INTO THE FIRE di Suzanne Brockmann

Genere: Romantic Suspense

Ambientazione: Usa, giorni nostri

Pubblicazione:ed. Ballatine, 2008 - pagg. 477

Pubblicato in Italia: No

Parte di una serie: 13° romanzo Troubleshooter, Inc.


Livello sensualità: Medio Alto

Giudizio: 3,5

Una premessa.

Sono solo due i libri della serie dei Troubleshooters Inc. (TS) tradotti per il mercato italiano da Fanucci . Hot Target - Ad alto rischio - TS n.8, 2004- e Into the storm - Nel cuore della tormenta -n.10, 2006. Per amore di precisione, devo sottolineare che Fanucci ha pubblicato Ad alto rischio dopo Nel cuore della tormenta, anche se cronologicamente viene prima. Questa premessa è doverosa. Perché nonostante i romanzi di questa serie siano leggibili e godibili anche singolarmente, ogni romanzo aggiunge un tassello alla storia personale di ogni singolo TS. La serie, insomma, è un work in progress, e quindi parlarne è un po’ da iniziati. In questa mia recensione, forse, dò per scontato che si conoscano certi particolari che riguardano i TS, e me ne scuso. Ma affrontare ogni singola vicenda di ogni singolo personaggio sarebbe stato davvero troppo lungo, e probabilmente noioso.
Della difficoltà di seguire gli sviluppi delle varie storie si deve essere accorta anche la Brock che, per tenere aggiornate le lettrici sull’avventurosa vita dei suoi TS e dei suoi Seals, sul suo sito offre pagine e pagine di presentazione dei vari personaggi, racconti e sinossi dei romanzi. C’è pure un piccolo dizionario dedicato alla terminologia tecnica e alle abbreviazioni usate dai TS. Per Into the fire c’è un intero booklet da scaricare in formato PDF. Fare un salto su <www.suzannebrockmann.com> è comunque sempre interessante.

Per quanto mi riguarda, appartenendo al club delle fedeli lettrici della Brockmann, non posso che consigliarvi di leggerla, se vi piace il genere romantic suspense. In inglese, meglio, in italiano quando e se pubblicheranno gli altri libri della serie. Intanto, potete cominciare con i due già disponibili.

INTO THE FIRE

Era da un anno circa che Into the fire se ne stava tranquillo nella mia libreria, ad aspettarmi. E onestamente, dopo averlo letto, penso che avrebbe potuto rimanersene lì un altro anno: sono state per me le peggiori 477 pagine di tutta la serie dei Troubleshooters (TS), in parte riscattate da un buon finale, anche se eccessivamente drammatico.

Una serie che mi ha divertito, appassionato, ma che forse dovrebbe a questo punto salutare dignitosamente. Anchors away, my boys…

E invece no. Perché dopo Into the fire, tredicesimo TS, sono già usciti anche Dark of night nel gennaio scorso e a fine luglio Hot pursuit,TS 15.

Avete presente quegli episodi dei telefilm costruiti su un canovaccio di ricordi e alimentati solo da sequenze tratte da altre puntate? Tutte le serie tv, prima o poi, li propongono, almeno una volta a stagione. Episodi fatti di flash-back che soddisfano principalmente due esigenze: produrre una puntata a basso costo e ricordare ai nuovi e vecchi spettatori antefatti essenziali per comprendere l’intreccio o il rapporto tra i vari personaggi. Ecco, Into the fire è esattamente questo: una rivisitazione del passato tenuta insieme da un canovaccio pretestuoso e per nulla convincente e da due improbabili e non molto accattivanti nuovi innamoramenti. Uno dei quali, naturalmente, rimarrà anche dopo la fine del romanzo aperto ad ogni possibile soluzione.

