CUORE DI GHIACCIO di Anne Stuart (Leggereditore) ->Recensione


RECENSIONE MULTIPLA PER FESTEGGIARE L'USCITA IN CARTACEO DEL TERZO LIBRO DELLA FANTASTICA SERIE ROMANTIC SUSPENSE " ICE " DI ANNE STUART. 

Autrice: Anne Stuart
Titolo originale: Ice Blue
Genere: Romantic Suspense
Ambientazione: Usa/ Giappone
Pubblic. originale: Mira, 2007
Pubblic. italiana: Leggereditore , ebook :20 agosto 2015, pp.259 / in cartaceo dal 27 agosto 2015, euro 12,90
Parte di una serie: 3° serie ICE
Livello sensualità: ALTO
Disponibile in ebook? Si, euro 4,99 

TRAMA: La curatrice museale Summer Hawthorne ha sempre considerato la splendida coppa in porcellana azzurra regalatale dalla sua tata giapponese un tesoro dal valore solo sentimentale, finché qualcuno non la rapisce e tenta di ucciderla pur di averla. Per fortuna l’agente Takashi O’Brien è lì per salvarla. O almeno così sembra. In realtà, O’Brien lavora per il Comitato, un’associazione segreta che ha il compito di monitorare gli equilibri mondiali. Il Comitato sa che quella coppa è un reperto dal valore inestimabile e potrebbe innescare una lotta di potere di dimensioni globali. Gli ordini sono chiari: chiunque è sacrificabile, purché la missione venga portata a termine. Il Comitato sa anche che nella memoria di Summer è custodito un ricordo, un segreto che nelle mani sbagliate potrebbe portare la morte di centinaia di persone. A O’Brien non resta che uccidere la donna, in modo che il segreto si estingua con lei. Ma a frapporsi tra lo spietato agente e la sua missione, che si snoda dal Pacifico alle alture del Giappone, giunge un sentimento inaspettato, che porterà O’Brien a usare ogni risorsa pur di proteggere l’unica donna che abbia mai scaldato il suo cuore di ghiaccio.
I nemici questa volta sono una fantomatica setta e il suo santone giapponese,  che si sono prefissi la distruzione totale dell'umanità. Summer, la protagonista, è solo un fastidioso ostacolo sia per i cattivi di turno sia per Takashi e la sua missione. L'unica cosa importante è un'antica urna giapponese accidentalmente
capitata tra le mani dell'ignara ragazza.
Le scintille tra Takashi e Summer non si faranno aspettare, Taka tenterà più volte di eliminare la protagonista che considera nulla più che un contrattempo sulla sua tabella di marcia, ma se così fosse perchè continua a portarsela dietro nella sua pericolosa missione e a salvarla dai fanatici in tunica bianca?
Summer dei due è quella che mi è piaciuta di meno, sembra quasi solo vittima della sindrome di Stoccolma, segue Taka come un agnello sacrificale, subisce angherie, soprusi e non reagisce, francamente non è stata il mio ideale di eroina.
Takashi invece è tutta un'altra storia! Bello, spietato e molto bastardo, cosa posso chiedere di più a un eroe di un romantic suspense? Mezzo americano e mezzo giapponese, viene trattato come la pecora nera della famiglia da nonno e zio entrambi membri della Yakuza, che  hanno combinato per lui, un matrimonio con una perfetta sposa giapponese, perchè possa così ripulire il suo sangue contaminato e impuro.
Il valore aggiunto di questo capitolo della serie, sempre molto adrenalinico, è il finale che pienamente soddisferà la voglia di romance delle lettrici. Dove invece solitamente la Stuart ci aveva abituate a finali bruschi e incompleti, qui si supera e ci regala un Happy end  con i fiocchi. La premessa per una futura coppia che penso proprio ci regalerà grandi emozioni: Jilly e Reno, avrà reso sicuramente il finale gradito a chi aspetterà così i nuovi episodi che ci auguriamo giungano presto in Italia.Valeva la pena aspettare anni e chiedere a gran voce la pubblicazione di questa serie,   so che le amanti della Suspense e perchè no, dei bad boys mi daranno ampiamente ragione.




