LE GRIDA DI REBEL di Rain Carrington - Recensione


Autrice: Rain Carrington
Titolo originale: Rebel Yells
Traduttrice: Francesca Giraudo
Genere:  Contemporaneo, MM
Ambientazione:  Colorado, Stati Uniti
Pubblic. Italiana: Rain Carrington, 13 marzo 2015,pp.293, ediz.italiana a cura di A.Magagnato
Parte di una serie: 1° serie Le Cronache di Apishipa Creek
Livello sensualità: Molto Alto
Disponibile in ebook? Solo in ebook 

TRAMA:Jack Colton ha dedicato la sua vita a due cose: alla legge e ad amare uno splendido uomo di nome Martin. Quando quest’ultimo muore, la sofferenza di Jack è così profonda che vede suo marito ovunque. Martin gli dice che deve proseguire con la sua vita, cercare un’altra persona da amare, ma Jack si sente ancora legato al ricordo del marito e troppo sommerso dal lavoro, per accorgersi di quello che potrebbe essere un nuovo amore, quando questo gli passa accanto, nella piccola e sonnolenta cittadina che deve sorvegliare. Rebel Marino vive grazie al suo nome. È un bad boy che ha sempre combattuto duramente per sopravvivere, non si lascia avvicinare da nessuno, finché un giorno eredita una casa e un’attività ad Apishipa Creek , Colorado, dalla sua zia preferita. Nonostante sia morta, Rebel continua a vederla e sembra che questa donna abbia una missione: convincerlo che il bel sceriffo che lavora ad Apishipa meriti un’opportunità . Scopriranno di avere un interesse comune: il BDSM. Questo presuppone fiducia e insieme capiranno cosa significa andare avanti e superare i confini dell’amicizia e dell’interesse comune per arrivare fino all’amore. Ma prima che i loro sentimenti diventino troppo profondi, un uomo, segretamente innamorato di Jack cercherà di intromettersi. Riuscirà a dividerli?

