UN AMORE PERFETTO di Julia Quinn (Mondadori) - Recensioni a confronto

LE OPINIONI NON SONO UNANIMI SUL NUOVO ROMANZO DI JULIA QUINN, NOI VE LE PRESENTIAMO TUTTE E DUE, A VOI IL GIUDIZIO FINALE.


Autrice: Julia Quinn
Titolo originale: Just Like Heaven
Traduzione Bertha Smiths-Jacob
Genere:   storico
Ambientazione: Inghilterra, 1824
Pubbl. italiana: Romanzi Mondadori,  serie Classic 1081,giugno 2013
Pubbl.originale: Avon, 2011, pp.374
Parte di una serie :  1° libro della serie Smythe-Smith Quartet
Livello Sensualità: MEDIO
Edito in ebook: Sì

TRAMA: Lady Honoria Smythe-Smith, violinista bella ma non troppo abile, si trova a Londra per un’altra Stagione, determinata a sposarsi a ogni costo. Non sa che suo fratello maggiore, fuggito all’estero a causa di un duello, ha incaricato Marcus Holroyd, conte di Chatteris e loro migliore amico d’infanzia, di vegliare su di lei. Proprio nel tentativo di distoglierla da uno dei suoi folli piani per acchiappare un marito, Marcus rimane vittima di un incidente e contrae una grave infezione. Sentendosi responsabile dell’accaduto, Honoria si precipita in suo soccorso, e ben presto entrambi scopriranno che, a unirli, è molto più di un’amicizia…


Cara Julia,
mi permetto di darti del tu senza formalismi visto che fino a oggi ho letto tutti i tuoi libri usciti qui in Italia, mi hai fatto sognare, trascorrere ore liete, sorridere, mi hai emozionato insomma sono una tua fan!
Solo un libro non ho apprezzato di quelli letti:  il primo della serie Bevelstoke, ma ti ho scusato, lo avevi
scritto anni or sono e ripreso in un secondo tempo dietro insistenza del tuo editore. Questa volta invece non riesco a perdonarti. Mi hai deluso!
Marcus Holroyd, migliore amico di Daniel Smythe-Smith fratello maggiore della protagonista, conosce Honoria fin dall’infanzia. Marcus è il classico primogenito di famiglia nobile, ignorato dai genitori e affidato quindi a balie e precettori fino all’ingresso a Eton,  dove per sua fortuna  incontra Daniel che lo invita per le vacanze nella chiassosa magione di campagna degli Smythe-Smith, dove diventa quasi un figlio adottivo.
Quando per colpa di un duello, Daniel è costretto a lasciare l’Inghilterra è all’amico che affida la sorella Honoria al suo debutto in società. Honoria è qui ormai alla sua seconda stagione e non riesce proprio a spiegarsi il perché molti dei suoi ammiratori, dopo un iniziale approccio, siano come scomparsi nel nulla.
Durante un soggiorno presso delle amiche rincontra,  in un giorno di pioggia dopo molti anni, Marcus ora conte di Chatteris ambita quanto sfuggente preda del mercato matrimoniale londinese. Un piano impulsivo per guadagnare l’attenzione del più giovane dei Bridgerton (sì proprio Gregory) si conclude però in maniera catastrofica per Marcus che finisce per diversi motivi in fin di vita, solo e abbandonato nella sua dimora avita. Chiamate in suo soccorso dalla governante, Honoria e la madre corrono al suo capezzale ed è lì dove i due giovani si accorgono del sentimento profondo che sta prendendo il posto dell’amicizia.
Mi è piaciuto molto il plot semplice del libro,  l'eroe e l'eroina sono molto simpatici; una cosa che amo dei tuoi libri Julia è che le tue eroine sono sempre donne che sarebbe bello avere come amiche, simpatiche,  allegre ma a loro modo forti e determinate. Tuttavia a mio parere è mancata la vera scintilla che avrebbe dovuto scoccare tra i protagonisti. Oltre alla storia principale, non c'è nessun sub plot, né misteri da svelare, non c'è passione, il tuo libro è concentrato solo sui personaggi principali, ma anche tra loro non succede granché, non ci sono grosse incomprensioni, non ci sono ostacoli da superare e francamente i personaggi secondari dopo aver chiuso il romanzo si ricordano con difficoltà.
La maggior parte del libro si svolge durante la malattia e la convalescenza di Marcus con i due protagonisti chiusi in una stanza, e buona parte di questi capitoli con l’uomo in stato di completa incoscienza. Ho trovato ben poco passione fisica, solo pensieri ed elucubrazioni, i due sembra abbiano in comune solo una smodata passione per i dolci, quindi la scena hot quasi alla fine del libro mi è sembrata forzata e imbarazzante, come se tu fossi stata contrattualmente obbligata a scrivere una scena di sesso. Non l’ho sentita proprio come la consumazione di un grande amore o di una grande passione.
Il quartetto musicale delle cugine Smythe-Smith, terribile e temuto da tutto il Ton,  già conosciuto nella serie Bridgerton, che poteva essere il punto umoristico del libro, mi ha lasciata indifferente. Quando è apparsa l’immancabile anziana Lady Danbury,  mi sono ritrovata ad aspettare la battuta pungente, purtroppo, invano. Insomma un insieme di occasioni mancate, un libro che al suo annuncio mi aveva
scatenato il desiderio di leggere e che invece ho finito a fatica saltando parecchie pagine di dialoghi puerili, noiosi ed inutili.
Come se non bastasse tutto ciò, mi sono ritrovata a rileggere la storia di Colin Bridgerton perché ho trovato un’ incongruenza temporale che volevo verificare: all’inizio del romanzo, quando Honoria discute con le amiche e le cugine sui nomi dei gentiluomini da invitare alla loro piccola festa campestre,  viene menzionato Neville Berbrooke : “La sorella della moglie del fratello di Mr Bridgerton (Gregory) è sposata con il fratello di Mr Berbrooke”  da queste parole si capisce che Colin e Penelope all’epoca dei fatti sono già marito e moglie. Verso la fine del libro Colin Bridgerton fa la sua comparsa alla serata musicale Smythe-Smith con una mano bendata e parlando con Honoria dice di avere avuto “un piccolo alterco con un fermacarte” un evento che era però successo ben prima del fidanzamento tra Colin e Penelope, quindi a meno che tu non intendessi scrivere un time travel romance, ci troviamo un Colin che appare all’inizio come un uomo sposato e nel finale come scapolo impenitente che fa ingelosire Marcus.
Cara Julia, continuerò a essere una tua affezionata lettrice, ma questa volta non posso con tutto il cuore dare la sufficienza a questo tuo romanzo, spero che la storia di Daniel torni all’altezza dei tuoi passati successi.
A presto e buona fortuna.

