ASPETTANDO "IL LEONE DI ROMA" - Chi sono Massimo Valerio Messalla e Giulia Lenate?

ATTENZIONE GIVEAWAY! FRA CHI LASCERA' UN COMMENTO A QUESTA PRESENTAZIONE E ALLE ALTRE CHE SEGUIRANNO SUL BLOG FINO AL 26 SETTEMBRE, SARANNO ESTRATTE DUE COPIE CARTACEE DI QUESTO ROMANZO CON DEDICA DELL'AUTRICE.

A - 4 GIORNI DALL'USCITA DE 
"IL LEONE DI ROMA" VEDIAMO   CHI SONO I SUOI PROTAGONISTI 

CARTA DI IDENTITA' DI MASSIMO VALERIO MESSALLA

Nome completo: Massimo Lucio Valerio Messalla
Nato: a Roma il 1 agosto del 20 d.C., giorno della festa di Marte Ultore, lo stesso giorno di nascita dell’imperatore Claudio
Gens: Valeria
Padre: Gaio Valerio Messalla - Madre: Lucia Aurelia
Capelli: neri, occhi azzurri
Segni particolari: una cicatrice sulla guancia sinistra
Colore preferito: giallo
Metallo: quello del suo gladio
Portafortuna: un sesterzio d’argento
Ascendente: scorpione


Nato a mezzogiorno in punto il 1 agosto in una villa sul Celio nel momento più caldo dell’estate, quando il sole elargisce a piene mani il suo calore e la spinta vitale. In lui coesistono forza, coraggio, generosità. 
Magnanimo, espansivo, con un’apparente sicurezza che in realtà non corrisponde alla sua realtà interiore, più ostentata che vissuta. Possiede una natura indipendente, dice sempre quello che pensa anche se, nel farlo, può tradire una certa condiscendenza e superiorità. Ma in lui anche la superiorità è un pregio: gli consente di restare fermo, deciso, poco influenzabile. 
Fin dalla fanciullezza ha dimostrato una propensione alla filosofia, ha studiato retorica e diritto, è entrato a otto anni nel collegio dei Salii, uno dei collegi sacerdotali più importanti di Roma dedicato al Dio Marte. Si racconta che un giorno ognuno dei piccoli sacerdoti avesse lanciato, durante un rito, una ghirlanda di fiori sull'ara di Marte: solo la sua si posò sul capo del dio, le altre finirono a terra.
A quindici anni assume la toga virile e si fidanza con Domizia, il suo grande amore.
È un uomo dotato di una forte carica seduttiva, è conscio del potere della propria bellezza ma non la usa mai come arma o per sfruttare. Conquista con un mix di inestricabile fascino interiore ed esteriore. Brillante, carismatico, provocatore; dotato di un’intelligenza spiccata e di memoria eidetica, è nato per brillare in qualsiasi campo venga messo alla prova. Possiede un cuore generoso e la consapevolezza del proprio valore, sa di appartenere a una stirpe di uomini gloriosi, è cosciente della natura divina racchiusa in sé e in ogni essere umano.
Marte è il suo protettore e lui è altrettanto volitivo, la fiamma del suo coraggio arde vivace, è impulsivo, passionale e istintivo ma nel fondo del suo cuore è tenero, fedele e ama profondamente, tanto che pensa di averlo fatto una sola volta nella vita. 
Corre dei rischi, la sua vitalità viene dall’istinto e dal coraggio. L’istinto non è guidato dall’intelletto e il coraggio viene dalla sua generosità e dal fuoco che arde in lui. Non gli importa di correre dei rischi e la vitalità lo spinge ad accelerare i tempi, a “bruciare” le tappe. Ma in lui c’è anche un lato riflessivo, meditativo anche se il suo segno zodiacale è quello del comando: assume le proprie responsabilità ed è un punto di riferimento per i suoi
legionari. 
Ama il giorno, il sole, la luce, ma la notte è sua sorella e considera le stelle compagne inseparabili della sua esistenza. Profondamente legato alla famiglia, a causa dal forte rispetto che ha verso i valori tradizionali, Roma e i genitori, soprattutto il padre, visto che ha perso la madre in giovane età. Il rapporto con Gaio Valerio, anche se un tempo è stato conflittuale, ora è improntato su basi solide poiché ne rispetta l’autorità.
Dentro di sé dice: “Io amo per sempre” e quel sentimento è legato indissolubilmente alla sessualità, a causa della forte carica vitale che palpita in lui. È un esteta, guarda alla bellezza e all’eleganza in ogni campo. È fedele: una volta fatta la sua scelta, vivrà con la persona che ama e con lei crescerà i suoi figli, desiderati, curati, protetti.


