UN LUNGO FATALE ULTIMO ADDIO di VeloNero (Newton) - Recensione

DOPO IL SUCCESSO OTTENUTO DAL PASSAPAROLA SULLA RETE ARRIVA LA PUBBLICAZIONE IN LIBRERIA. SIAMO FELICI CHE UN'AUTRICE EMERGENTE COME VELONERO, DI CUI ABBIAMO MOLTO APPREZZATO IL ROMANZO AUTOPUBBLICATO, ABBIA OTTENUTO L'ATTENZIONE DI UN'IMPORTANTE CASA EDITRICE (NEWTON COMPTON). IN OCCASIONE DI QUESTA USCITA RIPUBBLICHIAMO LA NOSTRA RECENSIONE DI QUESTO LIBRO, USCITO ORIGINARIAMENTE CON IL TITOLO 'CARTA BIANCA'.

Autrice: VeloNero
Genere: Storico Regency
Ambientazione: Londra  1819 -Regency
Pubblic. Italiana: Newton Compton, coll. Nuova narrativa, pp. 288,  9 aprile 2015, € 9,90
Parte di una serie: no
Livello sensualità: MEDIA
Disponibile in ebook? Sì, € 4,99

TRAMA: Londra 1819. Valéry Campbell sa di mettere a rischio la propria reputazione, quando si reca nella bisca di Lady Venom, ma deve impedire al padre di giocarsi tutto in una mano di carte. Sir Arthur Campbell però ha già barattato la tenuta di famiglia e, con l’acqua alla gola, tenta di vendere anche la figlia a un losco e ricchissimo libertino, Lord Baxton. Questi non è altri che lo zio di Charles, il figlio del duca di Ragland, anche lui ospite della bisca: è proprio in quest’occasione che Valéry lo rincontra, dopo anni, e scopre di provare qualcosa per lui. Naufragato l’estremo tentativo di ripagare i suoi debiti, Sir Arthur, in un accesso di disperazione, si suicida al tavolo da gioco. Da questo momento in poi la vita di Valéry si complica terribilmente. I trascorsi della sua famiglia non le permettono di sposare Charles e al tempo stesso si trova a lottare con tutte le forze per resistere ai tentativi di seduzione di Lord Baxton, al quale non vuole cedere. Lo scontro tra i due è aperto e dichiarato: ma chi è davvero David Baxton? Quel che Valéry pensa di lui corrisponde a verità?


