CHIARO DI LUNA A MANHATTAN di Sarah Morgan (Harper Collins)


HARPER COLLINS ITALIA HA DA POCO PUBBLICATO IL SESTO CAPITOLO DELLA SERIE DI SUCCESSO DI SARAH MORGAN AMBIENTATA A NEW YORK. SARA' ALL'ALTEZZA DEI PRECEDENTI? PIERA E IAIA L'HANNO LETTO PER NOI.


Autrice: Sarah Morgan
Titolo originale: Moonlight Over Manhattan
Traduttrice: Daniela Marchiotti
Genere: Contemporaneo
Ambientazione: New York, New York (USA)
Pubblicazione: HarperCollins Italia, pp. 277,31 ottobre 2018, € 15,90
Livello sensualità: Basso
Parte di una serie: 6° serie  Da Manhattan con amore 
Disponibile in ebook dal 16/6/2018 a 6,99 euro

TRAMA: Harriet Knight è sempre stata timida e riservata, ma da qualche tempo questo aspetto del suo carattere ha iniziato ad andarle stretto. Così, decisa a risolvere il problema una volta per tutte, stila un elenco di cose che in condizioni normali non farebbe mai perché la terrorizzano, e sfida se stessa a metterle in pratica. Una al giorno per tutto il mese di dicembre, dal Ringraziamento a Natale, che per concludere in bellezza festeggerà senza la sua famiglia. Ma quando una delle migliori clienti della Bau Rangers, l'agenzia di dog-walking che gestisce insieme alla sorella Fliss, è costretta ad allontanarsi da New York per qualche tempo e a lasciare Madi, la sua esuberante spaniel, a casa del fratello, Harriet si ritrova a dover aggiungere un'ulteriore prova di coraggio alla sua già lunga lista: vedersela con l'arrogante e scorbutico dottor Ethan Black e l'inaspettata alchimia che si è subito creata tra loro. Prima di incontrare Madi, Ethan era convinto di essere abituato al caos, ma quel minuscolo cane è assolutamente impossibile da gestire. L'unico modo per sopravvivere è procurarsi una dog-sitter che se ne occupi al posto suo ventiquattr'ore su ventiquattro, e ingaggiare Harriet a tempo pieno è senz'altro la soluzione più semplice. Lo è molto meno fare i conti con ciò che quella giovane donna suscita in lui. Sotto i raggi argentei della luna che illumina Manhattan è facile sentirsi audaci e concedersi di sognare, ma Harriet saprà affrontare la sfida più grande? Riuscirà a gettare al vento la cautela e ad aprirsi all'amore?


Harriet Knight ha una società di dog-sitter che gestisce insieme alla sua gemella Fliss. Una sera, dopo essere andata al ristorante con un uomo conosciuto on-line, scappa da questi saltando da una finestra facendosi male alla caviglia. Al pronto soccorso conosce il dott.
Ethan e per svariate cause si ritrova a dover accudire a casa sua la cagnolina di sua sorella. Da quel momento in poi le cose cambiano e da un inizio un po' turbolento si arriva all'epilogo rosa che ci si aspetta.
Un bel libro scorrevole, bei dialoghi e anche introspettivo per la protagonista che ha dei problemi di socializzazione. Lei ama la famiglia e la sogna anche per se stessa, visto che la sua infanzia è stata traumatica, lui, divorziato, ha l'atteggiamento di non voler ripetere l'esperienza del matrimonio.
Ci sono due piccoli nei: a metà libro mi è parso che alcuni pensieri di Harriet siano stati ripetitivi, e mi sarebbe piaciuto un finale leggermente più lungo, con approfondimenti maggiori relativi ad Ethan.
Comunque è un romanzo che va letto decisamente, anche perché la Morgan è una bravissima penna e sa coinvolgere chi legge.







