Sette donne che vi vogliono lasciare 'SENZA FIATO' - Le interviste di Polly

TORNA POLLY, DELLA PAGINA FB  POLLY ON THE WEB, CHE OGGI HA VOLUTO INTERVISTARE LE AUTRICI DELLA RACCOLTA DI RACCONTI ROMANTIC SUSPENSE SENZA FIATO...COME NON DARLE SPAZIO? 


Puntata speciale di “L’ospite del martedì” – in trasferta negli studi di La mia biblioteca romantica
Siamo arrivati alle tanto sospirate vacanze, e in vacanza è andato anche, beato lui, l’intervistatore che per diversi mesi si è occupato della rubrica “L’ospite del martedì”. Dunque per quest’ultima intervista prima della sospensione estiva rimango io, Polly, colei che di solito si gode domande e risposte da dietro le quinte, preparando tè e pasticcini per intrattenere gli ospiti di turno con chiacchiere rigorosamente offline, off-the-record, una volta che si spengono i riflettori. E non è un’intervista normale, badate bene: oggi battiamo il record del numero di ospiti – ne abbiamo avuti due insieme, anche tre, ma oggi ne abbiamo sette! Tutte donne. Tutte autrici. Incrociamo le dita perché lo scenario di partenza
è un mix tra Sfida all’O.K. Corral e Fame. Eccole che arrivano.
Benvenute a tutte! Accomodiamoci così possiamo iniziare. (Brusio, trambusto, qualche scambio di posto ed ecco che siamo pronte a partire con la prima domanda). Qual è il vostro rapporto con il romantic suspense come autrici? Vi stimola, vi spaventa… vi “cosa”?
Laura: Inizio io? (Sette teste annuiscono). Lo trovo molto stimolante perché oltre alla storia d’amore, di base in un romance, possiede una componente investigativa, un mistero da risolvere o più semplicemente un personaggio da salvare. Tutto questo mi mette alla prova come autrice, anche se scrivere un buon RS non è affatto facile.
Sabrina: No, non lo è. Io ero spaventata. Prima di Handle with care non mi ero mai cimentata in questo genere, pur appassionata di film d’azione e serie Tv poliziesche, non sapevo da che parte cominciare; non è facile, bisogna possedere una discreta padronanza di termini tecnici e conoscenza dell’ambiente.
Christiana:  Anch’io lo trovo davvero stimolante: devi bilanciare la trama rosa con quella gialla, devi far sì che l'attenzione del lettore sia sempre alta e soprattutto devi essere credibile. È un genere dove è molto facile cadere in errore, bisogna documentarsi a fondo e creare una storia in cui tutto sia ben equilibrato, allora sì che sarà un RS da urlo!
Angela: Il mio rapporto con il romantic suspense è controverso. Se ne avessi il tempo, lo trascinerei a una seduta di terapia di coppia. Non riesco a pensare a una trama che non abbia un pizzico di suspense, ma quando la sviluppo gli elementi thriller iniziano a reclamare troppo spazio. Il risultato è che vorrei tagliarli fuori, ma non ci riesco. L’idea del divorzio non la prendo in considerazione, quindi credo che nel prossimo futuro scenderemo a compromessi.
Liliana: Mi piacciono le storie che hanno per protagonisti  pirati, agenti segreti e ogni genere di avventurieri. D'altro canto adoro anche gli eroi romantici ... così il romantic suspense che coniuga così bene le storie d'azione alla forza dei sentimenti, non può che affascinarmi. Totalmente.
Maria Cristina: Fascino, anche per me, ma anche timore come hanno detto Laura e Sabrina. La necessità di raccontare una storia d’amore e nello stesso tempo tenere in piedi una plausibile e coinvolgente trama gialla rende tutto più complicato ed è facile scadere nell’ovvio e nella noia.
Emma: Per me è stato amore a prima vista o, più esattamente, a prima lettura! Prima di tutto perché si tratta di una sottocategoria del genere romance estremamente duttile, forse molto più di altre. Si può passare, anche all’interno della stessa storia, dall’umorismo al romanticismo, dall’azione serrata al pathos più intenso. Personalmente, inoltre, ho un debole per le eroine kick-ass: donne forti, decise e intelligenti, in grado di rubare la scena alla controparte maschile e addirittura, di tanto in tanto, tirare fuori dai guai il proprio “eroe”. Chi ha detto, infatti, che qualche volta non possa essere la damigella a salvare il cavaliere dalle grinfie del drago?
Già, chi l’ha detto? E come lettrici? L’avete scoperto da poco o è un amico di lunga data?
Christiana: Da lettrice l'ho scoperto proprio grazie al concorso “Senza fiato” indetto da LMBR, non avevo idea che quel genere si chiamasse così.
Liliana: Anch’io ho scoperto il genere grazie a Francy, che ne ha parlato sul blog ed è stato amore a prima vista, come per Emma.
Angela: Stessa cosa per me. Non ho mai letto romantic suspense prima di questo concorso. Tutto ciò che sapevo sul genere mi deriva da un gran numero di film d’azione e di telefilm.  Ma sto recuperando!
Sabrina: Io ne leggo tanti, anche se li ho scoperti da poco. Anche se differente, mi procura le medesime sensazioni dei miei vecchi amori: la fantascienza e il fantasy.
Maria Cristina: Non è il mio genere preferito anche se amo la suspense nelle trame dei libri che leggo.
