QUESTIONE DI TEMPO di Mary Calmes ( Dreamspinner Press) - Recensione


Autore: Mary Calmes
Titolo originale: A Matter of Time ( vol.1)
Genere: M/M
Ambientazione:  USA
Pubblic. Originale: Dreamspinner Press
Pubblic. Italiana: Dreamspinner Press , 18 marzo 2013
Parte di una serie: 1° serie Questione di Tempo
Livello sensualità:  MEDIO
Disponibile solo in ebook su Amazon o Dreamspinner Press sezione italiana


TRAMA: Jory Keyes conduce una vita normale come assistente di un architetto fino a che non diventa il testimone di un brutale omicidio. Pur essendo stato salvato dal detective di polizia Sam Kage, Jory rifiuta di arruolarsi nel programma di protezione testimoni: non importa chi gli stia dando la caccia, lui ha una vita che ama e a cui non vuole rinunciare. Ma Jory è davvero in pericolo, soprattuto dopo aver acconsentito a testimoniare su quello a cui ha assistito. 
Anche se deve fare i conti con degli attentati alla sua vita, amici ben intenzionati che lo vogliono vedere felice, un capo super protettivo e un mistero che lentamente si rivela molto più sinistro di quanto si fosse immaginato, il giovane uomo gay inizia una relazione con Sam, un detective non dichiarato e combattuto. Forse Jory riuscirà a sopravvivere al pericolo, ma potrebbe non sopravvivere al suo cuore infranto.


