THE LONDON SEASON

IL REGENCY è uno dei vostri backgrounds storici preferiti? Se non avete ancora letto questo nostro  post, siamo sicura che vi interesserà! Enjoy!

Ma cos'era ' la Stagione ’ ?
'The London Season', cioè la Stagione mondana londinese, immancabilmente citata in ogni romanzo Regency che si rispetti, coincideva con il periodo dell'anno in cui si tenevano le sedute del Parlamento a Londra. Essa iniziava poco dopo Natale e continuava fino a metà estate (fine giugno). In questo periodo confluivano nella capitale tutti i rappresentanti dell'alta società britannica, visto che a tutti i pari del Regno spettava di diritto un posto in Parlamento, ed erano mesi contraddistinti da innumerevoli impegni sociali, inclusi sontuosi balli e serate all’opera e a teatro. La Stagione era quindi una perfetta occasione d'incontro per i rampolli dell'aristocrazia con intenzioni matrimoniali .Le danze in epoca Regency erano piuttosto elaborate, comprendevano passi intricati ed erano difficili da imparare. La maggior parte dei balli erano English Country Dances, che , come denuncia il nome, avevano la loro origine durante le feste di paese nella campagna inglese . In questi balli i danzatori si mettevano su due lunghe file, gli uni di fronte alle altre, e i movimenti comprendevano coreografie molto elaborate. Solitamente si ballavano due interi balli con lo stesso partner e questi potevano durare anche più di mezz'ora! Meglio che il partner fosse piacevole, quindi! Oltre ai 'Country Dances' , altri tipi di balli molto popolari erano il Cotillion e la Quadriglia, entrambe di origine francese, che si basavano entrambi su aggraziate combinazioni di passi. Il Cotillion, che era originariamente anch'essa una danza di origine paesana, fu introdotto in Inghilterra verso il 1770 e anche se i francesi usavano ballarlo 'in quadrato', gli inglesi preferivano ballare anch'esso in lunghe file, per adattarlo meglio alle loro larghe sale da ballo. La Quadriglia fu introdotta nell'alta società inglese dalla patronesse di Almacks nel 1816.(Vedi figura sotto: rappresenta quella che si suppone fu la prima quadriglia ballata da Almack's e raffigura impegnati nella danza il marchese di Worcester, Lady Jersey, Claronald Macdonald e Lady Worcester)Questa danza si basava su cinque parti ( o figure) distinte ed era vivace e aggraziata. La musica che l'accompagnava era solitamente adattata da canzoni popolari o da musiche per il teatro.

Con l'andare del tempo i balli d'origine più popolare furono soppiantati dal Valzer e dalla Quadriglia, anche se, quando il Valzer fu introdotto in società per la prima volta non pochi rimasero scioccati dal fatto che questa danza implicasse un contatto fisico così stretto tra ballerini, impensabile prima di allora. Ci furono paesi come la Serbia e la Svizzera che arrivarono addirittura a proibirlo mentre Guglielmo II in Germania lo proibì per i balli di corte ! In Inghilterra il Valzer fu introdotto dal Barone Neuman nel 1812 e a gradualmente fu accettato dalle patronesse di Almacks, diventando noto in società come Imperial Waltz.Nel pagine del suo diario Mr. T. Raikes commemora così l'arrivo del valzer tedesco in Inghilterra:Nessun altro evento produsse una sensazione così grande nella società inglese come l'introduzione del valzer tedesco nel 1813. (...) Il giovane Duca di Devonshire, in qualità di 'magno Apollo' dei salotti londinesi fu a capo di queste innovazioni (...). A Londra, la moda è o era tutto. Giovani e vecchi tornarono a scuola e le mattinate , che prima venivano dedicate ad oziare nel Parco, erano ora assorbite dalle prove casalinghe delle figure della quadriglia francese, o a fare girare una sedia attorno alla stanza, per imparare i passi e il ritmo del valzer tedesco. I primi tentativi furono piuttosto stentati , ma l'effetto della musica coinvolgente unito alle non meno entusiasmanti arie straniere rese ben presto le nobildonne inglesi delle ballerine entusiaste. Di che scene siamo stati testimoni in quei giorni da Almack's ecc.! Che paura e tremori nelle debuttanti all'inizio del valzer e che vertigini e confusione alla fine !( per leggere il testo originale vai qui sul sito di British History Online)

