72 ORE dI Clare London (Triskell Edizioni) - Recensione

Autrice: CLARE LONDON
Titolo originale: 72 Hours
Traduttrice: Emanuela Graziani
Genere: Contemporaneo/Romantic Suspense, MM
Ambientazione: USA? UK?
Pubblic. Originale: Dreamspinner Press, settembre 2010, pp.278

Pubblic. Italiana: Trsikell Edizioni,collana Rainbow,  22 gennaio 2016, pp.311, €12,99
Parte di una serie: No
Livello sensualità: ALTO
Disponibile in ebook: sì,  € 4,49 


TRAMA: Una volta, Tanner McKay e Niall Sutherland erano molto più che due semplici colleghi agenti dell’Intelligence. Ma poi, una missione è andata terribilmente storta e ha mandato tutto in pezzi, spingendo Tanner a sparire e a interrompere la loro relazione, abbandonando la squadra. Ora, alcuni attentati misteriosi stanno minacciando il Team, e il loro capo è determinato a riunire tutti prima che sia troppo tardi. Rintraccia McKay in una malmessa area roulotte, portando con sé una persona molto sgradita in cerca di un rifugio temporaneo: Niall, l’uomo che Tanner pensava di non dover rivedere mai più. E che è sicuro condivida lo stesso sentimento.
Intrappolati in una situazione che è sia claustrofobica che altamente pericolosa, Tanner e Niall devono ripercorrere il loro passato e riconsiderare le loro percezioni, la loro lealtà - e i loro desideri - per poter sopravvivere e possibilmente per plasmare un futuro insieme.

