GHIACCIO NERO di Anne Stuart (Leggereditore) - Recensione



Autrice:Anne Stuart 
Titolo originale: Black Ice
Traduttrice: Sonia Gatti
Genere: Romantic Suspense
Ambientazione: Francia/ USA
Pubblic. originale: Mira Books, 2005, pp. €9,90
Pubblic. italiana: Leggereditore, ebook 15/12/14- cartaceo 15/1/15, pp. 384
Parte di una serie: 1° serie Ice
Livello sensualità: MEDIA
Disponibile in ebook? Sì, €4,99

TRAMA: Chloe Underwood è un’americana a Parigi che vive di paga in paga traducendo libri per bambini, ma darebbe qualsiasi cosa per un briciolo di eccitazione e passione... e magari anche qualche brivido. Così, quando le offrono di fare da interprete per un gruppo di uomini d’affari in un castello sperduto nella campagna francese, accetta sperando di smuovere un po’ le acque. Ma all’improvviso e per puro caso scopre più di quanto avrebbe dovuto: gli imprenditori che l’hanno assunta non sono quello che sembrano, e lei si ritrova a essere una testimone scomoda e da eliminare. Prima che possa rendersi davvero conto del pericolo in cui è incappata, uno di loro, il misterioso Bastien Toussaint, la trascina via, e per Chloe ha inizio una fuga con l’uomo più tenebroso e seducente che abbia mai conosciuto. Ma quali sono le intenzioni di Bastien? E Chloe vivrà abbastanza a lungo per scoprirle?

“Se ci trovassimo in un altro tempo e in un altro luogo, ti porterei nel mio letto e farei l'amore con te per giorni" disse lui con voce lenta, profonda, intensa.
"Percorrerei ogni più piccola parte della tua pelle con la mia bocca, e ti farei venire, ancora e ancora fino a sfinirti, e poi ricomincerei da capo. Bacerei le tue ferite, berrei le tue lacrime, ti amerei in modi che non sono ancora stati inventati,
su campi di fiori e sotto cieli stellati, dove non ci sia morte o dolore o tristezza.
Ti mostrerei cose che non hai neppure sognato, e non ci sarebbe nessun altro
al mondo tranne te e me, tra le tue gambe, nella tua bocca, ovunque."
Anne Stuart non ha bisogno di presentazioni, ormai la sua fama di narratrice eccelsa la precede e la sua divina penna partorisce sempre magnifici capolavori. “Ghiaccio nero”, primo titolo di una serie
che racconta le gesta di un’ organizzazione segreta denominata “Il Comitato”, è un romanzo mozzafiato che miscela sapientemente i tratti caratteristici del romance con le tinte fosche del genere dark, che la Stuart predilige in quasi tutti i suoi libri.  In questa splendida storia niente è come appare ma allo stesso tempo tutto è come sembra. Chloe è una giovane donna come tante che, a causa del suo lavoro di interprete,  improvvisamente si ritrova invischiata in un gioco pericoloso, vittima innocente di un giro di illegalità dove a salvarle la vita sarà colui che doveva togliergliela, sto parlando di Bastien Toussaint il classico eroe “Stuartiano” vale a dire oscuro, pericoloso e irascibile ma anche magnetico e brillante, con una morale distorta ma in qualche modo coerente. In questo  romanzo di altissimo livello narrativo niente viene lasciato in balia del caso, tutto è calibrato con maestria e la caratterizzazione fluida dei personaggi rende la storia estremamente vivida e appassionante. Dovete credermi se vi dico che non potrete smettere di pensare a Chloe e Bastien anche a romanzo chiuso, vi sentirete parte di loro, respirerete la loro paura e vivrete i loro
turbamenti con il cuore colmo di struggente aspettativa.
Chloe e Bastien, in fuga dal male per raggiungere la libertà, si ritrovano a condividere un’attrazione divorante e selvaggia che non ha ragione di esistere ma che esplode maestosamente rompendo i
confini della razionalità e così, tra pericolosi inseguimenti, passione mozzafiato e sparatorie sanguinose, nasce  un amore travolgente, un amore che supera le barriere e fino all’ultimo secondo cambia le carte in tavola regalando momenti di sconcertante adrenalina.  L'intesa fra questi due fascinosi protagonisti è talmente profonda da attraversare le pagine per arrivare dritto all'anima del lettore che per tutta la durata della narrazione non sa cosa aspettarsi né cosa sperare che accada. Insomma, qui la suspense non è solo un pretesto per far accoppiare i due personaggi di turno, perché questo è un romantic suspense VERO, a volte crudo ma sapientemente raccontato, anche grazie ad un cinismo così pungente da
far storcere il naso più volte ma al contempo così seducente da irretire completamente. Se proprio devo trovare una pecca a questa romanzo è il finale piuttosto stringato che se da un lato cala il sipario sul più bello, dall’altro intensifica l’epilogo lasciando una piacevole e memorabile sensazione nel cuore, molto simile all’atterraggio dopo un volo di linea particolarmente turbolento.
Se volete vivere il brivido incontrollabile della suspense e conoscere un amore che ridisegna i confini del bene e del male, allora vi consiglio di cogliere senza esitazioni l’occasione di leggere questo folgorante piccolo capolavoro, merito di una regina del romance che con questo lavoro ha superato se stessa e soprattutto le aspettative di noi lettrici, cadute ancora una volta vittime della sua brillante fantasia e dei suoi maschi  follemente dominanti.



