Anteprima Recensione: IL GIOCO DELL'INGANNO di Adele Vieri Castellano (Leggereditore)

Autrice: Adele Vieri Castellano
Genere: Storico
Ambientazione: Serenissima Repubblica di Venezia 1796/1797
Editore: Leggereditore
Pagine: 480
Prezzo: € 10,00
Uscita: 31 Ottobre 2013
Livello sensualità: Alto
Esiste in ebook? Non ancora


TRAMA: Venezia, 1796. Lorenza, la giovane figlia del barone Marianin, sa che la attende un matrimonio senza amore e vuole concedersi un’ultima giornata di libertà tra le calli invase dalla folla colorata e festante del Carnevale. Bellissima e spavalda, non sa che la frenesia e la confusione nascondono grandi pericoli per una ragazza sola e sta per essere vittima della violenza di due uomini mascherati. Ma in suo soccorso arriva la più fosca e sinistra delle maschere: la baùta. Chiunque si nasconda dietro quel volto di cartapesta, ha negli occhi e nella voce il fascino della notte che è insieme rifugio dei briganti e covo delle stelle. Aristocratico o spia, la baùta non vuole rivelare il suo nome, trincerandosi dietro la sua fermezza elegante e decisa. Lorenza sa che non riuscirà a dimenticarlo, senza immaginare che poco tempo la separa dall’incontrarlo di nuovo… L’uomo misterioso è un’ombra tra le ombre che si muovono nella fitta rete di inganni della politica veneziana, in cui Lorenza sarà presto coinvolta in un crescendo di rivelazioni fatali e infuocata passione. 


Con il suo nuovo libro Adele Vieri Castellano abbandona il set dell’antica Roma e ci catapulta in un epoca totalmente diversa: siamo nella Serenissima Repubblica di Venezia, è il 1796. In Francia il Direttorio è in difficoltà, Napoleone Bonaparte viene nominato 
Sarah Felberbaum, potrebbe
essere Lorenza Marianin
comandante supremo dell’Armata d’Italia e si prepara a calare sulla penisola, per sconfiggere i regimi totalitari… una a una le città del nord cadono nelle sue mani, chiuse nella tenaglia tra francesi e austriaci. Ma cosa accade a Venezia, la città annidata nella laguna che, da mille anni, nessun invasore straniero ha mai conquistato?
Lorenza, figlia del barone Giancarlo Marianin e orfana di madre, è cresciuta con privilegi che poche donne conoscono, in questa fine di XVIII° secolo. Abita in una villa della pianura veneta, dalle sue finestre vede il profilo di Venezia, è libera da quei vincoli legati all’etichetta nobiliare e, grazie all’amore di un padre permissivo, ha potuto entrare in contatto con quel movimento che, storicamente, chiamiamo Illuminismo. Ama di un amore incondizionato i cavalli che il padre alleva, ama la lettura e ha un sogno: sposarsi per amore. Il barone però ha già deciso il suo destino, l’aspetta un matrimonio combinato tra lei e un giovane sfaccendato, figlio di ricchi mercanti di stoffe. Per lei è la fine dei sogni, ma capisce che ci sono regole non scritte a cui deve sottomettersi.
Il Leone Alato, simbolo di Venezia 
e del suo patrono, San Marco
Il suo ultimo anelito di libertà lo mette in pratica una fredda, nebbiosa mattina di febbraio: un giorno a Venezia, in occasione del Carnevale, per vedere il mondo con occhi diversi, per vivere una giornata indimenticabile in compagnia di Marietta, la fidata cameriera. La folla tumultuosa, gioiosa, travolgente separa le due donne e Lorenza è presa di mira da due loschi personaggi. La realtà di quel mondo che immaginava meraviglioso le viene sbattuta in faccia, con tutta la violenza possibile. E’ solo grazie all’intervento di una misteriosa bàuta, che scampa a quello che poteva diventare un terribile destino. Lo sconosciuto cela il suo aspetto sotto un tabarro nero, sotto la maschera bianca e rapace che da sempre distingue e protegge l’anonimato dei veneziani; la salva, la conforta e la restituisce alla sua vita di sempre. 
L'attore francese Antony Dupray, un
affascinante Jacopo Barbieri
Ma qualcosa è cambiato, ormai le loro strade si sono incrociate e per Lorenza nulla sarà più come prima… 

