Abbiamo letto: VACANZA DA TIFFANY di Francesca Baldacci


Autrice: Francesca Baldacci
Genere: Contemporaneo
AmbientazioneItalia
Pubblicato in Italia: Narcissus.me, 16/04/2013, formato ebook
Parte di una serie: No
Livello sensualità: MOLTO BASSO
                                                 
 TRAMA: Che cosa può succedere a una ragazza lasciata dal fidanzato per un’altra, a due mesi dalle nozze? Angy, che ha un caratterino pepato, desidera prima di tutto vendicarsi a modo suo, levarsi qualche sassolino dalle scarpe e poi… sente il bisogno di voltare pagina, dimenticare. Come? Dal momento che le vacanze sono alle porte, ha un posto tutto speciale dove rifugiarsi: l’hotel Tiffany, così chiamato per omaggiare l’amatissimo film. Le proprietarie sono le simpaticissime e squinternate zie di Angy, Camilla e Gisella, con un mito nel cuore, gli anni Sessanta: dai film alla musica, agli oggetti dell’epoca.
Per Angy sarà una vacanza-lavoro indimenticabile: riuscirà davvero a scordare Marco che le ha detto addio? Chi è Giulio, il misterioso cliente del “Tiffany” che si fermerà in albergo per tutta la stagione? Perché strani personaggi, forse giornalisti a caccia di scoop, si aggirano attorno all’hotel? E come mai l’affascinante vice direttore, Renato, ce l’ha tanto con lei? Angy ritornerà a credere all’amore? Accanto a lei, una mascotte d’eccezione: Gatto…
Una storia divertente e romantica, d’amore e non solo…
                                                   


Francesca Baldacci ha plasmato con maestria e dedizione una storia dai contorni estremamente vividi e divertenti: l’eleganza, la briosità e la frugalità stilistica sono gli elementi del romanzo che più mi hanno sedotta e conquistata. La protagonista, Angela, a dispetto del nome è una ragazza con un carattere assai grintoso che, dopo essere stata improvvisamente lasciata dal suo quasi marito, per riscattare l’onore perduto, non esita a danneggiare (in maniera decisamente buffa) il prestigioso negozio della sua rivale o, a sfoderare le unghie contro chi si dimostra poco solidale nei suoi confronti. La giovane donna decide quindi, per mettere una distanza fra sé e le delusioni, di abbandonare (almeno momentaneamente) la sua vecchia vita di studentessa di città e, approfittando delle zie albergatrici, si ritaglia un angolino di paradiso nel suggestivo “Hotel Tiffany”, liberamente ispirato al celeberrimo film degli anni '60, epoca che peraltro regna sovrana nella dimora, regalando agli ospiti la soave sensazione che il tempo si sia misericordiosamente fermato. Il suo proposito di rinnovamento e relax viene notevolmente sconvolto dalla presenza non proprio benevola del burbero ma attraente Renato, vicedirettore dell’Hotel, il quale non perde occasione per punzecchiare e umiliare la povera Angy che, nel frattempo, subisce il fascino di Giulio, un cliente fisso dell’albergo che sembra nascondere un oscuro segreto. Giulio è dapprima schivo ma, con il passare dei giorni, inizia a provare una fortissima attrazione per la vivace Angela che, nonostante il nobile proposito di restare a lungo senza uomini, ricambia con fervore i sentimenti del giovane e intreccia con lui una tenera ma appassionata relazione. 
Ho apprezzato molto questo romanzo anche per l’atmosfera esuberante e allo stesso tempo rassicurante che, pagina dopo pagina, dialogo dopo dialogo, mi ha permesso di entrare in empatia con tutti i protagonisti, comprese le divertenti e imprevedibili zie. Sarà un’estate ricca di avvenimenti quella che Angela vivrà e tra gloriosi film del passato e l’incessante passerella di clienti più o meno bizzarri, la giovane donna imparerà a guardare la vita da una nuova prospettiva ma, soprattutto, si lascerà alle spalle il ricordo amaro e tormentato di un amore mai stato tale. Insomma, l’autrice ha dimostrato di avere un talento innato e ha intessuto trame così piacevolmente eclettiche e interessanti che ho goduto di una sensazione di curiosità e appagamento dall’inizio alla fine ma, avrei preferito che l’uomo di punta del romanzo, ossia Renato quello che sin dall’inizio ha suscitato in me curiosità e ilarità, venisse messo maggiormente in risalto e non delegato ad un ruolo così marginale. Il finale aperto però, lascia ben sperare e chissà che nel futuro non ci sia una storia incentrata proprio su loro due.