cartaceo           ebook

LA SERIE ICE
1.Black Ice (2005) - ed.italiana: 1^ L'INTERPRETE , Harlequin/Mondadori (2006);              2^ GHIACCIO NERO, Leggereditore, dicembre 2014 - Bastien Toussant e Chloe Underwood -  LEGGI QUI la ns recensione
2.Cold As Ice (2006) - ed.italiana: FREDDO COME IL GHIACCIO, Leggereditore, gennaio 2015 - Peter Jensen e Geneviève Spencer - LEGGI QUI la ns recensione
3. Ice Blue (2007)- 
ed.italiana: CUORE DI GHIACCIO, Leggereditore,agosto 2015 - Takashi O'Brien e Summer Hawthorne
4. Ice Storm (2007) Serafin Killian e Isobel Lambert
5. Fire and Ice (2008)Reno e Jilly Lovitz

6. On Thin Ice (2011) - Finn MacGowan e Elizabeth Pennington



VUOI CONOSCERE MEGLIO LA SERIE ICE?
LEGGI QUI LA NOSTRA PRESENTAZIONE DI TUTTI I ROMANZI DELLA SERIE 

L'AUTRICE
Anne Stuart è nata a Filadelfia, poco dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale, in una famiglia di grande tradizione culturale ed è cresciuta a Princeton, nel New Jersey.Sin dalla più tenera età ha dimostrato un'innata predisposizione per la letteratura, tanto che ha iniziato a scrivere racconti d'amore quando ancora frequentava le medie inferiori.Quando la sola lettura non l'ha più pienamente soddisfatta, ha scritto il suo primo romanzo d'atmosfera gotica, intitolato Barrett's Hill. Questo primo romanzo è stato pubblicato da Ballantine nel 1974, quando Anne aveva solo venticinque anni! Successivamente i suoi lavori sono stati pubblicati da moltissimi editori di prestigio, tra cui Dell, Doubleday, Berkley, St. Matrin's, Pocket Books, Avon, Signet, Zebra, Fawcett, Silhouette, Harlequin e MIRA.Attualmente scrive romanzi ricchi di suspense per MIRA, romanzi rosa per Harlequin American Romance e anche romanzi storici.Anne nel Vermont, con il marito , i due fgli , quattro gatti e uno springer spaniel.
VISITA IL SUO  SITO: www.anne- stuart.com/books.html


VI INTRIGANO LA TRAMA E I PERSONAGGI DI QUESTO ROMANZO E VI PIACEREBBE LEGGERLO? VI PIACCIONO I 'BAD BOYS' DI ANNE STUART? 


15 commenti:

  1. Teresa Siciliano26/01/15, 07:38

    Ma! Non ripeterò qui la recensione messa su Amazon, né ribadirò la mia non - ammirazione per la Stuart e la sua concezione della vita.
    L'unica cosa che mi è piaciuta del romanzo è il finale, nonostante sia brusco a dir poco. O forse proprio per questo.

    RispondiElimina
  2. Concordo pienamente con la recensione di Rita ma per il bruttissimo finale del libro avrei dato un cuore in meno. Alcune scrittrici / italiane / straniere devono imparare a scrivere un bel finale.

    RispondiElimina
  3. Penso che i bad boys come li tratteggia questa autrice non li tratteggia nessuno, i finali che possono apparire bruschi sono a mio avviso consoni ai protagonisti! Uno non può essere basxxxxone per tutto il libro e poi finire con "baubau micio micio" la coerenza innanzitutto per favore!
    Michi

    RispondiElimina
  4. Io sono di parte adoro Anne Stuart in tutte le salse

    RispondiElimina
  5. i pareri mi appaiano piuttosto contrastanti: o piace da morire e non piace affatto,
    sembra che si parli di romanzi differenti.... dato che io amo i finali lunghi e gli epiloghi il fatto che qui il finale sia decisamente brusco mi lascia un po' perplessa, nonostante fossi particolarmente stuzzicata dopo la lettura del primo capitolo che avevate messo in linea qualche settimana fa.... Isabella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Isabella, anche a me piacciono i finali lunghi e particolareggiati. Ma questo è di effetto e poi ritroverai i personaggi del primo libro nel secondo e lì la Stuart ti mostrerà come è diventata la loro vita.

      Un saluto, Rita.

