ROMANCE HAPPY HOUR CON...SISSI DRAKE

Benvenuta all'happy hour del nostro bar 
SISSI DRAKE!

Prima di tutto cosa gradiresti bere mentre parliamo?
A differenza di molte donne, per due chiacchiere in compagnia preferisco gli alcolici puri, senza troppe miscele. Quindi gradirei un buon whisky irlandese invecchiato, “due dita” di Black Bush della Bushmills liscio farebbero proprio al caso mio.

1) Presentati alle nostre lettrici
Sono una “ragazza” di mezza età con una bella famiglia e un amore smodato per i libri. Lavoro come infermiera in un grande policlinico della mia città dove mi sono occupata anche di ricerca e formazione per un certo periodo.
Ho incominciato a scrivere circa quattro anni fa quando la musa mi ha toccata dopo aver letto i miei primi romanzi paranormal, il connubio perfetto delle mie preferenze in fatto di lettura: la situazione fantastica e la storia d’amore.
Da quel momento di strada ne ho fatta tanta. Ho incontrato una marea di amiche sui social network con cui condividere la mia passione, ho incominciato a leggere altri generi, sempre romance, ho iniziato a scrivere altri generi e a proporli a concorsi e blog con un discreto ritorno. Poi il classico colpo di fortuna, l’amica dell’amica cerca scrittori per un nuovo progetto, e sono entrata nella “scuderia” della collana digitale Youfeel di Rizzoli con la quale ho già pubblicato tre romanzi brevi e spero di pubblicare il quarto a breve.
Il mio sogno è finire sugli scaffali di una libreria ma il percorso è ancora molto lungo e accidentato.

2) Quali sono i tre libri che porteresti con te su un'isola deserta e perché?
La scelta è oltremodo difficile. Mi verrebbe da dire qualcosa di molto lungo, ma se poi è molto noioso? Qualcosa che non ho ancora letto, ma come faccio a scegliere tra tutti? Quindi ho pensato a tre romanzi, ancora non pubblicati, di alcune delle mie autrici preferite:
l’ottavo dei Chicago Stars di Susan Elizabeth Phillips;
Just kiss me” di Rachel Gibson;
-“Blood kiss” di J. R. Ward, il primo della nuova serie parallela alla Confraternita, Black Dagger Legacy.
Quindi dovrò aspettare a partire almeno l’anno prossimo.

3) Qual è il primo libro letto in vita tua?
Il primo libro di cui ho un ricordo netto è “L’isola dei delfini blu” di Scott O’Dell. Il libro parlava di una ragazza rimasta sola sull'isola abbandonata dal suo popolo e doveva imparare a difendersi e a sopravvivere. Mi piacque moltissimo proprio per la descrizione dei modi e mezzi utilizzati dalla ragazza per costruire strumenti utili a cacciare, pescare, conservare il cibo, conservare il fuoco, creare abbigliamento adatto a ripararla dal freddo. L’unica cosa che non ricordo è come va a finire ma credo che, essendo un libro rivolto a pre-adolescenti, il lieto fine fosse d’obbligo (si risale a un bel numero di anni fa).

4) Che libro hai adesso sul comodino in attesa di essere letto?
Dramma! Escludendo i vari e-reader, stracolmi di e-book ancora da leggere, sul mio comodino stazionano almeno quindici libri iniziati ma non terminati per vari motivi: noia, attrazione per qualcos’altro, momento sbagliato per la lettura ecc.
Se devo proprio scegliere, quello che desidero riprendere con maggior insistenza (da parte della mia vocina interiore) è “Peccato originale – Il gioco” di Tiffany Reisz, secondo libro della famosa serie dei Sinners, piantato lì perché iniziato prematuramente (prima di aver passato una delle fasi di maturazione del mio essere lettore) ma di cui avevo apprezzato la scrittura e il personaggio di Nora, la protagonista.

5) Un evento a cui avresti voluto assistere nel passato?
Uno, nessuno, centomila. Un’altra domanda difficile per me che non amo la storia e gli eventi passati. Il primo che mi è venuto in mente è il funerale di Madre Teresa di Calcutta. Nonostante io non sia più una praticante, ritengo Madre Teresa una persona al di sopra di qualsiasi religione, una eroina/santa a cui mi sarebbe piaciuto rendere onore il giorno della sua morte.
6) Perché dovremmo leggere i tuoi libri?
Perché sono belli, che domande! Comunque, se dovessi trovare le caratteristiche che mi piacciono nei miei romanzi sono: personaggi pluridimensionali in cui sia più facile riconoscersi, la giusta dose di romanticismo e malizia, scene passionali descritte con cura e attenzione nel non scadere nella volgarità, il tutto condito con un po’ di sana ironia che non guasta mai. Poi spero me lo diciate voi se ho raggiunto il mio scopo e perché le lettrici dovrebbero leggermi.