La Castellano ha un dono: sa gestire con coerenza e abilità i personaggi maschili. Uomini alfa troppo belli, troppo muscolosi, troppo perfetti ma, anche se così favolosamente incredibili, i suoi protagonisti sono vivi, reali, bucano le pagine (magari!) con quella forza che l’autrice infonde alla penna o meglio, nei tasti del suo PC. Non ho ancora dimenticato i due eroi della serie Roma Caput Mundi: Rufo e Aquilato, che hanno conquistato il mio e il cuore di molte lettrici e, ancora, questo muscolo involontario batte per il truce romano e l’affascinante batavo.
Ve lo garantisco: anche questa volta, chiudendo il libro (non so se riuscirete a farlo, io l’ho letto in un fiato…), vi stupirete di non avere indosso una parrucca o un neo o uno di quegli abiti tutti fronzoli, nastrini e fichù, che tanto hanno furoreggiato nel Settecento. O di non avere a fianco proprio lui, Jacopo Barbieri. Leggendo sarete molte più volte Jacopo che Lorenza perché, come dice una frase all’inizio del libro, questa è la storia di un uomo, vero e reale e Adele è bravissima a illuderci, a farci credere che questa spia, questo avventuriero sia realmente vissuto e abbia agito, con amore e dedizione, per salvare Venezia e difendere il suo amore.
Un libro di grandi sentimenti, di grandi emozioni che vi porterà lontano. Gioia, pena, tristezza, vendetta. Ingredienti che, ancora una volta, la Castellano si diverte ad amalgamare per offrirci un piatto succulento, in cui non manca nulla. Ho “visto” tutti i personaggi, ho provato gli stessi loro turbamenti: la nascita di un puledrino, l’abbraccio confortante della tenebrosa bàuta, ho sentito i brividi del protagonista quando si riconosce sconfitto di fronte all’ineluttabilità del destino e getta via la maschera, per tornare ad essere solo un uomo. E quel primo bacio tra loro e la menzogna per salvare sé stesso ma soprattutto lei, Lorenza. Quel suo desiderio di amare, di essere amato, desiderio spaventoso e inconfessabile, sempre negato…
Insomma, lo avete capito. Ancora sono caduta nella rete di questa autrice italianissima e qui faccio una diversione: anche in Italia ci sono ottimi talenti da scoprire o sottovalutati, soffocati da un mercato di stampo anglosassone che riscuote successo solo per “l’esotico nome”, sbandierato sulla copertina, che purtroppo non è affatto sinonimo di un buon libro. Tanti titoli stranieri sono mediocri, tante autrici non meriterebbero di essere esportate, eppure i loro libri sono presentati come capolavori. Un romance storico non nasce a caso, né in pochi giorni e le autrici italiane, che si cimentano con questo filone, lo sanno bene. Sono ingiustamente relegate in un ghetto. Sta a noi lettrici sollevarle, epurarle dalle etichette così facili da affibbiare e quasi impossibili da strappare via. Speriamo che altri editori, come già ha fatto e sta facendo Sergio Fanucci con le sue collane, ci regalino nuovi talenti nostrani.
Ma torniamo alla nostra autrice: Adele ci ha abituate all’eccellenza, alla precisione storica, alla capacità di intrecciare figure e dati storici con i personaggi e la vicenda da lei creati, con eleganza e fluidità. E’ una vera illusionista e ci immerge in uno spaccato della Venezia di fine ‘700 con i suoi vizi, le sue virtù, i fasti e gli intrighi, descrivendola con quel rigore storico che è frutto di tanto lavoro. La Serenissima è raccontata così efficacemente che ci ritroviamo davvero sedute con Lorenza, a sorseggiare caffè al Florian o a bordo di una gondola, mentre torna a casa. Con i protagonisti passeggiamo tra le calli di notte e l’umidità, l’odore della laguna ci penetra nelle ossa, ci solletica il naso. O andiamo a cavallo, sfrenate, nella campagna veneziana.
Non svelo altro della trama, a voi scoprirla, così come il solito glossario, utilissimo, a cui l’autrice ci ha abituate. Quattrocentottanta pagine che scorrono via in un attimo e, alla fine, sospirerete, desidererete averne di più, sapere ancora di Jacopo, Lorenza, di Corrado e Giovanna, Marietta e Jean-Jaques, per spiare le loro vite e vivere ancora la magia di questo romanzo storico che, a mio giudizio, merita senza dubbio il fregio di INDIMENTICABILE. Non perdetelo.







GUARDA IL BOOKTRAILER



DA LEGGERE DI ADELE VIERI CASTELLANO
Serie Roma Caput Mundi
1.Roma 40 DC - Destino d'amore ( 2012) - Leggereditore  ( Marco Quinto Rufo e Livia Urgulanilla) -   Leggi QUI nostra recensione
2. Roma 42 DC - Cuore nemico ( 2013) - Leggereditore  ( Quinto Decio Aquilato e Ishold di Gerlach)Leggi QUI nostra recensione
3. Roma 39 DC - Marco Quinto Rufo/ Il prequel ( 2013) - Leggereditore -- LEGGI QUI la ns. recensione
4. Annunciato per il  2014

L'AUTRICE
Adele Vieri Castellano pubblica per Leggereditore il suo primo romanzo storico, dopo aver vinto il concorso di racconti indetto dalla stessa casa editrice nel 2011. Nata a metà degli anni Sessanta, ha vissuto per anni in Francia e ha due punti ben saldi nella sua vita: la lettura e la scrittura. Vive a Milano, ha una figlia di diciannove anni, un compagno che si chiama come l'eroe del libro, tre gatti e un computer portatile. Nonostante le traduzioni, l'editing di libri, gli articoli e i romanzi che affollano le sue giornate, non dimentica mai le amiche. Perché senza di loro, il suo sogno non si sarebbe realizzato. La ricostruzione storica esatta e le atmosfere perfettamente rievocate permettono al lettore di tornare indietro nel tempo e di vivere un'esperienza unica accanto a personaggi verosimili e pieni di forza. 
VISITA IL SUO SITO: http://adeleviericastellano.blogspot.it/
E LA SUA PAGINA FACEBOOK: 

 
CONOSCETE I ROMANZI DI ADELE VIERI CASTELLANO ? VI PIACE L'IDEA DI LEGGERE UN SUO LIBRO AMBIENTATO IN UN'EPOCA DIVERSA RISPETTO A QUELLA DEI SUOI ROMANZI PRECEDENTI? COSA VI ASPETTATE DA QUESTA STORIA?

74 commenti:

  1. Dovreste però avvisare che Castellanoè una delle blogger di questo blog e Alexandra la sua migliore amica.In pratica, questa recensione è di Castellano stessa. Molto slealeilriferimento alle straniere e alle altre italiane che non meritano.Chi è lei per giudicarle? Mi sembra molto arrogante per i miei gusti. Tanto fra qualche ora questo post sarà eliminato da lei o da una delle sue serve succubi.
    Amy

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma dice il contrario. Dice che ci sono tante autrici straniere mediocri, quando magari abbiamo delle italianissime talentuose soffocate dal mercato dell'editoria. Mah...
      Silvia

      Elimina
    2. Cara Amy, mi sento chiamata in causa in quanto la recensione è mia. Due cose: uno, apprezzo e stimo Adele sia come donna, che come scrittrice, ma scindo le due cose. Ti posso assicurare che se devo criticare il suo lavoro lo faccio e lei te lo può confermare. Due: questa tua osservazione avrei anche potuto accettarla, nel momento in cui però tu avessi già letto il libro. Siccome questo è impossibile, poichè solo io e un paio di altre persone lo hanno letto, deduco che basi la tua critica su un'acredine di tipo personale che esula totalmente dall'argomento, anche perchè a quanto pare mi conosci se sai quali sono i miei rapporti con Adele. Non ho mai detto che ci sono italiane che non meritano, anzi, il contrario: "anche in Italia ci sono ottimi talenti da scoprire o sottovalutati, soffocati da un mercato di stampo anglosassone che riscuote successo solo per “l’esotico nome”, sbandierato sulla copertina, che purtroppo non è affatto sinonimo di un buon libro."