CARTA DI IDENTITA' DI OTTAVIA LENATE
Nome completo: Ottavia Lenate
Nata: a Roma il 19 febbraio del 32 d.C.,
Gens: Ottavia
Padre: Manlio Ottavio Lenate - Madre: Sergia Lenate appartenente alla gens Sergia, ha un fratello Lucio Ottavio Lenate
Capelli: Castani con riflessi rossastri, occhi grigi
Segni particolari: nessuno
Colore preferito: azzurro, come le cinque acquemarine del bracciale di sua madre
Metallo: oro
Portafortuna: un sesterzio d’argento
Ascendente: Vergine


Il segno degli ideali umanitari, della fratellanza. Gli acquari cercano sempre di migliorare la vita di chiunque, Ottavia non sarà da meno. Il suo potere proviene dall'intelletto, talvolta è distaccata, impersonale, ma crede nella giustizia e nelle tradizioni. Ha un grande bisogno di libertà, non le piace sottostare alle regole anche se, avendo un profondo senso di rispetto verso gli avi e l’autorità del pater familias, rispetterà sempre le leggi di Roma.
È estremamente intelligente, analitica, curiosa. Le sue doti intellettuali potrebbero fare di lei uno scienziato, se non fosse nata donna. Le piace imparare e apprende facilmente, al contrario del fratello che però non l’ha mai contrastata. È affidabile, precisa, pronta a dare consigli con realismo e buon senso chiunque glielo chieda.
Ottavia, nella sua semplicità, è eccentrica, sorprendente, passionale ma grazie al suo ascendente, la Vergine, è introversa e riflessiva. Ama il blu, il colore del cielo e delle pietre che indossa, il bracciale appartenuto alla madre morta nel darla alla luce. Il colore rappresenta la spiritualità del suo segno. Ama studiare le stelle, è interessata ai miti antichi e solo in apparenza è timida e remissiva: in realtà è una ribelle, capace di porsi spesso mete al di là della sua portata. Per questo affronta il quotidiano con una vena innovativa, idealista. È conscia della realtà, considera le cose che accadono con certo distacco e questo le dà la possibilità di valutare con spirito critico qualsiasi avvenimento.
Il suo ragionamento, di solito, si poggia su basi concrete e in lei processi mentali ed emotivi
s'intrecciano strettamente. Ciò la porta spesso a rimanere sola, a essere incompresa dalla famiglia. Ama la precisione, la matematica, ha ottime doti tecniche, è una perfezionista che sa stare da sola e trovare in se stessa la forza per resistere alle avversità. Padre e fratello hanno sempre pensato a lei come a una fanciulla un po’ troppo originale, per questo l’hanno tenuta a freno in tutti i modi, senza concederle quella libertà che per Ottavia è l’esigenza primaria per vivere appieno la sua vita.
Quando non si sente amata e compresa soffre molto, ma in ogni caso, anche nelle avversità, è capace di trovare la risolutezza per andare avanti perché il passato le serve come esperienza di vita. Il suo temperamento la spinge a desiderare di dominare i sensi e l'erotismo; quest'ultimo ha uno sfondo cerebrale, un atteggiamento quasi distaccato o riservato ma quando scoprirà l’amore, sarà capace di profondi sentimenti. Non accetta tradimenti da parte di chi la ama o la delude, può tenere il broncio per molto tempo.
Ottavia non è gelosa, questo sentimento è vissuto come una costrizione assoluta alla propria e altrui libertà ma lei stessa è gelosa, anche se vorrebbe morire piuttosto che ammetterlo; l’amicizia non la concede a tutti, le sue amicizie sono rare e molto ponderate, sentite. In certi casi dimostra un distacco che sembra anche disprezzo assoluto per le opinioni degli altri, un'indifferenza che a volte può essere scambiata per alterigia, ma è solo apparenza, dovuta alla sua interiorità.
Al buon senso della Vergine abbina la capacità tipica dell’acquario di andare oltre le regole, per trovare soluzioni inedite: un mix vincente in tantissime situazioni, che nella sua vita imparerà a sfruttare appieno. È piena di interessi, adora viaggiare e scoprire il mondo, non può fare a meno della lettura e sarà proprio quest'ultima a farle scoprire l'amore...

