IL RAGAZZO DELLE CASE MOBILI di Marie Sexton (Triskell Edizioni)

IL LIBRO CHE VI PROPONIAMO OGGI È UN MM ROMANCE FIRMATO DA UNA DELLE AUTRICI PIU' AFFERMATE DEL GENERE, MARIE SEXTON E PUBBLICATO DA TRISKELL EDIZIONI CHE ALL' MM HA DEDICATO LA COLLANA RAINBOW. MEL L'HA LETTO PER NOI.

Autrice: Marie Sexton
Titolo originale: Trailer Trash
Traduttrice: Raffaella Arnaldi
Genere:  Romance contemporaneo, MM
Ambientazione: Warren , Wyoming 1986
Pubblicazione: Triskell Edizioni, maggio 2019, pp. 326.    € 13,00
Livello sensualità : BASSO
Disponibile in ebook a € 4,49

TRAMA: È il 1986, e quella che avrebbe dovuto essere l’estate più bella della vita di Nate Bradford è rovinata dal divorzio dei suoi genitori. Adesso, invece di passare l’ultimo anno di scuola nella sua città natale di Austin, in Texas, Nate vive con il padre a Warren, Wyoming, 2833 abitanti (una stima secondo lui generosa). Non c’è una piscina, o campi da tennis, nessun centro commerciale, neanche si prende MTV. L’intera scuola è meno popolosa di quanto fosse la sua classe in Texas, e Nate non riesce proprio a integrarsi in una cittadina dove i principali passatempi degli adolescenti sono il sesso e le droghe.
Finché non incontra Cody Lawrence. Cody è molto povero, proviene da una famiglia divisa e vive dal lato sbagliato dei binari del treno. Letteralmente. Ma Nate capisce che Cody è solo un bravo ragazzo che nella vita ha avuto sfortuna. E comincia a pensare che i sentimenti che prova per lui vadano oltre l’amicizia. Ammettere di essere gay è già difficile, ma tra i pregiudizi locali e l’epidemia di AIDS che domina sempre più i titoli dei giornali, una cittadina come Warren è il posto peggiore in cui due ragazzi possano innamorarsi.



Nell’estate del 1986 Nate Bradfor arriva a Warren con suo padre. Non è stato facile per lui accettare la separazione dei suoi genitori e ancor meno il trasferimento dal Texas al Wyoming. Tutto il suo mondo è stato stravolto: nuova casa, nova scuola, nuovi amici e, soprattutto, nuova città. Warren è una cittadina di provincia che, passato il boom petrolifero, si è spopolata diventando quasi una città fantasma e, agli occhi di un ragazzino arrabbiato, appare come la peggiore delle punizioni. Niente centri commerciali, nessun cinema nel raggio di miglia, niente sale giochi o biblioteche, insomma il nulla assoluto. Chi ha avuto fortuna è riuscito ad andare via, chi è rimasto si affanna nella ricerca di un lavoro che non c’è, e sopravvive come può. L’autrice ha saputo ricreare, quasi come un set cinematografico, un’immagine vivida e desolante di una città senza prospettive che intossica i suoi abitanti, primi fra tutti i giovani. 
Appena arrivato nella nuova città Nate incontra Cody, un ragazzo che affronta il suo personale inferno e la miseria che lo circonda con coraggio e dignità, le uniche emozioni che può permettersi. Gli stenti della sua vita l’hanno provato a tal punto che ha rinunciato a sogni e speranze pur di non soffrire. Nelle settimane che precedono l’inizio della scuola i due ragazzi fanno amicizia e cercano di lenire le reciproche solitudini. Cody non si fa illusioni però, sa bene che il tempo insieme è destinato a finire presto, e cerca di vivere il momento senza pensare al futuro. 
Con l’inizio delle lezioni, Nate si rende conto che gli studenti di Warren sono il distillato dell’ambiente apatico e intossicante che li circonda: rigidamente divisi in caste, ognuno cerca di tenersi stretto il proprio status, ben attento a non mescolarsi con chi possiede meno, quasi che, possedere qualcosa, sia l’unico valore per affermare se stessi. Non c’è possibilità di interagire, ognuno deve rispettare il suo posto, e in tutto questo Cody non ha una collocazione, rappresenta l’emarginato con cui non è bene non farsi vedere. Così, per il bene di Nate, Cody decide di allontanarlo prima che a farlo siano le dicerie sul suo conto. 
La fine dei loro pomeriggi insieme getta Nate nello sconforto, sente la mancanza di Cody, lo sogna di continuo e comincia a domandarsi se il sentimento che prova vada oltre la semplice amicizia. Fare i conti con la propria sessualità non è facile, Nate è confuso, non ha nessuno con cui confidarsi ed è spaventato dalle notizie sui giornali che parlano dell’ AIDS come della piaga che affligge i gay. Le notizie scarseggiano, non si sa bene come proteggersi, ma questo non impedisce a Nate di tornare da Cody. Vivere la loro storia è complicato, per quanto cerchino di nasconderla, la loro vicinanza genere malcontento e, se prima devono convivere solo con le discriminazioni a scuola, dopo arriva il momento di fare i conti con le proprie famiglie e tutto sembra degenerare. 
La Sexton, con il suo stile semplice in terza persona, ci regala un libro toccante che descrive una realtà angosciosa fatta di dolore e desolazione, uno spaccato di una società senza valori che uccide la speranza e avvelena i suoi ragazzi, dalla quale è possibile scappare solo rimanendo fedeli a se stessi, senza lasciarsi contaminare dalla cattiveria. 
Questo è un libro che racconta la diversità in un’ epoca in cui essere diversi, secondo l’opinione comune, merita il castigo di una malattia mortale, quasi che amare possa essere consentito solo se fatto nel modo “giusto”. Il ragazzo delle case mobili non è solo questo, è un libro che parla d’amore nonostante la rabbia, la paura e il rifiuto, l’amore incondizionato che supera tutti gli ostacoli con tenacia, pur di essere libero. 
Ho letto la parte finale con il fiato sospeso e ho esultato di gioia, anche se avrei voluto poter leggere qualche pagina in più, conoscere la loro vita insieme, ma va bene anche così. Vorrei dedicare questa recensione alla mia amica Laura che ama gli epiloghi e non ama gli “storici”, so che non ci crederai, ma questo libro è fatto per te.









