TORNA IL GD TEAM : "FREE FALL" di Monica Lombardi ( Emma Books) è il secondo capitolo della serie



MOLTE AMANTI DEL ROMANTIC SUSPENSE SI SONO APPASSIONATE ALLA SERIE DI MONICA LOMBARDI GD TEAM CHE SI ARRICCHISCE OGGI DI UNA NUOVO, ATTESO EPISODIO, FREE FALL, CHE VEDRA' IL FELICE CORONAMENTO DELLA STORIA D'AMORE FRA NICKY E JET. DA NON PERDERE!

TRAMA: Jaime “Jet” Travis è sparito nel nulla.Nel suo appartamento deserto è rimasto solo il cellulare. Nessun messaggio, nessun segno di colluttazione, nessuna traccia. A parte una, e punta il dito contro un membro del team. Un team già ferito, che ora viene colpito al cuore. Nicole Kelly ha soffocato per anni i suoi sentimenti per Jet e ora è disposta a tutto pur di ritrovarlo e stanare il nemico che ha ordito una sanguinosa vendetta.Fra scenari esotici, labirinti informatici, vecchie ferite e amori taciuti troppo a lungo, si snoda un’altra avventura del GD Team. Perché non importa quanti siano i nemici, sono gli amici che contano. Soprattutto quando sono disposti a dare tutto per salvarti.
NICKY E JET
Free Fall – Il GD Team in caduta libera


«Dovrete scoprire chi mi ha ucciso.»

Un anno fa iniziò tutto da questa frase. Starà parlando di una partita di Cluedo, direte voi. Non proprio, anche se in effetti ci sono alcuni punti in comune – la ricerca degli indizi, il nutriti numero dei personaggi, il continuare a muoversi da una potenziale scena del crimine all’altra. Da quella frase, da quella minuscola idea è nata la serie ora nota come GD Team. La seconda idea è stata quella di un team leader che si innamora della donna del 
suo capo. Ricambiato. Un omicidio e un triangolo, un bel casino. Chi mi conosce sa che mi piacciono le sfide e che odio i sentieri che sono stati percorsi talmente tante volte che i molti piedi passati di lì vi hanno lasciato il solco. Questo, comunque, è il passato – un passato attualmente in offerta su tutti gli store che si intitola Vertigo, primo libro della serie. 
Nell’arco di un libro, il Team è diventato un’unità pulsante. Nato dall’idea di un miliardario – GD, appunto, al secolo David G. Langdon, soprannominato Grande David – che ha scelto i migliori ex membri dell’intelligence e delle forze speciali su piazza per creare una sua squadra, i cui servizi possono essere richiesti da militari, agenzie di intelligence, privati. Un’americana, due inglesi, un
israeliano che, nel giro di cinque anni – questo il lasso di tempo che intercorre tra la creazione del Team e gli eventi narrati in Vertigo –, diventa quasi una famiglia. Con una mamma chioccia, un team leader, uno scapestrato e un genio informatico. Ma questa è solo la prima impressione che si ha leggendo della loro prima missione, in quel di Marbella. Dove, su una scalinata, il team leader Benjamin “Buck” Buckler viene folgorato da una visione, una donna che non riuscirà più a togliersi dalla testa.
L’effetto collaterale di Vertigo, la cui storia ruota attorno alla scomparsa del grande capo e al triangolo, sono stati loro, Jet e Nicky. I due membri del team che si studiano da cinque anni, tentando inutilmente di ignorare un’attrazione che non fa che aumentare e che, in Vertigo, comincia da andare fuori controllo. Si sono meritati una novella tutta loro, che va indietro di quattro anni rispetto al romanzo proprio per capire dov’è nata, quella prima scintilla. Dov’è stata riconosciuta. In cinquanta pagine Nicky ci racconta poco e molto insieme. Un tassello necessario per ritrovarli qui, in Free Fall. Che è e vuole essere la loro storia, senza dimenticare che la serie si chiama GD Team. E il team è sempre al centro di tutto.
Monica Lombardi

