ROMANCE HAPPY HOUR CON... CASSANDRA ROCCA

Benvenuta all'happy hour del nostro bar Cassandra Rocca!


Prima di tutto cosa gradiresti bere mentre parliamo?
Dipende: per una chiacchierata informale, direi un classico e semplicissimo tè freddo, ghiaccio e limone. Per discorsi più impegnativi, punterei su qualcosa di dolce ma non troppo forte: con gli alcolici mi ritrovo a fare l'angelo sul pavimento, quindi scegli tu... ma a tuo rischio e pericolo!
1) Presentati alle nostre lettrici.
Cassandra Rocca, 33 anni, genovese. Educatrice infantile di giorno, a metà tra la signorina Rottermeier e Mary Poppins; scrittrice per il tempo che resta, con la testa satura di voci e lo sguardo perso nel vuoto. Scrivo da quando avevo dieci anni, prima solo sceneggiature per giochi che io e mia sorella andavamo a interpretare nei pomeriggi di noia post scuola, poi racconti romantici per le mie compagne di liceo. Alla fine ci ho preso così tanto gusto che ho iniziato a farlo per me stessa: scrivere mi fa stare bene, nel senso più letterale del termine. Da due anni lo faccio alla luce del sole, per la Newton Compton.

2) Quali sono i tre libri che porteresti con te su un'isola deserta e perché?
“Paradise”, di Judith McNaught: romantico, divertente, intenso. Con così pochi libri a disposizione, meglio averne uno che posso rileggere a oltranza
senza annoiarmi mai.
“Mentre fuori nevica”, di Sarah Morgan: perché odio il caldo e stare sull'isola dopo un po' mi stresserebbe, perciò una lettura rinfrescante sarebbe l'ideale. E questo libro ha dentro tutto quello che amo: il freddo, le montagne, la neve, il Natale e una storia d'amore che scalda il cuore.
“Il magico regno di Landover”, di Terry Brooks: mi ha fatto scoprire l'amore per la lettura in un periodo in cui, come il protagonista del romanzo, volevo dimenticare il dolore della realtà e rifugiarmi altrove. Grazie a quella storia ho scoperto questa passione per i libri e ogni tanto mi piace rileggerla.

3) Qual è il primo libro letto in vita tua?
Il primo “serio”, come dicevo prima, è stato “Il magico regno di Landover”. Avevo undici anni.

4) Che libro hai adesso sul comodino in attesa di essere letto?
Ne ho tantissimi, ma il prossimo in ordine di lettura è “All'improvviso la scorsa estate” di Sarah Morgan.

5) Un evento a cui avresti voluto assistere nel passato?
Sono talmente tanti, eclatanti o meno, che vorrei avere la macchina del tempo e vederli tutti! Potrei dire lo sbarco sulla luna (è epocale), il matrimonio di Elisabetta di Baviera, imperatrice d'Austria (sono romantica), o l'esecuzione della regina Maria Antonietta (sì, ho anche un lato sanguinario!).

6) Perché dovremmo leggere i tuoi libri?
Perché hanno quell'atmosfera un po' fiabesca che credo faccia bene all'anima, come un dolcetto quando sei triste o un film piacevole in una giornata di pioggia. Magari non risolvono il problema, ma per un po' ti tengono compagnia.

7) Cosa è cambiato nel corso degli anni nella tua scrittura e nel tuo stile?
Di sicuro non è cambiato il genere, scrivo commedie romantiche da quando avevo quindici anni, ma nel corso del tempo ho affinato la tecnica, ho imparato a dosare realtà e fantasia, a caratterizzare i personaggi e a tracciare meglio lo sfondo. Da quando lavoro con professionisti del settore, poi, ho appreso tanti piccoli trucchetti per dare più scioltezza alla narrazione.