Diciamocelo, Anne Stuart ha dei temi che ama e anche se li ripete a noi va bene lo stesso. Sempre che non esageri. 
Non male per niente Cuore di ghiaccio, anche se poteva essere più coraggioso. Per un terzo del libro ho faticato ad ingranare, era troppo uguale ai precedenti della serie. Stesso schema della storia (donna che capita nel posto sbagliato al momento sbagliato e finisce invischiata nei piani del Comitato), stesso protagonista che sembra fatto con lo stampino (freddo, distaccato, ottimo assassino, bravo nel sesso). Poi la Stuart trova il coraggio di differenziare Taka dai protagonisti precedenti, di dargli più calore e impulsività sia rispetto a Bastien che a Peter e si riprende tutto il romanzo. Non male anche il personaggio di Summer, anche se la storia del trauma infantile poteva anche non esistere, tanto è pretestuosa. Anche questo è un tema che la Stuart ripropone spesso, ma in questo caso è proprio buttato lì per dare una motivazione al comportamento di Summer senza un minimo di approfondimento e allora un tema tanto delicato a mio parere era meglio evitarlo. Poteva benissimo trovarne altri 100 per giustificare i problemi di Summer nei rapporti con l'altro sesso.
E ho notato purtroppo anche un po' di disattenzione nella parte suspense, soprattutto sulla resa dei conti al santuario. E' tutto un po' troppo stiracchiato per essere scorrevole, anche la Stuart stessa se ne rende conto, perché tenta giustificazioni inserite nelle considerazioni che fa Summer mentre è prigioniera. Va bene che lo Shirosama è folle, ma anche i folli hanno una logica e qui non viene rispettata. E capisco la carica della cavalleria (Peter e Madame Lambert che vengono ad aiutare i nostri), ma circostanziarla un po' meglio sarebbe stato opportuno. O lo Shirosama è talmente organizzato da poter installare un campo al santuario in men che non si dica (e tra l'altro anche qui qualcosa non torna, perché il vecchio al paese parla come se la presenza della Confraternita fosse stabile nel luogo da tempo, mentre in teoria quel luogo era segreto e sconosciuto fino a un giorno prima. Insomma Anne, deciditi.), oppure è l'inetto che si fa fregare l'aereo in due secondi. Io sono una fiera sostenitrice della sospensione dell'incredulità, ma non esageriamo ora.
Veramente bello però il finale, con il ricongiungersi di Taka e Summer, molto significativo.Menzione speciale va a Jilly, la sorellina di Summer, è un spasso trovarsi nella sua testa. Giovane, ma coi piedi per terra, un po' cinica e con un buon senso dell'umorismo. Mi aspetto grandi cose dal suo libro.
E attendo con trepidazione la storia di Madame Lambert, personaggio sempre più sfaccettato e interessante. La donna del mistero, spietata ma con un'etica, spero che il protagonista che la affiancherà nel prossimo libro sia alla sua altezza.
Insomma Cuore di ghiaccio non entra nei miei DIK, ma è di sicuro un buon libro.








Questa serie di Anne Stuart continua ad emozionarmi e sorprendermi. “Cuore di ghiaccio”, come i libri precedenti, ha la giusta dose di adrenalina, cinismo e passione, nulla viene lasciato al caso e la Stuart si riconferma una scrittrice completa, capace di creare personaggi vibranti, ricchi di sfumature e soprattutto autentici. In questo terzo e magnifico libro viene raccontata la storia di Takaski, componente del comitato dagli affascinanti tratti orientali che, per recuperare una preziosa urna, entra in contatto con la coraggiosa e dolcemente imperfetta Summer una ragazza dal carattere forte ma dall’indole mite, che, inevitabilmente, scaverà un solco profondo nel suo cuore, trasformando la sua durezza in magnifica dolcezza. Non mancano i dialoghi freschi e brillanti, talvolta così sfacciati e sexy da farti venire la pelle d’oca e le scene d’azione mozzafiato in giro per il mondo che uniranno ancor di più i giovani protagonisti. Le scene d'amore sono naturalmente hot, rudi e anticonvenzionali, pregne però di quella dolcezza che non ti aspetti e che ti trascina nell'oblio della passione e, in seguito, dell’amore. Consiglio questa serie a chi vuol leggere libri di qualità eccelsa, scritti con mano elegante da un'autrice che stimo moltissimo e che negli anni è stata capace di regalarmi piccoli capolavori che custodisco nel cuore (e in libreria) come una reliquia.





" Perchè salvare la mia vita è diventata la tua missione?"
"Non è una mia scelta. Sei solo un incarico."