ALMACK'S
Almack's, o, più precisamente, Almack's Assembly Rooms, la famosa sala da ballo/club londinese, aveva preso il nome dal suo fondatore, William Almack, che l'aveva originariamente aperta in King's Street come luogo per riunioni d'affari nel 1765. Da Almack's, con una tassa d'iscrizione di 10 ghinee, gli uomini e le donne della buona società poteva partecipare settimanalmente alle serate danzanti del mercoledì e potevano farlo per tutto il periodo della Stagione . Da Almack's si poteva cenare, giocare d'azzardo e ballare tutta la notte, ma niente alcool, cosa abbastanza inusuale per un'epoca in cui il consumo d'alcool era piuttosto forte. La cena veniva servita alle 23 e a quell'ora venivano anche chiuse tutte le porte d'ingresso a membri o invitati. La sala aveva anche un severo codice di abbigliamento: gli uomini dovevano indossare sempre pantaloni al ginocchio e cravatta bianca. Famoso l'episodio di quando al Duca di Wellington fu negato l'ingresso perchè indossava pantaloni lunghi.


La tassa d'iscrizione alle Assembly Rooms non era però il requisito essenziale per entrare. Per poter essere ammesso, ogni aspirante doveva prima di tutto passare il severissimo vaglio delle sette 'Patronesse di Almack's', tutte ladies appartenenti all'alta società londinese, il cui verdetto poteva con una sola parola creare o oscurare per sempre la reputazione di decine di ansiose debuttanti.Riuscire ad entrare nella 'lista degli invitati' di Almack's costituiva quindi un vero e proprio lasciapassare per i circoli più esclusivi del ton, mentre, al contario, esservi esclusi o banditi equivaleva a una sorta di 'caduta agli inferi' sociale.
Come si trovò a notare ironicamente il poeta irlandese Henry Luttrell (1766-1851) :All on that magic List depends;
Fame, fortune, fashion, lovers, friends;'Tis that which gratifies or vexesAll ranks, all ages, and both sexes.If once to Almack's you belong,Like monarchs you can do no wrong;But banished thence on Wednesday night,By Jove, you can do nothing right.Dipende tutto da quella magica lista;Fama, fortuna,moda,amanti,amici;E' quella che gratifica o fa disperaretutte i ranghi, tutte le età ed entambi i sessi.Se fai tanto di entrare da Almack'scome i sovrani non potrai mai essere in fallo;Ma se ne sei bandito di mercoledì sera,Per Giove, nulla di buono potrai fare .
Almack's infatti era soprattutto famoso come luogo di 'iniziazione' delle giovani che si presentavano per la prima volta sulla scena sociale. Se a una debuttante era permesso di fare il proprio ' coming out' a un ballo di Almack's, i suoi partners venivano attentamente scelti per lei fra i migliori partiti della buona società, da una delle ladies del comitato.Basato su un sitema a rotazione per la carica di Patronessa, nel 1814, il comitato di Almack's era così composto :
  • Lady Emily Cowper
  • Lady Sefton
  • Princess Esterhazy
  • (Principessa Theresa di Thurn und Taxis sposata al Principe Esterhazy, l'ambasciatore austriaco. La Contessa di Lieven la descrisse come 'piccola,rotonda,bruna,animata e un po' dispettosa' .
  • Mrs. Drummond-Burrell
  • , più tardi Lady Willoughby de Eresby.
Ai membri di Almack's era consentito di portare un ospite solo se quell'ospite passava il vaglio della Patronessa in carica, la quale, se l'ospite era di suo gradimento, concedeva il biglietto d'ingresso, detto "Stranger's Ticket".
La popolarità di Almack's cominciò a declinare verso il 1835 e le serate danzanti finirono del tutto nel 1863.
Interessanti informazioni sull'importanza rivestita da Almack's per la società del tempo ce le fornisce nelle sue memorie il Capitano R.H. Gronow (1794-1865) il quale, ricordando quando nel 1814 era d'istanza con il suo battaglione a Londra, scrive:

