Quattro Chiacchiere con... EMANUELA PIASENTINI di Dreamspinner Press

Inauguriamo oggi questa rubrica di piacevoli chiacchiere su uno dei nostri argomenti preferiti, il mondo romance. A rompere il ghiaccio abbiamo invitato Emanuela Piasentini, che è la curatrice di tutte le edizioni in italiano della Dreamspinner Press. Chi si sta appassionando al genere MM conosce sicuramente questa casa editrice. E a noi che trattiamo da un po' questi libri è venuta voglia di saperne di più. Come se fossimo davanti a un caffè o a un aperitivo, iniziano le chiacchiere...unitevi a noi!

Emanuela Piasentini
LMBR: Benvenuta nella nostra biblioteca romantica, Emanuela. Visto che tu sei la figura di riferimento in Italia della Dreamspinner Press, casa editrice americana specializzata in storie MM ( cioè storie d’amore gay), ci piacerebbe sapere come sei arrivata alla tua posizione di coordinatrice delle traduzioni dei libri Dreamspinner nella nostra lingua. In cosa consiste il tuo lavoro? E’ difficile curare le traduzioni di questi libri?
E.P.:Vi ringrazio molto per lo spazio che ci date. Sono arrivata alla posizione di coordinatrice un po’ per caso. Avevo fatto per Dreamspinner delle revisioni di romanzi ed ero piuttosto attiva su Goodreads nei gruppi dedicati all’MM Romance, scrivevo moltissime recensioni e interagivo con scrittori e altri lettori. Ho conosciuto poi Barbara Cinelli, che mi ha preceduto alla Dreamspinner nello stesso ruolo, abbiamo visto che avevamo tante idee simili su questo genere, e quando lei ha deciso di dedicarsi a Triskell, ha passato le consegne a me. Con i responsabili della Dreamspinner il rapporto si è instaurato poi con facilità, perché amo questo genere e mi ci sono buttata anima e corpo. La cosa bella degli americani è che guardano molto il raggiungimento degli obiettivi e poco il curriculum. Il mio lavoro consiste nel presidiare i social media, quindi interagire con i lettori e i blogger, raccogliere le recensioni, fare promozione e, se richiesto, 

affiancare gli scrittori nella promozione. L’altro aspetto è quello del controllo delle traduzioni, cioè della verifica che siano leggibili e corrispondano al testo, prima della pubblicazione. Questo è l’aspetto senza dubbio più problematico e che assorbe la maggior parte delle mie energie. È difficile curare le traduzioni perché ogni libro è per genere e stile diverso, e ogni traduttore approccia il lavoro in maniera diversa. Inoltre il genere è nuovo e 
ci sono espressioni che derivano dall’inglese che all’interno della stessa comunità LGBT italiana vengono tramutate in quella lingua, senza traduzione, quindi bisogna cercare di fare da ponte senza appesantire la lettura. La cosa più difficile però è cercare di preservare l’intenzione dell’autore. Spesso devo chiedermi se la ricchezza o la piattezza di certe espressioni derivino dall’originale o dalla traduzione e a quel punto mi posso trovare anche a dover rivedere completamente un romanzo se non riscontro nella traduzione le stesse sensazioni dell’originale. Questo è il mio assillo.

LMBR: Fino a poco tempo fa i romance MM erano sconosciuti sul mercato italiano, grazie a  case  editrici  di  nicchia  come  appunto  la  Dreamspinner Press, che ha scelto ( molto oculatamente) di far tradurre in alcune lingue straniere i propri romanzi, il genere si sta pian piano facendo conoscere anche da noi. E piace. Chi sceglie di leggere MM rispetto ad altri generi romance, lo fa perché…?
E.P.: Difficile dare una risposta generale. Posso parlare della mia esperienza personale, che ho riscontrato in altre lettrici/amiche. Molte tendono già a sentirsi più vicine all’eroe nel romanzo piuttosto che all’eroina, a comprendere meglio le sue ragioni o a trovarlo come personalità più sfaccettato e interessante. Un altro aspetto che porta al Romance MM è la constatazione di non ritrovarsi nel modello di eroina protagonista di molti romanzi. Mi trovavo a leggere di donne in cui non mi riconoscevo assolutamente e in cui avrei dovuto in qualche modo identificarmi, ma alla fine le trovavo irritanti e portatrici di ideali di realizzazione nella vita che non erano del tutto i miei. Leggere di due eroi mi ha sollevato da questo tentativo che faceva la mia mente di immedesimarmi e mi ha lasciato libera di vivere solamente le emozioni, quindi la storia d’amore, la passione, il dubbio, la rabbia, l’esaltazione, tutto sullo sfondo di un percorso interiore dei personaggi per conoscere se stessi e farsi accettare. È innegabile poi che la non totale e pacifica accettazione dell’orientamento sessuale nella società arricchisce sempre queste storie di una dimensione ulteriore e porta i personaggi a dover affermare se stessi e il loro amore davanti a tutto. Cosa c’è di più romantico di questo, non lo so.
LMBR:  Dalla tua esperienza di contatto con le lettrici, sia sul blog delle Dreamspinner in italiano che su Facebook, hai provato a fare un identikit della tipica lettrice di MM?
E.P.: Sono donne forti, curiose, dinamiche, passionali, aperte. Per mestiere, titolo di studio, situazione familiare, saranno probabilmente tutte diverse, ma guardando le loro bacheche vedo un forte senso di giustizia sociale e di eguaglianza.