Alexandra: Sono sempre molto restia a leggere un’auto pubblicazione, specie se storica e in particolar modo Regency, perché è un periodo piuttosto delicato, con etichette comportamentali che vanno seguite se si intende avventurarsi in questo pezzo di epoca londinese. Samanthalarossa mi ha convinto a cominciarlo e dopo il primo capitolo, che a mio gusto è un po’ lento, mi sono lasciata condurre dall’autrice nella vita di Valéry e non l’ho più lasciato. Appena ho fatto sapere alle mie colleghe Bibliotecarie storiche, Keiko e Samanthalarossa, la mia istigatrice per questa lettura, che il libro mi prendeva davvero tanto, abbiamo deciso di leggerlo tutte tre e di “fargli le pulci” cercando di capire se si poteva consigliarne la lettura. Per questo motivo eviterò di  raccontarvi un po’ di trama come si fa di solito, ma passo immediatamente alle impressioni che abbiamo avuto e che vi dico subito,  sono concordi nella maggior parte dei casi.
La trama è ben costruita e sviluppata, non ci sono momenti morti in cui non sai più a che santo votarti  per andare avanti, il ritmo è buono e i personaggi ti “parlano” e ti “raccontano” la storia. Il subplot è meraviglioso, fatto di parenti e amici che hanno un ruolo fondamentale nella vita dei due protagonisti. In particolare tra tutti i vari titolati, una menzione speciale va ad Amanda e Tristan che meriterebbero un libro tutto loro, visto la situazione particolare di Tristan in quanto padre single e con una grave ferita di guerra che in qualche modo lo frena dal dimostrare i suoi veri sentimenti ad Amanda. L’autrice ha ricalcato perfettamente le regole comportamentali per ciò che riguarda il rispetto del rango sia nelle situazioni informali quali potevano essere le cene in casa, sia in quelle formali. Una cosa che mi è piaciuta davvero tanto è che ha dato un’impronta alla protagonista e l’ha mantenuta fedele fino alla fine. Valéry è una ragazza di 23 anni che ha come unica colpa quella di essere figlia di un uomo spregevole e immorale che ha dilapidato tutto il patrimonio di famiglia, e  non ha esitato a vendere i favori della moglie per coprire i debiti di gioco, facendola addirittura rinchiudere in manicomio. Valéry perciò ha dovuto provvedere alla sorella diventando insegnante. Il vivere dentro un collegio, dove moralità e riserbo sono due caratteristiche alle quali non si può disattendere, ha fatto sì che la ragazza fosse innanzitutto ignorante per ciò che riguardava il sesso  ma, di contro, molto ben corazzata contro quelli che potevano essere gli attacchi alla sua persona. Anche il rapporto con David esalta perfettamente la personalità di Valéry. Molto realistica e plausibile la loro prima volta. David è un uomo che ha avuto molte donne, ma ha sempre fatto in modo che non ci fossero paternità riconducibili a lui, perciò si trova spiazzato di fronte a questo sentimento che prova e al fatto che proprio con la donna che ama si trova di fronte ad una prima volta: la deflorazione. Perfetta Valèry che nonostante presa dalla passione, non diventa una dea del sesso in 2 secondi netti, anzi. Ha paura, si sente a disagio per ciò che prova in quanto la lussuria è peccato secondo quello che le è stato detto, ma non riesce a contrastare la passione che sente e a fermare il desiderio di appartenere a David. Questo scatena in lei sensi di colpa e un atteggiamento di rimorso, non tanto per quello che ha concesso, quanto perché teme il giudizio dell’amante dimostrandosi così ancora una volta coerente con il suo carattere e gli
insegnamenti ricevuti e ben radicati in lei. Corrette anche le assegnazioni dei titoli nobiliari e le rispettive discendenze e parentele varie e anche qui tra titolati viene rispettata l’etichetta che il rango impone. 
David a me piace. E forse questo è l’unico punto di disaccordo che abbiamo avuto. Secondo Keiko parte come eroe Stuartiano  e finisce come Kleypassiano, annullando così l’effetto dell’uomo inflessibile e inaccessibile, secondo Samanthalarossa il cambiamento nei confronti di lei da freddo e altero a schiavo d’amore è troppo repentino e totale. 
Secondo me l’autrice  nell’impostare il personaggio di David ha dovuto dargli un’aura di durezza per via dei suoi trascorsi e delle responsabilità che ha nei confronti della famiglia e non solo, ma nel momento in cui si scopre innamorato non riesce a resistere alla sua donna e non vuole che lei lo tema o ne sia spaventata e
l’unico modo per far sì che questo accada è mettere a nudo se stesso, i suoi bisogni, i suoi desideri e le sue debolezze. Questa ovviamente è la mia chiave di lettura, personalissima.
Veniamo ai contro. Il libro si snoda perfettamente fin quasi la fine ma nel momento in cui c’è la soluzione degli intrighi e l’assegnazione delle colpe e dei meriti, ecco che il discorso si fa un po’ nebuloso, diventa difficile seguire la successione degli eventi, in special modo il legame tra la famiglia di David e quella di Valéry. Una nota particolare va alla prima volta dei due protagonisti: onde evitare di fare spoiler, diciamo solo che c’è un momento subito dopo la deflorazione che io avrei evitato di leggere. Sono due righe  ma contengono un concetto piuttosto forte e non tollerabile da tutte. Inoltre c’è un uso eccessivo delle virgole che spesso frenano la lettura, impedendo di gustare un passaggio, una frase, un discorso ( questo problema probabilmente è stato superato in fase di editing per la pubblicazione con Newton).  Alcuni punti, specie le parti “pensate”,  cioè dove si possono leggere i pensieri privati che i protagonisti fanno circa una situazione, risultano essere un po’ infantili, poco adatti al tipo di romanzo. Il parlare tra sé e sé, diventa un momento che sembra sia staccato da quella che è invece è la totalità della storia, facendo perdere di tono. Credo sia però una cosa risolvibile con un buon editing.
In definitiva, una volta valutato l’insieme, siamo giunte alla conclusione che il libro merita assolutamente di essere consigliato. L’autrice è stata capace di portare avanti la storia con garbo e veridicità, mantenendo costante il ritmo, costruendo situazioni plausibili, dando ai protagonisti caratteri che ben si combinano tra loro, portando in scena una moltitudine di personaggi i quali hanno tutti un ruolo nella storia e non sono lì per fare da tappezzeria. All’unanimità valutiamo Carta Bianca 4 cuori e mezzo: BELLO!. Li merita tutti.
P.S. : Questa recensione è stata scritta nel mese di giugno del 2014, dopo la lettura del libro CARTA BIANCA, l'autrice dice di aver fatto tesoro di alcune nostre osservazioni per la stesura finale della nuova versione pubblicata da Newton. Siamo felici di esserle state utili.

 ALEXANDRA, SAMATHALAROSSA,KEIKO

LEGGI GLI ESTRATTI...
Cap 13.

