ALAKIM - Luce dalle tenebre di Anna Chillon (Loquendo Editrice) - Recensione

Autrice: Anna Chillon 
Genere: Romance - Urban Fantasy  
Ambientazione: Marsiglia (Francia)           
Pubblicato in Italia: Ed.Loquendo, 2013, pp.399  
Parte di una serie:  1° serie Alakim    
Livello sensualità:  ALTO
Disponibile ebook?: Sì, €6,90

TRAMA:Alakim è un permanente divorato da una fame crudele. Reietto in cielo e braccato in terra da una schiera di guerrieri immortali, condivide il suo rifugio sotterraneo con due Nephilim, abili combattenti e fedeli compagni nella sorte. Di giorno è costretto all’oscurità, mentre la notte si aggira per le vie di una Marsiglia trasgressiva, in cerca di un modo per assolvere al patto stretto con Lucifero. È proprio durante questa ricerca che un prete dalle eccezionali capacità sensitive gli suggerisce un antico testo custode di segreti proibiti, portandolo così a imbattersi in Nicole, una giovane libraia animalista. La ragazza ingaggia una lotta impari per non venire travolta dall’indole tenebrosa di Alakim e dal suo spiccato gusto per la malvagità, ma l’ardore che scocca tra loro rapisce corpo e mente, lasciandola senza via di fuga, sopraffatta dall’impetuosità dell’immortale e dalla scoperta di una realtà troppo grande da accettare: una realtà per la quale occorre avere fede. Così, in un susseguirsi di eventi inaspettati, mettendo a rischio la propria esistenza, i suoi amici e Nicole stessa, Alakim fa di tutto per dare a Lucifero ciò che gli spetta, lottando, tracciando la sua strada nel sangue e spingendosi oltre i limiti. Perché avere una possibilità di scelta è l’unica cosa cui non è disposto a rinunciare, anche se quello da pagare è un inimmaginabile prezzo.


Non conoscevo Anna Chillon e mi sono avvicinata a questa lettura con un po' di diffidenza, poi leggendo mi sono stupita di trovarla completamente differente da ciò che mi aspettavo e forse proprio per questo, elettrizzante e ipnotica. In questo suo primo libro, la Chillon esordisce con la storia di un Angelo, non uno qualsiasi, ma con ALAKIM, un Serafino sceso sulla Terra per distruggere gli esseri umani colpevoli di non sapere usare bene il 'libero arbitrio' loro concesso dall'Altissimo, ovviamente la distruzione degli esseri umani è una cosa che non gli è stata concessa e per punizione è costretto a vagare sulla Terra in un corpo d'uomo immortale tra indicibili torture. Persino Lucifero, con cui ha fatto un 'Patto' gli ha impedito di distruggere il mondo, visto che altrimenti sarebbe rimasto senza anime da mandare all'Inferno.
Alakim è un personaggio controverso, è un Serafino, dovrebbe essere pieno d'amore non di odio, e invece in lui convivono il Bene e il Male e non sempre in egual misura e non sempre a vincere è il primo; convive con un demone in sé  e per liberarsi del Patto stretto con 'suo fratello' deve cercare una Invocantes, un umano speciale capace di far assumere forma terrena ad un angelo del Signore.
Ad aiutarlo, loro malgrado, ci sono due Nephilim, Muriel e Samshat, un sacerdote Morél, e due librai Bernard e la nipote Nicole che gestiscono La Plume d'Oie.
Nicole è una idealista, una combattente che però non ha fiducia in nessuno e si sente sola, è un'animalista convinta e si è lasciata coinvolgere con l'ONA (Organitation Nature Armée) in una incursione violenta per liberare delle cavie animali presso la Vincent&Group, incursione finita con un incendio, la sua cattura da parte della polizia e i successivi cinque mesi in carcere. Ora non ne vuole più far parte ma ne rimane di nuovo invischiata quando il suo capo Martin si presenta alla sua porta.
Nicole ha anche la sfortuna di trovarsi nel posto sbagliato nel momento sbagliato, ovvero quando Alakim fa irruzione nella libreria a caccia di testi sacri. Il loro incontro non è piacevole, è brutale, spaventoso e al limite della violenza, evitata in extremis solo da Muriel. Le loro strade poi si incroceranno irrimediabilmente ed inevitabilmente con conseguenza inaspettate.
Ciò che mi ha colpita di questo romanzo è il suo non essere un romance romantico dove il cattivo di turno innamorandosi diventa un uomo sdolcinato a cui brillano gli occhi e che non riesce più a fare a meno della sua bella, qui il protagonista è un arcangelo caduto che ci mostra tutta la bruttezza del Male che ormai porta in sé, e la mostra anche a Nicole, alla donna che si suppone debba proteggere, invece la vede sì come una donna da amare, ma il suo è un amore contorto, un amore che non esclude 'altri partecipanti', un amore che non gli impedisce di cercare di arrivare al suo fine con ogni mezzo anche a discapito di Nicole. Nicole ha paura dell'oscurità scaturita dalla Luce da cui proviene Alakim, lei non credente, fa fatica ad accettare e comprendere le difficili e discutibili scelte di lui.  Non è dunque l'amore, pur presente, il fulcro del romanzo, ma la lettura della fede cristiana in una nuova versione, tutto è messo in discussione, il Bene non è più un sentimento scontato e senza doppi fini, così come il Male ha le sue giuste giustificazioni. Battaglie in cielo e sulla terra tra angeli caduti e angeli guerrieri sono parte di questo romanzo crudo, duro, oscuro, che lasciano il lettore attonito ma elettrizzato e curioso di leggerne il seguito.
Da leggere.










