DIMMI CHE SEI MIO di Kristen Ashley (Newton Compton) -> Recensione

Autrice: Kristen Ashley
Titolo originale: Wild Man
Traduttrice: Martina Cocchini
Genere: Contemporaneo/ erotico
Ambientazione: Usa
Pubblic. originale: 2011,
Pubblic. italiana: Newton Compton , 9 luglio 2015, pp.444, euro 9,90
 Parte di una serie: 2° serie “Mystery man”(Dream Man)
Livello sensualità: ALTO
Disponibile in ebook? Si, euro 4,99 


TRAMA: Mentre sta allestendo la vetrina del suo amato e frequentatissimo panificio, Tess O’Hara vede comparire l’uomo dei suoi sogni: atletico, deciso, e con un paio di occhi che mandano riflessi di mercurio liquido. Lui la invita a bere una birra e lei accetta senza pensarci troppo. Tutto sembra molto naturale e spontaneo tra di loro, ma quattro mesi dopo, Tess scopre che Brock è un agente sotto copertura dell’Agenzia Federale Antidroga che sta indagando sul suo ex marito, coinvolto in traffici poco puliti. Così, nonostante i forti sentimenti e l’attrazione decide di mollarlo. Ma Brock non è affatto d’accordo. Dopo anni a contatto con la feccia della società, finalmente ha incontrato la persona che mancava nella sua vita e non è intenzionato a lasciarla andare, soprattutto dopo che ha saputo quale pesante segreto Tess porti con sé.


Per prima cosa vi devo avvertire che non sono attendibile quando si tratta di Kristen Ashley. Adoro questa donna, impazzisco per il suo stile, sono innamorata dei suoi romanzi e del fatto che ne produca 3/4 all’anno e
tutti di una lunghezza più che ragguardevole.
“Dimmi che sei mio” (titolo originale Wild Man) è il secondo della tetralogia Dream Man (non Mistery man come riportato sulla copertina del libro), una fra le serie più famose dell’autrice e il mio preferito del gruppo.
L’incontro fra i due protagonisti avviene in modo un po’ particolare. Tessa ha un ex marito; Damian Heller che, a sua insaputa, è diventato un boss della droga di Denver. Damian, dopo più di quattro anni, si rimette in contatto con lei e la polizia, che gli sta alle costole, ha dei sospetti sul ruolo di Tessa come eventuale complice. Viene incaricato dell’indagine sul campo l’agente dell’antidroga Brock Lucas, già esperto nei lavori sotto copertura, che decide di usare il proprio fascino personale per accertarsi dell’innocenza di Tessa. Dopo quattro mesi di frequenza, la polizia decide di agire e la donna si ritroverà con il cuore spezzato alla scoperta del ruolo svolto nell’indagine dall’uomo con cui sta avendo una relazione.
Ovviamente Tessa sentirà ancora parlare di lui, se no il nostro Happily Ever After (per sempre felici e contenti) se ne andrebbe a farsi friggere.
Brock è un tipo selvaggio/selvatico. Oltre a essere un metro e novanta, quasi, di muscolo è focoso, passionale, facile ad accendersi, sboccato, con una propensione per gli scatti d’ira e il lancio di bottiglie di birra. Va da sé che quando ama, lo fa nello stesso modo con la stessa violenza, con la stessa passione, con una fisicità che lo porta a cercare sempre il contatto fisico con la propria donna.
Stare con Jake (nome sotto copertura) mi ricordava quella volta che avevo cavalcato un toro meccanico. Non c’era modo di intuire dove avrebbe scalciato quell’affare. L’unica cosa era aggrapparsi il più forte possibile e godersi la cavalcata finché stavi su.
Tessa, invece sembra quasi troppo dolce, troppo arrendevole. Fa la pasticcera e ama usare la sua abilità per far felice le persone a cui tiene. Riesce quasi sempre ad avere la reazione giusta in ogni circostanza e, soprattutto, in modo coerente e sincero con se stessa.
“Tutta glassa.”Io sorrisi e gli risposi. “No, in effetti sono più una torta morbida e saporita. E in ogni caso la glassa è più un enorme ricciolo.”“Un enorme ricciolo?”“Sì, color lavanda o rosa. A volte celeste o verde menta. O di qualsiasi altro colore che ti possa venire in mente. Ma comunque sempre con praline e polvere di stelle commestibile.”
Potrebbero sembrare male assortiti e invece i loro caratteri s’incastrano perfettamente, esaltando e placando vicendevolmente i loro lati più nascosti: la temperanza di Brock e la selvaticità di Tessa.
…Ricordatelo, dolcezza, mi piace selvaggio e tu… eri… selvaggia…
Numerosi sono i personaggi secondari: la complicata e numerosa famiglia di lui, sempre intenta a discutere, preoccuparsi, amarsi e tornare a litigare; l’immancabile gruppetto di amiche, combattuto fra sostenere le scelte di Tessa e cercare di convincerla che Brock sia un errore; due ex, moglie e marito, che vogliono ancora avere voce in capitolo e i due figli di Brock.
Viene fuori una storia a tratti triste, molto spesso divertente ed esilarante, quasi sempre romantica e dolcissima.
La storia ovviamente non ve la racconto, quello dovete scoprirlo da sole, dico solo che vale la pena provarla perché:
1)      lui è un “alpha-alpha” con i fiocchi, selvaggio ma in grado di riconoscere e apprezzare ciò che di buono gli capita nella vita e quindi comportarsi di conseguenza;
2)      lei fa dei dolci meravigliosi, torte paradisiache e cupcake da sogno. Vi verrà la voglia di andare nella prima pasticceria che incontrate e svuotarne i banchi;
3)      la passione e il calore che sprigionano nei loro incontri non aiuta in questo clima torrido ma rende la lettura ancora più piacevole, senza mai scadere nella volgarità gratuita (se togliamo la frequenza dei “francesismi” Brock);
4)      il divertente gruppetto di amiche, soprattutto Elvira, già conosciuta nel primo romanzo, che come al solito si distinguerà per la sua lingua tagliente e ironica;
5)    lo stile scorrevole, narrato in una prima persona perfetta che non annoia e ti mantiene sempre al centro della storia, dentro la testa di Tessa.
Cosa posso dire d’altro? Solo di leggerlo e lasciare qualche bel commento qui e altrove in modo che la casa editrice non si sogni di interrompere la serie. In fondo ce ne sono solo altri due e l’ultimo è su Tack, il mitico motociclista di “Non dirmi di no”.
Piccola nota sulla traduzione. Nonostante abbia trovato nel complesso la traduzione buona e accurata, ho trovato qualche errore che mi ha fatto pensare: possibile che non ci sia un correttore di bozze che riveda il testo e ne sistemi gli errori più evidenti?
Uno fra tutti, un bike  tradotto bici (esattamente dopo “gli stivali da motociclista”. Forse la traduttrice pensava fosse l’abbigliamento giusto per pedalare). Inoltre mi ha infastidito la traduzione di Slim (soprannome affibbiato dalla famiglia a Brock, ovviamente in senso ironico) in Secco. Nessun italiano userebbe un soprannome del genere. Forse Stecco o Stecchino, ma non di certo Secco. Sarebbe stato meglio lasciare il termine originale, se mai con una nota a piè di pagina la prima volta che compariva per spiegarne il significato.





