IL ROMANCE STORICO E' DAVVERO DIVENTATO LA CENERENTOLA DEL ROMANCE?

SE SI CONSIDERANO I TITOLI PROPOSTI OGNI MESE DALLE NOSTRE CASE EDITRICI, IL ROMANCE STORICO SEMBRA ESSERE AL MOMENTO UNO DEI GENERI MENO GETTONATI... EPPURE, FINO A QUALCHE ANNO FA, IL ROMANZO ROSA IN ITALIA ERA SEMPRE SINONIMO DI ROMANZO STORICO ( O DI CONTEMPORANEO BREVE STILE HARMONY). I CONTEMPORANEI LUNGHI, CHE LE SCRITTRICI AMERICANE PUBBLICAVANO CON GRANDI SUCCESSI DI VENDITA, RARAMENTE RIUSCIVANO AD ATTRAVERSARE L'OCEANO E AD ARRIVARE SUI NOSTRI LIDI... 

Un esempio fra tutti,  Il gioco della seduzione (It Had To Be You) primo libro contemporaneo di Susan Elizabeth Phillips ad essere tradotto in Italia da Leggereditore (grazie anche alle richieste di alcuni blog, fra cui il nostro) è arrivato da noi solo nel 2012, dopo oltre vent'anni dall'uscita americana. E potrei fare molti altri esempi di bei libri poco considerati a causa della 'fissa italiana' per i romance storici, fissa a cui Mondadori e Harmony/Harlequin rispondevano ogni mese con un bel 'carico' di titoli. Oggi la situazione si è ribaltata e sono i contemporanei a reggere lo scettro di 'preferiti dalle lettrici' e più pubblicati, mentre gli storici hanno suito una contrazione in numero di titoli in uscita piuttosto evidente. 

Sarà per questo che le CE non li pubblicano quasi più, che pubblicano continuamente le stesse autrici considerate 'sicure'e che non danno più spazio alle autrici italiane?... Perchè le lettrici oggi preferiscono altri generi? 
Mah, permettetemi di dubitarne, anche alla luce dei risultati del nostro sondaggio estivo in cui abbiamo chiesto alle nostre lettrici quali generi romance mettessero in valigia o nell'ereader prima di partire per le vacanze (vedi sotto).
Su 480 voti ricevuti, risulta infatti chiaro che è il genere storico ad essere quello più spesso indicato dalle nostre lettrici. D'accordo, LMBR non può pretendere di fotografare esattamente un bacino che centinaia di migliaia se non milioni di lettrici, ma nel nostro piccolo (le pagine lette del nostro blog ogni giorno sono comunque più di tre mila, e oltre novantacinquemila nell'ultimo mese, stando a dati Blogger) siamo felici di constatare che chi frequenta questo blog continua ad amare anche le storie romantiche ambientate in altre epoche. Buoni, poi, i piazzamenti dei generi erotico e contemporaneo (qui nessuna novità), mentre quello paranormale non pare  più essere tra i preferiti (forse perchè le nostre CE hanno smesso di pubblicare anche i paranormal?) Ci saremmo aspettate più voti anche per il New Adult (genere del momento), a cui invece le lettrici  hanno mostrato di preferire, oltre ai generi appena citati,  l' M/M .



Il risultati del nostro sondaggio estivo ci hanno lasciato piacevolmente sorprese, non immaginavamo tanti voti per lo storico e ne siamo felicissime. Speriamo che il trend del momento sia solo una moda e che lo storico possa riacquistare in termini di pubblicazioni il posto che merita. A meno che non si legga in lingua originale, infatti, l'offerta del nostro mercato per quanto riguarda i romance storici si riduce alle uscite mensili delle collane dei Romanzi Mondadori (che vedono al loro interno anche romanzi contemporanei  e hanno di recente molto ridotto il numero dei titoli pubblicati) e delle collane storiche Harmony/Harper Collins e di qualche sporadica edizione Leggereditore (che sembra ormai aver dimenticato gli storici), Newton Compton e poco altro. Ci sono poi i romance autopubblicati, fra i quali, in ogni caso, gli storici sono una minoranza.
 A ben guardare, forse non dovremmo stupirci più di tanto che lo storico abbia meno seguito in un periodo in cui sono soprattutto le storie scritte in prima persona, con strutture narrative semplicissime a fare la parte del leone in libreria. Scrivere uno storico decente  implica infatti molto più impegno. Mi è capitato di leggere alcune autrici che pensano che basti dare a un personaggio un titolo nobiliare e alla storia un setting inglese per trasformare magicamente il loro libro in uno historical con tutti i crismi. Niente di più lontano dalla verità. Chi non ha voglia di passare una lunga parte del tempo dedicato alla stesura del romanzo a fare ricerca, difficilmente riuscirà a scrivere un storico discreto, a mio parere. Sarà  sempre solo un "contemporaneo mescherato da storico". 