COME INIZIA IL ROMANZO...
CAPITOLO PRIMO
Dovevano essere passate un paio d’ore, forse tre, da quando Alakim aveva preso sonno.
Si rigirò nel letto con la bocca secca e un forte mal di testa che gli premeva sulle tempie. Allungò una mano cercando tastoni i suoi occhiali scuri, li indossò e aprì le palpebre: sul soffitto della camera la luce fioca della candela danzava tra le increspature della roccia.
Si passò una mano sulla fronte e la sentì umida di sudore, nonostante fosse a dieci metri di profondità, sotto i monti della periferia di Marsiglia, dove la temperatura non si scosta mai troppo dai quindici gradi. Colpa della fame insaziabile che gli insidiava il ventre come se fosse una bestia viva. Troppo viva.
Merda!
Mise giù i piedi dal letto e cercò di oltrepassare il tappeto rosso ciliegia; fece appena in tempo a correre sulla tazza del water, quando un conato gli rovesciò lo stomaco. Esausto rimase in ginocchio, appoggiò i gomiti sorreggendosi la fronte con la mano. Sarebbe anche potuto cadere nell’oblio, con il puzzo del suo stesso vomito che gli pizzicava le narici, se non fosse entrato Samshat.
«Di nuovo pollo fritto?» Lo schernì l’amico sorridendo.
Alakim sollevò gli occhiali scuri per stropicciarsi le orbite. «Mi piace.»
Purtroppo però il suo era un tipo di fame per la quale non serviva a nulla abbuffarsi di cibarie, per quanto deliziose fossero.
«E ti piace anche agonizzare sul pisciatoio? Ti piacciono un sacco di cose amico mio e ti fanno tutte molto male.» Samshat lo prese sotto le ascelle per aiutarlo ad alzarsi.
Alakim non si poteva definire esile; era piuttosto alto e aveva muscoli che non passavano certo inosservati. Tuttavia, Samshat, alto quanto la porta e dalla stazza di un bisonte, lo sollevò con facilità.
«Da quando non si bussa più?» Inveì Alakim.
«Ho bussato, ma tu eri troppo impegnato a fare i versi di una scrofa in calore per accorgertene.» Arricciò il naso spingendo l’amico sotto la doccia. «Puzzi come un preservativo usato.»
«Ma va?» Alakim indicò la sagoma di una ragazza raggomitolata sul letto per il freddo. «Se vuoi

farmi un favore, liberamene prima che torni sobria.» Fece un passo in avanti e il getto d’acqua calda lo investì alleviando i sintomi penosi della fame.
Un ciuffo di ispidi capelli viola spuntò dal raso nero delle lenzuola. «Pezzo d’imbecille. Non sarò sobria, ma ci sento benissimo!» 
«Amore a prima vista, suppongo» commentò Samshat richiudendosi alle spalle la porta del bagno.
La ragazza si alzò controvoglia trascinandosi appresso le coperte; diede un’occhiata alla stanza come se la vedesse per la prima volta e si sentì immersa in una sorta di bunker scavato nella roccia. Si mise a raccogliere i propri indumenti, procedendo a testa bassa finché non sbatté contro un muro di cemento... o almeno le parve. Risalì allora con lo sguardo lungo l’imponente figura di Samshat, ritrovandosi così con il capo piegato all’indietro.
«Chi sei?»
«Il buon samaritano» le rispose il colosso, esibendo, appeso a un dito, un triangolino di stoffa nera.
Lei gli strappò di mano il piccolo perizoma. «Beh, grazie, ce la faccio da sola.»
Aveva un’aria sfatta e sperduta; probabilmente non si ricordava nemmeno com’era finita laggiù.
Alakim uscì dal bagno con l’asciugamano avvolto in vita. La barba incolta e gli occhiali scuri celavano in parte il suo volto; un volto duro come una roccia segnata dalle intemperie.
«Oh cavolo, ma cos’è?» La ragazza strabuzzò gli occhi premendosi una mano tra i seni. Il particolare che l’aveva colpita, al punto da farle scivolare gli indumenti di mano, non poteva che essere il “giocattolino” che Alakim portava incastonato nel torace: una placca metallica circolare, decentrata verso il cuore, contornata da un intreccio di cicatrici che contribuivano a renderla più decorativa e assai più sinistra di qualunque tatuaggio o piercing avesse mai visto prima. Difficile non notarla, a meno di non avervi fatto l’abitudine per anni… tanti anni.
Alakim si passò le mani tra i ciuffi di capelli rossi che continuavano a grondare acqua sul petto.
«Non è niente che ti possa riguardare.»
«Sai che m’importa!» Ribatté lei, seguendo con gli occhi il percorso delle gocce: dalle vaste spalle alla vita stretta, lungo quel busto scolpito che era un campo di battaglia sul quale qualsiasi donna avrebbe ceduto volentieri le armi.
Samshat sorrise di quello sguardo così intenso rivolto al suo amico. «Fidati di me ragazza: non te lo vuoi fare un altro giro. Accendi una candela a Sant’Andrea Avellino e ringrazialo, questa notte ti è andata bene.»
A giudicare dal modo rigido in cui la ragazza si muoveva e dai lividi sulle sue braccia nude, non doveva nemmeno essere andata così tanto bene. Forse lo pensò anche lei, perché ciondolò verso il bagno scuotendo la testa come se pesasse una tonnellata, sbatté contro il fianco di Alakim prima di imboccare la porta e poi vi si chiuse dentro. ....
GUARDA IL BOOKTRAILER


