IL CLIENTE di Maria Masella ( Rizzoli -YouFeel) - Recensione e intervista all'autrice

Autrice:   Maria Masella
Pubblicazione: Youfeel Rizzoli, Luglio 2014 disponibile solo in ebook
Genere:   Romantic Suspense
Ambientazione: Parigi
Livello sensualità:  MEDIA

TRAMA:  Lei è la sua guardia del corpo, lui il cliente. “Il cliente ha sempre ragione” e “Mai mischiare lavoro e piacere” sono le regole dell’Agenzia Barrat.
 Julie le conosce bene, è una bodyguard abituata ad affrontare ogni tipo di situazione, anche la più complicata. Questa volta però è davvero difficile. Il cliente da proteggere è il famoso e affascinante scrittore Marc Molland: per seguirlo da vicino senza destare sospetti, Julie veste i panni della sua fidanzata. Un ruolo difficile e ricco di insidie, dove il confine tra relazione professionale e reale attrazione fisica rischia di confondersi. E la convivenza forzata, naturalmente, non facilita la situazione.
Così, complice l’autunno parigino, i due finiscono a letto. Da quel momento nulla è più lo stesso. E tra pericoli, tradimenti e colpi di scena Julie e Marc scopriranno di non poter fare più a meno l’uno dell’altra. Un'irresistibile miscela di passione, intrighi e avventura, un romanzo eccitante e coinvolgente.
Mood: Erotico - YouFeel è un universo di romanzi digital only da leggere dove vuoi, quando vuoi, scegliendo in base al tuo stato d’animo il mood che fa per te: Romantico, Ironico, Erotico ed Emozionante.

Confesso sono un’ammiratrice della prima ora di Maria Masella, da quando lessi il giallo “Morte a domicilio” dei Fratelli Frilli Editore, mi piacque il protagonista il commissario Mariani e l’ambientazione: Genova, la mia città. In seguito conobbi Maria anche in versione Romance, uno speciale San Valentino dei Romanzi Mondadori con Mariangela Camocardi e Maria Masella in un unico volume. Una vera scrittrice  multitasking e una donna molto simpatica come ebbi modo di scoprire in seguito di persona.
Veniamo ora all’ultima sua fatica, “Il cliente” un romantic suspense breve, ma piacevole. Una storia romantica, piena di passione, un piccolo giallo da risolvere e una giusta dose di sensualità sono gli ingredienti con i quali è stato confezionato questo ebook.
Un uomo ricco intelligente e pieno di fascino il nostro protagonista Marc Molland: un imprenditore carismatico nonché uno scrittore di successo. L’eroina Julie una tipa tosta, sicura di sé. Una donna capace di districarsi dalle situazioni più complicate. Assunta come controfigura della bella Patricia fidanzata di Marc, minacciata da una serie di lettere anonime, Julie svolge la sua missione in maniera impeccabile, ma vivere a stretto contatto con un cliente così affascinante non sarà affatto semplice, l’attrazione tra i due è strisciante fin dalle prime battute. Non posso dire di più, senza rivelare per sbaglio l’intrigo che si dipana di pari passo con il lato sensuale della storia.
Parigi, la ville lumière è una comprimaria di lusso, i suoi odori, i suoi monumenti, gli arrondissements con i luoghi famosi e non,  descritti con peculiare dovizia di particolari, faranno scoprire o riscoprire alle lettrici questa indimenticabile città.
Il cuore mancante perdonatemi,  è per i refusi che purtroppo ho trovato leggendo l’ebook e non per il romanzo.




