Anteprima: LA TORMENTA di Adele Vieri Castellano - Novella di Natale

ADELE VIERI CASTELLANO HA DECISO DI FARE UN REGALO DI NATALE IN ANTICIPO A TUTTE LE SUE LETTRICI PUBBLICANDO IN EBOOK LA NOVELLA "LA TORMENTA" - GIA' DISPONIBILE IN TUTTI GLI STORE. VI RICORDA QUALCOSA QUESTO TITOLO? QUALCHE ANNO FA ERA UN BREVE RACCONTO SCRITTO PER QUESTO BLOG...ADESSO E' DIVENTATA UNA BELLA STORIA DI NATALE. NON PERDETELA!

Titolo: La Tormenta
Autore: Adele Vieri Castellano
Casa editrice: AVC Historiae - self-publishing
Genere: contemporaneo
Pagine: 135
Prezzo: euro 2,99
Formato: ebook - disponibile solo in ebook
Data di uscita: dicembre 2015
Ambientazione: Italia, Abruzzo
Livello di sensualità: medio-alto


TRAMA: Le montagne d’Abruzzo sono molto distanti da quelle del Colorado, ma è esattamente lì che vuole andare Lucas V. Forrester, proprietario di una catena di resort di lusso. Il suo obiettivo è restaurare il borgo da cui è partito il bisnonno, ai primi del ‘900, la sua speranza è quella di dimenticare l’incidente che gli ha cambiato la vita. Ma come sempre quest’ultima riserva sorprese inaspettate, soprattutto se ci si mette di mezzo una tormenta di neve che spazza via ciò che dell’amore e delle donne ha sempre pensato e quando la nevicata sarà finita, dovrà capire quanto può fidarsi dei propri sentimenti...

****
Lucas V. Forrester
Care Amiche de LMBR, come nasce una novella contemporanea? Per me è un divertissement, come dicono i francesi, un momento di divertimento e riflessione. Ora vi racconto come è nata La Tormenta, la mia prima novella natalizia, in uscita il 10 dicembre in self publishing su tutti gli Store. 
È ottobre, sto scrivendo il libro su Massimo Valerio Messalla, arrivata a pagina 55 o giù di lì, pur essendo abbastanza contenta, mi fermo per riflettere: qualcosa non va. Se il luogo, Alessandria d’Egitto, è descritto con efficacia, non vedo i personaggi, soprattutto non vedo Massimo. C’è, eppure non è lui. Parla, agisce, sorride, si arrabbia ma non è lui.

Silvia Emiliani
Cosa si fa in questo caso? Si butta via tutto, si ricomincia, si fa "brain storming" e, alla fine, le idee sono più chiare. Ho capito dove ho sbagliato. Colleghi scrittori, non abbiate paura di ricominciare, fa bene e poi che si fa? Si scrive qualcos’altro, magari breve come una novella contemporanea. Così è nata La Tormenta.



Un mese di ricreazione in attesa di tornare in Cyrenaica, con la legione di un certo tribuno laticlavio e in Egitto, con tutti gli altri personaggi che animeranno Roma 50 D. C. il Leone di Roma.
Ora conoscete il dietro le quinte, sapete perché è nata La Tormenta. Spero sia un bel regalo natalizio per voi, come lo è stato per me. Un regalo che spero vi faccia trascorrere qualche ora in un mondo fatto di neve e d'amore. Intanto io torno in Egitto. Finalmente ho ritrovato Massimo Valerio Messalla.



Adele V. Castellano

Leggi un estratto del libro...
Lucas V. Forrester era più seducente che bello, possedeva i tratti severi dell’uomo maturo, lo sguardo penetrante di chi ha visto e vissuto molto.Lei conosceva uomini ben più affascinanti di lui, i fratelli Mantero per esempio ma scoprì, costernata, che fino a quel momento lui non le aveva per davvero sorriso. Una lama le affondò nel cuore, senza ucciderla, senza spargimento di sangue, perché era solo una questione di alchimia e chimica. Doveva esserlo.«Allora dovresti sdraiarti sul divano, mentre metto a cuocere la pasta. O forse tornare a letto.»«No!» Silvia si stupì per prima del tono a metà tra panico e angoscia. «No, preferisco stare qui.» In quella stanza, da sola, sarebbe stata preda inerme dei ricordi, di un confronto inaspettato con la morte perché, in quel pomeriggio di neve e tempesta, l’aveva di nuovo sfiorata.