Laura: Io ho cominciato ad appassionarmi al romantic suspense alcuni anni fa, leggendo i romanzi di Nora Roberts. Da allora mi sono tuffata sui vecchi romanzi e ho acquistato quei pochi che uscivano, purtroppo non leggo in lingua inglese. Mi auguro che le case editrici comincino a puntare un po’ di più su questo genere che è davvero molto emozionante.
Emma: Come Laura, con la differenza che io l’ho scoperto grazie all’impareggiabile Suzanne Brockmann. Dopo questo primo colpo di fulmine mi sono immersa in una ricerca spasmodica di nuove letture, scoprendo che l’universo RS in lingua inglese è praticamente illimitato. Da allora, non ho avuto che l’imbarazzo della scelta!
Che cosa vi ha lasciato l’esperienza di “Senza fiato”?
Christiana: È stata un'esperienza gratificante, intensa e corroborante. Sento di essere cresciuta grazie a tutta quell'adrenalina.
Laura: Anche per me è stata una bellissima esperienza. Mi ha permesso di confrontarmi con altre bravissime autrici e mi ha dato l’opportunità di cimentarmi in un genere che amo molto. Senza contare che come autrice è stata un’ottima “palestra”!
Angela: E’ vero. A me ha lasciato una maggiore sicurezza in me stessa e nelle mie storie, dovuta all’apprezzamento che ho ricevuto nell’ambito del concorso. Mi ha lasciato la voglia di continuare a scrivere e di confrontarmi con le colleghe. Io e Christiana ci siamo lanciate nell’avventura insieme, un po’ per gioco, un po’ per esercizio. Ci siamo divertite tanto, ci siamo riprese a vicenda e abbiamo condiviso la gioia di far parte di questo progetto. Non so voi, ma condividere le soddisfazioni con qualcuno è più gratificante di arrivare sul tetto del mondo da soli. Da soli ci si annoia.
Christiana: Sono d’accordo!
Emma: Anch’io ho acquistato un po’ più di fiducia in me stessa, ho imparato a confrontarmi con i lavori delle altre autrici e con l’opinione delle lettrici e, soprattutto, ho scoperto di poter andare oltre i limiti che mi ero imposta e che mai avrei pensato di essere in grado di superare. Scrivere, come leggere, è una magia potentissima. Quindi mi ha dato tantissimo. Non potrò mai ringraziare abbastanza lo staff de La Mia Biblioteca Romantica per questa opportunità.
Liliana: Per me è stato la conferma di aver trovato un genere che mi è particolarmente congeniale, Shadow è stato un vero piacere.
infatti scrivere
Maria Cristina: “Senza fiato” mi ha regalato il piacere di pensare in modo diverso. Abituata a scrivere solo storie d’amore, cercare di immaginare una situazione di suspense in un racconto breve mi ha stimolato molto e mi ha fatto venire la voglia di riprovarci.
Sabrina: E’ stata una piacevole sorpresa e una gioia poter far parte di “Senza fiato”. Ancora una volta è stata la coronazione di un sogno: scrivere per far leggere gli altri.
Un’esperienza superpositiva per tutte, insomma, ho sentito tanto entusiasmo. Dunque il vostro futuro sarà targato RS o sarà altrove?
Christiana: Ehhhh… Il sogno sarebbe di riuscire a scrivere una RS come BUIO della Stuart, ma... datemi tempo affinché mi procuri tutte le notizie di cui necessito e allora vedrete: non ce ne sarà per nessuno!
Liliana: Per me dipenderà dall'ispirazione del momento. Non posso dimenticare che i lettori di Nel cerchio del tempo, il mio fantasy di esordio, mi chiedono  il seguito, ma anche il romantic suspense ormai ha trovato un posto speciale nel mio cuore perciò credo che in futuro mi dividerò fra questi due generi.
Sabrina: Sarebbe bello se il mio futuro fosse targato RS, ma come autrice ne dubito, per ora non ritengo di essere in grado di creare un prodotto degno di nota; mi piace invece pensare che i miei scritti futuri facciano parte dello sport romance o – e questo è il mio sogno al top – del romance M/M. Non è un caso che Handle with care sia un M/M con sfumature RS, come mi piace considerarlo.
Angela: Non so cosa mi riserva il futuro, di certo non prescinderà mai da un pizzico di suspense. Il conflitto tra i protagonisti nel romance è stimolante, se scritto bene, ma io ho una passione per i cattivoni. Non pensate che il bel capo di una organizzazione criminale potrebbe confondere la nostra eroina? Il nostro onorevole Alpha non avrebbe  vita facile e noi lettrici avremmo il diavolo e l’acqua santa su cui fantasticare. Il buono potrebbe non essere così buono, il cattivo avere un’umanità nascosta. Le cose si fanno complesse, volete sapere come va a finire?
Tutte: Sì!
Scoppiamo tutte a ridere. Maria Cristina, Laura, RS o altrove?
Maria Cristina: Probabilmente altrove anche se spero di scrivere qualcos’altro nel genere perché con il tempo ho cominciato ad apprezzarlo.
Laura: Io mi definisco un’autrice eclettica. Non mi piace rimanere imbrigliata in un unico genere e amo spaziare dallo storico all’erotico, al time travel e, perché no, anche al romantic suspense. Di sicuro conto di scriverne uno “serio”, prima o poi. Ma devo ancora crescere come scrittrice, quindi non sarà in un immediato futuro.
Per ora abbiamo i vostri sette racconti da gustare in questa insolita estate. Vi ringrazio per la vostra disponibilità e simpatia e… viva il romantic suspense!

