NON POSSO DIMENTICARTI di Sarah Bernardinello (Quixote Edizioni)

SIAMO ORGOGLIOSE DI AVER TENUTO A BATTESIMO SARAH BERNARDINELLO SULLE PAGINE DI QUESTO BLOG. DI RACCONTO IN RACCONTO CI HA FATTO APPASSIONARE AL SUO STILE E ALLE SUE STORIE METROPOLITANE CHE PIACCIONO ANCHE A CHI NON LEGGE ABITUALMENTE ROMANCE M/M. OGGI VI PRESENTIAMO IL SUO NUOVO ROMANZO, PUBBLICATO DA QUIXOTE EDIZIONI, CHE CONFERMA NEL FORMATO PIU' LUNGO LE SUE ABILITA' DI AUTRICE ROMANTICA. NON PIU' UNA PROMESSA MA UNA GRANDE CONFERMA. BRAVA SARAH!

AUTRICE:  SARAH BERNARDINELLO
GENERE:  M/M Contemporaneo
AMBIENTAZIONE: New York
PUBBLICAZIONE: Quixote edizioni, pp. 208 , ebook: 23 ottobre 2017, cartaceo: a dicembre 2017
LIVELLO SENSUALITÀ:  MEDIO
Disponibile in ebook a € 3,49

TRAMA: Ashley Miller è un informatico di giorno e uno dei baristi di un locale gay di notte.
Una tragedia famigliare lo ha costretto ad abbandonare l'Università per mantenersi e pagare i debiti, e le vicissitudini lo hanno reso cinico e duro, ma non è sempre stato così. Brillante studente di matematica, ma nerd timido, quattro anni prima Ash ha incontrato un ragazzo capace di fargli battere il cuore come mai gli è capitato. Purtroppo per lui, silenzi e omissioni non sono l'ideale per costruire un rapporto.
Christian Pike è un avvocato che lavora in un prestigioso studio legale di Manhattan. L'invito di un collega ad andare in un locale dove non era mai stato, si trasforma in una scoperta emozionante: il ragazzo che quattro anni prima ha crudelmente respinto a causa del suo non essere dichiarato è uno dei baristi del locale. Un ragazzo che, malgrado il tempo trascorso, non ha mai dimenticato. Chris fa di tutto affinché Ash lo perdoni per la cattiveria e le parole crudeli di cui l'ha fatto oggetto, senza però molto successo. Sarà l'intervento di un collega di Chris a far sì che Ash cominci a cambiare opinione su quel ragazzo che non è riuscito a dimenticare, facendo i conti con i ricordi e le proprie paure.



Sono passati ormai 4 anni dal giorno in cui Chris ha distrutto sul nascere un sentimento puro e prezioso. Non era pronto a svelare al mondo - e soprattutto alla sua famiglia- il suo orientamento sessuale. Bello, ricco, sicuro si sé ,con un futuro già scritto, ha avuto paura di perdere tutto e ha cancellato con cattiveria la fiducia di Ash. Ashley Miller è un ragazzo così diverso da lui, schivo, solitario, insicuro e povero, si è sempre destreggiato tra più lavori pur di poter realizzare il suo sogno: laurearsi e insegnare. Purtroppo però, dopo la morte di sua madre ha dovuto rinunciare a tutto, adesso lavora come barista in un locale gay, e sarà
proprio lì che si rincontreranno. Chris vede in quell’incontro un segno del destino, l’occasione per chiedere perdono -adesso che la sua vera natura non è più un tabù- sente il bisogno di rimediare al male fatto e, forse, di riuscire a riconquistare l’unica persona che non ha mai dimenticato. Trovo che la Bernardinello abbia saputo rendere al meglio la psicologia dei protagonisti; da un lato abbiamo Chris con le sue paure e il suo pentimento, dall’altro Ash , ferito e disilluso, che da quel giorno non è più riuscito a lasciarsi andare. All’inizio Ash è spiazzato, ma piano piano l’incredulità verrà sostituita dalla rabbia; rabbia verso il male ricevuto, rabbia verso la pretesa di un perdono che lui sente di non riuscire a concedere…. Devo confessare che, nonostante tutto, Chris è un personaggio impossibile da odiare, la sua sofferenza è sincera, così come l’amore che prova per Ash. Questo è un libro sulle seconde possibilità, sulla forza del perdono e soprattutto, sull’amore, quello puro, sincero che sfida il tempo e le avversità pur di seguire il suo corso. Un romanzo ben scritto,dolce, delicato che avrete voglia di leggere e rileggere. Davvero bella la cover.