Anche se ci sono storie contemporanee che pur nella loro semplicità sono deliziose da leggere, non si può evitare di notare che  il trend 'semplificatore' che ha caratterizzato un po' tutta la letteratura d'intrattenimento negli ultimi anni non poteva lasciare immune un genere letto e stra letto (in barba ai detrattori) come il romance. E a essere oneste, anche molti storici hanno risentito dei nuovi diktat dell'editoria, che vogliono storie decisamente più hot rispetto al passato, con più azione, più dialoghi e meno descrizioni. Pare, infatti, che la lettrice contemporanea "tipo" abbia un attention span piuttosto limitato che deve essere costantemente pungolato facendo, fra gli altri, ampio uso di scene erotiche anche a scapito della verità storica sui costumi sessuali dell'epoca descritta.
 Per nostra fortuna esistono gli ebook, le riedizioni cartacee, la possibilità di leggere, oggi storie meravigliose scritte qualche anno fa, che grazie alla tecnologia digitale non scompaiono dal mercato dopo il mese di pubblicazione, ma sono sempre a portata di clic, pronte a regalarci ore indimenticabili con storie che davvero valgono la pena di essere lette.


Morale della favola? La nostra passione per il romance storico è tutt'altro che dimenticata e nonostante l'offerta degli editori si sia dimezzata in questo ultimo periodo, il genere continua ad interessare e a essere letto  con grande piacere. Per il futuro LMBR si impegna a dedicargli sempre lo spazio che merita, indipendentemente dalle mode del momento.





****
LE TUE OPINIONI SONO IMPORTANTI PER NOI: PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE

I RISULTATI DEL SONDAGGIO RISPECCHIANO I TUOI GUSTI? PIACEREBBE ANCHE A TE CHE L'OFFERTA DI STORICI FOSSE MAGGIORE IN ITALIA, CHE SI PROPONESSERO NUOVE AUTRICI, CHE SI RIEDITASSERO CON MAGGIORE FREQUENZA BEI ROMANZI NON PIU' DISPONIBILI SUL MERCATO ITALIANO? 

SE NON LEGGI STORICI (PERCHE'?;-), SEI SODDISFATTA DELL'ATTUALE OFFERTA DI ROMANCE IN ITALIA? COSA VORRESTI POTER LEGGERE DI PIU'?
Grazie in anticipo a chi metterà il link a questo post sulle sue pagine social.


17 commenti:

  1. Grazie Francy per questo interessante articolo, molto ben scritto e puntuale. Ultimamente mi sto molto allontanando dai romance, a parte forse alcuni storici, ed esattamente per le ragioni che hai scritto tu. Siccome preferisco non leggere in lingua, perché non mi viene naturale e faccio fatica (e la lettura non può essere fatica per me...), tra quello che viene pubblicato in italiano la scelta si sta riducendo proprio all'osso. Non mi piacciono i NA, gli erotici, i M/M, i paranormal... e tra i contemporanei, siano romantic suspence o no, mi sono un po' stufata dei protagonisti e delle trame, sempre tutto uguale.
    Negli storici, che poi per me rimane sempre e solo 700 e 800 (non mi attira esplorare altre epoche), rimane il fascino per un'altro mondo e l'interesse storico, ma hai ragione, sempre più anche in questo campo l'accuratezza della ricerca viene sacrificata in nome del "mercato", ed ecco protagoniste impensabili per l'epoca, scene erotiche ficcate a forza in contesti incoerenti, insomma... anche le grandi di questo campo stanno cominciando a ripetersi! (Lisa Kleypas in testa... gli ultimi mi hanno delusa!)
    La mia sensazione dell'ultimo anno, diciamo, è che è sempre più difficile trovare belle cose da leggere in campo rosa!