LEGGI UN ESTRATTO DEL ROMANZO...
Free Fall inizia là dove Vertigo si era interrotto, il mattino dopo. Questo è il risveglio dei due protagonisti del primo volume, Buck e Alex.
Brighton, martedì 14 maggio 2013
«Eri splendida, sulla scalinata della villa di Velázquez. Non sembravi neanche vera.»La voce di Buck, la voce mattutina bassa, quasi roca, di un uomo soddisfatto che non ha alcuna fretta di alzarsi, l’accarezzava come velluto.«Ora mi stai prendendo in giro.»Le dita di lui si mossero leggere su e giù lungo il fianco.«No, dico sul serio. Ho perso la testa per te in quel momento.»Alex si spostò perché Buck vedesse l’espressione corrucciata, ma non riuscì a trattenere un sorriso. Piegò la gamba sulla sua, godendosi il contatto tra la pelle morbida e quella di lui, più ruvida. Potevano restare tutto il giorno a letto così, no?«L’hai nascosto piuttosto bene» replicò, sfiorandogli con i polpastrelli i pettorali, poi risalendo fino alla spalla e al collo. «Per due giorni mi hai trattato come se David l’avessi fatto sparire io.»

David G. Langdon, che il team chiamava semplicemente GD, da Great David. Prima di lui, Alex Xavier non era neanche esistita. Era cresciuta insieme a lui, GD era stato il suo mentore e il suo primo amante. L’unico, prima di Buck. Quando era sparito, Alex aveva trovato nel team un’ancora di salvezza. Loro invece l’avevano guardata con sospetto; Buck, il team leader, più degli altri. In pochi giorni la vita di Alexandra era stata sconvolta. La vita di tutti loro.Buck si voltò sulla schiena e lei lo seguì. Il suo corpo non aveva nessuna intenzione di staccarsi da quello solido e caldo di lui.
«Non riuscivo a togliermi l’immagine di quella donna bellissima dalla mente» continuò Benjamin Buckler, che tutti chiamavano sempre e solo Buck, tranne chi lo chiamava
ancora capitano Buckler, come ai tempi dello Special Air Service, la più temibile forza speciale britannica. L’aveva detto con espressione seria, gli occhi rivolti al soffitto, ma la mano era scesa ad accarezzarle una natica e Alex chiuse gli occhi, distratta dalla carezza. «Poi all’improvviso ti ritrovo lì, a casa di GD. La sua donna. Un brusco risveglio. Forse ti ho trattato in modo un po’ duro, ma era l’unica cosa che potessi fare.»Alex si sollevò di più, per poterlo baciare. Un bacio lento e sensuale, un modo per chiudere col passato, riappropriarsi del presente che apparteneva solo a loro. Questo cercò di dirgli con le labbra. Ma non era abbastanza, doveva provare a spiegarglielo con le parole.
«Ti spiavo, quando venivi alla villa.»Buck voltò la testa, cercando il suo sguardo, chiaramente sorpreso. Per un attimo Alex nascose il viso contro la sua spalla, poi tornò a fissarlo.
«Ero lì la prima volta che hai incontrato David, quando avete deciso di formare il team, cinque anni fa. Da allora ti ho sempre guardato. Ascoltavo la tua voce. All’inizio…»

Buck aveva ripreso a muovere le mani sulla sua schiena, e più in basso. Stavano solo parlando eppure in qualche modo Alex era eccitata come quando avevano fatto l’amore, durante la notte. Confessargli finalmente da quanto tempo pensava a lui era come spogliarsi un’altra volta, sentendo il calore dei suoi occhi blu sulla pelle.«All’inizio ero solo curiosa. Poi ho cominciato ad aspettare le tue visite, a pensare in continuazione alle tue visite.» Alex sentì la sua erezione risvegliarsi, contro la coscia. Davvero gli faceva quell’effetto, solo con le parole? Prese a percorrergli il profilo della bocca con il pollice. Dio, quelle labbra. «Sei entrato nei miei pensieri anche quando non eri ancora 
Alex e Buck
nella mia vita, quando neanche sapevi della mia esistenza.» Non sopportando più la tensione che la stava dilaniando, dolce, insopportabile tortura, Alex tentò un sorriso. «È stato allora che ho capito di essere nei guai.»
Per un istante che le sembrò infinito, Buck rimase immobile. Poi si voltò trascinandola con sé e lei si trovò schiacciata sotto di lui, il campo visivo dominato dal suo viso. Voleva quella bocca, ne sentiva già il sapore.«Ero tuo anche quando non sapevo di esserlo» sussurrò lui, sistemandosi meglio tra le sue gambe. Se Alex aveva pensato di essere eccitata prima, ora l’attesa divenne insopportabile. Che cosa stava aspettando? «Per questo ti ho riconosciuta, su quella scalinata.» Si chinò a sfiorarle le labbra, promettendole senza ancora dare, quando lei voleva tutto. «Non lo sapevo e non c’ero, ma ora lo so, e ci sono.»E finalmente le diede tutto quello che le aveva promesso fino a quel momento. E molto di più. ...
 


