SEGRETI DI UNA NOTTE D'ESTATE di Lisa KLEYPAS (Leggereditore) - Recensione

In occasione dell'uscita della nuova edizione di questo romanzo da Leggereditore, ripubblichiamo le nostre recensioni.
Autrice: LISA KLEYPAS
Titolo originale: Secrets of a Summer Night
Gene
re: Storico/Epoca Vittoriana

Ambientazione: Inghilterra,Italia 1843
Pubb.originale: ed. HarperCollins, ottobre 2004, pagg.384
Pubb.italiana: 1^ ed.Mondadori, collana I Romanzi , nr.864 , giugno 2009 / 2^ ed. Leggereditore, 26 settembre 2013, pp.352 €10
Parte di una serie: 1° serie Wallflowers ( Audaci Zitelle) 
Livello sensualità: MEDIO
Disponibile in EBook? Sì


TRAMA: Annabelle, Lillian, Evie e Daisy sono quattro giovani donne piene di speranze, sogni e timori, stanche di aspettare che l’uomo della loro vita venga a cercarle: l’amicizia le renderà più audaci e intraprendenti, e d’ora in poi si aiuteranno l’una con l’altra. Annabelle è affascinante e colta, di nobili origini, ma senza dote. E solo nelle fiabe i principi sposano le povere fanciulle, lo sa bene. Ma il suo algido orgoglio le impedisce di accettare il corteggiamento di Simon Hunt, ricco borghese e impetuoso seduttore, ben diverso dagli aristocratici che vorrebbe accalappiare. Almeno fino a quando lui non le ruba un bacio che non riesce più a dimenticare… Così inizia tra i due un gioco di seduzione e desiderio, fino a quando la mossa più imprevista di tutte, l’amore, li lascerà senza fiato.

ANNABELLE PEYTON
La bella Annabelle Peyton rappresenta la vecchia aristocrazia europea. Di famiglia nobile ma decaduta e per questo snobbata dal ton, cerca disperatamente di mantenere un'apparenza di ricchezza. Il matrimonio con un nobile danaroso sarebbe per lei l'occasione giusta per fuggire da una situazione di decadenza ed assicurasi un futuro in seno alla classe sociale alla quale appartiene. Grazie all'aiuto delle altre wallflowers, Annabelle mette in atto un piano per accalappiare un ricco aristocratico in occasione di un house party nello Hampshire. Ma non sarà l'aristocratico l'uomo del suo destino...