Nessuna è brava come Anne Stuart a trasformare un killer in un eroe romantico!
Takashi O'Brien, protagonista di questo romanzo, è un altro perfetto rappresentante dei suoi 'uomini di ghiaccio',  le cui vite sono dedicate interamente a un lavoro (quello di agenti segreti spesso con 'missione di uccidere') in cui  i sentimenti non hanno spazio e sesso e seduzione sono usati come armi . Questi sono uomini per cui saper mantenere il sangue freddo in qualsiasi situazione è un imperativo categorico e nel tempo questa freddezza li ha resi più macchine da guerra che esseri umani. Fortunatamente ad un certo punto della loro 'perfetta vita di esseri glaciali' arriva un elemento destabilizzante a metterli in difficoltà, a scardinare le loro certezze, facendoli agire da uomini invece che da robot. Anche in questo romanzo, come nei precedenti, l'elemento destabilizzante è incarnato da una donna che inizialmente è 'vittima delle circostanze', sacrificabile al momento giusto, ma che nel proseguo della storia riesce ad insinuarsi cosi profondamente sotto la loro pelle da non poterla più lasciare andare. 
Takashi O'Brien
La Stuart riesce sempre a prendermi lo stomaco con questo tipo di storie perchè qui l'amore, che arriva inaspettato e travolge entrambi i protagonisti, ha una forza 'salvifica' eccezionale. Gli 'uomini di ghiaccio' della Stuart non sono assassini per piacere, ma nel tempo il loro lavoro si è mangiato gran parte della loro umanità e quando questa donna arriva, spesso apparentemente inoffensiva, esteticamente anche imperfetta, loro pensano che sarà come tutte le altre, facilmente gestibile e dimenticabile. Invece, la donna del loro destino, proprio quando pensano di poterla soggiogare con tutto il loro arsenale d'esperienza (sesso e seduzione compresi) sfodera il proprio carattere, la propria forza d'animo, il proprio carisma, incantandoli. E l'amore per questa donna 'li salva' da un'esistenza gelida, senza vera umanità, senza il calore dei sentimenti.
In CUORE DI GHIACCIO la donna del destino di Takashi O'Brien  è Summer Hawthorne, con un nome (Summer=estate) chiaramente non scelto a caso. Apparentemente cresciuta nella bambagia a Hollywood, Summer si porta dentro le ferite di un'esperienza traumatica subita nell'infanzia che l'hanno fatta chiudere in se stessa. Unica ancora di salvezza una tata giapponese che era riuscita per un periodo a difenderla dalla superficialità di una madre solo dedita a se stessa. Di quella tata, morta in circostanze tragiche, Summer conserva  gelosamente alcuni  oggetti, fra cui un'antica urna che Summer, all'inizio del romanzo, mette in esposizione nel museo per cui lavora.
Anche Takashi O'Brien è l'uomo del destino di Summer. Laureata in arte asiatica, quando lo incontra non può fare a meno di ammirarne la bellezza esteriore, e nel corso della storia pur provando sentimenti alterni nei suoi confronti, quell'attrazione rimarrà immutata. Takashi è abituato a donne diverse da Summer, ma a sua volta, nonostante lei non faccia nulla per rendersi attraente ai suoi occhi, lui non può fare a meno di ammirare i suoi capelli chiari, i suoi occhi azzurri sparsi di efelidi, la bellezza del suo corpo.  
Summer Hawthorne
Quella di Takashi e Summer è una storia sul filo del rasoio, una fuga senza tregua che lascia senza fiato. Pagina dopo pagina la Stuart è bravissima a mantenere alta la tensione anche erotica fra i due protagonisti e quando lui capisce che non riuscirà mai a eseguire l'ordine che gli è stato dato ( cioè ucciderla) , il suo scopo diventa riuscire a proteggerla ad ogni costo, anche da se stesso. Nell'ultima parte del libro l'azione si sposta in Giappone, dove Summer conosce lo zio di Takashi, chiaramente appartenente alla Yakuza, la mafia giapponese, e Reno, il suo giovane e irriverente cugino dai lunghi capelli rossi, così affascinante che rischia di rubare la scena ai protagonisti ( per la sua storia dovremo aspettare il quinto romanzo della serie, però).
CUORE DI GHIACCIO è un libro che mi piace centellinare ogni volta che lo rileggo (ho la versione in inglese) perchè se seguissi il ritmo frenetico dell'azione, mi perderei dei momenti indimenticabili ( come le scene d'amore, non tantissime ma fantastiche!)  Perchè non si tratta solo di un action book ( anzi diciamolo, l'azione qui è solo un pretesto per sviluppare la conoscenza fra i protagonisti), è anche la storia di due anime problematiche che trovano l'una nell'altra la salvezza. Takashi riesce a vedere in Summer meglio di qualsiasi altra persona e solo con lui, quello che avrebbe dovuto esssere il suo rapitore, lei si sentirà libera di scoprirsi, di parlare del suo passato, di lasciarsi andare e di piangere (finalmente). Lei per lui dovrebbe essere solo "un incarico" invece diventa la ragione delle sue azioni, e non riuscire più a lasciarla andare lo atterrisce e lo affascina allo stesso tempo: 
"Era abituato a donne che lo desideravano. Quello che lo scioccava era il fatto che anche lui desiderasse lei [..]la voleva con un'intensità sconcertante, che non provava da anni."
In realtà indipendentemente dalle scene d'amore vere e proprie, tutto il libro pare essere un'incalzante cavalcata verso quell'unione che entrambi desiderano e temono. Un'unione scritta nel loro destino.
Dopo un nutrito numero di pagine conclusive in cui l'intrigo trova la sua pur non facile conclusione ( e il santone maniaco viene messo finalmente in grado di non nuocere, grazie anche all'intervento di nostre vecchi conoscenze), l'atteso happy end, come è accaduto nei romanzi precedenti, si risolve abbastanza velocemente. Noi vorremmo pagine e pagine di dichiarazioni d'amore, mentre a lei bastano tutto sommato poche scene, poche parole, non le importa alzare il volume  quando c'è tanta intensità emotiva. Forse ha ragione lei. Infatti, trovo che il finale di CUORE DI GHIACCIO sia perfetto e mi piacerebbe raccontarvelo, ma perchè togliervi l'immenso piacere di scoprirlo da sole?
Non perdete questo libro, scalderà  il cuore anche a voi.