COME INIZIA IL ROMANZO...
Quattro anni prima
Ash sedeva sulla panchina da non più di dieci minuti, quando vide arrivare il suo studente. Dennis Burke camminava come se fosse il padrone del vialetto, lo zaino sulla spalla e un'espressione annoiata sulla faccia che sarebbe sparita presto, non appena si fosse reso conto che se non aveva saputo risolvere i problemi che gli aveva dato la volta precedente, poteva scordarsi di prendere un voto decente all'esame di matematica.
Spostò lo sguardo e si accorse che quel pomeriggio era accompagnato da un ragazzo alto, dai capelli castani un po' troppo lunghi, e bello in un modo che gli strinse il cuore. Era così lontano dal suo mondo che avrebbero potuto vivere benissimo in due universi separati. Si accorse che l'amico di Dennis lo stava guardando a sua volta, e abbassò lo sguardo sul libro che teneva sulle gambe. Un buco nei jeans sdruciti attirò la sua attenzione e gli fece desiderare di andare a nascondersi.
«Ciao, Ash.» Dennis si fermò vicino alla panchina, un sorriso sul viso. «Aspetti da molto
Strano che glielo chiedesse, non gliene era mai importato molto di farlo aspettare. Dopotutto, aveva soldi da buttare, al contrario di Ash. Aveva sempre pagato per l'ora di ripetizione anche se non era completa, senza battere ciglio, e a lui andava più che bene.
Ash scosse la testa, poi spostò lo sguardo sull'accompagnatore. Dennis ammiccò, facendo un cenno verso il ragazzo accanto a lui.
«Il mio amico Christian mi ha accompagnato. Ti dispiace
«Dobbiamo studiare,» replicò lui, stringendo gli occhi dietro le lenti.
Il ragazzo, Christian, sorrise e allungò la mano. «Non vi starò fra i piedi. Dopo abbiamo un appuntamento ed era più semplice partire da qui con Dennis, invece di incontrarci più tardi
Ash considerò la mano tesa e alzò la sua. Christian la prese e la strinse, una presa forte ma gentile, che gli fece scorrere dei brividi per tutto il braccio. Ritrasse la mano di scatto, sconvolto da quella sensazione inaspettata. Vide passare il lampo di quella che sembrava emozione negli occhi azzurri dell'amico di Dennis, ma cercò di ignorarlo. Poteva sempre essersi sbagliato.
«Ashley.» Deglutì, il viso bollente. «Ash
«Ashley?» ripeté Christian. Sembrava divertito.
Arrischiò un'altra occhiata da sotto in su, verso il bel viso. «Mia mamma è una fan di Via col Vento,» disse, aspettandosi una risata o una presa in giro. Christian si limitò a sorridere.
«Gran film,» mormorò. Continuò a guardarlo, finché Dennis non gli diede una spinta.
«Fuori dai piedi, Chris. Qui dobbiamo lavorare
L'altro ridacchiò. «Okay, messaggio ricevuto. Vado a sedermi su quella panchina laggiù. A dopo.» Si girò e si diresse verso la panchina, sedendosi e tirando fuori il cellulare. Ash lo guardò per qualche altro secondo, prima di riportare la testa e gli occhi sul testo di algebra.
Per l'ora successiva cercò di concentrarsi e soprattutto di far concentrare Dennis. Il ragazzo era riuscito a risolvere due dei tre problemi che gli aveva assegnato e questo gli fece piacere. Quando glielo disse, Dennis sorrise. Aveva abbandonato l'espressione annoiata e sembrava sinceramente compiaciuto.
«Il merito è tuo, Ash. Riesci a farmi entrare quei concetti in testa meglio del professor Austin.» Gli diede una pacca sulla spalla e arricciò il naso. «Ti vedrei bene al suo posto
Ash si limitò a scuotere la testa. Non sarebbe mai successo. Avrebbe potuto lavorare come assistente, ma il posto era già stato assegnato a uno studente che non l'avrebbe meritato, se non fosse stato per i soldi di papà. Così andava il mondo. Se lo era già ripetuto varie volte, ma l'amarezza era sempre presente. Lui non ne aveva e, anche se la borsa di studio copriva i costi, doveva arrotondare con quelle lezioni. Non poteva permettere a sua madre di mantenerlo, visto che faceva già due lavori per pagare l'affitto e le bollette. L'anno seguente si sarebbe laureato, e sperava di trovare lavoro al più presto. Con i suoi voti avrebbe potuto lavorare ovunque, ma a lui piaceva insegnare.
Chiuse il libro di scatto. «Abbiamo finito, per oggi. L'esame è domani
Dennis annuì. «Domani pomeriggio
«Bene.» Ash si alzò e l'altro prese il portafoglio dalla tasca, estraendone il denaro e tendendoglielo.
«Grazie, Ash
Lui si mise in tasca le banconote. «Grazie a te.» Gettò un'occhiata all'amico di Dennis e vide che stava chiacchierando con una ragazza. Rideva ed era bellissimo. Strinse le labbra, pensando a quanto fosse patetico. «Devo andare
Prima che Dennis potesse dire qualcosa, aveva già imboccato il vialetto che portava all'istituto di matematica.

