MAI PIU' NOI DUE di Barbara Delinsky (Newton Compton) - Recensione


Autrice: Barbara Delinsky
Titolo originale: Together alone
 Traduttrice: Stefania Di Natale
Genere: contemporaneo
Ambientazione: 
Grannick, contea di  Suffolk Massachusetts  (USA). 
Pubblic.  originale: HarperTorch,  1995,  pagg. 512
Pubblic. italiana: Newton Compton, luglio 2013 , pagg. 508
Parte di una serie: No
Livello sensualità: MEDIO
Disponibile ebook?: Sì a 4.99€

TRAMA: Ora che le loro figlie sono partite per il college, Emily, Kay e Celeste sentono che, a quarant'anni, è finalmente tempo di iniziare una nuova vita e di ritrovare la libertà perduta. Grandi amiche fin dai tempi del liceo, hanno passato gli ultimi anni ligie al ruolo di madri attente e premurose e troppe volte hanno messo da parte la loro femminilità. Ma se il matrimonio di Emily un tempo poteva dirsi perfetto, adesso sembra non esserlo più, come cominciano a farle sospettare le continue assenze del marito e la forte attrazione che la lega al suo nuovo vicino di casa. Kay invece è combattuta tra la dedizione al lavoro e le bizzarre richieste del marito, il quale sta cercando in tutti i modi di ritrovare con lei un po' della perduta intimità. Infine Celeste, che se l'è sempre cavata da sola coraggiosamente senza il padre di sua figlia, sente venir meno le difese quando compare nella sua vita un affascinante architetto. Mentre avanzano in territori nuovi e inesplorati, le tre amiche sono costrette a ridefinire sogni, desideri e aspettative, e per la prima volta realizzano che per dare davvero una svolta alla propria vita, dovranno prima di tutto imparare ad amare se stesse.


