UN SOLO PIACERE di Lora Leigh (Leggereditore) - Recensione

Autrice: Lora Leigh
Titolo originale: Only Pleasure
Traduttrice: Laura Liucci
Genere: Erotico
Ambientazione: Washington D.C.
Pubbl. originale: St Martins ; Reprint edizione (26 febbraio 2013), pp. 374
Pubbl.italiana: Leggereditore, 29 agosto 2013, pp.416, €12

Parte di una serie: 10° della serie bound hearts
Livello di sensualità: ALTISSIMO
Disponibile in ebook: Al momento no.


LA STORIA: Da quando Chase Falladay è accorso in suo aiuto due anni prima, Kia Stanton non è mai riuscita a dimenticarlo. Due anni dopo il doloroso divorzio dal marito, Kia è ancora più vulnerabile e non ha più l’energia per resistergli. Sa che Chase appartiene allo stesso club segreto da cui è stato cacciato il suo ex marito, ma questo non la spaventa: ora lei ha il coraggio e la sensualità necessari per dedicarsi insieme a lui alla ricerca del piacere, del solo piacere, senza nessun’altra implicazione sentimentale. Ma anche Chase, con il suo cuore solitario e ferito, si troverà a combattere contro un’emozione che va oltre il desiderio, e Kia saprà come farlo cedere alla parte di sé stesso che ancora non conosce, per avere da lui non solo piacere. Un nuovo appassionante incontro con l’erotismo dall’autrice di Ménage proibito e Sottomessa.


