BOOK LOVERS - LE VIE DEI SOGNI SONO INFINITE di Giulia Rizzi


Autore: Giulia Rizzi
Genere: Contemporaneo, Chick-Lit
Ambientazione: Verona,Italia
Pubb. Italiana: Giulia Rizzi,  marzo 2018, pp.232
Parte di una serie: No,
Livello di sensualità: MEDIO
Disponibile solo in e-book a € 0,99

TRAMA: La vita di Celeste, libraia veronese un po' più che trentenne, sembra essere finalmente a una svolta. Dopo essersi lasciata alle spalle un'esistenza monotona e un fidanzato fedifrago non deve fare altro che rimboccare le maniche e darsi da fare. Nei suoi piani c'è posto per cambiamenti radicali, nuovi progetti, avventure, la ricerca della vera se stessa...Sì, ma come? 
Trascinata suo malgrado nei rocamboleschi preparativi per le nozze del fratello Alessandro, costretta ad avere a che fare con Matteo, il suo insopportabile testimone, si ritrova a un passo dal diventare la damigella del disonore. Celeste preferirebbe di gran lunga rimanere al sicuro, all'interno della fidata libreria nella quale vive in attesa di una sistemazione definitiva, trascorrendo le giornate a annusare libri e consigliare i romanzi perfetti ai suoi affezionati clienti. Il destino, però, ha qualcosa di diverso in serbo per lei, come l'incontro con un bel ragazzo biondo, un po' troppo giovane...
Chi avrebbe mai immaginato che le vie dei sogni fossero tanto complicate?


Celeste, una donna di 33 anni, deve decidere cosa fare della sua vita monotona e senza grandi prospettive. Avviene qualcosa che finalmente la scuote. Ritrovare, dopo tanti anni, Matteo, amico per la pelle di suo fratello che gli farà da testimone al matrimonio, riaccende quel rapporto fastidioso e acido che li distingueva quando erano ragazzini. Ma le battute cattive e i continui incontri fanno riflettere Celeste e così…
Devo dire che la protagonista non mi è piaciuta per tre quarti del libro. Una lagna continua, una persona immatura, che non sa far altro che punzecchiare il prossimo. Ha una qualità: ama i libri e si da anima e corpo nella libreria dove lavora da dieci anni.
Il protagonista, invece, è un uomo di 30 anni, che di professione fa il cuoco, e che da quando era ragazzino era infatuato di Celeste.
É quando capitano grossi problemi che il romanzo si è rivelato, per me, avvincente. Se gli ultimi capitoli non fossero stati così accattivanti, la mia opinione sarebbe stata molto bassa. E così Celeste, ripeto, per me, ha acquistato dei punti sul suo carattere solitamente isterico.
Le peculiarità di questa donna mi hanno ricordato un altro personaggio di un libro che non ho amato (Trent'anni e li dimostro, vedi qui), ma che ha invece riscontrato successo, ecco perché la mia diffidenza nei confronti della protagonista, ma per fortuna la storia si è evoluta in modo da poter essere diventata più piacevole.