A far da trait d'union tra i vari personaggi (e ci sono quasi TUTTI) e il passato che accomuna i TS e i Seals, fa la sua comparsa pure una improbabile quanto non simpatica psicologa con un back ground nei servizi cui la TSInc affida la psiche spesso labile dei suoi uomini. Utilizzando come una sinossi queste sedute con la strizzacervelli, la Brockmann fa riaffiorare il triangolo Decker-Sophia-Dave Malkoff e il rapporto d’amicizia tra Decker e Jim Nash (che ritorna, anche se sullo sfondo), rifacendosi essenzialmente alle vicende narrate in Flashpoint –il mio preferito-, Hot Target e Into the storm.

LA STORIA

Mi rendo conto che non ha molto senso raccontarla per filo e per segno, quindi non lo farò, ma è d’obbligo sottolineare che la vicenda si ricollega a Hot Target (Ad alto rischio). Chi ha letto quel romanzo si ricorderà che alla fine Angelina, la moglie del TS Vinh Murphy, veniva uccisa da un fanatico di un gruppo estremista neonazista (Freedom Network) e Vinh ferito gravemente. E che di questo tragico epilogo tutti i TS, in particolar modo Decker, si erano sentiti direttamente responsabili.

Anni dopo, il capo del gruppo neonazista, Tim Ebersole, viene ucciso. E chi viene sospettato dell’omicidio? Il nostro eroico Vinh, che nel frattempo si è dato alla macchia e consolato con dosi abbondanti di alcool e droga. L’FBI lo cerca, i suoi ex colleghi TS e i fanatici del Freedom Network pure. Anche Hannah, la sua amica d’infanzia da sempre innamorata di lui che ha avuto la pessima idea di presentargli Angelina, lo sta cercando. Ma è lui a trovarla e a buttarsi letteralmente su di lei. Per poi ridarsi alla macchia. E tornare una seconda volta. E sì, per sempre.

La domanda che corre per tutto il romanzo è: chi ha ucciso Ebersole? Con l’aiuto di Hannah e quello di Seals e TS, Vinh Murphy cercherà di ricostruire il suo fumoso passato e, alla fine, scoprirà la verità.

Parallele alla principale corrono altre storie: quella d’amore tra il seal Izzy Zanella (un bel personaggio qui mal sfruttato) e la sorella teen ager e incinta di Danny Gilmann, un altro seal con cui Izzy comunica più a pugni che a parole. Quella di Jim Nash che dà fuori di matto ( e non solo). E quella del triangolo Decker-Sophia-Dave. Si parla molto di quanto successo in passato tra Sophia e Decker in Into the fire , e molto fa la Brockmann per farci apparire più affascinante e sexy il buon Dave Malkoff (lo fa dimagrire ed esalta oltre alle sue doti umane persino il suo fondo schiena). Alla fine, fa ancora di più, ma non posso qui rivelarlo. L’operazione è chiara: la Brockmann si prepara con cura il terreno per il grande tradimento che si compirà in Dark of night, Troubleshooters n.14. DANNAZIONE! Ma anche qui, non posso anticipare niente.

INSODDISFATTA COME MAI

Insoddisfatta come mai #1- Così mi ha lasciato Into the fire. A partire dalla suspense. Ce n’è poca, e tutta concentrata su Vinh e Hannah. E anche in questo, che dovrebbe essere il plot principale, l’azione latita fino alle ultime cento pagine quando seals e TS uniscono le forze per salvare i buoni e prendere a calci nel sedere i cattivi. Ed era ora, dopo più di 300 pagine di dialoghi noiosetti! Sembra quasi che in questo romanzo – che ripeto è un romanzo di collegamento - alla Brockmann interessi più il lato romantic, che quello suspense, in cui secondo me lei eccelle.

Insoddisfatta come mai #2 – Ma anche il lato romantic mi ha delusa. La coppia Hannah –Vinh (tre H in due nomi, non è male) non è convincente, non dà un brivido che sia un vero brivido di emozione. Capisco che l’amore possa riservare delle inaspettate sorprese, ma com’è che questi due si sono amati per tutta la vita senza mai capirlo? Com’è che il loro amore è svanito all’arrivo di Angelina- più- che - Jolie? E com’è che quando scoprono finalmente di amarsi, distrutti dai sensi di colpa nei confronti della defunta, pretendono che sia solo sesso? Bollente finchè si vuole, ma solo sesso liberatorio?