Chris si era accorto che Ash se ne stava andando, ma non riuscì a salutarlo. Stava chiacchierando con Erika, una compagna di corso, quando l'aveva visto alzarsi e dileguarsi neanche avesse avuto il diavolo alle calcagna. Era semplicemente sparito.Salutò l'amica e raggiunse Dennis sulla panchina. L'altro stava mettendo via i libri, ma sorrise vedendolo.
«Credo che l'esame sarà una passeggiata,» commentò. Sembrava più rilassato di quando erano usciti un paio d’ore prima.
«Davvero?» Stava guardando il vialetto dove era scomparso Ash. Mentre i due stavano studiando, non aveva potuto fare a meno di continuare a scrutarlo. Non aveva niente di particolare, eppure il brivido che aveva sentito quando gli aveva stretto la mano lo aveva turbato. Una mano liscia, calda, dalle dita lunghe. Si era accorto che la cosa non era sfuggita neanche al ragazzo, altrimenti non si spiegava la velocità con cui aveva sottratto la mano alla sua stretta. Chris aveva trovato adorabile il rossore che gli aveva coperto le guance pallide.
«Mmh, sì.» Dennis si alzò. «Quando Ash spiega le cose, non so come, ma mi entrano in testa. È davvero bravo. Il posto di assistente avrebbero dovuto darlo a lui.» «E invece...?» Chris si infilò le mani in tasca, guardando l'amico.«L'hanno dato a quell'idiota di Kenneth Lowley.» Dennis si mise lo zaino in spalla. «Meglio così. Almeno Ash è più disponibile
«Ci tieni a lui, eh?» Chissà perché, l'idea che Dennis tenesse ad Ash al di fuori dello studio gli faceva bruciare lo stomaco. Era una cosa stupida, ci aveva parlato per non più di cinque minuti.
«Ho preso due B negli ultimi compiti, certo che ci tengo a lui,» sbottò Dennis. «Da quando i miei voti sono migliorati, papà non minaccia più di tagliarmi i viveri
Ah. Chris tirò un inconscio sospiro di sollievo, ma qualcosa doveva essere trapelato dalla sua espressione perché Dennis gli tirò una gomitata nelle costole.
«Ehi, amico, non ti piacerà mica quel nerd, vero
«Ma se neanche lo conosco.» Chris fece una smorfia. «Non ho tempo da perdere con i secchioni
«Comunque, è gay,» commentò l'amico«E cosa te lo fa credere?» Chris si rese conto di essersi messo sulla difensiva. Per quanto Dennis avesse usato un tono neutro, sapeva che sotto c'era un certo atteggiamento omofobo, e lui non gli aveva mai rivelato il suo segreto più grande. Per quanto amici fossero, non era sicuro che l'altro non lo avrebbe guardato in modo strano, se gliene avesse parlato. Certe cose era meglio tenersele per sé, visto che non aveva ancora avuto il coraggio di dichiararsi nemmeno con la sua famiglia.«Beh, non è che parliamo. Studiamo e basta. Però l'ho visto guardare i ragazzi della confraternita di legge, sembrava parecchio interessato
*****
 ALTRI LIBRI DI SARAH BERNARDINELLO

