IL SALONE DI TORINO, VISIONI & LIBRI PER TUTTI di Adele Vieri Castellano

Lo sapevate? Il tema del Salone del Libro di Torino 2016( 12-16 maggio) era Visioni, un filo conduttore che ha voluto dare spazio a chi ha la capacità di guardare lontano. Le sfide impossibili del futuro basate non solo su progetti visionari ma anche sul patrimonio letterario, artistico e filosofico che costituisce la nostra identità culturale. Una congiunzione “stellare” tra cultura scientifica e umanistica.
Devo dire che quest’anno era particolarmente vivo e stimolante anche se, come al solito, c’era di tutto meno una panchina dove sedersi. Eh sì, quelle vanno a ruba come gli antipasti dello chef Canavacciuolo, alto e barbuto proprio come in TV. Devo confessarvelo: la fila dei suoi fans per accalappiarsi l’autografo mi ha fatto gola... averceli tutti quegli adepti culinari! Ma se cucinando amate ascoltare un po’ di musica o farvi quattro risate, avreste potuto contare sulla collaborazione di Roberto Vecchioni, Antonello Venditti, Ligabue e… Checco Zalone che nella Sala Gialla, la più grande del Salone, ha fatto over-booking e ha risposto alle domande dei seicento fortunati che sono riusciti a entrare.
Difficile superare lo sbarramento di Polizia e guardie del corpo di Matteo Salvini, che ha presentato il suo libro in uno stand con una decina di suoi sostenitori, visto che tutti gli altri erano tenuti severamente fuori dal cordone di Forze dell’Ordine. Se invece degli spunti culinari, melodici e comici preferivate qualcosa di più sostanzioso, come un salto in orbita intorno alla Terra, vi sarebbe bastato fare un volo gravitazionale per ascoltare la famosa astronauta Samantha Cristoforetti, che dissertava sulla scienza in compagnia del fisico Roberto Cingolani.
Un Salone con grandi nomi dello spettacolo, della politica, con tanti “vips”, dove si comprano e si scoprono libri e ci si perde negli stand delle CE preferite. Noi scrittori al Salone andiamo per tutto questo ma anche per molte altre cose, soprattutto per incontrare le lettrici, le amiche, le blogger, insomma tutte coloro che amano e leggono Romance.
Quest’anno il mio Salone è iniziato molto prima di aver varcato la soglia del Lingotto: con un selfie davanti alla fermata della metropolitana di Milano. Immortalate la sottoscritta, Monica Lombardi, Viviana Giorgi e Roberta Marasco, alias Mara Roberti, in arrivo fresca fresca dalla Spagna. Non vi svelo nulla delle chiacchiere del nostro viaggio, sappiate solo che, arrivata al Salone, ho sentito uno stranissimo, impellente, inevitabile bisogno di una mezza minerale fresca e frizzante. Chissà come mai... avrò forse chiacchierato troppo?
Per fortuna mi sono dissetata altrimenti, durante il panel organizzato dal Direttore Editoriale di EmmaBooks Maria Paola Romeo, non sarei riuscita a spiccicare parola. La Romeo, con la professionalità e il brio che la contraddistinguono, ha moderato l’incontro con autrici, blogger e lettrici dal titolo originale e azzeccatissimo, che è anche la “carta di identità” della casa editrice digitale.
Dove eravamo? Allo stand delle Librerie Coop. Il titolo del panel? Il Rosa che (non) ti aspetti, argomento su cui abbiamo discusso e riflettuto grazie agli spunti di una serie di domande proposte dalla Romeo ad alcuni blog: cos’è il Rosa oggi? Quali sono i generi che attirano di più in questo momento? Quale sarà il prossimo genere dominante?  Come si orientano le lettrici? Il self publishing in che modo sta cambiando il settore del Romance? Insomma, interrogativi che ci poniamo non soltanto noi professionisti ma sono sicura lo fate anche voi lettrici e blogger.
La discussione è stata stimolante e, aggiungerei, appassionata perché noi tutte amiamo il Romance ed è un amore senza condizioni. Eravamo così prese dal dibattito che quelli del panel successivo ci hanno guardate un po’ in cagnesco, visto che gli abbiamo rubato qualche prezioso minuto. Ma vi assicuro ne valeva la pena, del resto non capita tutti i giorni di incontrare tante “anime gemelle”.