LMBR:  E’ vero che la maggior parte delle autrici di questi libri sono donne eterosessuali che rivolgono le loro storie a donne eterosessuali? In cosa queste storie sono diverse, se lo sono, rispetto a quelle eventualmente rivolte a lettori gay? 
E.P.: Dico spesso che, quando si parla di MM Romance, ci si ferma alla parte MM, ma il genere ha tutte le caratteristiche del Romance, e di questo prende la forte componente di lettori  donne  e  di  autori  donne.  Parlare  dell’orientamento  eterosessuale degli autori è restrittivo, ci sono molte scrittrici  lesbiche  o  bisessuali  che  scrivono  bellissimi  MM Romance. Non credo scrivano avendo in mente un pubblico eterosessuale: vogliono scrivere storie con protagonisti due uomini. Se poi chi li legge è donna, uomo, trans*, intersex, genderqueer, se è etero, gay, bisessuale, asessuale, è incidentale, capita. Frequentando i Meeting è questo di cui ci si rende conto, questa incredibile diversità di autori e pubblico.
C’è chi distingue il Gay Romance dall’MM Romance, vedendo nel Gay Romance una componente meno incentrata sul sentimento, però, anche qui, discussioni infinite e non vorrei appesantire questo intervento (per chi ci legge abbiamo scrittori come Mary Calmes e Andrew Grey che sono più sbilanciati sull’MM Romance, mentre autori come Eric Arvin e Sean Kennedy sono più vicini al Gay Romance). Diversa è la narrativa gay, che è invece più incentrata sulla realtà, con storie che possono non avere il lieto fine e che presentano la vita reale. Se si pretende che il Romance MM sia perfettamente aderente alla realtà LGBT [Lesbo, Gay, Bisex e Transgender], si parte dal presupposto sbagliato, a mio avviso. Bisogna fare la stessa tara
che si fa a un qualsiasi Romance: le situazioni che vengono rappresentate, i protagonisti che vengono descritti, quello che dicono, quello che fanno, il tipo di sesso che praticano, tutto questo è la nostra esperienza di tutti i giorni? Non credo, perché nel momento in cui la storia si modella sulla realtà perde quella componente di “sogno” che ci permette di rilassarci con un bel Romance. 
Poi a volte i lettori di un genere o l’altro si mescolano. Chi si avvicina ai temi LGBT magari è incentivato ad abbandonare di tanto in tanto il Romance e cercare anche storie più calate nella realtà. Viceversa ci sono lettori gay che cercano la componente passionale e romantica e di lieto fine che è più prominente nell’MM Romance.

LMBR: Qual è la situazione del mercato di questi libri in Italia? Immagino ci siano prospettive di crescita, visto che anche CE italiane hanno iniziato seppur timidamente a proporre questi romanzi alle loro lettrici.
E.P.: L’interesse sta crescendo, i volumi di vendite sono ancora bassini, anche perché qui si legge meno e, soprattutto per chi fa digitale, la diffusione dei supporti è ancora limitata. Anche se tutti hanno uno smart phone, credo ci giochino piuttosto che leggere. Stiamo vedendo qualche dato confortante ma c’è margine per crescere e arrivare alla diffusione che c’è, per esempio, sul mercato tedesco.


LMBR: E’ vero che esiste un premio negli USA dedicato alla narrativa gay/lesbo? Mi sembra che un libro in uscita il 18 novembre, SOTTO I GIUNCHI, abbia avuto un riconoscimento.
E.P.: Sotto i giunchi di Amy Lane  ha  vinto  un  Rainbow Award. I  Rainbow  Awards sono stati istituiti sei anni fa da Elisa Rolle, che ha creato il primo blog al mondo esclusivamente dedicato all’MM Romance e che negli anni ha visto allargarsi  la  platea  dei  partecipanti a tutto il mondo LGBT e a tutti i generi. Elisa ha anche pubblicato recentemente un bellissimo 
libro fotografico che raccoglie storie d’amore LGBT nei secoli (Days of Love) e che consiglio a tutti per vedere che l’omoaffettività è sempre esistita, non è un prodotto della moda del momento. Tra i premi dedicati alla narrativa LGBT uno dei più importanti è il Lambda Literary Award. Uno dei nostri autori, TJ Klune, ha vinto come miglior Romance per Into This River I Drown quest’anno.