* Elaborazione grafica immagini di Luisa Elizabeth Bennet
****

LEGGI  UN NUOVO ESTRATTO DAL ROMANZO...
Uscite le schiave che l’avevano aiutata a spogliarsi, Ottavia sedette sul letto abbracciandosi le ginocchia.Sulle pareti una serie di affreschi ritraeva divinità ed eroi. Ercole dal pene eretto, la regina delle Amazzoni coi seni nudi e l’elmo da centurione, Danae bagnata dalla pioggia d’oro di Giove, Cadmo e Armonia, così inseparabili da trasformarsi in serpenti. Marte, accanto a Rhea Silvia, che stringeva a sé i gemelli fondatori di Roma.
L’arte erotica le aveva insegnato molto tra le pareti di casa sua. Aveva studiato le figure nude con scrupolosa attenzione, perché era vergine e non aveva mai avuto riscontri nella realtà.La logica voleva che consumassero il matrimonio quella notte, ma lei era ancora sola, il sole era tramontato, il cielo era blu e una falce di luna sostava sopra ai cipressi.Si avvicinò al tavolino e, con qualche colpetto, sistemò in file ordinate i fermagli e i vasetti degli unguenti. Centrò le gambe della sedia sulle piastrelle di marmo quadrate e mise in sequenza le palline dell’abaco a lapilli, uno dei pochi oggetti che aveva portato con sé.
Infine aprì le tende in modo simmetrico.
Il giardino era in piena fioritura, mancavano viole e ranuncoli e decise che avrebbe fatto piantare cespugli di rose lungo il sentiero. Intenta a immaginare il futuro, il presente la fece sussultare.
Colpi alla porta decisi e, prima che potesse rispondere, lui entrò. Indossava una tunica corta e, cosa insolita, aveva i piedi nudi. Nella tenue luce restò ipnotizzata quando avanzò verso di lei.«È buio» disse suo marito, la voce pervasa da un indefinibile fascino. Afferrò una lanterna e con la sua fiammella accese tutte le altre, sparse nella stanza. «Come stai?» le domandò.«Bene» rispose, anche se il cuore le batteva molto più in alto del solito. Doveva essere rispettosa o docile? Di certo non avrebbe taciuto, per troppo tempo aveva dovuto nascondere la propria natura e ciò che aveva nel cuore. «Ti muovi sempre con la stessa circospezione di un gatto.»Messalla le si avvicinò. Era così grande, imponente, e in quel momento il colore delle sue iridi le parve indefinibile, così come l’espressione che gli arricciò la cicatrice e scavò una fossetta nella guancia.«È un complimento?» le chiese.«Mi piacciono i gatti.»Era un sorriso, adesso ne era certa.
«Come al grande Ottaviano?»«“La mia gatta dal pelo lungo e dagli occhi gialli, la più intima anima della mia vecchiaia”» recitò lei con voce pacata.«“È mia pari come pari agli dèi, non mi teme e non se la prende con me”. Hai letto le Res Gestae dell’imperatore?»«Sì. Ritieni che una donna non debba farlo?» gli chiese.«Forse un giorno ne discuteremo insieme, ma non questa notte. Ti piacciono i leoni?»«Non li ho mai visti da vicino, non sono mai stata al Circo.»«Vorresti vederne uno?»In quel momento si udì bussare.«Avanti» disse suo marito, ed entrarono alcuni schiavi portando asciugamani di lino, alcuni dolcetti e una brocca di vino allungato con acqua.
La guardò.«Domattina partirò molto presto, gradisci qualcosa?» E indicò agli schiavi il giardino. Sotto i cipressi erano comparse due panche e un tavolo. La spinse con delicatezza all’esterno.«Io non mi sono mai seduta a tavola insieme a mio padre e mio fratello» obiettò lei, intimidita.Lui sollevò un sopracciglio.«Lo farai con tuo marito, allora.»

*****

GUARDA IL BOOK TRAILER 


PPRENOTA LA TUA COPIA DEL LIBRO



VI DIAMO APPUNTAMENTO A MARTEDI' 26 SETTEMBRE, GIORNO DI USCITA DE IL LEONE DI ROMA, PER UN NUOVO POST SU ALTRI DUE PERSONAGGI DEL ROMANZO E UN ALTRO ESTRATTO.
NON MANCATE!

25 commenti:

  1. Sono sempre più affascinata da questi due personaggi così interessanti e intriganti.
    Spero di vincere il giveaway, se non altro per avere la dedica dell'autrice.

    RispondiElimina
  2. Personaggi fantaatici!!! Anche questo libro sarà un grande successo!

    RispondiElimina
  3. No, vabbhè! Amo Massalla l ho già detto, lo ammiro un sacco! Poi gli uomini bruni con gli occhi chiari son i miei favorito e abbiamo il colore preferito in comune! *^+ Mi rispecchio molto in Ottavia, forse per i capelli rossastri, o il segno d acqua! Mi attirano entrambi *^* attendo con trepidazione il 26! 😍

    RispondiElimina
  4. "Io amo per sempre.", un eroe romantico non poteva descriversi meglio. E Ottavia... è proprio come la immagino. Adesso aspetto con ansia il prossimo estratto. Ritroveremo Raganhar, ci sarà vero?

    RispondiElimina
  5. Li amo!!!!!!!!!!!! bellissimo estratto!! 😍😍😍😍😍 non vedo l'ora di avere il libro tra le mani!! 😍😍😍😍

    RispondiElimina
  6. I personaggi di Adele sono sempre così ben caratterizzati, carismatici e unici!😍 Massimo e Ottavia non sono da meno e sono certa che ci sorprenderanno.
    Dopo questo estratto aspetto con ansia che arrivi martedì!