NEW YORK STORIES (Raccolta racconti M/M)
L'amore può cambiare la tua esistenza. In qualsiasi stagione...
UN GIORNO PERFETTO PER AMARE
Rifiutato dalla sua famiglia perché gay, Antonio Alessandri, per tutti Tony, si paga il viaggio verso l'America, la terra delle opportunità. Ma anche qui non è semplice vivere. Grazie all'intercessione della sua particolare ed esuberante amica e datrice di lavoro a chiamata, trova un nuovo impiego come assistente personale presso uno studio di architettura, facendo la conoscenza con un uomo che di gentile e dolce non ha niente. All'apparenza. Nigel Howard è un architetto stimato e affermato, refrattario alle relazioni. La sua vita è il lavoro, e solo ogni tanto asseconda i propri bisogni di contatto fisico, riducendo il tutto a incontri brevi e fugaci. Finché nel suo studio non entra Tony, con la sua giovinezza e il suo fascino mediterraneo, solare come una giornata d'estate.
L'arrivo di Tony scombussolerà la sua vita perfetta e ordinata, gettandolo nel caos più totale, facendogli riconsiderare il concetto di affetto e relazione. Perché ogni giorno è perfetto per amare...
CHIAMALO, SE VUOI, AMORE
Martin Cobbs è un agente di borsa ricco e realizzato. Ma è davvero così? Vittima di una rapina, viene salvato da un misterioso gigante barbuto, ma l'incontro è di brevissima durata. Ritrova il suo salvatore in una situazione analoga, mesi dopo, e farà di tutto per conquistarsi un grammo di attenzione, senza sapere che la strada per la felicità passa per una cucina... Will Scott è un ex soldato, congedato con onore dall'esercito, che ha trovato lavoro come cuoco in una tavola calda del Village. È soddisfatto della propria vita, ha una splendida famiglia e non potrebbe chiedere di meglio. Finché non interviene in un pestaggio e l'uomo che salva vuole a tutti i costi sdebitarsi.Nel gelo dell'inverno newyorkese e delle luci del Natale, i due impareranno a conoscersi e ad apprezzarsi. Martin dovrà fare i conti con la propria solitudine affettiva, e Will con il desiderio di prendersi cura di lui. Perché amore non è solo una parola... Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI.