Non più un rosa d'evasione ma, a quanto pare, “Cenerentola si rimbocca le maniche” e diventa una donna “vera” per le lettrici che leggono tanto, sempre e sono molto attive sui gruppi di Facebook e sui social dedicati alla lettura come Goodreads e aNobii. Le lettrici (e le autrici italiane aggiungerei io) hanno fatto passi da gigante e sanno quello che vogliono leggere, scrivere, scegliere e scartare e vanno sul sicuro su ciò che offre il mercato editoriale, anche grazie ai tanti blog di lettura, recensioni e ultime uscite gestiti da lettrici appassionate che dedicano alla lettura tempo e passione.
Ma come si conclude questo turbolento, frequentatissimo Salone del Libro 2016? Siamo in un periodo di profondi cambiamenti dovuti soprattutto alla realtà del self-publishing e diciamolo, una parte della “mutazione” è da imputare ad Amazon che, da poco diventato non solo rivenditore di libri ma anche CE, gioca la parte del leone per quel pubblico informatico che ha fatto dell’e-commerce il suo credo per lo shopping.
Il Salone chiude i battenti in un clima di generale soddisfazione, ha registrato diversi incontri sold out, compresi quelli di Margherita Buy e Nanni Moretti, impegnati in un reading delle pagine di Natalia Ginzburg. La qualità del pubblico “è stata buona, anzi ottima” ha dichiarato il direttore del Salone Ernesto Ferrero. E gli editori? Pare lo abbiano promosso a pieni voti, anche se la crisi dell’editoria è lungi dall’essere superata. Nel frattempo è uscito un articolo in cui si leggeva che il Romance, o il romanzo d’amore tout court, a quanto pare vende molto. Ma va? Sveglia CE italiane, noi lettrici di Romance la sappiamo lunga, cosa credete? Da domani comunque si comincerà a organizzare la trentesima edizione del Salone del libro di Torino, targato 2017. Speriamo in tante novità e che non si dimentichino le panchine…

Io, da parte mia, ho concluso la giornata di sabato chiacchierando con Mara Maionchi, ospite per un firma-copie dello stand di Baldini & Castoldi. Abbiamo dissertato sullo spacco vertiginoso dell’attrice americana Susan Sarandon, che lo ha esibito sul tappeto rosso del Festival di Cannes. La Maionchi donna eclettica, intelligente, dotata di un’ironia che sa strapparti ben più di una risata. Una donna che potrebbe davvero vestire i panni di un’eroina del Rosa, di quello che (non) ti aspetti!







GRAZIE ALLA CARA ADELE PER QUESTA BELLA CRONACA DAL SALONE DI TORINO 2016. CI SIETE STATE ANCHE VOI? COSA AVETE DA RACCONTARE? CHE STAND AVETE VISITATO? CHI AVETE INCONTRATO?
COME RISPONDERESTE ALLE DOMANDE DEL PANEL DI EMMA BOOKS?
Cos’è il Rosa oggi? Quali sono i generi che attirano di più in questo momento? Quale sarà il prossimo genere dominante?  Come si orientano le lettrici? Il self publishing in che modo sta cambiando il settore del Romance? 
PARTECIPATE ALLA DISCUSSIONE.

3 commenti:

  1. Grazie Adele per le novità! Grazie per averci portato un po' dentro l'evento.
    Emi

    RispondiElimina
  2. sembra di essere state lì con te! grazie

    RispondiElimina
  3. Questo Salone per me è stato il primo e sono rimasta molto soddisfatta e mi sono divertita molto. Io ho ovviato al problema panchine sedendomi per terra circondata dalle mille borse piene di libri, non male :P
    Ho incontrato ZeroCalcare, Saviano, Pennacchi e anche Corona, che tipo!! XD
    Buone letture!!

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!