FERNANDA ROMANI PRESENTA..."LA TRACCIA DELL'ARMONIA" (DELOS)

NUOVA USCITA!

QUALCHE TEMPO FA IL NOSTRO BLOG HA PUBBLICATO UN RACCONTO DI FERNANDA ROMANI CHE ANTICIPAVA QUESTO ROMANZO E AVEVA LO STESSO TITOLO. IN OCCASIONE DELL'USCITA DEL LIBRO NON POTEVAMO NON TENERE A BATTESIMO QUESTA USCITA CON UN GIVEAWAY E INVITARE L'AUTRICE A PARLARCENE.

Autrice: Fernanda Romani
Genere:  Fantasy
Ambientazione: Venezia, Italia, 2014
Edizione: Delos Digital, coll. Odissea Romantica, 5 giugno 2018, pp. 81
Disponibile solo in ebook a € 0,99

TRAMA: Venezia- dicembre 2014. Danivio è uno dei Sirenidi, popolo acquatico nato da un antico mito, e sta per morire. Gli Adoratori del Sole, la setta segreta costituita da umani che li considerano degli abominii, lo hanno catturato e lo sacrificheranno all'alba del Solstizio d’Inverno.
L’unica cosa che lui può fare è usare il canto dell’alba per comunicare con Olisana, principessa dell'Adriatico, e avvertirla di stare lontana da Venezia.
Ma Olisana è già arrivata, lo sta cercando. Lo ama ancora, malgrado lui l’abbia abbandonata due anni prima a causa di troppe incomprensioni e sospetti. Sa che lui ha disertato per fuggire dal marchio che si porta addosso fin da bambino: il figlio del traditore.
Mentre la principessa e la sua scorta passano l’ultimo giorno prima del solstizio a cercare le tracce di Danivio e a scoprire segreti nascosti da troppo tempo, questi non può fare altro che rimpiangere la donna che ama e temere per la sua vita.
La sua relazione con la figlia del re  poteva essere un'occasione di riscatto, ma gli eventi li hanno divisi.
Eppure nessuno dei due ha dimenticato l'altro e il piano degli Adoratori del Sole potrebbe essere la fine per entrambi.

 ****
Quando, un paio d'anni fa, questo blog mi invitò a partecipare alla loro rassegna di racconti natalizi ne fui entusiasta e, naturalmente, pensai subito che doveva essere un fantasy, il genere al quale mi sono sempre dedicata. Ma che tipo di fantasy? 
Da questa domanda scaturì una serie di ipotesi, più simile a una girandola che a un tema preciso. Per la prima volta, da quando ho iniziato a scrivere, scartai l'idea del medioevo: avevo voglia di cambiare. E volevo anche dei protagonisti nuovi, creature delle quali non avevo mai scritto prima. Così nacque l'idea di scrivere una storia di sirene. Presa com'ero dall'entusiasmo per un progetto nuovo, accarezzai l'ipotesi di un contesto storico, di terre lontane e popoli misteriosi, ma questo avrebbe richiesto mesi di ricerche. Alla fine, decisi per un'ambientazione contemporanea e un luogo molto vicino, ma unico: Venezia. Nel racconto, Venezia era l'ambientazione principale della storia, ma si trattava di una città luminosa, dove descrivevo un dicembre freddo, ma pieno di sole. Nel romanzo, che poi ho sviluppato con la collaborazione di Valeria Barbera, la mia editor, ho voluto farne un luogo ancora più romantico e suggestivo, la cornice ideale per la tormentata storia di Danivio e Olisana. E cosa c'è di più suggestivo che raccontare Venezia sotto la neve? Per questo ho voluto portarvi un brano tratto da uno dei miei capitoli preferiti, quello dove i due protagonisti si godono una romantica fuga in una Venezia sorpresa da un'improvvisa nevicata.
Buona lettura!
FERNANDA ROMANI




LEGGI QUI UN ESTRATTO DA 
LA TRACCIA DELL'ARMONIA...
L’allegria li unì di nuovo, e la calle si riempì dei loro passi e di risate mentre la sera calava sulla città d’acqua.
Piccole briciole di ghiaccio caddero sul viso di Olisana. Vide Danivio passarsi la mano sul volto, infastidito.
«Che sta succedendo?»
Entrambi alzarono gli occhi verso il cielo. Lievi frammenti bianchi cadevano a distanza regolare, costanti, tranquilli. Minuscole carezze gelide che si scioglievano non appena toccavano la pelle, ma lasciavano spruzzate di bianco trasparente sugli abiti e sul selciato.
«È neve! Danivio, sta nevicando!»
Lui era ammutolito, intento a fissare i granelli candidi che, a poco a poco, si infittivano e diventavano fiocchi, soffici e invadenti. Cristalli effimeri che, nel loro lento avanzare, s'impadronivano dei luoghi, dell'aria, della pigra luminescenza dei lampioni attaccati ai muri e donavano meraviglia a una città già magica.
«Danivio, penso che dovresti coprirti la testa,» disse Olisana, ridendo.
Lui, ancora incantato da quello spettacolo che ben pochi sirenidi avevano avuto la possibilità di vedere, si riscosse, scoppiando a sua volta in una risata. Scrollò via dai capelli il velo di neve che li aveva imbiancati e si tirò su il cappuccio del giaccone.
«E adesso che si fa?» chiese, con una nota di allegria nella voce che lei adorava sentire. «Non dovremmo avere qualcosa per ripararci, magari un ombrello?»
«Più avanti ci saranno sicuramente delle bancarelle. Non credo che avremo difficoltà nel trovarne uno. I venditori sono bravissimi a tirare fuori gli ombrelli appena ne vedono la necessità.»
«Bene, allora sarà meglio andare. Se continuiamo a stare fermi ci scambieranno per due statue che parlano.»