Stavo riflettendo: sulla copertina dei libri di Lora Leigh dovrebbero mettere l’adesivo che le case discografiche di solito attaccano sui cd di GangstaRap 
Attenzione: Questo libro contiene sesso esplicito (anche orale e anale) m/f/m sesso a tre, spanking, uso di giocattoli sessuali, bondage leggero, un po'di violenza e linguaggio esplicito. Non per i deboli di cuore!!!!
Detto questo, chiunque si avvicini alla lettura di un suo romanzo sa a cosa va incontro, sesso esplicito, “dirty language” e situazioni estreme. Questa serie poi ha come comune denominatore un club privato ed esclusivo di Washington DC dove i membri condividono con altri uomini le proprie donne, quindi non certamente una lettura da pomeriggio di tea caldo e chiacchiere tra signore.
Partendo dal presupposto che piaccia questo genere, lo giudico il migliore di quelli pubblicati fino a oggi dalla Leggereditore, strettamente legato al precedente, di cui consiglio la lettura prima di approcciarsi a questo libro.
Kia Rutherford-Stanton è figlia amata e coccolata di una coppia di anziani e ricchi coniugi che, due anni primo dello svolgimento delle vicende narrate in questo libro, cade quasi vittima di stupro da parte del suo ex-marito e di un altro uomo da lui invitato senza il consenso della moglie a condividere il talamo coniugale. Fortunatamente, lo stupro non avviene grazie al terzo uomo che distrae il marito abbastanza a lungo per permettere a Kia di fuggire. Kia confida gli eventi di quella notte ad una presunta amica che invece di serbare il segreto e aiutarla,  diffonde la storia e svela l’esistenza del club privato mettendola nei guai e isolandola da tutte le sue conoscenze. Solo un uomo resta a difenderla e proteggerla dal suo sfortunato passato Chase Falladay.
Kia ha segretamente nutrito fantasie sessuali su Chase, membro come l’ex marito dell’esclusivo club, quando per caso lo incontra in un locale in compagnia del suo amico e complice Khalid el Hamid Mustafa, figlio illegittimo di un ricchissimo sceicco arabo. La fiamma del desiderio,  l’attrazione mai sopita e la curiosità sessuale le fanno accettare un incontro bollente con i due,  all’interno di un Hammer limousine che sfreccia nella notte per le strade della capitale statunitense.
Quello che Chase le offre non è solo piacere, sesso sfrenato al di là di ogni confine lecito ed illecito, ma anche protezione dalle malelingue dell’alta società e dall’ex marito che dopo due anni torna ad assillarla e a invadere la sua privacy.
Kia riprende finalmente in mano le redini della propria vita, aiutata anche dalle mogli dei membri del club, ma si accorge che quello che vuole da Chase e  che ha sempre voluto, oltre all’incredibile appagamento sessuale e ai multipli orgasmi,  è guarda caso l’amore, quello con la A maiuscola con tanto di anello e abito bianco.
Naturalmente Chase e Kia dovranno affrontare i loro demoni e anche un assassino che trama nell’ombra. Anche se la parte suspense è un po’ carente, penso che l’autrice abbia fatto un buon lavoro tra un vibratore e un paio di manette nel  guidare la lettrice attraverso il processo della loro guarigione psicologica.
Chase è l'epitome di ciò che ogni donna vorrebbe in un uomo. Un figo pazzesco, forte, coraggioso, un po’ tormentato, un amante instancabile,  fantasioso e assatanato, forse un po’ troppo “impegnofobico” ma che,  alla fine,  cede,  come vorremmo succedesse sempre,  all’amore.
Zia Lora è incredibilmente fantasiosa, a volte viene da chiedersi se le scene che descrive dettagliatamente le sperimenti prima nella vita reale, oppure mi domando se faccia visita ai sexy shop,  alla ricerca di nuovi spunti per i suoi romanzi. In questo, ad esempio, ci presenta un nuovo modello di “Butt plug” (divaricatore anale per le non addette ai lavori) gonfiabile, vibrante e telecomandato, un’attrezzatura che non avrebbe sfigurato come accessorio di Goldrake o Jeeg.  Ve lo immaginate il super robot che lo lancia come arma spaziale contro i nemici? Decisamente letale! In effetti il missile centrale del Grande Mazinga, costituiva un richiamo fallico subliminale, è cosa nota.
La mia mente malata stava poi riflettendo sull’uso delle manette: come possono legare la donna alla testiera del letto, per poi girarla e rigirarla come una frittata,  senza dislocarle una clavicola? Misteri della letteratura erotica. Io ogni tanto ci provo mimando la gestualità,  ma finisco sempre annodata e penso ai terribili crampi che potrebbero capitare a queste vere e proprie candidate ad un ruolo di protagonista in uno spettacolo del famoso cirque du soleil!
Come avrete capito, la mia lettura dei libri di questa scrittrici è puramente ludica, non posso farci niente mi fa ridere: non riesco a prenderla sul serio! I suoi protagonisti sono delle iperboli dell’uomo alpha. Le sue eroine,  delle donne eleganti,  pure e senza macchia che,  nel privato, diventano emule di pornodive vogliose e assatanate. Mi viene poi da chiedermi:  ma tutti gli uomini potenti ricchi e di successo di Washington D.C. appartengono a questo club?  
Continuerò a seguire questa serie, anche perché il prossimo dovrebbe avere come protagonista Khalid, un personaggio davvero stuzzicante, dalle presunte “doti” nascoste. Vorrei anche che l’editore meditasse circa la pubblicazione dei romanzi precedenti di questa serie, apparendone frequentemente i personaggi di cui non possiamo ricostruire integralmente, al momento, le appassionanti vicende.






DA LEGGERE NELLA STESSA SERIE
Un solo piacere fa parte della serie Bound Hearts (Cuori Legati), i cui libri possono essere letti autonomamente e il cui punto di raccordo è il Sinclair’s Club, un luogo esclusivo dove gli uomini possono realizzare la fantasia di condividere la propria partner con altri selezionati membri maschili.