*****

Aspettavo l'uscita di questa ultima puntata dei fratelli Knight, perchè mi piaceva Harriet, la sorella insicura e timida ma che aveva il dono di tenere unita la piccola famiglia.
Dopo Daniel (New York all'improvviso) e Fliss (Vacanze negli Hamptons), ero curiosa di sapere quale storia l'autrice avrebbe riservato alla giovane dog-sitter...e il suo turno è arrivato: abbastanza deludente!
Non è tanto per la vicenda che ha dei tratti piacevoli, quanto per il modo in cui è stata raccontata: piatto senza sussulti, quasi una cronaca che ha come spunto iniziale la cura di un cane, o meglio di Madi, che la proprietaria affida per qualche giorno al fratello Ethan medico del pronto soccorso. Naturalmente visto il lavoro impegnativo, assume anche una ragazza che la possa far uscire di casa almeno due volte al giorno: Harriet.
Ma la ragazza non è una sconosciuta per il medico. Si sono infatti incontrati al P.S. qualche giorno prima, quando Harriet,  in fuga, da una finestra, da un appuntamento quasi al buio che non prometteva bene,  si era infortunata leggermente ad una caviglia e al pronto soccorso aveva incontrato proprio il dottor Ethan Black.
...”-Signorina Knight? Sono il dottor Black. Mi può raccontare cosa è successo?
Deve essere stata una gran bella festa,  pensò mentre esaminava la caviglia.
-Me la sono slogata. Mi dispiace darle disturbo, con tutto quello che ha da fare.- sembrava davvero imbarazzata, ed era un bel cambiamento rispetto ai due pazienti precedenti
Si chiese cosa stesse facendo lì da sola, di sabato sera. Era vestita elegante, quindi dubitava avesse passato la serata per conto suo
-Come ha fatto a slogarsela?
-Ballando?
-No, non stavo ballando. Non avevo addosso le scarpe quando è successo
-E allora come ha fatto?
-Sono saltata da una finestra
-Perchè è saltata?
-Per scappare da una persona.
-E' saltata  da una finestra per scappare dall'uomo con cui aveva appuntamento?
-Non appariva esattamente come si era presentato.”
Il loro secondo incontro a causa della semi distruzione dell'appartamento del medico da parte di una cagnolina che si sentiva sola, non è proprio all'insegna del buonumore: Ethan aggredisce Harriet che riprende a balbettare (cosa che non le accadeva da tempo), e la riporta al passato quando le urla del padre la spaventavano così tanto da toglierle l'uso della parola.
...”Lui passò in rassegna incredulo il disastro in cui versavano la cucina e il salotto.
-Cosa diavolo è successo qui?
-Immagino che Madi non abbia gradito essere lasciata sola in un ambiente estraneo. La poverina era spaventata.
Qualunque fosse la ragione, era arrabbiato, e non era brava a trattare con uomini arrabbiati
-Lei è la dog-sitter di cui mi ha parlato mia sorella ?
Il tono era rapido e secco e Harriet deglutì
-Io porto i cani a passeggio e sì, sono...
-Allora perchè non lo ha portato in giro quel maledetto cane?
-I..io – cercò di rispondere, ma non riuscì a formulare la parola. Si era inceppata. Bloccata. La investì un senso di orrore e imbarazzo. Era davvero successo? Si , aveva balbettato. Dopo tutti quegli anni senza mai balbettare una volta, lo aveva fatto di nuovo.
 Ci riprovò
-I...i...i..
No. No
Si alzò in piedi, afferrò il guinzaglio e il cappottino di Madi e si avviò verso la porta,prendendo al volo anche il proprio cappotto
-Dove sta andando
- Fuori
Una parola soltanto e non si fermò abbastanza per continuare la conversazione.
Scappò via.”
Naturalmente lui si scusa e poiché la convivenza cane-dottore non è indolore, Harriet accetta di trasferirsi momentaneamente a casa Black fino a quando la piccola belva non tornerà dalla sua padrona!
La vicinanza provoca nella ragazza un senso di sicurezza che la porta a parlare e a confidare al giovane le sue paure  che cerca di vincere con quelle che lei chiama “le sfide di Harriet”, mentre nel medico suscita una tranquillità che non provava più da tempo.
Poi la neve, il Natale che si avvicina, le vacanze in un paesaggio di montagna che è un inno al romanticismo, avvicinano i due e fanno nascere dei sentimenti inattesi.
Ecco: c'è tutto per farne un romanzo piacevole e divertente oltre che profondo. L'ambientazione newyorkese con i suoi tipi strani e le tante persone che si trovano sole e che sentono di esserlo soprattutto nel periodo natalizio, l'intenso via vai del pronto soccorso, la bellezza delle nuvole cariche di neve, la pulizia del paesaggio di montagna, gli sciatori che sembrano piccole formiche nel biancore nevoso, tutto è indovinato per dare quel tocco in più alla storia.
Invece, pur approfondendo i personaggi, l'autrice non riesce a creare l'atmosfera quasi fiabesca che le festività avrebbero potuto ottenere. I due hanno tanto da dare: amicizia, affetto, amore, senso di responsabilità, una buona dose di ironia, cura per il prossimo...eppure il romanzo non decolla nemmeno nei momenti cruciali e persino il finale mi ha dato solo la soddisfazione di pensare che anche la ragazza meno vivace ha trovato la sua metà.
In un certo senso è come se mi fosse venuto a mancare qualcosa: magari un'altra di quelle sfide di Harriet che hanno favorito l'inizio di questa avventura.