      Elimina
    3. Cara Amy, non l'abbiamo segnalato perchè chi segue il blog sa non solo che la Castellano è apprezzata blogger de LMBR ma è anche mia cara amica e lo è diventata perchè qualche anno fa mi ha mandato proprio un estratto di questo suo libro ancora in nuce che mi era piaciuto tanto da decidere di pubblicarlo sul blog. Così ci siamo conosciute ed è stata proprio la passione per romance e scrittura ad unirci. Non ho alcun problema a dire che la ritengo la migliore autrice italiana di romance storico del momento, perchè il suo stile è assolutamente affine ai miei gusti.Perciò, non posso parlare per Alexandra, ma per quanto mi riguarda ... ADORO COME SCRIVE!
      Quanto a 'serva succube', modera i termini . Qui nessuno è succube di niente. Qui scriviamo solo quello che ci va e ospitiamo solo chi ci va. E nessuno è succube di nessuno. Questo è uno spazio che si può usare per criticare ma solo se le critiche sono costruttive. Questa non solo non è costruttiva è anche in mala fede perchè non sei riuscita nemmeno ad interpretare bene il testo del post!
      Lascio questo commento farneticante solo perchè ci fai una figura pessima, ma ci puoi giurare che se tuoi eventuali prossimi avranno lo stesso tono saranno cancellati uno ad uno. Nessuno obbliga nessuno a venire a leggere questo blog. Le critiche hanno lo stesso valore dei commenti positivi per noi, ma devono essere sensate ed educate.
      Siccome tu non dimostri di avere nè l'una nè l'altra di queste qualità, in questo tuo commento, il tuo destino è segnato indipendentemente dal nuovo nome con cui sceglierai di firmarti la prossima volta. Adieu!

      Francy

      Elimina
    4. Mia cara Ami (o dovrei chiamarti con il tuo nome visto che sappiamo chi sei ? )siamo addolorate nel vedere che non controlli più la tua ira verso il mondo e ,non perchè tu ci ritenga tutte serve succubi di Adele Vieri Castellano ma perchè ,in quella che ormai è diventata una tua lotta donchisciottesca contro tutto e tutti, tu stai dimenticando che la più bella cosa nel leggere è la libertà di divorare un libro o di buttarlo nella spazzatura, senza che nessun commento "servile" , come lo chiami tu, ti possa convincere del valore o no di un'autrice.
      Gettare fango su tutte noi che amiamo il modo di scrivere di Adele o sull'amicizia personale con lei , dovrebbe solo lasciarti l'amaro in bocca perchè non è così che convincerai gli altri a disprezzare questo blog di Francy dov'è c'è sempre spazio per un civile, educato e motivato dissenso non per parole a vanvera e piene di veleno!
      ah, sappi che cercare di imprigionare le persone in categorie con un'etichetta precisa è molto limitativo e sta stretto a tutte noi! e tu sai di cosa parlo! detto questo : Adele Vieri Castellano è una scrittrice di tutto rispetto che , personalmente , mi ha riportato a leggere in Italiano dopo anni di letture in inglese! Ross

      Elimina
  2. Pregherei francy e le altre adm del blog di non cancellare questo post cattivo e denigratorio e dimostrare a questa persona che usa nomi posticci, che non ha il coraggio di firmarsi che i suoi attacchi pur portati anonimamente e con diversi pseudonimi non ci toccano!

    RispondiElimina
  3. Cara amica "anonima" leggi meglio la recensione non si denigrano le altre italiane

    RispondiElimina
  4. Lietissima di leggere una nuova affascinante storia di Adele. E molti complimenti per il realismo storico frutto di grande sacrificio e studi meticolosi e la capacità di creare ogni volta un intreccio di grande spessore letterario e personaggi così straordinari da essere indimenticabili.

    RispondiElimina
  5. Rufo è stato il primo colpo al cuore, Aquilato il secondo allo stomaco, e Jacopo, penso, mi stenderà del tutto. Adele mi ha colpito e... affondato. Non vedo l'ora di avere tra le mani il suo nuovo libro. Se, poi, ci fosse anche la sua dedica sarei più che felice.
    Emiliana

    RispondiElimina
  6. Mi spiace che i commenti siano stati aperti da un'anima poco serena con se stessa e con gli altri, anche perché parla senza cognizione non avendo letto nulla della Sig.ra Castellano, ma che si erige sine titulo a baluardo delle autrici straniere. Io , invece, non solo ho letto ed apprezzato moltissimo le precedenti opere, ma anche ho fresco in mente il racconto, pubblicato su questo sito, da cui poi ha avuto seguito questo romanzo, che mi aveva particolarmente intrigato. In conclusione ritengo che sia giusto nobilitare e mettere in evidenza ( scopo precipuo di questo blog, penso!) le autrici - italiane , europee, statunitensi, indiane , cinesi ecc - meritevoli, che discostandosi dalle pressanti richieste del mercato, producono opere intense e coinvolgenti, nonché ben strutturate, storicamente corrette e senza strafalcioni grammaticali. Tutto questo è la Castellano. E diamo ad ADELE quello che è di ADELE! GRAZIE

    RispondiElimina
  7. Aperta parentesi: certa gente prima di commentare dovrebbe leggere con un po' di attenzione (chi ha parlato di italiane immeritevoli? La coda di paglia che ha commentato per prima). Che ci stiano ammorbando di autrici straniere immeritevoli è un dato di fatto (sto ancora vomitando, e non arcobaleni, perché ci hanno portato la "cara" E.L. James e le sue sfrantumature di scatole e bestemmio perché non mi traducono la Schone, quindi non ditemi che non è vero.) Chiusa parentesi.
    Torniamo all'argomento principale! Questo libro lo aspetto con trepidazione ma anche con un po' di timore! Amo i libri di Adele, ma non mi sento molto affine con il periodo storico in cui è ambientato. Spero che mi ci porti dentro come solo lei sa fare (in fin dei conti, non ero molto affine neanche alla storia di Roma prima di conoscere Rufo ;-) )