SurrenderSubmission / SeductionWicked Sacrifice: Wicked Intent / SacrificeShameless Embraces: Embraced / Shameless
Wicked PleasureOnly PleasureGuilty PleasureForbidden Pleasure
Surrender (2003)- SOTTOMESSA - Leggereditore, giygno 2013 - Leggi QUI la nostra recensione
Submission / Seduction (2004)
Wicked Sacrifice (2006)
Forbidden Pleasure (2007) - MENAGE PROIBITO - Leggereditore, gennaio 2011/ sec.edizione 2012 - Leggi QUI la nostra recensione
Shameless Embraces(2007)
Wicked Pleasure (2008)- PIACERE MALIZIOSO - Leggereditore , novembre 2012,   Leggi QUI la nostra recensione
Only Pleasure (2009) - UN SOLO PIACERE - Leggereditore,  agosto 2013
Guilty Pleasure (2010)
L’AUTRICE
 LORA LEIGH vive in mezzo alle dolci colline del Kentucky, ed è facile trovarla intenta ad assorbire i benefici di quella natura rilassante. Di solito sogna  a colori, immagini vive dei personaggi che popolano  la sua vita di scrittrice e combatte  una costante battaglia per riuscire ad immortalarli sull'll'hard disk del suo computer prima che svaniscano con la stessa velocità con cui sono arrivati.La sua vita di scrittrice e quella di moglie e madre coesistono, se non in armonia, in realtiva pace fra loro. Attorniata da un gruppo di animali, amici e da un figlio adolescente che la tiene occupata, la vita di  Lora è piena di  gioia, che si deve in parte al grande cuore delle sue fans che le ricordano ogni giorno perchè è una scrittrice.
VISITA IL SUO SITO: http://www.loraleigh.com/

AVETE VOGLIA DI LEGGERE QUESTO LIBRO? L'AVETE GIA' LETTO ? COSA NE PENSATE? VI INTRIGANO ANCORA LE STORIE SUPER HOT O VI STATE STUFANDO E PASSERETE AD ALTRO?

16 commenti:

  1. Cara Samanthalarossa tuo indubbio merito è avermi strappato una risata già a prima mattina( sono le 7.30) quando ho letto le tue ironiche e gustose considerazioni sull'ultima " fatica" della Leight. Molte volte anch'io vedendo la sua immagine paciosa mi sono chiesta se le performance strabilianti ed estreme narrate nei suoi romanzi con certosina puntigliosità sino ai più reconditi dettagli "chirurgici" fossero frutto di " messa in opera " diretta ( ma la sola idea mi fa ridere più forte!), oppure è proprio il parto plurigemellare di una mente " malata".
    Certo è che questa lettura non fa per me, queste pratiche , ancorché frutto di fantasia, mi disgustano, così come l'utilizzo e la strumentalizzazione del sesso e degli esseri umani e non coinvolti. Ci ho provato con un'altra patetica icona del genere( ..e per ben due volte...), ossia la B. Kery, e mi sono ritirata con delusione e ribrezzo. Preciso, anche se non servirebbe, che il genere erotico mi piace, lo seguo e mi diverte ed a volte ispira, ma per me deve essere coniugato con l'amore ed esprimere tutto ciò con naturalezza.


    RispondiElimina
  2. Oserei dire che nel suo genere, l'erotico molto esplicito, la Leigh é molto meglio della Kerry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il confronto diventa più interessante dopo la tua puntualizzazione, ma non so se mi cimenterò per farmene un'opinione personale. In questo periodo sono stufa di " carne", preferisco il romanticismo o il genere giallo, ma grazie per la precisazione. Un abbraccio.

      Elimina
  3. La leigh e la kerry scrivono sesso esplicito all'ennesima potenza - se non piace dopo aver letto un libro di queste autrici basta non acquistarne altri - mi fanno ridere i commenti di chi continua a leggeteli per poi fare commenti di disgusto - non ho capito perché lo fanno! Se un autore non mi piace , dopo il primo libro non ne compro altri ! giusto???? Scusate ma non ho resistito - salve Adele

