LA VIE EN ROSE - Chi c'è dietro al meeting italiano del Romance

Da oltre cinque anni La Vie en Rose raccoglie in un'unica giornata lettrici, case editrici e autrici. Un evento esclusivo, che grazie alle organizzatrici, travalica la rete, dando un corpo e un’anima a quel mondo virtuale fatto di blog, post, pagine facebook.
La scrittrice diventa amica, qualcuno a cui puoi stringere la mano, la case editrice prende la forma di una persona in carne ed ossa che tu puoi 'braccare' per avere delle risposte. Finalmente puoi abbracciare chi non vedi da mesi e l’amica che hai conosciuto solo grazie alla rete, si condensa in una persona reale.
Per un giorno il virtuale diventa reale e concreto dando la spinta a chi sta dietro lo schermo di un PC a prendere un treno per incontrare chi sta dall'altra parte. La Vie en Rose  non è solo un “raduno” di amanti del romance in ogni sua forma ma anche la possibilità di incontrarsi, sedersi, discutere, bere un caffè e ridere mentre si scambiano opinioni su l’ultimo romance letto, sulle anteprime, le novità. Siamo entrate in un mondo in espansione, perché una volta chiuso il libro e tornata a casa rimane l’interesse, la voglia di sapere di più, l’emozione di una giornata vissuta a pieno e nuove amicizie aggiunte in rubrica. Tutto questo grazie a Caterina, Silvia e June. Le abbiamo intervistate per sapere com’è nata l’idea de La Vie en Rose   cosa pensano del romance e cosa si augurano per il futuro.

Caterina, Silvia e June inaugurano la VER 2013
LMBR: Com'è nata l'idea della Vie En Rose?
Le Organizzatrici(Caterina, Silvia e June) :  “La Vie en Rose  è un evento che nasce spontaneamente assecondando il desiderio di conoscere chi si cela dietro tanti bei romanzi, frutto di costante lavoro. Fino al 2009, infatti, non esisteva la possibilità per il mondo di chi legge romance di incontrare quello di chi lo scrive. La nostra iniziativa è stata quindi quella di mettere in contatto queste due realtà. L’entusiasmo con il quale il nostro evento è stato salutato sia dalle lettrici, sia dalle autrici che dagli stessi editori del genere, ci ha spronate a organizzare la seconda edizione de La Vie en Rose 
Queste esperienze unite a una certa qual consapevolezza della possibilità di andare avanti ed assecondare nostre nuove iniziative ci hanno fatto continuare sulla via intrapresa. Proprio durante la seconda edizione, infatti, un nuovo proposito si è prepotentemente fatto strada nella nostra immaginazione e stiamo cercando oggi di realizzarlo. Vorremmo creare un ponte che colleghi autrici e autori di romanzi d’amore, e vorremmo realizzare ciò perché la dicitura “rosa” a volte ghettizza lavori che meritano sia per la loro struttura che per la capacità di coinvolgere il lettore. Vorremmo mettere in evidenza che un buon romanzo può essere tale a prescindere dal genere nel quale lo si vuole costringere. 
Con il tempo La Vie en Rose si è caricata di altri significati, proprio perché si è cercato di portare avanti altre iniziative. Oggi è simbolo di un desiderio realizzabile a prescindere dalle occupazioni personali di coloro che lo sentono vivo. L’evento rappresenta la volontà di dar spazio alla lettura e, in generale, ai romanzi che catturano i sentimenti. 
LMBR: Visto che l'evento è anche un momento di incontro tra lettore e casa editrice, rispetto a cinque anni fa, avete notato qualche cambiamento nell'approccio CE/Lettore? 

Le Organizzatrici(Caterina, Silvia e June) : Certamente la realtà che ruota attorno a La Vie en Rose è mutata e quindi, di conseguenza, anche il rapporto CE/ lettore. Crediamo che le CE oggi tengano in maggior considerazione il lettore e soprattutto abbiano scoperto l'esistenza di una stima reciproca, una stima che ha rinforzato nel tempo i rapporti, le condivisioni e quanto altro può essere in comune tra i due universi. Sicuramente poi, lLa Vie en Rose ha consentito il nascere di rapporti anche personali, poiché ha messo in evidenza le persone degli editor, con le loro sfaccettature caratteriali e la tanta simpatia che ispirano.
Gli editor
LMBR: Qual è il momento che preferite durante l'evento?

