UN BACIO DI TENEBRA di Nalini Singh ( ed.Nord) -> Recensione

Autrice: Nalini Singh
Titolo originale: Archangel's Blade
Traduttrice: Denise Silvestri
Genere:  Paranormal Romance
Ambientazione: New York
Pubbl. originale: Berkley, 2011, pp.320
Pubblic. Italiana: Casa Editrice Nord, 3 settembre 2015, pp.328, euro 18
Parte di una serie: 4° serie Guild Hunter
 Livello sensualitàAlto
Disponibile in ebook? Sì, euro 9,99

TRAMA: Quando, sulle rive del fiume Hudson, viene ritrovata la testa di un uomo che presenta uno strano tatuaggio lungo la guancia, per Dmitri è come se un incubo fosse diventato realtà. Perché quel tatuaggio è un fantasma sbucato dalle nebbie del suo passato che minaccia di distruggere tutto ciò che il vampiro ha costruito nel corso dei secoli. Inoltre, sebbene sia il braccio destro dell'arcangelo di New York, Dmitri non può indagare da solo su di un omicidio, ma è costretto a collaborare con la cacciatrice della Corporazione assegnata al caso, Honor St. Nicholas. Tra tutti gli agenti in servizio, Honor è l'unica con cui lui non vorrebbe avere nulla a che fare: c'è qualcosa in quella semplice mortale che lo attrae irresistibilmente, facendogli provare sentimenti che credeva di aver ormai perduto per sempre. Eppure proprio ciò che lui considera un imperdonabile tallone d'Achille potrebbe rivelarsi la sua salvezza…


*Attenzione contiene spoilers!*

Dmitri non capiva come fosse diventata lei quella che offriva conforto quando era stato lui a provocare il danno, ma la sua anima, fredda da così tanto tempo, si beava del calore di Honor.