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. Conosco il talento di Adele (ma non Adele, lo preciso, non si sa mai: non l'ho mai incontrata, ma ciò non mi impedisce di apprezzare la sua professionalità e il suo stile).
    Aspetto con ansia questo libro, che mi attira moltissimo per ambientazione ed epoca, davvero originale !
    Sono felice che un'autrice tanto meritevole abbia trovato il suo spazio, perchè A ME piace leggere i suoi libri! E spero, altresì', che altre autrici di tal calibro, magari prorio italiane, abbiano la stessa fortuna (eh sì, perchè oltre al talento ci vuole un po' di buona sorte, nessuno può negarlo!), così che io continui a trovar diletto in buone letture.
    Spero di essere estratta per avere questo libro per le mani subitissimo, ma quasi quasi spero di più che lo vinca la gentil signora che ha voluto aprire i commenti al post... così magari poi commenta nuovamente con cognizione di causa...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ahahah grande Noco :D
      "anche in Italia ci sono ottimi talenti da scoprire o sottovalutati" - la frase non era difficile da capire ;)

      Elimina
  10. Alessandra23/10/13, 09:15

    E sia... anche questo occuperà uno spazietto della mia biblioteca! I libri di Adele fanno parte della categoria INDIMENTICABILI perchè sono di fatto indimenticabili! Solo chi non ha letto i suoi libri non può tessere le sue lodi: al di là della storia d'amore che può toccare solo una parte dei lettori, gli intrighi storici, le ricostruzioni delle varie epoche, sono talmente precise e ricche che non può essere relegata alla sola etichetta di scrittrice di romance. Continui così Adele, un suo libro - meglio ancora se e-book - troverà sempre posto nella mia libreria.

    RispondiElimina
  11. Di solito ho la fortuna di leggere i romanzi di Adele in anteprima, a volte addirittura in progress. Questa volta invece il libro rilegato sarà una sorpresa, perché non provare a vincerlo qui sul blog? ;)
    So come lavora Adele, conosco il suo talento (lavoro e talento, sono necessari entrambi), quindi, a priori, a scatola chiusa, dico benvenuto Jacopo sulle nostre librerie!

    P.S. E sì, sono d'accordo con chi l'ha già detto sopra: Francy, quel primo commento lascialo, la persona si presenta da sola e si auto-elimina :D

    RispondiElimina
  12. La Castellano ha uno stile unico e la capacità di farti piacere anche storie che dalla trama non avresti mai preso in considerazione.Lo posso testimoniare io che mai avrei pensato di poter apprezzare uno storico ambientato nell'antica Roma e invece ho amato molto il suo primo romanzo.Poi aspetto sempre con piacere i suoi racconti ;)
    Spero di vincere il libro con autografo, in alternativa lo acquisterò sicuramente.Magari in ebook sarebbe anche meglio, notizie in merito?

    RispondiElimina
  13. Che dire, stupenda questa recensione mi ha fatto assaporare il nuovo libro e vorrei che fosse già il 31/10 per andarlo a comprare. A me questa recensione non serviva per decidere o no di comprare il libro perchè mi piace moltissimo come scrive Adele. I suoi personaggi non sono mai scontati e quando leggo un suo romanzo mi sembra di essere li e sentire rumori e odori e di vedere quello che vedono i personaggi. Ecco tutto aspetto Jacopo con impazienza e vediamo se riesce a tirare giù dal gradino più alto del podio Rufo; perchè si proprio lui ha stregato il mio cuore.

    RispondiElimina
  14. Cassandra Rocca23/10/13, 11:06

    Ho letto solo il primo libro di Adele (gli altri due li ho ma devo ancora iniziarli... ho parecchi arretrati, chiedo venia! ). In ogni caso, la Castellano ha molto talento, sia per quanto riguarda l'accuratezza storica dei periodi trattati, sia per come delinea i personaggi...
    Venezia è nel mio cuore, quindi questo libro mi ispira tantissimo e lo leggerò di sicuro!
    In bocca al lupo!
    Cassie

    RispondiElimina
  15. Sono proprio curiosa di leggere questo libro, visti l'ambientazione e il periodo storico particolari. I precedenti sull'antica Roma all'inizio mi avevano fatto un pò storcere il naso visto che quella non è l'epoca che preferisco, ora però non metto più in dubbio le scelte di questa autrice. Bravissima in tutte le sue opere! Soprattutto nel delineare i personaggi maschili.
    Volevo poi sapere se anche questo libro si inserirà in una serie.
    In bocca al lupo a me (crepi) per il libro!
    Mara

    RispondiElimina
  16. Adele ti ringrazio per continuare a scrivere.Ci hai allietato, confortato, esaltato e anche di piu' , come capita a chi ama leggere quando trova il "suo" libro del momento e se lo gode.
    I tuoi io me li sono goduti e penso che mi godro' anche questo.Amo il '700 ,la Venezia del '700 , amo la storia in generale e amo i romance.
    Percui alla lettura Patty e ingrandisci la libreria perche' ormai e' necessario ! Patty

    RispondiElimina
  17. Mi sono avvicinata da poco agli scritti di Adele ma devo dire che ho trovato magnifici i suoi uomini e le sue donne romane, che mi hanno precipitato in un periodo duro e difficile ma pieno di passione e calore, di sentimenti forti ormai perduti nel tempo e che in un'epoca in cui si preferisce chattare e twittare piuttosto che fare l'amore hanno risvegliato in me notevole invidia! Leggerò con gioia anche di questa Venezia umida e misteriosa che, sono praticamente certa, saprà rapirmi.

    RispondiElimina
  18. Certo che già la copertina innalza la temperatura corporea.......
    Adoro i libri di Adele Castellano. Credo di essere una tra le sue fan di prima ora. Ha uno stile che mi cattura totalmente. Pure io all'inizio ero un po' perplessa per i suoi Romani, non conoscendo altri romance ambientati in quel contesto storico ma dopo aver letto il primo, stanno lì in prima fila nella mia libreria.
    Ho capito che dovrò anche questa volta dividere il personaggio maschile, in questo caso Jacopo con tante altre, aimè. Ma qua è la forza di Adele. Riuscire, con le sue trame intriganti, una ricostruzione storica eccellente, uno stile fluido e coinvolgente, ad incantarti. Ti stende e non ti rialzi fino a che non hai finito il libro.