    RispondiElimina
  4. Cara Adele sei liberissima di dire la tua, ci mancherebbe, specie se con sobrietà, a parte le risate, ma mi sento tirata in causa. Se è pur vero che la mia è diventata una " campagna" nei confronti dei romanzi della Kery, è mio costume documentarmi bene per non incorrere in clamorose cantonate. E' solo per questo motivo che dopo aver conosciuto casualmente questa scrittrice leggendo il romanzo " un'esplosione di desiderio" le ho voluto dare una seconda - e ultima - possibilità di gradimento, leggendo " opera di seduzione". Così la mia opinione si è cristallizzata e non perché c'è sesso esplicito, ma perché aborrisco la visione della donna oggetto e non soggetto rappresentata da questa scrittrice. Tanto non certo per giustificare le mie o altrui scelte, tutte libere e rispettabili, ma solo per dare un contributo alla discussione. Un saluto.

    RispondiElimina
  5. Laura sei uno spasso,mi sto asciugando le lacrime ...al divaricatore anale meglio non pensarci perche' mi vengono i brividi!
    Davvero una bellissima recensione,ricca di ironia e tanta simpatia(scusate la rima)
    Io non amo il genere erotico,preferisco la storia d'amore alla ginnastica da camera,ma visto con i tuoi occhi questo libro e' quasi da leggere!
    Baci a tutte voi.

    RispondiElimina
  6. Non ho inserito il nome al mio commento...sara' l'orario!
    Mel

    RispondiElimina
  7. ..Oddio il divaricatore anale!!!! ho riso un giorno intero quando lessi Sottomessa e immaginavo lei costretta a tenerlo in loco per sollecito consiglio del suo dominatore...Questo è un nuovo modello? :p
    Come te, anche a me capita di leggere questa serie della Leigh, donna peraltro dall'apparenza paciosa e sorridente, solo per puro divertimento...è talmente surreale!..o no? :p
    Però, in fondo in fondo, tra manette, boundage, butt plug e oggettini vari, la Leigh è una tipa romantica se si ostina a cercare sempre un lieto fine in mezzo a cotante fantasiose e faticose ammucchiate orgiastiche...
    Ma, a parte la sua sfrenata fantasia erotica,mi chiedevo che tipo di vita sessuale avrà mai questa tutto sommato anonima donna...sarà una assatanata o una sostenitrice della classica, comoda e rassicurante posizione del missionario???? :D
    Laura, ironica e caustica come sempre...

    RispondiElimina
  8. Dopo aver letto quest'ultimo commento che richiama gli interrogativi scherzosi di più di una lettrice, ma anche curiosità sulle ispirazioni sempre più ardite e trasgressive ( per me a dir poco grottesche!) della Leigh, grande signora di mezza età,forse sarebbe d'uopo, a cura delle amiche di madre lingua inglese o abili e dotte insegnanti della lingua anglosassone, ricavarne una ironica intervista. Che ne dite? Sono sicura che la Leigh apprezzerà e soddisferà la ns curiosità. Io intanto ...sogghigno ahahahahah.