Il loro primo incontro tra Annabelle Peyton, splendida donna di nobili origini ma senza dote e Simon Hunt, borghese ricco ed affascinat eche si è fatto da sè, avviene ad uno spettacolo illusionista sulla caduta dell’Impero Romano a cui Annabelle ha partecipato con il fratellino Jeremy. Simon Hunt vedendoli in difficoltà, ha dato loro i soldi mancanti per l’acquisto dei biglietti per il teatro, e approfittando del buio di una scena, l’ha baciata.“Mi dispiace. Non sono riuscito a resistere” è stata la sua giustificazione, prima di sparire.
Tre anni dopo Annabelle si ritrova a fare da tappezzeria alla sua quarta Stagione londinese in compagnia di altre ragazze: la signorina Evangeline Jenner (ricca ereditiera non aristocratica) e le sorelle Lillian e Daisy Bowman(americane non ancora ambientate in Inghilterra). Le quattro ragazze iniziano a parlare diventando amiche. Stabiliscono poi un piano, si aiuteranno l’un l’altra nella ricerca di un marito. La prima ad essere aiutata sarà la più grande d’età, Annabelle Peyton.
Anche Simon Hunt divenuto ricchissimo con l’acquisto delle quote di maggioranza di società che producono attrezzature agricole, navi e motori per locomotive, è ormai una presenza fissa ai balli, anche se mal tollerato dalla nobiltà che lo ritiene un intruso, snobbandolo.
Simon non capisce come sia possibile che una donna come Annabelle, bella e piena di pregi, seppur in difficoltà economiche, non sia già sposata. E quando ormai per lui è chiaro che nessuno la chiederà in moglie ma che, anzi, più di un nobile sta aspettando il momento in cui le risorse economiche della sua famiglia saranno completamente esaurite per farle una proposta indecente, decide di render noto a quegli uomini spregevoli che hanno perso la loro opportunità,perchè ora Annabelle è “suo territorio”. Da quella sera di tre anni prima, Simon non ha più avvicinato Annabelle se non per chiederle di ballare alle varie feste, richiesta che Annabelle puntualmente ha sempre rifiutato con freddezza. Ma questo non ha scoraggia Simon, che anzi le dice senza mezzi termini che quando lei non potrà più permettersi di cercare un marito, lui sarà disposto a prenderla come amante e a darle tutte le ricchezze che vorrà, con grande sdegno di Annabelle. In realtà anche Annabelle sa che quella Stagione è l’ultima per lei e che se non riuscirà a trovare un marito il suo destino sarà quello di diventare un’amante di prima scelta per uno di quei nobili. Ma in compagnia delle sue nuove amiche con cui si ritrova nella residenza di campagna di Lord Westcliff nello Hampshire, un giorno Annabelle si concede di sognare e quando deve gettare nel pozzo dei desideri uno spillo (al posto della moneta) invece di desiderare come sempre un nobile da sposare, le si affaccia alla mente un desiderio inquietante: “Vorrei innamorarmi'. Se ne pente quasi subito perchè in realtà sa che una donna nelle sue gravi condizioni economiche non può permettersi di innamorasi nè di sposarsi per amore. Quando un morso di serpente la costringe a letto per vari giorni, Annabelle avrà modo di apprezzare la personalità di Simon ( amico di Lord Westcliff ) ,che per primo l’ha soccorsa e che le starà vicino durante la convalescenza, e l’attrazione già esistente fra loro crescerà. Persino una partita a scacchi acquisterà un significato tutto speciale...Fino a quando una sera la passione li travolgerà. Ma Annabelle non può permettersi l’amore, nè vuole essere solo un'amante per Simon Hunt , il quale non ha mai fatto mistero della sua avversione al matrimonio. La sua unica salvezza è sposare un nobile facoltoso e con le sue amiche ha escogitato un piano per incastrare l'affabile Lord Kendall, il quale sembra avere le credenziali giuste per essere un marito ideale per Annabelle ... ma non tutto andrà come le audaci Zittelle si aspettano. 
Ho trovato questo libro molto bello. Mi sono commossa all’inizio nell’immedesimarmi in una donna che ha dovuto rinunciare ai suoi sogni per accalappiare un ricco nobile da sposare che “mantenesse” lei e la sua famiglia. Occorre pagare la retta scolastica del fratellino Jeremy e liberare la madre dalle sgradevoli attenzioni di Lord Hodgeham, uomo disgustoso a cui la madre si concede per ricevere in cambio i soldi per pagare i conti, e che ha intenzione di rivolgere le stesse disgustose attenzioni anche alla figlia arrivando a ricattarla di provocare uno scandalo pur di ottenere quello che vuole.
Mi hanno divertita le lettere che si scambiano le quattro amiche, le loro “macchinazioni” per trovare un marito e quando decidono baldanzosamente di giocare a Rounders “in mutande” in un campo un po' appartato, per poi essere sorprese dalle due persone meno indicate….Mi ha intenerita (ed ho gioito) quando Annabelle si è resa conto di desiderare l’uomo 'sbagliato'. Sono cresciuta con lei quando ha scoperto che al di fuori della cerchia snob e ristretta della aristocrazia britannica esiste “un altro mondo”. Un mondo in piena Rivoluzione Industriale e una società in pieno cambiamento, dove la classe media imprenditoriale, qui rappresentate da Simon Hunt, contende all'aristocrazia il primato sociale. Annabelle imparerà a stimare Simon, scoprendo che se l'aristocrazia lo tollera solo per la sua ricchezza, ci sono luoghi dove invece lui è enormemente apprezzato e dove le sue opinioni e i suoi consigli sono ascoltati e richiesti.
Ho amato alla follia Simon, che prima rinuncia ad Annabelle per dare alla donna che ama la possibilità di trovare l’uomo giusto per lei. Poi non essendoci l’uomo giusto per lei, prima decide di farne la sua amante, poi invece fa in modo di farsi desiderare e sposare. Certo anche lui all’inizio non aveva intenzioni onorevoli, perché l’amore in questo libro non è fulminante, ha bisogno di tempo e conoscenza per crescere e maturare, ma alla fine sarà travolgente. Un ultimo commento: ma quanto mi è stato antipatico Lord Westcliff in questo romanzo. Direi quasi odioso. Spero che Lillian, nel secondo libro della serie “Le audaci Zitelle”, lo ridimensioni un po’. Sono proprio curiosa.