    PATTY

    RispondiElimina
  19. Sono sempre felice di un nuovo libro della Castellano, non solo ha talento, ma sa migliorare di volta in volta, arricchendosi dei consigli e delle opinioni delle lettrici. Io amo leggere le autrici italiane, perché posso apprezzare un prodotto originale, senza l'intermezzo del traduttore, ma soprattutto perché posso confrontarmi con loro,esprimere la mia opinione. Con Adele so anche che viene ascoltata (come anche con altre eh!).
    Spero di vincerlo (per la dedica soprattutto!!!) altrimenti lo comprerò e glielo farò firmare poi alla prima occasione ^_^

    Libera

    RispondiElimina
  20. Bellissima storia e bella recensione!| Mi piace molto l'idea che la storia sia ambientato a Venezia che è a due passi da casa mia....incrocio le dita!

    RispondiElimina
  21. Beh che cosa posso dire se non che adoro questa autrice? I volumi della trilogia sull'Antica Roma sono assolutamente indimenticabili, originali, pieni di azione e romanticismo senza mai scadere nel banale. Aspetto con ansia il prossimo Adele!!!!
    Nel frattempo mi piacerebbe tantissimo leggere questo nuovo libro che dalle premesse sembra perfettamente in grado di reggere tutte le aspettative che mi sono fatta!!!
    Incrocio le dita!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  22. Sono contenta di aver potuto conoscere la scrittrice attraverso il suo racconto estivo, sono curiosa di leggere anche le sue opere. Provo a vincere anche questa, anche se la fortuna non mi assiste mai! :( Ma tra l'altro, Francy, non dovevate fare un sorteggio tra coloro che avevano commentato i racconti estivi?? sto ancora aspettando!! ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Jess hai ragionissima! Scusa ma sono impegnata con la scuola inq uesto periodo e non ho avuto ancora tempo di raccogliere tutti i nomi di chi ha commentato i vari racconti e fare l'estrazione! Ma la faccio eh? L'ho promesso e la faccio e i libri sono lì che vi aspettano. Abbiate solo un altro po' di pazienza! ;0)

      Elimina
    2. tranquilla, non importa, pensavo di essermelo persa ;) complimenti per le belle iniziative :) sto già scrivendo il racconto di Natale, non vedo l'ora di sapere se vi piace ;)

      Elimina
  23. Io prenderò sicuramente questo libro, anche se Venezia non mi ha mai attirato come città (il periodo storico non c'entra, dall'antica Roma ad oggi mi piacciono tutti, visto che amo la Storia in ogni suo periodo), solo perchè, avendo letto i libri precedenti della Castellano, mi piace molto come autrice. Va a lei il merito di avermi avvicinato alle scrittrici italiane. Prima di leggere i suoi romanzi sull'antica Roma, leggevo solo romance di autrici inglesi ed americane. Adesso invece, leggo anche le autrici italiane e non solo di romance.

    RispondiElimina
  24. Adele è capace di mettere poesia nei suoi libri. E' questo che principalmente mi piace delle sue opere. Con la sua abilità è riuscita a tessere trame per niente scontate, è riuscita a darci uno spaccato alternativo della NOSTRA amata storia e ci ha fatto emozionare, non come certi romanzetti di seconda categoria che ultimamente vengono pubblicati. Non vedo l'ora di leggere questo libro perché ha una trama molto intrigante e, visti i successi precedenti, sono sicura che questo non sarà da meno!

    RispondiElimina
  25. 27 manco io!!! Il perchè non sei serena lo spieghi proprio in questo commento insultando delle persone che non conosci !!!
    Comunque eccomi anch'io a festeggiare l'arrivo del nuovo libro di Adele il suo primogenito...sono certa che non mi deluderà !!! Grazie a te ho scoperto la sensualità del mio paese innamorandomi di legionari e batavi.. Non vedo l'ora di riscoprire Venezia e le sue passioni attraverso gli occhi di Adele ...il libro quindi lo prenderò di sicuro anche se mi piacerebbe avere la copia autografata ...continua così Adelle!!!

    RispondiElimina
  26. Ho adorato i libri sull'antica Roma e sono sicuro che anche questo meriti di essere letto. I personaggi e le ambientazioni di Adele sono così ben caratterizzati che sembra di essere insieme ai protagonisti. Incrocio le dita perché temo che per la pubblicazione dell''e-book passerà un po' di tempo. Fio

    RispondiElimina
  27. Ciao sono Chiara ed è la prima volta che commento un post,ma questo blog è una delle mie letture fisse :)
    Non vedo l'ora di leggere questo libro e immergermi nell'atmosfera di quella città che come poche al mondo,(anzi Venezia è decisamente unica al mondo), sa affascinarti, e farti sognare ad occhi aperti!!La Castellano è una di quelle autrici che compro a scatola chiusa ormai ,e non lo dico per leccaculismo,è una dato di fatto che i suoi libri fino ad ora non mi hanno deluso, anzi hanno avuto rispetto ad altri libri e ad altre autrici quella "marcia in più" (che sia il talento innato,la dedizione e la ricerca che c'è dietro ai suoi libri,il suo stile ecc..)che me li ha fatti adorare e non semplicemente piacere, e se nei libri precedenti c'è stato qualche difetto gliel'ho tranquillamente detto. Questo comunque promette altrettanto bene,quindi non vedo proprio l'ora di averlo tra le mani :D
    Chiara

    RispondiElimina
  28. Mi dispiace moltissimo leggere in apertura un commento come quello postato da Amy (ad un orario improponibile oltretutto) soprattutto perchè aggredisce Adele e il suo lavoro.
    Dovunque ho letto commenti scritti da Adele, essi sono sempre stati pacati, arguti e rispettosi degli altri e del loro lavoro. Non la conosco e me ne dispiace molto perchè ha un dono stupendo: i suoi scritti e i suoi protagonisti lasciano il segno e ti mancano molto quando chiudi l'ultima pagina.
    Mi piacerebbe moltissimo vincere una copia autografata da lei ma, ad ogni buon conto, la mia copia (rigorosamente cartacea, come per tutti i suoi libri) è già in prenotazione alla Feltrinelli.
    Ad Amy dico che non si può piacere a tutti per cui non è costretta a leggere, comprare e nemmeno a commentare.
    In bocca al lupo, per il sorteggio.