DUE CUORI E UN DETECTIVE ( Chicago Summer # 1)
Angel Mallory è il titolare di un'agenzia investigativa a Chicago. In una calda sera di luglio, viene assunto da Adonais Malthus, un affascinante miliardario, per recuperare un oggetto prezioso. Seguendo i passi del ladro, Angel incappa prima in un'aggressione e poi in un attraente poliziotto.
Seth Rogers, detective della CPD, si ritrova suo malgrado a soccorrere quel giovane sconosciuto. L'attrazione e il senso di protezione che prova nei confronti di Angel lo sorprendono, ma non così tanto da riuscire a farlo restare lontano dal pericolo che percepisce intorno a lui.
Per niente scoraggiato dall'azione violenta nei propri confronti, il giovane investigatore continua a indagare, scoprendo l'esistenza, per lui sconcertante, di creature che credeva sepolte nella leggenda. Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI.

*****
L'AUTRICE
Nata in Svizzera nel 1971, Sarah Bernardinello vive in Veneto, in provincia di Rovigo, a pochi chilometri dal mare. Laureata in Infermieristica nel 2003, lavora come infermiera presso il reparto di Oncoematologia dell'Ospedale di Rovigo.
Lettrice vorace fin da piccola, con un'immaginazione fervida, ha cominciato a scrivere da ragazzina. Vince il Premio Romance 2013 dei Romanzi Mondadori con il racconto storico La signora del mare, e pubblica diverse opere in antologie. Alcuni suoi racconti MM sono stati pubblicati sul nostro blog. Suoi racconti e romanzi sono stati recentemente pubblicati da Triskell edizioni e da Quixote edizioni.

VISITA LA SUA PAGINA FACEBOOK:
https://www.facebook.com/sarah.bernardinello.1?fref=ts



TI PIACEREBBE LEGGERE QUESTO LIBRO? L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI? PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE.
Grazie a chi condividerà il link di questa presentazione sulle sue pagine social.



18 commenti:

  1. Non sono mai riuscita ad apprezzare le storie M/M, fino a questa autrice, come già ho ribadito in mie recensioni precedenti. Scoperta attraverso le edizioni dei 'Summer in love' e 'Winter in love', la sua delicatezza nel trattare l'argomento, nel descrivere i personaggi, nel dipingere il loro quadro psicologico, nel trovare una trama perfetta, mi hanno finalmente aperto le porte di questo genere letterario.
    Non mancherò quindi di leggere anche questo nuovo libro certa sarà stupendo come i precedenti.

    RispondiElimina
  2. Grazie davvero per le bellissime parole. ❤

    RispondiElimina
  3. Mi piacciono molto le storie di Sarah Bernardinello che trovo delicate, sensuali e molto intriganti. Spererei tanto di poter vincere la copia cartacea con tanto di dedica, ma non sono su facebook e quindi questo mi esclude automaticamente dal giveaway. Ma ho voluto lo stesso esprimere la mia simpatia all'autrice che trovo davvero molto brava.

    RispondiElimina
  4. Concordo con la vostra recensione. Ho apprezzato tantissimo l'ultimo libro di Sarah proprio per la sua bravura nel rendere verosimili e profondi i suoi protagonisti, che risultano vivi, ognuno con una propria caratterizzazione ben lontana dagli stereotipi. La trama coinvolge fin da subito e tiene incollati pagina dopo pagina fino al finale decisamente soddisfacente, e durante la lettura è impossibile non affezionarsi ai suoi personaggi, sia i due protagonisti che a quelli secondari. La bravura di Sarah si vede anche nello stile scorrevole, che cattura quanto la sua trama. E' il primo libro suo che leggo, ma considerando quanto mi sia piaciuto non sarà di sicuro l'ultimo.

    RispondiElimina
  5. Sono stata intrigata da questa autrice leggendo il suo bellissimo racconto Come una corda tesa e con Non posso dimenticarti ne sono stata definitivamente conquistata. Una trama interessante, personaggi amabili con la giusta dose di introspezione, bei momenti di tenerezza e il tutto narrato con una scrittura scorrevole e coinvolegente. Due ragazzi e una storia d'amore. Un inizio sì indiscutibilmente doloroso ma anche un proseguo tanto dolce, intenso in cui è stato anche facile immedesimarsi. Tutti abbiamo trepidato mentre speravamo che Ash perdonasse finalmente il suo amato Chris. E come ho già scritto nella recensione è stato emozionante seguire questi due ragazzi che pur non avendo mai smesso di amarsi, si sono ritrovati, in ogni pagina, ad innamorasi ancora un'altra volta l'uno dell'altra.