Si era infilata il cappotto, ma aveva ancora freddo, nonostante il fuoco crepitasse nel camino. Prese a massaggiarsi le tempie e in quel momento lo vide, riflesso nello specchio della porta. Aveva un bicchiere di cognac in mano e sembrava più calmo di prima.
Lui si avvicinò al tavolo, sollevò i coprivivande, guardò il contenuto dei piatti e li richiuse.
«Non hai ancora mangiato», constatò.
«Non ho fame».
David si avvicinò al comò, dove era posato un bacile. Bagnò una salvietta e si sedette sul letto, vicino a lei.
«Che cosa state facendo?». Le aveva afferrato il viso e le stava togliendo il trucco dagli occhi. «Come vi permettete! Lasciatemi stare!».
«Sei ridicola con tutta questa robaccia». Era intento nel suo compito.
«Credevo vi piacessero le signore truccate e appariscenti», osservò Valéry irritata, ripensando a Jocelyn Cunningham.
«Le donne, forse. Le bambine, no». Era passato a pulirle le gote.
«Io non sono una bambina», disse lei, riuscendo a parlare a malapena, visto che lui la stava trattenendo per le guance con una mano.
«No? Visto la bravata di quest’oggi, che cos’altro saresti?».
«Vi odio!», gli gridò dietro lei. David si era alzato e aveva preso un piatto. Si risedette sull’alto letto, facendo attenzione a non rovesciare il contenuto. Prese il cucchiaio e cominciò a imboccarla.
«Smettetela, ho detto!». Voltò il viso dall’altra parte. Era sempre più furiosa: lei era pronta a concedersi e lui la trattava come una mocciosa? Eh, no!
«Le brave bambine non fanno i capricci e mangiano tutta la zuppa». Gli venne da ridere.
«Non ho fame».
«Non hai mangiato niente per tutto il giorno».
«E voi come fate a saperlo?»
«Io so tutto. Su», la esortò. Valéry aprì la bocca e mandò giù il primo cucchiaio. «Brava 
bambina».
«So mangiare da sola».
«Quante cose sai fare da sola!», la canzonò lui.
«Perché non andate a imboccare la vostra amica, invece d’importunare me?»
«Sei gelosa?»
«Io, gelosa? E di chi, scusate?».
«Sembra proprio che tu sia gelosa».
Valéry alzò le sopracciglia e lo guardò sdegnosa mentre lui continuava a imboccarla.
«Lo so, sono irresistibile», disse sorridendole e s’alzò a prendere il secondo piatto.
«Irresistibile come il morbillo».
«So che mi desideri, tesoro».
«Come dite?». Aveva aperto la bocca per lo stupore e David v’infilò una forchettata di roastbeef.
«Io… Voi…». Non riusciva a masticare e a litigare contemporaneamente, così finì il contenuto del piatto.
«Io non vi desidero affatto!».
«No? Avrei detto il contrario, visto come ti sei sciolta fra le mie braccia», la provocò.
«Mi avete attirato in una trappola, avete usato le vostre arti
di fascinatore e mi avete…».
«Ti ho…?», la incalzò divertito.
«Oh, accidenti! Non so cosa mi avete fatto».
«Niente, non ti ho fatto niente. Volevo solo parlarti e tu ti sei gettata tra le mie braccia».
«Io? Voi siete il più infido, degenerato, mascalzone bugiardo che sia mai esistito!».
«Non mi sembra che tu mi abbia chiesto di fermarmi. Ne ho dedotto che ti piacesse», disse David e le sorrise, innocente.
«Io lo chiamo desiderio».
A Valéry stavano prudendo le mani. “Ora lo picchio”, pensò e strinse le labbra. «Ah, allora, secondo voi, sarei stata io? Quindi il fatto che voi stiate tentando di sedurmi da mesi è tutta una mia fantasia? L’avrei sognato?»
«Non so cosa sogni tu, ma io non ho mai avuto intenzione di sedurti: posso giurartelo su ciò che ho di più sacro», disse serafico.
«Spergiuro! Come potete negarlo?»
«Perché, lo vorresti? Forse sei tu che vorresti essere sedotta da me».
«Vi state divertendo?», disse lei con le lacrime agli occhi.
«Sì!», annuì lui ridendo. «Però non è divertente ciò che hai fatto oggi, anzi è molto stupido».

**********
Cap. 14.

«Perché mi guardi così?», domandò, anche se sapeva perfettamente la risposta. Aveva ben compreso il potere che aveva su di lui e ne era affascinata.
«Copriti».
Valéry ripose il libro al suo posto, scese, gli si avvicinò e, afferrato il suo bavero, si sollevò in punta di piedi per arrivare alle sue labbra.
«Ti prego, ora va’ a dormire», disse David, senza muovere un muscolo.
«No».
«Così mi torturi».
«Non mi vuoi?»
«Mi sembra che tu l’abbia capito».
«Voglio farti felice».
«Allora va’ a dormire, non so quanto io possa resistere ancora».
«Facciamo l’amore».
«Sì, certo, lo faremo… domani».
«No, ora, subito, ti prego, voglio essere tua».
«Tu sei mia!».
«Hai detto che mi darai tutto ciò che desidero: io voglio te… non lasciarmi sola, voglio stare con te».
«Io non ti lascio, sono qui, ma per una volta, una volta nella vita, ho qualcosa di puro, solo per me, 
e non lo sprecherò».
Allora Valéry afferrò la sua mano e se la posò sul seno, scoprendolo e obbligandolo ad accarezzarla.
«Quella notte hai detto che ci sono molti modi di fare l’amore», mormorò maliziosa, ricordando le sue parole.
«Smettila! È un vero supplizio», disse lui chiudendo gli occhi, ma il profumo di lei lo stava inebriando e le sue dita erano costrette a indugiare su quel seno perfetto.
«Solo un po’», gli sussurrò sulle labbra. «Solo qualche bacio», disse, le labbra posate sulle sue, «qualche carezza», continuò, trattenendo la mano sul suo seno. «Non ti chiederò altro». Ripeté parola per parola quello che lui le aveva detto nella stalla.
«Sei pronta a questa intimità?». David aveva riaperto gli occhi e l’aveva afferrata per le braccia.
«Sono ansiosa». Continuò: «Io non so cosa mi hai fatto, ma ti desidero, ogni notte, ogni notte ti sogno e…».
«Tu lo sai che certe confidenze… la maggior parte degli sposi, anche dopo anni – più spesso mai – non riescono a raggiungerle?»
«Noi no. Noi no», bisbigliò lei, sempre più vicina.
«No, noi no», ripeté David sorridendole.


