Abbiamo letto: TU MI APPARTIENI di Madeline Hunter ( IRM Emozioni)

Autrice: Madeline Hunter
Titolo originale: By Possession
Traduttrici: Adriana Colombo/Paola Frezza
Genere: storico
Ambientazione: Inghilterra, 1326
Pubblic. Originale: Bantam, 2000, pp.371
Pubblic. Italiana: Mondadori, coll. I romanzi Emozioni,nr 15 . giugno 2013
Parte di una serie: 1° Medieval series
 Livello sensualità: MEDIO/ALTO
Disponibile in ebook: SI € 2,99
TRAMA: Per anni Moira Falkner lo ha creduto morto in Crociata, ma quando lo vede entrare con passo deciso nel suo modesto cottage non ha alcun dubbio. Addis de Valente, che da giovane scudiero era stato il suo eroe, adesso è il suo signore: temprato dalla vita e tornato a reclamare il proprio feudo usurpato dal fratellastro. Ma se Moira non può ignorare la passione che sta germogliando in lei, è nel contempo consapevole dell’ostacolo insormontabile della loro diversa condizione sociale. Preferirebbe affrancarsi da quell’uomo piuttosto che diventarne l’amante all’ombra di una legittima sposa. E mentre Addis non può permettersi alcuna distrazione, il desiderio di Moira si insinua in lui come il più pericoloso dei nemici…
 
 …. Per tutto il tempo non parlarono quasi, come se entrambi sapessero che in quel prezioso “adesso” non c'era posto o ragione d'essere per le parole. “E' amore” pensò lei. “Negare il suo nome non ne attenua la bellezza né il dolore.”
Per caso, ecco come mi sono ritrovata in mano questo libro, tutto assolutamente per caso, lo avevo guardato ma non visto veramente, non ci avevo posto attenzione perché stavo già leggendo un romanzo, ma non so come ho letto le prime pagine e non l'ho più lasciato, la Hunter mi ha catturata nel racconto di questa bellissima storia d'amore ambientata nel medioevo ai tempi delle crociate, dove i signori potevano disporre della vita e della morte di persone nate serve della gleba, uomini senza libertà con molti doveri e pochi diritti, mondi dal divario insormontabile, mondi senza possibilità di congiunzione, dove la nascita di un amore tra questi è impensabile e il lieto fine è impossibile.
Lui è Addis, cavaliere dai capelli scuri che ha fatto ritorno dalla crociata baltica dove era creduto morto. Un tempo bellissimo, ora deturpato da una pallida cicatrice sul volto che lo rende temibile, duro, repellente allo sguardo delle donne, un tempo sposato con la bella e superficiale Claire la quale prima di morire affida Brian, il loro unico figlio, alla fidata Moira una serva della gleba, da sempre accanto a lei tanto da essere considerata la sua ombra. Moira nell'ombra ama Addis fin da quando era lo scudiero di Sir Bernard, il padre di Claire, e continua ad amarlo in segreto anche negli anni in cui lo crede morto.
Lei è Moira, bellissima e intelligente, con l'orgoglio di 20 donne, sposata per ben due volte e rimasta vedova subito dopo (il primo deceduto al banchetto di nozze) è stata affrancata da Sir Bernard sul letto di morte senza però nessun testimone che possa confermare. Tutti al villaggio la considerano libera, ma Addis non vuole lasciarla andare, è rimasto rapito da questa donna così cambiata da quando era solo la paffuta “ombra di Claire”, l'unica che sostiene il suo sguardo, che non prova repulsione per quella cicatrice tanto evidente, la donna che le è stata vicino quando, chi doveva farlo, con codardia gli ha voltato le spalle, non c'è paura nei suoi occhi se non quella di perderlo, la sua presenza è magnetica, confortante, con la sola vicinanza riesce a trovare pace, quella pace persa nel corso degli anni.
Non riescono a fare a meno l'uno dell'altra, l'attrazione è forte e palpabile si percepisce come una scossa in tutto il romanzo, ma la differenza sociale è invalicabile, Moira cerca di respingerlo mettendo avanti tutto l'orgoglio , non vuole essere considerata come sua madre, l'amante di Sir Bernard, e anche se quello è stato un amore sincero, davanti era rispettata ma dietro veniva considerata la “puttana del signore”. Moira non accetta la stessa triste sorte
per sè, così cerca di contrastare Addis mettendo delle barriere emotive fra loro, ma lui la ammalia, la seduce e per lei diventa impossibile reprimere ciò che prova, così decide di fuggire lontano, via da quell'amore impossibile che la farà soffrire e le spezzerà il cuore. Lui , però, andrà a riprendersela perché Moira è solo sua, gli appartiene, ne ha bisogno, è la pace delle sue due anime spezzate.
Assisteremo alla battaglia che Addis condurrà per riappropriarsi delle terre rubate dal fratellastro e riprendere così il posto che gli spetta; i colpi di scena si susseguono tenendoci con il fiato sospeso fino al sorprendente epilogo finale. Il contesto storico è ben descritto e veritiero, i protagonisti con la loro storia d'amore sono di una dolcezza disarmante quasi commovente, a tratti struggente.
I primi capitoli forse li ho trovati un po' cavillosi , a causa della spiegazione storica relativa delle due grandi famiglie feudali, ma la Hunter è stata una piacevole scoperta, riesce a far passare in secondo piano l'aspetto fisico per dare rilevanza all'anima, messa a nudo con le paure, le fragilità, i tormenti e il bisogno frenetico dei due protagonisti di appartenersi. Consigliatissimo. 