      Elimina
  6. Letto, e faccio parte dello schieramento di chi non ha amato questo romanzo particolarmente... Vedi mia recensione in Amazon

    RispondiElimina
  7. Io adoro letteralmente e letterariamente la Stuart, certo questo in particolare che ho letto con il titolo" l'interprete" non è 5 stelle come il secondo che mi ha appassionato molto di più, ma comunque Lei è SUPER. Milena

    RispondiElimina
  8. Ciao a tutte, ragazze.
    Grazie per aver commentato. Dunque, parto dalla premessa che adoro la Stuart, quindi ogni volta che leggo un titolo firmato dalla sua penna rimango in estasi e perdo lucidità. E' vero che può piacere o non piacere, ad ogni modo la sua bravura non è in discussione. Il suo stile è questo: avvincente, appassionante e oscuro. Anne Stuart non ha peli sulla lingua (o in questo caso sulla penna) non è la solita autricetta scontata e frivola. I suoi romanzi sono forti, indimenticabili e potenti e lasciano qualcosa di indimenticabile nella testa. A me il suo cinismo piace, mi piace l'eleganza e l'arguzia del suo stile. I dialoghi incalzati fra i suoi personaggi, il loro possedersi mentalmente e visceralmente. Insomma, averla in Italia è stata un'impresa non da poco e mi piacerebbe che continuasse ad essere pubblicata, perchè può piacere oppure no, ma è fuori discussione che autrici del suo calibro stanno scomparendo. Quindi forza Anne Stuart!

    RispondiElimina
  9. Adoro la Stuart e trovo che sia una delle autrici che riesce meglio a creare dei personaggi maschili notevoli dalla forte personalità e con un lato oscuro sicuramente dominante, ma al tempo stesso elemento carismatico che caratterizza il fascino di ognuno di loro. La cosa che mi piace dell'autrice, e' sicuramente la coerenza dei protagonisti , perchè questi uomini si innamorano e nell'amore trovano la loro forma di riscatto, ma la loro personalità rimane coerente senza trasformarci in uomini sdolcinati con una trasformazione che non sarebbe credibile..! Non ho letto questo volume, il primo , ma il secondo che per me e' da 5 stelline..e se tutti i libri della serie sono così..possiamo solo dire grazie a Fanucci per aver deciso di ripartire con la pubblicazione della serie !

    RispondiElimina
  10. Trovo che questo contrasto fra recensioni sia naturale perché la Stuart ha creato, soprattutto in questa serie, personaggi piuttosto fuori dal comune. Chi non trova nelle proprie corde un personaggio duro e molto dark come Bastien difficilmente apprezzerà questo libro. Ma Bastien è anche uomo che riesce a dire cose come la citazione qui sopra... che fanno letteralmente sciogliere! Chi non riesce ad apprezzare eroi con molte ombre oltre che luci fa bene ad andare altrove, a non perdere tempo prezioso con i 'cattivoni' della Stuart. Per quanto mi riguarda, queste sono storie che mi prendono allo stomaco e si fanno ricordare anche dopo mesi. Non mi interessa discutere sull'etica dei loro comportamenti, qui non siamo nella realtà ma a romancelandia, quello che mi importa è che una storia sia scritta bene e si faccia ricordare. La Stuart in questo è maestra.

    RispondiElimina
  11. Ciao a tutte.
    Intervengo per chiarire un punto specifico letto in questa discussione.
    Riguardo al fatto che ad alcune lettrici non piaccia lo stile Stuart sono state avanzate delle ipotesi e mi sono sentita chiamata in causa non rispecchiandomi affatto in esse.
    La Stuart non mi piace, e non perché i suoi uomini sono troppo dark o cinici o bastardi, per l'opposto motivo, infatti a un ribadire a iosa le suddette caratteristiche fa da contralto un comportamento da "prima cotta" inutilmente sentimentale e incoerente, i protagonisti (ho letto solo buio e ghiaccio nero) nel giro di un lasso di tempo minimissimo ribaltano le convinzioni maturate in anni di cazzutagine rendendoli ai miei occhi semplicemente ridicoli.
    Qualche protagonista veramente bastardo l' ho incontrato e l'ho molto gradito, uomini le cui azioni rispecchiavano il loro lato oscuro con tanto di tratteggi delle motivazioni psicologiche.
    Idem per la presunta suspense , non disturba l'eccesso di tensione, bensì la sua totale mancanza, causa di una trama senza un filo logico decente.
    Questo è il mio personale punto di vista, e non esclude che le ipotesi che accennavate sopra siano valide per altri.
    Ciao
    Lucia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Lcia, grazie per questa tua disamina che potrà probabilmente trovare altre persone d'accordo con e. Per quanto mi riguarda, trovo che le storie della serie ICE siano in genere sopra le righe, con trame a volte non perfettamente 'filanti' sul versane suspense, forse, ma assolutamente coinvolgenti dal punto di vista del romance. A me, ad esempi,o BUIO non è piaciuto, ma sono un'assoluta fan di questa serie che a mio parere migliora ad ogni libro. Perciò anche se ho capito non sono nelle tue corde, ti consiglio di leggere FREDDO COME IL GIACCIO.
      Francy

      Elimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. Per il momento sono restia a continuare questa saga, ma in futuro, magari abbassando le mie aspettative sul fronte thriller, terrò conto del tuo suggerimento e darò un'altra chance alla Stuart.
    Lucia :)


    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!