  





*Nota: Questa recensione si basa sulla versione originale del romanzo.
Cover dell'edizione inglese
Lo ammetto, quando si tratta di Julia Quinn non sono imparziale. Ho un debole per le sue storie romantiche e piene di brio, tanto spiritose che spesso, leggendo, mi ritrovo a ridere di gusto. E ho un debole per la prosa della signora, così ritmata e priva di fronzoli, ironica e creativa. E che dialoghi! Sono dei gioielli, così serrati e witty. Quando leggo un libro della Quinn, mi ritrovo spesso con uno stupido sorrisino sulle labbra. Capita anche a voi?
Prendete il suo ultimo romanzo, Un amore perfetto ( Just Like Heaven), che non mi sorprenderebbe trovare fra le nominations ai RITA di quest'anno. E' il primo di una nuova serie di quattro titoli che si annuncia una delizia (The Smythe-Smith Quartet, il quartetto delle Smythe-Smith). Una delizia in ogni senso, tranne che per l'udito, perché le protagoniste di questa serie, le Signorine Smythe-Smith appunto (già incontrate nella serie Bridgertons a partire da Minx) sono delle pessime musiciste. Il loro quartetto ogni anno, per tradizione di famiglia, si esibisce come una minaccia biblica di fronte ad un terrorizzato ton. (Leggete QUI  la mia intervista alla Quinn per saperne di più.)
In Un amore perfetto l'eroina è Lady Honoria Smythe-Smith, terribile violinista e calamità naturale, almeno a sentire il conte di Chatteris, Marcus Holroyd, miglior amico di suo fratello Daniel (e amico fraterno della stessa Honoria sin dai tempi dell'infanzia). Il tranquillo, posato, riservato Marcus, che ama più la vita di campagna che i ricevimenti del ton, promette a Daniel di badare alla sorella durante il suo esilio (imposto a causa di un duello) e soprattutto di tenere alla larga dalla sorellina ogni genere di pretendente libertino, stupido o cacciatore di dote. E' per questo motivo che Honoria non è ancora sposata, anche se lei -ovvio-
non lo sa. A Marcus nessun pretendente di Honoria sembra proprio andare a genio. Una parolina, e il poveretto è sistemato. E sì, perché il conte di Chatteris, per quanto all'apparenza mite e riservato, può essere davvero convincente. Decisa a trovare finalmente marito, Honoria prepara letteralmente una trappola (ci troviamo nella campagna del Cambridgeshire), ma non è la preda prevista a cascarci dentro, ma... indovinate chi? Lo stesso Marcus, naturalmente, che non solo si prende una terribile storta alla caviglia, ma in conseguenza del disastroso piano di Honoria si ammala gravemente di setticemia, e morirebbe anche se la signorina Smythe-Smith non corresse al suo capezzale e si prendesse cura di lui (questa è l'unica parte del romanzo che avrei tagliato un po'). Da questo momento inizia il cammino non sempre facile di Honoria e Marcus, dall' amicizia fraterna alla passione più assoluta. Fino al...paradiso! (l'heaven del titolo inglese!). C'è gradualità nella loro storia (anche grazie ad alcuni flash back), mai casualità. La freccia di Cupido viaggia per quindici anni prima di colpirli, ma poi fa un centro perfetto. La scena finale, poi, davvero esplosiva, è una girandola di eventi raccontata in punta di fioretto, con un brio e un'ironia che ancora una volta mi hanno strappato l'applauso. Brava Julia!
Accanto ai due protagonisti, c'è la solita giostra colorata di personaggi spassosi e mai inutili. Ci sono le altre signorine Smythe -Smith (Daisy, Iris e Sarah), naturalmene, c'é Daniel e c'è pure l' affascinante Mr Colin Bridgerton. Chi saranno i protagonisti di A Night like this, book 2 della serie? Lo so!! E, dannazione, lasciatemi dire che l'avevo indovinato. Sono Anne (una semplice -ma bellissima- governante che appare alla fine di Un amore perfetto ) e il fratello di Honoria, Daniel, conte di Winstead. Non vedo l'ora di leggerlo. 