LA SERIE ICE
1.Black Ice (2005) - ed.italiana: 1^ L'INTERPRETE , Harlequin/Mondadori (2006);              2^ GHIACCIO NERO, Leggereditore, dicembre 2014 - Bastien Toussant e Chloe Underwood -  LEGGI QUI la ns recensione
2.Cold As Ice (2006) - ed.italiana: FREDDO COME IL GHIACCIO, Leggereditore, gennaio 2015 - Peter Jensen e Geneviève Spencer - LEGGI QUI la ns recensione
3. Ice Blue (2007)- 
ed.italiana: CUORE DI GHIACCIO, Leggereditore,agosto 2015 - Takashi O'Brien e Summer Hawthorne
4. Ice Storm (2007) Serafin Killian e Isobel Lambert
5. Fire and Ice (2008)Reno e Jilly Lovitz

6. On Thin Ice (2011) - Finn MacGowan e Elizabeth Pennington



TI INTERESSA LEGGERE DEGLI ALTRI LIBRI DELLA SERIE "ICE"? 
VAI QUI

L'AUTRICE
Anne Stuart è nata a Filadelfia, poco dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, in una famiglia di grande tradizione culturale ed è cresciuta a Princeton, nel New Jersey.Sin dalla più tenera età ha dimostrato un'innata predisposizione per la letteratura, tanto che ha iniziato a scrivere racconti d'amore quando ancora frequentava le medie inferiori.Quando la sola lettura non l'ha più pienamente soddisfatta, ha scritto il suo primo romanzo d'atmosfera gotica, intitolato Barrett's Hill. Questo primo romanzo è stato pubblicato da Ballantine nel 1974, quando Anne aveva solo venticinque anni! Successivamente i suoi lavori sono stati pubblicati da moltissimi editori di prestigio, tra cui Dell, Doubleday, Berkley, St. Matrin's, Pocket Books, Avon, Signet, Zebra, Fawcett, Silhouette, Harlequin e MIRA.Attualmente scrive romanzi ricchi di suspense per MIRA, romanzi rosa per Harlequin American Romance e anche romanzi storici.Anne nel Vermont, con il marito , i due fgli , quattro gatti e uno springer spaniel.
VISITA IL SUO  SITO: www.anne- stuart.com/books.html





TI PIACEREBBE LEGGERE QUESTO LIBRO? L'HAI GIA' LETTO? UNISCITI ALLA NOSTRA DISCUSSIONE! 



