LA DAMA MISTERIOSA di Laura Gay - Recensione

Autrice: Laura Gay
Ambientazione: Londra, periodo Regency
Pubblicazione: Laura Gay, 5 febbraio 2015, pp. 177, €2,99
Livello di sensualità: Alto
Disponibile in ebook? Solo in ebook

TRAMA: Londra, 1805. Sir Jonathan Drake, baronetto impiegato presso i servizi segreti britannici, ha sempre rifuggito l’amore. Ma quando incrocia lo sguardo di una misteriosa e seducente dama con un abito provocante, in un palco all’Opera, se ne invaghisce all’istante.
Quella donna lo affascina e lo turba nel profondo; non ha riconosciuto in lei l’insignificante creatura che ha sposato dieci anni prima e poi dimenticato, relegandola nella sua dimora di campagna.
Ora quella fanciulla timida e impaurita si è trasformata in una donna ammaliante e sensuale, pronta a riprendersi ciò che lui le ha negato. E tutto a un tratto, Drake non desidera altro che prenderla fra le braccia e amarla appassionatamente. Ma le umiliazioni da lei subite, in tutti quegli anni di solitudine, non sono così facili da dimenticare e lui dovrà lottare assiduamente per riconquistarla. Anche se per farlo dovrà mettere a rischio il proprio cuore.

Nel panorama italiano delle autrici che cercano di arrivare al grande pubblico attraverso l’auto pubblicazione grazie ad Amazon, c'è sempre qualche perla da scoprire. Una di queste è Laura Gay, che stavolta si è cimentata in un genere abbastanza difficile e ci regala una chicca tutta erotica. Credo sia uno dei connubi più difficili quello dell’erotico combinato con lo storico perché  spesso ci si dimentica che nelle epoche passate esistevano etichette e doveri di rango, e situazioni che adesso sarebbero intollerabili, erano invece una cosa normale. Era abitudine infatti sposare un uomo senza averci parlato prima, era nella norma convolare a nozze a sedici anni per consolidare una posizione o per questioni di interessi e venire relegate nella tenuta di campagna affinché lo sposo potesse vivere nella city per curare gli interessi del casato. Che poi, oltre agli interessi, ci fossero le case da gioco, i postriboli, le cortigiane, le amanti, le mantenute, era un dato di fatto tollerato e mai messo in discussione. È quello che accade a Julia, sedicenne invaghita di Lord Drake, che la prima notte di nozze si sente dire che mai per nessun motivo lui l’amerà, anzi, assolve ai suoi doveri coniugali e il giorno dopo sparisce. Da prendere a mazzate vero? Eppure Julia sa che quella è la vita a cui è destinata, finché col passare degli anni, decide che rivuole suo marito e desidera scoprire l’amore fisico con lui. Si trasferirà a Londra e grazie all’aiuto di Cecile, una nota cortigiana, imparerà l’arte di sedurre, di ammaliare e soggiogare gli uomini.  Questo credo sia stato il punto di forza per dare credibilità al romanzo. Sarebbe stato infatti inconcepibile che una lady segregata per tutta la vita in campagna, di punto in bianco decidesse di diventare una femme fatale e che ci riuscisse pure! Impensabile. Invece, con l’aiuto di Cecile, diventa Juliette e impara a muoversi, a guardare, a parlare e tutto in funzione della seduzione.
Lord Drake cadrà come una pera cotta ai suoi piedi, senza sapere che la donna di cui si sta innamorando è sua moglie e che è già sua di diritto.
Le tinte di questo romance sono piuttosto forti, l’autrice non si risparmia sulle scene di sesso, fa vivere ai due protagonisti la passione in tutte le sue sfumature, lasciando intendere un grande coinvolgimento di sentimenti, che però fino alla fine rimangono celati a entrambi. Nessuno dei due si sbilancia e anche quando Lord Drake scoprirà che la sua misteriosa amante altri non è che la sua legittima consorte, terrà per sé le parole che potrebbero spianargli la strada verso il cuore e il perdono della moglie, che non crede alla buona fede del marito, quando questi cerca di conquistarla.
Scritto impeccabilmente, questo romanzo di Laura Gay, ci porta tra i fasti del ton londinese nel momento di maggiore splendore e cioè durante la cosiddetta stagione e ci fa conoscere due protagonisti, che, senza saperlo, erano destinati l’uno all’altra. Per una questione puramente personale, ho preferito la seconda parte del romanzo, dal  momento in cui Julia fa ritorno in campagna e Jonathan la raggiunge su consiglio del suo amministratore. L’interagire tra i due ha uno spessore maggiore, è più genuino in quanto la menzogna sulla vera identità di Juliette non grava più sull’atteggiamento di lei e quello che ne esce è il bisogno reale del marito.Le motivazioni del suo inganno a Londra assumono una concretezza maggiore nel momento in cui le espone al consorte e si comprende che il desiderio fisico è solo una parte di quello che prova Julia. Concludo rivolgendo una domanda direttamente all’autrice: ma… Roger?