Risero assieme mentre si scrollavano di dosso la leggera coltre bianca. Olisana si lasciò prendere per mano, mise da parte ogni pensiero sul passato di Danivio, con il  proposito di affrontarlo in un’altra occasione, e decise di godersi quel momento. Camminare a fianco a fianco con quell'unico contatto a tenerli uniti, palmo contro palmo, dita avvolte da altre dita, calore che propagava calore, era qualcosa di intimo, al di là dei sotterfugi e delle ipocrisie a cui dovevano sottostare a corte, per salvare le apparenze.
 ****
L'AUTRICE

Fernanda Romani è nata nel 1962, in provincia di Rovigo, e predilige scrivere fantasy. Ha pubblicato diversi racconti in antologie edite da DelosBooks, Alcheringa Edizioni, Lìmana Umanìta, Dbooks.  Il suo racconto fantasy  “Veniva dal mare” è stato segnalato al concorso “Salento in love-2016”. Sta pubblicando, tramite self-publishing, la saga fantasy “Endora”, di cui è appena uscito lo spin-off  M/M “I tre giorni di Atavanno”, e ha sul mercato anche un racconto western romance intitolato “La fine della caccia”.  Collabora con il blog “Babette Brown legge per voi” in qualità di recensore ed è membro di EWWA, un'associazione di autrici e professioniste del mondo della comunicazione ( stampa, grafica e audiovisivo ), che ha come obiettivo primario la solidarietà professionale e creativa tra donne che lavorano in questo settore in Europa.
VISITA LA SUA PAGINA FACEBOOK: 

TI PIACEREBBE LEGGERE QUESTO LIBRO? L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI?  PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE. LA TUA OPINIONE CONTA PER NOI. Lascia un commento a questa presentazione entro il 10/6 per poter partecipare all'estrazione di una copia in regalo di questo libro in formsto ebook.

Grazie se condividerai il link a questa presentazione su una delle tue pagine social.



8 commenti:

  1. il fantasy lo guardo nei film, mentre nei romanzi difficilmente è un genere che leggo volentieri. avevo però letto il racconto pubblicato su LMBR e devo dire che era uno di quelli che più mi erano piaciuti tra quelli in "gara", molto romantico e ho adorato la scelta della venezia contemporanea, visto che con gli storici non vado molto d'accordo :-)

    RispondiElimina
  2. Fernanda ha una scrittura elegante e raffinata. Avevo letto il racconto, a suo tempo, eemi era piaciuto molto. IlIl roman non sarà da meno.

    RispondiElimina
  3. Venezia ha un suo fascino che può esprimere sia nello storico che in altro genere di ropmanzo. Sono certa che Fernanda Romani, che conosco come autrice capace di scrivere storie sempre credibili,avrà interpretato al meglio questa città nel suo nuovo fantasy!

    RispondiElimina
  4. Mi piace moltissimo lo stile di Fernanda e non posso che approvare la scelta dell'ambientazione! Sarà sicuramente una lettura interessante.

    RispondiElimina
  5. Non conoscevo questo libro eppure la trama mi ha affascinata fin da subito! Non ho letto molto sulle sirene, se non sbaglio solo un libro, ma sono delle creature che mi affascinano tanto, quindi penso proprio che inserirò il libro nella mia WL!

    RispondiElimina
  6. Ricordo il racconto, che mi aveva colpito sia per l’ambientazione sia per la forza dell'amore fra i due protagonisti. Un amore quasi impossibile, colto nel momento in cui sembra troppo tardi, un sentimento forte, che è rimasto sopito ma vivissimo, quasi a dispetto degli stessi protagonisti.

    Non vedo l'ora di leggere tutto il romanzo!

    Éli

    RispondiElimina
  7. ho scorso il testo del racconto lo trovo molto avvincente spero di poterlo leggere nel prossimo futuro mi sembra ritornare alla mia adolescenza quando andai in gita a Venezia o in altre localita venete.Elisabetta

    RispondiElimina
  8. Fernanda Romani11/06/18, 13:19

    Grazie a tutte quelle che hanno commentato. Spero che chi avrà occasione di leggere il romanzo ne resterà soddisfatta.

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!