8) Qual è il tuo libro preferito e il personaggio che hai amato di più?
Mi devo ripetere, ma “Paradise” di Judith McNaught è quello che potrei arrivare a mettere in una cassetta di sicurezza in banca. Pur rivedendomi sotto più aspetti in Meredith Bancroft, la protagonista, il mio personaggio preferito in assoluto è Mattew Farrell, il protagonista maschile: per me rappresenta l'emblema del maschio perfetto.

9) Esiste un personaggio, anche secondario che hai creato ispirandoti a un personaggio reale, famoso o meno?
Diciamo che i parenti di Clover in “Tutta colpa di New York” esistono davvero.

10) Hai un momento della giornata in particolare per scrivere? Uno per leggere?
No, seguo molto l'ispirazione del momento: se mi va di leggere, o di scrivere, e ho dieci minuti di tempo, li sfrutto... anche a costo di interrompermi di continuo. Altrimenti dovrei farlo solo la sera o di notte.


A Cassandra Rocca voglio dedicare uno Shirley Temple
 
      una parte di sciroppo di Granatina
      due parti di Ginger Ale
      due parti di acqua aromatizzata gassata (limonata o soda)
Il cocktail va servito accuratamente mescolato in un bicchiere alto o un generico Tumbler, con del ghiaccio e guarnito con un disco di limone e una ciliegia candita.


Lo Shirley Temple è un cocktail analcolico inventato all' hotel Royal Hawaien di Waikiki (nelle Hawaii) in onore della giovane attrice Shirley Temple negli anni trenta. Il cocktail che, dedicato a una bambina, non poteva che essere analcolico, ebbe uno strepitoso successo  e successivamente ripreso dai barman del mondo intero.


****
LIBRI RECENTI DI CASSANDRA ROCCA


MI SPOSO A NEW YORK
È possibile rinunciare per sempre a un sogno? Liberty Allen non ha dubbi: la risposta è sì. Dopo aver provato il dolore cocente di continue delusioni, ha deciso di trasformarsi in una donna razionale e controllata, ben lontana dalla ragazzina romantica e affamata d’affetto che era in passato. Adesso è serena, ha un lavoro soddisfacente ed è in procinto di sposarsi con un uomo perfetto, o almeno è quello che crede. Ha detto addio a tutto ciò che può incrinare la sua determinazione: i legami troppo profondi, le emozioni incontrollabili, il romanticismo. E il cibo, che per tanti anni è stato per lei un surrogato dell’amore. Ma quando Zack Sullivan riappare nella sua vita, ogni certezza inizia a vacillare. Perché Zack rappresenta tutto ciò che lei vuole evitare: è diventato un pasticciere di successo, è peccaminosamente attraente ed è determinato a riportare alla luce la Liberty di un tempo… 
Ti interessa questo romanzo? Lo puoi trovare QUI.

TUTTA COLPA DELLA GELOSIA ( Tutta colpa di New York #2.5)
Far innamorare una donna è difficile, ma è subito dopo che iniziano i veri problemi. O almeno è ciò che pensa Eric Morgan, ancora incredulo all'idea di aver finalmente conquistato il cuore della donna dei suoi sogni. La sua storia con Zoe Mathison è appena cominciata e lo rende felice, ma la prorompente bellezza della sua ragazza continua ad attirare l'attenzione degli altri, mettendolo in crisi. Non è sicuro di riuscire a mantenere vivo l'interesse di una donna abituata a uomini ben più audaci di lui e, durante la loro prima uscita ufficiale come coppia, la gelosia prenderà ben presto il sopravvento, rischiando di rovinare tutto.
Perché quando si trova finalmente l'anima gemella la paura di perderla riesce quasi a oscurare la felicità?
Ti interessa questo romanzo? Lo puoi trovare QUI.