    RispondiElimina
  2. Io ad agosto ho letto "L'amore di un rinnegato" "Avventura" della Quick ,"La donna del bandito" (tutti Euroclub comprati usati) la serie Bow Street Runners e l'Amore che viene della Kleypas quindi direi che io lo storico lo apprezzo ancora e lo leggo volentieri :-)
    Certo io ho il vantaggio di aver iniziato pochi anni fa perciò molti romanzi storici famosi non li ho ancora letti e poi scelgo solo quelli pubblicati in libreria sperando che siano edizioni integrali. Sono riuscita a comprare tutti gli Euroclub pubblicati negli anni quindi quando ho voglia di leggere uno storico devo solo prenderne uno dalla libreria. Preferisco non pensare a quando li avrò letti tutti, per fortuna leggo molto e di tutto.
    Non so voi ma io scelgo in base all'umore e poi leggo in fila almeno 3 o 4 romanzi dello stesso genere, adesso per esempio ho lasciato il rosa e sono nella fase dei gialli (che in effetti spesso hanno pure la storia d'amore).
    Mi piacerebbe che le case editrici invece di pubblicare a scaglioni libri uguali secondo quella che ritengono la moda del momento variassero un po', che ne so invece di pubblicare 15 YA 10 erotici e l'ennesimo rifacimento di Orgoglio e pregiudizio magari potrebbero inserire un romanzo di un genere diverso, uno solo ma scelto con cura e tradotto bene, potrebbero lanciarla una moda invece di seguirla.
    Mariateresa

    RispondiElimina
  3. Articolo davvero interessante, Francy! Io, come lettrice e come scrittrice, amo sia lo storico sia il contemporaneo. Però devo ammettere che ultimamente nello storico trovo pochi titoli veramente validi (molti sono addirittura seconde edizioni). Ho notato che nel sondaggio hanno ottenuto un buon punteggio anche i RS e mi fa piacere, perché è un altro genere che amo. Speriamo che gli editori tengano conto del parere di noi lettrici e ci regalino più storici e RS.

    RispondiElimina
  4. io ho votato per il contemporaneo, lo storico non lo gradisco molto. più che altro a non piacermi sono soprattutto lo storico più recente, con conti, duchi, e sangue blu che scorre a fiumi. non amo tutta questa rigidità nei comportamenti, nel modo di pensare, nel modo di agire. se proprio dovessi scegliere uno storico prediligerei periodi meno classisti. il mio grosso problema è che quando leggo in qualche modo tendo ad indentificarmi nei personaggi ed a farli miei e la cosa mi risulta molto difficile quando leggo uno storico,
    perchè la mentalità è decisamente diversa dalla mia.
    il genere paranormal non l'ho votato, ma non perchè non lo gradisca in termini generali, ma preferisco guardarlo in un film piuttosto che leggerlo. solitamente le trame di questi romanzi sono molto complesse, i nomi di fantasia spesso complicati e difficili da memorizzare e faccio fatica a seguire la storia perchè mi devo sempre fermare a fare mente locale su chi è chi, mentre nel film associo il nome al viso dell'attore e la cosa per me si semplifica. anche di M/M non leggo mai nulla (a parte i racconti di LMBR)
    nonostante io sia una accanita sostenitrice dei diritti degli omosessuali, ma per le stesse motivazioni che ho adotto per lo storico: le storie non le sento mie,
    perchè non mi rispecchio nella loro esperienza.