C'è una nota sul mio ereader, una sottolineatura fatta su uno dei primi ebook che ho comprato. Per una persona come me i cui libri cartacei sono praticamente sacri, come mai aperti anche quando vengono riletti decine di volte, la possibilità di sottolineare una frase per tenerne facilmente memoria è stata quasi un'epifania. La nota recita così: “Dmitri possedeva una bellezza da sogno erotico: capelli corvini di seta, occhi scuri, carnagione olivastra... Evocava la sensualità mediterranea, piuttosto che il gelido clima slavo.” Proviene da Il profumo del sangue, il primo libro della serie Guild Hunter, pubblicato ormai 4 anni fa e sono quindi 4 anni che io attendevo il romanzo dedicato a Dmitri. Metteteci che Dmitri quando vuole profuma di cioccolato e potrete capire la mia ossessione per lui (eh, cara Honor, abbiamo qualcosa in comune).
Il mio cuore di fangirl ora è finalmente felice e contento!
L'attesa è stata lunga, la speranza era quasi morta, visto che la serie era stata interrotta, ma grazie alla Nord abbiamo finalmente potuto leggere la storia di Dmitri.
Conclusa la doverosa premessa, passiamo alle cose importanti, ovvero al libro.
Honor St. Nicholas è una sopravvissuta. Cacciatrice della Corporazione, ha passato due mesi nelle grinfie di una banda di vampiri che l'ha seviziata, lasciandole cicatrici indelebili nel corpo, ma soprattutto nello spirito. Dopo mesi di convalescenza e relativo isolamento deve tornare operativa sul campo e viene mandata a fornire una consulenza nelle indagini sull'omicidio di un vampiro. Questo la porta faccia a faccia con i suoi incubi peggiori, ma anche con colui che, seppure da lontano, è stato la sua ossessione per tanto tempo: Dmitri, il braccio destro di Raphael, l'Arcangelo di New York. L'attrazione fra i due è immediata, ma i traumi di Honor rendono tutt'altro che scontata la possibilità che nasca qualcosa fra di loro. Sarà la vicinanza durante le indagini e soprattutto la caccia che condurranno insieme degli aguzzini di Honor a rendere possibile un'unione che supera i confini del tempo e della vita stessa.
Per quanto abbia saltellato dalla felicità per giorni mentre lo leggevo, ammetto che non è un romanzo perfetto. È un po' troppo ripetitivo in certe espressioni, necessarie a descrivere Dmitri, ma abusate. Anche se questo non mi ha infastidito, riconosco che è un'imperfezione che si poteva correggere.
E in tema di imperfezioni ce n'è qualcuna anche nella traduzione, dovute probabilmente alla poca revisione a cui anche la Nord è costretta in questi anni. Per esempio, lampante è l'utilizzo di due termini diversi (delicatezza e prelibatezza) nella stessa frase di un dialogo che viene ripetuto due volte nel romanzo in passaggi diversi. Un minimo di attenzione in più e un lavoro già buono sarebbe stato ottimo.
La cosa che mi è piaciuta di più è la capacità della Singh di rendere veramente inumani i suoi immortali. C'è una crudezza, una crudeltà, una freddezza in angeli e vampiri più anziani molto realistica. Dmitri è un quasi immortale millenario che ha subito quando era ancora mortale un dolore devastante. Da vampiro, per sopravvivere a questo dolore, ha sviluppato un distacco dalle emozioni umane, che viene rappresentato benissimo dalla Singh. Ma questa crudezza rende ancora più commovente la storia fra Dmitri e Honor: la freddezza di lui che si incrina, l'inaspettata compassione di lei, perfino alla fine nei confronti del suo carnefice. Certo, fino ad un certo punto, perché la vendetta è catartica e va consumata. Sono due anime segnate che imparano a riprendere a vivere e a sentire, e nel caso di Honor, anche a ricostruire il proprio orgoglio e la sicurezza in sé. Come dice Honor stessa alla fine, sono entrambi un po' malconci, ma è questo a renderli interessanti.
Ho trovato il romanzo molto più sensuale rispetto ai precedenti, ma vista la figura di Dmitri non mi aspettavo altro. Considerato che lui viene presentato fin dal primo libro come sesso allo stato puro, di quello oscuro e decadente, l'autrice non poteva andarci piano con l'erotismo.
Ho accettato meno la trovata finale sulla reincarnazione di Ingrede, la prima moglie di Dmitri, in Honor: in genere è una di quelle scorciatoie che non mi piacciono molto, eppure ha un senso in questo contesto. Dmitri non poteva certo rompere la sua promessa. In ogni caso mi è piaciuto molto come ha costruito il romanzo sui due piani temporali, quello attuale e quello dei ricordi di Dmitri e visioni di Honor, che poi sono lo stesso. Per di più la Singh non si risparmia nemmeno nella parte di indagini poliziesche, inframezzando alla storia d'amore ben due cacce distinte, quella all'assassino che riemerge dal passato di Dmitri e quella ai carnefici di Honor, riuscendo a dare a tutte queste trame importanza e non tralasciandone nessuna. Non dimentica nemmeno riferimenti a avvenimenti e personaggi comparsi negli altri libri, senza però rendere indispensabile la lettura di tutti gli episodi per capire questo romanzo. Quindi, anche se avete letto solo il primo o non avete fatto un ripasso degli altri volumi della serie, visto che sono passati due anni dalla pubblicazione del terzo romanzo  e qualcosa ci si potrebbe essere dimenticati, potete benissimo godervi la storia senza troppe preoccupazioni.
Alla fine posso solo dire che leggerlo è stata una soddisfazione immensa!
Spero di non dover aspettare un'altra vita per avere i successivi della serie (in teoria il quinto volume è già programmato in uscita nei prossimi mesi, ma negli ultimi anni abbiamo imparato che è meglio dire gatto quando ce l'abbiamo nel sacco, in tema di serie sospese o interrotte!)