Segreti di una notte d'estate è stato infatti per molte ragioni proprio una bella sorpresa. Prima fra tutte il fatto che è stato un libro che ho letto tutto d'un fiato, trovandolo molto più piacevole di quanto mi sarei aspettata. Pur essendo il romanzo introduttivo di una serie, infatti, l'autrice è riuscita a dare alla storia di Annabelle e Simon una prospettiva più che centrale, non mancando, allo stesso tempo, di farci capire le ragioni che hanno spinto le quattro 'audaci Zittelle' (come sono state tradotte in italiano le Wallflowers) a diventare amiche e ad aiutarsi l'un l'altra. Presentando personaggi appartenenti a realtà sociali ed economiche diverse, la Kleypas fornisce inoltre un piccolo, interessante squarcio sull'Inghilterra Vittoriana che, per quanto mi riguarda, ha contribuito a rendere ancora più godibile il romanzo. Va anche detto che la traduzione italiana di Piera Marin ( davvero buona, e rimane la stessa anche nell'edizione Leggereditore.) non mi ha fatto rimpiangere più di tanto l'originale ( che comunque comprerò appena possibile insieme al quarto romanzo, e al prequel, per avere tutta la serie al completo).
Mi sono proprio piaciute queste 'audaci Zitelle', queste quattro giovani donne che, pur rappresentando la condizione femminile della loro epoca, in cui la donna o dipendava dai genitori o dal marito e difficilmente aveva modo di decidere da sè del proprio destino, dimostrano allo stesso tempo un desiderio di 'autodeterminazione' del proprio futuro molto moderno, pur rimanendo in tutto e per tutto figlie del loro tempo. Ecco perchè non ci deve sorpredere se l'americana Lillian Bowman che è volitiva, testarda e dai modi considerati sfacciati e troppo diretti dal ton londinese, in realtà non si sognerebbe mai di contrastare il volere della famiglia nel farle trovare un marito aristocratico, nè lo farebbe sua sorella Daisy. Entrambe le ragazze hanno cercato spesso dei modi per aggirare la ferma autorità dei genitori, ma mai l'hanno davvero contestata. Analogamente, Evie Jenner sopporta con rassegnazione le angherie della zia e dei parenti che l'ha sempre tratta con sufficienza, perchè sa che finchè non sarà maggiorenne o sposata dovrà sottostare alla loro autorità.
Anche Annabelle Peyton, la protagonista di questo romanzo, è sostanzialmente una conformista. Sposare un facoltoso marito aristocratico è per Annabelle non solo un'esigenza di sopravvivenza ma anche un modo per continuare a vivere la sua vita all'interno della cerchia di persone che conosce da sempre , anche se molte di loro, a causa della sua attuale condizione, si sono allontanate da lei. Non è strano per Annabelle ingoiare l'orgoglio e partecipare a tutte le occasioni mondane a cui viene ancora invitata, anche se è costretta ad indossare abiti vecchi che hanno visto tempi migliori, anche se ogni volta si ritrova sedere ai margini della pista da ballo a fare tappezzeria a causa della sua mancanza di dote, perchè in lei c'è sempre la speranza che prima o poi arrivi l'offerta che riporterà la sua vita sul giusto binario. Annabelle è molto bella e sa che la sua situazione potrebbe essere velocemente risolta diventando l'amante stabile di qualche gentiluomo facoltoso (modalità piuttosto in uso al tempo),ma quella per lei è l'ultima spiaggia, perchè come amante le porte della buona società le verrebbero irrimediabilmente sbattute in faccia. 
Ci sono buone ragioni, insomma, se Annabelle sulle prime non si mostra molto gentile con l'eroe, Simon Hunt, e cerca in tutti i modi di allontanarlo da sè. Il nostro istinto 'moderno' ci fa alzare gli occhi al cielo davanti ai suoi ripetuti rifiuti ad accettare la corte di Simon. Ma come?! Lui è affascinante, atletico,ricchissimo, sicuro di sè e chiaramente innamorato (anche se ci vorrà un bel po' prima che l'ammetta) e tu lo disprezzi e rifiuti di ballare con lui, quando nessun altro ti fa ballare? Rifiuti la corte di cotanto esemplare maschile, che è pure ricco, per puntare a qualche esangue e molliccio aristocratico? D'accordo, lui all'inizio le dice chiaramente che la vuole solo come amante perchè il matrimonio non è nei suoi progetti, ma non è solo per quello che lei lo rifiuta.