UNA NOTTE D'AMORE A NEW YORK ( Tutta colpa di New York #3)
Esisterà una regola scritta per trovare l’anima gemella? O è meglio affidarsi al destino? Zoe Mathison non sa più cosa pensare... né cosa tentare! Stanca di collezionare relazioni inutili con uomini inadatti, e di sentirsi definire bella ma superficiale, ha deciso: troverà un uomo che sappia apprezzarla. Ma la ricerca sembra più complicata del previsto e tante coppiette felici attorno a lei non fanno che deprimerla, trasformando il suo desiderio in un’ossessione.
Eric Morgan è arrivato al limite. Innamorato senza speranza di una donna che lo considera quasi un orsacchiotto portafortuna, non sopporta più di vedere le sue speranze infrangersi ogni volta si presentino i pettorali scolpiti del macho di turno. E quando all’orizzonte spunta una nuova ragazza, determinata a conquistarlo, non gli resta che prendere una decisione e voltare pagina, una volta per tutte. Anche se questo significa perdere una parte di sé... In una romantica New York colorata di rosso, esilaranti disavventure e spassosi malintesi faranno da cornice allo scoccare di una inaspettata e provocante freccia di Cupido!
Ti interessa questo romanzo? Lo puoi trovare QUI.

****
CONOSCETE CASSANDRA ROCCA? AVETE LETTO QUALCUNO DEI SUOI LIBRI? QUALE CONSIGLIERESTE ALLE ALTRE LETTRICI? COSA VI PIACE DEL SUO STILE? SE POTESTE FARLE UNA DOMANDA, COSA LE CHIEDERESTE?

10 commenti:

  1. A me i lavori di Cassandra piacciono molto, il suo stile è leggero senza essere superficiale, le sue storie hanno trame ben costruite, dialoghi realistici e personaggi interessanti.
    La trilogia su New York mi ha "presa", ho molto apprezzato anche le novelle intermedie che aprono scorci simpatici sulla vita dei protagonisti oltre quelle raccontate nei volumi principali, e spero presto di leggere qualcos'altro di suo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo hai letto "un amore all'improvviso"? Una novella digitale, esterna alla trilogia newyorkese, ma io l'ho amata alla follia!

      Elimina
  2. non ho ancora letto nulla di quest'autrice ma devo dire che le trame dei tre romanzi della trilogia su New York mi hanno favorevolmente incuriosita... inseriti tutti nella mia infinita wishing list.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se vuoi provare la scrittura di Cassandra Rocca cerca sul blog : L'ALBA NEI TUOI OCCHI un racconto di un contest estivo di qlc anno fa

      Elimina
    2. ho recuperato la mia mancanza e mi sono "fatta" tutti e tre i romanzi della serie di New York.
      le trame mi avevano molto incuriosito. il primo non mi ha saputo coinvolgere molto, con il secondo è andata decisamente meglio, mentre il terzo è stato per me senz'altro il migliore.
      lo stile dell'autrice però non è adatto al mio stile di lettura compulsiva. amo il susseguirsi delle vicende e se la scrittura diventa troppo riflessiva comincio a perdere interesse, soprattuto quando le analisi sono sempre le stesse. durante la lettura, quando queste parti diventano me me troppo invasive, le salto addirittura. me ne vergogno un po' ma non ne posso fare a meno.

      Elimina
  3. I libri di Cassandra sono sempre adorabili. Non sbaglia un colpo! Però mi fa venire una voglia di leggere quel "Paradise"...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. se lo trovi leggilo!!!! JMN è bravissima!

      Elimina
  4. Bella intervista, sono rimasta incuriosita sia dalla trilogia newyorkese della Rocca, sia dal suo apprezzamento per "Paradise" della McNaught (scrittrice che piace molto anche a me). Che dire, ecco altri romanzi da aggiungere alla mia wish list in continua crescita!

    RispondiElimina
  5. Libro quasi introvabile "Paradise".... io l'ho trovato su ebay!!! Favolosooo. ...così come "Un incontro perfetto" sempre di JMN.....Uno dei miei libri preferiti.

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!