MY DILEMMA IS YOU #1 di Cristina Chiperi (Leggereditore) -> Recensione

MY DILEMMA IS YOU
Autrice Christina Chiperi
Genere: Contemporaneo / Young Adult
Editore: Leggereditore (4 gennaio 2016), € 14,90
Parte di una serie: 1° Trilogia My Dilemma
Livello sensualità: Medio-basso
Disponibile in ebook? Si, 4,99 euro


TRAMA:  Cristina Evans ha sedici anni, vive a Los Angeles e frequenta il terzo anno dell'high school. Tra feste, amici e buoni voti, la sua è una vita perfetta. Finché la sua famiglia non decide di trasferirsi a Miami, e per Cris cambia tutto. Da un giorno all'altro viene catapultata in una nuova città e soprattutto in una nuova scuola. Nonostante senta la nostalgia di Los Angeles, riesce rapidamente ad ambientarsi e a stringere amicizia con gli studenti più popolari. Tutti la accolgono calorosamente... tutti tranne Cameron e la sua ragazza Susan, da subito ostili nei suoi confronti. E così, tra grandi e piccole difficoltà, Cris trova una nuova amica, Sam, e un nuovo amore, Matt. Ogni cosa sembra procedere nel migliore dei modi, ma come spesso accade nelle faccende di cuore, i giochi sono destinati a complicarsi. Col passare del tempo, Cameron e Cris comprendono che l'antipatia che provano l'uno per l'altra nasconde in realtà un sentimento ben diverso, e accettare e assecondare questa scoperta vuol dire mettere di nuovo tutto in discussione...


Andando all’università passo sempre davanti ad una vetrina piena di libri e spesso e volentieri, facendo quel tratto almeno un paio di volte al giorno, finisco per farmi convincere dalla copertina colorata di alcuni volumi. “My dilemma is you” è stato un azzardo, ero partita piena di preconcetti – e chi lo sa magari proprio per questo non sono riuscita ad apprezzarlo minimamente – e sono arrivata alla conclusione del libro scuotendo la testa. Trovo che sia stato, ancora una volta, un libro pubblicato per vendere cavalcando l’onda della popolarità di Wattpad senza preoccuparsi minimamente che fosse un buon libro, uno di quelli che ti viene voglia di rileggere tutta la vita. Trovo che un libro non abbia età o genere, non viene scritto per una generazione, è senza tempo. Questo libro è stato scritto per attirare ragazze che non vogliono leggere una storia ma fatti, fatti, fatti con protagonista qualche loro idolo. In effetti, il libro ha come protagonisti dei riflessi di qualche band musicale. E la trama? Non sta in piedi, scene al limite del surreale e alcune decisamente copiate da altri libri. L’ambientazione? Le poche descrizioni sono scialbe e meno che essenziali, sembra che nemmeno la scrittrice stessa abbia davanti a sé i luoghi di cui parla. I dialoghi? Mancano di contenuto spesso e volentieri.
Mi sono informata quindi sull’autrice. E’ una ragazza di diciassette anni, perciò tanto di cappello che si sia messa in gioco e abbia avuto la costanza e la determinazione di scrivere addirittura una trilogia della sua storia. Nel primo volume (non ho letto e non leggerò i successivi) mancano tanti must, a mio parere, di un buon libro, primi fra tutti la grammatica e l’intreccio. E la colpa, secondo me, ricade sulle case editrici che come troppo spesso accade da quando si sono aperti siti di scrittura online (vi ricordano qualcosa After o Non meriti un minuto in più del mio tempo?), non cercano il talento da far maturare e curare ma un pacchetto preconfezionato che ha già scalato le classifiche, fregandosene del target e della scrittura stessa. 
Detto ciò, se a tante lettrici è piaciuto deve esserci un motivo. Io, per ora, non l’ho trovato.