 **** 

GUARDA IL BOOK TRAILER




L'AUTRICE

VELO NERO dice di sè... : "Se è vero che la vita comincia a quarant’anni, io ho appena terminato la prima elementare. Sono ligure, il che, di per sé, è un tratto distintivo. Nel mio bagaglio di esperienze ho stivato dentro, ben pigiati, studi classici, una vecchia laurea in sociologia, qualche corso di linguistica, comunicazione e un po’di statistica. Vi ho infilato tutte le cose che la gente mi ha insegnato in tanto tempo e tanti anni passati dietro a un banco.
Ho fatto poco di tutto e neanche tanto bene. Ma la cosa che faccio peggio in assoluto è la casalinga, così, per non farmi licenziare dai miei tre datori di lavoro, cioè mio marito e le mie figlie, mi sono messa a scribacchiare cercando di far credere ai miei che ho dei numeri. E li ho convinti. Ora non mi resta che convincere voi."
VISITA IL SUO SITO: www.velonero.com

TI INTERESSA QUESTO ROMANZO? L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI? QUALI CARATTERISTICHE DEVE AVERE UN ROMANCE STORICO PER PIACERTI?

61 commenti:

  1. L'ho letto anche io, per caso. Lo trovo davvero valido e condivido moltissimo l'analisi. Brava Velo Nero!!!!

    RispondiElimina
  2. È successo tutto per caso: un messaggio privato in cui si chiedeva visibilità nel gruppo "historical romance italy" su facebook, un pdf allegato e la decisione di tre blogger di provare a leggerlo! Premetto che nessuna delle tre aveva mai sentito parlare di questa autrice e che lei, non ci ha mai chiesto una recensione!

    RispondiElimina
  3. Ero già stata attirata dalla trama di questo romanzo, dopo averla letta su amazon. Ora penso proprio che lo prenderò. Grazie per i preziosi consigli, ragazze. :-*

    RispondiElimina
  4. Anch'io l'avevo notato su amazon e dopo aver letto i vostri pareri e l'estratto lo prenderò sicuramente.

    RispondiElimina
  5. Salve, Velonero sta pubblicando settimanalmente una sua versione delle 50 sfumature sul sito 50sfumatureitalia.it. Penso che anche chi ormai ne abbia fin sopra le orecchie di tale trilogia possa essere incuriosito nel leggere la sua personale versione di C. Grey.
    Ciau

    RispondiElimina
  6. Grazie per i commenti, grazie per la recensione: mi sento shakerata, folgorata. Una recensione del genere non me l'aspettavo. Centrata e condivisa in ogni punto.
    Ho dato un occhiata a campione ai miei scritti e mi sono sentita travolta da una valanga di virgole, virgole dappertutto, un tripudio di virgole, me le sognerò stanotte: un incubo. Prenderò un falcetto e darò una sfoltita.
    Sono d'accordo anche su David, a differenza di Valery non è perfettamente a fuoco e la scena scabrosa è un retaggio della figura oscura che avevo in mente all'inizio. Da fastidio anche a me che l'ho scritta, lascia intendere e non spiega la bramosia nei confronti di Valery che ha fin da subito, si doma finchè riesce ma in alcuni sprazzi, quando è con lei o crede di esserlo, perde il controllo e la ragione, per questo l'ho inserita. Quello che dice di lui Alexandra è proprio quello che alla fine volevo che emergesse ma si vede che sotto c'è qualcosa che sobbolle e non sono riuscita a far quadrare perfettamente .
    La spiegazione finale ha dei passaggi farraginosi.
    Leggevo le vostre recensioni di un libro altrui, ne condividevo i passaggi oppure mi facevo consigliare da voi nella scelta della lettura perfetta e già pensavo foste bravissime e competenti.
    Siete molto, molto di più. Ora posso dirlo con cognizione di causa perché conosco alla perfezione il soggetto: mi siete entrate in testa.
    Le vostre non sono critiche, è come andare da una sarta con un abito che ti pende e ti tira e, con due spilli di qua e un punto di là, esci fuori con un vestito da sposa degno di una regina. Non crediate che non conosca il valore della vostra recensione, quindi per l'ennesima volta grazie. Onorata che vi sia piaciuto. R.R. (VeloNero)

    RispondiElimina
  7. Grazie Velonero per le splendide parole che ci hai rivolto... aspettiamo il tuo prossimo libro!