Era da parecchio, come spesso mi succede, che volevo leggere la storia di Jory Keyes e Sam Kage, soprattutto perché oltre al romance c’è una componente suspense che, per i miei gusti, è sempre un valore aggiunto. Diciamo subito che la parte suspense è secondaria e accessoria, entra in collisione con la storia principale solo creando situazioni di pericolo a cui il nostro protagonista deve – a volte in modo rocambolesco – sfuggire. 
Fu uno di quei momenti in cui sembra che una luce stroboscopica si accenda nella tua testa; riesci a vedere solo parti della scena che hai davanti. Vidi i frammenti di vetro, le scarpe in pelle nera lucida dell’uomo sul tappeto persiano dal colore blu scuro; vidi il pavimento di marmo ben lucidato e Brian, che teneva una pistola puntata contro l’uomo. Non è lo stesso suono che si sente nei film. Quando una pistola spara, non si sente quel boom, è più come un petardo che scoppia. […] Fu in quel momento che accaddero due cose simultaneamente: primo, il mio telefono squillò (ho la suoneria di Karma Chameleon) e, secondo, George scappò via da dietro le tende. Cercai di prenderlo e riuscii ad acchiapparlo per il collare ma non abbastanza in fretta da non sporgermi in avanti. Fu come essere su un palcoscenico. Uscii da dietro le tende, tipo: ta-dah!
[…] “Jory!” urlò Brian; siccome non ho nessun riflesso istintivo per il combattimento, decisi di fuggire immediatamente. Afferrai violentemente George al collare e lo lanciai nell’altra stanza. Mentre mi fiondavo dietro di lui, sentii degli spari e Brian che urlava il mio nome. Non gli ero mai stato particolarmente simpatico, ma dopo quel momento le cose sarebbero state completamente diverse.
Mi misi a correre all’impazzata. Urlai il nome di George, che stava correndo al mio fianco, tanto velocemente quanto gli permettevano le sue piccole zampe. Vidi un uomo di fronte a me, ma invece di rallentare, accelerai. Quando lui tirò fuori la pistola, mi gettai in ginocchio lasciandomi scivolare sul pavimento di legno lucidato. Sarebbe stata una scena molto figa se non fosse stato per il fatto che stavo correndo per salvarmi la vita. L’uomo mi si avventò addosso ma io riuscii a divincolarmi e corsi verso l’ingresso principale. Quando spalancai la porta, mi trovai davanti Darth Vader. 
JORY, il protagonista
Un’entrata in scena, quella sopra, piuttosto indicativa. Jory Keyes, poi Harcourt, è il protagonista assoluto del romanzo, anche perché perché la vicenda è narrata in prima persona da lui, che costituisce dunque l’obiettivo della macchina da presa. Dall’assonanza che 
si creerà tra voi e questo personaggio dipenderà, in modo decisamente più forte che in altri casi, il vostro entrare in sintonia o meno con il libro. Jory è giovane (ha ventidue anni quando la vicenda ha inizio), orfano, gay, ha una miriade di amici (non ricordo di aver mai letto un romanzo in cui venissero presentati tanti amici del protagonista, da perdere proprio il conto) e, essendo fisicamente attraente, quasi altrettanti ex amanti e spasimanti. Non è un maschio alfa, anzi è l’antitesi del maschio alfa, è brillante e talmente gentile ed empatico da piacere a tutti. Anche troppo. Si definisce distratto e incapace di concentrarsi quando in realtà ha un lavoro in cui non deve perdere di vista nulla – è l’assistente/segretario di un famoso architetto. Jory è un insolito, inebriante mix di gioventù sregolata e saggezza, dice sì a tutti ma sa dire no quando serve, tranne quando quando c’è di mezzo Sam Kage.
SAM, ovvero il Darth Vader della scena sopra
E’ il maschio alfa della situazione. Molto alfa. Detective della narcotici, Sam Kage è, per usare
le parole di un’amica, da prendere a mazzate. Fascinoso e sexy, questo sì, molto innamorato anche. Ma, complice il fatto che nella sua testa non entriamo mai, appare incoerente nelle sue scelte. Scusabile la prima volta che ferisce Jory, imperdonabile la seconda volta. Arrogante, prepotente, ha la fortuna di essere esattamente ciò di cui Jory ha bisogno, o non ci sarebbe storia. Non è l’uomo migliore che Jory incontri ma è l’unico di cui si innamori davvero. L’unico giusto per lui.
DANE HARCOURT, il capo di Jory
All’inizio, aspettandomi che la storia ruotasse attorno all’omicidio di cui Jory è involontario testimone nel primo capitolo, sono rimasta spiazzata dalla lunga presentazione di questo personaggio, che sembra quasi una lunga parentesi. Non lo è, perché Dane, eterosessuale e playboy seriale, è una figura chiave e l’amore fraterno tra questi due uomini è forse la parte più bella di tutta la storia. Scopriamo affascinati le dinamiche del loro rapporto, lo vediamo crescere. I loro dialoghi e le loro telefonate sono pagine deliziose, forse le migliori che la Calmes ci regala. 
“Lei è la proprietaria di tutti quei fantastici ristoranti, ricordi?”
Chiaramente, dallo sguardo vacante sul suo volto, anche con un po’ d’incoraggiamento, non ne aveva idea.
“Beh, posso dirti che dopo che l’hai mollata, lei ti ha chiamato per due settimane.”
“Questo non me lo ricordo.”
“Perché una volta che le lasci salgo io di vedetta.” Feci un sorrisetto. “Mi occupo delle pulizie.”
Mi guardò intensamente.
“Cosa?”
“Fai un sacco di cose per me.”
“Perché mi paghi per farle,” lo stuzzicai.
Lui grugnì e si appoggiò allo schienale, mettendosi comodo sul sedile mentre guidava. “In tua vece, ho rifiutato l’offerta degli avanzi che ti voleva dare la signora Ward.”
“Ah, sarebbe stato carino.”
“No,” disse lui, socchiudendo gli occhi. “Non hai bisogno della carità.”
Il che non aveva alcun senso. “Qui sulla terra è considerato un atto di gentilezza dare gli avanzi da portare a casa quando gli ospiti se ne vanno. Abbiamo anche dei contenitori speciali per trasportare il cibo. Si chiamano Tupperware.”
 