Come si fa a capirla questa Annabelle? Si riesce se proviamo a metterci nelle sue (malridotte) scarpee vediamo la realtà dal suo punto di vista di gentildonna (anche se decaduta) dell'Ottocento, sempre abituata a guardare ai commoners, ai non aristocratici, alla classe lavoratrice se non con disprezzo con malcelata superiorità, poco disposta ad apprezzare in lui quei tratti caratteriali che sono anche tipici della classe media imprenditoriale a cui Simon appartiene: interesse per il proprio lavoro, spirito di iniziativa, amore per il rischio, sicurezza di sè fino alla sfrontatezza, modi spicci e poco manierati. Simon Hunt è il nuovo mondo che avanza, Annabelle è la classe aristocratica in decadenza per mancanza di liquidità, poca oculatezza negli investimenti, immobilismo.
Annabelle è attirata da Simon ma allo stesso tempo trova questa sua involontaria attrazione come una debolezza da scacciare. Simonè invitato ad alcune feste dell'alta società che Annabelle frequenta perchè è così ricco che anche il ton non può fare a meno di considerarlo, ma i più a malapena lo tollerano e criticano i suoi modi e Annabelle fa lo stesso. Solo quando i due avranno modo di confrontasi più direttamente ( a volte anche molto animatamente), nella residenza di campagna di Lord Westcliff, amico e socio in affari di Hunt, l'attrazione riuscirà a trasformarsi in qualcosa di più, perchè la maggiore vicinanza e alcune cose che succederanno, li porteranno a conoscersi e ad apprezzarsi al di là dell'attrazione fisica e delle classi sociali. Per entrambi la conoscenza non sarà facile. Nè lo sarà ammettere che oltre l'attrazione è nato qualcosa di più. Entrambi hanno pregiudizi verso l'altro e entrambi sono poco inclini ad ammettere la sconfitta. Dove la sconfitta equivale a darla vinta ai propri sentimenti sulla ragione.
Seguire la ragione porterebbe Annabelle ad andare fino in fondo con il suo piano, messo a punto con le altre Wallflowers, che la porterebbe ad incastrare il simpatico ma poco volitivo Lord Kendall e farsi sposare da lui. Seguire il sentimento significa fare un passo indietro nella scala sociale ed rischiare di perdere per sempre il proprio mondo...ne vale la pena?
Alla fine Annabelle decide per il sì , cedendo alle istanze del cuore, e si mette nelle mani di un uomo che ha scoperto 
di amare ma verso il quale nutre suo malgrado ancora qualche prevenzione, frutto soprattutto della poca conoscenza cha ha di lui. 
Ho molto apprezzato il fatto che la Kleypas non si sia fermata all'happy ending del matrimonio ma abbia deciso di andare avanti, di farci vedere che ne è di Simon e Annabelle dopo le nozze. Perchè è soprattutto in questa parte che l'innamoramento diventa amore.
Già durante la luna di miele Annabelle ha modo di entrare nel mondo di Simon e di vedere che in quel mondo il marito è un uomo importante, conosciuto anche oltre i confini del paese, apprezzato e stimato da molti per la sua intraprendenza, per il suo acume per gli affari, le sue capacità imprenditoriali, qualità che invece il ton ha sempre denigrato. E quella constatazione, unita ad una maggiore conoscenza e comprensione dell'uomo dietro all'impreditore, portano Annabelle ad amarlo veramente, perchè oltre a desiderarlo arriva anche a stimarlo. C'è poi ,ciliegina sulla torta,una scena piuttosto drammatica alla fine del libro (che mi guardo bene dal raccontarvi) che testimonia in modo inequivocabile l'attaccamento di Annabelle nei confronti del marito.
Peccato che spesso ci vogliano delle situazioni di pericolo per farci prendere piena coscienza di noi stessi e dei nostri veri bisogni ( e sentimentii). E quando lo facciamo ,a volte è troppo tardi.
Ma questo è un romanzo rosa, per fortuna, e qui non è mai troppo tardi.