29 commenti:

  1. Teresa Siciliano31/08/15, 07:52

    La mia è una voce fuori dal coro. Quel che penso della Stuart è noto almeno a partire da Buio: l'unico suo romanzo che mi è davvero piaciuto è lo Scorpione, cioè il suo più tradizionale. Della serie Ice ho trovato molto buono il volume di Peter, ma questi bad boy sono troppo bad per il mio moralismo. Da questo Cuore di ghiaccio non mi aspetto nulla perché le notizie che sono giunte sulla protagonista mi indispongono.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sappiamo in effetti già il tuo punto di vista sui i contemporanei della Stuart, cara Teresa, ma se hai trovato buono "Freddo come il ghiaccio" , ti consiglio di continuare la lettura . Circa la protagonista, non so, non si può dire che in "Freddo come il Ghiaccio" Genevieve potesse molto contro Peter e contro il fatto di essere ' al posto sbagliato nel momento sbagliato'. E' una donna di carattere ma quando tutto sembra perduto... anche le super dure non sanno a che santo votarsi! Stessa cosa per Summer Hawthorne in questo libro. A qualcuna sarà sembrata passiva, ma sfido chiunque a fare 'l'attiva' quando ti trovi in una situazione più grande di te in cui l'unica persona che sembra essere in grado di mantenerti in vita è anche quella che ha avuto l'incarico di ammazzarti! Summer è solo apparentemente passiva, in realtà ribatte sempre le decisioni di Takashi e ha una bel caratterino, invece. Certo, una persona normale, tendenzialmente solitaria, catapultata in una situazione al cardiopalma più grande di lei, è giusto che come minimo abbia qualche momento di confusione,.. si fosse dimostrata troppo wonderwoman non l'avrei bevuta, sinceramente, e poi sono 'gli uomini di ghiaccio' a condurre l'azione in questi romanzi, le eroine ( fuori dal loro contesto abituale) fanno del loro meglio per stare al loro passo e alla fine, come ho detto nella mia recensione, li salvano a modo loro.
      PS: Bè se hai letto le nostre recensioni qui sopra, dire che da questo libro non ti aspetti nulla mi lascia un po' interdetta...

      Elimina
    2. Teresa Siciliano31/08/15, 15:50

      Diciamo che dai pareri raccolti non mi sono fatta una grande idea della protagonista. Senza dubbio leggerò il romanzo. Soltanto non ho intenzione di investirci 5 euro. Quindi aspetterò.

      Elimina
  2. Devo ancora iniziare a leggere questa serie ma la vostra decisione mi ha motiviato a farlo al piu' presto ^^

    RispondiElimina
  3. Non leggo solitamente romantic suspence ed i primi due che ho letto erano i primi libri di questa serie, ma non mi hanno particolarmente convinto. cioè il romanzo è scritto bene ed è avvincente ma mi è sempre mancata la parte romantica, poco significativa in entrambi i libri, cosa che mi ha confermato che i romantic suspense non sono proprio il mio genere. se qui il finale è più lungo dei due precedenti, forse ci si è dedicati un pochino di più al romance,
    ma credo che non leggerò comunque questo episodio, non credo che lo stile "freddo"di questa serie faccia per me.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho ricevuto il romanzo proprio ieri, mi ci dedicherò il fine settimana....
      speriamo che mi faccia cambiare opinione.

      Elimina
    2. diciamo che tra i 3, questo è quello che ho preferito. c'è un po' più di spazio per la componente romance, che si respira in quasi tutto il romanzo, rispetto agli altri in cui il supense era decisamente prevalente ed il romance è limitato alle scene sensuali senza grandi approfondimenti spicologici. il finale è, per i miei canoni e gusti, ancora insoddisfacente, certo meglio del primo, ma sui livelli del secondo. Reno e Jilly saranno i protagonisti del prossimo romanzo????