Forrester la studiò per qualche istante, poi tornò verso il piano della cucina e si versò un dito di vino bianco in un calice.
«Per te niente alcol stasera. Vuoi un altro tè? Una tisana?»
«Preferisco una tisana senza zucchero. Hai per caso quella al tiglio e camomilla, che mia sorella fa trovare in regalo ai suoi clienti?»«Tisana di Teresa in arrivo. Aggiungo un cucchiaio di miele, ti darà una sferzata di energia, ne hai bisogno.»Silvia scese i gradini diretta al divano, un po’ contrariata perché lui diceva solo cose sensate e lei non avrebbe avuto nessuna ragione di mostrarsi scortese o di contraddirlo.
Le posò una mano sulla schiena, come se la volesse sostenere e fu un contatto inaspettato, anche se con quelle mani le aveva ridato la vita. Durò troppo poco, perché dopo averla fatta sedere tornò subito verso i fornelli.«Spero tu sia coraggiosa nel riprogettare il borgo del bisnonno, tanto quanto lo sei stata nell’affrontare la tormenta.»«Se hai qui le mappe catastali, potrei già dargli un’occhiata.»«Non sono un tiranno. Ora devi riposare, ne riparleremo dopo Natale.»Silvia dedusse che non doveva avere una famiglia se aveva lasciato il Colorado durante le feste, poi cancellò quel pensiero inopportuno.
«Quanto ho dormito?» chiese cercando di orientarsi su un terreno neutro.«Ti sei appisolata verso le sei e mezzo. Dovresti dormire ancora un po’.»Erano quasi le 
nove e la tormenta non si era ancora placata.
«No, altrimenti stanotte non chiuderò occhio.»


Provò un briciolo di soddisfazione a contraddirlo. «Non sono mai stata una dormigliona.»Sprofondò tra i cuscini colorati.
C’era una coperta di pile ripiegata sul bracciolo, decorata con file di renne marroni, alternate a cristalli azzurri.
Pensando al vento e alla neve che turbinavano fuori, rabbrividì e se la drappeggiò addosso. Lui si avvicinò, un cucchiaio in mano.«Vuoi fare da cavia?»Silvia annusò; colore e consistenza erano invitanti.
«Scettica?» ancora quell’espressione severa, ma trovò la voce necessaria per rispondergli.«Incredula, piuttosto.»Portò il cucchiaio alle labbra e un’esplosione di sapori le fiorì sulla lingua, come essere circondata da filari di pomodori maturi, nello splendore di luglio. Ogni singola papilla fu stuzzicata: cipolla, aglio, un olio extravergine importante, pomodori rossi e dolci. Era un uomo, era americano, eppure quel sugo era divino.
Un tempo aveva amato cucinare, da quando lavorava, il cibo le serviva solo per sopravvivere. Lo guardò restituendogli il cucchiaio, sempre più convinta che quell’uomo fosse pericoloso come un arrosto davanti a un affamato. L’affamata era lei e non mirava certo all’arrosto.«Potrei averne ancora?»Senza un commento lui rifece il tragitto tra divano e cucina e viceversa. Le porse di nuovo la posata, colma di sugo.«Allora?»«Non riesco a decidermi. Posso averne ancora un po’?»
Lui dapprima si avviò verso i fornelli, ma dopo pochi passi si girò. A lei sfuggì un sorrisino e alla fine, dopo averla studiata per qualche istante, Forrester scoppiò a ridere, una risata franca, pura, entusiasta.Silvia capì di aver commesso un errore. Era l’uomo più bello che avesse mai visto.