La sua pelle era fredda, ruvida sui polpastrelli sotto le dita, liscia lungo le linee della vita. Pelle contro pelle, era qualcosa che non avevo provato da un po’. E di certo non la sua. I ricordi scivolarono crudelmente sotto le mie difese. Poi mi si appannò la vista e il cuore accelerò i battiti.Poi pensai di aver visto Niall trattenere un fremito. Strappai via la mano dalla sua presa, per salvare le sue coronarie e il mio orgoglio. Eravamo lì in piedi, senza idea di cosa fare.«È passato un po’ di tempo, eh?» Lo stavo stuzzicando, lo sapevo. Erano mesi che non comunicavo più con lui, figurarsi vederlo o toccarlo a quel modo. Gli altri avevano cercato di tenersi in contatto, di sostenermi, nonostante il mio desiderio di isolarmi. Ma io e Niall non avevamo più parlato dal giorno in cui me ne ero andato.Stuzzicare lui e tormentare me stesso. Ridicolo. Quanto a lungo pensavo di poterci scherzare? Respirò con fatica, e la mano gli ricadde sul fianco. Mi piacque pensare che il suo passo indietro fosse dovuto all’incertezza. «Non fare lo spiritoso, Tanner. Hai fatto la tua scelta. Abbiamo avuto lo stesso periodo di sospensione. Tu hai solo scelto...» Si fermò. Si morse il labbro. Cristo, sapevo che odiava quando lo spingevo a parlare senza aver pianificato prima tutto quello che voleva dire.
72 ore di tempo , due ex-amanti con una seconda occasione e la caccia ad un traditore sono gli elementi intorno a cui Clare London ha scritto questo Romantic Suspence dal ritmo crescente e una storia d’amore complessa e difficile raccontata dalla voce narrante di uno dei due protagonisti , Tanner Mackay.
Ex-agente di una squadra segreta e paragovernativa chiamata “ Project Team”, Tanner ha deciso di nascondersi in una roulotte per sfuggire al caos della sua vita e quel senso di fallimento che lo soffoca dall’insuccesso di un’operazione importante di cui si sente responsabile ma soprattutto per allontanarsi da quel vuoto incolmabile che lo avvolge per la fine della sua relazione con Naill Sutherland, ex collega e amante. Purtroppo dopo qualche mese il suo nascondiglio non è più tale perché la sua squadra ha ancora bisogno di lui : qualcuno sta attentando alla vita dei singoli componenti del Project Team e dopo l’esplosione dell’appartamento del suo ex  la abitazione e’ l’unica in cui possono nascondere Naill . Nessuno dei due è felice di questa situazione, ma di fronte ad una minaccia così insidiosa devono mettere da parte le loro tensioni personali.
La presenza forzata di Naill nello spazio ristretto della roulotte , porta Tanner a ripercorre la loro storia , un ritorno nel passato e nei dolorosi ricordi di una relazione complicata , tra due persone molto diverse ma legate da un’attrazione fisica potente e viscerale . Un viaggio che ripercorre i momenti felici e il graduale deteriorarsi di un legame che li ha consumati e che vede intrecciarsi passato e presente mettendo a confronto quello che erano con la triste realtà del presente in cui entrambi sono determinati a trattarsi da estranei per dimenticare tutto quello che hanno condiviso insieme.
L’autrice e’ stata molto brava a scegliere come ambientazione della storia uno spazio così ristretto come una roulotte perché, se da una parte questo trasmette il forte senso di claustrofobia che lo spessore della loro tensione crea , dall’altra diventa un’ invisibile energia che li costringerà a parlare e ripercorrere insieme gli errori del passato con la consapevolezza che questa potrebbe essere l’ultima occasione che hanno per rimediare ai loro contrasti e costruire , forse, i presupposti per un possibile futuro insieme. 
Per la famosa legge fisica “ degli opposti che si attraggono”, Tanner e Naill sono completamente diversi ma, nonostante questo , c’e’ un’alchimia che li rende perfettamente compatibili per una relazione che, ad un certo punto, crolla soprattutto per la mancanza di dialogo e la conseguente difficoltà ad appianare gelosie e incomprensioni. 
Tanner, la voce narrante , viene ingaggiato dal “ Project Team “ per la sua abilità nello scoprire forze e fragilità del suo interlocutore . Un talento speciale che gli permette di entrare in empatia e andare d’accordo con le persone, mimetizzandosi come un camaleonte senza difficoltà in qualsiasi contesto, diventando un politico, un diplomatico, oppure un terrorista , o qualsiasi ruolo che una determinata circostanza richieda . Tanner è felice di questa professione perché in questo piccolo gruppo di persone ha trovato un senso di appartenenza che lo realizza personalmente e professionalmente. 