    RispondiElimina
  9. Ciao. Premetto che la recensione di Samantha ha fatto morir dal ridere anche me, ma avendo tutte gusti diversi mi permettete la mia? A ME IL LIBRO è PIACIUTO MOLTO. Leggendo i vostri commenti sono rimasta stupita (anche se lo capisco) che la vostra attenzione si sia concentrata tutta sul 'divaricatore anale'. Sono stupita perché seppure l'ho letto anche io, non è questa la cosa che mi è rimasta impressa del libro. Anzi sui vari 'attrezzi' e performance sperimentate sono passata sopra, quasi dimenticandomene, mentre la mia attenzione era rivolta alle emozioni dei tre. Quando penso ai personaggi principali mi torna in mente questo:
    Chase Falladay è il gemello di Cam Falladay (PIACERE MALIZIOSO)ed è stato il suo terzo all'inizio della sua relazione con la compagna Jaci. Sappiamo del passato tormentato di Cam, passato che ha fatto soffrire e ha lasciato cicatrici psicologiche anche in Chase che non riesce a lasciarsi andare ad amare per paura di soffrire, se non quando Kia sarà in pericolo di vita.
    Per Kia frequentare Chase le da l'opportunità di fare nuove amicizie: tutte le donne degli uomini del club si ritrovano a farle da amiche e scudo e le permettono di rientrare in società a testa alta. Kia invece riserverà non poche sorprese quando ci si rende conto che in realtà ha tenuto le mani in pasta nell'azienda familiare, gestendola a distanza e mostrando di non essere così debole come ha lasciato credere a tutti. Sa che per avere Chase deve accettare anche il suo terzo, ed ora è pronta.
    Khalid, il terzo di turno, è lo strumento usato per il solo piacere, ed è anche colui che nasconde un grande segreto che riguarda anche Kia. Farà di tutto per far godere Kia e meritarsi il suo perdono. Ciò che però colpisce di quest'uomo è il mistero, qui accennato, che circonda lui e la donna di cui è innamorato, l'unica che a quanto pare non può avere. Quanto dolore si percepisce in lui e ammetto che spero che il prossimo libro della serie che decideranno di pubblicare sia il suo......
    Mi viene un dubbio: cerco così tanto il lato romantico nei libri da avere le fette di salame sugli occhi su certi 'particolari'? Forse si.
    Un saluto a tutte.
    Rachele.

    RispondiElimina
  10. Cara Rachele, anche a me la Lora Leigh piace molto e come te al di la dei vari " attrezzi " - come li chiami tu - le sue storie sono romantiche e il fatto che siano anche HOT non mi disgusta per niente - non hai le fette di salame sugli occhi - e anch'io spero che il prossimo libro della serie sia la storia di Khalid che trovo molto tenero, affascinante e tormentato - ciao con simpatia Adele

    RispondiElimina
  11. Rachele a me è piaciuto il libro, ma ho voluto scherzarci un po' sopra!!! perdonami :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma non ho nulla da perdonarti cara.
      Effettivamente, alcuni argomenti si prestano bene all'ironia.....
      Saluti.

      Elimina
  12. Oh mamma.. sono piegata in due dalle risate! Brava Sammy!
    La recensione è straordinaria perchè affronta argomenti estremamente "delicati" con ironia riuscendo però a svisscerare un libro e uno stile controverso ma che nel bene e nel male, riesce a parlare di sè.
    Ebbene si, da un periodo a questa parte si parla anche di erotico e alcuni termini sembrano diventati di "uso comune". Un'altra barriera abbattuta e tutto questo grazie ad autrici come Leigh, Kerry etc... che magari non possono piacere ma che comunque lasciano il segno.
    Sinceramente "un solo piacere" non mi ha entusiasmato, sembrava più una copia del libro precedente per cui ho sentito la mancanza della novità. Certo, l'argomento è il menage, per cui la povera Leigh non aveva ampio spazio di movimento ma la storia in sè mi è sembrata abbastanza scontata.
    Non smetterò di leggere la Leigh perchè mi piace il suos tile, il suo ritmo. Erotico o meno continuerò a leggerla!

    RispondiElimina
  13. Finora ho letto due libri di questa serie: Menage proibito, che mi è piaciuto molto per il romanticismo e la sensualità di cui è permeata la storia, e Sottomessa, che ho trovato più freddino, in quanto l'aspetto sessuale prevarica quello sentimentale appena accennato (forse un po' di "colpa" è dovuta alla brevità del romanzo).
    Mi piace molto lo stile della Leigh, riesce a descrivere scene forti e ad adottare un linguaggio esplicito senza mai scadere nel volgare. Leggerò sicuramente altri suoi romanzi.

    RispondiElimina
  14. Ciao ti leggo spesso e sempre molto volentieri..
    Sto risistemando l'elenco dei blog che seguo facendo una piccola visita a tutti, il mio blog tratta di cose molto diverse dalla lettura se ti e vi va passate a salutarmi anche voi ciao Stefania http://lecosedimysa.blogspot.com

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!