e cioccolato sullo Strand e passeggiato sulla Terrazza Adelphi da cui si gode di una splendida vista sul Tamigi, e di parte del ponte nobile attualmente in costruzione. Sulla Terrazza Adelphi abbiamo anche visto la casa della vedova di Garrick. Siamo tornati in albergo alle quattro e la sera siamo andati a vedere Artaserse e Amore, Legge e Fisica al teatro di Covent Garden.[n.d.r. Si tratta rispettivamente di un'opera di Thomas Arne e di una farsa in due atti di James Kenney.]

GIORNO 5 : COTANTA SUCCESSIONE DI NOBILI PIAZZE  (VENERDI' 18 MARZO 1814)

Grosvernor Square
Il quinto giorno la nostra passeggiata è iniziata vedendo Leicester Fields, Carlton House, e St James's Square(piazza). Mio zio ha fatto visita al Duca di Norfolk, poi abbiamo visto il Palazzo di St James, il Palazzo della Regina, Bond Street, Berkeley Square e il Thomas’s Hotel, Grosvenor Square, Portmans Square, Manchester Square, Cavendish Square. A Grosvenor Square Lord Fitzwilliam ha una residenza nobiliare e ci sono diverse case di altri nobili in questa bella piazza.  Siamo poi andati a Camden Town a trovare una vecchia amica di mio zio,  la signora Baker, che però con nostro disappunto non abbiamo trovato a casa. Abbiamo poi visto il famoso Adam & Eve [giardini del tè] a St Pancras, l'ospedale del vaiolo [a St. Pancras], l'Ospedale degli Orfani, Brunswick Square, Queen’s Square, Russell Square, Bloomsbury Square e Red Lyon Square, attraverso il Long Acre, e siamo poi tornati in albergo per la cena verso le quattro e mezza. Siamo rimasti molto soddisfatti da quello che abbiamo visto oggi, e davvero sbalorditi da cotanta successione di nobili piazze. 
Alla sera, tè, backgammon e poi a letto alle undici.