E se Vinh rimane un personaggio non completamente risolto, l’ex poliziotta Hannah non è certo una delle eroine più simpatiche. OK, è una tosta, come tutte le donne della Brockmann, ma onestamente non emerge, ed è anche un po’ rompipalle.

E l’altra coppia? Izzy è davvero un tipo simpatico, e ci sarebbe piaciuto non vederlo finire con una teen ager incinta, e per giunta non di lui, e per giunta un po’ puttana. C’è troppa differenza d’età tra una diciottenne e un uomo di quasi trent’anni. C’è soprattutto troppa differenza di testa. Izzy meritava di più. Ma visto che quello dei Zanella è solo un subplot, forse la Brockmann medita per loro un destino più emozionante. Lo spero.

Insoddisfatta come mai #3- Sono insoddisfatta soprattutto perché Suzanne Brockmann in Into the fire si prepara a colpirci alle spalle, a concludere la vicenda Decker (il mio TS preferito) –Sophia – Dave come mai e poi mai noi fedeli e vecchie lettrici avremmo pensato.

Mi domando: avrò il coraggio e la voglia di leggere Dark of night? Da una parte sono estremamente tentata di farlo (anche se è stato fischiato dalle lettrici ha preso una A piena da All About Romance). Dall’altra l’idea che la storia di Decker, il mio adorato Decker, vada a finire come già so, mi irrita profondamente. L’unico incentivo è che il romanzo è già disponibile in edizione tascabile.

Insoddisfatta come mai #4- Ho un ultimo appunto da rivolgere a Mrs Brockmann. Anche sotto l’aspetto stilistico il romanzo delude: perché lento e pieno, troppo pieno di dialoghi ripetitivi, di frasi scontate e di maniera, di fucking, freaking, kinda, motherfucker, assholes e gotten che alla fine ci escono dagli occhi. Non basta un fucking a fare grande un dialogo.

Confesso, ho fatto fatica a finire di leggerlo.

HOT PURSUIT

Intanto, il quindicesimo romanzo dei TS è in libreria. Personaggio principale è Alyssa Locke che si ritrova a New York con un compito facile facile e finisce per essere la vittima designata di The Dentist, un serial killer che la Brockmann ci aveva già presentato in un racconto breve pubblicato alla fine di Flashpoint. Con Alyssa ritroviamo molti altri personaggi conosciuti: naturalmente il marito di Alyssa (quel gran non dico cosa di Sam Starrett), il suo ex collega, l’agente FBI Jules Cassidy, e vari TS e Seals, tra cui anche Izzy Zanella e Danny Gillman.

Decker, dove sei?

I VERI NAVY SEALS

E se volete conoscere i motivi per i quali la Brockmann ha concentrato la sua attenzione sui Navy Seals, che sono il corpo d’ élite della marina americana, date un’occhiata a questo video. Capirete subito.



Qui, Suzanne Brockmann parla di Into the fire e di Dark of night





Vivienne


Avete letto questo romanzo? secondo voi un uomo appartenente a un corpo militare d'elite è un eroe romantico per eccellenza? Vi piacciono i romanzi in serie con vari protagonisti e storie multiple che si dipanano lungo tutta la serie, a volte facendoci aspettare anni prima di vedere come andrà a finire ( e poi non sempre finisce come ci aspettavamo...)? Lasciate un commento.