7) Cosa è cambiato nel corso degli anni nella tua scrittura e nel tuo stile?
Da quando ho cominciato sono cambiata tantissimo sia nei soggetti che nello stile. Per me scrivere è stata una crescita continua, una sperimentazione, un modo di affinare il gusto e la scrittura. Piano piano ho sviluppato una preferenza per un stile più asciutto, con descrizioni brevi, frasi corte, dialoghi incisivi, personaggi sfaccettati. La cosa certa è che non è finita qui. La crescita continua e spero, prima o poi, mi porterà a ritenermi soddisfatta del mio stile.

8) Qual è il tuo libro preferito e il personaggio che hai amato di più?
Anche qui, come faccio a scegliere nella popolazione vastissima dei personaggi e libri che ho amato di più? I lettori sono degli infedeli seriali, appena hanno finito di innamorarsi, qualcun altro cattura l’occhio ed è di nuovo amore.
Posso dire che il tipo di personaggio di cui mi innamoro più spesso e con più passione è quello torturato, disperato, maltrattato che trova la sua redenzione attraverso l’amore. La tipica Bestia della favola. Uno degli ultimi in ordine di apparizione per cui ho perso la testa è stato Jacques, protagonista del romanzo “Desiderio” di Christine Feehan, un paranormal scritto da una delle regine del genere.

9) Esiste un personaggio, anche secondario che hai creato ispirandoti a un personaggio reale, famosa o meno?
Se la domanda intende dal lato fisico, praticamente tutti. E’ più facile pensare a un personaggio avendo “una faccia” davanti a cui dare poi le connotazioni specifiche. Per esempio, per l’ultimo personaggio, il protagonista del romanzo che ho appena finito e che spero vedrà la luce nella collana Youfeel, ho tratto ispirazione da Oliver Martinez, un attore francese che adesso ha raggiunto quella maturità di lineamenti giusta per il mio personaggio.
Se si parla invece di personaggi famosi inseriti in quanto tali in un romanzo allora no, non mi è ancora capitato ma non dico che non potrebbe succedere in futuro.

10) Hai un momento della giornata in particolare per scrivere? Uno per leggere?
 Avendo il “brutto vizio” di lavorare per vivere sono costretta a scrivere di pomeriggio ma il mio momento magico è di sicuro la mattina in cui sono produttiva all’ennesima potenza. Per leggere non esiste, in genere la sera, per ovvi motivi, ma ovunque e dovunque va bene lo stesso.


Allora per Sissi un Drink classico

Bushmills Black Bush
Un mix veramente ottimo, il Black Bush è un whiskey di malto invecchiato in botti di sherry e bourbon

Servito nel suo tumbler, il whisky deve raggiungere almeno l'altezza di due dita. Il vero appassionato berrà certamente il suo whisky come fanno i professionisti, con un po’ di acqua pura ghiacciata. In tal modo potrà gustare e apprezzare l’insieme degli aromi e dei diversi livelli di assaggio del distillato. Un po’ di acqua fresca, che riduce il contenuto di alcol da 40 o 43 gradi a 35 gradi, permette si sapori e alle essenze volatili di liberarsi in maniera più completa e quindi aumenta il piacere mentre sviluppa le possibilità della valutazione Un cubetto di ghiaccio in certi blends può funzionare, perchè la robusta composizione di whisky di cereali e malto può tollerare il ghiaccio, ma in un malto...mai. Un malto deve essere bevuto a temperatura ambiente, annusato con calma e bevuto a piccoli sorsi. Alcuni intenditori  bevono il loro whisky con un bicchiere d’acqua a fianco; dopo un piccolo sorso di whisky, prendono un po’ d’acqua e fanno loro stessi il miscuglio con la bocca. Questa tecnica ha l’effetto di liberare l’insieme dei sapori nella bocca invece che nell’aria. Il ricorso all’aria gassata è sbagliato; l’uso risale all’epoca in cui la maggior parte delle acque minerali, che provenivano dalle sorgenti termali, erano leggermente gassate.

****

USCITE RECENTI DI SISSI DRAKE

Quanto costano i tuoi desideri (YouFeel -Rizzoli)
Morgaine è una musicista scozzese dal talento eccezionale che sembra riversare ogni goccia di passione nel suo violoncello: non appena smette di suonare, si trasforma in una ragazza algida e scostante con chiunque. È l’unico modo che ha trovato per reagire al padre opprimente, che ora vuole imporle un matrimonio di interesse. Per sfuggire a questo destino Morgaine affitta un professionista, un gigolò, che dovrà recitare il ruolo del suo fidanzato per un lungo weekend nella villa di famiglia in un’isola delle Ebridi. Lucas non ha problemi, è abituato alle situazioni più strane, ma presto si accorge che quella dama di ghiaccio in grado di incantare gli angeli con il suono del suo strumento lo confonde. Tra le coste ventose di Islay e il colore ambrato del suo whisky, Morgaine e Lucas scopriranno che al di là del gelo può nascondersi un universo di fuoco. Ma quando il loro segreto verrà alla luce, avranno la forza di inseguire i loro desideri? Ti interessa questo romanzo? Lo puoi trovare QUI.