      Elimina
    3. Bè, bene, almeno la tua vincita non è stata una lettura poco apprezzata Isabella! Il quarto è la storia di Mme Lombard , mentre per la storia fra Reno e Jilly dovremo aspettare il quinto...ma anche il quarto è molto bello, sarà perchè io adoro questa serie. A chi come te lo stile della Stuart lascia un po' freddina...uhmmm non so. Però quello di Reno è irresistibile! :)

      Elimina
    4. io sono una lettrice compulsiva, l'importante è avere il materiale,
      poi potendo scegliere, dirigo la mia attenzione al romance più classico.
      pensa che in agosto dell'anno scorso non avevo ancora il kindle e in mancanza di libri mi sono messa a leggere pure "il fu mattia pascal" trovato in fondo ad un cassetto,
      che sotto sotto ha pure una storia romantica da raccontare o un giallo scritto nel 1800, anche qui ho trovato la mia storia d'amore... diciamo che la stuart mi piace come autrice, questa serie per me è effettivamente un po' freddina, ma la serie non si chiamerebbe nemmeno "ice" se non fosse così. Reno mi è piaciuto subito con quella chioma rossa fluente.... immagino che la sua storia sarà senz'altro scoppiettante.....

      Elimina
    5. Sì la storia di Reno è davvero molto bella soprattutto perché lui è un personaggio favoloso! :)

      Elimina
    6. Sì la storia di Reno è davvero molto bella soprattutto perché lui è un personaggio favoloso! :)

      Elimina
  4. Il Romantic Suspense è il mio genere preferito, ho già letto il primo libro di questa serie e me ne sono innamorata, ma per paura che venisse interrotta non ho continuato... A questo punto penso proprio che la riprenderò!

    RispondiElimina
  5. Sono alla scoperta di nuovi generi dopo essermi un po stufata del fantasy; pertanto mi piacerebbe "tuffarmi" in questo genere di cui le mie amiche vanno pazze; spero in questa opportunità grazie
    condiviso in FB
    dilorenzomarianna07@gmail.com

    RispondiElimina
  6. Adoro il Romantic Suspense e amo Anne Stuart, quindi partecipo volentieri a questo giveway
    Michi

    RispondiElimina
  7. Non so perché ma ho delle resistenze verso questa serie. Emi

    RispondiElimina
  8. Ci provo, dai :))
    In quanto a lasciare un commento interessante.... ehmmm... Posso puntare sulla simpatia? ;)

    RispondiElimina
  9. Generalmente amo leggere 2 genere di libri: i thriller e i romance, poi mi piace alternarli fra loro. Se questo è un libro che ha entrambe le caratteristiche che io preferisco, spero di poterlo vincere, e poi vi saprò dire se la Stuart sa amalgamare bene questi ingredienti indipendenti. Buona fortuna a tutti!

    RispondiElimina
  10. Partecipo volentieri a questo giveaway ^_^ Non riesco mai a trovare la Stuart nella mia libreria :/ Bellissima la serie ICE *_*

    RispondiElimina
  11. Ho i primi due libri della serie e quindi leggero' anche questo dato che adoro la Stuart !!!
    Ciao !

    RispondiElimina
  12. Non posso perderlo! Mi sono piaciuti i primi due, nessuna riesce a superare i "bad boys" della Stuart!

    RispondiElimina
  13. Non ho mai letto nulla di suo. Magari la fortuna farà in modo che inizi proprio ora!!! ;)

    RispondiElimina
  14. Salve amo i libri della Stuart ,bellissimi ,meravigliosi ,stupendi e non vedo l'ora di leggere anche questo

    RispondiElimina
  15. Tutte queste stuzzicanti recensioni mi hanno messo una voglia matta di immergermi nella lettura di Cuore di ghiaccio e conoscere il bad boy dal fascino orientale (già il nome mi piace). Mi fa piacere sapere che stavolta la Stuart si è impegnata in un finale più soddisfacente; per una volta non mi chiederò cosa le costava scrivere un paio di pagine in più :)

    RispondiElimina
  16. Non ho letto questo libro ma mi piacerebbe farlo!

    RispondiElimina
  17. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  18. Adoro la Stuart, i suoi libri sono straordinari, veri capolavori.
    Complimenti per la recensione *.*

    RispondiElimina
  19. Alessia Crescenzo05/09/15, 21:18

    Seguo il blog come Alessia
    Non ho mai letto nulla di quest' autrice, sono davvero curiosa :P
    Bella recensione!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Alessia benvenuta! se ti piacciono le storie Rs questa è senza dubbio una serie splendida! inutile dire che te la consiglio!

      Elimina
    2. Ciao Alessia benvenuta! se ti piacciono le storie Rs questa è senza dubbio una serie splendida! inutile dire che te la consiglio!

      Elimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!