    RispondiElimina
  8. ti ringrazio Velonero :D aspettiamo il prossimo. E..... fallo un pensierino su Amanda e Tristan. In fin dei conti sono ancora embrioni se vogliamo. E complimenti ancora!

    RispondiElimina
  9. Scusate sono l unica a non aver capito la fine? Perché Valery dice che il quarto figlio non è del marito??

    RispondiElimina
    Risposte
    1. si tratta semplicemente di uno scherzo, se vuoi, un pò pesantuccio che valery fa al marito! dopo aver avuto solo figlie femmine hanno finalmente un erede maschio , e quindi non è sua figlia ma suo figlio... un gioco di parole

      Elimina
    2. Anche io l'ho capita poco ... E mi è sembrata un forzata l'interpretazione di uno scherzo ... Veramente pesantino nel caso.... Per il resto un bell'esercizio letterario da week end estivo... David si converte al buonismo un po troppo velocemente ... E le parentele magari andavano spiegate con una chart ... Che arthur Campbell fosse lo zio di Daniel ad es, me lo ero completamente perso.... Buon esordio

      Elimina
  10. ehy ehy scusate ma dove posso acquistare l ebook??

    RispondiElimina
  11. Come abbiamo scritto nell'avviso all'inizio di questa recensione, i diritti di CARTA BIANCA sono stati recentemente acquistati da una importante CE e il libro non è per il momento più disponibile in ebook. Devi pazientare un po' e potrai poi leggerlo sia in cartaceo che in ebook.

    RispondiElimina
  12. Non ho letto gli estratti perché spero di dedicarmi alla lettura di questo romanzo nella sua interezza, ma sono pienamente soddisfatta della recensione. Qualche giorno fa se n'è discusso in questo stesso blog, ed è proprio una recensione come questa quella che mi aspetto e preferisco leggere: un'interpretazione personale, rispettosa, utile che non manipola ne rivela troppo della trama. Grazie di cuore. E speriamo di aver tra un po' una bella copia autografata tra le mani....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sai quanto hai ragione Alessandra. Pensa al bene che fanno le recensioni sincere, indicano la via. Io credo che sia davvero più facile per chi scrive oggi, con i social, rispetto a un tempo quando non si avevano feedback. Mi piace ricevere complimenti perchè sostengono, ma di natura diffido delle lodi sperticate. Ogni osservazione e ogni critica - anche feroce - che mi è stata mossa l'ho accolta come un'opportunità. Vuoi mettere che vantaggio sapere cosa non funziona! Le lodi sperticate le lascio agli altri, io voglio le critiche costruttive: è il grande vantaggio di pubblicare self... puoi correggere.
      La forza di questo blog è la sua onestà intellettuale.

      Elimina
    2. Ringrazio a nome di tutte

      Elimina
  13. É proprio grazie alla vostra recensione che ho scoperto questa autrice . "Carta bianca" mi era piaciuto veramente ed ora sono curiosa di sapere quali modifiche sono state apportate al testo autopubblicato. Complimenti VeloNero!
    Luisa

    RispondiElimina
  14. E' sempre un gran piacere e un immenso onore trovarmi qua. A dire il vero il libro è cambiato pochissimo, non hanno voluto toccarlo: è stato "limato". E' stato eseguito un lavoro di cesello, "svirgolando", rendendo più fluida la narrazione e cercando, proprio attraverso un lavoro di fino, di rendere più comprensibile le varie parentele. E' stato stemperato un particolare truculento e David... non so se due paginette riescano a spiegare il tassello mancante: in effetti io una cosa non l'avevo detta, e anche se mi hanno lasciato davvero poco spazio di manovra, dovevo spiegare ciò che avevo omesso.
    Comunque, bando alle mie solite ciance, grazie a tutte e... venite a commentare così da assicurarvi due, e dico ben due, copie di questo romanzuccio da ombrellone ;) ... dicono così, no?
    E io me vanto!
    Un grande abbraccio e un grosso grazie a Francy, Samnatalarossa, Keiko, Alexandra e tutte voi: grazie!
    VeloNero

    RispondiElimina
  15. Pare interessante, anche se molto ingarbugliato. Ci sto ancora riflettendo su se prenderlo o meno, probabilmente attenderò un momento in cui il mio cervello ha voglia di impegnarsi. Complimenti comunque all'autrice e happy release day!
    Marti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No Marti, non è ingarbugliato, è piuttosto lineare, ci sono solo parecchi personaggi ma la trama non ne risente. Comunque se lo vinci di arriva di default :D