Lady Cowper ( 1787-1869)
At the present time one can hardly conceive the importance which was attached to getting admission to Almack's, the seventh heaven of the fashionable world. Of the three hundred officers of the Foot Guards, not more than half a dozen were honoured with vouchers of admission to this exclusive temple of the beau monde; the gates of which were guarded by lady patronesses, whose smiles or frowns consigned men and women to happiness or despair. These lady patronesses were the Ladies Castlereagh, Jersey, Cowper, and Sefton, Mrs. Drummond Burrell, now Lady Willoughby, the Princess Esterhazy, and the Countess Lieven.The most popular amongst these grandes dames was unquestionably Lady Cowper, now Lady Palmerston. Lady Jersey's bearing, on the contrary, was that of a theatrical tragedy queen; and whilst attempting the sublime, she frequently made herself simply ridiculous, being inconceivably rude, and in her manner often ill-bred. Lady Sefton was kind and amiable, Madame de Lieven haughty and exclusive, Princess Esterhazy was a bon enfant, Lady Castlereagh and Mrs. Burrell de tres grandes dames.
Oggigiorno si farebbe fatica a concepire l'iportanza che veniva [allora] attribuita all'ottenimento dell'ammissione da Almack's, il settimo cielo della società elegante. Dei trecento ufficiali delle Guardie di Fanteria , non più di mezza dozzina di essi ebbero l'onore di ricevere il biglietto d'ingresso a questo tempio esclusivo del beau monde, i cui cancelli venivano sorvegliati da aristocratiche Patronesse le quali con un sorriso o un aggrotto di sopracciglia consegnavano uomini e donne alla felicità o alla disperazione. Queste aristocratiche Patronesse erano Lady Castlereagh, Lady Jersey, Lady Cowper, e Lady Sefton, Mrs. Drummond Burrell, ora Lady Willoughby, la Principessa Esterhazy, la Countessa di Lieven.
Lady Jersey (1785-1867)
La più popolare fra queste grandes dames era senza dubbio Lady Cowper, ora Lady Palmerston. Lady Jersey, al contrario, aveva il comportamento di una regina da tragedia teatrale e cercando di arrivare al sublime, spesso si rendeva ridicola con comportamenti estremamenti maleducati e con modi molto spesso poco raffinati. Lady Safton era gentile ed amabile, Madame de Lieven era altera e manteneva le distanze, la Pricipessa di Esterhazy era beneducata, Lady Castlereagh e Mrs. Burrell erano delle vere signore.Ma com'erano queste serate danzanti nel periodo della Reggenza? Chiudiamo gli occhi per un attimo e immaginiamoci immerse in quell'atmosfera di splendidi abiti, saloni sontuosi e musiche raffinate...più o meno così...

Credits : le immagini d'epoca Regency di questo post sono state tratte dal sito The Republic of Pemberley.
LINKS INTERESSANTI SULL'ARGOMENTO
The Regency Page
Good Ton
The Regency Collection
The Republic of Pemberley
Jane Austen Society of Northern America
Georgette Heyer
The Rakehell
 SE VUOI SAPERNE DI PIU' SU QUESTO PERIODO , LEGGI QUI LE MIE NOTE SULLA REGGENZA INGLESE.

IL REGENCY E' IL VOSTRO PERIODO STORICO PREFERITO NEI ROMANCE CHE LEGGETE? PERCHE'?