10 commenti:

  1. ciao, il 27 agosto nella raccolta mista di harmony extra esce un r
    romanzo della brockmann (onda anomala)hai già letto??

    ciao mari

    RispondiElimina
  2. Cara Mari, grazie della segnalazione. Il romanzo breve che verrà pubblicato dalla harmony col titolo Onda Anomala è Letters to Kelly. Pubblicato per la prima volta nel 2003, ma come dice la Brock stessa,è moooolto più vecchio . Penso che delle 240 pagine originali ne siano rimaste in questa edizione italiana pochine, perchè viene pubblicato insieme ad altri tre racconti (il titolo dato alla pubblicazione , se non sbaglio, è Intrighi e seduzione).
    Non ho letto Letters to Kelly, quindi non posso dirti come è.
    Un caro saluto
    Vivienne

    RispondiElimina
  3. Come sempre la Harmony pubblica in pack plurimo i romanzi della Brockmann e necessariamente li decurta della metà per farli stare nel formato collezione...ma è proprio una mania! Mi spiace eprchè anche molti sei suoi vecchi romanzi 'brevi'(si fa per dire) usciti nella collana initmate Moments non erano niente male! Anch'io non holetto Letters to Kelly ma mi risulta che non sia male...vedremo di parlarne presto.

    Francy

    Francy

    RispondiElimina
  4. Io l'ho letto...e mi era anche piaciuto!

    Cmq...Izzy mio adoratooooooo ç_ç perchè? PERCHE??

    Soffro...sono in lutto.
    Mira

    RispondiElimina
  5. Miraphora, personalmente credevo che Izzy fosse destinato a Tracy, la centralinista dei TS, dopo il loro "incontro" in macchina in "Into the storm", "nel cuore della tempesta". E invece, che si è inventata la nostra Brock? Secondo me farà andare avanti questa storia per almeno due o tre libri, forse anche di più. E non so se avrà un lieto fine.
    Io, come ho scritto, sono invece furente per la vicenda Deck / Sophia. Tu sai come va a finire in "Dark of night", vero? libro che, in un eccesso di masochismo o, se vuoi, tafazzismo, leggerò. Prima o poi.
    Ciao
    Vivienne

    RispondiElimina
  6. Non che non so come va a finire! E ho paura a chiedertelo :(

    RispondiElimina
  7. Cara Miraphora,
    ah! La tua paura è giustificata. Ma se vuoi saperlo subito, te lo scrivo in separata sede.
    Ciao

    RispondiElimina
  8. Salve! Ho letto "Nel cuore della tempesta" devo dire che mi ha sprpreso. Mi sono innamorata del personaggio di Izzie Zanella. Vorrei tanto poter leggere qualcosa di più. Il libro dedicato a lui è appena uscito. Qui in Italia chissà quando potremmo leggerlo. forse mai e così mi metto a lutto. Cara Vivienne, ti prego, dal profondo del cuore di una lettrice spasmodica di romance, puoi dirmi com'è? Puoi svelarci qualcosina di pià?

    RispondiElimina
  9. Cara Cristina, non ho ancora letto Breaking the Rules, 16à della serie dei Troubleshooters e libro conclusivo di Izzy ed Eden (già incontrati in Into the fire). So solo che la storia è piuttosto intricata e che riconcilia alla fine Dan Gillman (fratello di Eden) e Izzy. Ci sono due teenagers di mezzo, e vicende drammatiche che coprono i temi dell'abuso domestico e della prostituzione minorile. Il libro è stato accolto bene negli USA, e credo non deluderà le aspettative. Sicuramente lo prenderò (ma aspetto l'edizione paperback), poi ti saprò dire. Alla Brockman non riesco a rinunciare.
    Spero, per chi legge solo in italiano, che Leggereditore continui a pubblicare la Brockman, magari rispettando maggiormente l'ordine di uscita originale.
    Un caro saluto
    Viv

    RispondiElimina
  10. Grazie Viv!
    ho lasciato un commento sul blog della Leggereditore. Mi hanno risposto che ci faranno sapere! Incrocio le dita. Da quanto mi dici con "Into the fire" inizia la storia di Izzie. Beh, visto che non è recente si spera che venga pubblicato. Al momento sto leggendo "Passione contro tempo". Non mi piace. Non c'è izzie, non ci sono i personaggi trovati "nel cuore della tormenta".
    Non conosco l'inglese così bene per cui non posso leggere in lingua originale, ma quando avrai notizie o anticipazioni, mi raccomando: io sono qui e leggo.
    Grazie ancora!

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!