DA LEGGERE DELLA STESSA AUTRICE
Nota: Tutti questi libri si possono trovare in formato ebook sulle principali librerie digitali, clicca sul titolo per andare all'ebook e alla trama.
L'Amica americana ( 2013)
Il principe della notte ( 2013)
Ciao Luca, nr1 ( 2012)
Ciao Luca, nr2 ( 2012)
Ciao Luca, nr3 ( 2012)
Ciao Luca, nr4 ( 2012)
Chick Chick Urrà nr 3  ( 2011)

L'AUTRICE
Francesca Baldacci, scrittrice e giornalista, è nata “con la penna in mano”. Ha scritto sempre, sin da bambina, ma ha incominciato a pubblicare, giovanissima, con “Bolero”, “Dolly”, “Confidenze”, “Bella”, brevi racconti e romanzi.  Ha curato anche la riedizione di fotoromanzi di successo della “Lancio” sotto forma di romanzo rosa e ha scritto soggetti per fotoromanzi, così come per “Bolero”.
In seguito ha collaborato anche con riviste per ragazzi (“Poochie”, “Il Giornale di Barbie”), e in particolare per la Disney, dove ha seguito un corso di scrittura creativa e scritto alcune sceneggiature per “Sirenetta” e “Minni”.  Per quattordici anni Francesca è stata anche giornalista sportiva ma ha lasciato dopo la nascita del secondo figlio. Attualmente  cura la posta dei lettori di “Topolino”, con un taglio divertente e cercando comunque di dare profondità alle sue risposte e collabora con le riviste Intimità e Love Story . 

AVETE LETTO QUESTO LIBRO? VI PIACEREBBE LEGGERLO? VI PIACCIONO LE STORIE CHE CHE UNISCONO ROMANCE E HUMOR CHICKLIT? 

4 commenti:

  1. Bellissima recensione e godibilissima la trama di Vacanza da Tiffany, che si è rivelata inaspattatamente una lettura divertente e rilassante allo stesso tempo. Francesca Baldacci ha rivelato un vero talento nel campo della chick-lit, un genere tutt'altro che facile da scrivere, perché la semplicità delle storie (storie "di" ragazze dei nostri tempi, ma non solo "per" ragazze) potrebbe essere scambiata anche per banalità, se non intessuta da un'abile mano come quella della Baldacci. Ogni volta che leggo una delle sue storie, aspetto sempre con ansia la successiva...che si rivela sempre migliore! E Vacanza da Tiffany, per me, per ora le batte tutte! Eleonora.

    RispondiElimina
  2. non scherziamo! forse avete letto un altro libro? io questo l'ho scaricato da amazon ai primi di maggio non sono riuscita a finirlo!
    Se fosse stato scritto da una studentessa di prima liceo potrebbe anche essere passabile, banale per nulla coinvolgente, sono stata tratta in inganno dalle finte recensione di amiche compiacenti su amazon.
    Ci credo che questa signora si autopubblica quale editore potrebbe mai pensare di prendere in considerazione questa roba?
    Costa poco ma vale anche poco!
    Cristina

    RispondiElimina
  3. Grazie a Eleonora per il commento positivo. Quanto a Cristina, mi dispiace contraddirla, cara signora, ma dovrà presto ricredersi...
    Francesca Baldacci

    RispondiElimina
  4. Sono un'amica compiacente, ma non solo...
    Francesca Baldacci è una scrittrice vera, una professionista che si è buttata nel self publishing non perché non trova un editore disposto a pubblicarla (infatti pubblica da molti anni) ma per fare una nuova esperienza.
    Ma non è questo il punto.
    Il punto è che, per carità, i gusti sono gusti e a non tutti piace andare a pescare, ma certi commenti sono davvero conditi di vetriolo.
    Comunque Vacanza da Tiffany è un chick lit ben scritto, divertente e godibilissimo. E spiace anche a me contraddire Cristina, ma cavolo se dovrà ricredersi.
    Laura

    RispondiElimina

I VOSTRI COMMENTI ARRICCHISCONO IL BLOG! GRAZIE. (Se li lasciate ricordatevi di firmarli, ci piace sapere chi siete!)
I commenti contenenti offese o un linguaggio scurrile verranno cancellati.

SEGUITE TRAMITE EMAIL

I RACCONTI RS SELEZIONATI DAL BLOG ORA IN EBOOK!

I MIEI PREFERITI / ROMANZI A 5 CUORI !

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.

I contenuti e le immagini sono stati utilizzati senza scopo di lucro ai soli fini divulgativi ed appartengono ai loro proprietari. Pertanto la loro pubblicazione totale o parziale non intende violare alcun copyright e non avviene a scopo di lucro. Qualora i rispettivi Autori si sentano lesi nei propri diritti, sono pregati di contattarmi e in seguito provvederò a rimuovere il materiale in questione.

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK

VENITECI A TROVARE SU FACEBOOK
Clicca sull'immagine e vai alla nostra pagina FB

NOI CON VOI...GUARDA IL VIDEO!