GIORNO 6 : FANNY, "LA GRATTATRICE" E I GIARDINIERI ASSASSINI (SABATO 19 MARZO 1814)
Cock Lane
La nostra passeggiata del sesto giorno è iniziata alle undici, abbiamo lasciato l'albergo, passato Free Masons Hall, Middle Row Holborn, la chiesa di St. Andrews, Cock Lane famoso per il Fantasma che si pensa sia stato visto in quei luoghi qualche anno fa ... [Anche conosciuto come Fanny la Grattatrice (Scratching Fanny). Era un imbroglio creato a scopo di lucro. Richard Parsons cercò di incastrare William Kent (a cui doveva dei soldi) per l''assassinio' di sua moglie Fanny. Si scoprì che a fare i rumori da 'grattatura' era la figlia di Parson, Betty.n.d.t] Abbiamo visto il mercato di  Smithfield , l'ospedale Bartholomews, un edificio signorile, la Blue coat School e l'Ospedale. Abbiamo poi fatto visita al Signor Dawes, visto la city di Londra e le taverne londinesi, passando il ponte di Londra dalla King’s Bench prison all' Elephant and Castle di Newington. Da qui abbiamo preso una carrozza per la barriera di  Kensington, dove siamo stati felici di scendere dal veicolo visto che preferivamo di gran lunga camminare. Siamo rimasti colpiti dal gran numero di case molto eleganti che che abbiamo passato, abitate per lo più da mercanti e da coloro che hanno fatto grandi fortune in città. Abbiamo poi visto una bellissima casa in cui mio zio ha abitato circa una ventina di anni fa. Poco più avanti, siamo arrivati alla residenza  sul parco di Clapham della Signora Willson, una cara vecchia amica dello zio, alla quale abbiamo avuto grande piacere di essere presentate. Abbiamo passato una piacevole mezz'ora in sua compagnia, poi abbiamo continuato la passeggiata lungo il parco e abbiamo visto la facciata di una nobile residenza in cui mio zio ha abitato. La casa ha una bella vista sul parco, che è piuttosto esteso. E' circondato da belle case ed è punteggiato da alberi e pozze d'acqua e da stradine di ghiaia che lo percorrono in varie direzioni. In estate deve essere bellissimo. Non credo ci sia posto più affascinante in tutto il Regno a una così breve distanza a piedi o in carrozza dalla città, e tuttavia almeno a venti miglia dalla campagna.
 [Il prozio, William Chivers, era stato assassinato nel suo giardino a  Battersea Rise dal suo giardiniere William Duncan il  24 gennaio 1807. William Duncan colpì  Chivers con una vanga ed essendo stato trovato colpevole di omicidio fu trasportato in Australia.
La residenza del nostro defunto prozio e quella a fianco ci apparvero quindi alla vista, con un magnifico effetto, avendo entrambe  la stessa facciata, e davanti ad ognuna di esse un prato in discesa e alla fine di entrambe, a poca distanza dalle case, ci sono gli uffici, tutti perfetti, e sul retro le parti ornamentali dei giardini, che sono splendidi e perfettamente tenuti. Accanto ad essi si estendono due o tre bei campi.
Abbiamo poi fatto visita alla Signora Hardwick che vive in una di queste affascinanti dimore di  Battersea Rise. Rivisitare questo dolce luogo ha riportato prepotentemente alla mia memoria una piacevole visita che feci qui in passato. Poi abbiamo preso la via del ritorno
Vista di Lambeth Palace
attraverso Lark Hill, passando per i giardini di Vauxhall fino a South Lambeth e alla High Street che è molto vecchia, stretta e buia, assomiglia molto a certe vecchie strade di York, sono talmente simili che per un momento ci siamo immaginati di trovarci proprio là. Abbiamo poi attraversato diverse sporche viuzze che ci hanno condotti al venerabile Lambeth Palace, abitato dall'Arcivescovo di Canterbury. E' una struttura molto larga e antica, con un ingresso imponente. Da lì si può fare una bella passeggiata lungo un alto muro da cui si gode di una bellissima vista del Tamigi e del ponte di Westminster. Abbiamo poi passato White Hall, la Guardia a cavallo, Northumberland House, Chairing Cross e la chiesa di St Martins e abbiamo raggiunto il nostro albergo alle cinque in punto, dove  dopo aver camminato circa tredici miglia abbiamo mangiato con gran gusto del buon vitello arrosto. Siamo molto contenti della varietà delle cose viste nella passeggiata di oggi e siamo stati fortunati ad avere avuto una bella giornata, nonostante la forte gelata. Alla sera abbiamo giocato un po' a Backgammon e alle undici ci siamo ritirati per riposare. 

Fine prima parte
[Traduzione a cura di Francy.]


****
VI SONO PIACIUTE LE PASSEGGIATE NELLA LONDRA DI PRIMO OTTOCENTO DI ELIZABETH CHIVERS? 
FANNO VENIRE VOGLIA ANCHE A VOI DI LEGGERE LE STORIE DI JULIA QUEEN, MARY BALOGH, SARAH MACLEAN E MOLTE ALTRE AMBIENTATE NELLA CAPITALE INGLESE?

7 commenti:

  1. Bellissimo! Grazie per la condivisione

    RispondiElimina
  2. È davvero meraviglioso leggere questo scritto di ben 2 secoli fa con le emozioni e le sensazioni che proveremmo anche noi oggi. Grazie per questo bel regalo.

    RispondiElimina
  3. E' curioso leggere un diario di viaggio di un'altra epoca ed avere l'impressione che sia stato scritto recentemente.
    Grazie per averci fatto vivere questa autentica bella esperienza.

    RispondiElimina
  4. Davvero straordinario questo estratto di diario di viaggio sembra davvero che non sia passato tanto tempo...grazie davvero per questa emozione per me come amante del romanzo storico!!!Niky

    RispondiElimina
  5. Ragazze è stato un piacere poter condividerlo con voi!

    RispondiElimina
  6. Veramente molto interessante, grazie Francy! Della serie, duecento anni e non sentirli!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lady, incredibile vero? Più o meno le stesse cose che chi va a Londra in visita vede anche oggi...

      Elimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!