COME INIZIA IL ROMANZO...
Capitolo 1
Nemmeno le campane della chiesa di San Fermo Maggiore riescono a tenermi sveglia. Reprimo a fatica uno sbadiglio mentre mi stropiccio gli occhi stanchi e arrossati. Sono le nove passate e a quest'ora dovrei cenare, preferibilmente indossando pigiama e pantofole. Il solo pensiero mi fa sbadigliare di nuovo: ho sonno, ho fame e sono davvero stanca di 
aspettare.
Il parroco mi rivolge un'occhiata rassegnata da dietro la scrivania e scuote appena la testa.
«Celeste» cantilena «tuo fratello e il suo testimone sono in ritardo di quasi mezz'ora.»
«Lo so, Don Carlo.» mi volto verso la mia futura cognata che, per l'ennesima volta, tenta di rintracciare Alessandro al cellulare «Porti pazienza, la prego. Mia mamma le preparerà la torta di mele domani, giusto per scusarci.»
«Se tua madre mi portasse una torta per ogni pasticcio che combina quel ragazzo, a quest'ora avrei il diabete.» rimbrotta lui.
Mi sistemo a disagio sulla sedia che scricchiola rumorosamente. Temo che il mio tentativo di mediazione sia in realtà un'istigazione al peccato di gola.
La stanza della sagrestia dove ci siamo dati appuntamento è piccola, fin troppo in effetti, e il profumo di cera calda impregna l'aria, mescolandosi all'aroma dell'amarissimo caffè che abbiamo trangugiato durante la lunga attesa. Dalla finestra sbircio il Ponte delle Navi, quello che fu lo storico porto della nostra bella Verona ai tempi di Giulietta e Romeo. È affollato di turisti a passeggio, intenti a scattare foto del panorama, e automobilisti alla disperata ricerca di un parcheggio a pochi passi dal centro.
«Ale sta arrivando.» ci assicura Veronica annuendo esageratamente.
Don Carlo solleva le sopracciglia in un'espressione scettica e inizia a sfogliare, senza molta convinzione, le scartoffie davanti a lui.
«Non ti preoccupare.» bisbiglio stringendole la mano che sta sfregando nervosamente sui jeans.
Un timido sorriso le incurva appena le labbra carnose, velate di lucidalabbra rosato.
Fatico ancora a credere che un impiastro come mio fratello stia per sposare una ragazza così in gamba. A essere sincera, sono molte le cose di cui, al momento, non riesco a capacitarmi. Ho sempre pensato che, in fondo, non fosse raro avere due figli con caratteri tanto differenti da sembrare uno la nemesi dell'altro. Può capitare. Ci può essere la figlia quasi perfetta, brava negli studi, diligente e assennata, con una relazione sentimentale stabile. Quella per la quale i genitori non hanno mai trascorso una notte insonne. Ecco, 
quella sono io, modestamente. Poi, per un capriccio del karma, giusto per compensare l'eccessiva tranquillità, c'è il figlio minore. Il maschietto tanto desiderato, viziato e coccolato, che si trasforma in un ragazzino pestifero e infine in un teppistello che
terrorizza le vecchiette del paese con tatuaggi e piercing, oltretutto fasulli, dato che ha il terrore degli aghi. A volte, però, la vita ci riserva strane sorprese, così la situazione si trova all'improvviso ribaltata. Il fratellino cresce, conosce una ragazza abbastanza tosta da metterlo in riga, e si sposa. La figlia perfetta, nel frattempo, si scopre single, tradita dal fidanzato che all'improvviso avverte il bisogno di provare “nuove esperienze”. A questa figlia-fidanzata, non più perfetta, viene il dubbio che possa c'entrare, forse - ma proprio forse - la di lui collega ventenne, bionda naturale, magra-ma-formosa, tuttavia, in fin dei conti poco importa. Il nocciolo della situazione non cambia: a trentatré anni, io, la figlia modello con un futuro che sembrava ormai scritto con inchiostro indelebile, mi ritrovo a fare da testimone alle nozze del mio fratellino e ad essere terribilmente, inesorabilmente, improvvisamente zitella . 
*****
DA LEGGERE DI GIULIA RIZZI

UN AMORE FIRMATO LOUBOUTIN (Rizzoli, solo ebook)
Rebecca ha trent’anni suonati, vive ancora a Verona nell’appartamento che condivide con le amiche fin dai tempi dell’università, e si barcamena fra un lavoro poco redditizio e la passione per la scrittura. È una donna indipendente e non ha alcun bisogno di un uomo, soprattutto ora che il sogno di una vita è incredibilmente vicino e la possibilità di pubblicare il suo romanzo si fa sempre più concreta. Rebecca è talmente convinta delle proprie idee che è pronta a dichiararle alla trasmissione televisiva alla quale è stata invitata per presentare il suo Lit-blog “Lib(e)raMente”. Ha tutto sotto controllo: domande concordate e risposte accattivanti, essenza di fiori di Bach e scarpe griffate tacco dodici. Il destino, però, decide di metterla alla prova, facendo finire le sue Louboutin, dalla suola rossa fiammante, dritte nelle mani di Leonardo Davies. Per fortuna Reby è una tipa tosta, immune allo sguardo magnetico e al sorriso disarmante del bel modello inglese.. oppure no? Fra sketch tragicomici e odissee familiari, una commedia romantica che fa sorridere e sognare, ma con i tacchi ben radicati a terra. Ti interessa questo libro? Lo puoi trovare QUI.

L'AUTRICE
Giulia Rizzi, classe '84, vive in un bel paesino in provincia di Verona. Laureata in Scienze dell'educazione e specializzata in Pedagogia, lavora da anni nel campo dell'istruzione e della prima infanzia. Lettrice compulsiva, aspirante scrittrice e gattofila per vocazione, non esce mai senza avere carta e penna nella borsa. Ha esordito nel 2014 con un romanzo fantasy per poi cedere al romanticismo delle favole moderne. 

VISITA LA SUA PAGINA FACEBOOK:


TI PIACEREBBE LEGGERE BOOK LOVERS? L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI? PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE.
Grazie se condividerai il link di questa recensione sulle tue pagine social.



Nessun commento:

Posta un commento

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!