NESSUN SEGRETO di Monica Burns ( I Romanzi Mondadori) - Recensione


Autrice: Monica Burns
Titolo originale: Pleasure me
 Traduttore: Giulia Rossetti
Genere: Romance storico
Ambientazione : Inghilterra, 1897 ( epoca vittoriana )
Pubbl. Originale: Penguin, marzo 2011
Pubbl. Italiana :  Mondadori, I Romanzi  passione, nr 107,  Marzo 2014
Parte di una serie: No
Livello Sensualità  MOLTO ALTO
 Disponibile in Ebook  : si
Premi e riconoscimenti della critica:
Premio Reviewer’s Choice Award di Romantic Times nel 2011 come Miglior Romanzo Storico ambientato nelle Isole Britanniche ( British Isle-Set Historical Romance )

TRAMA: Disconosciuta dal padre, Ruth è diventata una famosa cortigiana, ma ora, a quarantun anni, il suo amante la lascia. Preoccupata per il futuro e convinta di non essere più desiderabile, resta sorpresa dalla proposta che le viene dall’avvenente barone Garrick Stratfield: ben più giovane di lei e conteso da molte donne, non è però mai stato visto insieme ad alcuna. Ruth ha bisogno di denaro, così accetta. E inaspettatamente si innamora, mentre Garrick, pur travolto dalla passione, è devastato dalla convinzione di non poterla soddisfare. Potrà, l’amore che li unisce, abbattere le paure che li dividono?



È un momento molto difficile per Ruth, lady Attwood che vede il suo amante lasciarla per una donna molto più giovane. Lei, ormai quarantunenne , ha scelto un mestiere per cui l’età che sopravanza è un vero incubo e
pare quindi destinata alla fine di una carriera da lei non voluta, ma costretta dalle circostanze ad intraprendere. Ed è proprio in una di queste circostanze, ad un ballo, a cui viene spinta a partecipare dalla sua migliore amica per dimostrare alla società di non essere distrutta dall’abbandono dell’amante, che incontra colui che sarà l’uomo del suo destino: Garrick, barone di Stratfield . Egli  accorre in soccorso alla nostra eroina, vittima di un attacco verbale da parte della giovane amante del suo ex compagno. Tra loro scocca immediatamente una scintilla di interesse che porterà all’evoluzione di una storia fatta di avvicinamenti e ripensamenti, dovuti a ragioni particolari che affondano le radici nel passato di entrambi. Ruth e Garrick hanno spiriti affini, votati alla gentilezza ed alla generosità,  dediti alla cura dei più deboli (provvedono agli interessi dei bambini orfani ed è proprio per l’acquisto di una casa per loro che si rincontreranno dopo il ballo). Li accomuna inoltre un passato di sofferenze maturate nell’ambito famigliare che ha tolto loro ogni sicurezza e li ha costretti a crescere in fretta per salvarsi e salvare quelli che dipendevano da loro. Ma se queste sono le realtà che li uniscono, oltre a un’immediata ed infuocata reciproca attrazione, altre e più pesanti ( per l’epoca e forse anche per oggi)  le circostanze che rendono difficile l’evolversi della loro storia sentimentale: l’età di lei e un  problema fisico di lui (oggi non lo interpreteremmo così) che lo fanno credere incapace di amare una donna. Intorno a questi 2 tematiche l’autrice costruisce un romanzo abbastanza coinvolgente dato gli argomenti che sviluppano: le dicerie in seno alla società circa la differenza di età che intercorre tra i due e la presunta mancanza di esperienza di lui che raramente è stato visto accompagnato e di cui si sa solo una relazione certa con un’amante però sconosciuta. I protagonisti imbastiscono una coinvolgente storia dopo che lui ha, con gentilezza ma fermezza ,perseguito lo scopo di corteggiarla lenendo le sue paure circa la diversità di età ed attirandola in una spirale di attrazione sensuale che sgretola le difese di Ruth. Ed è da questo punto che secondo me il romanzo sviluppa la sua parte migliore. Garrick è un uomo profondamente ferito nelle sue sicurezze virili e fatica ad avere con Ruth quel rapporto intenso a cui anela, ha paura che lei possa deriderlo come gli è successo in passato in drammatiche circostanze che lo hanno profondamente ferito nell' orgoglio. Ruth saprà, con amore e con maestria, farlo uscire da questo gorgo di incertezze, restituendogli attraverso la passione la fiducia in se stesso. Essi per giungere però all’agognato lieto fine dovranno superare parecchi ostacoli: le maldicenze, i dubbi reciproci, le persone malevole che attentano e alla vita e al patrimonio di Garrick in una girandola di avvenimenti tesi a dar corpo al romanzo.
Nessun Segreto è sicuramente un romance sui generis e io avevo grandi aspettative circa gli argomenti trattati e  questi si son rivelati interessanti come pensavo, ma l’autrice forse ne ha forzato un po' troppo la riproposizione, con continui richiami e all’età di lei e al problema  di lui , rendendo a volte greve e farraginosa la lettura. Anche l’epilogo è un po' troppo infarcito di avvenimenti per farci arrivare alla fine in modo fluido. Ciononostante, siamo davanti a un romanzo interessante ( che ha segnato l'esordio di Monica Burns in Italia) proprio per i temi sviluppati e per la descrizione del nascere e dell’evolversi di una storia d'amore al contempo passionale e delicata.