Qui alla fine Annabelle scopre che il suo amore per Simon non è solo dettato solo dall'attrazione fisica e dalla necessità, ma è anche fatto di stima, condivisione, complicità, simpatia...un amore più necessario e più importante del rango e della distinzione sociale, un amore con la A maiuscola,insomma. Niente male per una Zittella.
E niente male come romanzo, che anche per me si merita un bel 4 e mezzo. Non perdetelo!








 Ebook                Cartaceo


DA LEGGERE NELLA SERIE WALLFLOWERS/ AUDACI ZITTELLE

Magia d'amore ( Again the Magic) - prequel - pubbl. in Italia da Mondadori, I Romanzi Emozioni , giugno 2011( Lady Aline Marsden e John Mackenna + in trama secondaria- lady Olivia Marsden e Gideon Shaw)
Segreti di una notte d’estate  (Secrets of A Summer Night)– 1° libro – (Annabelle Peyton e Simon Hunt) pubbl. in Italia da Mondadori, I Romanzi n. 864 giugno 2009 e  da Leggereditore, settembre 2013 
Accadde in Autunno ( It Happened in Autumn) - 2° libro – (Lilian Bowman e Marcus Westcliff) pubbl. in Italia da Mondadori, I Romanzi n. 886, novembre 2009 e  da Leggereditore, settembre 2013 - Leggi qui la nostra recensione
Peccati d'inverno ( Devil in Winter)- 3° libro – (Evangeline Jenner e Sebastian St Vincent) pubbl. in Italia da Mondadori, I Romanzi n. 901, marzo 201o . Leggi qui la nostra recensione
Scandalo in primavera (Scandal in Spring) - 4° libro - (Daisy Bowman e Matthew Swift) pubbl. in Italia da Mondadori, I Romanzi n. 912, giugno 2010
L'ultima sorpresa(Wallflower Christmas)- spin-off - (Rafe Bowman e Hannah Applegate) pubbl. in Italia da Mondadori, I Romanzi n. 938, dicembre 2010 
Fino a mezzanotte(Mine Till Midnight) - spin-off /1° Hathaways- (Amelia Hathaway e Cam Rohan) pubbl. in Italia da Mondadori, I Romanzi Passione n.64, giugno 2012


Vuoi sapere qualcosa in più sulla serie delle Audaci ZitelleLeggi qui il nostro post riassuntivo.