L'AUTRICE
Anna Chillon nasce a Modena nel 1977, si diploma come ragioniera ed esercita per anni in tale ambito, pur coltivando da sempre il gusto per la scrittura. Di giorno contabile e di notte autrice, spinta dalla voglia di mettersi in gioco, nel 2010 decide di rendere pubblici alcuni scritti tramite un suo blog di racconti che si rivela un successo inaspettato. Da ciò riceve il giusto incentivo per dedicarsi al progetto “Alakim”, un romanzo urban-fantasy che l’appassiona toccandola nel vivo con argomenti quali fede e amore.
VISITA IL SUO BLOG:  http://www.annachillon.it/


TI INTRIGA LA TRAMA DI QUESTO ROMANZO? TI PIACEREBBE LEGGERLO? L'HAI GIA' LETTO? COSA NE PENSI? 

10 commenti:

  1. Libro da leggere assolutamente! Non è il solito romance fantasy...il Lui protagonista è intrigante ed oscuro al punto giusto!
    Giglio

    RispondiElimina
  2. ho acquistato il formato kindle solo per scoprire che se non si acquista tramite Amazon il dispositivo e il programma Kindle su Ipad non lo leggono, Mi tocca leggerlo stando al pc della scrivania che barba!!!!!
    Se qualcuno sa come risolvere mi faccia sapere

    RispondiElimina
  3. ... a furia di smanettare ho risolto ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... allora se ricordo bene basta collegare con un normale cavo usb il pc all'Ipad poi aprire Itunes e trascinare l'oggetto acquistato da una finestra a quella del Ipad....in pratica si copia (ma non ho capito bene dove ...) sull'Ipad il libro
      POI
      se sull'Ipad il programma di emulazione Kindle non vi fa vedere il titolo in elenco con gli altri vi dovete accontentare di fare "cerca" inserendo o il titolo o l'autore... così ho fatto per Alakim che non compare nella libreria ma c'è ...
      d'altronde è un angelo maledetto non è così chiaro come "funzioni"
      Baci

      Elimina
  4. Brava Elisabetta mi fa piacere tu sia venuta a capo del problema,ci dici come hai fatto così se qualche altra lettrice si trova nella tua stessa situazione la tua info può essere d'aiuto? CIAO!
    Francy

    RispondiElimina
  5. Mi piacerebbe acquistarlo cartaceo ma in libreria mi hanno detto che non possono ordinarlo. Mi potete aiutare?
    Grazie Elena

    RispondiElimina
  6. Anke io in libreria non riesco a acquistarlo...... Mi piacerebbe davvero Anke a me leggerlo... Mi.potete aiutare krazie kiki

    RispondiElimina
  7. Ciao ragazze,
    per quel che riguarda l’ebook adesso è reperibile su tutti gli store Amazon e Kobo compresi.
    Il cartaceo, se le librerie vi fanno dei problemi, potete trovarlo anche in questo caso sugli store online. Al momento la consegna più veloce mi sembra quella di Ibs ( http://www.ibs.it/code/9788896859797/chillon-anna/alakim-luce-dalle-tenebre.html ) 24 ore con uno sconto del 20%!
    Spero di esservi stata utile.
    Buona lettura ;)
    Anna

    RispondiElimina
  8. Salve, ho cercato il libro sul Kobo (che ha il motore di ricerca su amazon) ma non riesco a trovarlo? Come posso fare?

    RispondiElimina
  9. Salve, ho cercato il libro sul Kobo (che ha il motore di ricerca su amazon) ma non riesco a trovarlo? Come posso fare?

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!