Le Organizzatrici(Caterina, Silvia e June) : A noi La Vie en Rose piace nel suo complesso, dall'inizio dei lavori preparatori fino all'ultimo minuto della manifestazione. Apprezziamo tanto coloro che intervengono, il pubblico che viene da lontano e le autrici, sempre disponibili e felici di incontrare le loro lettrici.  
LMBR: Tirando le somme, secondo voi, il romance sta uscendo da quell'idea standardizzata e comune che lo classifica come lettura di serie B?  Insomma, che direzione sta prendendo il Romance?  
Le Organizzatrici(Caterina, Silvia e June) :Questa è una domanda che meriterebbe una lunga discussione. Secondo noi il romance è ancora relegato alla classificazione di lettura di serie B. E questo nonostante oggi un romance sia frutto della mescolanza di molti generi. In un romance c'è un pò di tutto, ed è più facile che incontri il favore del pubblico, proprio per questa sua natura poliedrica. In cinque anni dal nostro inizio ci sembra, però, che il mercato stia imponendo una sorta di massificazione, tutto sembra uguale e il lettore appare ai nostri occhi stanco, chiede novità. Quindi da un lato il prodotto si è variegato, ma dall'altro si è impoverito nei suoi contenuti anche perché è stato proposto sempre in una sua peculiare forma. Dicevamo che oggi il romance è ancora una lettura di serie B, e questo è ancor più chiaro se consideriamo che il romance viene proposto in libreria, la gente lo legge ma non sa di leggere romance, perché come tale non è sponsorizzato. E, secondo noi, non è sponsorizzato come tale, proprio per non scoraggiare il lettore forte, che legge di tutto e non il romance. 

Adele e Viviana nello spazio 'autrici'

LMBR: Cosa vi augurate per le prossime edizioni de "La Vie en Rose"? 
Organizzatrici(Caterina, Silvia e June): Per noi sarebbe bello che la manifestazione continui a essere per chi partecipa un momento dedicato alla lettura, alla passione che si condivide tutti insieme. Sarebbe bello che "La Vie en Rose" fosse per tutti una giornata serena dedicata all'amicizia.



AVETE PARTECIPATO A QUALCHE EDIZIONE DELLA VIE EN ROSE ?  COSA PENSATE DI QUESTO EVENTO?


8 commenti:

  1. Questa è stata la prima edizione a cui sono riuscita a partecipare.

    "Organizzatrici(Caterina, Silvia e June): Per noi sarebbe bello che la manifestazione continui a essere per chi partecipa un momento dedicato alla lettura, alla passione che si condivide tutti insieme. Sarebbe bello che "La Vie en Rose" fosse per tutti una giornata serena dedicata all'amicizia."

    Beh posso assicurare, loro e voi, che è proprio ciò che ho sentito io!!!

    Libera

    RispondiElimina
  2. ho partecipato all'edizione a Roma e a Firenze. Amo la Vie en Rose, solo che purtroppo è venuto a mancare un elemento che mi faceva impazzire, ossia il fatto che ogni anno era ambientata in una città diversa, ora invece pare si sia fissata a Firenze, peccato era belal l'idea di girare l'Italia con questo evento

    RispondiElimina
  3. Ecco che cos'è la Vie en Rose.
    Complimenti a Caterina, Silvia e June Ross, per l'impegno e la passione profusa tutto l'anno e che si completa in una giornata.
    Per me una giornata intensa, interessante e completamente soddisfacente.
    Grazie di cuore ragazze.
    Lucia Bianchi

    RispondiElimina
  4. io ho partecipato alla prima edizione e a questa, e l'emozione di incontrare autrici editori e soprattutto appassionate come me di romanzi è stata grande!io devo dire che Grazie alla Vie en Rose ho conosciuto e potuto apprezzare ancora di più le autrici italiane (rose nostre), che prima non sapevo nemmeno chi fossero!e quindi complimenti a Caterina , Silvia e Ross per il vostro lavoro!e Grazie!

    RispondiElimina
  5. Vorrei fare anch'io i complimenti a Silvia, Caterina e Ross per l'impegno con cui ogni anno organizzano questo evento. Sono sempre così professionali quando fanno le interviste che sembra che lo facciano di mestiere, invece di essere delle semplici blogger animate unicamente da una grande passione. Inoltre, hanno dato la possibilità a tutte noi di conoscerci e rinsaldare un'amicizia nata sul web, che non è cosa da poco.

    RispondiElimina
  6. Io ho partecipato a quattro edizioni di LVER e mi è sempre piaciuto tanto. Quello che hanno fatto June, Silvia e Caterina è stato grande: ci hanno fatto incontrare, e per quello meritano mille grazie.
    Come diceva Arianna, anche a me piace l'idea di cambiare città, quindi, ragazze, la prossima volta parliamo francese e andiamo tutte a PARIGIIIIIIIIIII
    Un grande abbraccio a tutte
    Miriam Formenti

    RispondiElimina
  7. Terzo anno di partecipazione, il primo con una certa cautela, parecchio imbarazzo e pure un tot di emozione, le altre due per rivedere, almeno una volta l'anno, amiche con le quali non mi è facile rimanere in contatto.
    Certo che se si spostano da Firenze per me è un guaio, la distanza è determinante, anche se...

    RispondiElimina
  8. Dimenticato di firmare:

    Mario Guerrini

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!