AL CENTRO DEL DIPINTO di Virginia Parisi - Recensione

Autrice: Virginia Parisi
Genere: Romance contemporaneo
Ambientazione: Inghilterra, Cornovaglia
Pubblic. Italiana: V.Parisi ,  febbraio 2015, pp.137 , € 2,99
Parte di una serie: no
Livello sensualità: Basso
Disponibile in ebook:Solo in ebook

TRAMA: Elisabeth Lombardi è una donna concreta, indipendente. Ha lavorato anni, per conquistarsi il posto di redattrice della rivista inglese Theme che ora rappresenta un punto saldo nella sua vita. È corretta, capace. E non è una bugiarda.Eppure si ritrova a mentire, a nascondere la sua identità e a mettere a repentaglio tutto ciò per cui ha così duramente lottato, pur di realizzare una spinosa e complicata intervista e guadagnarsi una promozione. Ed è così che cominciano i guai. Guai che si trasformano in equivoci quando conosce il vecchio pittore Bartolomeo Sarca, che sembra vedere in lei qualità che non sospettava di avere. Guai che diventano calamità naturali imbattendosi nel tono indisponente e inquisitore del suo arrogante e affascinante nipote, Lawrence Bristol.
E allora la terra di Cornovaglia, con i suoi paesaggi aspri e isolati, le scogliere a picco su un mare perennemente in tempesta, che dà e toglie con la stessa crudele e temeraria determinazione, produce la sua magia.
Le vecchie leggende di casa Thatcher, le storie di fantasmi che narrano la potenza di un amore immortale che ancora sopravvive dopo millenaria attesa, fanno il resto.
E in maniera imprevista, la stessa percezione che ha di se stessa cambia radicalmente, attraverso la mistica sacralità di un cerchio di pietre, il suo insegnamento di equilibrio e onniscienza che racchiude il senso del tempo, dell’infinito, dell’energia della terra, della memoria di popoli scomparsi e mai dimenticati.
Dalla sofisticata, business-oriented Londra alla selvaggia punta estrema della Cornovaglia, Izzie affronta un viaggio che parte come una sfida, e si trasforma in una scommessa. Su se stessa. Sul suo futuro. Sulla sua vita.


Ho deciso di  leggere questo breve romanzo di Virginia Parisi dopo aver letto la sinossi che  trovavo intrigante la trama ma soprattutto perchè ambientato in uno dei luoghi preferiti del mio immaginario letterario: la Cornovoglia, terra stupenda per naturale bellezza e ricca di  leggende celtiche. Il fatto che fosse un contemporaneo è stato  un impulso in più alla lettura, volendo vedere se l'autrice sarebbe stata  in grado di creare quell'atmosfera che prometteva nella trama. 
Al prologo del romanzo ero già convinta che il libro mi sarebbe piaciuto, ho avuto subito l'impressione di una grande maturità di scrittura, di ricercatezza nell'uso della parola, frasi  ben strutturate e vocaboli evocativi.
La protagonista di questa storia è Elizabeth, che vuole a tutti i costi fare uno scoop per dimostrare al suo capo, dopo anni di incarichi imposti, che può fare un buon lavoro anche partendo da sue idee. Lavorando per una rivista che scova persone che hanno avuto successo in passato per poi sparire misteriosamente, ha deciso di intervistare un pittore che dopo pochi anni di ascesa e notorietà si è improvvisamente eclissato dal panorama artistico e di lui non si è saputo più nulla. Venuta a conoscenza che  l'artista si è rifugiato  in Cornovaglia, Elizabeth parte per tale destinazione con la volontà di carpire le motivazioni del suo ritiro. Il caso vuole che il viaggio si tramuti ben presto in un incubo, con contrattempi e disagi. Quando arriva a pochi chilometri dalla sua meta incontra, o meglio si scontra, con Lawrence Bristol che è nipote pittore. Il loro è un incontro esplosivo, subito improntato alla reciproca animosità,  i loro dialoghi taglienti e pervasi da  provocante ironia. 

Per arrivare a conoscere il personaggio che le interessa e mantenere segreta la sua identità e i suoi reali scopi, Elizabeth  inanella una dietro l'altra una serie di bugie, ma Lawrence si mostra da subito diffidente. Da questo momento  in poi la storia si fa ancor più interessante, grazie anche agli altri personaggi che si incontrano man mano nel racconto: il pittore misterioso, Bartolomeo Barca è notevole e pieno di livoroso carattere, Noel , il socio costruttore della ditta dove Lawrence è architetto e anche suo amico di infanzia, i genitori di quest'ultimo che sono alle dipendenze della casa dove Lawrence è cresciuto.