DA LEGGERE DI MONICA BURNS
Mirage (2007)
Dangerous (2008)
Kismet (2009)
Pleasure Me (2011)- ed. italiana: NESSUN SEGRETO, Mondadori, I Romanzi Passione, nr 107, 2014
Serie Order of the Sicari
1. Assassin's Honor (2010)
2. Assassin's Heart (2010)
3. Inferno's Kiss (2011)

L'AUTRICE
Monica Burns è autrice di molti romanzi ad alto tasso erotico, sia storici che paranormali. Il suo primo romanzo breve risale ai sui nove anni, quando scelse lo pseudonimo che usa ancora oggi e che è molto adatto a un'autrice di romance erotico che scrive storie d'amore torrido, visto che  Burns significa 'brucia' in inglese. Sposata con figli,  laureata in scienze alla Virginia Commonwealth University, la Burns è una vera stacanovista, e il suo impegno con la scrittura le è stato più volte utile nella vita a superare momenti molto difficili.Da quando ha esordito nel romance, l'autrice ha raccolto diversi consensi fra cui una nomination al Golden Heart della RWA nel 2005 e al RT Reviewers Choice Award , della rivista Romantic Times.

VI INTERESSA QUESTO ROMANZO? L'AVETE GIA' LETTO? COSA NE PENSATE? VI PIACE L'IDEA DI UNA PROTAGONISTA PIU' VECCHI A NAVIGATA DELL'EROE?

9 commenti:

  1. Brava Keiko, un'analisi accurata che c'entra il punto: a livello di contenuti è un bellissimo romanzo, a livello di sviluppo e forma poteva essere un po' meglio. L'ho apprezzato anche io, purtroppo mi ha perso un punto a 20 pagine dalla fine, dove ha voluto inserire un altro ostacolo alla coppia, inutile e pure difficilmente giustificabile.

    RispondiElimina
  2. Buongiorno Keiko, buongiorno a tutte ragazze! Seguo il blog che mi piace molto perchè curatissimo e portato avanti da donne intelligenti e quindi ho letto la recensione; mi complimento per la cura e per le valutazioni, ho trovato sensato il fatto di guardare i passaggi sotto la lente d'ingrandimento dell'epoca in cui è ambientato il romanzo. Leggere questa recensione mi ha solleticato una curiosità che non riguarda propriamente il romanzo commentato ma il romance storico in generale. Mi rivolgo a Keiko ma anche alle altre lettrici: mi sembra che le tematiche di fondo siano irrimediabilmente uguali, così come i pregiudizi della società, i privilegi della ricchezza, le differenze sociali che ostacolano gli amori. Insomma, quando si apre un romance storico si possono avere pochi dubbi su quello che succederà, almeno è ciò che mi accade. Diversamente nel romance contemporaneo, il ventaglio di situazioni possibili è talmente ampio da lasciare la possibilità ancora di stupirsi. Quindi in definitiva la domanda è questa: non manca un po' di stupore nel leggere romance storici?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il romance sia storico che contemporaneo è in sintesi una storia d'amore raccontata innumerevoli volte dove possono cambiare le epoche storiche, i personaggi e le vicissitudini che essi attraversano ma in sostanza le tematiche diventano alla lunga ripetitive... Ed è qui che entra in gioco la bravura della scrittrice secondo me... come con le note in musica anche con le parole combinate in maniera diversa si può dar vita a qualcosa di nuovo partendo da un numero non illimitato di possibilità... una scrittrice dotata trasforma l'ovvio in meraviglia

      Elimina
  3. Questo romanzo,e la recensione hanno stuzzicato la mia curiosità,ma visto che questo mese ho già dato penso che opterò per la versione e-book per contenere le spese.
    Per rispondere alla domanda di Margaret:per quanto mi riguarda all'inizio avvicinandomi al genere la pensavo un po' come te,insomma sempre le stesse storie,gli stessi eventi,ma poi mi son resa conto che anche in trame,viste e riviste ho trovato degli elementi che hanno saputo appassionarmi e questo credo sia dovuto alla bravura di un'autrice che sa dipingere luoghi,situazioni e personaggi in maniera che il lettore non si annoi. Si forse un tema come questo del libro in oggetto è meno trattato e quindi può suscitare ancora stupore come dici tu,ma io,dopo essermi addentrata nella lettura di alcune autrici(e tante ancora me ne mancano anche tra le più famose) ho capito che quelle trame tutte uguali(come mi sembravano quando mi soffermavo solo a leggere la quarta di copertina dei libri di mia madre) non erano per niente "tutte uguali" e che molti libri riservavano piacevoli sorprese,e pur sapendo già come andrà a finire non mi dispiace affatto leggere e ciò,almeno per quel che mi riguarda, non toglie "suspence" alla lettura.
    Chiara

    RispondiElimina
  4. Per rispondere a Margaret: sì, nei romanzi storici ci sono certi elementi che ritornano, a volte si prendono questi elementi proprio come la copertina calda che ti serve da conforto in certi momenti, ma autrici straordinariamente brave riescono da questi elementi in comune a tirare fuori storie completamente diverse. Ognuna osserva con occhio diverso certi schemi comuni e ripropone storie originali.
    In realtà, in ambito romance, mi pare che anche nel contemporaneo si ripropongano spesso gli stessi elementi e solo la bravura delle autrici riesca a differenziare le storie: ne sono esempio i troppi libri fotocopia da cui siamo state sommerse negli ultimi tempi. Stranamente io riesco maggiormente a stupirmi con gli storici rispetto ai contemporanei puri, tralasciano il suspense e il paranormal che per me hanno ancora una marcia in più, permetto di differenziare di più le storie.

    RispondiElimina
  5. Mi sembra che lady mortifera nel post relativo al libro della Probst abbia fatto un elenco delle cose che tornano puntualmente negli ultimi scritti contemporanei...

    RispondiElimina
  6. Libraccio orrendo col tizio monopalla! Vade retro schifezzas!! Ben scritta la recensione però

    Maria Lucinda De Gaviotas y Hernanes

    RispondiElimina
  7. Grazie delle risposte ragazze, è un piacere leggere tanto entusiasmo!

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!