    RispondiElimina
  5. io amo i romance storici, con un'ambientazione ben definita, attendibile, che mescolano sapientemente fiction e realtà.
    E' il genere che preferisco ma leggo anche il contemporaneo e il paranormal.
    quello che snobbo maggiormente, a dire il vero, è l'erotico.
    insomma.. storico forever! :=)

    RispondiElimina
  6. Leggo i romance storici ormai da non so più quanto tempo e continuerò a farlo anche se la scelta ormai è sempre più limitata. Nel corso degli anni ho diversificato le letture affiancando allo storico anche i contemporanei e i paranormal anche se ultimamente scarseggiano anche questi! Però lo storico rimane sempre il mio primo amore....

    RispondiElimina
  7. Grande Francy!!! hai colpito nel segno sono d'accordo su quello che hai sritto io ho iniziato con lo storico poi sono passata un po' a tutti generi ma oramai da un po' di anni leggo solo storici e sono molto arrabbiata e delusa dal trattamento che dobbiamo subire noi lettrici da parte delle scelte delle CE che vanno dietro alle mode del momento proponendo sempre meno scelta di qualità e il quasi nulla in versione integrale insomma bisogna accontentarsi sempre la situazione e sempre peggio pensare che non tanto tempo fa era buona magari tornasse così...abbiamo tutte capito che come sempre contano le vendite ma se l'offerta è poca è naturale che non si acquisti come hai scritto a parte Mondadori ( che ha ridotto all'osso le pubblicazioni) Leggereditore oramai il nulla e dire che aveva iniziato bene la Harlequin che speravo fondendosi con l'Harper che pubblica tantissimi storici oltre oceano portasse più pubblicazioni (per ora rimasta invariata) almeno non la diminuisca..Comunque concludendo sono contenta che avete deciso di parlarne sempre di più così che serva a non dimenticarci e a ricordare che siamo in tante e meritiamo tantissime uscite e scelta come le lettrici fortunatissime all'estero...Sarà solo un sogno immaginare tale futuro?
    Grazieeee!!!

    RispondiElimina
  8. Articolo davvero interessante! Io leggo e scrivo romance storici e mi ha fatto davvero piacere leggere il risultato del vostro sondaggio. Lo storico è un genere che ha il suo seguito di fedelissime, nonostante i meccanismi dell'editoria! ^_^

    RispondiElimina
  9. Samanthalarossa14/09/16, 17:42

    Bellissimo risultato per il nostro sondaggio. Adoro lo storico, sono nata con storico, con quei bei libri edizione Euroclub, con il fiore e la fiamma della Woodwiss, con medievali drammatici è regency bellissimi.
    Ormai mi sono adattata a leggere di tutto spazio dal contemporaneo al suspense fino a MM e Poco NA.
    VORREI PROPRIO CHE LE CE CI ASCOLTASSERO!!! PIÙ VARIETÀ NELLE SCELTE E PIÙ QUALITÀ!
    Come il nostro motto: We fight for better Romance in Italy

    RispondiElimina
  10. maria masella14/09/16, 19:02

    Grazie per l'articolo molto interessante. Leggo volentieri storici, mi piace anche scriverli. Richiedono una documentazione accurata (forse mi piace scriverli per quel motivo?), ma mi danno un'emozione in più. Vorrei poterne pubblicare almeno uno ogni anno, invece no... Ogni due anni! E pensare che quando ho cominciato erano due all'anno. Più che mancare nuove autrici, manca la volontà di pubblicare quelle già collaudate (se italiane e che scrivono storie italiane!).

    RispondiElimina
  11. Leggo i romance storici ormai da non so più quanto tempo (iniziato a 10 anni con Delly) e continuerò a farlo perchè non mi piacciono i romanzi d'amore contemporanei. Oltre a questi leggo gialli.
    Fortunatamente con gli ebook ho una vasta scelta ad un prezzo più abbordabile, però mi piacerebbe avere in italiano i libri più recenti delle grandi scrittrici dello storico invece dobbiamo aspettare anni ed alcuni non vengono tradotti per niente. Leggere in inglese è più faticoso ^_^

    RispondiElimina
  12. Non e' filologicamente giusto mettere insieme i vari generi con l'mm, perche' ci sono mm paranormal, storici, new adult etc. Diciamo che nei sondaggi viene per comodita' inserito in questo modo perche' minoritario in termini di quantita' di produzioni editoriali e/o visibilita', purtroppo.