DA LEGGERE NELLA STESSA SERIE MEDIEVAL (XIV° Secolo)


1. By Possession (2000) - ed .italiana: TU MI APPARTIENI, I Romanzi Mondadori, coll. Emozioni, nr.15, giugno 2013
2. By Design (2000) -
per ora inedito in Italia
3. Stealing Heaven (2002)
- per ora inedito in Italia
4. By Arrangement (2000) -
per ora inedito in Italia
5. The Protector (2001) -
per ora inedito in Italia
6. Lord of a Thousand Nights (2002)
- per ora inedito in Italia


UNA FINESTRA SULLA STORIA
Edoardo II
TU MI APPARTIENI è ambientato nel 1326, un anno prima della deposizione dal trono di re Edoardo II d'Inghilterra. Edoardo (1284-1327), figlio di Edoardo I, nel 1307 divenne re e richiamò dall'esilio il favorito, Piers de Gaveston, esiliato dal padre, creandolo conte di Cornovaglia e investendolo di poteri sovrani. L'indignazione dei nobili fu tale che Gaveston venne bandito due volte e alla fine giustiziato nel 1312. Due anni dopo Edoardo II invase la Scozia ma fu battuto a Bannockburn e nel 1318, con la disfatta di Berwick, ogni traccia della conquista di Edoardo I fu cancellata. Nel 1321, con l'aiuto dei suoi nuovi favoriti, Hugh Despenser il Vecchio e suo figlio Hugh, riuscì ad abbattere l'influenza di Thomas, conte di Lancaster, condannandolo a morte. Da allora i Despenser dominarono la vita politica inglese a scapito dell'autorità di Edoardo II, sovrano debole e incapace. Per porre un rimedio a questa situazione la regina Isabella di Francia ( moglie di Edoardo dal 1299) si recò in Francia dal fratello Carlo IV per organizzare un esercito con l'aiuto dell'amante R. Mortimer, uno dei baroni esiliati. Nel 1326 i ribelli sbarcarono sulla costa del Suffolk, sobillarono alla rivolta gli Inglesi e si sbarazzarono dei Despenser. Edoardo II fu costretto ad abdicare e il 21 settembre 1327 fu assassinato nel castello di Berkeley. 
 Il conflitto tra il sovrano e i suoi baroni e il compimento del tragico destino di Edoardo II e di Mortimer furono illustrati  da Ch. Marlowe nella sua opera più matura,  Edward II.

 L'AUTRICE
Madeline Hunter ha pubblicato il suo primo romanzo nel 2000. Da allora ha scritto 20 romanzi e una novella e i suoi libri sono stati tradotti in dodici lingue. E' stata per sei volte finalista ai Rita Awards e ne ha vinti due. I suoi libri sono stati inoltre spesso nelle classifiche dei bestsellers del New York Times e di Publishers Weekly. Laureata in storia dell'arte, insegna all'università. Vive in Pennsylvania con il marito e due figli.


HAI LETTO QUESTO ROMANZO? COSA NE PENSI? TI PIACEREBBE LEGGERLO? TI INTRIGANO LE STORIE AMBIENTATE IN EPOCA MEDIEVALE RICCHE DI PARTICOLARI STORICI?
 