    RispondiElimina
  6. Sinceramente non sono in generale particolarmente appassionata ai romance di questo genere ma ho fiducia nel talento dell'autrice e nelle presentazioni spassionate del blog per cui credo che questo libro lo leggeri con vero interesse. Desidero quindi partecipare al giveaway. Faccio un bel in bocca al lupo a Sarah.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    2. Scusatemi, ho un dubbio. E' questo il link di facebook a cui si deve mettere il like? https://www.facebook.com/Lamiabibliotecaromantica/photos/a.10151971352281234.1073741826.146196571233/10155373860386234/?type=3&theaterHo fatto così ma non sono certa di ver capito bbene. Grazie, ragazze! Su facebook sono: Micaela Catanese.

      Elimina
  7. Amo moltissimo lo stile di Sarah Bernardinello, purtroppo devo ancora leggere questo romanzo, ma lo farò appena possibile, è già nella mia lunghissima lista ^_^ la vostra recensione è molto interessante ^_^

    RispondiElimina
  8. Partecipo e condivido. Concordo con voi sulla delicatezza e dolcezza di questo libro. Non manca però la rabbia nei confronti di Chris all'inizio e la tristezza per Ash. Diciamo che Chris è stato il classico str**** all'inizio (per motivi sbagliati perchè bisogna sempre essere se stessi e difendere ciò che siamo e fregarsene dell'opinione altrui oltre a dar fiducia alle persone che ci amano perchè magari potrebbero sorprenderci) ma adorabile dopo :D

    RispondiElimina
  9. Non conoscevo l'autrice prima di questo libro, ma ora ho voglia di recuperare altri suoi lavori.
    "Non posso dimenticarti" mi è piaciuto davvero tanto e sono d'accordo con questa recensione. Sicuramente è facile schierarsi dalla parte di Ash, anche perché l'autrice trasmette benissimo il suo dolore prima e la sua delusione poi. Ma è anche vero che non si può odiare Chris. Sbaglia e sbaglia tanto, ma fa di tutto per rimediare e lo fa con il cuore in mano. A dimostrazione del fatto che, a volte, una seconda possibilità è meritata, così come rende felici concederla.

    Grazie per questa opportunità! Ho messo like al post con il nome "Veronica Innamoratadiunlibro D'Angelo" :)

    RispondiElimina
  10. Devo chiedere scusa a Sarah Bernardinello ma non sono ancora riusita a leggere niente di suo anche se sono un'appassionata di M/M . Mi ha colpito immediatamente la cover di Non posso dimenticartie ho letto sia la trama che la recensione con le prime pagine e ora sono molto curiosa di poterlo leggere Desidero molto partecipare al giveaway. Grazie <3

    RispondiElimina
  11. non leggo solitamente M/M, ma i racconti che ho letto su LMBR mi hanno sempre fortemente emozionato, perchè molto romantica e con una scrittura molto coinvolgente e appassionante, perchè alla fine l'amore non guarda in faccia a nessuno, tanto meno al genere

    RispondiElimina
  12. Mi piacciono molto i romanzi di Sarah. Ne ho alcuni. Speriamo anche questo. Milena

    RispondiElimina
  13. Chiedo scusa per non aver seguito tempo fa, e ringrazio molto Nel per le bellissime parole, e le lettrici per l'accoglienza e l'entusiasmo. Sono felice di riuscire a trasmettere emozioni, qualsiasi esse siano. Un abbraccio, Sarah.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il correttore ha cambiato Mel in Nel 😞 perdono!

      Elimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!