GUARDA IL TRAILER





L'AUTRICE

Adele Vieri Castellano pubblica per Leggereditore il suo primo romanzo storico, dopo aver vinto il concorso di racconti indetto dalla stessa casa editrice nel 2011. Nata a metà degli anni Sessanta, ha vissuto per anni in Francia e ha due punti ben saldi nella sua vita: la lettura e la scrittura. Vive a Milano, ha una figlia di diciannove anni, un compagno che si chiama come l'eroe del libro, tre gatti e un computer portatile. Nonostante le traduzioni, l'editing di libri, gli articoli e i romanzi che affollano le sue giornate, non dimentica mai le amiche. Perché senza di loro, il suo sogno non si sarebbe realizzato. La ricostruzione storica esatta e le atmosfere perfettamente rievocate permettono al lettore di tornare indietro nel tempo e di vivere un'esperienza unica accanto a personaggi verosimili e pieni di forza. 
VISITA IL SUO SITO: http://adeleviericastellano.blogspot.it/
E LA SUA PAGINA FACEBOOK: 

*****


VI INTERESSA QUESTO LIBRO E VI PIACEREBBE LEGGERLO? CONOSCETE I ROMANZI DI ADELE V. CASTELLANO? LA PREFERITE COME AUTRICE STORICA O CONTEMPORANEA? 

9 commenti:

  1. Adoro leggere tutto ciò che scrive Adele Vieri Castellano, la trovo un'autrice meravigliosa che riesce a farmi sognare e ad amare tutti i suoi personaggi e le sue storie. Per questo mi piacerebbe molto vedere pubblicati anche in cartaceo i suoi racconti. Intanto aspetto con trepidazione Massimo Valerio Messalla. Complimenti come sempre.

    RispondiElimina
  2. la sinossi mi invoglia tantissimo.... metto subito il lista, visto che della Castellano ci sono pochi contemporanei e bisogna approfittarne....

    RispondiElimina
  3. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  4. Ho già letto alcuni libri storici di Adele e mi sono piaciuti. ora ho acquistato questo contemporaneo e spero di poterlo leggere quanto prima.
    Franca Poli

    RispondiElimina
  5. Ho letto tutti i libri di Adele, una volta conosciuta ti entra nel sangue,una piacevole "droga"per una lettrice accanita come me.Ho già scaricato La Tormenta ma non l'ho ancora letto ma appena finito quello che sto leggendo attualmente......é tutto mioooo!!!!!

    RispondiElimina
  6. Ricordo perfettamente il racconto breve pubblicato su qs blog, quanto tempo fa? tre anni? forse quattro? You've come a long way. Bravissima, complimenti!

    RispondiElimina
  7. Non ho resistito. Comprato ieri e finito di leggere in nottata. Bello, come tutto ciò che scrive Adele ma di questo ero sicura dopo aver letto tutti i suoi scritti. In poche pagine ha tratteggiato luoghi, personaggi e storie, sì plurale perchè anche le righe riguardanti i personaggi secondari sono ben fatte, con la consueta maestria e devo dire che da lettrice che ama i libri lunghi questo mi ha comunque soddisfatto e non sento la mancanza di altre pagine. Inoltre, l'accenno ai Marsi, presente in "Roma 46 DC" e a Damiano Caporali de "L'implacabile" mi fatto sentire mentre leggevo quasi parte di una famiglia, quella dei personaggi creati dall'autrice, che non ti abbandonano mai, neanche al termine della loro storia principale. Brava, brava, aspetto i prossimi, non solo Messalla, anche Legio Patria Nostra. Any13

    RispondiElimina
  8. Come sempre i libri di questa scrittrice sono una boccata d'aria pura peccato sia solo una novella.

    RispondiElimina
  9. Ho già commentato ma ora voglio riportare ciò che ho scritto sul mio profilo F.B
    Ieri ho iniziato il racconto e.....l'ho anche finito!!!!
    non sono riuscita a staccarmene,molto,molto bello!!!
    La descrizione dell'atmosfera è così reale che....avevo "i brividi",l'accenno agli "amici"romani mi ha messo addosso nostalgia( e noi fans sappiamo il perchè)La storia d'amore è molto tenera.Grazie Adele ...sei un'autrice ECCEZIONALE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!