    RispondiElimina
  7. Adooooroooo,due personaggi carismatici che ti fanno sognare e rivivere in luoghi e mondi antichi.
    Bellissimo aspetto con impazienza l'uscita del libro <3

    RispondiElimina
  8. Mi sto preparando ....nel wend ho in programma di rileggere i precedenti per entrare nell'atmosfera e che da lunedì nessuno mi disturbi !!!!

    RispondiElimina
  9. Quanto mi sei mancata Adele.

    RispondiElimina
  10. Per fortuna manca poco all' uscita! Ottavia è super, la sua sete di conoscenza la renderà un'adorabile ribelle e Messalla non potrà far altro che innamorarsene perdutamente😍

    RispondiElimina
  11. Frascati patrizia22/09/17, 13:58

    Fantastica Adele Vieri Castellano,crea dei personaggi unici ed affascinanti elargendo pillole di storia e molto sentimento. Brava,brava,brava

    RispondiElimina
  12. Questa attesa mi logora!!! Ho già detto a marito e figlia che da martedì 26 non ci sono x nessuno....non so bene come farò a lavorare senza distrarmi!!!
    A presto

    RispondiElimina
  13. Questa attesa mi logora!!! Ho già detto a marito e figlia che da martedì 26 non ci sono x nessuno....non so bene come farò a lavorare senza distrarmi!!!
    A presto

    RispondiElimina
  14. ah però Massimo Lucio Valerio secondo me darà tantissime soddisfazioni! Bei personaggi!
    Luigi Dinardo

    RispondiElimina
  15. Non vedo l'ora di poterli conoscere... Massimo ed Ottavia sembrano così perfetti l'uno per l'altra!
    nicolettamarasca88@gmail.com

    RispondiElimina
  16. Una storia veramente affascinante. Vi ringrazio per il bel lavoro che state facendo per presentare al meglio questa opera con i suoi "eroi. Mi convinco sempre più che scrivere avventure di carattere storico, seppure di fantasia, richieda una preparazione non indifferente.

    RispondiElimina
  17. Bellissimi estratti e non da meno il book trailer,siete state bravissime grazie per queste anticipazioni...ho amato Massimo Valerio Messalla gia in "cuore nemico"speravo proprio in una sua storia e spero tanto Adele che oltre a scrivere altri storici ambientati in epoche diverse Tu abbia intenzione e ispirazione di continuare ha scrivere anche dei miei amati Romani...libro prenotato da tempo attendo che esca e mi arrivi a casa non sto più nella pelle!!!Grazie!!! Grandissima Adele!!!:-)

    RispondiElimina
  18. Bellissimo! Aspettavo con ansia la sua uscita, e ora è arrivato.
    Grazie.

    RispondiElimina
  19. Nel modo più assoluto non vedo l'ora di tornare a immergermi nelle magnifiche atmosfere di questa serie 😍

    RispondiElimina
  20. Ho amato Messalla fin dalla sua prima apparizione in Cuore nemico e quando ho saputo che ci sarebbe stato un libro con lui protagonista ne sono stata felicissima infatti non vedo l' ora di leggerlo! Amo già questi due protagonisti, sono caratterizzati alla perfezione e ho amato i due estratti, uno più bello dell' altro. Ottavia già l' adoro, si vede che sarà una protagonista forte ma nel contempo dolce, una donna intelligente che prevedo ha alcune sofferenze alle spalle, una donna di sicuro in gamba per riuscire a far innamorare uno come Messalla che non deve essere una cosa così facile. Lui bhe penso sia impossibile non amarlo, forte, carismatico e benché sia stato costretto a sposarsi si dimostra molto protettivo e premuroso nei confronti di Ottavia e nel primo estratto si evince anche come lui cominci ad essere attratto da lei. Prevedo una bella coppia che farà parecchie scintille!

    RispondiElimina
  21. Di questa serie mi manca ancora da leggere 49 D.C., devo rimediare al più presto!😄
    Sia dall'estratto che dal bellissimo book trailer si deduce che anche questa volta Adele conferma la sua innegabile bravura.Partecipo molto volentieri al giveaway, mi piacerebbe tanto poter avere un suo libro autografato!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. P.s. Mi correggo. Il penultimo della serie è 46 D.C., non 49 😄

      Elimina
  22. La serie l'ho letta tutta, e anche questa coppia mi intriga molto!
    Poi adele è bravissima a far innamorare le sue lettrici dei suoi personaggi *_*

    RispondiElimina
  23. Massimo mi ha tolto le parole di bocca.. ho un vorticare nella testa..per cui mi astengo da dire altro *______*

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!