    RispondiElimina
  29. Dopo questa recensione e tutti gli altri commenti positivi che avevo già letto su questa autrice e i suoi libri, penso proprio che dovrò mettermi in pari e tuffarmi nella lettura dei suoi libri......
    Monica
    moni9099@libero.it

    RispondiElimina
  30. Sono molto felice di poter legere un nuovo libro della Adele .V. Castellano.
    Se non lo vinco lo acquisto di sicuro!!!!Mi sono piaciuti tanto quelli della serie sull'antica Roma di cui aspetto la pubblicazione del 4° libro.
    Complimenti quindi alla nostra Adele e a tutti voi del blog.
    Incrocio e dita!!!!!
    Rosa.C

    RispondiElimina
  31. Ciao. Sono rimasta basita leggendo il primo commento a questa recensione. Evidentemente questa persona rosica da morire altrimenti avrebbe avuto il coraggio di continuare a sostenere la sua tesi. Il suo silenzio parla da solo. Ma veniamo al libro di Adele. Ho scoperto questa scrittrice lo scorso anno. La sua serie su Roma mi ha conquistata sia per i personaggi carismatici e passionali che per la minuziosità con cui descrive scene e ambienti dell'antica Roma, proiettando il lettore in luoghi così remoti rendendoli vividi e reali. Per cui non vedo l'ora che esca Il gioco dell'inganno. Ho voglia di scoprire questi nuovi personaggi in un'ambientazione storica poco conosciuta e lasciarmi travolgere dalla scrittura di Adele che reputo una delle più brave scrittrici storiche del ns tempo.
    Stefania

    RispondiElimina
  32. manuela meniconi23/10/13, 18:36

    ho letto la recensione di Alexandra e pur non amando in modo particolare il periodo storico in qui è ambientato Il gioco dell'inganno la storia deve essere appassionante e conoscendo il modo di scrivere di Adele Vieri Castellano avendo letto la sua serie Caput Mundi non vedo l'ora di leggere questo nuovo romanzo e immergermi in quelle atmosfere che riesce a descrivere in modo magistrale

    RispondiElimina
  33. Ciao a tutte,mi dispiace che sia stata attaccata una autrice come la Castellano in quanto io posso affermare che prima di lei ho trovavo tutti i romanzi di scrittrici italiane ...pessimi! Scusate la mia brutale sincerita'
    ma quando ho il letto il libro di Adele su Rufo mi si e' aperto un mondo...finalmente una scrittrice nostrana occupa un posto fisso sul mio comodino (li' si trovano i libri che rileggo in continuazione per quanto mi sono piaciuti!),i suoi romanzi sono
    scritti benissimo, scorrevoli,avvincenti e ben curati soprattutto nell'ambientazione storica,non piace solo la storia d'amore ma anche la vera "storia" denota una studio appronfondito e una ricercata cura dei dettagli. Aspetto con ansia questo libro e isequel sull'antica Roma!Complimenti alla recensione e alla Castellano!
    PS:le critiche devono essere costruttive e quando non lo sono (per citare uno scrittore importante)non ci curiamo di loro ma "leggiamo" e passiamo...
    ciao a tutte

    RispondiElimina
  34. bellissima la recensione =) voglio partecipare al giveaway dicendo che adoro il settecento!L'epoca degli abiti sfarzosi il cui raso fluttuava sui pavimenti di marmo dei palazzi,il sventolare dei ventagli che coprivano il chiacchierio delle dame per non parlare del tintinnio dei meravigliosi gioielli....Adoro il Settecento e tutto ciò che lo riguarda!! =D incrocio le dita ^^

    RispondiElimina
  35. Grazie per la recensione, l'ambientazione diversa dai soliti romanzi rosa mi attira sicuramente. Io ho letto il secondo romanzo della Vieri Castellano, spero che questo nuovo titolo mantenga lo stesso livello! ciao Maristella

    RispondiElimina
  36. Ciao a tutte sono Sandra e ho letto la recensione di questo libro e devo dire che mi è venuta davvero voglia di leggerlo.
    Anch'io come molte di voi ho letto i libri di questa scrittrice ambientati a Roma e li ho trovati davvero emozionanti...
    Magari potessi vincere il libro autografato....incrocio le dita se non sarà così correrò a comprarlo!!!! un salutone a tutte e grazie x le vostre proposte sempre molto interessanti
    Sandra

    RispondiElimina
  37. Ho letto i precedenti libri di adele e mi sono piaciuti molto; mi piacerebbe vincere questo, promette bene, immagino abbia la stessa accuratezza storica dei romanzi sull'antica Roma.
    Isa

    RispondiElimina
  38. @ Amy

    Cara Amy
    L'intelligenza di una persona è anche nel saper comunicare le proprie opinioni senza offendere.
    Non entro in polemica perché non è nel mio stile, mi annoia e ho pure poco tempo.
    Una considerazione te la voglio fare però.
    Non credi che se Adele ha tantissime ammiratrici e, oltre a LMBR ci sono altri blog, (dove la Castellano non scrive o ha amicizie compiacenti), con recensioni più che ottime sui suoi lavori ci sarà pure un motivo?????
    RIFLETTICI SOPRA!!!!!!
    Non sono di madre lingua italiana ma pure a me è stato chiarissimo che le critiche non erano assolutamente rivolte ad autrici italiane ma a certe straniere (sono della stessa opinione) privilegiate dall'editoria italiana con risultati spesso per niente buoni.
    PATTY

    RispondiElimina
  39. Ho conosciuto la scrittura di Adele con il primo estratto che venne pubblicato sul blog. Era tratto proprio da "Il gioco dell'inganno" e capii
    subito che si trattava di un'autrice fuori del comune.
    Più tardi ho avuto la fortuna di leggere la prima stesura dell'intero romanzo e l'ho giudicato già bello, e adesso che l'ha revisionato sarà anche meglio. Adoro il suo modo di scrivere e le epoche storiche che sceglie sono anche fra le mie preferite (non faccio parte di nessun fan club, ma dico la pura verità).
    Jacopo, inoltre, è un personaggio oscuro e magnifico che mi è rimasto nel cuore e sono certa che piacerà molto alle lettrici di romance.
    Perciò le auguro di superare il successo ottenuto con la serie Roma.
    In bocca al lupo.
    Lily



    RispondiElimina
  40. La Castellano è una delle autrici che preferisco! Riesce a ricreare con maestria l'epoca e gli ambienti ma soprattutto la psicologia dei personaggi. Non so come funziona per le altre lettrici, ma per me è importante anche la descrizione dettagliata e non ripetitiva dei personaggi che permettono al lettore di creare l'esatta figura del soggetto del libro. Ma quelli che adoro in assoluto, sono i protagonisti maschili della Castellano: Rufo in primis!!!! Aspetto con ansia il 31/10 per rivivere la magia!!!!