In dipanarsi del racconto veniamo  a conoscenza di una leggenda che narra di sfortunati amanti, di un bracciale che ricorda quell'amore e di come forse il fantasma dell'uomo ancora si aggiri per la collina dove sorge il circolo di pietre erette secoli prima da un potente Druido, e di come forse proprio quel fantasma voglia impedire, con atti di sabotaggio, la ristrutturazione di una villa su quella collina sacra agli antichi. Un tocco di piacevole mistero si insinua quindi nella narrazione.
Gli ingredienti con cui la Parisi confeziona questo ammirevole romance sono qualitativamente alti . La prima cosa che colpisce  è l'attitudine dell'autrice di  descrivere l'ambiente in cui i personaggi si muovono con parole puntuali e pervasive. Crea delle vere e proprie immagini fotografiche nella nostra mente tanto son delineati i dettagli e ci si trova a vagare con l'immaginazione tra la natura, i profumi,  i luoghi come se fossero reali. Realistica, inoltre, l'evoluzione tumultuosa e sofferta della relazione di Elizabeth e Lawrence. Due persone che non si conoscono, che si incontrano per la prima volta in circostanze particolari, che non si fidano per diversi motivi l'uno dell'altra avranno sicuramente un approccio non facile nella realtà. Infatti, l'autrice condisce il loro rapporto di acredine  e battibecchi, di reciproco studio e latente attrazione  e i loro pensieri in queste circostanze ci vengono mostrati attraverso momenti di introspezione che contengono astrazioni e attimi di riflessione. Molto bella è la descrizione del  loro primo bacio dove tutta la tensione, le sensazioni e il turbamento che  essi provano si riversano sul lettore che sembra partecipare alla scena e vivere quelle stesse emozioni.
Emozioni che si avvertono anche quando, inoltrandoci nell'intreccio, vengono alla luce riminiscenze del passato familiare di Lawrence, caratterizzato da  dinamiche complesse, segnate da dolore e rimpianto e sensi di colpa.
Sono intelligenti i personaggi della Parisi, sono complessi  sfaccettati e ben strutturati nel carattere tanto da diventare tridimensionali. Ammiro il fatto che in un'epoca in cui  spesso i protagonisti  dei romance  si muovono per puro istinto, qui agiscano con  modalità più razionali , in armonia con i tempi stessi delle esperienze che si trovano ad affrontare. In poche parole, sono veri!
Per riassumere: abbiamo in questo libro una bella storia d'amore dal dolce epilogo, dei personaggi di contorno dalla forte personalità  che alimentano la narrazione dando un contributo notevole all'intreccio, un'ambientazione favolosa per chi come me ama la natura e i paesaggi e le magnifiche magioni della Cornovaglia, un mistero e una leggenda che si intrecciano con le vicende del presente. Tutto armonizzato e ben reso dalla capacità narrativa dell'autrice, coadiuvata da una raffinata ricerca delle parole, degli aggettivi meno comuni proprio per trovare quelli più adatti a rendere un concetto, una sensazione, un tempo.  Un romance delicato che esprime più romanticismo che sensualità, quindi un pò diverso rispetto ai canoni imperanti ma non per questo meno intenso, una lettura potrà regalare ore piacevoli. Non perdetelo.







PUOI LEGGERE UN ESTRATTO DI QUESTO  ROMANZO CLICCANDO QUI




L'AUTRICE
Virginia Parisi nasce nella suggestiva Piazza Armerina e vive da oltre un trentennio tra le belle colline del Monferrato. Sposata, madre di una bimba di due anni, si divide tra la famiglia, il lavoro di fotografa e la sua passione per la scrittura.  
Come scrittrice ha esordito nel 2003 con il romance storico "Animi Fortitudo”, cui hanno fatto seguito nel 2004 il romanzo storico "La Fiamma della Speranza" e nel 2007 il giallo storico "L'Ottava Pergamena", nel 2009 la commedia sentimentale “Al centro del dipinto”.  Sul blog La Mia Biblioteca Romantica è stato anche pubblicato il suo racconto breve "Un incontro perfetto"(leggilo qui) e il suo 'Stelle gemelle" ( qui)  è arrivato terzo nelle preferenze delle lettrici del blog fra i racconti di Christmas in Love 2013.  Il suo nuovo romanzo uscirà fra breve.
VISITA LA SUA PAGINA FACEBOOK: 


VI INTRIGA LA TRAMA DI QUESTO ROMANZO? VI PIACCIONO LE STORIE AMBIENTATE IN CORNOVAGLIA? SE AVETE LETTO O LEGGERETE "AL CENTRO DEL DIPINTO" LASCIATE I VOSTRI COMMENTI.

3 commenti:

  1. pare trama molto articolata, mi stuzzica molto, un peccato che sia un romanzo breve. la sensualità non è sempre fondamentale in un romanzo scritto bene, l'importante è che emerga l'amore e ci sia il lieto fine (per me fondamentale, altrimenti scarto subito).

    RispondiElimina
  2. Bello! Sono soddisfatta! I personaggi, tutti, mi sono piaciuti. Scritto bene, il luogo della vicenda quanto mai suggestivo contornato da un'aria un po' misteriosa dovuta alla tradizione celtica mi ha stuzzicato moltissimo. Se potessi, partirei e andrei a Portkerris o in qualunque altro paese della Cornovaglia a respirare quest'aria mitica e per vedere i colori che questa zona offre a una viaggiatrice inesperta di questa terra. Concordo pienamente con quanto scritto da Keiko Huchica e anche per me il racconto vale 4 1/2. Consiglio la lettura di questo breve romanzo.

    RispondiElimina
  3. Iaia grazie di cuore per aver letto per le tue belle parole! Grazie sempre a Keiko e a tutto il blog. Questo è sempre uno spazio privilegiato per me. Ne sono più che onorata. E Isabella giuro che il lieto fine c'è! !!!

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!