LE ULTIME PUBBLICAZIONI DI LAURA GAY LE PUOI TROVARE QUI:



L'AUTRICE

Laura Gay nasce a Genova dove tuttora vive, insieme al marito. Ama i libri, il cinema, la musica e gli animali, specialmente i gatti. Scrive da quando era bambina perché solo attraverso la scrittura riesce a esprimere se stessa e a volare con la fantasia.Ha pubblicato vari romanzi, tra cui Edmond e Charlotte. Le scelte dell’amore(Enrico Folci Editore, 2008), La figlia del re di Francia (0111 edizioni, 2010),Prigioniera del tempo (Boopen, 2010) e Ovunque sarai. (Boopen, 2011).  Per Delos Digital ha scritto Incantevole angelo (collana Passioni Romantiche),Sette giorni e sette notti, Senza Legami, Toccami, L’amante francese Adorabile bastardo (collana Senza Sfumature). Inoltre con Il risveglio dei sensi e Resta con me si è qualificata tra i finalisti nelle rispettive rassegne Rosso fuoco e Senza fiato, sul blog La mia biblioteca romantica, mentre un altro racconto, Bad Boy, si è distinto in Christmas in love 2013, sempre sullo stesso blog. Ha autopubblicato su amazon e kobo un romance storico dal titolo La contessa delle Tenebre e un time travel, Oltre i confini del tempo. La dama misetriosa  è la sua ultima autopubblicazione . Attualmente Laura collabora con il blog La mia biblioteca romantica per le recensioni.
VISITA IL SUO SITO: 
http://lauragay.blogspot.it/


TI INTRIGA LA TRAMA DI QUESTO LIBRO? L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI? ASPETTIAMO I VOSTRI COMMENTI.


13 commenti:

  1. trama molto interessante.... mi piacciono le donne che si impuntanto per ottenere quello che vogliono e gli uomini duri cadono poi ai loro piedi. personalmente preferisco il contemporaneo in cui il romanticismo si mescola all'ironia, ma qualche volta ho bisogno anche io di un coinvolgimento più profondo e devo dire che lo storico spesso soddisfa l'esigenza di un sentimento più profondo. di questa autrice ho letto solo il racconto di natale, che avevo piazzato al secondo posto nella mia votazione, perchè era proprio divertente e frizzante.... che devo dire, la mia lista si allunga ulteriormente....

    RispondiElimina
  2. la trama ricorda molto uno storico breve uscito un annetto fa per Harlequin ed ora in edizione ebook eLit.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ricordi il titolo? Il tuo commento mi ha incuriosita e, se sai dirmi come si intitola, lo vado a cercare!

      Elimina
    2. "Sedotto da uno sguardo" di Margaret McPhee

      Elimina
  3. Grazie per la recensione, Alessandra! Per rispondere alla tua domanda, che mi è stata rivolta anche da altre lettrici, la coppia Roger/Cecile tornerà in un altro romanzo. Per ora è solo un'idea (attualmente sto lavorando a un contemporaneo), ma ho ancora molto da dire su di loro e su lady Felicia, quindi tenete d'occhio le mie pubblicazioni. ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo è interessante! Perché la coppia Roger/Cecile ci ha tenute col fiato sospeso e anche se sappiamo già che alla fine saranno assieme, manca di sapere il come.

      Elimina
  4. E' vero, la trama e' molto intrigante e mi incuriosisce. Ed è già molto, per me, perché in generale preferisco i contemporanei agli storici (per puro gusto personale, non come giudizio definitivo, come se ne discuteva qualche giorno/post fa nei commenti alla rubrica delle Primizie Romantiche...), e in più poi non amo gli erotici. Però... però Laura scrive troppo bene!
    Di lei adoro lo stile proprio nel contemporaneo brillante (come nel racconto di Natale) o nel RS (avete letto il suo ultimo racconto pubblicato sul suo blog? Bellissimo!), quindi mi sa che, come scrive Isabella M. più su, anche la mia lista si allunga inesorabilmente...
    Eva P.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, Eva! Sei gentilissima! :-)

      Elimina
  5. Londra, 1807 - Quando incrocia lo sguardo di una dama seducente e bellissima, che indossa un abito provocante e si siede con languida sicurezza in un palco privato del teatro di Covent Garden, sulle prime Marcus Henshall, Visconte Stanley, non si rende nemmeno conto che si tratta di sua moglie Ellen. Quella creatura ammaliante e sensuale non ha nulla in comune con l'insignificante fanciulla che nel giro di poche settimane è entrata e uscita dalla sua vita e della quale lui non ha mai sentito la mancanza. Tutto a un tratto, Marcus non desidera altro che prendere tra le braccia quel corpo conturbante, assaporare i baci di quelle voluttuose labbra color ciliegia. Ma pur promettendogli delizie indicibili, lei lo tiene a distanza...


    direi molto simile . anche io ho immediatamente ricordato l harmony.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È vero la situazione è praticamente identica. Ma quello che fa la differenza sono le sfumature della trama, i dialoghi, l'interagire dei personaggi. Si può partire dallo stesso punto e arrivare all'happy end, passando per strade diverse. Non ho letto quello della Harmony perciò non mi esprimo in merito. Dico solo che ci sono più modi di rappresentare situazioni simili.

      Elimina
    2. Ho letto l'harmony e anche se dalla sinossi potrebbe sembrare simile in realtà la storia è completamente diversa. In quello la sconosciuta viene subito riconosciuta dal marito a teatro e torna a casa con lui.

      Elimina
    3. ma quanti libri ci sono in cui la trama è la stessa?. alla fine è l'autrice che fa la differenza e la sua capacità di emozionarti e rendere la lettura fluente, accattivante e soprattutto coinvolgente. poi come si fa a paragonare una racconto di 45 pagine con un romanzo di 177 (anche se per me i romanzi dovrebbero partire tutti da almeno 230 pagine, ma questo è solo una questione di gusto personale), non hai nemmeno il tempo di conoscere i protagonisti che la storia è già terminata....

      Elimina
    4. Purtroppo questo romanzo non l'ho letto. Vedo la trama solo in questo momento, per quanto tu assurdo lo possa trovare. Per quanto io sia un'avida lettrice, non conosco tutti i romanzi che escono. Specie quelli Harmony che trovo troppo cari (almeno nella versione e-book). Lo cercherò, ma di sicuro sarà diverso dal mio perché c'è un limite anche alle coincidenze. ;-)

      Elimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!