    RispondiElimina
  41. sembra intrigante con fascino e ricco di mistero...da leggere assolutamente :)

    RispondiElimina
  42. Messaggio per LADY P, anche conosciuta come Amarillida, Amy e nomi vari.
    Su questo blog gli sproloqui offensivi non sono ben accetti. Perciò stai sicura che vengono sempre cancellati, che siano tuoi o di chiunque altro.

    RispondiElimina
  43. Adoro i suoi libri sull' antica Roma e li ho tutti, sicuramente comprero' anche questo, ma perche' non provare a vincerlo ?
    Mi batto poi sul petto un mea culpa, perche' fino a pochi anni fa anch'io ho "snobbato" le italiane e gli italiani a favore di autori stranieri, ma per fortuna poi ho provato e ho trovato autori italiani veramente degni; Adele e' una di questi, ma anche Monica (Lombardi) non le e' da meno e da poco ho anche scoperto Donato Carrisi che se pur con un genere diverso mi ha conquistata.
    Insomma invito tutti a "provare italiano".
    Giadona

    RispondiElimina
  44. Ho letto la recensione e il fatto che l'autrice sia una frequentatrice di questo blog per me conta poco, se un'autrice mi piace compro il libro indipendentemente da ciò che scrivono su di lei e quindi sicuramente comprerò anche questo suo libro perchè finalmente abbiamo una scrittice di talento italiana che racconta di NOI (italiani) è qualcosa di fantastico mi auguro di leggere ancora tanto di questa autrice
    ciao Eloise

    RispondiElimina
  45. Onorata di partecipare a questo giveaway della scrittrice italiana per me più promettente del panorama letterario italiano del genere romance, nel suo significato più alto. La Vieri Castellano ha il dono naturale per la scrittura, i suoi romanzi sono un piccolo capolavoro di ricerca e documentazione storica, di personaggi vividi e indimenticabili, di storie coinvolgenti e passionali.
    Ho letto tutti i suoi libri e naturalmente mi farò trasportare nell'affascinantissima, misteriosa e sensuale bellezza di Venezia e dei suoi personaggi, in quest'ultima avventura intrigante e romantica che sono certissima nn mi deluderà!
    Complimenti ad Ale per la sua recensione...

    RispondiElimina
  46. Non si può perdere il nuovo fantastico libro della Castellano.

    RispondiElimina
  47. Dopo la piacevole lettura di due romanzi di Adele ambientati nell'antica Roma, ho un grande desiderio di incontrare i nostri "eroi" nella cornice veneziana. Incrocio le dita prchè questo libro con dedica è veramente appetibile.
    Ciao!

    RispondiElimina
  48. Eccomi all'appello per questo nuovo giveaway di una scrittrice che mi è sempre piaciuta e che ti fa innamorare dei protagonisti. E come tutte le altre lettrici del blog incrocio le dita =)
    Buona serata a tutte
    Carmen =)

    RispondiElimina
  49. partecipo :) la mia mail: vsiciliano97@gmail.com

    RispondiElimina
  50. wow! ho adorato i libri ambientati nell'antica Roma, letti sempre tutti d'un fiato! non vedo l'ora di leggere anche quest'ultima storia misteriosa! incrocio le dita!!
    Alessia

    RispondiElimina
  51. ho letto gli altri romance dell'autrice e li ho adorati *______*
    l'antica roma mi è piaciuta ma anche l'ambientazione fine settecento dev'essere molto affascinante!!
    provo con molto entusiasmo!!

    RispondiElimina
  52. Che Adele sappia scrivere non ci piove, e quindi questo libro sicuramente meriterà...
    Ma l'ambientazione! La Venezia di fine Settecento, già in caduta libera, che da un lato tenta disperatamente di salvarsi, dall'altro folleggia come impazzita...la Venezia dell'inverno, nebbiosa, fragile,e malinconica... come non leggere un libro che parla di questa Venezia?

    RispondiElimina
  53. Si, dalla recensione sembra davvero un bel libro, anche se non conosco l'autrice, credo che la recensione così dettagliata non inganni. Partecipo volentieri a questo giveaway e... incrociamo le dita!!!

    RispondiElimina
  54. Leggere di sicuro questo libro visto che Roma 40 e 42 mi sono piaciuti moltissimo! Non vedo l'ora di leggerlo!
    Speriamo!
    Miriam

    RispondiElimina
  55. Complimenti bella recensione come sempre..per quello che riguarda la nuova uscita di Adele non vedo l'ora di leggerlo mi sono piaciuti tantissimo i romanzi precedenti anche se sinceramente non amo moltissimo l'epoca romana però ho dovuto ricredermi e al di là delle proprie preferenze l'importante rimane che ci sia una bella trama con un mix di ingredienti che ti tengano avvinta dalla prima pagina all'ultima e anche se non vedi l'ora di finirlo dopo vorresti ricominciare a leggerlo a parte i gusti personali una bella storia deve essere avvincente e di qualità(non esiste differenza tra autrice italiana o straniera deve solo piacere a farti provare una grande emozione)da come ho potuto capire anche questo nuovo romanzo tra l'altro ambientato in un epoca che mi piace molto sono sicura che non mi deluderà..spero che ci sarà un seguito e magari anche qualche nuova ambientazione anche in altre epoche..
    in bocca al lupo per tutto e spero cara Adele che continuerai ad avere sempre un fondo senza fine di ispirazione e continuerai a farmi sognare con grande qualità complimenti davvero..
    ciao a tutte!!!
    Nicoletta