DA LEGGERE NELLA SERIE GD TEAM
0.5 (Prequel - novella) "Nicky" - ed.Emma Books - 13 ottobre 2014 - Nicole "Nicky" Kelly e Jaime "Jet" Travis

1.0 "Vertigo" - ed.Emma Books -   giugno 2014Benjamin “Buck” Buckler e Alex Xavier - LEGGI QUI la ns. recensione

2.0 "Free Fall" - ed.Emma Books - 12 dicembre 2014 - Nicole "Nicky" Kelly e Jaime "Jet" Travis

L'AUTRICE
Monica Lombardi è nata a Novara da padre toscano e mamma istriana. Lavora come interprete e traduttrice free-lance. Sposata, madre di due figli, vive da più di trent’anni a Cornaredo, in provincia di Milano, dove si divide tra la scrittura, le traduzioni e il suo ruolo di mamma.
Oltre a Three doors – La vita secondo Sam Bolton (Emma Books), Monica è anche autrice di una serie rosa crime di cui è protagonista il tenente della Homicide Unit di Atlanta Mike Summers e ha partecipato alle raccolte di racconti in e-book Love at Christmas e C’è amore nell’aria. Diversi suoi racconti sono pubblicati sul blog La mia biblioteca romantica, con il quale collabora anche con articoli e recensioni. Vertigo è il primo romanzo di una nuova serie romantic suspense. 
VISITA LA SUA PAGINA FACEBOOK: 

TI INTERESSA QUESTO LIBRO? CONOSCI GIA' QUESTA SERIE? QUAL E' IL TUO PERSONAGGIO / COPPIA PREFERITA NEL GD TEAM?

7 commenti:

  1. scusate il disturbo
    ma aspetto questo libro da un po', quindi stamattina l'ho cercato immediatamente sugli store ....ma non l'ho trovato..accidenti
    sapete qualcosa di più?? grazie e complimenti per il vostro bellissimo blog
    valeria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao Valeria, scusa ma vedo questo tuo commento solo ora. Sì, Jet stamani non si trovava, proprio come nel romanzo ;) Dalle dieci però è comparso, a cascata, su tutti gli store, quindi immagino che ormai l'avrai trovato. Grazie e buona lettura!

      Elimina
  2. Eccoci, siamo arrivati al giorno dell'uscita! Qui voglio solo aggiungere, rispetto a quanto ho scritto sopra, che ringrazio le lettrici (e non è mancato qualche lettore) per l'affetto che hanno dimostrato per questi personaggi, che sono diventati vivi e pulsanti anche grazie a loro.
    Lo dico sempre: scrivere è comunicazione. Le nostre storie rimangono lettera morta, se non le leggete.
    Un abbraccio e HAPPY RELEASE DAY!!!

    RispondiElimina
  3. Sempre a magnificare i libri delle amiche...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Caro anonimo, saresti senza dubbio più efficace se leggessi almeno l'inizio dell'articolo, prima di lasciare i tuoi commenti. Nessuno ha magnificato nessuno, ho fatto tutto da sola ;)
      Buone letture e buona serata :)

      Elimina
    2. Cara Anonima, se abbiamo amiche così brave è il minimo che parliamo dei loro libri e che ne parliamo bene, visto che ci crediamo, e infatti ci mancherebbe che lo facessero gli altri e noi no!

      Elimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!