Non era il dolore fisico a farlo piangere, quello era più che abituato a gestirlo, ma le lacrime scaturivano da qualcos’altro. [...] Piangeva perché stava cedendo alla sottomissione,perché sentiva che quella corazza, che sia lui che Jack sapevano si portava sempre addosso come un muro di protezione, si stava pian piano sgretolando. Più pezzi cadevanoe più sentiva che Jack gli stava entrando dentro, facendogli percepire il desiderio e il bisogno di lui. Rebel non voleva provare quei sentimenti, per anni era scappato da quellesensazioni, sapendo senza ombra di dubbio che il vero dolore derivava proprio da quelle emozioni.
Rain Carrington sbarca in Italia con “Le Grida di Rebel”, il primo titolo di una serie,  “ Le Cronache di Apishipa Creek” composta da quattro titoli, il quinto in progress e uscirà a fine marzo in lingua inglese, genere MM,  universo BDSM.  L’autrice non ha iniziato la sua carriera di scrittrice con il genere MM, vi si è appassionata poco a poco, coinvolta dalla vicende amorose dei suoi amici omosessuali  e desiderosa di vedere,  per ognuno di loro,  storie a lieto fine.
L’uscita del libro è stata preceduta dalla pubblicazione di un racconto sul blog "Tre libri sopra il cielo”, diviso in 5 parti(qui), gentilmente proposto dall’autrice per presentarsi e farci conoscere  in anteprima i due protagonisti della storia, Jack e Rebel, con uno sguardo sul loro legame, le loro emozioni e alcuni degli aspetti che caratterizzano il loro rapporto BDSM. Non ne sono sicura, ma credo che la collocazione temporale del racconto sia l’epilogo della loro storia.
Se vi piace la trama della storia vi suggerisco di leggere il racconto, perché avrete un assaggio dello stile dell’autrice e dell’intensità dell’erotismo contenuto nei suoi libri, con descrizioni molto esplicite, scene e situazioni forti di pratiche sessuali tipiche   dell’ambiente del BDSM. Tuttavia, nonostante il forte impatto di alcune situazioni, riesce a non cadere nella volgarità, contestualizzando anche la situazione più estrema in una scelta bilaterale e come un gesto d’amore.
E’ davvero curioso che non sia mai stata attratta da letture di questo genere nelle coppie etero:  l’idea di una donna sottomessa al suo uomo /master per me è  inaccettabile,  mentre questo tipo di rapporto tra due uomini non mi disturba per niente e trovo che, se l’autrice è brava nell’analisi psicologica dei personaggi e delle loro dinamiche come coppia,  e riesce a dare il suo “perché”,  appare  come una semplice e naturale espressione di un equilibrio basato su una fiducia totale, senza la quale mancherebbe il principale presupposto per accettare e condividere le situazioni tipiche del BDSM. Per questo, in questo tipo di rapporto la solidità del legame e l’accettazione psicologica dei ruoli, è  ancora più importante di tutto quello che riguarda il rapporto fisico.
 E’ interessante come, nell’evolversi della storia attraverso gli occhi di Jack, vediamo il conflitto di Rebel tra la volontà e desiderio di sottomissione che sente appartenere alla sua natura, e la paura di lasciarsi andare e cedere il controllo nelle mani del partner.
Le scene erotiche ci sono e sono molto hot, ma la cosa più importante su cui l’autrice si concentra  non sono i rapporti sessuali,  ma le loro emozioni, le loro paure. Oltre a una parte suspense, la trama contiene anche  una spruzzata di paranormale che coinvolge gli spiriti di Martin e la Zia Candace, teneramente dipinti come  le guide spirituali di Jack e Rebel,  che parlano ai loro cuori  per aiutarli  a superare il
dolore della loro perdita e andare avanti perché, come “dirà” la Zia Candace a Rebel , in uno dei loro tanti dialoghi,  “ Insieme potrete guarire le vostre ferite” .
Il libro è bellissimo e prima di entrare nella storia, vorrei soffermarmi sul titolo, “ Le grida di Rebel” , una traduzione fedele alla versione originale  ( Rebel Yells) che  racchiude in sé l’essenza attraverso cui si evolve e cresce il legame tra questi due uomini meravigliosi.          
Rebel, soltanto attraverso un percorso di sofferenza fisica ma soprattutto psicologica,  potrà liberarsi della rabbia, un’emozione profondamente radicata nella sua anima e nel suo cuore  per ritrovare fiducia in se stesso e sentirsi una persona che ha diritto di essere amata.  Una “ rinascita” che gli permetterà di accettare l’amore del suo compagno, nonostante tutte le paure e insicurezze  che lungo questo percorso prenderanno il sopravvento.
Jack Colton è lo sceriffo di San Isabel County in Colorado. E’ un uomo solo dalla morte del suo grande amore e compagno di vita Martin , stroncato dal cancro .  Uomo buono e  giusto, è amato e rispettato da tutta la comunità,   e non ha mai nascosto la sua natura.  Profondamente legato all’amico Lonnie e il suo vice Dennis che lo hanno sostenuto durante la malattia di Martin e dopo la sua morte.
Rebel Marino è un giovane bad boy dalla  personalità  complessa che,  dietro una facciata di arroganza e strafottenza,  nasconde  un dolore e una sofferenza profondi, canalizzati ed espressi con la rabbia, diventata ormai come una seconda pelle ed è l’unica  risposta che conosce per difendersi. In realtà la sua fame d’amore è straziante; disprezzato da una madre bigotta e bacchettona per il solo fatto di essere gay e maltrattato dal compagno di lei, manesco e violento .
Quando si incontrano, Rebel sta tornando in moto a San Isabel County dopo la morte dell’unica persona della sua famiglia che lo abbia amato, la zia Candace, che  gli ha lasciato in eredità la sua casa. Il primo incontro tra i due è in realtà uno scontro, ma nonostante il diverbio tra il poliziotto e lo spericolato motociclista, si accende un’immediata e potente  attrazione, quella reazione chimica in cui gli opposti si attraggono.Sono diversi come il giorno e la notte, Jack e Rebel, e al momento del loro incontro, l’unica cosa in comune è la perdita della persona amata.
La dolcezza di Rebel e lo smarrimento che Jack riesce a cogliere nel suo sguardo, riaccendono il suo lato dominante,  il suo desiderio di prendersi cura di lui, di offrirgli tutto l’amore di cui Rebel ha bisogno ma soprattutto aiutarlo a controllare le sue emozioni e gestire quella rabbia che fa parte della sua natura.
Nessuno lo aveva più lavato fin da quando era un bambino e anche allora, aveva sempre dovuto indossare la biancheria perché sua madre ripeteva sempre che rimanere nudi era peccato, ma le mani di Jack sul suo corpo, così morbide e amorevoli, riuscirono a rilassarlo completamente. Le parole dell’uomo che lo stava lavando fecero riaffiorare dei sentimenti pericolosi, ma in quel momento realizzò quanto avesse desiderato sentirsele dire.Non c’era nessuna possibilità che lui fosse abbastanza per quell’uomo, per quell’uomo così perfetto. Sarebbe stato impossibile diventare il suo fidanzato e impensabile diventare il suo sottomesso, perché anche se gli erano piaciute le sensazioni che aveva provato durante le sculacciate, era sicuro che non sarebbe mai durata.Questi sentimenti contrastanti che provava erano in qualche modo tenuti sotto controllo dalla presenza di Jack ma era certo che non avrebbero avuto futuro, perché probabilmente, prima o poi, avrebbe fatto qualcosa per mandare tutto all’aria e avrebbe potuto spezzargli il cuore, cosa che lo sceriffo non meritava.“Lasciami entrare Rebel. A cosa stai pensando in questo momento? Cosa stai provando?”
C’è un bilanciamento perfetto nel rapporto tra Jack e Rebel: Jack rappresenta una magnifica solidità a cui Rebel si aggrapperà con tutte la sua forze, fisiche e mentali, per non essere travolto dalle dolorose emozioni che riaffioreranno in superfice attraverso il loro rapporto BDSM, caratterizzato da quel "tormento" psicologico di cui  Rebel ha bisogno per potersi liberare del dolore ormai radicato e soffocato dentro di sé.
Rebel guadò dritto in quegli occhi blu oltremare e sentì qualcosa dentro di lui spezzarsi. Non c’erano bugie o sarcasmo nelle parole di Jack, solo sincerità, qualità che finora aveva visto solo in sua zia. Invece eccola lì, a sgretolare qualcosa dentro di lui, di cui era sicuro non avrebbe sentito la mancanza una volta che fosse stato lavato via, come la polvere del seminterrato dai suoi capelli.
"Le grida di Rebel" è una storia d'amore intensa, che vi coinvolgerà dall'inizio alla fine. Non perdetela.