10 commenti:

  1. ciao francy sono friederike, la friederike che ti ha risposto da juneross.
    ho appena finito di leggere tutto il tuo post e posso solo ringraziarti. scrivo romanzi, o meglio è quello che sto tentando di fare e il prossimo che sto per iniziare è ambientato proprio nell'epoca regency. mi sei stata davvero di grande aiuto.
    buona giornata
    ripasserò sicuramente.
    ti aggiungo nei link del mio blog su splinder.
    un bacione fri

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  3. Ciao Fri,grazie per la visita!
    Mi fa piacere che le notizie ti siano state di aiuto...wow! un romanzo ambientato in epoca regency! Un bel progetto. Per avere altre info senz'altro ti saranno utilissimi i siti che ho citato in fondo al post e che trattano moltissimi argomenti legati all'epoca.
    Vorrò senz'altro a trovarti sul tuo blog. Grazie del link.
    baci
    Francy

    RispondiElimina
  4. Ho trovato il post sul blog di Juneross e...non potevo non dare un'occhiata! Complimenti davvero, è molto interessante e ben strutturato: tornerò a trovarti spesso! :)

    RispondiElimina
  5. Grazie Fairy! Sei sempre la benvenuta! Il tuo passaggio mi ha anche dato l'occasione di conoscere il tuo blog che non conoscevo. Proprio carino. Lo segnalerò senz'altro nei miei Link rosa.

    RispondiElimina
  6. Perchè il Regency è il mio periodo preferito? Perché è quello di Ragione e Sentimento è perché una delle mie saghe preferite,per la precisione quella dei Cynster di Stephanie Laurens, è ambientata proprio in questo periodo. La descrizione del Ton e dei balli di AlmacK's, dei valzer, del modo di vestire e di comportarsi di uomini e donne di quell'epoca sono per me estremamente romantici e mi fanno sognare.
    Bellissimo il post e anche gli altri sullo stesso periodo. Ancora complimenti!
    Manuela G.

    RispondiElimina
  7. Molto interessante qs post, grazie Francy.
    A dir la verità, a me piacciono tutti i periodi storici, trovo che ognuno abbia caratteristiche e peculiarità che lo rendono interessante e, x una ragione o x l'altra, uno sfondo perfetto x una bella e romantica storia d'amore. In fondo, tutti i sentimenti che sono alla base di un bel romance come Dio comanda (amore, odio, desiderio di vendetta, gelosia, invidia, passione, desiderio, ecc) accompagnano l'essere umano dalla notte dei tempi, xché dovrebbero essere limitati ad un unico periodo storico?
    Certo, il periodo Regency è quello in cui si muovono, e si muoveranno fino alla fine dei tempi, gli eterni personaggi della cara Zia Jane e poi volete mettere che delizia un Regency tradizionale della grande G. Heyer, coi suoi adorabili personaggi?
    Sinceramente, ho sempre trovato un po' ridicola l'ossessione del Ton x Almack's e tutto ciò che ne conseguiva, ma tant'è, forse, in fondo, l'aristocrazia britannica era più provinciale di quanto ad essa stessa piacesse pensare. Che poi, parlando di ossessioni, anche anche noi nn siamo messi tanto bene (e quelli che fanno ore di fila al freddo x il nuovo iphone 4, o come accidenti si chiama, che poi nn gli serve nemmeno? Ne vogliamo parlare?).
    Fate le brave... ;-)

    RispondiElimina
  8. Adoro questo tipo di post. ^_^ GRAZIE

    RispondiElimina
  9. I post sul periodo regency sono i miei preferiti. In inglese si trova di tutto, ma in italiano ben poco, e ti ringrazio davvero tanto per questi contributi, così preziosi e interessanti :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Ery, vedrò prossimamente di aggiungere nuovi post su questi argomenti che interessano come te molte lettrici!

      Elimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!