Solo una questione di prezzo (YouFeel -Rizzoli)
Karen, giovane editor londinese, ha una vita sessuale insoddisfacente: a quasi trent'anni ‘non è ancora successo’. E non si tratta della prima volta, ma di scoprire se anche lei potrà mai provare quelle fantastiche sensazioni che le descrivono le sue amiche. Insomma, se è in grado di raggiungere un orgasmo e smetterla di fingere. Ma come può ‘risolvere il problema’ visto che quando va a letto con un uomo non vede l’ora che tutto sia finito? “Ci vorrebbe un esperto, un gigolò” le consiglia l’amica Amanda: qualcuno che sappia far sciogliere una donna senza cadere nei sentimentalismi. E così nella vita di Karen arriva Tucker Murray, il migliore professionista sulla piazza. Il piacere aumenta incontro dopo incontro, ma il rischio è quello di innamorarsi… Sexy, disinibita e travolgente, quando avrete letto questa storia vorrete avere quell’ uomo nel vostro letto. Costi quel che costi.
Ti interessa questo romanzo? Lo puoi trovare QUI.

Prova a lasciarti andare (YouFeel -Rizzoli)
Jason Winkel è un manager abituato ad avere tutto sotto controllo, dai dettagli nei contratti milionari con le holding straniere ai bottoni dorati della divisa degli uscieri.
Il suo è un bisogno, un'ossessione, una malattia che sta mettendo a repentaglio la sua stessa salute. L'unica soluzione è provare a lasciarsi andare... L'occasione arriva attraverso The taste of pleasure, un sito che promette incontri particolari ed esperienze mai vissute.
Così quando si ritrova immobilizzato su una sedia in una stanza chiusa e buia, con una sconosciuta a cui ha lasciato il comando completo, Jason scopre che perdere il controllo è un dolce veleno che lo tenta e lo spaventa allo stesso tempo. E di cui non può più fare a meno.
Ma chi è la sconosciuta che ora Jason vuole nel suo letto e nella sua vita per sempre? 
Dall'autrice di Solo una questione di prezzo un altro romanzo sensuale e seducente, una storia d'amore che vi coinvolgerà fino farvi perdere completamente il controllo.
Ti interessa questo romanzo? Lo puoi trovare QUI.

****

CONOSCETE I LIBRI O I RACCONTI ( USCITI SU QUESTO BLOG) DI SISSI DRAKE? COSA VI PIACE DEL SUO STILE? SE POTESTE FARLE UNA DOMANDA, COSA LE CHIEDERESTE?

5 commenti:

  1. E brava la nostra Sissi! Una donna a cui piacciono i sapori forti, a quanto vedo, come sono forti i sapori dei suoi racconti.
    Da fan, e anche da amica, se posso considerarmici, vista la conoscenza ormai di lunga data e le affinità che ci accomunano (noi zoccolo duro del paranormal che non molliamo mai!), le auguro solo il meglio e che possa finire presto su quello scaffale della libreria come desidera, perché se lo merita.
    Continua così!
    Nix

    RispondiElimina
  2. Un grazie anche a Sissi che ho imparato a conoscere tempo fa con Mr Talbot

    RispondiElimina
  3. Un grazie al blog e alle mie amiche che mi hanno sempre sostenuta, recensita, pubblicata, spronata e ascoltata. Senza di voi potrei fare coriandoli di tutte le mie parole. :)

    RispondiElimina
  4. Ho conosciuto Sissi/Maria Cristina in Febbraio, all'ultima LVER a Firenze (chissà se lei si ricorda però). Durante la pausa per il pranzo abbiamo avuto modo di chiacchierare un po' dei nostri gusti in fatto di romance, e lei è stata appassionata e entusiasmante nel parlarmi del suo amore per il paranormal romance!
    I suoi racconti pubblicati qui sul blog nel corso delle varie rassegne sono sempre stati tra i miei preferiti: ho sognato e sospirato soprattutto con il romanticissimo "Vento di Lefkada" di qualche anno fa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vuoi scherzare, certo che mi ricordo di te. Parlasti dei tuoi racconti, forse un po' più timidamente di me perché io sono un irlandese dal sangue bollente. Grazie, spero di continuare a conservare la tua stima. :)

      Elimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!