LA SERIE GUILD HUNTER
1. Angels’ Blood(2009) - Ed italiana:Il Profumo del Sangue, ed Nord, 2011
2. Archangel’s Kiss 
(2009) - Ed italiana: La Carezza del Buio, ed.Nord,2012
3. Archangel’s Consort(2010) - Ed italiana: Tra le braccia della notte,ed.Nord,2013
4. Archangel’s Blade (2011) - Ed italiana:Un bacio di tenebra,ed.Nord,2015
5. Archangel's Storm(2012) 
6. Archangel's Legion 
(2013) 
7. Archangel's Shadows 
(2014) 
8. Archangel's Enigma 
(2015) 

GUARDA IL DREAM CAST DELLA SERIE



*****

L'AUTRICE
Nalini Singh è nata nelle isole Fiji, ma è cresciuta in Nuova Zelanda, dove vive tuttora. Ha vissuto tre anni in Giappone lavorando come insegnante d'inglese e ha viaggiato in altre parti dell'Asia. In altre occasioni ha anche lavorato come avvocato, bibliotecaria, operaia in una fabbrica di caramelle e bancaria a tempo determinato, non necessariamente in quest'ordine.

VISITA IL SUO SITO:http://nalinisin gh.com/


TI INTRIGA LA TRAMA DI QUESTO ROMANZO E VORRESTI LEGGERLO? L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI?  CONOSCI LA SERIE GUILD HUNTER? VORRESTI CHE L'EDITORE CONTINUASSE A TRADURLA IN ITALIANO?

5 commenti:

  1. Intrigante e' dire poco!! E sarò ormai ripetitiva, ma i vampiri sono i miei personaggi immortali preferiti...e quindi parto già ben propensa. Unico dubbio e' che non avendo letto i tre precedenti non possa godermi appieno la trama: sono tutti collegati come avviene per altre serie o si possono leggere singolarmente?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessandra, rispetto agli altri romanzi della serie questo è abbastanza scollegato. Direi che per lo meno bisogna aver letto il primo romanzo (Il profumo del sangue), per conoscere i personaggi, mentre i riferimenti ai successivi sono molto piccoli, appena degli accenni su avvenimenti non fondamentali relativamente alla trama di Un bacio di tenebra. Al massimo dopo la lettura di questo libro ti verrà curiosità di recuperare i precedenti, per la serie di personaggi interessanti che vi compaiono, alcuni dei quali avranno libri a loro dedicati nel proseguo della serie ;-)
      Nix

      Elimina
    2. Grazie!! E scusami per il ritardo... Ora valuto il da farsi.

      Elimina
  2. Bello ma.....
    Adoro la serie, in questo capitolo ho adorato le brevi apparizioni di Raphael ed Elena che in poche righe dimostrano comunque il loro amore epico ;) e le varie apparizioni degli altri personaggi, come il fiorellino Blu di cui non vedo l'ora di leggere un capitolo tutto suo.
    Dmitri è sempre Dmitri e il suo personaggio è sempre molto coerente anche se qui uscirà fuori un lato nuovo, interessante e piacevole.
    Honor è interessante, la sua vicenda particolare è sviluppata bene ed è facile immedesimarsi in lei.
    I dialoghi sono sempre accattivanti ed estremamente scorrevoli e il loro incontro hot... Beh è davvero Hot!
    Ed ecco il ma....
    La fine proprio non mi è piaciuta. L'idea poteva anche essere carina ma il modo in cui è stata raccontata non mi è piaciuto per niente. È stato un po' come schiacciare il personaggio di Honor e non ho apprezzato affatto.
    Rimane comunque una delle mie serie preferite ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Federica ti comprendo pienamente, anche a me ha fatto storcere il naso il finale, eppure difficilmente avrei visto un'alternativa a come ha fatto andare le cose. Sul come è stata raccontata la fine, beh rientra nei gusti personali e nessuno può mettere in discussione l'impressione insoddisfacente che ti ha dato!
      Il fiorellino blu lo attendo con tanta aspettativa anche io ;-) ma un po' tutti i personaggi di questa serie mi hanno colpito, quindi ben vengano molte altre storie di questa serie!

      Elimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!