      Elimina
  16. Adele Vieri Castellano09/04/15, 08:53

    Complimenti a Velo Nero. Lo dico sempre: la buona scrittura si riconosce dalle prime righe, così come l'impegno, il sudore e l'amore per la parola scritta. In bocca al lupo, carissima e fai bene a vantarti di "un romanzuccio da ombrellone". Solo chi conosce bene il Romanzo Rosa come genere sa quanto lavoro c'è dietro a quelle pagine. Un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Adele, detto da te è bellissimo, suona melodioso

      Elimina
  17. il regency non è solitamente il mio genere preferito, visto che adoro i contemporanei, ma dato che il racconto di natale di Velo Nero pubblicato su LMBR
    mi è entrato nel cuore per la sua ironia e per il modo di scrivere fluido e appassionante (come già detto all'epoca, storia che meriterebbe un libro suo), sono favorevolemente incuriosita da questo romanzo. Sono contenta che Velo Nero sia arrivata ad essere pubblicata da una CE, per cui le faccio i miei migliori auguri per la prossima uscita, nella speranza ovviamente di poter avere tra le mani la sua copia autografata... (ma avendone già vinta una recentemente credo che la fortuna guarderà in viso ad altre commentatrici.... peccato....)

    RispondiElimina
  18. La trama è interessante e i commenti invogliano alla lettura. E' da tanto che non leggo romance storici, magari è la volta buona per ricominciare :-)
    P.S: Il racconto di Natale mi era piaciuto tantissimo!

    RispondiElimina
  19. Faccio un enorme in bocca al lupo a Velo Nero.
    Solo vedere delle nostre autrici (e di storico poi!) pubblicare con una grande casa editrice e avere tutta questa visibilità mi riempie di gioia.

    Lo voglio leggere, lo voglio leggere, lo voglio leggere!
    Sveva

    RispondiElimina
  20. Devo fare i miei complimenti a VeloNero perché, pur non avendo ancora letto il suo romanzo, in poche righe lette mi sento già imbrigliata nella sua trama e nella sua ambientazione. Sono sicnera, non conoscevo Carta Bianca, ma l'ho scoperto solamente in prossimità dell'uscita Newton e ne sono rimasta incantata. Spero di poterlo leggere al più presto, magari con una copia autografata anche se non sono mai stata fortunata nei GA, perché amo il genere e sono curiosa di conoscere Valery e David.
    E poi vorrei complimentarmi anche con le ragazze di questo blog per la splendida recensione, sincera e vera, che ha saputo incrementare, ancor di più, il mio desiderio di lettura di questo romanzo. Inoltre, mi piace quando in una recensione vengono elencati sia i pregi che i difetti, qualora ce ne siano ovviamente, e che quest'ultimi siano sempre delle critiche costruttive. Per quanto ho capito, VeloNero ne ha fatto tesoro, e questo penso sia una grandissima soddisfazione per chi gestisce un blog. Detto questo, auguro un grosso in bocca al lupo a VeloNero per questa sua nuovissima avventura editoriale e spero di leggerla al più presto.

    RispondiElimina
  21. Vorrei concorrere anch'io per le copie autografate, anche se acquisterò in ogni caso questo libro. La trama mi ha subito attirato, non avevo ancora un ebook reader quando è uscito come "Carta Bianca", altrimenti sono certa che l'avrei inserito tra le mie letture.
    Dire cosa mi ha colpito è difficile, è questione di istinto: so che mi piacerà.
    Grazie a VeloNero e a tutto lo staff di Biblioteca Romantica :)

    RispondiElimina
  22. I romanzi storici sono sempre affascinanti, ti trasportano in epoche lontane dove ci sono tradizioni e modi di pensare molto diversi rispetto ai nostri.Vorrei leggere questo romanzo per la copertina magnetica e lo stile che traspare dai due estratti.Grazie in ogni caso per l'opportunita'!

    RispondiElimina
  23. Io amo questo genere e sono molto selettiva e critica su ciò che leggo. Per tale motivo credo proprio che comprerò questo libro. Mi ha convinta e intrigata, e sono certa che non mi deluderà. Lorenza

    RispondiElimina
  24. Leggendo la recensione mi ha molto colpito e incuriosito molto splendida la copertina e io quando cerco un libro da leggere oltre il titolo mi deve colpite la copertina come i personaggi David e Valery molto intriganti e!!!!! non vedo l'ora di avere il libro in mano. Complimenti a questa nuova scrittrice Velonero!!!! rosi

    RispondiElimina
  25. Io ci provo <3
    Voglio quel libro tra le mie manine, voglio sentirne il profumo delle pagine e assaporarne ogni parola <3
    Sono sicura che sarà straordinario!!!
    Complimenti VeloNero e buona fortuna ;-)

    RispondiElimina
  26. Ho gustato con interesse la presentazione e la recensione del libro. Ho così capito che vale la pena leggerlo. Intanto provo a vincerne una delle copie in palio. Ne sarei felice. Complimenti all'autrice e alle amiche blogger che svolgono sempre un prezioso lavoro per tutte noi lettrici.