INTERVISTA FLASH A MARIA MASELLA

Pochi giorni fa Maria Masella con grande simpatia, si è ritrovata a chiacchierare con alcune lettrici sul gruppo facebook dedicato al genere “Romantic Suspense Italy”. Riporterò di seguito alcuni stralci della conversazione:

Maria Masella
Maria Masella ciao donne! eccomi! questo romanzo breve, racconto lungo (chiamatelo come vi pare!) è nato tre volte. 
Prima volta: sei anni fa (non frequentavo blog, fb o altro, avevo anche smesso di scrivere romance) il mio editore dei noir lancia l'idea di scrivere un'antologia con racconti erotici-noir. E mi viene l'idea di usare come indizio un particolare anatomico (non posso dire altro, sarebbe spoiler!). L'editore abbandona il progetto per mancanza di materiale e il mio racconto resta non scritto.
Seconda volta: l'anno scorso una CARISSIMA amica e collega, curatrice di una collana nuova, mi propone di scrivere un RS. Torno indietro: fra la prima nascita e la seconda ci sono state amiche e lettrici che mi hanno informato dell'esistenza di una terreno misto fra noir e romance, gli RS, di cui ignoravo l'esistenza. Scrivo un RS, usando quell'idea e virando la storia al romance. Faticando da pazzi per stare nelle 80 mila battute richieste. Sembra tutto fatto, ma la mia agente blocca le trattative. 
Quest'anno, a febbraio, leggo un post di Alessandra Bazardi in cui chiede romanzi  per una nuova linea al femminile. Mando questo, aveva un altro titolo, e un romance storico non ambientato in italia. le piacciono, piacciono al suo capo,  ma devo allungare uno e accorciare l'altro. Ma quello da allungare è da virare in erotico.  Nessun problema, intanto l'indizio era perfetto per una storia erotica. mi sono lanciata, la mia agente ha approvato.  Ecco a voi, il cliente!
Domanda: Perché Parigi?
M.M. So il francese (non l'inglese e infatti capisco a stento molti commenti. Ci acchiappo di più con il tedesco perché ho dovuto usarlo per la tesi), mi piace capire cosa dice la gente dei posti dove giro. Quindi amo parigi, ci sono stata spesso. e poi è la città dell'amore e il mio primo bacio vero è stato con un marsigliese!  P.s.  consiglio la “Regina di Saba”!
D. : Quindi il cliente nasce già come un Racconto noir erotico? Le parti erotiche sono comunque molto pudiche rispetto a quel che siamo abituate a leggere.
M.M. :  Forse sì, forse è pudico... a proposito, giorni fa, avevo letto un post, non ricordo in quale
gruppo, sulla volgarità, su cosa è volgare e cosa non lo è.  L'ho cercato e non più ritrovato, per rispondere con calma.  La volgarità non dipende dai termini ma dal contesto.  Mi spiego: è volgare ciò che è superfluo, ciò che non porta avanti la storia e non fa capire meglio i personaggi. Avevo 14 anni quando ho letto “La Romana” di Moravia.  La descrizione del sesso orale non è volgare perché SERVE.  Avete visto "la moglie del soldato"?  Altro sesso orale lei (anzi lui)/lui: non è volgare perché necessaria.
D. : La Pasticceria Ebraica al Marais, quella della “regina di Saba “ esiste davvero?
M.M. :  La Pasticceria ebraica? Sì... goduria!
D. : Rispetto a un romanzo lungo,  creare un racconto è più complicato avendo meno battute per orchestrare l'intreccio noir?
M.M. :  E’ diverso.  Nel romanzo (350 mila battute) devi orchestrare trame secondarie e non superflue: intrecciarle è difficile. Nel  150 mila battute hai poco spazio per la crescita dei personaggi,  al massimo puoi far crescere il loro modo di interagire; e devi iniziare in media res!
D. : . La tua fantasia quando riceve un input sicuramente ti fa brillare qualche idea. I tuoi personaggi sono incalzanti o si attengono a quello che ti sei prefissata?  Mi piacerebbe sapere inoltre,  come  per esempio, il cattivo di turno riesca a farsi amare od odiare da te.
M.M. : I miei personaggi sono come me, liberi come l'aria! Anche in questo romanzo breve, ho scoperto quello che dovevo scoprire (il cattivo) a metà!  Conoscevo soltanto l'indizio!  Poi ho sistemato a ritroso. Alcuni assassini li amo (soprattutto nei noir), altri no. Li amo se uccidono per motivi che ritengo accettabili quindi per amore, non per denaro. Ho, con il denaro, un rapporto vago...
D. : Tornerai a scrivere un Romantic suspense dopo questa esperienza? Cosa hai in programma per il futuro?
M.M. :  se vi comunicassi la mia agenda, mi riterreste una pazza! Sto revisionando un Mariani, poi riprendo un romanzo storico (Genova 1400) di cui ho scritto i primi capitoli. Infine ho un racconto noir (Ponte di santagata quartiere genovese) da fare entro novembre. Il tutto in due ore al giorno. Ho inoltre una bella idea per un Romanzo Mondadori  (2015) una specie di seguito dei DellaSpada.
D. : Vuoi aggiungere ancora qualcosa per le tue lettrici?
M.M. : Ho dimenticato di dirvi due ultime cose: due curiosità, la protagonista si chiama Julie come una mia cara amica Giuliana, che non ha computer  e non legge ebooks, solo cartacei quando ha tempo (nessuno dei miei amici compra su Amazon o lascia recensioni). L’altra informazione: mi piacciono i protagonisti con la lettera M nel nome o nel cognome (come me), se non posso mettere la M a lui la metto a lei.
 