    RispondiElimina
  13. W lo storico. è il mio primo amore ma purtroppo con la penuria di buone uscite compro pochi libri selezionati. Per questo ho comprato qualche contemporaneo in più ma solo di autrici che a me piacciono come la Phillips la Higgins e la Gibson

    RispondiElimina
  14. Sono contenta di vedere ben piazzati i miei due generi preferiti tra quelli citati: lo storico e il contemporaneo (se ricordo bene ho anche votato). E' voce comune anche tra gli editori che ci sia una contrazione nella vendita degli storici, ma anche qui qual è la verità? Si vende meno perché c'è minore offerta o c'è mimore offerta perché si vende meno? A me piace molto leggere e scrivere anche il contemporaneo, meglio se brillante, lo trovo divertente e distensivo. Eppure non mi dà assolutamente la soddisfazione di uno storico, perché dietro un romanzo storico c'è un meraviglioso lavoro di ricostruzione (caratteri, paesaggi, edifici, sapori)che coinvolge molto sia chi scrive sia chi legge. E non vi dico quando si ha la fortuna di imbattersi in uno scoop storico!
    Ornella Albanese

    RispondiElimina
  15. Come anche voi avete fatto notare, anche se in libreria si vedono pochi historical romance, la Harper ne pubblica un bel po' in edicola, e alcuni sono dei veri e propri gioiellini. L'unico genere davvero penalizzato ultimamente in Italia è il paranormal. Anche se non è più il mio genere preferito, compro spesso anche i paranormal, e mi dispiace che questo genere sia diventato così boicottato. Spero in una ripresa.

    RispondiElimina
  16. Per me che sono una lettrice forte di saggi e di letteratura/ partecipo un gruppo di lettura la lettura del romance è diventata da circa vent'anni il mio momento di relax, al posto dei gialli ( che continuo a leggere solo se sono storici o
    scritti da scrittrici di romance come la nostra genovese Maria Masella ).Non ho votato per me esiste solo il romance,anche se nell'arco temporale che va dall'età della pietra Cfr.AUEL alla Belle Epoche si incontrano romanzi di tutti i tipi e generi. Abbiamo brave scrittrici italiane . come l'Albanese, ma la mia preferita in assoluto è Mary Balogh , la prima che ho letto in assoluto e che mi ha incantato.Certo più un romanzo storico ha a monte una buona ricerca storica più ti prende.Penso alla scrittrice che ha prodotto la serie delle duchesse che è un professore universitario di letteratura. Infine vorrei dire che non è vero che i romance diminuiscono, perchè sempre più spesso vengono prodotti romanzi ambientati in varie epoche penso tra gli ultimi letti ad una Carrozza per Winchester una biografia romanzata di Jane Austin ed una serie di romanzi su Caterina Sforza. Sarebbe opportuno che segnalaste anche quelle uscite che pur non rientrando tra le edizioni tradizionali come contenuti rientrano comunque nel romance

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Amalia, il tuo amore per Mary Balogh ci accomuna, però,anche se hai fatto benissimo a citarli, i libri che segnali come la biografia romanzata della Austen e i romanzi su Caterina Sforza anche se propongono storie d'amore non rientrano nel genere trattato dal nostro blog. La nstra nicchia d'interesse (perchè parlare di tutto quello che esce è impossibile) è il Romance, cioè il genere di fiction che tratta storie in cui si descrive la nascita e lo sviluppo di una storia d'amore che può finire o meno con un matrimonio ma che ha come conditio l'happy end. Le biografie, anche se romanzate, non rientrano nel genere, ecco perchè anche se ne escono di interessanti noi qui non le trattiamo, a meno che una blogger non ne legga una di cui vuole parlare e allora la trattiamo nella rubrica 'non solo romance', ma succede raramente, perchè già si fa fatica a trattare una buona parte dei libri romance che escono, la voglia c'è ma è il tempo che ci manca!

      Elimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!