    RispondiElimina
  56. Il modo di scrivere della Castellano mi piace punto! i suoi libri precedenti li ho divorati, anche se l'ambientazione è cambiata, inganni, politica e mistero mi attirano quindi non posso che incrociare le dita e aggiungere in ogni caso questo libro alla mia lista desideri!
    minicicciola

    RispondiElimina
  57. Ho conosciuto la Castellano (come scrittrice preciso, date le misere illazioni lette sopra....mah!) con la trilogia su Roma, il suo modo di scrivere mi affascina perche' ha la potenza di inchiodarti alla pagina con una singola frase, amo le sue pause che danno enfasi e maggior rilevanza al significato della parola. Ovviamente lo leggerò e spero di trovare un altro Rufo a farmi sospirare!! ;-)

    RispondiElimina
  58. Sono contenta di poter leggere autrici italiane, nello specifico ho apprezzato moltissimo il suo stile di scrittura decisamente coinvolgente. Il modo di scrivere, le caratterizzazioni dei personaggi, ma sicuramente le situazioni che si verranno a creare in questo nuovo libro non saranno da meno dei precedenti. Attendo in ogni caso di potermi immergere nella fantasia ....

    RispondiElimina
  59. Dopo la lettura di questa recensione non puoi fare altro che sperare di leggere il libro.
    Manu'

    RispondiElimina
  60. non perdo quest'occasione!
    fraghi88 follower
    fraghi88@alice.it
    su fb sn francesca ghiribelli ho condiviso https://www.facebook.com/fraghi88 e twitter
    https://www.twitter.com/fraghi88
    g+ francesca ghiribelli

    RispondiElimina
  61. Adoro Adele, con lei vado sul sicuro.....non vedo l'ora di potr leggere questo suo nuovo libro.

    RispondiElimina
  62. Inizio col ribadire tutta la mia stima verso questa bravissima autrice,la migliore in Italia,ma devo dire che il libro non mi ha entusiasmato come quelli sull'antica Roma,il protagonista maschile non mi e' piaciuto e la storia non mi ha preso piu' di tanto,Con questo ribadisco,onde evitare polemiche,che io continuo ad adorare Adele
    Ciao a tutte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Cassa ti ringrazio per questo tuo commento e non preoccuparti di creare polemiche, su questo blog si possono esprimere liberamente le proprie opinioni, solo lo si deve fare con il giusto tono senza offendere nessuno. Come hai fatto tu. Ci può benissimo stare che una storia ci prenda più di altre, in generale ci sono libri delle stesse autrci che abbiamo amato e altri che ci hanno lasciato fredde. Non è una novità e non perchè troviamo una storia che non ci prende come altre che smettiamo di amare un'autrice.

      Francy

      Elimina
  63. Molto molto bello, l'ho divorato in una giornata! Personaggi indimenticabili e descritti benissimo. Trama che conquista. Un libro emozionante. Consigliatissimo

    RispondiElimina
  64. Ieri sera ho finito di leggere “Il gioco dell’inganno”, l’ultima fatica di Adele Vieri Castellano e ……. Che dire? Sono ancora confusa, frastornata, scossa dalle emozioni che, puntualmente, questa bravissima autrice riesce a trasmettermi…………..
    Dopo la lettura del libro ho fatto una lunga e accurata ricerca su internet per cercare tutte le recensioni su di esso ……….. bene! Sfido chiunque a fare lo stesso e a trovare più di uno o due pareri negativi su questo libro che definire bellissimo è riduttivo! Ho scoperto Adele l’anno scorso con la storia di Rufo e, inutile dire, che ( per dirla con una bravissima blogger) mi sono “rufizzata” all’istante, non riuscivo a staccarmi da quelle pagine e da quella storia, non riuscivo a non pensare a quella Roma Imperiale così ben descritta e raccontata e a quella storia d’amore e di passione che ha fatto vibrare tutte le corde del mio cuore romantico. Poi è venuto Aquilato e anche lì è stata una sorpresa e una conferma ad un tempo; una sorpresa perché non riuscivo a credere che l’autrice fosse riuscita a creare una storia degna della prima e una conferma perché la storia dedicata ad Aquilato ha cementato dentro di me l’ammirazione per questa italianissima autrice così brava da lasciarti a bocca aperta.
    E ora, dopo due esemplari maschili così “tanti” cosa ci aspetterà, mi sono detta? Ero curiosissima di leggere questa storia ambientata a Venezia, con un protagonista così “particolare” (come le anticipazioni facevano intendere) e in un periodo storico così lontano dai Romani da me tanto amati!
    Devo dire che non sono rimasta delusa: Jacopo mi ha letteralmente “stesa”, con la sua fisicità, con la sua mente di spia doppiogiochista (amo le storie di spionaggio tanto quanto quelle romantiche) così fedele alla sua amata città fino a “morire” per lei e poi, dopo l’incontro con Lorenza, così visceralmente coinvolto con questa donna/ragazza che ha sconvolto il suo mondo fino ad allora concentrato su un solo obiettivo.
    Sulla storia tra i due protagonisti non voglio esprimere altro, dico solo, a chi non ha ancora letto il libro, che tanta passione, tanto amore e tanta sofferenza, così ben descritte, sono il balsamo ideale per noi donne appassionate ma concretamente calate nella realtà di mariti, seppur innamorati e amabilmente affettuosi, poco inclini a gesti eclatanti e parole che lasciano il segno……………
    Qualcosa in più, però, voglio dire sull’autrice e all’autrice, innanzi tutto: Grazie ADELE, grazie per Rufo e Livia, per Aquilato e Ishold, per Jacopo e Lorenza e per tutti i comprimari e coprotagonisti dei tuoi libri, grazie per le storie che hai saputo raccontare e per come le ha raccontate.

    RispondiElimina
  65. ho solo una cosa da dire....WOW!!!!!!!
    questo libro mi è piaciuto troppo! Adele ti aspetto alla prossima pubblicazione...
    Samantha

    RispondiElimina
  66. Libro bellissimo, ma dalla Castellano non mi aspettavo niente di diverso. E' una vera maestra nelle ricostruzioni storiche eppure mi stupisce sempre per come riesca a catturare la mia attenzione senza annoiarmi mai.

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!