MARIA MASELLA SI RACCONTA...
Sono nata a Genova, dove ho sempre vissuto. Da quando ho memoria ho amato leggere e desiderato scrivere. Eppure ho scelto un percorso di vita che a molte può sembrare in contrasto con le mie inclinazioni: senza problemi mi sono laureata in matematica e ho insegnato con soddisfazione fino all’età della pensione. (nota: se in un qualsiasi romanzo faccio riferimento alla matematica o alla fisica, state tranquille, è corretto!)
E la scrittura? Ho sempre scritto, a mano, sulla Olivetti, con il pc… Scrivevo per me e per poche amiche e amici fedeli, mi dicevo che era uno sfizio. Avevo il mio lavoro, serio, anche appagante. Ma a quarant’anni ho fatto un colpo di testa, ho inviato un racconto noir a un concorso, all’epoca era l’unico modo per farsi conoscere… E’ piaciuto e non mi sono più fermata. Come se tutto quello che avevo tenuto compresso fosse esploso all’improvviso, ho scritto alternando romance (allora si chiamavano rosa) e noir (si chiamavano gialli), con qualche puntata fuori dai generi “codificati”. Scrivo perché mi piace e ad alcuni piace ciò che scrivo. Pensate che sia una persona razionale, precisa, ordinata? No, scrivo senza scaletta, “alla brava”, ma le revisioni sono tantissime e lì esce il matematico di professione. A volte rileggendo i miei libri o parlando con i miei lettori mi stupisco di quella persona che abita dentro di me e inventa storie nerissime o appassionate, mentre io sono una banalissima ex insegnante di matematica con una vita normale al 100%. Eppure quando alle presentazioni dei miei libri arrivano gli ex studenti dicono che banale non ero, anzi piuttosto strana e divertente.
La verità è che non sono tanto sicura di chi sia veramente maria masella.

 VISITATE IL SUO SITO:  

TI INTRIGA LA TRAMA DI QUESTO RACCONTO? TI PIACEREBBE LEGGERLO? L'HAI GIA' LETTO? COSE NE PENSI? QUAL E' IL 'MOOD' CHE PREFERISCI LEGGERE FRA LE USCITE DEI RACCONTI YOUFEEL?

2 commenti:

  1. Bell'esordio nel Rs per Maria Masella. Io che sono una sua estimatrice dei suoi noir qui ho ritrovato il linguaggio e la bravura dell'autrice nel tratteggiare storie che hanno un intreccio che risveglia la curiosità di scoprire il colpevole. la storia d'amore è interessante e sensuale Aspetto il prossimo(sperando che sia un romanzo lungo)

    RispondiElimina
  2. grazie per l'ospitalità. maria masella

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!