    RispondiElimina
  27. Amo i romance storici, in particolare i Regency! La trama sembra interessante, quindi non avendo letto la versione precedente, mi rifarò di sicuro con questa! ;)
    Una copia autografata poi è sempre un ottimo incentivo! ^_^
    Per rispondere alla domanda "cosa deve avere un romance storico per piacermi": personaggi ben caratterizzati, un lui decisamente da strapparsi i capelli (non solo per l'aspetto fisico, ma per tutto), ambientazione realistica, molto romance, NESSUN tradimento (cosa che non sopporto proprio!) e soprattutto un bel epilogo con tutti i fronzoli! Chiedo troppo?!?

    RispondiElimina
  28. Sono decisamente nel mio periodo storico! Queso mese è ricchissimo e Velo Nero non voglio perdermelo... l'autografo nemmeno!
    Complimenti alle autrici e grazie al blog per la possibilità :*

    RispondiElimina
  29. Lia Orlandi09/04/15, 16:50

    Partecipo molto volentieri.
    Mi incuriosisce leggere la storia d 'amore tra due persone così diverse tra loro:Valery , giovane aristocratica cresciuta in un mondo protetto come quello di un collegio d 'epoca, che si trova costretta ad affrontare il dissesto finanziario causato dalla scelleratezza del padre; David , libertino esperto e sicuro di sé , che si ritrova attratto da una fanciulla probabilmente fuori dai suoi schemi.
    Speriamo che la dea bendata mi sia propizia !!!
    Lia

    RispondiElimina
  30. Lo voglio!!!!!!. Quindi cara dea bendata vedi di darti una mossa grazie. Velonero non vedo l'ora di avere il tuo racconto tra le mie mani�� Giusi Grigoli

    RispondiElimina
  31. Partecipo davvero volentieri.
    ho sentito tanto parlare di questo libri e mi ha sono subito incuriosita. Poi io adoro i romanzi storici e questo mi sembra abbia buonissime possibilità di diventare un vero cult nel suo genere.

    RispondiElimina
  32. E' ovvio che partecipo, non si può evitarlo... La recensione è interessante e invoglia tantissimo alla lettura e poi l'autrice non mi è nuova, avendo già letto alcuni suoi scritti da voi pubblicati su questo blog, penso che sia molto brava e che meriti tutta la nostra attenzione, così come molte altre autrici nostrane che ci date modo di conoscere e apprezzare! In bocca al lupo e incrocio le dita! :)

    RispondiElimina
  33. Partecipo volentieri .Leggi la trama e la recensione non si può scappare si deve leggere .Un grosso in bocca al lupo a Velonero un grazie alla Biblioteca che ci ha fatto conoscere questa interessante autrice

    RispondiElimina
  34. Sofia barca09/04/15, 20:37

    Partecipo con piacere non ho letto nulla di questa autrice self quale migliore occasione quest!

    RispondiElimina
  35. Recensione estremamente intelligente e molto apprezzata. Ora sono molto curiosa di leggere questo romanzo.

    RispondiElimina
  36. Sono tra le fortunate che l'ha letto, regalato dall'autrice in pdf prima della pubblicazione, perchè ero capitata sul suo sito... che dire mi è molto piaciuto, non è assolutamente una trama ingarbugliata e per certi versi lo trovo migliore di quanto scriva la Mclean, tanto amata da LMBR, ma poco da me. Che dire se mi arriva una copia in cartaceo con dedica dell'autrice, sarebbe un doppio regalo! Consigliatissimo Clara

    RispondiElimina
  37. come si fà a non partecipare, non sono stata tra le fortunate che hanno letto la versione autopubblicata, certo che mi ha incuriosito molto la trama e soprattutto dopo la recensione di Samantha, Keiko e Alexandra come si fà a non partecipare, spero di essere la fortunata, o comunque approfittiamo dell'offerta, visto che comunque di sicuro entrerà a far parte della mia libreria, certo che la versione autografata fa molta gola.
    condiviso su
    https://www.pinterest.com/pin/566609196845416685/
    https://www.facebook.com/stefania.mognato/posts/10204180412286341?pnref=story
    https://plus.google.com/u/0/113323159535376562702/posts/Xxqr6iaT5kp
    https://twitter.com/streghetta6831/status/586250577417527298
    buona fortuna a tutte le partecipanti e incrociamo le dita