Se vuoi leggere un lungo estratto
di questo romanzo

****
USCITE RECENTI DI MARIE SEXTON

UN UOMO DA BUTTARE (Quixote Edizioni)
Dopo quattro missioni in Afghanistan, Warren Groves non riesce a riabituarsi alla vita da civile. Negli ultimi dodici anni, si è guadagnato da vivere con lavori bizzarri, e spesso illegali, per conto dei meno fortunati di Denver. La sua vita privata è ugualmente insoddisfacente. Riesce a ricordare a stento l’ultima volta in cui ha fatto sesso, per non parlare di quando ha preso qualcuno in modo duro e veloce, come piace a lui. Il destino si mette in mezzo quando, per fare un favore a un amico, conosce un gigolò piuttosto giovane di nome Taylor Reynolds.Taylor ha trascorso gli ultimi anni da solo, lavorando come gigolò, andando a casa di chiunque gli offrisse un pasto caldo e un posto dove dormire. Gli piace che usino un po’ di violenza su di lui e propone a Warren un’offerta che non può rifiutare: tutto il sesso che vuole, rude e sporco quanto vuole, in cambio di vitto e alloggio.All’inizio Warren pensa di aver vinto la lotteria. Taylor è il coinquilino perfetto: cucina, pulisce ed è una bomba a letto. Tuttavia, nella testa di Taylor ci sono dei demoni oscuri e dei desideri ancora più oscuri. Innamorarsi di qualcuno instabile come Taylor è già abbastanza pericoloso, ma quando i bisogni del ragazzo diventano davvero autodistruttivi, starà a Warren decidere quanto lasciare che le cose si spingano in là.Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI

MAI UN EROE (Triskell Edizioni)
Tutti quanti si meritano un eroe Owen Meade ha un disperato bisogno di un eroe. Cresciuto da una madre che lo ha fatto vergognare della sua balbuzie, del suo orientamento sessuale e del suo braccio congenitamente amputato, Owen vive come un eremita nel suo appartamento di Tucker Spings. Ma poi, Nick Reynolds - veterinario prestante - si trasferisce al piano di sotto. Nick è sexy e sicuro di sé e fa sentire Owen bene con se stesso, come mai nessuno prima. Inoltre, gli presenta quel fuoco d'artificio della sua sorellina, che è nata con un'amputazione congenita simile alla sua, ma che non ha mai permesso alla cosa di metterle i bastoni fra le ruote. Quando la ragazza iscrive se stessa e Owen a un corso di pianoforte, esigendo di suonare insieme a lui in un recital, Owen non riesce a dirle di no. Soprattutto perché questo gli fornisce una buona scusa per passare più tempo con Nick. Owen sa di essersi preso una bella cotta per il suo vicino ma, ogni volta che si avvicina a lui, inesplicabilmente, Nick si tira indietro. Costretto a scontrarsi con il disprezzo di sua madre e con i segreti di Nick, ben presto Owen capisce che, invece di aspettare un eroe, è il suo momento per diventarne uno. Per se stesso e per Nick. Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI
****
CHI È L'AUTRICE
Marie Sexton vive in Colorado. E’ una fan di tutto quello che riguarda begli uomini muscolosi che si avventano l’uno sull’altro. Ama soprattutto i Denver Broncos e andare allo stadio con suo marito. I suoi amici immaginari spesso la seguono. Marie ha una figlia, due gatti e un cane; tutti sembrano impegnati a distruggere quel che rimane della sua salute mentale. Li ama comunque.

VISITA IL SUO SITO

TI INTERESSA QUESTO LIBRO? L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI? 
Grazie se condividerai il link di questa recensione sulle tue pagine social o la suggerirai agli amici.



Nessun commento:

Posta un commento

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!