LMBR: Visto che tratti per lavoro e , credo, leggi per piacere MM, se dovessi stilare una tua classifica personale dei tuoi preferiti del genere ( in italiano e/o in inglese) quali metteresti ai primi tre posti. Insomma, sulla famosa isola deserta, quali MM ti piacerebbe poter avere con te?
E.P.:  Solo tre è chiedermi di fare un sacrificio di qualche parte del mio corpo:
Death of a Pirate King di Josh Lanyon, quarto libro nella serie Adrien English
Wicked Gentlemen di Ginn Hale, steampunk
Tigri e Diavoli di Sean Kennedy

Li scelgo perché amo rileggerli, ma lascio fuori Mongrel di KZ Snow (personaggio di cui sono innamorata); Skybound di Aleksandr Voinov; la serie Infected di Andrea Speed; la serie PsyCop di Jordan Castillo Price; Scrap Metal di Harper Fox; Fragole per dessert di Marie Sexton; la serie The Administration di Manna Francis.

LMBR: E tu che MM Romance scriveresti? 
E.P.: Una storia ambientata nella Firenze dell'alluvione del '66 tra un professore d'arte e un angelo del fango che viene da qualche parte del mondo. Se qualcuno la volesse scrivere per me...

LMBR: Al momento i romanzi pubblicati in italiano da Dreamspinner sono di autrici o autori americani o comunque di lingua inglese. Potrebbe mai succedere il contrario? Potrebbe un’autrice italiana specializzata in M/M venire prima o poi tradotta per il mercato americano?
E.P.:  Sì, potrebbe, succederà di sicuro. Cornelia Grey pubblica direttamente in inglese. Erin E. Keller sta per essere pubblicata in inglese. Bisogna dare alle case editrici americane la traduzione già fatta in questo momento, questo è l’ostacolo. Hanno un mercato talmente grande che è difficile che vengano a pescare qui imbarcandosi nella traduzione. Bisogna proporsi. Le storie interessanti le vedono subito.

LMBR:  Quali sono le prossime uscite Dreamspinner in italiano da tenere d’occhio? Ci puoi fare qualche ghiotta anticipazione di uscite future?
E.P.: Il  terzo libro della serie Questione di tempo e della serie delle pantere mannare di Mary Calmes, Marie Sexton con Fragole per dessert (uno dei miei preferiti di sempre), il terzo libro di TJ Klune della serie Bear, Otter e Kid, Lo spogliatoio di Amy Lane, che farà emozionare molti, la conclusione della serie menage di Kate Sherwood, terzo libro della serie Legami di sangue di Ariel Tachna, e poi qualche autore nuovo che scopriremo insieme. Stiamo cercando di capire il gusto del pubblico italiano, che fra tutti quelli di Dreamspinner è il più elusivo. Speriamo di riuscirci.

RINGRAZIAMO EMANUELA PIASENTINI PER QUESTA INTERESSANTE CHIACCHIERATA CHE CI HA FATTO ENTRARE UN PO' MEGLIO NEL MONDO DEL ROMANCE MM. APPREZZIAMO IL SUO LAVORO, NON TUTTE LE CASE  EDITRICI SI DEDICANO CON COSI' CURA ALLA BUONA RIUSCITA DI UNA TRADUZIONE. AUGURIAMO A LEI E ALLA DREAMSPINNER  UNA CRESCITA COSTANTE ANCHE SUL MERCATO ITALIANO.

PER SCOPRIRE TUTTE LE ULTIME NOVITA' IN USCITA VISITATE IL BLOG DELLA DREAMSPINNER IN ITALIANO: http://dreamspinnerpressit.wordpress.com/



****
LEGGETE MM ROMANCE? VI PIACEREBBE LEGGERLO? SE ANCORA NON LO AVETE LETTO, COS'E' CHE VI BLOCCA? PERCHE' SECONDO VOI IL GUSTO DEI LETTORI ITALIANI E' COSI' DIFFICILE DA INTERPRETARE? E, SOPRATTUTTO, QUALI TIPI DI STORIE MM VI PIACCIONO DI PIU' O VORRESTE TROVARE IN ITALIANO? PARTECIPATE ALLA NOSTRA CHIACCHIERATA, LASCIATE I VOSTRI COMMENTI.

3 commenti:

  1. Bell'intervista brave tutte e due

    RispondiElimina
  2. Come sempre Emanuela è stata chiara ed esauriente. Da parte mia un grazie speciale poiché è grazie al suo lavoro incessante se abbiamo tanti bei libri da leggere.

    RispondiElimina
  3. mi associo ai ringraziamenti perchè il genere m/m è stato un bel colpo di fulmine, ed è grazie ad una vostra recensione che ho conosciuto questo filone , visto che non ne sapevo dell'esistenza

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!