LA TRILOGIA MY DILEMMA
1. My dilemma is you  Vol.1 ( gennaio 2016)
2. My  My dilemma is you  Vol.2 (febbraio 2016)
3. My dilemma is you Vol.3 ( marzo 2016)

*****

NONOSTANTE L'OPINIONE DELLA NOSTRA JULIET, QUESTO LIBRO, E TUTTA LA TRILOGIA "MDIY", SONO DIVENTATI IN BREVE TEMPO UN VERO CASO EDITORIALE CHE HA COINVOLTO I LETTORI PIU' GIOVANI (E FORSE NON SOLO) E HA FATTO PARLARE ANCHE I GIORNALI NAZIONALI, VEDI QUI UN ARTICOLO DI REPUBBLICA.

*****
L'AUTRICE

Cristina Chiperi ha 16 anni. Un pomeriggio di agosto, mentre le amiche sono al mare,ascolta la canzone My dilemma di Selena Gomez e immagina una storia, che inizia subito a scrivere sul suo cellulare, caricandola sulla piattaforma Wattpad. Il risultato, dopo pochi, ma frenetici mesi di parole digitate, sono circa 8 milioni di clic.


VISITA LA SUA PAGINA FACEBOOK: 
https://www.facebook.com/cristina.chiperi.90?fref=ts



TI PIACEREBBE LEGGERE QUESTO LIBRO? L'HAI GIA' LETTO? HAI LETTO ANCHE GLI ALTRI LIBRI DELLA TRILOGIA? COSA NE PENSI? QUALI SONO LE RAGIONI DEL SUCCESSO DI QUESTO TIPO DI STORIE? PARTECIPA ALLA DISCUSSIONE.

15 commenti:

  1. Questa CE sta proponendo "libri"la cui qualità si abbassa sempre più.Punto

    RispondiElimina
  2. Non è assolutamente il mio genere a 50 anni non posso leggere i vaneggiamenti sgrammaticati di un'adolescente passo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No ahahahh ti assicuro che la penso come te, ho dodici anni, ma leggendo questo libro sono rimasta tipo ma : WTF?!
      Cioè, niente descrizioni, ma nemmeno dei personaggi, poi arriva il momento :
      CAM ESCE DALLA PISCINA E LA MAGLIETTA GLI SI ATTACCA AL PETTO RISALTANDO I SUOI PETTORALI.

      E tutte stanno tipo a dire : MIO DIO CHE BELLO o SCLERO.

      CIOÈ RAGA, FATE SCLERARE ANCHE ME DATO CHE NEMMENO HA DESCRITTO IL PERSONAGGIO AHAHAHAH IO SO SOLAMENTE CHE HA I PETTORALI SCOLPITI.

      Elimina
  3. Forse sono troppo 'vecchia' per apprezzare questo romanzo, ma non posso che concordare con la recensione in ogni sua singola frase. Purtroppo ormai sta diventando una questione di 'clic' online: ci si affida alla quantità e non più alla qualità per fare soldi...

    RispondiElimina
  4. "Mancano tanti must , per un buon libro, primi fra tutti la grammatica e l' intreccio... "Mi sembra che non ci sia altro da aggiungere. Spero solo che la leggereditore decida di ampliare le sue pubblicazioni ad un pubblico più adulto.

    RispondiElimina
  5. "Mancano tanti must , per un buon libro, primi fra tutti la grammatica e l' intreccio... "Mi sembra che non ci sia altro da aggiungere. Spero solo che la leggereditore decida di ampliare le sue pubblicazioni ad un pubblico più adulto.