    RispondiElimina
  38. Vi confesserò che nell'enorme mare delle auto pubblicazioni questo libro mi era sfuggito, un peccato dato che amo molto i romance storici, sono nata come lettrice di questo genere grazie agli harmony di mia madre! Poi un amia cara amica me ne ha parlato dicendom i che sarebbe stato pubblicato da Newton e ne sono stat molto felice, il libro comprae quindi nella mia WL e vi ringrazio per l'opportunità che offrtie, sarebbe un bel colpo averlo autografato! Scrivere romance storici è molto difficile, perchè come dite bisogna resistere alla tentazione di modernizzarli affidando ai personaggi modi di parlare e atteggiamenti dei giorni nostri, ma anche una completa corrispondenza può risultare troppo pesante agli usi e costumi dell'epoca può rendere una lettura troppo pesante, insomma bisogna trovare il giusto equilibrio e sembra che Velo nero ci sia riuscita! Sono d'accordo con lei quando dice, sul suo sito, che l'eros deve avere la sua parte in una storia d'amore, perchè permette di unire due persone in modo completo e totale, si crea un legame che difficilmente potrà essere sciolto o dimenticato se l'amore viene fatto con tutto il cuore e l'anima! Non vedo l'ora di leggerlo e conoscere i suoi protagonisti e questa autrice attraverso la sua storia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. scusate i refusi! dovrei rileggere prima di pubblicare :P

      Elimina
  39. Io l'ho letto poco prima che venisse ritirato da Amazon e visto che mi è piaciuto ho già comprato il cartaceo, devo dire che ho preferito Ritorno a Westbury e sto aspettando con impazienza che sia finito Lontano da Westbury...c'è qualche speranza che alla fine vengano pubblicati tutti e tre?
    Mariateresa

    RispondiElimina
  40. Sono curiosa di capire chi è la vera Valery..leggendo la recensione mi ero fatta un'idea di Valery..mentre leggendo l'estratto sembra quasi che sia lei a sedurre lui

    RispondiElimina
  41. Sono curiosa di capire chi è la vera Valery..leggendo la recensione mi ero fatta un'idea di Valery..mentre leggendo l'estratto sembra quasi che sia lei a sedurre lui

    RispondiElimina
  42. ci provo anch'io, non sono un'amante degli storici ma alcuni sono riusciti a entrare nel mio cuore, quindi sono curiosa di vedere se questo ci riuscirà ;)

    RispondiElimina
  43. Non mi farò scoraggiare dalla vagonata di commenti perché romance storico + periodo regency per me sono un richiamo come le fragole con il gelato alla crema sopra :P
    Quindi eccomi qui, a commentare questa recensione che già da sola fa venire voglia di divorare questo libro. Se poi calcoliamo che tutte e 3 le "biblioteca girls" concordano con il valore di questa opera rimane solo una cosa da dire: MIO!!! :D
    Poi sono curiosa di leggere di questa donna un pochina timida ed inesperta (cosa ormai rara nei romanzi) e di questo uomo che dovrà conquistarla... già mi emoziono. :P
    In bocca al lupo a tutte ma spero di essere una delle fortunate
    (incrocio anche le dita dei piedi)
    Karin

    RispondiElimina
  44. Dopo aver letto tutti i libri della Kleypass e tutta la serie MaidenLane della Hoyt sono curiosissima di legere il libro di questa scrittrice italiana, perché credo che in quanto a fantasia nello scrivere, una donna italiana non è davvero inferiore a nessun'altra. Complimenti per la recensione ;)

    RispondiElimina
  45. non posso non tentare di portarmi a casa un romance storico! la recensione è accurata, i personaggi e le vicende che vivono sembrano intriganti, quindi il desiderio di leggere il romanzo c'è! :)
    speriamo! :)))

    RispondiElimina
  46. Ciao a tutte sono una nuova follower e sono approdata sul vostro sito proprio cercando una recensione di questo romanzo, non posso non provare a partecipare al Giveaway , mi sono imbattuta nel libro l'altro giorno in libreria e la trama mi ha subito incuriosito , quello che mi attira di più è vedere come Valery riesca a cambiare un personaggio come Baxton. Molto belli i due estratti proposti , è sempre bello leggere di rapporti che evolvono e coppie che parlano tra loro , non sono solo amanti ma anche amici e complici

    RispondiElimina
  47. Questa autrice è uno speciale mix di ironia, pathos e originalità. La adoro. Elena

    RispondiElimina
  48. Questa autrice è uno speciale mix di ironia, pathos e originalità. La adoro. Elena

    RispondiElimina
  49. Ho adocchiato il romanzo la settimana scorsa in libreria, ma mi sono bloccata sull'età del protagonista maschile (che è lo zio di un coetaneo di Valery da quello che ho capito). Non che la differenza di età sia fondamentale, ma ammetto che riuscire credibile è più difficile - ricordo un bellissimo romanzo di Anita Shreve che ci riusciva.
    Adesso vado a leggere tutti gli altri commenti, magari lì si svela il mistero dell'età. Oppure chi lo ha letto me lo può dire???
    Sono curiosa, viste le vostre belle recensioni penso proprio che lo leggerò, grazie del suggerimento ciao Maristella

    RispondiElimina
  50. Nooooo, questo giveaway mi era sfuggito!!!!!! Lo voglio anche io!!!!!!!
    Mannaggia.
    Va be', lo comprerò! Intanto in bocca al lupo VeloNero, farai sfracelli, me lo sento!

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!