DA LEGGERE NELLA SERIE  LE CRONACHE DI APISHIPA CREEK
1. Rebel Yells (2014)- ed.italiana: LE GRIDA DI REBEL, 2014
2.  Penny’s Lane(2014)
3. Pappy Don’t Preach(2014)
4. Crazy Little Man Called Love(2014)
L'AUTRICE
Rain Carrington ha iniziato a scrivere quando era solo adolescente a Trinidad, Colorado , ma è approdata alle storie M/M molto più tardi. Negli anni, molti dei suoi amici gay le hanno raccontato storie di sofferenza per amore, di lotta per trovare 'quello giusto" e lei raccontava loro storie, fantasie di come potesse essere quell'uomo dei loro sogni. Quando trovò un sito che la incoraggiò a mettere nero su bianco queste sue fantasie, inizò un'avventura mai sperimentata prima.
La sua prima storia, Cabin fever, che raccontava di un giovane che trovava l'amore in un appartenente a una famiglia mafiosa, le ha fatto guadagnare lettori che le hanno dato la spinta per continuare a scrivere. Rain vive oggi in Colorado, ha viaggiato molto, ma una brutta forma di scogliosi le impedisce oggi di fare le cose che amava in passato. Continua però a battersi per i diritti degli omosessuali,mantiene i contatti con i suoi amici e ad immaginare belle  storie d'amore M/M.