PER LEGGERE I PRIMI CAPITOLI DI QUESTO ROMANZO? CLICCA QUI






LA SERIE MYSTERY  (DREAM MAN)
1. Mystery Man (2012) - ED. ITALIANA : NON DIRMI DI NO, Newton Compton, gennaio 2015
2. Wild Man (2012) - ED. ITALIANA : DIMMI CHE SEI MIO, Newton Compton,      luglio 2015
3. Law Man (2012)
4. Motorcycle Man (2012)

****
L'AUTRICE
Kristen Ashley è cresciuta a Brownsburg, Indiana, e ha vissuto a Denver, Colorado, e nel sud-ovest dell’Inghilterra. Per questo ha la fortuna di avere amici e parenti sparsi in tutto il mondo. La sua famiglia è a dir poco stramba, ma questo può essere un bene quando si desidera scrivere. La Newton Compton ha pubblicato Non dirmi di no e Dimmi che sei mio. 

VISITA IL SUO SITO:  www.kristenashley.net



TI INTRIGA LA TRAMA DI DIMMI CHE SEI MIO E TI PIACEREBBE LEGGERLO? L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI? PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE.


8 commenti:

  1. E vogliamo parlare anche del fatto che una tipica famiglia smericana nel giorno del ringraziamento guardi in tv la partita di calcio (soccer in inglese) e non di football americano (football), ma che traduttori usano le CE?
    Traduzioni sempliciotte a parte, il libro mi è piaciuto molto più del primo, per tutte le eagioni elencate da Mc Robb e lo consiglio.

    RispondiElimina
  2. Ho capito che mi devo recuperare anche questi... avrei bisogno di due vite, aiuto!
    Nix

    RispondiElimina
  3. Se questo lo consiglia Cristina allora devo leggerlo. Poco tempo fa mi disse: se io ti dico di leggere tu leggi. Sarà fatto! ;)

    RispondiElimina
  4. già addocchiato, ma devo recuperare anche il primo, vedo... uff, cosa aspettano ad inventare giornate di 30 ore???? ho una lista infinita, ne depenno 2 se ne aggiungono 5!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho finalmente letto i primi due volumi di questa serie e devo dire che mi sono piaciuti moltissimo entrambi, anche se sono pittosto diversi nello stile, decisamente più "supense" il primo e molto più dolce il secondo. devo dire che lo stile dell'autrice mi è piaciuto molto e si piazza adesso tra le prime preferite della mia classifica.

      Elimina
  5. si sa niente sull'uscita del terzo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per il momento sappiamo solo di questo ma speriamo che altri ne arrivino.

      Elimina
    2. Per il momento sappiamo solo di questo ma speriamo che altri ne arrivino.

      Elimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!