    RispondiElimina
  6. i new adult ancora, ma gli Young Adult sono forse un po' troppo per me, che ormai sono negli anta. per carità se scritto bene e l'autrice è in grando di coinvolgermi li leggo volentieri, ma senz'altro non con queste premesse.
    se fosse un autopubblicato potrebbe anche starci (non hai alle spalle una struttura in grado di supportarti) ed è accettabile, si sa a cosa si può andare incontro consapevolmente, ma per un libro pubblicato da una CE la grammatica non può essere solo un'opinione. ci si aspetta e ci si deve aspettare molto di più. direi che l'autrice è giovane ed avrà il tempo per migliorarsi, se in grado di accettare le critiche e lavorare su se stessa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Isabella, sono proprio d'accordo sul fatto che un libro debba essere prima di tutto curato nell'uso della lingua, diamo un po' più di valore alla meravigliosa lingua che abbiamo!!
      Ti dirò, mi capita di girare Young Adult a mia madre se davvero mi hanno entusiasmata e lei li apprezza. Questo perché, secondo me, in Italia non si è mai definito bene cosa sia un libro Young Adult. In America è un libro per adolescenti, quindi dai 12 ai 16 anni (circa), ma molti dei libri che si traducono o si pubblicano in Italia finiscono in questo genere perché vende, senza curarsi magari della definizione concreta. Nasce così un genere con libri per ragazzi, libri buttati li per vendere e libri che sono per un pubblico più adulto (magari contengono un discreto numero di scene di sesso).

      Elimina
  7. Juliet complimenti. Hai espresso con elegante diplomazia lo stato attuale della pochezza editoriale dove un "libro" del genere le fa da padrone.
    Se penso a tutti i libri che potrebbero pubblicare ma che costano troppo in diritti d'autore e traduzione. Meglio investire nel nulla al minimo costo; un pò di pubblicità e il gioco è fatto. Le ragazzine in erba il cui unico punto di riferimento sono le band e le saghe alla twilight, trovano terreno fertile.
    Mi unisco alla speranza (ormai flebile) di Mel: speriamo che la Leggereditore si decida a pubblicare libri anche per un pubblico adulto. Candy Candy ho smesso di leggerla a nove anni

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi spiace ma la speranza è vana visto che la CE ha rispolverato la trilogia di valentina f. del...2007(stesso genere-stesso prezzo della chiperi.)

      Elimina
    2. Grazie Cristina, mi unisco anche io in questa speranza (vana a mio parere purtroppo)!
      Paola ti dirò, avevo 12 anni quando lessi la saga di Valentina F. e mi aveva appassionata tantissimo, come tante altre storie della saga Teen della Fanucci. Erano scritti abbastanza bene (sono andata a riguardarli prima di risponderti per esserne sicura) ma di sicuro si rifanno a un pubblico direi fino ai 15/16 anni. A differenza del libro qui sopra, avevano una struttura e una credibilità, dei personaggi realistici e perché no, discreta originalità alcuni. Sono libri per adolescenti, adesso non li apprezzerei come allora nonostante sia poco più grande, ed è normale ma mi sentirei di consigliarli alla mia cuginetta o alle ragazzine per una lettura leggera. Questo decisamente no.
      Per il prezzo è un'esagerazione su tutta la linea, secondo me.

      Elimina
    3. Grazie di avermi risposto.Ritengo che libri del passato,già usciti in commercio,potrebbero venderli a un prezzo inferiore come edizioni economiche.Si vuole far seguire la scia del momento.Questa è comunque una CE che mi ha molto delusa a cominciare dal numero di serie interrotte che registra.Ciao :)

      Elimina
  8. Mi chiedo perché questa casa editrice jon faccia una linea Teen/Young d9ve pubblicare queste storie

    RispondiElimina
  9. Sarebbe un'idea così tornerebbe forse a pubblicar ei libri che piacciono a noi!

    RispondiElimina
  10. Ciao,
    devo dire che non ho potuto fare a meno di ridere mentre leggevo questo libro (trovi la mia recensione qui) : l'ho trovato trash, squallido, scritto male e una raccolta di singoli episodi scollegati tra di loro per non parlare della trama che è tutta uguale e si ripete all'infinito.
    Nonostante ciò devo dire che c'è stato un massiccio lavoro di editing e alla fin fine si legge, perchè strappa le sue tre quattro risate, quindi diciamo che concordo con le tue due stelline.
    Bella recensione c:

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!