Ricordavo di Barbara Delinsky come autrice di quegli Harmony sottiletta tanto vituperati e già allora, nei primi anni ’90, pensavo fosse veramente brava nel descrivere storie contemporanee ricche di avvenimenti e pathos, anche se limitate dalla brevità prevista per quei racconti. Ho acquistato il libro sull’onda di quelle impressioni e...  sorpresa! E' veramente brava!
Strano ad impatto “ Mai più noi due”, perché è praticamente un woman's fiction, un romance ed un
suspense condensato in un libro. La protagonista del romanzo, Emily, è la classica madre della provincia americana, con marito e figlia da manuale, circondata da due amiche molto presenti nella sua vita, Kay e Celeste, con una vicina di casa anziana e all’apparenza svampita che la intrattiene spesso e con cui ha un ottimo rapporto. Emily si trova a dover affrontare un periodo di cambiamento nella sua vita, la figlia a cui è legata visceralmente sta per partire per il college, come le figlie delle sue amiche e ciò la turba. Emily è una donna all’apparenza serena e realizzata nel suo tran tran domestico,,ma un antico dolore  non abbandona mai il suo cuore e corrode pian piano ma inarrestabilmente la sua esistenza. Il suo matrimonio, inoltre, mostra delle crepe, con il marito che diventa tutti i giorni un po’ più estraneo, un po’ più lontano, sempre impegnato com’è a girare l’ America per lavoro. In questo quadro così confuso arriva nella sua vita Brian,  un poliziotto vedovo con una neonata, che affitta da lei l’appartamentino sopra il garage e che nel corso del romanzo diventerà un punto di riferimento  per Emily e per la comunità.
A ben vedere questo è un romanzo corale che ruota attorno ad Emily, alle sue vicissitudini passate e presenti, dove le sue amiche vivono storie parallele( matrimonio decennale, problemi familiari, esigenze di libertà) che si intrecciano alla sua vita senza mai invadere la direttrice principale.
Voglio tornare alla mia affermazione iniziale, cioè del perché ritengo che questo libro abbia connotazioni che lo inquadrano come " multigenere":
1)Women's fiction: il romanzo ci descrive  tre donne,  Kay, Celeste e principalmente Emily, in un momento particolare della loro vita, con le tre figlie al college loro si ritrovano a far i conti con la solitudine, la voglia di riprendersi il proprio tempo, matrimoni fallimentari o da rivitalizzare. Bella l’interazione tra le tre amiche che si supportano, si consigliano, battibeccano. C’è una vera solidarietà tra loro che si avverte e permea il romanzo.
2) Romance: delicata e avvincente la storia d’amore che si instaura tra Emily e Brian. Lui viene da New York,  si è trasferito dopo la morte della moglie, perchè intenzionato a crescere la figlia Julia in un ambiente più confortevole. Ciò che mi è veramente piaciuto è il realismo con cui la Delinsky instaura e fa crescere il loro rapporto: naturalezza, quotidianità e lento avvicinamento che parte come amicizia ma condita fin dall’inizio da un’attrazione latente. Con l’evolversi del rapporto ci sarà tra loro estrema fiducia e passione e condivisione di intenti. Saranno l’uno per l’altro un supporto incomparabile.
3) Suspense: due grandi misteri attraversano tutto il racconto e tutti e due hanno a che fare con Emily. Una scomparsa che ha devastato la sua vita anni prima e che getta le sue ombre scure sulla realtà che vive ogni giorno e il comportamento, non proprio limpido, del marito Doug che ci riserva grandi sorprese. Sarà lo stesso Brian a dare una scossa agli eventi, aiutando Emily a scoprire cose che mai si sarebbe immaginata.
Lo stile di scrittura della Delinski è molto efficace, moderno e accattivante, senza fronzoli e orpelli, senza sensazionalismi. I personaggi potrebbero essere i nostri vicini, nostri conoscenti; hanno vite apparentemente normali e  affrontano con gli ostacoli che la vita mette loro di fronte  senza avere denaro a a palate o posizioni sociali rilevanti.
Amore, amicizia, paura, dolore e felicità, il romanzo tratta tutti questi sentimenti con un’ottica pragmatica che risulta molto intrigante dopo abbuffate di storie improbabili, eccessive nei toni e nei comportamenti. Consiglio vivamente questo romanzo a chi ama lo stile di narrazione dei grandi romance americani degli anni ‘90(anni in cui tra l’altro il romanzo è stato scritto). 
Il lieto fine c’è, se per caso ve lo steste chiedendo, ed è splendido. Dopo tanto buio ed incertezze il finale è un vero bagno di soddisfazione, riappacifica con il mondo e per un po’ ci fa credere che il meglio possa sempre accadere.











LEGGI QUI UN ESTRATTO DEL ROMANZO 

L'AUTRICE

BARBARA DELINSKY ha iniziato la sua carriera di scrittrice negli anni '80, dopo aver avuto due gemelli. Aveva letto in un giornale un articolo sulla narrativa sentimentale e dopo aver fatto alcune ricerche sull'argomento, letto 40 0 50 romanzi di collana, decise di mettersi a tavolino per scrivere il suo. Nel farlo, scoprì che i suoi studi di psicologia le sarebbero stati utili per costruire i suoi personaggi e i loro profili emotivi. In generale, l'autrice ha spesso fatto spesso riferimento al proprio background o alle proprie esperienze personali per costruire le sue storie. Barbara Delinsky ha oggi all'attivo più di venti romanzi ed è stata tradotta in venti Paesi, vendendo più di 30 milioni di copie. Vive a Boston ed è appassionata di fotografia e cucito.


VISITA IL SUO SITO: www.barbaradelinsky.com


TI PIACEREBBE LEGGERE QUESTO LIBRO? L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI? TI PIACCIONO I ROMANZI DOVE SI INTRECCIANO STORIE DI AMICIZIA OLTRE CHE D'AMORE?

2 commenti:

  1. Lo sto leggendo preso in offerta a 0.99 su amazon la settimana scorsa

    RispondiElimina
  2. l'ho appena finito e devo dire che mi è piaciuto molto. ho fatto il tifo per Emily e Brian dal loro primo incontro, anche se non amo leggere di tradimenti, ma di quel matrimonio non era rimasto proprio nulla. mi sarebbe piaciuto che fosse stato Brian a scoprire effettivamente il colpevole. forse avrei indicato come livello di sensualità medio-basso, perchè è veramente marginale rispetto al romanzo.

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!