Angela: Conoscendoti, Polly, non potevi che concludere così.





IL LIBRO
Il brivido del suspense, la passione e l’erotismo del romance si fondono perfettamente in questi sette racconti che vi terranno con il fiato sospeso e vi faranno battere il cuore. 
In "Scia di Fuoco" di Emma Bianchi Hailey Monroe è una giornalista investigativa alle prese con gli affari sporchi di una gang della droga russa. Ma qualcosa nel suo piano va male e l’ultimo che si aspetta di vedere arrivare in suo aiuto è Zach McCoy, il suo ex marito. 
In "Mai più senza di te" di Angela D’Angelo un agente della SWAT è pronto a tutto pur di salvare una donna tenuta ostaggio all'interno di una banca. Soprattutto se quella è la donna che ama. 
In "Shadow" di Liliana Fiume una scoperta sensazionale mette in pericolo la vita di Sasha, un’abile ricercatrice. A difenderla c’è Nick, un rude mezzosangue che per lei rischierà tutto, anche il suo cuore. 
In "Resta con me" di Laura Gay una guardia del corpo dura e spietata si innamora della bellissima modella che lo ha assunto per proteggerla dalle minacce di uno sconosciuto. 
In "Handle With Care" di Sabrina Parodi Orlando Fuentes, agente di polizia, è arrivato a un punto della vita in cui tutto sembra pesargli. Unica eccezione è l’amicizia con un giovane collega, membro della task force. Sarà un’azione contro un gruppo di narcotrafficanti a far luce sui veri sentimenti nei confronti del giovane amico. 
In "Alla conquista di te" di Christiana V Grace Shirnan si trova nel mirino di un noto malvivente. A proteggerla viene ingaggiata una guardia del corpo che altri non è che il suo primo grande amore che lei vorrebbe aver dimenticato. Ma la vicinanza forzata farà divampare fra i due il fuoco che covava sotto la cenere. 
In "Non con un poliziotto" di Maria Cristina Robb l’agente Pam O’Reilly si trova davanti a una difficile scelta: seguire fino in fondo la sua regola numero uno “non con un poliziotto” o arrendersi al grigio acciaio degli occhi del tenente Ziegler, il suo capo? 






AVETE GIA' LETTO LA RACCOLTA DI RACCONTI RS SENZA FIATO? COSA NE PENSATE? VI SEMBRA CHE IL ROMANTIC SUSPENSE SIA UN GENERE A CUI IN ITALIA LE CE TRADIZIONALI DOVREBBERO DARE PIU' SPAZIO?


3 commenti:

  1. Grazie mille per la tua simpatia, Polly. È stato un vero onore essere intervistate da te e aver lavorato con autrici tanto brave quanto diverse. Un'esperienza unica, davvero!

    RispondiElimina
  2. Grazie a tutti per la disponibilità, è stata un'esperienza divertente!

    RispondiElimina
  3. Grazie a Polly per averci ospitate nella sua simpatica rubrica e un cordiale saluto a tutte le autrici!

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!