Ma se nel suo lavoro Tanner è abile a gestire la psicologia dei suoi interlocutori, è nei suoi rapporti interpersonali che si concentrano le sue fragilità e insicurezze , con un bisogno impellente di dare voce alle sue emozioni, alla ricerca incessante dell'approvazione del suo compagno per un profondo bisogno di autovalutarsi. Più difficile l'analisi del  personaggio di Naill Sutherland, perché quello che sappiamo di lui è filtrato dai ricordi e dal punto di vista di Tanner. Esperto di armi e dai modi gentili , ha una personalità più razionale di Tanner e nonostante la sua natura introversa e poco incline ad esprimere le sue emozioni , ritrovarsi davanti all’uomo di cui e’ ancora innamorato lo spinge ad esprimere con le parole i propri sentimenti offrendo a Tanner quelle conferme mancate ai tempi della loro relazione : e’ la seconda occasione che il destino offre loro e sarebbe da stupidi sprecarla per un inutile senso d’orgoglio.
Annuì così lievemente che lo colsi a malapena. «Abbiamo tirato fuori il peggio l’uno dall’altro.»
Annuii, più a me stesso che a lui. «A volte.» Aveva poggiato la mano sulle lenzuola, a poca distanza dalla mia. Abbassai lo sguardo sulle dita allungate, sui tendini tirati sul dorso della mano a causa della tensione.
«Sì,» concordò. «A volte.» E il meglio…«E il meglio .»  Fu un eco sbalorditivo dei miei pensieri. Era sorprendente che fosse Niall – Il Signor il Silenzio è d’Oro – a parlare in quel momento in modo tanto aperto. «Io… ti volevo, Tanner. Disperatamente. Sempre. In ogni modo possibile. Non ho mai smesso di analizzare le cose a fondo in modo sensato. Non ho mai passato abbastanza tempo a conoscerti come si deve.»
Cercai di respirare normalmente, ma mi sembrava di avere il petto stretto in una morsa. Stava dicendo a voce alta i miei pensieri, stava rivelando i miei rimorsi.
Tra Tanner e Naill è amore a prima vista : si conoscono , si innamorano , e nel giro di pochi giorni diventano amanti e conviventi. La loro è una passione travolgente , un legame in cui l’elemento più forte è il sesso , che non è solo il lato fisico della loro rapporto ma anche il loro modo di comunicare . Inizialmente le loro differenze caratteriali sembrano senza importanza ma con il passare del tempo la mancanza di comunicazione fa sgretolare le basi della loro relazione sotto il peso delle incomprensioni, unite alle tensioni personali e quelle professionali, creando una distanza crescente che li allontana sempre di più. Il peso dello stress trasformerà l’amore che sentono l’uno per l’altro in una rabbia bruciante fino al drammatico episodio che metterà a rischio la “ Missione Colomba” spingendo Tanner , consumato dal senso di colpa e di sconfitta,  a fuggire dalla squadra e dalla fine della sua storia con Nail. E’ devastante quel senso di fallimento che ci trasmette Tanner attraverso il suo racconto, il rimpianto per aver lasciato che la distanza tra lui e Naill distruggesse il loro legame, indebolito soprattutto dalle sue paure e insicurezze che lo hanno spinto a comportamenti infantili e irrazionali. 
Il dialogo,a cui la vicinanza forzata li costringe, sarà il primo passo del loro riavvicinamento, facendo sgretolare quel muro di ostilità e diffidenza iniziale, per far riaffiorare in superficie sentimenti mai sopiti. 
Lo stile della storia è scorrevole e l’analisi introspettiva di Tanner è ben strutturata, ma trattandosi dell’unica voce narrante, è come se l’impianto del racconto non fosse completo perché non abbiamo niente che ci permetta di entrare nella testa di Naill Satherland, un personaggio che mi è piaciuto molto. Questo, unito ad una parte suspense poco omogenea, perché concentrata soprattutto nella parte finale della storia, sono i due punti deboli del libro. 
Nel suo insieme, però, 72 Ore è un bel libro, soprattutto per la storia tra Tanner e Naill e l’abilità con cui l’autrice riesce a rendere perfetti insieme due personaggi cosi diversi e complessi. Se , come me , anche voi amate “ le seconde occasioni” non perdete questo romanzo, Clare Landon vi farà vivere un grande amore in tutte le sue sfaccettature, anche le più drammatiche, ma fortunatamente, trattandosi di romance, il lieto fine è assicurato.
 










L'AUTRICE

Clare London ha scelto il suo pseudonimo prendendo spunto dalla città in cui vive, ama e lavora - Londra. Clare, che divide la sua passione per la scrittura con la sua occupazione giornaliera come ragioniera, ha al suo attivo libri di generi e ambientazioni diverse, alcuni dei quali le hanno valso dei premi e anche alcuni racconti. La maggior parte dei suoi libri sono romanzi MM con un bel po' di passione fisica, perchè le piace sia scrivere che leggere storie con protagonisti forti, empatici e sexy.Al momento Clare ha un certo numero di romanzi fermi al quel difficile terzo capitolo e un bel po' di altri progetti in testa a cui presto darà forma.

VISITA IL SUO SITO:


TI INTRIGA LA TRAMA DI QUESTO ROMANZO E TI PIACEREBBE LEGGERLO? SE L'HAI GIA' LETTO CI PIACEREBBE SAPERE COSA NE PENSI.
E clicca sul G+ qui sotto per promuovere questa recensione e il romanzo su Google.

Nessun commento:

Posta un commento

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!