12 commenti:

  1. Romanzo bellissimo. Pur amando il genere storico, non prediligo le ambientazioni medioevali ma qui è tutto perfetto. Infatti, l’abisso sociale tra i protagonisti è un ostacolo costante che li matura e condiziona sempre. Emerge su tutto la dignità di Moira una giovane donna prigioniera del suo tempo, che dovrà lottare sempre contro tutto e tutti e solo la sua grande forza morale e capacità personale farà la differenza. CONSIGLIATISSIMO. Filomena

    RispondiElimina
  2. Si, letto e apprezzato!
    Onestamente non amo molto i medioevali ma questo è scritto davvero bene, la storia è convincente, i protagonisti incarnano i preconcetti dell'epoca, nei comportamenti,nel linguaggio, nei sentimenti...Lo ritengo il medioevale per eccellenza dove tutto rispecchia fedelmente i canoni di un periodo storico un pò oscuro ma comunque affascinante...
    Bella recensione, complimenti!

    RispondiElimina
  3. All'inizio ero scettica, ma questo romanzo mi ha davvero convinto, per la delicatezza e la dolcezza del sentimento che ci accompagna durante la narrazione delle vicende dei due protagonisti, il periodo storico è di supporto al racconto senza mai annoiare In questo romanzo ho apprezzato la figura maschile perché è un uomo che lotta contro tutto e tutti, a volte anche se stesso per conquistare il rispetto e l'amore di Moira. Ottima recensione sono felice dei vostri consigli di lettura perché per la maggior parte delle volte fannno da traino ai miei acquisti. GRAZIE

    RispondiElimina
  4. Sono felice che abbiate amato quanto me questo stupendo romanzo, vi ringrazio per i complimenti fatti, li apprezzo molto, auguro a tutte altre splendide letture!

    RispondiElimina
  5. Alessandra29/06/13, 12:23

    Anche io ho per caso tra le mani questo libro ma sinceramente l'ho lasciato indietro ad altre letture... rimedierò a breve grazie alla splendida recensione!

    RispondiElimina
  6. bellissimo romanzo un esempio su come debba essere un medioevale

    RispondiElimina
  7. La Hunter mi piace molto, ogni suo libro è pieno di particolari senza però mai essere noioso. Questo libro è bellissimo come del resto lo sono molti degli altri suoi pubblicati in italiano.

    RispondiElimina
  8. ottima recensione di un libro che sicuramente comprerò.
    La trama mi intriga parecchio, amo leggere e questo posto è bellissimo vivi complimenti!

    RispondiElimina
  9. Samanthalarossa, daisy d: concordo pienamente con voi.
    Alessandra, Leonie: non sapete quanto mi hanno resa felice le vostre parole, aspetto un vostro parere sul libro e grazie ancora.

    RispondiElimina
  10. Ciao,
    ho preso questo romanzo sulla scia delle recensioni trovate sui blog e anche perché mi sono piaciute altre storie della Hunter. Però..... non sono ancora riuscita a finirlo; e posso dire che mi piace: la storia è intrigante e i personaggi sono ben descritti e con tutte le carte in regola per piacere, l'ambientazione è curata e non pesante (alcune autrici si impegnano troppo nella verosimiglianza della descrizione storica, e altre....stendiamo un velo pietoso). Però.....non è riuscito a catturarmi il cuore, la storia d'amore non mi ha conquistata. Peccato. Secondo me manca un po' della magia che hanno i medievali perfetti.
    Gio

    RispondiElimina
  11. Grazie Gio del tuo commento. Ci sono libri che ci fanno sognare più di altri, questo è sicuro.
    Nel tuo caso qual è stato quello con la MAGIA a cui fai riferimento?

    RispondiElimina
  12. Ciao Gio,
    penso che ognuno abbia le sue corde che toccano il cuore, leggendo un libro se ne può riconoscere il lato oggettivo e come hai detto anche tu questo e' un bel romanzo ben scritto e quello soggettivo che e' un giudizio personalissimo a seconda della propria sensibilità e non c'è un esatto e uno sbagliato semplicemente questo racconto non era quello giusto per arrivarti al cuore. Grazie per aver lasciato un commento e spero ci farai sapere quando leggerai un romanzo che ti emoziona.
    Un grosso abbraccio.

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!