AVETE LETTO QUESTO ROMANZO? QUESTE RECENSIONI VI HANNO INVOGLIATO A LEGGERLO? APPEZZATE LA DECISIONE DELLA LEGGEREDITORE DI RIPUBBLICARE L'INTERA SERIE IN FORMATO LIBRERIA?

12 commenti:

  1. Che bei commenti, complimenti! Anche a me questo libro della Kleypas è piaciuto molto e spero che vengano pubblicati anche gli altri romanzi della serie.
    Sì, Lillian Bowman non è simpaticissima qui, è abbastanza bisbetica devo dire, perciò anch'io spero che migliori nella storia a lei dedicata.

    Saluti a tutti.
    Ele

    RispondiElimina
  2. Sicuramente mi farò delle nemiche ma questo romanzo non mi ha convinta. Io adoro la Kleypas, è una delle mie scrittrici preferite, questa volta però non andrei oltre un sette. Simon l'ho trovato più paterno che amante o marito. Ho apprezzato solo l'ultima parte del libro così drammatica,da far uscire finalmente il carattere forte e determinato di Simon, che non avevo visto molto durante il libro.
    un abbraccio
    PATTY

    RispondiElimina
  3. anche io ho trovato questo romazo interessante ma penso che, avendo letto delle piccole parti dei romanzi successivi in inglese,forse i successivi siamo molto più interessanti.Volevo chiedere a coloro che possono darmi una risposta se sapete quando uscirà il seguito...
    Grazie
    Silvia

    RispondiElimina
  4. Ciao Silvia! Sicuramente vedrai che It happened in autumn e Devil in winter ti piaceranno. Ancora non si sa con esattezza la data di pubblicazione (non è il prossimo mese comunque) ma vedrai che non tarderanno!
    Ciao.

    RispondiElimina
  5. Caio,
    scusate sono alla ricerca di
    Accadde in autunno e Segreti di una notte d'estate di Lisa Kleypas...se sapete di qualcuno che li vende può contattarmi juarma@live.it
    grazie

    RispondiElimina
  6. Amo tutta la serie, amo la Kleypas adoro i personaggi come Simon ed il periodo in cui si svolge la storia. Insomma per me leggere la Kleypas è un autentico piacere sempre e comunque.

    RispondiElimina
  7. Amo tutta la serie, amo la Kleypas adoro i personaggi come Simon ed il periodo in cui si svolge la storia. Insomma per me leggere la Kleypas è un autentico piacere sempre e comunque.

    RispondiElimina
  8. La Kleypas mi piace moltissimo e questa serie l'ho già letta tutta nell'edizione Mondadori. Questa storia mi è piaciuta abbastanza ma il meglio questa saga lo raggiunge, per me ovviamente, con Peccati d'inverno....bellissimo!!

    RispondiElimina
  9. Bellissime recensioni! Avete evidenziato egregiamente tutti i fantastici aspetti di questo libro.
    Ciò che più amo dei romanzi della Kleypas è che non solo mi innamoro dei suoi protagonisti maschili, ma adoro anche le loro donne, per le quali faccio un tifo sfegatato (cosa che accade di rado con i romance storici).
    Simon e Annabel costituiscono una delle mie coppie preferite della serie, lui così virile e istintivo e lei così caparbia e intraprendente.
    Avete letto l'edizione della Leggereditore? Siete riuscite ad appurare se si tratta di una versione integrale?

    RispondiElimina
  10. Mi unisco all'appello di Emy, sono come S. Tommaso e finchè qc che l'ha letto non ci conferma al 100% che si tratta della stessa edizione tagliata della Mondadori, io spero che invece sia quella integrale! Perchè io adoro Simon e, andando controcorrente, questo è il mio preferito della serie ciao Maristella

    RispondiElimina
  11. E il terzo libro della serie "Audaci Zitelle"? Manca la storia di Evie e Lord St Vincent?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ops, grazie di averlo fatto notare Loryday, come dimenticare Devil in Winter, per molte il migliore della serie? Giammai! Correggo subito.

      Francy

      Elimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!