LA SERIE Smythe-Smith Quartet
1. Just Like Heaven (2011) - ed.italiana: UN AMORE PERFETTO, I Romanzi Mondadori Classic, nr1080, 2014 Lady Honoria Smythe-Smith e Marcus Holroyd, conte di Chatteris
2. A Night Like This (2012)- 
 ed.italiana: UNA SERATA DAVVERO SPECIALE, I Romanzi Mondadori Classic, nr.1112, 2015 - Anne Wynter e Daniel Smythe-Smith
3. The Sum of All Kisses (2013)- 
 ed.italiana: ed.italiana: UN BACIO DOPO L'ALTRO, I Romanzi Mondadori Classic, nr.1129, 2016 - Sarah Pleinsworth e Hugh Prentice
4. The Secrets of Sir Richard Kenworthy (2015) prossimamente in italiano



L'AUTRICE
Julia Quinn è lo pseudonimo della scrittrice americana Julia Pottinger.Dice che ha scelto lo pseudonimo di Julia Quinn per avere i suoi libri sugli scaffali accanto a quelli della scrittrice Amanda Quick. È nata nel New England, anche se ha trascorso molto tempo in California, dopo che i suoi genitori hanno divorziato. Fin da bambina ha divorato libri. Ha cominciato prestissimo a scrivere anche se i suoi primi romanzi venivano respinti.Laureata ad Harvard in Storia dell'Arte, ha deciso di frequentare la scuola di medicina. Per occupare se stessa durante le lunghe giornate di studi scientifici, la Pottinger ha iniziato a scrivere romantiche storie di epoca Regency. Poche settimane dopo che è stata accettata a medicina, ha scoperto che i suoi primi due romanzi, Splendid e Danza a mezzanotte, erano stati venduti all'asta, un evento insolito per una giovane autrice, ha quindi rinviato l'università per due anni, per scrivere 2 nuovi romanzi. Dopo solo pochi mesi ha lasciato la scuola di medicina e si è dedicata a tempo pieno alla scrittura. Dopo aver vinto nel 2010 il suo terzo premio RITA la Quinn è entrata di diritto nella prestigiosa Hall of Fame della RWA che raccoglie fra le altre le più famose autrici romance americane.
VISITA IL SUO SITO: http://www.juliaquinn.com




VI ATTIRA LA TRAMA DI QUESTO ROMANZO? L'AVETE GIA' LETTO? FATECI SAPERE COSA NE PENSATE. CONDIVIDETE IL GIUDIZIO NEGATIVO DI SAMANTHA? ANCHE VOI DALLA QUINN VI ASPETTAVATE DI PIU' ? O SIETE D'ACCORDO CON VIVIANA?


5 commenti:

  1. Hai mandato a Julia anche una scatola di cerotti? Viste le ferite inferte... Ottima recensione. Come sempre. Babette Brown.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Julia sta troppo in alto per preoccuparsi di questa mia recensione!

      Elimina
  2. aspettavo di leggere le storie delle Smythe-Smith Quartet anche se circolavano voci per cui non fosse una serie all'altezza dei lavori migliori della Quinn. Vista questa esauriente recensione penso che non la comincerò affatto.

    RispondiElimina
  3. A parte l'evidente errore su Colin, io non l'ho trovato così brutto. Meno vivace di altri suoi libri,ma non molto diverso dagli ultimi lavori. Lo stile è sempre il suo e l'ho letto senza annoiarmi, come per Miranda, che invece ero molto tentata di abbandonare.

    RispondiElimina
  4. Per scrupolo e per l'ammirazione che ho per la Quinn alla fine l'ho letto! E delusione.... un libro che ha qualcosa di finto di artefatto, senza la solita verve che caratterizza i lavori di quest'autrice. Noioso e a tratti improbabile,con il carisma dei protagonisti vicino allo zero, infarcito di chiacchiere inutili.Mi dispiace perchè la Quinn è stata sempre per me una certezza!

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!