LA SERIE FROM MANHATTAN WITH LOVE
0.5. Midnight At Tiffany's (2015) - novella - ED.ITALIANA: A MEZZANOTTE DA TIFFANY, Harper Collins, maggio 2017 - Matilda e Chase Adams
1. Sleepless In Manhattan (2016)  - ED.ITALIANA: SU E GIU' PER MANHATTAN,  Harper Collins, giugno 2017 - Paige Walker e Jake Romano - Leggi QUI la ns recensione
2. Sunset in Central Park (2016) - ED.ITALIANA: TRAMONTO A CENTRAL PARK,  Harper Collins, settembre  2017 - Frakie Cole e Matt Walker -  Leggi QUI la ns recensione
3. Miracle on 5th Avenue (2016) - ED.ITALIANA: MIRACOLO NELLA 5 STRADA Harper Collins, novembre  2017 - Eva Jordan e Lucas Blade  -   Leggi QUI  la ns recensione
4. New York, Actually (2017)  - ED.ITALIANA: NEW YORK ALL'IMPROVVISO Harper Collins, febbraio  2018 -Molly e Daniel -   Leggi QUI  la ns recensione
5. Holiday in the Hamptons (2017) - ED.ITALIANA: VACANZE NEGLI HAMPTONS Harper Collins, febbraio  2018 - Felicity e Seth - Leggi QUI  la ns recensione
6. Moonlight Over Manhattan (2017) 
 - ED.ITALIANA: CHIARO DI LUNA A MANHATTAN, Harper Collins, novembre  2018 - Harriet e Ethan

****
L'AUTRICE

Sarah Morgan è tra le autrici più amate da USA Today, due volte vincitrice del RITA Award. Si è fatta conoscere grazie ai suoi romanzi vivaci e sensuali, di cui ha venduto oltre 11 milioni di copie. Inglese, ama la vita all'aria aperta, sciare e fare trekking, ma soprattutto adora rimanere in contatto con le proprie fan, tramite Facebook facebook.com/AuthorSarahMorgan, Twitter @SarahMorgan_ e il suo sito web www.sarahmorgan.com. 


TI INTRIGA LA TRAMA DI QUESTO ROMANZO E TI PIACEREBBE LEGGERLO? L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI? 
Grazie se condividerai il link di questa recensione sulle tue pagine social o la suggerirai agli amici.




2 commenti:

  1. secondo me la Morgan è un po' sopravalutata. mi piace il suo stile, ma i suoi romanzi non mi hanno mai esaltato. belli, non dico di no, ma nella norma, a mio avviso molto meglio altre autrici, anche italiane.

    RispondiElimina
  2. Per me la Morgan è come uno zuccherino nei momenti di tristezza, mi rilassa e mi mette di buon umore

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!