RISULTATI SONDAGGIO DEL MESE: Quale genere rosa hai acquistato di più quest'anno?


Si è concluso il nostro sondaggio di novembre che vi chiedeva di votare il genere rosa che avete letto di più quest'anno. Vince su tutta la linea il genere storico con oltre la metà dei voti, risultato in parte prevedibile vista la generale passione delle italiane per questo sottogenere romantico, ma si comporta molto bene anche il paranormale,che come sappiamo è il genere più in auge del momento, mentre i il contemporaneo e il romantic suspense sono fanalino di coda a pari merito. Le lettrici di questo blog apparentemente non leggono Chick-lit.
Ringraziamo tutte le 95 amiche che hanno votato!

Ecco i risultati:

QUALE GENERE ROSA HAI ACQUISTATO DI PIU' QUEST'ANNO?


Generi
Voti %


Storico 54 57%

Paranormale 32 34%

Contemporaneo 4 4%

Romantic Suspense 4 4%

Chick Lit 0 0%



94

Se vi è piaciuto questo sondaggio, vi invitiamo a votare per quello di dicembre che vi chiede :

I LIBRI DI CHE EDITORE HAI ACQUISTATO DI PIU' QUEST'ANNO?

Scegliete la vostra risposta fra quelle elencate nella box del sondaggio sul sidebar di destra, qui accanto. A gennaio tireremo le somme e vedremo qual è stato l'editore più popolare fra le nostre lettrici.


VOTATE! VOTATE! VOTATE!

Cosa pensate dei risultati di questo sondaggio? Rispecchiano le vostre scelte? Secondo voi gli editori dovrebbero fare di più per promuovere anceh gli altri generi? Lasciate i vostri commenti.

3 commenti:

  1. Ciao!
    sì, secondo me gli editori dovrebbero promuovere anche gli altri generi perchè spesso alcuni suspense e alcuni contemporanei sono di gran lunga più carini di certi storici. Ma forse è questione di probabilità...tra i tanti titoli (troppi) tutti storici, alcuni sono di qualità, altri meno. io provo un po' di tutto e poi se mi piace un'autrice, la seguo...
    saluti da sally

    RispondiElimina
  2. Ciao Sally! Sì, anceh io leggo sia contemporanei che romantic suspense, anche perchè se dovessi leggere solo storici mi verrebbero a noia e questo non mi piace. Perciò intervallo i generi. In realtà in Italia i contemporanei sono altrettanto letti, se pensiamo al numero di libri delle collane Harmony che vengono venduti ogni mesee che sono quasi tutte di genere contemporaneo. Si tratta però di storie che, a causa del formato, sono spesso molto più brevi anche dei loro originali americani ( calo un velo pietoso su certi tagli che vengono operato in alcuni di questi romanzi, perchè se no mi arrabbio...penso ad esempio ai romanzi brevi delle Suz Brockmann pubblicati a tre a tre in un unico volume...orrore!!! Mi è difficile pensare che così impoveriti- solitamente sono romanzi da 250/300 pagine - possano essere piaciuti a qualcuno!). Secondo me gli editori specializzati dovrebbero puntare di più sui contemporanei, 'educando' le lettrici italiane a leggere anche quelli. Ci sono delel autrici USA di contemporanei che hanno scritto storie fantastiche, che sono già state tradotte in molti altri paesi europei e non si capisce perchè in Italia no!
    Quali sono le tue autrici referite?

    A presto.
    Francy

    RispondiElimina
  3. Ciao Francy,
    ti dirò...conservo dei vecchi romanzetti di Diana Palmer, Nora Roberts, Debbie Maconber...e quando capita le leggo ancora volentieri. Ma più spesso cerco di spaziare...Non leggo in inglese ma suppongo che, se i tagli sono fatti bene, anche una storia più corta può rimanere carina. Insomma non la scarto a priori. Cmq, di recente ho adocchiato alcuni contemporanei di circa 300 pagine nelle collane bluemoon della curcio. Ne ho due in libreria ma non ho ancora avuto temp...magari ti faccio sapere...
    ciao da sally

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!