*****
TI INTRIGA LA TRAMA DI QUESTO ROMANZO? L'HAI GIA' LETTO, COSA NE PENSI?
E' POSITIVO IL FATTO CHE AUTRICI COME LA CARRINGTON FACCIANO TRADURRE I LORO LIBRI IN ITALIANO E LI AUTOPUBBLICHINO? 


7 commenti:

  1. non so, a me mette un po' di ansia. Ho letto volentieri le 50 sfumature xchè di fatto di BDSM ce nè molto poco, ma qui si incentra proprio su questa pratica che non mi attira proprio per niente.

    RispondiElimina
  2. Bellissima recensione Susy! hai colto il senso del libro. Troppo spesso ci troviamo davanti a romanzi sia MM che MF che presentano il BDSM come scopo per rendere erotico il libro. Qui invece si capisce la natura della pratica, il perchè, le motivazioni che spingono un uomo ad accettare punizioni corporali dal suo compagno! E cosa da non trascurare, è decisamente un libro corposo, dove tutti gli aspetti della storia vengono sviluppati. Brava! <3

    RispondiElimina
  3. Ragazze grazie del vostri commenti !
    @Isabella M :
    E’ normale avere gusti diversi perché ognuno ha la propria sensibilità e percezione in modo particolare difronte ad un argomento così delicato : una parola ,” delicato” che contrasta apparentemente con questo universo dalle tinte forti , ma che in realtà si basa su un legame molto intimo e serio . Per quanto riguarda le 50 sfumature a me il libro non e’ piaciuto e penso che la storia sia stata etichettata come BDSM solo per motivi di marketing e pubblicitari, quando in realtà non lo e’ affatto, perché non bastano nastri di seta, o bende sugli occhi per poter considerare come tale un rapporto tra due persone, e quello del libro non e’ affatto.
    Questo ovviamente e’ il mio semplice e modesto parere.

    @Ale grazie del tuo commento !
    Sono contenta che la rece ti sia piaciuta e di aver colto il complesso senso del libro e la tua considerazione mi fa ancora più piacere perché tu hai curato la sua edizione italiana, esplorandone in modo accurato tutte le sue le sfumature e i suoi contenuti, anche quelli più piccoli.! Un abbraccio cara!

    RispondiElimina
  4. Grazie della bella recensione! Lo comprerò stasera! Primo libro di questo genere :-)
    Vediamo,
    un abbraccio, Laura,

    RispondiElimina
  5. Non so che farci, ma a me il bdsm non piace proprio.... ho provato, davvero, a leggere qualche cosa in tema sia M/F sia M/M, ma è il presupposto in sè che trovo assurdo, a tratti persino ridicolo. Come fa una cosa del genere a essere terapeutica? Se al mio partner venissero in mente cose simili lo prenderei a calci laddove non batte il sole... ecco tutte le mie massime sfumature di bdsm!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahaha! Anna e magari a lui piacerebbe? Uhmmm, chissà, ognuno ha un filo di sadomaso dentro di sè immagino. In ogni caso da quello che mi hanno raccontato di questo libro, si tratta di una storia più d'amore che di sesso, nonostante le scene BDSM. Mi fido di Susanna e Alexandra che l'hanno letto e che l'hanno apprezzato. Ma rispetto chi come te Anna il BDSM in un romance non riesce a concepirlo. Questione di gusti.

      Elimina
  6. Letto. Al di là del BDSM, che non mi attira proprio, la storia è molto bella. Francy ha ragione, c'è sesso ma l'innamoramento e la fiducia che nasce tra i due protagonisti oscura tutto il resto. Posso dare cinque cuori anch'io?

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!