Dunque, per tirare le somme: non leggete Questione di tempo se avete bisogno di basi solide in una storia. La storia di Jory è un trenino turistico che segue un percorso insolito da dove ammirare il panorama, non un TAV che va dritto allo scopo. A volte le tappe o le deviazioni che fa non sono le più logiche, spesso sono anche un po’ folcloristiche. La scrittura di Mary Calmes non è limpida e pulita come una Roberts o una Howard, non taglia con precisione; accarezza, stuzzica, sfiora e blandisce, ma non c’è dubbio che sia molto particolare. Jory ricorda un po’ il protagonista di Ranocchio, della stessa autrice, piace a tutti senza fare fatica e lo sa senza per questo darsi troppe arie o perdere un po’ di sana autoironia. Parlando con chi ha letto anche altri romanzi della Calmes ho scoperto che Jory e Sam sono “la sua coppia”, lo stesso tipo di duo che l’autrice tende a riprodurre in situazioni diverse.
Leggete Questione di tempo se siete disposte a tuffarvici come se saliste su una giostra. Perché Jory è un po’ una giostra. “Il mondo era molto piccolo e io un diversivo comico. Lo avevo sempre sospettato.”  Vi spiazzerà, vi irriterà, vi farà sorridere, se riuscirà a conquistarvi con la sua imprevedibilità lo seguirete divertiti nelle sue giornate fitte e serate infinite (e, come me, vi chiederete “ma a che diavolo d’ora cena quest’uomo?”). Quando vi aspetterete che dica o faccia qualcosa, vi sorprenderà. Il suo racconto vi sembrerà lontano dalla realtà, dalla vostra realtà, ma allo stesso avrà qualcosa di ipnotico che vi farà andare avanti a leggere, pagina dopo pagina, e quando avrete finito il primo volume vorrete avere già tra le mani il secondo – che, ci informa la DSP, uscirà tra 4 mesi circa. Jory Keyes è come uno dei cocktail che egli stesso trangugia senza battere ciglio o quasi: fresco e leggero, niente di particolarmente raffinato o troppo impegnativo, ma va giù che è un piacere e alla fine vi lascia un po’ brilli.







DA LEGGERE NELLA SERIE A MATTER OF TIME
1.A Matter of Time Vol 1 (2010) - Books 1 and 2 - Ed.italiana: QUESTIONE DI TEMPO Vol. 1 - Dreampspinner, marzo 2014
2.A Matter of Time Vol 2 (2010) - Books 3 and 4 - Ed.italiana: QUESTIONE DI TEMPO Vol. 2 - Dreampspinner, maggio 2014- LEGGI QUI la ns recensione
3.Bulletproof (2011)
4.But For You (2012)
5. Parting Shot (2013)

L'AUTRICE
Mary Calmes vive a Lexington nel Kentucky con il marito e i loro due figli.Ama tutte le stagioni eccetto l'estate.  Si è laureata in Letteratura Inglese presso la University of the Pacific a Stockton (California) e visto che si tratta di letteratura inglese e non di grammatica, non chiedetele di indicarvi una proposizione, perchè non lo farà. Adora scrivere, immergersi nel processo e venire completamente coinvolta dalla storia che sta scrivendo, fino ad arrivare a poter dire persino che odore hanno i suoi personaggi. Mary ama acquistare libri e partecipare alle convention per incontare le sue fan.
VISITA IL SUO SITO : http://www.marycalmesauthor.com/


TI INTERESSA QUESTO ROMANZO? CONOSCI QUESTA AUTRICE? HAI GIA' LETTO IL LIBRO? COSA NE PENSI? QUALI SONO GLI ELEMENTI PRESENTI NEI ROMANZI M/M CHE PIU' TI COINVOLGONO? GLI STESSI DI UNA STORIA D'AMORE F/M O ALTRI?


4 commenti:

  1. Bella rece! Il protagonista sembra simpatico ed ironico e l'aspetto che mi incuriosisce di più è l'amicizia tra un gay ed un etero, nn dev'essere facile descriverla.

    RispondiElimina
  2. Il secondo volume esce tra 4 mesi?!?!?!?!?!?!?
    Non se riuscirò ad aspettare così tanto, smanio già per sapere come andrà a finire!!!

    SpiderHunter

    RispondiElimina
  3. Comprato appena uscito, ma aspetto il secondo per leggere tutto insieme, perché mi sembra di aver capito che la fine è in sospeso...
    Antonella

    RispondiElimina
  4. Si, si, diamo un sacco di mazzate a Sam :) .

    Comunque il romanzo mi è piaciuto, anche se ad un certo punto mi sono persa fra i vari amici, ho notato anch'io che ce ne erano un po' troppi.
    Ora aspetto il secondo libro per scoprire come va a finire, volevo aspettare per leggere anche il primo, come dice Antonella, ma non ho tanta forza di volontà, era li che mi chiamava e sono corsa da lui.

    Bella recensione, grazie.
    Silvia71

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!